Territorio
7.5K views | +3 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Twitter / futura67: Bevo Jagermeister, perché ...

Twitter / futura67: Bevo Jagermeister, perché ... | Territorio | Scoop.it
Bevo Jagermeister, perché non riesco a sentire @sweikosha su radiorvieto http://t.co/lStB3Cz22O
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Libri da leggere nell’estate 2017: “L’anno del pensiero magico” di Joan Didion

Libri da leggere nell’estate 2017: “L’anno del pensiero magico” di Joan Didion | Territorio | Scoop.it

L’esperienza del lutto, il dolore della perdita e la salvezza nel cambiamento sono i temi di un libro destinato a diventare un classico

Libri da leggere nell’estate 2017: “L’anno del pensiero magico” di Joan Didion By Davide Mazzocco|Jul. 11th, 2017 Sent successfully Di Davide Mazzocco martedì 11 luglio 2017 NEW YORK, NY - SEPTEMBER 24: Joan Didion attends The American Theatre Wing's 2012 Annual Gala at The Plaza Hotel on September 24, 2012 in New York City. (Photo by Jemal Countess/Getty Images) La sera del 30 dicembre 2003 John Gregory Dunne muore all’improvviso e per Joan Didion, sua moglie da quarant’anni, inizia l’anno del pensiero magico, il tempo di un lungo addio all’uomo amato, di un intimo colloquio con la morte e con il dolore. Riproposto in una nuova edizione da Il Saggiatore, L’anno del pensiero magico di Joan Didion descrive l’esperienza del lutto e di tutto ciò che la perdita porta con sé. Molto spesso la letteratura si è concentrata sull’evento, sullo choc e sul trauma, ma l’autrice di Verso Betlemme e Blue Nights guida il lettore in un percorso fatto di indagini razionali, memorie, dettagli del passato e previsioni sul futuro lungo dodici mesi. “La vita cambia in fretta. La vita cambia in un istante. Una sera ti metti a tavola e la vita che conoscevi è finita” sono le prime parole che Didion scrive dopo la morte del marito e il suo libro racconta proprio il cambiamento, la trasformazione attraverso il dolore, perché “il tempo è la scuola dove impariamo”. l-anno-del-pensiero-magico_2017.jpg Dopo avere ricostruito momento dopo momento l’arresto cardiaco, l’arrivo dei soccorsi, la corsa in ospedale, il funerale e la concomitante malattia della figlia Quintana che differisce di settimane il lutto, Joan Didion si cala nei dettagli. Il pensiero magico rincorre indizi e presagi dell’evento fatale, riflette su ciò che avrebbe potuto evitarlo, scava nella memoria. È la razionalità a guidare la scrittura di Joan Didion: la scrittrice cita ricerche scientifiche, enumera statistiche mediche e farmaci salvavita e fornisce anche una bibliografia del lutto. Il talento della scrittrice (Saviano l’ha citata fra le migliori autrici di non fiction) viene messo al servizio di un percorso autobiografico che assume un valore universale. Chiunque abbia attraversato l’esperienza del lutto può ritrovare in queste pagine lo choc, il differimento del dolore, i meccanismi di autodifesa, la solitudine, la presa di coscienza della perdita, il senso di colpa, l’ossessione dei ricordi e il desiderio di un impossibile ritorno che può avvenire solamente nella dimensione del sogno. Fra le righe, in mezzo al dolore, questo libro doloroso e bellissimo, è anche un saggio sul significato profondo del vivere insieme: “Il matrimonio è memoria. Il matrimonio è tempo. ‘Non conosceva’ le canzoni ricordo di aver sentito che un amico di amici aveva detto dopo un tentativo di ripetere l’esperienza. Il matrimonio non è solo tempo: è anche, paradossalmente, la negazione del tempo. Per quarant’anni io mi sono vista con gli occhi di John. Non sono invecchiata. Quest’anno per la prima volta da quando avevo vent’anni mi sono vista con gli occhi degli altri”. In questo libro destinato a diventare un classico, il percorso del lutto diventa, dunque, una presa di coscienza della propria (nuova) natura, di ciò che si è ereditato da chi si è perso e di ciò che si è ereditato dalla perdita stessa. D’altronde, come spiega l’efficace metafora che chiude il libro, non può esistere altra salvezza se non quella di abbandonarsi al cambiamento.

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Una biomaglietta sportiva anti-sudore

Una biomaglietta sportiva anti-sudore | Territorio | Scoop.it

Il nuovo indumento high tech arriva dai laboratori dell'Mit: una serie di alette poste sulla schiena rispondono all'umidità del corpo,

Una biomaglietta sportiva anti-sudore By di SIMONE VALESINI|May. 31st, 2017 Send to Kindle IL FUTURO dell'abbigliamento sportivo è biotecnologico. Non più semplici tessuti traspiranti o isolanti, ma veri e propri indumenti intelligenti in grado di modulare la propria struttura per lasciar passare l'aria quando serve, sfruttando batteri che rispondono all'umidità (e quindi al sudore) presente sul corpo. A idearli è stato un team di ricercatori dell'Mit, che ha presentato il progetto, battezzato bioLogic, sulle pagine della rivista Science Advances. Indossare capi di abbigliamento carichi di batteri forse potrebbe non andare a genio a molte persone. Ma quelli utilizzati nei vestiti high tech immaginati all'Mit sono ovviamente ceppi batterici assolutamente sicuri, non solo al tatto - assicurano i ricercatori - ma persino in caso di ingestione accidentale. Si tratta nello specifico di un ceppo non patogeno di E Coli, con la peculiare caratteristica di restringersi in risposta alle variazioni di umidità. Immagine Precedente Immagine Successiva Slideshow {} undefined {} undefined {} undefined {} credits: Hannah Cohen {} credits: Rob Chron {} (foto: Daniel I. C. Wang Group, MIT Dept. of Chemical Engineering) {} credits: Rob Chron {} (credits: Chengyuan Wei) {} (credits: Chin-Yi Cheng) {} (credits: Chin-Yi Cheng) {} (credits: Chin-Yi Cheng) {} credits: Rob Chron {} undefined [x] È in grado di modificare la sua struttura in base alle necessità, aprendo speciali alette poste sulla schiena quando il corpo degli atleti inizia a sudare. E non si tratta di una tecnologia indossabile tradizionale, ma di una nuovissima applicazione biotecnologica. A muovere le alette infatti sono cellule viventi: un ceppo innocuo di batteri E coli, che si restringono in funzione dell'umidità. Lo hanno realizzato i ricercatori del Mit (Massachusetts Institute of Technology), all'interno del progetto bioLogic, dedicato allo sviluppo di nuovi sensori e dispositivi biologici. Inizialmente i batteri sono sono stati "stampati" su dei fogli di lattice ed esposti al calore, per verificarne la capacità di muovere il materiale con le loro contrazioni. E di fronte al successo di questi primi esperimenti, i ricercatori hanno deciso di utilizzare il "biotessuto" per ottenere indumenti sportivi anti-sudore. Il design da loro ideato prevede decine di piccoli lembi, o alette, posti sulla schiena, composti da fogli di lattice colonizzati dai batteri. In questo modo il vestito è in grado di reagire alla sudorazione: in un ambiente secco i batteri mantengono chiuse le alette, mentre con la comparsa del sudore si espandono, muovendo i lembi di lattice che aprono dei fori nella superficie della maglietta, permettendo una maggiore traspirazione e raffreddando la pelle. Ottenuto il design perfetto, non restava che testarlo. Per farlo sono stati chiamati dei volontari, che hanno indossato le tute realizzate con il biotessuto durante un allenamento con cyclette e tapis roulant. Dopo cinque minuti dall'inizio dell'attività fisica, i lembi di lattice hanno effettivamente svolto la loro funzione, sollevandosi e raffreddando il corpo: valutandone l'efficacia in rapporto a tute sportive tradizionali i ricercatori avrebbero dimostrato che riescono a raffreddare e rimuovere il sudore con maggior efficienza. E non è tutto. Incoraggiati dai risultati, i ricercatori americani hanno ideato anche delle scarpe da corsa realizzate con alette batteriche, poste in questo caso sotto la pianta del piede per asciugare il sudore durante la corsa. E non è tutto: utilizzando l'ingegneria genetica è infatti possibile modificare le capacità dei batteri, per produrre nuove funzioni. "Abbiamo utilizzato la fluorescenza come esempio - spiega Wen Wang, ricercatrice dell'Mit che coordina il progetto bioLogic - i vestiti si possono illuminare in risposta al sudore, e questo potrebbe rendere identificabile un atleta che corre al buio. In futuro potremmo invece aggiungere la capacità di rilasciare molecole profumate, così che al ritorno dalla palestra la maglietta abbia un ottimo odore". Per ora, Yao e colleghi sono in cerca di una partnership con qualche industria di abiti sportivi interessata al nuovo biotessuto. Ma per il futuro immaginano già diversi utilizzi alternativi per la loro invenzione: tende, paralumi, o persino federe e lenzuola intelligenti, in grado di rispondere alle variazioni di umidità.

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Shopping online su myefox.it | Negozio online| vendita online


WLTOYS F959 Re del Cielo 3CH 2.4Ghz Controllo Radiofonico Aeroplano
Colori: Giallo
Codice del prodotto: RCAF959  
Spedizione dalla Cina

Prezzo: €44.13


€44.13

TOTALE CARRELLO: €44.13
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Arriva l'ascensore che non consuma

Arriva l'ascensore che non consuma | Territorio | Scoop.it

La tedesca Thyssenkrupp Elevator, tra i leader mondiali nella costruzione di elevatori, ha messo a punto un sistema che azzera il costo

Arriva l'ascensore che non consuma By di BARBARA ARDU'|May. 9th, 2017 Send to Kindle Arriva l'ascensore che non consumaROMA - Salire le scale a piedi fa bene alla salute e anche alla bolletta energetica. E già perché palazzi, case, ufffici, ospedali, fabbriche, consumano ben il 40% dell'energia mondiale e un buon 10% copre i costi dell'andare su e giù. Così la tedesca Thyssenkrupp Elevator, una delle più grandi e antiche aziende al mondo che produce elevatori, ha trovato una soluzione: applicare all'ascensore un innovativo centro di controllo collegato a un sistema che permette di recuperare l'energia durante la frenata. Montato sul tettino dell'ascensore c'è un pannello fotovoltaico, poco più ampio della cabina, che collaborando insieme all'inverter e al quadro di manovra, abbatte i consumi elettrici. Una nuova tecnologia che migliora l'efficienza energetica di un ascensore anche quando non è in funzione, cioé per circa il 70% del tempo. Nel sistema sono infatti presenti dei sensori intelligenti che inseriscono la modalità "stand-by" o "hibernate" in modo da ridurre significativamente o azzerare la richiesta di energia dell'impianto. Sembra la ciliegina sulla torta, che se installata azzererebbe il consumo dei 12 milioni di ascensori presenti in tutto il mondo che ogni giorno trasportano oltre un miliardo di persone. La ricerca e lo sviluppo di questa tecnologia potrebbero rappresentare una svolta importante, considerando che in media un ascensore rimane in un edificio per circa 15 anni (un dato che in Italia è molto più elevato). Non solo. Oggi gli ascensori moderni e quindi energeticamente più efficienti rappresentano solo il 6% del totale. "I consumi degli ascensori - ha dichiarato Andreas Schierenbeck, Ceo di Thyssenkrupp Elevator presentando il dispositivo a Washington - sono spesso trascurati, ma in verità sono il centro della futura efficienza energetica delle nostre città. Siamo orgogliosi di rivelare oggi i nostri progressi nello sviluppo di un sistema che può aiutare a sviluppare una nuova visione e porre le basi per la prossima generazione di prodotti intelligenti, basati sul risparmio di energia." Un esempio si può già vedere installato all'interno del One World Trade Center di New York. L'ascensore crea energia convertendo quella cinetica in elettricità riutilizzabile all'interno dell'edificio, tanto che l'intero palazzo è ormai autonomo per i consumi di elettricità. "Un approccio - tra l'altro che è in linea con la Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica in edilizia da recepire entro il 2018 - dichiara Luigi Maggioni, amministratore delegato di Thyssenkrupp Elevator Italia - . E il nostro Paese con il parco ascensori più vasto (un milione) ma anche più anziano in Europa (il 40% degli impianti in funzione ha più di 30 anni e oltre il 60%), rappresenta un'importante opportunità per applicare questa tecnologia e ottenere un vero risparmio energetico." Tra l'altro si tratta di un meccanismo che può esere installato anche su ascensori già in uso.Tanto che Thyssenkrupp Elevator prevede di installare in Italia oltre 900 innovativi sistemi, contribuendo a ridurre i consumi dei vecchi impianti fino al 70%. Consumo zero fa ormai parte della filosofia dell'impresa tedesca che ambisce a fornire prodotti sempre più intelligenti che migliorano la mobilità urbana e aumentano il risparmio energetico, come il rivoluzionario servizio di manutenzione predittiva MAX, in grado di collegare al Cloud tutti gli impianti e attraverso un sofisticato algoritmo sviluppato in collaborazione con Microsoft, prevedere i guasti prima ancora che si verifichino. Un altro esempio è rappresentato da MULTI, il primo sistema ascensoristico senza funi in grado di muoversi orizzontalmente e verticalmente e ACCEL, sistema di trasporto che migliora l'accesso alle stazioni della metropolitana attraendo fino al 30% di passeggeri aggiuntivi e che offre una riduzione nel tempo di spostamento tra un terminale e l'altro degli aeroporti del 70%. Argomenti: ascensori Thyssenkrupp Protagonisti:

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

WLTOYS F959 Re del Cielo 3CH 2.4Ghz Controllo Radiofonico Aeroplano - Myefox.it

WLTOYS F959 Re del Cielo 3CH 2.4Ghz Controllo Radiofonico Aeroplano - Myefox.it | Territorio | Scoop.it
Specification
Brand: Wltoys
Item No: F959
Item Name: Wltoys F959 2.4Ghz 3CH RC Airplane Sky King
Material: EPO
Wingspan: 750mm
Overall length: 570mm
Net weight: 100g
Flying time: about 15 minutes
Charging time: 30-40 minutes
Frequency: 2.4G
Control distance: 200 meters
Driving motor: N60
Airplane battery: 7.4V 300mAh (included)
Transmitter battery: 4*1.5AA (not included)

Package Included
1 x airplane
1 x wing stiffener
1 x 2.4GHz transmitter
1 x charger
1 x adapter
1 x manual
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

V-Hawk X4 RTF Vertical Take Off (VTOL) Airplane/Drone by Ares RC [AZSZ2700] | Airplanes

V-Hawk X4 RTF Vertical Take Off (VTOL) Airplane/Drone by Ares RC [AZSZ2700] | Airplanes | Territorio | Scoop.it
The Ares V-Hawk X4 is designed for pilots who are looking for a unique flying experience — the ability to take off vertically like a helicopter or quadcopter and transition to flying like an airplane. This flying transition is made easy with the use of a pre-installed, innovative flight control board and pre-assembled rotating motor nacelles. With just the flip of a channel switch on your transmitter the motor nacelles rotate. As they do, the flight controller automatically changes the programming from flying like a quad to flying like an airplane with elevon controls. Simply flip the switch back to return to quad-flying mode.

The V-Hawk X4 is available in two versions that incorporate the reliable Hitec Red 2.4GHz radio protocol that's compatible with most Hitec systems already on the market. Choose either Ready-To-Fly (including a Hitec Red-enabled transmitter and receiver) or Pair-To-Fly (packaged with a Hitec Red receiver that’s compatible with your existing Hitec transmitter). In addition to the RTF and PTF versions, the V-Hawk is also available in RFR (Ready-For-Receiver) form for customers who already have their own radio system.

The V-Hawk X4’s durable EPO airframe comes nearly 100% pre-assembled and includes all four BL motors, four BL ESCs, a control board with stabilization, two 9g servos, one 17g MG servo, and even a 1300mAh 4S Li-Po battery (4S charger not included). The only assembly you’ll have to complete is gluing on the tail, and even the glue is included! So, if you’re ready to take on the adventure of an airplane capable of performing vertical take-offs and landings (VTOL), and short take-offs and landings (STOL), the Ares Z-Line V-Hawk X4 is the airplane for you.
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Solo 42.29€, Wltoys F959 2,4 G re-SKY 3CH Radio controllo aereo RC aerei RTF verde/rosso - RcMoment.com

Solo 42.29€, Wltoys F959 2,4 G re-SKY 3CH Radio controllo aereo RC aerei RTF verde/rosso - RcMoment.com | Territorio | Scoop.it

Acquista i migliori Wltoys F959 2,4 G re-SKY 3CH Radio controllo aereo RC aerei RTF verde/rosso su RcMoment.com a ottimi prezzi.


Euro 42,29 + 7 di spedizione

more...
No comment yet.
Rescooped by John Vanni Albatros from Territorio
Scoop.it!

LESHAN TOY INTERNATIONAL CO.,LIMITED_Item NO.:HF-Z4

LESHAN TOY INTERNATIONAL CO.,LIMITED_Item NO.:HF-Z4 | Territorio | Scoop.it

Item NO.:HF-Z4


Item NO.:HF-Z4 RTF 2.4G 2 Channel RC Remote Control BIG Scale Plane 

Type:Airplane,GLIDER Features:Remote Control,Shatter Resistant State of Assembly:Ready-to-Fly Action Time:12 min Battery:140 mAh 3.7V 15C Brand 

Name:HF Warning:not for children under 3 years Age Range:Grown ups,> 6 years old Remote 

Control:Yes Controller 

Mode:MODE 2 Dimensions:27.5×30×11.5cm Controller Battery:AA battery Remote 

Distance:30 meters 

 Charging Time:30 minutes Material:Plastic,Foam Power Source:Electric Color box size:43.5×30.3×13CM PCS/CTN:12 PCS Master carton size:65×41×88CM Gross weight:12KG Net weight:8.5KG

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Prescrizione cartelle esattoriali

Prescrizione cartelle esattoriali | Territorio | Scoop.it
Equitalia: dopo la notifica di una cartella di pagamento è necessario avviare il pignoramento, il fermo o l’ipoteca entro termini ben precisi altrimenti il
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

171090 - CESSNA 175 SPARK PNP 1206mm

171090 - CESSNA 175 SPARK PNP 1206mm | Territorio | Scoop.it
Dati tecnici
Scala: 1: 9
Apertura alare: 1.206 mm
Lunghezza: 960 mm
Peso: 950 g
Materiale: EPO
Servi: 4 x 9 g
Motore: BL
Regolatore : BL 40 A

Barcode 4260256382503
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Your Shopping Cart!-Yousky7.com

Product namePrice($ USD)Weight(g)QuantityDelete FX060-parts-23 Main motor with shaft and gear0$7.9930g 1 Invia FX060-parts-24 Chopper Tail unit(Include Tail motor& Tail blade & Tail cover with gear)-Green0$9.9930g 1 Invia FX060-parts-22 Main gear with hollow pipe0$5.9930g 1 Invia <<-Continue shopping Clear your cart Total weight: 90g ; Order Subtotal: $23.97 USD (Drop Shipping Order, Removes Yousky7 Logo from Package) Your Preferred Shipping Method( From HongKong) $3.82 USD-Lower Shipping Fee Post Air(8-25 days,Ship worldwide.Very cheap!) $29 USD-EMS Express(5-14 days,Ship worldwide.Medium price!) $29 USD-DHL Express(3-7 days,Ship worldwide.Expensive!) $36 USD-UPS Express(5-7 days,Ship worldwide.Expensive!) 1. Please enter your correct shipping address in English while checking out with Paypal. We will ship your order to the address in your Paypal account; 2. If you would like to ship your order to another address than the one in Paypal account, please make sure to edit your address in your Paypal Order Subtotal: US $23.97 Shipping Fee: US $3.82 Grand Total: US $27.79
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Bagaglio a mano, le nuove regole di Ryanair. E delle altre compagnie low cost - DoveViaggi.it

Bagaglio a mano, le nuove regole di Ryanair. E delle altre compagnie low cost - DoveViaggi.it | Territorio | Scoop.it
Dal primo novembre il colosso irlandese permetterà ai passeggeri di portare con sé gratuitamente un solo bagaglio a mano. In compenso, minor costo e maggior peso consentito per la valigia in stiva. Abbiamo fatto un viaggio tra i principali vettori a basso costo per confrontare misure e peso. Con uno sguardo anche alle regole di cabina Alitalia
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Puglia: la birra ambiziosa e controcorrente che nasce tra le vigne del Negroamaro

Puglia: la birra ambiziosa e controcorrente che nasce tra le vigne del Negroamaro | Territorio | Scoop.it

Un campo di orzo tra centinaia di ettari di vigneti: qui viene realizzata la Birra Salento. Quindici i dipendenti, per per tre linee di produzione: Passione,

Puglia: la birra ambiziosa e controcorrente che nasce tra le vigne del Negroamaro Jul. 3rd, 2017 Send to Kindle il personaggio Ciccio Sultano: "Io, cuoco siciliano, sfido la burocrazia in difesa dei sapori veri" Ciccio Sultano: "Io, cuoco siciliano, sfido la burocrazia in difesa dei sapori veri" Ragusa, 15 anni a mettere a punto la sua idea di gastronomia, dal Duomo ai Banchi all'Aia Gaia. Anche a costo di entrare in conflitto con regolamenti e cavilli di Eleonora Cozzella i consigli Un bicchiere di rosso in riva al mare: ecco le bottiglie da abbinare al pesce L'abbinamento, una volta considerato tabù, è stato sdoganato da tempo. Dal Trentino-Alto Adige alla Valle dell'Acate in Sicilia, una selezione delle etichette adatte di Manuela Zennaro ITINERARI Il Salento oltre i luoghi comuni: 10 indirizzi sicuri tra pizze, dolci e cucina gourmet Il Salento oltre i luoghi comuni: 10 indirizzi sicuri tra pizze, dolci e cucina gourmet Guida ragionata (e per forza di cose parziale) tra i luoghi del gusto di questa area della Puglia presa d'assalto dai vacanzieri: i consigli per evitare brutte sorprese di Sonia Gioia A Milano, una Risacca dove chi ama il pesce può gettare l’ancora Il Venerdì: tre anni di recensioni Al Convento di Cetara il regno dello chef "pulcinella-hippy" Elegante e sensuale: la magia del Barolo secondo Cotarella Ristoranti, botteghe del gusto e molto altro le guide ai sapori e ai piaceri di Repubblica Storie di Gusto di gabriellapravato di Marianna Franchi di Francesca Quaglia

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Cos'è Hiberfil.sys e perché eliminarlo | ChiccheInformatiche

Cos'è Hiberfil.sys e perché eliminarlo | ChiccheInformatiche | Territorio | Scoop.it

Stiamo curiosando all’interno del nostro Hard Disk, quando notiamo che c’è un enorme file che occupa tantissimo spazio: questo file si chiama Hiberfil.sys


Cos’è Hiberfil.sys e perché eliminarlo By Vito|May. 19th, 2017 Send to Kindle Stiamo curiosando all’interno del nostro Hard Disk, quando notiamo che c’è un enorme file che occupa tantissimo spazio: questo file si chiama Hiberfil.sys. Che cos’è Hiberfil.sys? Si tratta d’un file semi-temporaneo che raccoglie tutti i dettagli del nostro PC prima di entrare in Sospensione o Ibernazione. In entrambi i casi, lo stato del sistema operativo e tutto ciò che è al momento attivo viene messo in “pausa” e raccolto in quel singolo file. Questo può pesare anche oltre i 10Gb e Windows non sempre se ne occupa bene della sua pulizia. Hiberfil.sys Per quale motivo devo eliminarlo? Se preferite spegnere il vostro PC e volete ottenere quanto più spazio possibile dal vostro PC, Hiberfil va giustamente eliminato. Tuttavia non è possibile farlo se l’Ibernazione o la sospensione è attiva nel nostro sistema. Se tentiamo d’eliminare il file, Windows ce lo impedirà poiché è in uso ed è una parte vitale del nostro sistema operativo. Dobbiamo quindi disattivare prima la funzione necessaria. In sistemi operativi oltre Windows XP: Dobbiamo aprire il Prompt dei comandi per disabilitare l’ibernazione in maniera rapida ed indolore. Possiamo farlo in diversi modi: Usiamo la combinazione WIN+R (Win = il tasto con la bandiera) e digitiamo “cmd” Clicchiamo con il tasto destro su start e cerchiamo “Prompt dei comandi (Amministratore)”. Questo funziona solo da Windows 8.1 in poi. Una volta aperto il Prompt dei comandi, digitate questo comando: powercfg -h off In questo modo l’ibernazione sarà disattivata. Ovviamente se desiderate riattivarla, cambiate “Off” con “On” nel comando sopra indicato. Di conseguenza ora potete eliminare il file Hiberfil.sys. Su Windows XP: Se avete ancora Windows XP (vi ricordiamo che è diventato obsoleto) potete tentare il comando come descritto più sopra, ma il modo più rapido e sicuro per disabilitare la sospensione è andare nelle impostazioni del risparmio energetico (o le opzioni alimentazione) e cercare la barra che fa riferimento alla sospensione. Disabilitatela e date pure l’Ok. Se avete problemi non esitate a contattarci per la risoluzione!

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Arriva l'ascensore che non consuma

Arriva l'ascensore che non consuma | Territorio | Scoop.it

La tedesca Thyssenkrupp Elevator, tra i leader mondiali nella costruzione di elevatori, ha messo a punto un sistema che azzera il costo

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

WLTOYS F959 Re del Cielo 3CH 2.4Ghz Controllo Radiofonico Aeroplano - Myefox.it

WLTOYS F959 Re del Cielo 3CH 2.4Ghz Controllo Radiofonico Aeroplano - Myefox.it | Territorio | Scoop.it

Codice del prodotto: RCAF959 Magazzino:Partirà entro 3-5 giorni Spedizione dalla Cina
Prezzo: €44.13


Codice del prodotto: RCAF959 Magazzino:Partirà entro 3-5 giorni Spedizione dalla Cina Prezzo: €44.13 - See more at: http://www.myefox.it/wltoys-f959-re-del-cielo-3ch-24ghz-controllo-radiofonico-aeroplano-g-156248#sthash.W9rUw0Jq.dpuf

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

How Airplanes Fly - Easy to Understand Tutorial

How Airplanes Fly - Easy to Understand Tutorial | Territorio | Scoop.it
How airplanes fly, a straight forward and easy to follow tutorial explaining the fundamentals of airplane aerodynamics!
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Electronic Speed Controller (ESC) Calibration


Send to Kindle Electronic speed controllers are responsible for spinning the motors at the speed requested by the autopilot. Most ESCs need to be calibrated so that they know the minimum and maximum pwm values that the flight controller will send. This page provides instructions for calibrating ESCs. Note Please complete radio calibration before performing ESC calibration. ESC calibration will vary based on what brand of ESC you are using, so always refer to the documentation for the brand of ESC you are using for specific information (such as tones). “All at once” calibration works well for most ESCs, so it is good idea to attempt it first and if that fails try the “Manual ESC-by-ESC” method. Some ESCs like the DJI Opto ESCs do not require and do not support calibration, so skip this page completely Some brands of ESC do not allow calibration and will not arm unless you adjust your radio’s throttle end-points so that the minimum throttle is around 1000 PWM and maximum is around 2000. Note that if you change the end-points on your TX you must re-do the Radio Calibration. Alternatively with Copter-3.4 (and higher) you may manually set the MOT_PWM_MIN to 1000 and MOT_PWM_MAX to 2000. If using OneShot ESCs set the MOT_PWM_TYPE to 1 (for regular OneShot) or 2 (for OneShot125). Note only supported in Copter-3.4 (and higher). Begin this procedure only after you have completed the radio control calibration and Connect ESCs and motors part of the Assembly Instructions. Next follow these steps: Warning Safety Check! Before calibrating ESCs, please ensure that your copter has NO PROPS on it and that the APM is NOT CONNECTED to your computer via USB and the Lipo battery is disconnected. ../_images/copter_disconnect_props_banner.png ../_images/MicroUSB1__57056_zoom.jpg Turn on your transmitter and put the throttle stick at maximum. ../_images/transmitter-throttle-max.jpg Connect the Lipo battery. The autopilot’s red, blue and yellow LEDs will light up in a cyclical pattern. This means the it’s ready to go into ESC calibration mode the next time you plug it in. ../_images/Connect-Battery.jpg With the transmitter throttle stick still high, disconnect and reconnect the battery. ../_images/Disconnect-Battery.jpg ../_images/Connect-Battery.jpg For PX4 or Pixhawk, press and hold the safety button until it displays solid red. The autopilot is now in ESC calibration mode. (On an APM you may notice the red and blue LEDs blinking alternatively on and off like a police car). Wait for your ESCs to emit the musical tone, the regular number of beeps indicating your battery’s cell count (i.e. 3 for 3S, 4 for 4S) and then an additional two beeps to indicate that the maximum throttle has been captured. Pull the transmitter’s throttle stick down to its minimum position. ../_images/transmitter-throttle-min.jpg The ESCs should then emit a long tone indicating that the minimum throttle has been captured and the calibration is complete. If the long tone indicating successful calibration was heard, the ESCs are “live” now and if you raise the throttle a bit they should spin. Test that the motors spin by raising the throttle a bit and then lowering it again. Set the throttle to minimum and disconnect the battery to exit ESC-calibration mode. Here is a video demonstrating the process: Demonstration of ESC calibration process with Pixhawk: Plug one of your ESC three-wire cables into the throttle channel of the RC receiver. (This is usually channel 3.) Turn on the transmitter and set throttle stick to maximum (full up). Connect the LiPo battery You will hear a musical tone then two beeps. After the two beeps, lower the throttle stick to full down. You will then hear a number of beeps (one for each battery cell you’re using) and finally a single long beep indicating the end points have been set and the ESC is calibrated. Disconnect battery. Repeat these steps for all ESCs. If it appears that the ESC’s did not calibrate then the throttle channel on the transmitter might need to be reversed. If you are still having trouble after trying these methods (for example, ESCs still beep continuously) try lowering your throttle trim 50%. You can also try powering your APM board via the USB first to boot it up before plugging in the LiPo. Connect to the flight controller from a ground station such as the Mission Planner and set the ESC_CALIBRATION parameter to 3 Disconnect the battery and USB cable so the flight controller powers down Connect the battery The arming tone will be played (if the vehicle has a buzzer attached) If using a flight controller with a safety button (like the Pixhawk) press it until it displays solid red You will hear a musical tone then two beeps A few seconds later you should hear a number of beeps (one for each battery cell you’re using) and finally a single long beep indicating the end points have been set and the ESC is calibrated Disconnect the battery and power up again normally and test as described below Once you have calibrated your ESCs, you can test them by plugging in your LiPo. Remember: no propellers! Ensure your transmitter’s flight mode switch is set to “Stabilize Mode”. Arm your copter Give a small amount of throttle. All motors should spin at about same speed and they should start at the same time. If the motors do not all start at the same time and spin at the same speed, the ESC’s are still not properly calibrated. Disarm your copter The All-at-once ESC calibration mode simply causes the APM to pass through the pilot’s throttle directly through to the ESCs. If you power up the APM while in this mode you’ll send the same PWM signal to all the ESCs. That’s all it does. Many ESCs use full throttle at startup to enter programming mode, full throttle postition is then saved as the upper end point and when you pull the throttle down to zero, that position is saved as the lower end point. If after calibration your motors do NOT spin same speed nor start at the same time, repeat the calibration process. If you tried the auto calibration above and it didn’t work or the ESCs do not drive the motors identically, try the manual calibration method described above. That should work almost every time. (Rarely after a full manual calibration you will also need to do an additional final automatic calibration). Finally, there are a huge number of brands and types of ESCs available and some of them do not adhere to the normal programming conventions (sometimes even though they claim to) and they may simply not work with the APM the way it is now. This is an unfortunately necessary but true disclaimer. Recommended ESC settings as follows: Brake: OFF Battery Type: Ni-xx(NiMH or NiCd) (even if you’re using Li-po batteries this setting reduces the likelihood that the ESC’s low voltage detection will turn off the motors) CutOff Mode: Soft-Cut (Default) CutOff Threshold: Low Start Mode: Normal (Default) Timing: MEDIUM Questions, issues, and suggestions about this page can be raised on the forums. Issues and suggestions may be posted on the forums or the Github Issue Tracker. Creative Commons License © Copyright 2016, ArduPilot Dev Team.
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

HF Z4 2.4G 2CH EPP Mini Indoor Parkflyer RC Biplane Airplane RTF | Alex NLD

HF Z4 2.4G 2CH EPP Mini Indoor Parkflyer RC Biplane Airplane RTF | Alex NLD | Territorio | Scoop.it
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

Quali cartelle conviene rottamare?

Quali cartelle conviene rottamare? | Territorio | Scoop.it

Non sempre è conveniente rottamare una cartella esattoriale: ecco come scegliere le cartelle da inserire nella rottamazione.

Non sempre è conveniente rottamare una cartella esattoriale: ecco come scegliere le cartelle da inserire nella rottamazione. Scade tra pochi giorni il termi ne per rottamare le cartelle esattoriali, usufruendo di uno sconto sul debito, pari alle sanzioni e agli interessi di mora. In questo articolo ti aiutiamo a capire come evitare di rottamare inutilmente quelle cartelle che probabilmente l’Agente della riscossione non ti richiederà più. Cos’è la rottamazione delle cartelle? Con la rottamazione delle cartelle, tecnicamente nota come definizione agevolata, i contribuenti hanno l’opportunità di estinguere il loro debito con l’Agente della riscossione, usufruendo di uno sconto sulle somme dovute [1]. In particolare con la rottamazione si risparmiano: le sanzioni; gli interessi di mora; una parte dell’aggio di riscossione, che va ridotto in proporzione alle sanzioni e agli interessi di mora rottamati. La rottamazione può essere richiesta per i debiti che sono stati affidati all’Agente della riscossione entro il 31 dicembre 2016. Il debito da rottamare può avere ad oggetto ad esempio: imposte e tasse di vario genere, come Irpef, Iva, bolli auto, etc.; tributi locali, categoria in cui rientrano l’Imu, l’Ici, la tassa rifiuti e in generale tutto quello che va pagato ai Comuni e alle Regioni; le multe stradali, che costituiscono delle sanzioni amministrative; i contributi previdenziali dovuti all’Inps; i contributi dovuti alle Casse previdenziali, quali la Cassa commercialisti e la Cassa avvocati. Fino a quando può essere richiesta la rottamazione? Mancano ancora pochi giorni per presentare la domanda di rottamazione. Infatti, grazie alla proroga decisa dal Governo, il termine previsto è il 21 aprile 2017 [2]. Le domande presentate oltre tale termine non saranno considerate ammissibili. Quindi, vista la proroga tanto attesa, per poter risparmiare qualcosa sulle cartelle esattoriali è bene prepararsi per la scadenza del 21 aprile. Come faccio a sapere quali cartelle posso rottamare? Per ogni contribuente l’Agente della riscossione predispone un elenco dei debiti esattoriali, che viene definito estratto di ruolo. Nell’estratto di ruolo sono contenute tutte le cartelle di pagamento emesse a carico di una persona o di una società. Vengono indicati, oltre ai dati identificativi del soggetto: l’ente che ha inizialmente chiesto il pagamento delle somme (tipo l’Agenzia delle Entrate, il Comune, l’Inps); la tipologia del debito; l’anno a cui risale il debito; gli importi dovuti a titolo di tributo, sanzioni e interessi; le spese di notifica della cartella; il compenso dovuto all’Agente della riscossione. Per decidere quali cartelle rottamare, il primo passo è richiedere all’Agente della riscossione il proprio estratto di ruolo. Il contribuente può richiedere gli estratti di ruolo personalmente, o per mezzo di un delegato, nei seguenti modi: recandosi allo sportello del concessionario; tramite posta elettronica certificata, la cosiddetta pec. Il modulo da compilare per la richiesta degli estratti di ruolo è scaricabile dai siti internet di Equitalia e, per la Sicilia, Riscossione Sicilia s.p.a.. Nonostante con la rottamazione il risparmio sul debito sia assicurato, va valutato attentamente per quali cartelle presentare la domanda di rottamazione. Ecco in sintesi quali cartelle conviene rottamare: le cartelle in cui la somma dovuta per sanzioni è molto alta. In questo caso il risparmio è elevato; le cartelle molto vecchie, per le quali sono maturati molti interessi di mora, con notevole riduzione del debito; le cartelle per cui l’Agente della riscossione ha notificato un preavviso di fermo o di iscrizione ipotecaria. Infatti, dal momento di presentazione della domanda di rottamazione, non possono essere iscritti nuovi fermi amministrativi sui veicoli o nuove ipoteche sugli immobili; le cartelle per le quali si teme di subire in tempi brevi un pignoramento. Anche in questo caso, la domanda di rottamazione blocca le nuove azioni esecutive. Per quali cartelle non conviene fare domanda di rottamazione? Nonostante la possibilità di avere uno sconto sul debito, non è detto che sia conveniente chiedere la rottamazione delle cartelle. Infatti, generalmente non conviene rottamare: le cartelle che sembrano prescritte. Sui singoli termini di prescrizione previsti dalla legge ti consigliamo di leggere l’articolo Prescrizione cartelle esattoriali; le cartelle che siamo sicuri di non aver mai ricevuto. Infatti le cartelle per legge devono essere notificate secondo una specifica procedura. Se tale procedura non è rispettata, la cartella è nulla e può essere impugnata; le cartelle per cui è stata già proposta una opposizione, quando ci sono buone possibilità di vincere la causa. In questo caso dobbiamo valutare se conviene rottamare il debito e rinunciare alla causa (con un risparmio certo, dato dalla eliminazione di sanzioni e interessi di mora) o proseguire nel giudizio, con l’obiettivo di annullare l’intero debito; i debiti che sappiamo già di non poter rispettare. La rottamazione può essere pagata in cinque rate al massimo. Se anche una sola rata non viene pagata, viene pagata tardi o viene pagato un importo minore, il contribuente decade dalla rottamazione. A causa della decadenza dalla rottamazione, per lo stesso debito non potrà più essere richiesta alcuna rateazione all’Agente della riscossione, che potrà pretendere il pagamento in un’unica soluzione. In ogni caso quindi è essenziale valutare attentamente se si ha a disposizione la liquidità necessaria per pagare la rottamazione. Attenzione a non rottamare due volte la stessa cartella! Nella fretta di rottamare il debito, si rischia di pagare due volte la stessa cartella. Spieghiamoci meglio con un esempio pratico. L’imposta di registro dovuta per un contratto di locazione può essere richiesta dalla Agenzia delle Entrate sia al locatore che al conduttore. Se nessuno dei due paga l’avviso di liquidazione inviato dalla Agenzia, il debito verrà affidato all’Agente della riscossione. Dunque, sia il locatore che il conduttore troveranno nei propri estratti di ruolo la medesima cartella, avente ad oggetto appunto l’imposta di registro non pagata. Ebbene, è sufficiente che uno dei due presenti domanda di rottamazione, estinguendo così il debito per entrambi. Cosa fare per le cartelle che non vengono rottamate Dopo aver esaminato gli estratti di ruolo, avremo scelto quali cartelle rottamare e quali no. Per le cartelle non rottamate le possibili soluzioni sono due. Come detto, potremmo decidere di non rottamare alcune cartelle perché il debito è eccessivo e non vogliamo rischiare di decadere dalla rottamazione. In questo caso possiamo attendere la notifica di un atto successivo dell’Agente della riscossione, come una intimazione di pagamento o un preavviso di fermo. Non appena tale atto successivo viene notificato, può essere richiesta la normale rateazione delle cartelle esattoriali [3]. Diverso è il caso in cui una cartella non venga inclusa nella rottamazione perché, ad esempio, prescritta o non notificata. Anche in questa ipotesi dovremo attendere un successivo atto dell’Agente della riscossione. Ricevuta la notifica di tale atto, sarà possibile presentare ricorso per far valere la prescrizione o la mancata notifica della cartella, che ne costituisce il presupposto. A quest’ultimo proposito puoi leggere Cartelle di pagamento Equitalia: come impugnare la notifica. Numero rate Codice rateazione Luglio 2017 Settembre 2017 Novembre 2017 Totale rate 2017 Aprile 2018 Settembre 2018 Totale 2018 Totale unica 100% 100% 100% 2 rate 2A 70% 70% 30% 30% 100% 2B 70% 70% 30% 30% 100% 3 rate 3A 70% 70% 15% 15% 30% 100% 3B 35% 35% 70% 30% 30% 100% 3C 35% 35% 70% 30% 30% 100% 3D 35% 35% 70% 30% 30% 100% 3E 35% 35% 70% 30% 30% 100% 4 rate 4A 35% 35% 70% 15% 15% 30% 100% 4B 35% 35% 70% 15% 15% 30% 100% 4C 24% 23% 23% 70% 30% 30% 100% 4D 24% 23% 23% 70% 30% 30% 100% 5 rate 24% 23% 23% 70% 15% 15% 30% 100% [1] Art. 6 D.L. 22.10.2016 n. 193. [2] Il termine inizialmente previsto per presentare la domanda di rottamazione era il 31 marzo 2017. [3] Rateazioni concesse ai sensi dell’art. 19 D.P.R. 29.09.1973 n. 602.

more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

The Shopping Cart : linparts, Welcome! Here are the most complete RC helicopter and spare parts

The Shopping Cart : linparts, Welcome! Here are the most complete RC helicopter and spare parts | Territorio | Scoop.it

Total Items: 3  Weight: 0g  Amount: €16.49

Qty.   Item Name Unit Total  



Feixuan Fei Lun RC Helicopter FX060 FX060B Spare Parts: main motor
€4.58 €4.58



Feixuan Fei Lun RC Helicopter FX060 FX060B Spare Parts: tail motor deck
€6.41 €6.41



Feixuan Fei Lun RC Helicopter FX060 FX060B Spare Parts: tail motor
€5.50 €5.50
Sub-Total: €16.49
Shipping: €4.46
Total: �20.95
more...
No comment yet.
Scooped by John Vanni Albatros
Scoop.it!

The Shopping Cart : XJLshopping!, Wholesale! Best online shopping here

Your Shopping Cart Contents
Total Items: 2  Weight: 0.4g  Amount: $13.97
Qty.   Item Name Unit Total  



FX060 FX060B tail motor FEIXUAN Fei Lun FX060 FX060B helicopter spare parts $7.98 $7.98



FX060 FX060B main motor FEIXUAN Fei Lun FX060 FX060B helicopter spare parts $5.99 $5.99
Sub-Total: $13.97
more...
No comment yet.