Territorio e identità
26 views | +0 today
Follow
Territorio e identità
luoghi, non-luoghi, identità e territori
Curated by dplastino
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by dplastino
Scoop.it!

La libertà di uomini e delfini

La libertà di uomini e delfini | Territorio e identità | Scoop.it

Maledizione a noi, ti dici. Dopo secoli di lotta per la sopravvivenza, l’uomo è riuscito a imporre le proprie regole. Ormai è il più forte. Dove prima ci volevano decenni per trasportare pietre, tracciare strade, adesso fa esplodere cariche di dinamite, rade al suolo, rimuove la terra con potenti macchinari e la sostituisce con cemento sterile. È tutto troppo facile: assurdi alveari di cemento armato, spiagge artificiali, autostrade, città smisurate, campi devastati e sterili. Non costruiamo più strade per raggiungere dei luoghi, ma superstrade per arrivare il più in fretta possibile; e abbattiamo gli alberi perché i cretini con molta fretta non vadano a sbatterci le corna. Non contento di avere sconfitto la Natura, l’uomo la umilia. La distrugge e l’adatta alle proprie pretese più ridicole.

more...
No comment yet.
Scooped by dplastino
Scoop.it!

Genius Loci

Genius Loci | Territorio e identità | Scoop.it

Mi imbatto nel Genius Loci per puro caso. Non ne so nulla e allora mi immergo nella Rete. Due clic, uno su Wikipedia e un altro su Peacelink, e così mi ritrovo ad “ascoltare” Eduardo Zarelli – Il rito e l’identità nelle forme culturali dell’abitare.

A dire il vero desideravo scrivere in merito ai sentieri dimenticati, alla trascuratezza e all’abbandono del territorio montano come purtroppo sovente riscontro nelle Valli di Lanzo. Poi il fato ha voluto che le mie riflessioni si rispecchiassero in questo scritto che ho voluto riportare qui inframezzandolo con alcune foto delle nostre escursioni. Le ho scelte con cura, pensando così di facilitare le riflessioni, importanti e potenti, che Zarelli proietta nella nostra anima di viandanti. Riflessioni che dovrebbero aiutarci a vivere tutti insieme meglio e con più rispetto. Perché l’ambiente, di cui oggi tanto si parla, non è altro che una parte di noi stessi, forse solo un po’ più fragile e bisognosa di cura e attenzioni.

more...
No comment yet.
Scooped by dplastino
Scoop.it!

I nonluoghi, spazi di transizione, della solitudine in mezzo alla gente

I nonluoghi, spazi di transizione, della solitudine in mezzo alla gente | Territorio e identità | Scoop.it

I nonluoghi sono luoghi della collettività, dove un numero di persone sono fisicamente vicine ma non necessariamente insieme. Sono aree di transito come aeroporti, sale d’aspetto, grandi centri commerciali, La definizione è di Marc Augè (1992), antropologo francese, che ha coniato tale termine per definire i nuovi luoghi della società odierna, che hanno la caratteristica comune di non essere identitari.

more...
No comment yet.
Scooped by dplastino
Scoop.it!

Comunicare un territorio: identità e branding - Seum

Comunicare un territorio: identità e branding - Seum | Territorio e identità | Scoop.it
L’identità di un territorio è sicuramente un valore. Esso va ben amministrato e diffuso. È sinonimo di chiarezza comunicativa, capacità di organizzazione degli obiettivi e garanzia per il “posizionamento” anche commerciale dei valori locali.

I sistemi di identità di un territorio possono essere ricondotti a tre tipologie. In tutti i casi rendono identificante il soggetto territoriale con un segno, una marcatura, un simbolo, ma differiscono in maniera sostanziale in relazione al valore strategico e comunicativo di questi distintivi d’immagine.

more...
No comment yet.
Scooped by dplastino
Scoop.it!

Luogo, non-luogo, logo, no-logo: da Marc Augé a Naomi Klein, di Leonardo Terzo - Le Aziende InVisibili

Luogo, non-luogo, logo, no-logo: da Marc Augé a Naomi Klein, di Leonardo Terzo - Le Aziende InVisibili | Territorio e identità | Scoop.it

Il concetto di non-luogo di Marc Augé si riferirebbe a quei luoghi di passaggio come aeroporti, stazioni, svincoli autostradali, ecc. dove le persone non vivono sufficientemente per riconoscersi in essi, e di conseguenza questi luoghi non avrebbero identità. La cosa sarebbe aggravata dal fatto che tali luoghi sarebbero uguali in tutto il mondo, ed egualmente indistinti e spersonalizzati.

more...
No comment yet.