Knowlegde Hub
521 views | +0 today
Follow
Knowlegde Hub
Creativity, Innovation &Change, Negotiation
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Alessio GiachinRicca from Transmedia: Storytelling for the Digital Age
Scoop.it!

QR Codes Tell The Story

QR Codes Tell The Story | Knowlegde Hub | Scoop.it

Via The Digital Rocking Chair
more...
Bad Spoon's curator insight, September 10, 2013 1:23 AM

Une manière ludique de découvrir une ville via le Storytelling : un plan interactif intégrant des QR- codes.

Ces QR-codes permettent de lire les histoires d'auteurs locaux et de découvrir la ville sous un nouvel angle

Denyse Drummond-Dunn's curator insight, September 10, 2013 1:40 PM

Simple use of QR codes that really works. Be inspired!

 

sophiedesc's curator insight, September 16, 2013 7:46 AM

Storytelling meets Tourism, with an inspiring use of QR Codes!  

Rescooped by Alessio GiachinRicca from Modern Marketer
Scoop.it!

37 Ways to Use Social Media to Market Your Website

37 Ways to Use Social Media to Market Your Website | Knowlegde Hub | Scoop.it

The key to every site’s success is through good marketing and promotion. Even if you have really good and substantial content on your site, you still need to promote it to avoid getting left behind the competition. In the internet community, the best way to achieve an increase in website traffic and revenue is to take advantage of social media. When used correctly, this tool can provide a platform for brand awareness, exposure, networking, and a huge boost in traffic & sales.

 

Since there are so many different definitions of social media, let’s clarify what we’re talking about here. Social media are primarily Internet- and mobile-based tools for sharing and discussing information. The term most often refers to activities that integrate technology, telecommunications and social interaction, and the construction of words, pictures, videos and audio. This interaction, and the manner in which information is presented, depends on the varied perspectives and "building" of shared meaning among communities, as people share their stories and experiences.


Via Debe Maxwell www.iCharlotteRealEstate.com, Steve Mattison, Raphael Doctah Love, The Fish Firm II
more...
Salima SEGHIR's curator insight, January 24, 2013 1:01 AM

Des précisions intéressantes...

Lalita Krishna's curator insight, January 25, 2013 8:17 AM

Good synopsis.

Ruth Bass's curator insight, March 23, 2013 2:58 PM

add your insight...

Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

imgur: the simple image sharer

imgur: the simple image sharer | Knowlegde Hub | Scoop.it
Imgur is used to share photos with social networks and online communities, and has the funniest pictures from all over the Internet.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

The data | Happy Planet Index

The data | Happy Planet Index | Knowlegde Hub | Scoop.it
The Happy Planet Index (HPI) is the leading global measure of sustainable well-being. The HPI measures what matters: the extent to which countries deliver long, happy, sustainable lives for the people that live in them.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

iSentiment per una Cittadinanza PartecipAttiva « giachinricca.it

iSentiment per una Cittadinanza PartecipAttiva « giachinricca.it | Knowlegde Hub | Scoop.it

In economia, il Sentiment rappresenta lo stato psicologico degli investitori davanti a determinate variabili e può influenzare l'andamento dei prezzi, le quotazioni e i volumi delle contrattazioni.

Mutuando il concetto dal mondo finanziario, l’app vuole essere lo strumento di raccolta dei “sentiment” (intesa come percezione) dei cittadini rispetto ad alcune variabili della loro vita quotidiana. È uno strumento per cogliere lo zeitgeist (lo spirito del tempo) per fotografare la realtà in un determinato momento.

È un tentativo di superare i limiti delle ricerche tradizionali, che fanno il punto in un determinato momento (quello della rilevazione) ma che hanno difficoltà a monitorare il cambio di percezione della popolazione nel suo divenire quotidiano.

Non ha valore statistico ma è un’osservazione empirica della fluttuazione dello stato percettivo degli stakeholder della società civile, cioè di tutti noi.

Sistema operativo supportato

In questa fase di startup dell’idea ci si è concentrati soltanto sulla piattafomra iOS, quindi iPhone e iPad. Disponibile su Appstore bit.ly/MwLxS5 

È già in fase di sviluppo l’app per Android

www.isentiment.it 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Design Thinking. Ma cos’è veramente?

Design Thinking. Ma cos’è veramente? | Knowlegde Hub | Scoop.it
Nei paesi anglosassoni si parla e si utilizza il Design Thinking da almeno cinque anni.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Quanto costa un milione? « Alessio Giachin Ricca

Quanto costa un milione? « Alessio Giachin Ricca | Knowlegde Hub | Scoop.it
“Chi fa distinzione fra intrattenimento ed educazione forse non sa che l’educazione deve essere divertente e il divertimento educativo” Marshall McLuhan...
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Una ricetta scientifica per essere creativi:spegnere il cervello di Giuliano Aluffi da il Venerdì di Repubblica

Una ricetta scientifica per essere creativi:spegnere il cervello di Giuliano Aluffi da il Venerdì di Repubblica | Knowlegde Hub | Scoop.it

La creatività è merce sempre più rara: lo sostiene la psicologa Kyung Hee Kim del William & Mary College di Williamsburg (Virginia) nel suo studio La crisi della creatività: il calo dei punteggi nei test di Torrance sul pensiero creativo. Analizzando i punteggi ottenuti in 300 mila test dagli anni Cinquanta a oggi, la Kim ha trovato che la creatività è in caduta libera almeno da venti anni. E il fenomeno avrebbe anche una spiegazione semplice: secondo le neuroscienze, infatti, essere inventivi non è un divertimento, ma piuttosto una realtà rivoluzionaria e sgradevole. Il pensiero libero è provocatorio e pericoloso: a essere creativi si fa perciò una gran fatica. Lo sostiene, con un gran numero di esempi e una scrittura assai brillante, Alf Rehn, docente di innovazione al Royal Institute of Technology di Stoccolma e autore di Dangerous ideas (Franco Angeli). "La creatività è sofferenza, richiede di mettersi in discussione, di buttarsi tutto alle spalle e sfidare il buonsenso" dice. E racconta: "La Pure Digital Technologies lanciò una videocamera seguendo una strada disprezzata dai colossi del mercato, ma che si rivelò geniale: realizzare un prodotto dichiaratamente peggiore di tutti gli altri". Proprio perché tutti inseguivano l'eccellenza, i vecchi metodi di cattura videodigitale erano diventati sempre più economici. "La Pure Digital ideò così uno spartano involucro di plastica, con un tasto play e poco altro. E tanta semplicità d'uso. In cinque anni l'azienda ha venduto 1,5 milioni di queste videocamere, le Flip Video, diventando il numero uno del settore, con una crescita del 50 mila per cento" ricorda Rehn. Come mai le aziende concorrenti furono prese in contropiede? "Perché viziate dall'abitudine. Il fatto è che il cervello è pigro e può diventare il peggior censore delle idee creative" continua Rehn. "È un organo che ama gli schemi e le ripetizioni, e odia e scoraggia la novità. Fintanto che lo nutriamo di idee che può facilmente incasellare nei suoi schemi, ci gratifica con dosi di dopamina che ci fanno stare bene. Quando invece pensiamo a cose provocatorie e innovative, il rubinetto della dopamina si chiude e aumenta la produzione di ormoni dello stress: il cervello vuole farci capire che, quando siamo creativi, non è contento di noi. E ci fa soffrire". Come difendersi? I professionisti del jazz e del cabaret lo fanno d'istinto: quando improvvisano, mettono a riposo la corteccia prefrontale dorsolaterale, associata all'autocontrollo. La ricetta per essere creativi, quindi, è semplice e sovversiva al tempo stesso: spegnere il cervello. O almeno la sua parte più bacchettona. "Il modo migliore per diventare più creativi è riflettere soprattutto sulle cose che tendiamo a disapprovare. La prossima volta che bolli un'idea come sgradevole, fermati e domandati: cosa stai cercando di proteggere? Cosa vuoi evitare di imparare? Avvertire disgusto per un'idea è il primo segnale che abbiamo raggiunto i limiti imposti dal nostro cervello. Oltre quella palizzata c'è la creatività".

more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Alessio GiachinRicca (@Algiari) on Twitter

Alessio GiachinRicca (@Algiari) on Twitter | Knowlegde Hub | Scoop.it
Sign up for Twitter to follow Alessio GiachinRicca (@Algiari).
more...
No comment yet.
Rescooped by Alessio GiachinRicca from BUSINESS MODEL CANVAS
Scoop.it!

Business Model You by Tim Clark

Business Model You

Via Beople
more...
Beople's curator insight, June 11, 2013 12:06 PM

Dal Canvas allo You, dalle Aziende alle Persone.

Tim Clark, uno dei 470 collaboratori al libro Business Model Generation (Creare Modelli di Business, ed. Fag), ha ideato poi la sua personale edizione.

 

Ecco una presentazione efficace del BMY: buona visione!

Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Lunedì 24 settembre #PARTECIPARE: società, beni pubblici e nuovi metodi di partecipazione

Lunedì 24 settembre #PARTECIPARE: società, beni pubblici e nuovi metodi di partecipazione | Knowlegde Hub | Scoop.it
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

iSentiment – Available on google play

iSentiment – Available on google play | Knowlegde Hub | Scoop.it
Cogliere i sentiment dei cittadini rispetto alle variabili della vita quotidiana...
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

32 Innovations That Will Change Your Tomorrow

32 Innovations That Will Change Your Tomorrow | Knowlegde Hub | Scoop.it
An abridged guide to the many ways that your day is about to get better.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Cigno nero e curva gaussiana

Cigno nero e curva gaussiana | Knowlegde Hub | Scoop.it

Nell’approccio all’innovazione si ha l’aspettativa di ottenere una ricaduta positiva immediata: siamo legati al concetto della causa-effetto. Laddove il risultato tarda a venire, sulla base delle nostre aspettative temporali, abbandoniamo il progetto in quanto lo riteniamo improduttivo. È un approccio legittimo ma riduttivo, funzionale ad una innovazione incrementale piuttosto che ad una innovazione di rottura. Noi agiamo in funzione dei concetti che riteniamo corretti e su questa base facciamo le nostre previsioni: costi, ricavi e ricadute. Le nostre azioni sono mosse o dalla massimizzazione del risultato o dalla minimizzazione del rischio, Dovremmo lasciare l’approccio meccanicistico e sposare, perlomeno fidanzarci con quello probabilistico, con una esposizione convinta ai Cigni Neri, proposti da Nassim N. Taleb ed alla Serendipity, adottando uno stile di governance più aperto alla casualità rispetto alla causalità. D’altra parte la storia ci porta molti esempi di come le scoperte siano state fatte per condizioni casuali (serendipity) piuttosto che per forme di controllo del processo d’innovazione. Nella distribuzione sulla curva di Gauss delle probabilità abbiamo la tendenza a focalizzarci nell’area della maggiore probabilità per una ragionevole aspettativa su di un risultato immediato. Ma l’innovazione di rottura di manifesta nelle code della curva a campana, dove si presentano quegli avvenimenti, improbabili, casuali ed inaspettati che possono portare le organizzazioni a fare un quantum leap. Taleb nel suo Cigno Nero, ci dice che la parte alta della curva gaussiana è utile nelle normali condizioni, chiamato Mediocristian, utile per gestire la quotidianità in contesti stabili e prevedibili; ma non possiamo escludere che nelle code, l’Estremistan, siano possibili avvenimenti che possano capovolgere i paradigmi di riferimento con risultati inaspettati. Ora le organizzazioni dovrebbero attrezzarsi a gestire culturalmente e organizzativamente i Cigni Neri, lasciando ampio spazio alla possibilità di “sbagliare”. Viviamo in un mondo dove l’errore è demonizzato, colpevolizzato e non considerato come ricerca di soluzioni alternative migliori. “Se non sbagli significa che stai facendo le cose come le hai sempre fatte” potrebbe essere il mantra!!!

more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

The Five Personalities of Innovators: Which One Are You? - Forbes

The Five Personalities of Innovators: Which One Are You? - Forbes | Knowlegde Hub | Scoop.it
Whenever I try to conjure up what innovation looks like, the same slideshow of images clicks across my mind: that photo of Einstein with his tongue sticking out, Edison with his light bulb, Steve Jobs onstage in his black turtleneck, introducing...
more...
No comment yet.
Scooped by Alessio GiachinRicca
Scoop.it!

Il Disagio della libertà - Corrado Augias - Libro - RIZZOLI

Il Disagio della libertà - Corrado Augias - Libro - RIZZOLI | Knowlegde Hub | Scoop.it
In novant’anni di storia, dal 1922 al 2011, abbiamo avuto il Ventennio fascista e il quasi-ventennio berlusconiano: per poco meno di metà della nostra vicenda nazionale abbiamo scelto di ...
more...
No comment yet.