sotto gli occhi di tutti
302 views | +0 today
Follow
sotto gli occhi di tutti
Parliamo di quei fatti “sotto gli occhi di tutti” che suscitano solo l’impegno di pochi e che possono ispirare i missionari di oggi.
Curated by Elio Filardo
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Liberi anche Dietro le Sbarre

Liberi anche Dietro le Sbarre | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it
Elio Filardo's insight:

Padre Mimmo Arena OMI è in missione nella Repubblica Democratica del Congo. Attualmente risiede a Kinshasa dove insegna presso l’Istituto Africano di Scienze della Missione. In  occasione del Natale un missionario Comboniano lo invita a confessare in una delle prigioni di Kinshasa. Ci va il 20 dicembre ed in carcere percepisce una straordinaria presenza di Dio:

“Era la prima volta che confessavo dei carcerati e l’ho presa come un’occasione per cominciare a vivere il Natale. Da qui sono iniziati i festeggiamenti natalizi di un Dio che si fa uomo per assumerlo nel suo limite ed elevarlo al suo livello di amore infinito.

Dapprima ho sentito una certa repulsione nei loro riguardi, poi invece una forte attrazione che tentavo di esprimere tramite le formule della confessione in lingala, anche se lette in modo amatoriale. Cercavo di rifarmi alla fine di ogni confessione quando assicuravo ad ognuno, in francese o in un lingala, che avremmo pregato per loro. E tanti ne erano visibilmente contenti.

Finite le confessioni individuali, all’incirca un centinaio, di uomini e di qualche donna, i carcerati attendendo la fine della liturgia penitenziale continuano a cantare. In questo momento mi viene in mente che si potrebbe dire qualche cosa su Mandela la cui morte recente ci ha resi fieri, grazie alla sua testimonianza eroica di lotta contro l’apartheid e in favore dell’unità del suo popolo sudafricano.

Mi rivolgo al sacerdote che presiede – un prete del sacro Cuore, salvato in extremis dalla morte in un incidente aereo di cui porta ancora le stigmate nelle sue mani gravemente bruciate – e gli accenno la mia idea. Il sacerdote, che tra l’altro è uno studente della nostra facoltà di missiologia, mi fa segno che posso io stesso prendere la parola.

Così mi alzo e tento di rivolgermi all’auditorio in lingala. Non viene niente. All’istante designano un carcerato per tradurmi in francese. Mi faccio coraggio. Dapprima li saluto, li ringrazio per il loro fervore e poi comincio a parlare di Mandela che in Africa gode la stima di un eroe della riconciliazione. E dico che nella loro situazione potrebbero prendere Mandela come esempio. Come Mandela aveva vissuto il lungo periodo passato in carcere come un tempo per consolidare le sue idee di non-violenza, anche loro avrebbero potuto fare lo stesso per sperimentare un nuovo stile di vita. Mandela, infatti, aveva fatto del carcere un luogo dove coltivarsi e preparare la sua futura attività volta a salvare il suo popolo dalla discriminazione e della guerra civile. Quindi pure loro potrebbero tentare di entrare in un simile dinamismo per ricercare il bene comune della società. Tanto più che, a dire il vero, Mandela non aveva nessun crimine da scontare.

I carcerati mi ascoltano assentendo a quanto dico e un bell’applauso corona la mia breve esortazione".

more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Il Natale si Celebra con l’Accoglienza

Il Natale si Celebra con l’Accoglienza | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it
Nella prima domenica di Avvento il papa ha ricordato a tutti che il Natale non si riduca ad una sola festa esteriore. Questo mi ha ricordato uno scritto di Chiara dalla Svizzera di tanti anni fa: “Hanno sloggiato Gesù”.
Elio Filardo's insight:

Il villaggio di Mbassene in Guinea Bissau qualche anno fa ha accolto p. Celso Corbioli, Missionario Oblato di Maria Immacolata, e con lui anche il Vangelo. Di recente, in occasione del Natale, p. Celso ha visitato ancora una volta il villaggio e ad attenderlo c’era solo il catechista Besna. Gli altri, infatti, erano tutti occupati con i preparativi di Natale.

Dopo aver parlato della venuta di Gesù ad un gruppo di bambini, p. Celso non si arrende e decide di andare “nelle singole case ad annunciare il grande evento. La maggior parte mostrò una grande o gioiosa accoglienza”.

Anche se a prima vista i fatti sembrano parlare di indifferenza nei confronti del missionario, in realtà dicono qualcosa di più: la gente di Mbassene attendeva la venuta di Gesù ed ha celebrato il Natale accogliendolo nella propria casa.

more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

A Bangkok i missionari camminano sulle acque

A Bangkok i missionari camminano sulle acque | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it

Le periferie di Bangkok sono state le prime ad essere danneggiate dalle acque che il 26 ottobre scorso hanno sfondato le barriere di protezione. Ed oggi continuano ad essere sommerse dalle stesse acque, questa volta respinte dagli argini con cui è stato circondato il centro della città. Gli affari in un certo senso sono salvi, anche se la produzione è ferma. Con tutta quest’acqua è difficile trovare quella potabile. Ci si sposta in piroga e bisogna stare attenti perfino ai coccodrilli fuggiti dagli allevamenti. Sono apparsi addirittura sul set del regista australiano James With, che sta girando il film “A stranger in paradise”. Questo è lo spaccato di una Thailandia, non più troppo sorridente.
Adesso, però, accendiamo i riflettori sulle periferie dove questa situazione di emergenza è diventata una sovrastante normalità anche per i missionari che, insieme al resto della popolazione, attendono il ritiro delle acque. Padre Claudio Bertuccio, OMI fa notare che l’acqua, alta circa 150 cm alla fine del mese di ottobre, il 22 novembre è più bassa. “In casa, dove sono bloccato al piano di sopra da 35 giorni, restano solo 50 cm, fuori intorno agli 80 cm. Tuttavia per tornare alla normalità hanno annunciato che dovremo aspettare la fine dell'anno. Forse il 6 dicembre la scuola riaprirà e si spera che presto potranno anche riaprire le fabbriche e molti uffici.
Vivere circondati da questo mare nero e puzzolente non e' facile, cominciano ad esserci anche le prime tensioni nei confronti del governo che favorisce alcuni lasciando altri in situazioni difficili. Decine di migliaia di persone vivono in centri di accoglienza temporanei”.
Le alluvioni che a partire dalla fine del mese di giugno si sono abbattute dal nord del paese verso il centro ed il sud della Thailandia hanno coinvolto due milioni e mezzo di persone. 113 mila sono rimasti senza abitazione, 720 mila avrebbero bisogno di cure mediche ed i morti finora sono 606.
“Anche per noi i danni sono molto consistenti, – scrive p. Claudio - ma bisogna aver fiducia nella provvidenza che sono certo non ci abbandonerà. Anche il ministero pastorale ne risente, ma si fa quel che si può. Forse Dio sta insegnandoci che è Lui a portare avanti il suo Regno e che i nostri programmi non sono importanti. Bisogna imparare a vivere come Abramo che camminava come se vedesse l'invisibile” ed i primi passi bisogna farli anche sull’acqua.

more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Il destino, la visione di Andrea Bocelli

Il destino, la visione di Andrea Bocelli | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it

Andrea Bocelli, ospite di Fazio a Che tempo che fa, sabato 19 novembre, ha parlato della sua visione del “destino”.
A partire dal minuto 51:06 del video Bocelli raggiunge l’apice del suo discorso e poco dopo, prendendo spunto da quello che lo scienziato Paul Davies ha scritto nel suo ultimo libro, dice che “il fatto di poter indagare sulle leggi dell’universo, di avere una coscienza e cercare di capire giorno per giorno qualcosa di più. Questo fatto ci fa sospettare seriamente che la nostra esistenza sia voluta”. Ed aggiungerei che colui che l’ha voluta ha lasciato anche gli indizi necessari per farsi trovare.
Chi li rinviene nei paraggi del suo territorio, lì vicino a lui, senza andare troppo lontano, e ne segue le tracce una dopo l’altra è missionario a pieno titolo.

more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Agli Occhi del Fotografo

Agli Occhi del Fotografo | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it
Elio Filardo's insight:

Dal 12 al 20 gennaio 2013 al Centro Pastorale del Santuario Notre Dame de Pontmain, p. Alfonso Bartolotta OMI espone 28 foto inedite sulla luce interna della basilica. Il titolo della mostra è “Ouvertures…”. Padre Alfonso in un’intervista parla del metodo seguito nelle varie fasi del lavoro e in un video-montaggio realizzato con le foto presentate all’esposizione racconta cosa si rivelato davanti ai suoi occhi. Nel corso delle diverse visite a questo santuario (www.sanctuaire-pontmain.com) affidato agli Oblati di Maria Immacola, p. Alfonso ha constatato che “è impossibile seguire tutti i giochi di luce che mettono in evidenza le colonne e le arcate. La diffusione della luce e le tonalità dei colori cospargono l’interno ed il cuore di tutto il santuario variopinto. La molteplicità dei colori e l’intensità della luce aprono alla relazione tra l’umano ed il divino, l’umanità e la trascendenza. Io sono affascinato – ha detto p. Alfonso - dal contrasto, dall’opposizione della luminosità del chiaro e dell’oscuro, l’uno fa risaltare la specificità e l’unicità dell’altro”.

more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Il Presepe, una Meditazione sui Fatti di Betlemme

Il Presepe, una Meditazione  sui Fatti di Betlemme | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it

Click here to edit the content

 

 
Elio Filardo's insight:

Il sito dell’Associazione Italiana Amici del Presepio (www.presepio.it) propone le meditazioni per le domeniche dell'Avvento e dei giorni festivi di questo tempo liturgico preparate da p. Giuseppe Cellucci OMI. In quanto assistente spirituale dell’associazione, p. Giuseppe, anche negli anni precedenti, ha già scritto altre riflessioni che sono state raccolte in una pagina del sito ad esse dedicata.

Forse non tutti si sono mai cimentati nella realizzazione di un presepe, ma quasi a tutti può capitare di ritrovarsi davanti a questa tradizionale icona natalizia che ripropone un fatto meritevole di essere raccontato ed annunciato ancora.

 

 
more...
No comment yet.
Scooped by Elio Filardo
Scoop.it!

Bangkok sommersa dalle acque

Bangkok sommersa dalle acque | sotto gli occhi di tutti | Scoop.it

A commento delle immagini pubblicate da Alessio Fratticcioli sulle alluvioni di Bangkok propongo uno stralcio del messaggio di p. Claudio Bertuccio, missionario Oblato di Maria Immacolata, residente a Thanyaburi. Nell’aggiornamento del 5 novembre pubblicato da omiworl.org p. Claudio ne parla in questi termini: “da circa cinque giorni, la nostra parrocchia della città si trova sotto 50 cm di acqua. La casa di accoglienza degli immigranti nelle vicinanze, diretta dagli Oblati, è anche essa allagata. Gli Oblati cercano di aiutare le persone in difficoltà, con le limitate risorse a loro disposizione. Con una piccola imbarcazione si distribuiscono dei sacchi contenenti cibo e acqua potabile a coloro che non hanno nulla.
Nella nostra casa c’è un metro d'acqua in giardino e 70cm all’interno dell’abitazione. Telefono ed internet sono fuori uso, ma al primo piano c’è ancora l’elettricità.
Ci sforziamo di fare il possibile per aiutare le persone intorno a noi, ma ora siamo come loro, non abbiamo più una casa asciutta dove vivere o di ricevere le vittime delle inondazioni. Anche se non possiamo fare molto, possiamo almeno essere testimoni di speranza in mezzo a questo disastro terribile”.

more...
No comment yet.