Learning Coach
6 views | +0 today
Follow
Learning Coach
LEARNING IS A TREASURE THAT FOLLOWS HIS OWNER EVERYWHERE !!!!!
Your new post is loading...
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

Didattica : Il digital Coach

Un ruolo oggi fondamentale in una società che richiede tempi di reazione veloci, flessibilità ed altre competenze trasversali quali il proble
Franco Bagaglia's insight:

Per migliorare le performances e per essere un vero Cittadino attivo

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

INFORMATICA FACILE PER DIVENTARE UN CITTADINO ATTIVO

INFORMATICA FACILE PER DIVENTARE UN CITTADINO ATTIVO | Learning Coach | Scoop.it

NON SOLO INFORMATICA .....

UN METODO INNOVATIVO PER DARE :

 UNA CONCRETA POSSIBILITA' AI RAGAZZI PER ESSERE COMPETITIVI DOPO LA MATURITA' , PER APPRENDERE A STUDIARE E PER SAPER SCEGLIERE LA MIGLIORE STRADA

 PER AIUTARE LE FAMIGLIE A COMPRENDERE COME SUPPORTARE I PROPRI FIGLI DURANTE IL LORO APPRENDIMENTO.

 OBIETTIVI RAGGIUNGIBILI CON UNA ATTIVITA' DI COACHING COSTANTE

CELL. 335 8470162

Franco Bagaglia's insight:

APPRENDERE LA QUARTA ABILITA' : LA MENTE COMPUTAZIONALE

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

LA DIDATTICA PER COMPETENZE

LA DIDATTICA PER COMPETENZE | Learning Coach | Scoop.it

IMPARARE A DIVENTARE UN CITTADINO ATTIVO

Franco Bagaglia's insight:
Conoscenze vs Competenze … questo è il “dilemma” legato al processo evolutivo che da qualche anno coinvolge l’intero sistema educativo nazionale. Sulla scia dei richiami dell’Unione Europea, è diventato necessario superare il classico modello di insegnamento/apprendimento, finalizzato soltanto a far acquisire conoscenze (attraverso la sollecitazione dei processi cognitivi basici quale comprendere, memorizzare, organizzare dati e informazioni, elaborare con processi produttivi e creativi), per far posto ad un nuovo modello educativo secondo cui non può sussistere conoscenza che non debba essere “concretamente adoperata” e che non debba servire a quel concetto del fare che spesso implica la messa in campo di più discipline e più conoscenze ben amalgamate tra loro e supportate dai tratti distintivi e caratteristici di un individuo, dalle proprie attitudini e dai propri bisogni, dalle proprie motivazioni e dalle proprie aspettative … in sintesi, stiamo parlando del passaggio dalle conoscenze alle competenze.
La didattica delle competenze è la strada maestra per organizzare una formazione che non fornisca solo conoscenze e abilità, ma che riesca ad incidere sulla cultura, sugli atteggiamenti e sui comportamenti e quindi diventi patrimonio permanente della persona.
more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

la visione olistica della vita e della salute

La visione olistica rappresenta la visione del Tutto, dell’intero – dal greco Olos: tutto, intero, totalità, integrale. Con una visione olistica, l’uomo
Franco Bagaglia's insight:

La visione olistica rappresenta la visione del Tutto, dell’intero – dal greco Olos: tutto, intero, totalità, integrale. Con una visione olistica, l’uomo è visto come insieme delle sue parti (corpo – mente – spirito) e poiché nell’Universo tutto è collegato, anche corpo, mente e spirito sono interconnessi tra loro, così come noi siamo Uno con il Tutto.
Una nuova visione dove lo spirito e la materia non sono più percepiti come separati ma che anzi ci apre ad una nuova consapevolezza che ci svela come sia la coscienza a generare la materia.

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

IMPARARE UNA NUOVA LINGUA, UNA LINGUA... - Lifelong Learning Adventure | Facebook

IMPARARE UNA NUOVA LINGUA, UNA LINGUA... - Lifelong Learning Adventure | Facebook | Learning Coach | Scoop.it
Franco Bagaglia's insight:

IMPARARE UNA NUOVA LINGUA, UNA LINGUA COMPUTAZIONALE E' UN MODO STRAORDINARIO PER ENTRARE NEL MONDO CON IL PIEDE GIUSTO....

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

UN METODO RIVOLUZIONARIO PER APPRENDERE LA QUARTA ABILITA' : LA MEMORIA COMPUTAZIONALE.

UN METODO RIVOLUZIONARIO PER APPRENDERE LA QUARTA ABILITA' : LA MEMORIA COMPUTAZIONALE. | Learning Coach | Scoop.it

Fatto salvo che il pensiero computazionale è il modo in cui gli esseri umani insegnano ai computer a risolvere i problemi e non viceversa, questa quarta abilità prende a prestito concetti e strumenti propri dell’informatica per trovare soluzioni innovative e creative ai problemi di ogni giorno. 
Così come l’invenzione della stampa ha facilitato la diffusione dell’alfabetizzazione,così oggi la programmazione e i computer facilitano l’acquisizione e la diffusione del pensiero computazionale.
L'avere presente questo obiettivo , fondamentale per un approccio corretto con la società moderna ad ogni livello, mi ha permesso di generare un metodo di insegnamento dell'Informatica e di tutte le sue branche unico nel suo genere.
Questa scienza ha presentato sempre dei grandi scogli ed ostacoli soprattutto nei primi mesi in cui ci si avvicina ad essa: è facile finire per odiare questa materia se non si ha la fortuna di incontrare un docente che sappia trasferire queste conoscenze nella maniera adeguata e nella coscienza di quanto sopra esposto.
Il mio metodo si fonda in parte sulla visualizzazione , derivazione delle tecniche mnemoniche, ed in parte sullo storytelling....

Si avete capito bene .... lo storytelling.... quella tecnica di comunicazione oggi tanto in voga..... che risulta essere molto valida anche in questo contesto.

L'informatica va raccontata e rappresentata per immagini ..... un algoritmo va descritto ....... questo è il segreto alla base di una veloce comprensione e del superamento del grande ostacolo che tutti noi incontriamo all'inizio.

more...
No comment yet.
Rescooped by Franco Bagaglia from Tecnologia digitale a scuola
Scoop.it!

The Flipped Classroom Model: A Full Picture

The Flipped Classroom Model: A Full Picture | Learning Coach | Scoop.it
Due to Khan Academy's popularity, the idea of the flipped classroom has gained press and credibility within education circles. Briefly, the Flipped Classroom as described by Jonathan Martin is: Fli...

Via Agnese Pianigiani
more...
No comment yet.
Rescooped by Franco Bagaglia from Strumenti per il Web Marketing
Scoop.it!

Fattori di ranking per il 2018: quali saranno?

Adeguare il proprio sito tenendo conto dei principali fattori di ranking del 2018 significa acquisire un miglior posizionamento a seguito delle ricerche effettuate da chi è alla ricerca di informazioni, prodotti e servizi.

Via Maura Cannaviello
more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

SOFT SKILLS: IL VALORE DELLE COMPETENZE TRASVERSALI NEL PROCESSO DI SELEZIONE

SOFT SKILLS: IL VALORE DELLE COMPETENZE TRASVERSALI NEL PROCESSO DI SELEZIONE | Learning Coach | Scoop.it
Come riconoscere le competenze che fanno la differenza in un mercato del lavoro in continua evoluzione? Negli ultimi anni abbiamo assistito a importanti cambiamenti e rivoluzioni degli scenari lavorativi. Se fino a trent’anni fa le aziende erano numericamente limitate ed offrivano stabilità del pos…
Franco Bagaglia's insight:

SOFT SKILLS: IL SEGRETO PER ESSERE COMPETITIVI NEL MONDO DELLO STUDIO E DEL LAVORO
______________________

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

Ma quale coding, a scuola serve la vera informatica: per innovare il Paese

Ma quale coding, a scuola serve la vera informatica: per innovare il Paese | Learning Coach | Scoop.it
Capire, partecipare, influenzare, contribuire allo sviluppo democratico della società: tutto questo si può fare solo con una seria istruzione informatica. Ecco perché è sbagliato limitarsi al coding. E perché è essenziale che il nuovo Governo comprenda l'importanza di insegnare informatica fin dalla prima elementare
Franco Bagaglia's insight:

L NOSTRO PAESE HA BISOGNO DELL'INSEGNAMENTO DELLA VERA INFORMATICA PER FAR CRESCERE I CITTADINI ATTIVI DEL FUTURO

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

METODO ATTIVO DI INSEGNAMENTO

METODO ATTIVO DI INSEGNAMENTO | Learning Coach | Scoop.it

LA DIDATTICA PER COMPETENZE

Franco Bagaglia's insight:

Il sapere non si acquisisce mai in base alle sue qualità intrinseche. La conquista del sapere ha bisogno di mediazioni, di messa in situazione, di strumenti adatti. Per raggiungere l’apprendimento ci vuole dunque un metodo.

Il metodo più diffuso nella scuola italiana è ancora quello trasmissivo. Anche oggi, infatti, l’insegnante organizza spesso le sequenze di apprendimento in due tempi successivi: il momento dell’acquisizione (lezione) e il momento dell’applicazione delle conoscenze acquisite con cui si procede anche alla valutazione. La comprensione da parte dell’allievo non è fatta propria dal metodo ma viene demandata all’atto individuale del soggetto.

Il metodo trasmissivo non è dunque lo strumento adatto. I metodi attivi hanno da tempo provato una nuova via che si è andata via via perfezionando: rendere attivo l’allievo invitandolo fin dall’inizio a impegnarsi nel percorso di apprendimento e proponendogli di lavorare concretamente.

In mezzo alla notizia
L’insegnante ha la responsabilità di mobilitare e di “far agire” gli allievi. Per andare oltre apprendimenti meccanici e ripetitivi questi ultimi devono essere messi in “situazioni di apprendimento” in cui possano operare mentalmente:

1) lavorando su materiali;

2) a partire da consegne

3) per far emergere dei modelli e dei concetti.

In questo modo potranno essere in grado di padroneggiare le conoscenze e di trasferire ciò che hanno appreso in contesti nuovi (competenze).

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

INIZIA UN NUOVO ANNO SCOLASTICO

IL REBUS DELLA SCUOLA ITALIANA : LE CONOSCENZE O LE COMPETENZE ?L'informatica e la quarta abilità

Franco Bagaglia's insight:

INIZIA UN NUOVO ANNO SCOLASTICO........
IL REBUS DELLA SCUOLA ITALIANA : LE CONOSCENZE O LE COMPETENZE ?
______________________________________

Inizia un nuovo anno scolastico e ci si pone sempre lo stesso interrogativo : le competenze o le conoscenze? A che punto siamo con la didattica per competenze ?
Da quello che percepisco in ambito locale siamo ancora ai primordi.
Voglio ricordare alle famiglie ed ai ragazzi che la didattica delle competenze privilegia il contatto diretto con la realtà, quello che viene definito il compito di realtà. L’alunno sviluppa questo compito di realtà attraverso il senso pratico di tutto ciò che lo circonda partendo dall’informazione, proseguendo per la conoscenza, per poi arrivare all’abilità che si deve tradurre in competenza. Con questo approccio aderente alla realtà, non si vuole certo sminuire il concetto di conoscenza. La competenza deve essere il risultato complessivo di una serie di apprendimenti e l’apprendimento si costruisce attraverso il sapere. La didattica delle competenze non fa perdere l’orizzonte primario e basilare della conoscenza, del sapere che deve essere l’asse portante per sviluppare una competenza, senza la quale l’una non può esistere senza l’altra bensì costituisce una fondamentale integrazione per fornire agli studenti la necessaria cassetta degli attrezzi per affrontare adeguatamente sia il periodo universitario e sia il mondo del lavoro.

Nel video sottostante un esempio concreto: L'informatica come materia fondamentale per apprendere la quarta abilità oltre al saper leggere, scrivere e parlare : LA MENTE COMPUTAZIONALE.

Questa caratteristica costituisce una competenza trasversale detta PROBLEM SOLVING, la capacità di risolvere i problemi ..... quindi adatta ad ogni dominio di competenza...

 

La quarta abilità

more...
No comment yet.
Scooped by Franco Bagaglia
Scoop.it!

Cos'è il pensiero computazionale

Cos'è il pensiero computazionale | Learning Coach | Scoop.it
 
Per caratterizzare sinteticamente il rilevante contributo culturale apportato dall’Informatica alla comprensione della società contemporanea, la scienziata informatica Jeannette Wing nel 2006 introdusse l’espressione “pensiero computazionale.
 
Prima di fornire qualche spiegazione su cosa si intenda con questa espressione, vi invitiamo a guardare il seguente spezzone video, tratto dal film "Apollo 13".
 
 
L'essenza del concetto, esemplificata magistralmente da questo video, è che con il pensiero computazionale si definiscono procedure che vengono poi attuate da un esecutore, che opera nell'ambito di un contesto prefissato, per raggiungere degli obiettivi assegnati.
 
Il pensiero computazionale è un processo mentale per la risoluzione di problemi costituito dalla combinazione di metodi caratteristici e di strumenti intellettuali, entrambi di valore generale.
Questa generalità è il motivo principale del perché partecipare al progetto.
 
I metodi caratteristici includono:
 
  • analizzare e organizzare i dati del problema in base a criteri logici;
  • rappresentare i dati del problema tramite opportune astrazioni;
  • formulare il problema in un formato che ci permette di usare un “sistema di calcolo” (nel senso più ampio del termine, ovvero una macchina, un essere umano, o una rete di umani e macchine) per risolverlo;
  • automatizzare la risoluzione del problema definendo una soluzione algoritmica, consistente in una sequenza accuratamente descritta di passi, ognuno dei quali appartenente ad un catalogo ben definito di operazioni di base;
  • identificare, analizzare, implementare e verificare le possibili soluzioni con un’efficace ed efficiente combinazione di passi e risorse (avendo come obiettivo la ricerca della soluzione migliore secondo tali criteri);
  • generalizzare il processo di risoluzione del problema per poterlo trasferire ad un ampio spettro di altri problemi.
Questi metodi sono importanti per tutti, non solo perché sono direttamente applicati nei calcolatori (computer ), nelle reti di comunicazione, nei sistemi e nelle applicazioni software ma perché sono strumenti concettuali per affrontare molti tipi di problemi in diverse discipline.
 
Gli strumenti intellettuali includono:
 
  • confidenza nel trattare la complessità (dal momento che i sistemi software raggiungono normalmente un grado di complessità superiore a quello che viene abitualmente trattato in altri campi dell’ingegneria);
  • ostinazione nel lavorare con problemi difficili;
  • tolleranza all’ambiguità (da riconciliare con il necessario rigore che assicuri la correttezza della soluzione);
  • abilità nel trattare con problemi definiti in modo incompleto;
  • abilità nel trattare con aspetti sia umani che tecnologici, in quanto la dimensione umana (definizione dei requisiti, interfacce utente, formazione, ...) è essenziale per il successo di qualunque sistema informatico;
  • capacità di comunicare e lavorare con gli altri per il raggiungimento di una meta comune o di una soluzione condivisa.
 
Anche per questi strumenti i benefici si estendono al di là della disciplina informatica.
more...
No comment yet.
Rescooped by Franco Bagaglia from Tecnologia digitale a scuola
Scoop.it!

[Infographic] How a Flipped Classroom Model Works - EdTechReview™ (ETR)

[Infographic] How a Flipped Classroom Model Works - EdTechReview™ (ETR) | Learning Coach | Scoop.it
Here is an infographic that showcase how a flipped classroom model works in education.

Via Tom D'Amico (@TDOttawa) , Agnese Pianigiani
more...
No comment yet.
Rescooped by Franco Bagaglia from Flipped Class
Scoop.it!

Introduction to Flipped Classroom Model

This screencast will introduce you to the flipped classroom model and show you how to make your own screencasts using Screencast-O-Matic.

Via Daniel Gibson
more...
No comment yet.