Una riflessione di Marco Guastavigna di qualche anno fa ma attuale


Via epanto