Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano
17.3K views | +1 today
Follow
Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano
News e aggiornamenti sui più importanti Disturbi dell'Umore. Psicologia e Psicoterapia della Depressione a Milano e Online. www.psicoterapeuta-a-milano.it
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Dott Federico Baranzini - Psichiatra e Psicoterapeuta per i Disturbi dell'Umore a Milano

Dott Federico Baranzini - Psichiatra e Psicoterapeuta per i Disturbi dell'Umore a Milano | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Psichiatra e Psicoterapeuta, si occupa da anni di Disturbi dell'Umore per le quali offre serivizi di diagnosi e terapia nel proprio studio di Milano.

 

In particolare tratta:

Depressione Reattiva Nevrotica

Depressione Maggiore con o senza psicosi

Episodi depressivi minori da stress

Disturbo Bipolare dell'Umore tipo 1 e 2

Distimia

Distimia Bipolare

Disturbo Maniacale

 

Per maggiori informazioni e consulti:

http://www.psicoterapeuta-a-milano.it

 

Per altre necessità o urgenze potete contattare il dott Baranzini al numero 388 1044 874.

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione post-partum. Entra nel vivo il progetto regionale finanziato dal Ministero

La nascita di un figlio rappresenta uno degli eventi più importanti e più belli per una donna. Per molte di esse, però, non è tutto così semplice e a manifestarsi può esserci la depressione post-partum. 

A tal proposito è stato selezionato e finanziato dal Ministero della Salute un progetto regionale di prevenzione, diagnosi e cura della depressione materna nella regione Veneto.

 

Partendo da una campagna informativa con la distribuzione di brochure e locandine, verrà avviato un programma di formazione che coinvolgerà 4 mila operatori sanitari per sensibilizzare sugli aspetti psichici della gravidanza e del parto, aiutare ad intercettare eventuali segnali di malessere o depressione e per creare rete tra servizi.

Il progetto prevede, inoltre, test di screening nei punti nascita del Veneto con l'obiettivo di identificare le neomamme a rischio.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Dolore e depressione, speranze per il trattamento grazie alla scoperta di una nuova molecola

Dolore e depressione, speranze per il trattamento grazie alla scoperta di una nuova molecola | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Quali sono le nuove scoperte in merito al dolore e alla depressione? E' possibile menzionare uno studio condotto dai ricercatori dell'Immuno-Pharmacology and Interactomics del Luxembourg Institute of Health (LIH).

 

Nello studio è stata sperimentata una nuova molecola chiamata LIH383, sulla base anche di precedenti ricerche, in grado di modulare i livelli di peptidi oppioidi prodotti nel sistema nervoso centrale potenziandone le proprietà antidolorifiche e antidepressive naturali.

In particolare, la molecola agisce bloccando il recettore atipico ACKR3 delle chemochine.

 

Così come affermato dalla coautrice dello studio M. Szpakowska: "Abbiamo lavorato per sviluppare una molecola capace di legare e bloccare ACKR3, con l'obiettivo di potenziare gli effetti benefici degli oppioidi naturali sul dolore e sulle emozioni negative".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Disturbo bipolare, sessualità e qualità della vita di coppia: quale relazione

Disturbo bipolare, sessualità e qualità della vita di coppia: quale relazione | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

In che modo viene vissuta la sessualità dalle persone con disturbo bipolare? Come cambia?

 

Da una ricerca di PsycInfo e PubMed in cui sono stati selezionati e revisionati 27 articoli, è emerso che durante la fase maniacale vi sia un aumento della libido e dell'attività sessuale. Di contro, la libido tende a diminuire durante la fase depressiva. La letteratura sembra anche mostrare che i comportamenti sessuali a rischio sono più frequenti in questa categoria diagnostica, precisamente nel corso della fase maniacale. 

 

In riferimento alla relazione di coppia, i pazienti con disturbo bipolare si avvicinavano maggiormente ai gruppi di controllo per quanto riguarda la qualità della relazione, lo sviluppo sessuale, la soddisfazione e l'adattamento coniugale, a differenza dei partner di questi soggetti i quali hanno rivelato una diminuzione della soddisfazione sessuale oltre che una complessiva insoddisfazione coniugale sia durante la fase maniacale che depressiva.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura del Disturbo Bipolare a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Yoga, ancora una conferma: previene la depressione

Yoga, ancora una conferma: previene la depressione | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Sappiamo e siamo a conoscenza del fatto che l'attività fisica ha importanti effetti non solo sulla nostra salute fisica ma anche su quella mentale. E' anche vero che durante questa pandemia le possibilità di svolgere attività fisica si sono ridotte e pertanto abbiamo dovuto reinventare ed adattare il nostro movimento in funzione degli spazi domestici.

 

E' stata condotta un'analisi da parte di alcuni ricercatori australiani su alcuni studi controllati randomizzati rispetto all'impiego dello yoga per migliorare la salute mentale. Gli studi presi in considerazione sono stati condotti su adulti con diagnosi pregresse di disturbo mentale, ad esempio dai disturbi depressivi a quelli d'ansia. I partecipanti sono stati sottoposti ad interventi di yoga i quali hanno rappresentato più della metà dell'attività fisica.

 

I partecipanti che praticavano yoga hanno mostrato riduzioni più marcate dei sintomi depressivi, riduzioni che aumentavano all'aumentare della frequenza delle sessioni a settimana.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione: la vulnerabilità psicologica durante la quarantena

Depressione: la vulnerabilità psicologica durante la quarantena | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Accanto alla domanda "Quali possono essere le implicazioni psicologiche della quarantena, dell'isolamento e, più in generale, di questa pandemia sulla popolazione" è possibile chiedersi anche quali possono essere nello specifico i risvolti psicologici in quei soggetti caratterizzati già da alcuni disturbi come ad esempio la depressione.

 

Si potrebbe assistere ad un incremento del senso di inadeguatezza e di chiusura che, sovrapponendosi alla già conclamata patologia, potrebbero rendere più complicato il quadro clinico. Da non trascurare è anche il senso di vergonga che molte persone possono sperimentare il quale, spesso, può condurre alla difficoltà nell'ammettere di esserne colpiti acuendo maggiormente la propria situazione.

 

E' importante, anche per questi motivi, focalizzare l'attenzione sulla salute mentale della popolazione in generale e su quella delle persone che già vivono una condizione di alterazione psicologica.

 

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

 

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Disturbi alimentari: quando la depressione si cela dietro alla patologia

Disturbi alimentari: quando la depressione si cela dietro alla patologia | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

E' proprio la cronaca che nei mesi scorsi ha raccontato la morte di un ragazzo giovane per anoressia, che riporta l'attenzione, o per meglio dire, che continua a portare l'attenzione, sui disturbi alimentari e su quello che in realtà si cela dietro a questi disturbi.

Questi ultimi, spesso, rappresentano solo la facciata di un disturbo molto profondo, radicato, un disagio, una melanconia o una depressione grave.

 

Oltre all'importanza dell'individuazione del malessere sotteso è bene che i momenti di ritorno alla vita e di ripresa non vengano percepiti dal clinico come risoluzione del problema. Non sempre sono sinonimo di guarigione, ma alle volte di compensazione, non di guarigione definitiva ma di stabilizzazione soggetta ad oscillazioni che possono risultare pericolose. Importante, anzi fondamentale, anche per tale motivo, risulta essere il raccordo comunicativo con i familiari del malato e la collaborazione tra professionisti con sapervi diversi.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Gli adolescenti sedentari sono più inclini alla depressione a 18 anni

Gli adolescenti sedentari sono più inclini alla depressione a 18 anni | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Così come l'attività fisica è un elemento importante nella vita di un adulto, quanto è importante per gli adolescenti? E' possibile menzionare uno studio condotto presso l'University College di Londra.

Sono stati presi in considerazione 4257 giovani i quali hanno indossato accelerometri per una settimana quando avevano 12,14 e 16 anni e completato questionari pensati per identificare eventuali sintomi di depressione o altri disturbi di salute mentale a 18 anni.

 

E' emerso che il tempo medio sedentario giornaliero era aumentato così come è diminuito il tempo medio giornaliero dedicato ad attività soft. E' stato rilevato, inoltre, che ogni ora aggiuntiva di sedentarietà a 12 e a 14 anni era associata a un rischio dall'8% all'11% più elevato di sintomi depressivi, così come ogni ulteriore ora al giorno di attività fisica leggera riduceva le probabilità di depressione a 18 anni di una percentuale tra l'8% e l'11%.

 

Secondo l'autore principale dello studio, A. Kandola: "Anche se lo studio non è stato progettato per dimostrare se o in che modo il tempo sedentario potrebbe compromettere l'umore o come l'attività fisica possa rendere meno probabili i problemi di salute mentale, i risultati sono in linea con le ricerche condotte sugli adulti. E' possibile che l'esercizio fisico migliori l'autostima, riduca l'infiammazione o stimoli la crescita di nuovi neuroni nel cervello".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione: una tecnica innovativa regola l’ormone del buonumore

Depressione: una tecnica innovativa regola l’ormone del buonumore | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

E' stato condotto uno studio dai ricercatori dell'Università di Verona in collaborazione con l'Università Vita-Salute San Raffaele con l'obiettivo di valutare i meccanismi che stanno alla base di una nuova tecnica chiamata Stimolazione transcranica a corrente diretta, attualmente in fase di studio nell'uomo per alcune patologie come la depressione ed il disturbo bipolare.

 

Così come affermato dal coordinatore dello studio, M. Cambiaghi: "Ci siamo concentrati nel misurare gli effetti della Stimolazione transcranica a corrente diretta sulla serotonina, uno dei neurotrasmettitori più importanti nella regolazione del tono dell'umore e fortemente implicati nella depressione. Abbiamo scoperto che la stimolazione acuta della corteccia prefrontale induce un'inibizione dei neuroni serotoninergici, un effetto simile a quello che producono i farmaci antidepressivi ad oggi usati in terapia".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Disturbo bipolare: la terapia familiare ritarda le crisi

Disturbo bipolare: la terapia familiare ritarda le crisi | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

La terapia familiare può in qualche modo aiutare a ritardare la comparsa di disturbi legati all'umore? Ad occuparsi di quest'aspetto è stato un gruppo di ricercatori dell'Università della California di Los Angeles.

 

Allo studio hanno preso parte giovani con disturbi legati all'umore i quali, insieme ai genitori, sono stati assegnati casualmente a due gruppi, di cui il primo ha previsto la terapia familiare ed il secondo cure potenziate.

 

E' stato notato che i giovani ad alto rischio nel gruppo della terapia familiare hanno mostrato intervalli più lunghi dal recupero all'emergenza del successivo disturbo e dalla randomizzazione al successivo episodio rispetto al secondo gruppo. Sebbene la terapia familiare sia stata associata a intervalli più lunghi tra i disturbi depressivi, non differiva dalla cura avanzata a episodi maniacali o ipomaniacali, dalle conversioni al disturbo bipolare o dalle traiettorie dei sintomi.

 

Così come affermato da D. Miklowitz: "Sorprendere la malattia precocemente, insegnando ai bambini e alle famiglie come affrontare gli sbalzi d'umore e comunicando in modo più efficace, può contribuire, nel tempo, a un risultato migliore. Quello che facciamo con la terapia familiare è formare bambini, adolescenti e i loro genitori a riconoscere i primi segnali di allarme di un disturbo in arrivo e a intervenire per evitare che si verifichi un episodio completo".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura del Disturbo Bipolare a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Malinconia natalizia? "Attenti a zuccheri, alcol e insonnia"

Malinconia natalizia? "Attenti a zuccheri, alcol e insonnia" | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Può non sembrare, ma non tutti ci approcciamo alle feste con contentezza, umore alto e felicità. Alcuni, in questo periodo dell'anno, mostrano particolare umore deflesso. Ma, a cosa è dovuto questo stato emotivo?

 

A suggerire delle spiegazioni a questo interrogativo ci ha pensato un team di psicologi clinici dell'Università del Kansas. I ricercatori hanno preso in considerazione alcuni aspetti come il consumo di zuccheri che tende ad aumentare durante i periodi di festa, l'alcol, la ridotta illuminazione diurna tipica dell'inverno e le alterazioni del sonno.

 

In particolare, gli zuccheri aggiunti possono innescare processi metabolici, infiammatori e neurobiologici legati a malattie depressive.

Secondo S. Ilardi, associato di psicologia clinica dell'Ateneo: "Quando consumiamo i dolci, questi agiscono come una droga. Hanno infatti un immediato effetto di migliorare l'umore, ma a dosi elevate possono anche avere una paradossale conseguenza a lungo termine, peggiorando l'umore, riducendo il benessere psicologico, aumentando l'infiammazione e causando un aumento di peso. Gli zuccheri aggiunti hanno un effetto pro-infiammatorio sul corpo e sul cervello. L'alcol è fondamentalmente calorie pure, energia pura, ma è tossico ad alte dosi. Gli zuccheri sono molto simili".

In riferimento all'illuminazione ha affermato: "In diversi casi la ridotta esposizione alla luce solare durante l'inverno altera i ritmi circadiani, interrompendo il sonno ristoratore e spingendo dal 5 al 10% della popolazione verso un episodio di depressione clinica".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Dolore, stanchezza e depressione: i pazienti con malattie reumatiche chiedono maggiore attenzione a questi sintomi

Dolore, stanchezza e depressione: i pazienti con malattie reumatiche chiedono maggiore attenzione a questi sintomi | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Quanto è importante attenzionare la salute mentale di persone con malattie reumatiche?

E' stato condotto uno studio nel quale sono stati utilizzati i dati del registro ArthritisPower di pazienti con malattie reumatiche. A questi ultimi è stato chiesto di utilizzare un'app per mezzo della quale individuare dieci misure per valutare le loro condizioni, come ad esempio dolore, funzione fisica e cognitiva, salute mentale, funzione sociale.

 

Potendo cambiare le misure da monitorare, su 253 pazienti, l'83% ha monitorato il dolore e la fatica, mentre l'82% ha scelto di monitorare i problemi di salute mentale.

 

Così come affermato da W. B. Nowell: "I problemi di salute mentale includevano depressione, ansia, capacità cognitiva applicata. La misura più comune che abbiamo visto ha a che fare con la depressione. Le misure che abbiamo visto evidenziate in questo studio dai nostri pazienti spesso non ricevono molta attenzione. E' utile e importante per noi sapere che i pazienti pensano che i problemi di dolore, affaticamenti e salute mentale sono significativi per il loro benessere globale".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione giovanile, per i genitori non è facile riconoscerla

Depressione giovanile, per i genitori non è facile riconoscerla | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Quanto risulta difficile per un genitore comprendere lo stato d'animo di un figlio e quanto risulta difficoltoso distinguere tra una normale alterazione del tono dell'umore ed, invece, una condizione di depressione giovanile?

 

E' stato condotto un sondaggio americano in cui sono stati coinvolti 819 genitori aventi almeno un figlio nelle scuole medie o superiori.

Dal sondaggio è emerso che il 40% dei genitori mostra difficoltà a distinguere tra sbalzi d'umore e depressione, il 30% dei genitori ha affermato che il proprio figlio è bravo a nascondere i propri sentimenti ed un terzo dei genitori ha rivelato di sentirsi sicuro nel poter riconoscere i segni della depressione.

 

Per la conduttrice del sondaggio, S. Clark: "In molte famiglie, la pre-adolescenza e l'adolescenza portano a cambiamenti importanti sia nel comportamento dei giovani che nella dinamica tra genitori e  figli. Queste transizioni possono rendere particolarmente difficile la comprensione dello stato emotivo dei ragazzi e se si è in presenza di una forma di depressione. E alcuni genitori potrebbero sopravvalutare la loro capacità di riconoscere la depressione dal comportamento dei propri figli".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

 

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Meno sintomi depressivi con probiotici e prebiotici

Meno sintomi depressivi con probiotici e prebiotici | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Quale può essere il ruolo dei probiotici e dei prebiotici nei casi di depressione?

E' stata condotta una revisione di sette studi precedentemente pubblicati nella quale si è cercato di dare una spiegazione al quesito sopracitato.

 

Dalla revisione di questi studi, in cui sono stati osservati 12 ceppi di probiotici, sono emersi una riduzione o un miglioramento significativi, nonchè variazioni clinicamente rilevanti, nelle misurazioni biochimiche di ansia o depressione con i probiotici da soli o in associazione a prebiotici, rispetto al placebo o a nessun trattamento.

 

Per quanto dalla revisione siano emersi notevoli effetti positivi, il team dello studio ha sottolineato il fatto che tutti gli studi si sono mostrati troppo piccoli e brevi per trarre ampie conclusioni su probiotici e prebiotici in riferimento alla prevenzione o al trattamento dei disturbi dell'umore.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

 

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione: più fiducia se si riconosce il «peso» della biologia

Depressione: più fiducia se si riconosce il «peso» della biologia | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

In che modo le persone vedono e percepiscono la depressione e quali sono gli atteggiamenti che ne derivano?

E' stato condotto uno studio in cui sono state intervistate 319 persone le quali sono state interrogate su credenze, atteggiamenti ed esperienze. Nello specifico, dopo aver letto una descrizione della malattia e aver indicato se ne fossero state colpite o meno, è stato chiesto di riferire se a soffrirne secondo loro fosse stato anche qualcuno a loro vicino.

 

E' emerso che chi era convinto che la depressione avesse un'origine genetica, un'origine biologica, meno di frequente nutriva atteggiamenti negativi nei confronti di chi ne soffriva. Inoltre, chi ne aveva fatto esperienza, diretta o meno, ha mostrato atteggiamenti meno negativi verso le persone depresse ed una maggiore accettazione.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione post-partum, neomamme più a rischio depressione per effetti pandemia

Depressione post-partum, neomamme più a rischio depressione per effetti pandemia | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Spesso abbiamo letto o sentito parlare delle implicazioni psicologiche della pandemia sulla popolazione in generale e su fette specifiche della popolazione come gli anziani ed i bambini.

In che modo le donne in gravidanza e le neomamme hanno affrontato questo periodo e quali posso essere le implicazioni da un punto di vista psicologico?

 

Così come sottolineato dall'ISS, Istituto Superiore di Sanità: "Il diffuso sentimento di paura nei confronti del contagio dal virus e la riduzione dei contatti con gli altri, vanno a sommarsi alle difficoltà emotive tipiche di questa fase delicata della vita della donna aumentando la possibilità di disturbi mentali. L'accesso ai servizi dedicati alla salute mentale è stato limitato alle sole urgenze, rendendo così difficile accogliere le richieste della popolazione. E' necessario ripensarne l'organizzazione".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Disturbo disforico premestruale e Disturbo affettivo stagionale: basi comuni

Disturbo disforico premestruale e Disturbo affettivo stagionale: basi comuni | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Esistono dei punti di contatto, degli elementi in comune tra il Disturbo affettivo stagionale ed il Disturbo disforico premestruale?

 

Per quanto riguarda il Disturbo affettivo stagionale e la su eziopatogenesi, secondo i risultati di uno studio condotto all'Università di Copenhagen, le persone che sviluppano questo disturbo mostrano un'alterazione della molecola trasportatrice della serotonina chiamata SERT.

In riferimento al Disturbo disforico premestruale e la sua eziopatogenesi, in uno studio condotto da Rojanski ed altri, è stata rilevata una riduzione dei livelli plasmatici di serotonina in una fase specifica del ciclo ovarico in donne con questo disturbo.

 

Per entrambi i disturbi è riconosciuta l'efficacia terapeutica degli antidepressivi serotoninergici facendo supporre una base neurobiologica comune e facendo ipotizzare che i due disturbi possano essere la manifestazione di una stessa patologia.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Ruminazione depressiva: effetti su emozioni, cognizione e comportamento

Ruminazione depressiva: effetti su emozioni, cognizione e comportamento | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

In che modo la ruminazione depressiva incide sugli aspetti cognitivo, emotivo, comportamentale e quali sono i suoi effetti?

 

Da un punto di vista cognitivo la ruminazione depressiva può comportare un'alterazione nelle proprie capacità di problem solving rendendo più difficile il compito di trovare soluzioni pratiche ad un problema, una riduzione delle capacità di concentrazione riducendo la quantità di informazioni elaborate in parallelo e una riduzione nella velocità del compito da svolgere, una maggiore focalizzazione su pensieri negativi ed una svalutazione di se stessi.

 

A livello emotivo è possibile riscontrare un'alterazione dell'umore e l'aumento di emozioni negative come la vergogna, la colpa e la rabbia.

 

In riferimento all'aspetto comportamentale, può presentarsi una riduzione del piacere nello svolgimento di attività quotidiane fino all'evitamento.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Coronavirus: 50% operatori sanitari con disturbi da stress post traumatico

Coronavirus: 50% operatori sanitari con disturbi da stress post traumatico | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Rispetto alla popolazione generale, quali possono essere le implicazioni psicologiche di questa pandemia che potrebbero riguardare gli operatori sanitari?

Anche su queste figure è stato condotto uno studio che ha previsto la compilazione di un questionario online al quale hanno risposto 1379 operatori sanitari.

 

Dall'analisi dei dati è emerso che quasi il 50% dei rispondenti ha riportato sintomi da stress post traumatico, quasi il 25% depressione grave, il 20% ansia, l'8% insonnia e quasi il 22% stress. Per quanto riguarda lo stress post traumatico e la depressione grave le percentuali sono risultate essere decisamente più importanti rispetto a quelle riscontrate nella popolazione generale, rispettivamente del 37 e del 17%.

 

Così come affermato da R. Rossi, primo autore dello studio: "Occorrono cura, prevenzione, assumere rinforzi per diluire il carico emotivo e di lavoro, ricorrere a sportelli di ascolto e percorsi diagnostico terapeutici dedicati".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Perdita di motivazione e di energia: il Disturbo Depressivo

Perdita di motivazione e di energia: il Disturbo Depressivo | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Oggi, nel linguaggio comune, non è difficile usare affermazioni del tipo "Sono depresso". Ciò che è importante però sapere è che vi sono delle distinzioni ulteriormente importanti relative a questo argomento che partono dall'intensità e dalla durata della sintomatologia. Sono proprio questi gli aspetti che permettono di differenziare i comuni stati psico-fisici da uno stato episodico di depressione.

Ad esempio si parla di Episodio Depressivo in riferimento ad un periodo circoscritto di almeno due settimane dove cinque o più sintomi vengono rilevati e che possono dipendere da una condizione medica generale o dalla presenza di un altro disturbo mentale. Si parla di Disturbo Depressivo quando la sintomatologia costituisce la manifestazione clinica di uno specifico disturbo psicologico.

 

E' importante affrontare il tema della Depressione in quanto, così come ipotizzato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2020 il disturbo avrebbe rappresentato la seconda causa di disabilità nel mondo ed infatti oggi il Disturbo Depressivo è il disturbo più diffuso dopo quelli cardiovascolari.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Cervello. Già a 7 anni la sua “architettura” prevede Adhd e depressione

Cervello. Già a 7 anni la sua “architettura” prevede Adhd e depressione | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

E' possibile predire i sintomi di alcuni disturbi come il disturbo di attenzione e iperattività e la depressione in età evolutiva?

E' stato condotto uno studio dalla Northeastern University di Boston in cui è stata analizzata la connettività funzionale allo stato di riposo all'età di 7 anni con l'obiettivo di valutare se fosse possibile prevedere alcuni cambiamenti a distanza di 4 anni per mezzo dell'impiego di un questionario pediatrico che indagava problemi comportamentali.

 

Dall'analisi dei risultati, per quanto siano emerse variazioni medie minime nei punteggi al questionario, è stata riscontrata una notevole variabilità tra i diversi partecipanti.

E' stata evidenziata una connettività prefrontale mediale basale meno positiva e la corteccia prefrontale dorsolaterale sono state associate al miglioramento dei problemi attenzionali 4 anni dopo. Di contro, una più debole connettività della corteccia cingolata anteriore sinistra e la corteccia prefrontale dorsolaterale alla basale prevedeva un peggioramento maggiore delle sottoscale ansia, depressione, senza cambiamenti nei disturbi somatici.

 

Così come affermato da Whitfield-Gabrieli, autrice dello studio: "L'identificazione di questi biomarcatori in così giovane età potrebbe promuovere interventi precoci in grado di mitigare o eventualmente prevenire la progressione della malattia psichiatrica".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

La salute mentale prima e dopo il parto

La salute mentale prima e dopo il parto | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Per quanto il periodo della gravidanza e quello successivo al parto rappresentino due momenti fondamentali nella vita di una donna caratterizzati da attesa, felicità, contentezza, non si escludono casi in cui, proprio in questi periodi, si possano presentare delle alterazioni legate all'ansia e all'umore.

 

Una percentuale di donne che va dal 10-16% al 14-23% ha avuto un episodio depressivo in gravidanza con un andamento maggiore nel primo trimestre che decresce nelle fasi successive. A differenza della depressione, lo stato di ansia aumenta con il progredire della gravidanza raggiungendo valori più alti nel terzo trimestre.

In seguito al parto, tra il 50 e l'80% delle donne presenta sintomi depressivi lievi, condizione comunemente chiamata baby blues. Nella maggior parte dei casi quest'ultima si risolve in tempi piuttosto brevi, ma nel 20% delle donne si evolve in una forma di depressione più grave, la depressione post partum. Dopo il parto, anche i disturbi d'ansia sono comuni quanto l'alterazione dell'umore. In particolare, il disturbo ossessivo compulsivo colpisce, dopo il parto, tra il 2 ed il 5% delle donne, mentre il disturbo post traumatico da stress tra il 2-3% fino al 25%.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Cervello: già a 7 anni la sua “architettura” prevede ADHD e depressione

Cervello: già a 7 anni la sua “architettura” prevede ADHD e depressione | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Com'è possibile identificare precocemente soggetti a rischio di sviluppare disturbi legati all'ansia, alla depressione o un disturbo da deficit di attenzione e iperattività? E' possibile ed esistono dei biomarcatori cerebrali precoci?

 

I ricercatori della Northeastern University di Boston hanno condotto uno studio su 94 bambini non pre-selezionati sulla base del rischio di malattia. Hanno cercato di valutare se la connettività funzionale allo stato di riposo all'età di 7 anni fosse in grado di prevedere cambiamenti, quattro anni dopo, nei punteggi in un questionario psichiatrico impiegato per rintracciare problemi a livello del comportamento.

 

E' emerso che una connettività prefrontale mediale basale meno positiva e la corteccia prefrontale dorsolaterale erano associate al miglioramento dei problemi attenzionali quattro anni dopo, a differenza di una più debole connettività della corteccia cingolata anteriore sinistra e la corteccia prefrontale dorsolaterale al basale che prevedeva un peggioramento maggiore delle sottoscale di ansia o depressione ed isolamento, sintomi associati con il disturbo da deficit dell'attenzione e al disturbo depressivo.

 

Secondo una delle conduttrici dello studio Whitfield-Gabrieli: "Penso che queste evidenze potrebbero avere grandi implicazioni cliniche perchè l'identificazione di questi biomarcatori in così giovane età potrebbe promuovere interventi precoci in grado di mitigare o eventualmente prevenire la progressione della malattia psichiatrica".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Rischio suicidario: una condizione troppo complessa per parlare di farmaco “salvavita”

Rischio suicidario: una condizione troppo complessa per parlare di farmaco “salvavita” | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Diversi studi si sono occupati dell'efficacia dell'impiego di uno spray nasale per il trattamento di pazienti affetti da depressione resistente agli antidepressivi. Il farmaco preso in considerazione è l'esketamina, composto costituito da una delle due molecole da cui è formata la ketamina.

L'efficacia e la sicurezza dell'esketamina sono stati testati in diversi trial clinici.

 

Se l'impiego del farmaco, in associazione ad un antidepressivo orale per il trattamento dei casi di depressione resistente, è stato approvato dall'Fda con il parere favorevole del Chpm di Ema, al momento l'indicazione terapeutica dell'Fda non è estesa ai pazienti ad alto rischio suicidario.

 

M. Pompili, responsabile del Servizio per la Prevenzione del Suicidio all'Ospedale Sant'Andrea di Roma, ha affermato: " I medici dovrebbero creare un background per il futuro e cercare di capire cosa ha portato il paziente a volersi suicidare. E' importante entrare in sintonia con la sofferenza delle persone, è questa la chiave di lettura anche per il dopo".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Binge drinking: inversione del fenomeno tra gli adolescenti

Binge drinking: inversione del fenomeno tra gli adolescenti | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

Diversi studi hanno ipotizzato e hanno cercato di verificare l'esistenza di una relazione tra l'abuso di alcool e sintomi depressivi negli adolescenti. In particolare, è stato ipotizzato che gli adolescenti facciano uso di alcool per gestire i sintomi depressivi oppure, al contrario, è proprio l'abuso di alcool che porta all'incremento dei sintomi depressivi.

 

Partendo da queste ipotesi, sono state condotte delle analisi statistiche da Keyes e colleghi su dati precedentemente raccolti su 68670 ragazzi dei quali è stata valutata la presenza di sintomi depressivi e attestata la frequenza di episodi di binge drinking.

 

Dall'analisi è emerso che i comportamenti legati all'abuso di alcolici tra i giovani hanno subito un calo tra il 1997 ed il 2018, a differenza dei sintomi depressivi per i quali non è stata registrata la stessa decrescita ma anzi un incremento dall'8,02% del 2014 all'8,86 nel 2018.

 

Questi dati hanno permesso, rispetto alle idee di partenza, di aprire un varco nella valutazione della comorbidità tra l'uso di alcool e sintomi depressivi, dando spazio non per forza a questa associazione, ma ad altri fattori.

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.
Scooped by Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
Scoop.it!

Depressione: i sintomi aumentano negli ultimi mesi di vita

Depressione: i sintomi aumentano negli ultimi mesi di vita | Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano | Scoop.it

In che modo si evolvono i sintomi legati ad un disturbo depressivo nell'ultimo anno di vita?

A porsi questa domanda è stato uno studio statunitense nel quale sono stati analizzati i dati di 3.274 soggetti adulti che avevano partecipato ad un precedente studio e che sono morti entro un anno dalla valutazione. Ogni partecipante è stato sottoposto a questionari che valutavano la salute mentale.

 

E' emerso che la percentuale dei sintomi legati alla depressione aumentava non solo nell'ultimo anno di vita, ma soprattutto negli ultimi mesi. In particolare, nell'ultimo mese di vita, il 59% dei soggetti presi in considerazione ha presentato sintomi sufficienti per una diagnosi di depressione, per quanto fattivamente quest'ultima non sia stata effettuata.

 

Così come affermato dagli autori dello studio: "I pazienti con depressione hanno esiti di sopravvivenza peggiori rispetto ai pazienti non depressi. I sintomi psicologici, come la depressione, hanno un impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti che si avvicinano alla fine della vita".

 

A cura del dott Federico Baranzini - Psichiatra per la Cura della Depressione a Milano

Se vuoi rimanere aggiornato, seguimi su Facebook o Twitter

No comment yet.