Le Marche un'altra Italia
152.9K views | +21 today
Follow
Le Marche un'altra Italia
Le Marche: il gioiello nascosto nel negozio di tesori d'Italia.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

Cagli su Borghi d'Italia (Tv2000)

La XIV puntata di Borghi d’Italia ci porterà a Cagli, vera città d’arte, nella Provincia di Pesaro – Urbino ... http://www.tv2000.it/borghiditalia
Mariano Pallottini's insight:

Cagli nelle Marche su Borghi d'Italia

more...
No comment yet.
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

La Piana di Maiano nel Comune di Cagli

La Piana di Maiano nel Comune di Cagli | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

Durante una delle rare domeniche soleggiate di quest'inverno, ho voluto fare la classica passeggiata post-pranzo lungo la strada che attraversa l'incantevole Piana di Maiano. Il luogo è una vera e propria perla ambientale dell'entroterra pesarese, un'area agricola pressoché immacolata ma purtroppo sottoposta al costante assedio degli speculatori. Il comune di Cagli, che dovrebbe preservare questo prezioso angolo di territorio, ha invece tentato negli ultimi anni di impiantarvi un grande impianto fotovoltaico. Fortunatamente molti cittadini, oltre a diverse organizzazioni ambientali e non solo, si sono fermamente opposti a tale decisione. Maiano è un altipiano alluvionale di grande valore ambientale ma anche storico: qui passava la via che fino all'avvento della Flaminia collegava i territori dell'interno alla bassa valle del Metauro, non solo, nella Piana si trovano le tracce di un insediamento preistorico mentre nelle vicinanze numerosi sono stati i ritrovati di manufatti d'epoca pre-romana. Tutto ciò ha contribuito a preservare la bellezza della Piana di Maiano fino a oggi ma i pericoli sono sempre all'orizzonte, bisogna fare attenzione se non vogliamo perdere l'ennesima perla marchigiana. 
La Piana di Maiano si raggiunge da Cagli percorrendo la strada provinciale di raccordo con Pergola. Appena lasciata la cittadina si attraversa un lungo rettilineo fino a un incrocio, al quadrivio, volgendo lo sguardo verso sinistra, non si potrà fare a meno di notare delle case con una grande torre che le sormonta, inoltre all'ingresso della via si trovano i cartelli segnaletici per le località di Molleone e Tarugo: è questa la strada per Maiano. L'edificio conosciuto come "Torraccia", è posto su un'altura che impedisce la vista della Piana a chi transita lungo la provinciale e allo stesso tempo gli permette di vegliare su essa.
Oltrepassata la collina su cui sorge la torre i pendii s'appianano molto dolcemente e voltandosi dopo pochi metri di cammino, ecco uno spettacolare panorama che dai campi della Piana va fin sul Massiccio del Catria completamente innevato.
La strada che attraversa la Piana di Maiano, sullo sfondo tutto il Massiccio del Catria, a destra si intravede la sagoma della torre.
Lo sguardo poco più a sud verso la Rocca di Frontone ed il Monte Strega, la via si adorna con queste grandi querce, ancora pochi metri e la strada abbandona la Piana.
Proseguo il cammino sulle colline che circondano Maiano per darle un'occhiata dall'alto: uno scorcio d'altri tempi!

more...
Matteo Barbaresi's comment, February 28, 2013 8:14 PM
Ciao Mariano. Non ti ho fatto ancora i complimenti per questo tuo sito che condivide il meglio delle Marche. Grazie anche per aver dato luce al mio blog e ai posti che amo come la Piana di Maiano!
Mariano Pallottini's comment, March 1, 2013 2:39 AM
Grazie a Te Matteo e grazie a tutti coloro che come te producono bellissimi contenuti sul nostro amato territorio. Spero di poter dare a tutti Voi sempre più visibilità e seguito. A presto
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

Ristoranti nelle Marche: La Ferraia Farm2Table, Pianello di Cagli

Ristoranti nelle Marche: La Ferraia Farm2Table, Pianello di Cagli | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

Un posto carino, accogliente, circondato da splendide montagne come il Monte Nerone e il Monte Catria “Appennino UmbroMarchigiano“, è l’Agriturismo la Ferraia con il suo Ristorante La Ferraia Farm2Table dove due giovani Chef Denis Tomaselli e Andrea Marzoli da poco hanno [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

Cagli e La Processione del Cristo Morto

La Pasqua a Cagli raggiunge livelli particolarmente struggenti il giorno del Venerdì Santo, con la "Processione del Cristo Morto", che è legata alla Confraternita del Santissimo Crocifisso e San Giuseppe eretta nel 1537.
La processione del tardo pomeriggio, dopo la deposizione, partendo dal Duomo si conclude di fronte alla chiesa di San Giuseppe con i due gruppi contrapposti dell'Addolorata da un lato e quella del Cristo dall'altra ai piedi della grande croce tra le statue di San Giovanni e la Maddalena. Il simulacro del Cristo viene infatti esposto alla devozione dei fedeli all'interno della chiesa, dopo essere stato adagiato sotto un antico pregevole baldacchino di tessuto nero con i simboli della Passione ricamati con argento filato. Le pareti della chiesa per l'occasione risultano invece addobbate da dodici stendardi da parata di lino del Seicento.
La sera oltre quattrocento confratelli delle cinque distinte confraternite cittadine, partendo dalla chiesa di San Giuseppe, danno vita all'impressionante corteo religioso che precede il carro dove è deposto il Cristo morto. Scalzi, in segno di penitenza, ed incappucciati poiché la carità non ammette alcun esibizionismo, i confratelli marciano per la città in religioso silenzio o recitando le preghiere solite, accompagnati dal suono mesto di un tamburo e da scelti brani musicali.
[testo tratto da “ Il Forestiere in Cagli ” di Alberto Mazzacchera]

more...
No comment yet.