HYPES - Electronic components
10.2K views | +0 today
Follow
HYPES  - Electronic components
MCUs | analogs | mixed-signal | IP | power | HMI | automotive | sensors | projects | new technologies
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Diventiamo amici!

Diventiamo amici! | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Iscriviti alla nostra Newsletter (potrai sempre cancellarti in seguito) e riceverai in omaggio una raccolta di 100 progetti!

Nell'email di conferma ti indicheremo il link per scaricare il tuo omaggio.

Ricorda di comunicarci anche la data del tuo compleanno e ti invieremo, oltre agli auguri, un piccolo regalo.
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Arriva Zerophone, il telefono a 50 dollari - Hi-tech

Arriva Zerophone, il telefono a 50 dollari - Hi-tech | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Basato su Linux e riparabile dall'utente (ANSA)...
Antonio Cirella's insight:
a naso mi sembra un must per gli smanettoni! :D
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Non perdere i seminari "L'IoT visto dall'alto"

Non perdere i seminari "L'IoT visto dall'alto" | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Melchioni con Advantech ed Engicam sono lieti di invitarvi all’IoT Road Show dal titolo "L'IoT visto dall'alto"!

Quattro Seminari dimostrativi e gratuiti focalizzati sulle soluzioni IoT in quattro città diverse!

Sarà l’occasione per rispondere a domande quali “Come si fa l’IoT” e soprattutto “Perchè si fa IoT”.
Antonio Cirella's insight:
Guarda la tua zona e non perdere questo fantastico seminario by @melchioni @Engicam @Alleantiasrl @AdvantechEurope #IoT
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Innovation Award 2018 - vota anche tu l'innovazione!

Innovation Award 2018 - vota anche tu l'innovazione! | HYPES  - Electronic components | Scoop.it

Vuoi dare il tuo contributo concreto all’innovazione? Scegli il componente, sistema o software più avanzato, con prestazioni, architettura o funzionalità adatte a realizzare un prodotto finale di successo. Il tuo voto è importante. Ci aiuterai a mettere sotto la luce dei riflettori i prodotti più innovativi e riceverai un abbonamento omaggio a Selezione di Elettronica

Antonio Cirella's insight:
Gli oscar della tecnologia #innovationaward @SdElettronica
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Nuovo layout dei padiglioni a electronica 2018

Nuovo layout dei padiglioni a electronica 2018 | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Continua la crescita di electronica, che per la prima volta occuperà 17 padiglioni del Centro Fieristico di Monaco di Baviera. Verranno infatti aggiunti anche i nuovi padiglioni C5 e C6, disponibili dalla primavera di quest'anno. Novità anche per la struttura dei padiglioni C2 e C3. Angela Marten, Project Manager del salone, illustra la nuova suddivisione delle aree espositive e il processo di riorganizzazione della manifestazione. electronica si svolgerà dal 13 al 16 novembre 2018.

Signora Marten, la scorsa edizione di electronica occupava 13 padiglioni, mentre nel 2018 si estenderà su 17. Quali sviluppi hanno portato a un ampliamento così significativo? 
L'area espositiva era aumentata già per electronica 2016. La domanda superava ampiamente la disponibilità di spazi, così abbiamo aggiunto già due anni fa il padiglione C4. Al termine della scorsa edizione era quindi chiaro che, per dare al salone una struttura adeguata in ottica futura, avremmo dovuto rivedere la suddivisione dei padiglioni. Solo in questo modo possiamo evitare ulteriori spostamenti dei settori espositivi qualora la domanda di spazi da parte degli espositori cresca ulteriormente. Insieme al comitato direttivo e agli espositori abbiamo studiato una nuova organizzazione del centro fieristico. Da qui è scaturito l'ampliamento da 13 a 17 padiglioni.

Quali considerazioni hanno guidato la nuova suddivisione dei padiglioni? 
Rispetto alla pianta del 2016 balza subito agli occhi un primo elemento: il salone aveva solo due ingressi, ovest ed est (West e Ost). Il flusso di visitatori si sviluppava quindi da ovest ad est e viceversa. Questo elemento influenzava notevolmente l'assegnazione degli spazi e la disposizione dei settori espositivi, che seguiva il percorso di visita degli operatori. Con l'aggiunta dei padiglioni C2 e C3 e dei padiglioni C5 e C6 di nuova costruzione, ora abbiamo a disposizione anche gli ingressi nord, nord-ovest e nord-est, che consentono di accedere al centro espositivo da tutti i lati. L'ulteriore orientamento nord-sud dei settori favorirà una distribuzione omogenea delle presenza in tutto il centro. I conduttori, che rappresentano il cuore di electronica, occuperanno un posto centrale nella nuova disposizione.

Come funziona in concreto? In quali padiglioni si troveranno i semiconduttori e gli altri comparti a partire dall'edizione 2018? 
Nella nuova struttura i semiconduttori saranno dislocati nei padiglioni A4, B4 e C4 e negli adiacenti B5, C5 e C3. In questo contesto si svolgerà anche SEMICON Europa nel padiglione A4. Convergono inoltre verso il cuore del centro fieristico i settori Automotive ed Embedded Systems, direttamente adiacenti a Display e Sensoristica. Elettromeccanica, Relè e Custodie/Alloggiamenti formano un altro comparto che occupa più di due padiglioni. Anche per questo settore abbiamo scelto una disposizione nord-sud. Gli espositori di questo comparto saranno collocati dal 2018 nei padiglioni A2, B2 e C2. Schede a circuiti stampati ed EMS si trasferiscono nei padiglioni A1 e B1, i componenti passivi nell'A6 e B6, con il conseguente riposizionamento di tutti gli altri settori.

Che cosa succede ai numerosi forum integrati nei vari padiglioni? 
I forum seguono i settori espositivi di riferimento. Ad esempio, electronica automotive forum si sposta nel padiglione B4, mentre electronica embedded forum trasloca nel B5.

La nuova disposizione non riguarda solo gli espositori: Come si orienteranno i visitatori in fiera? 
La domanda è pertinente, perché l'edizione 2018 di electronica sarà la più grande di tutti i tempi. I singoli settori cresceranno e ci sarà più spazio per il programma collaterale. Nonostante le dimensioni del salone, tutti i comparti sono facilmente raggiungibili grazie alla chiara suddivisione dei padiglioni. Per aiutare ulteriormente i visitatori, i vari settori saranno contraddistinti da diversi colori, sia sulla piantina, sia all'interno del centro fieristico, ad esempio con la colorazione della moquette. Per la disposizione dei vari settori nel centro fieristico, non solo abbiamo tenuto conto della facilità e della velocità con cui ogni operatore può raggiungere il settore di proprio interesse, ma abbiamo anche studiato il layout in modo da fornire suggerimenti e ispirazioni. In quest'ottica abbiamo posizionato per quanto possibile aree affini l'una accanto all'altra. In questo modo electronica offrirà un'esperienza unica: tutto il mondo dell'elettronica sotto lo stesso tetto.

La nuova pianta dei padiglioni può essere scaricata qui: http://electronica.de/messe/informationen/gelaendeplan/index.html

Tutto in sintesi: dati e cifre di electronica: http://electronica.de/messe/informationen/daten-fakten/index.html ;
Antonio Cirella's insight:
Attenzione!!! a novembre ci aspetta una Electronica molto diversa!! #ele18 @electronicaFair
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Conosci Qwant? il motore di ricerca (europeo) che rispetta la tua privacy

Conosci Qwant? il motore di ricerca (europeo) che rispetta la tua privacy | HYPES  - Electronic components | Scoop.it

Qwant garantisce la tutela della tua privacy: questo è il cuore della nostra filosofia. Non utilizziamo alcun cookie o altro dispositivo di tracciamento che ci consentirebbe di individuare i siti che visiti o di definire il tuo profilo. Non tentiamo di sapere chi sei o cosa fai  quando utilizzi il nostro motore di ricerca. 

Antonio Cirella's insight:
Se ne sentiva il bisogno!
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Straight to the Destination – ADI solutions solve railway reliability and safety challenges | Milano Eventi

Straight to the Destination – ADI solutions solve railway reliability and safety challenges | Milano Eventi | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Arrow Electronics & Analog Devices sono liete di invitarvi ad una giornata dedicata al mondo Railway. Vi presenteremo le soluzioni più innovative in ambito Power, Isolation e Predictive Maintenance, con l’obiettivo di fornirvi una panoramica dei dispositivi che possono dare un valore aggiunto alla realizzazione dei vostri progetti, garantendo qualità, affidabilità e rispetto degli standard di sicurezza.
Antonio Cirella's insight:
Interessanti appuntamenti di @ArrowGlobal dedicati al settore #railway
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Oscilloscopi WavePro HD di Teledyne LeCroy Catturano ogni dettaglio

Oscilloscopi WavePro HD di Teledyne LeCroy  Catturano ogni dettaglio | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Teledyne LeCroy presenta oggi gli oscilloscopi ad alta definizione WavePro HD, nei quali per la prima volta si utilizza la tecnologia 12-bit HD4096 unita alla banda analogica di 8 GHz, ottenendo una elevata fedeltà del segnale ed un basso rumore di fondo. Gli oscilloscopi LeCroy WavePro HD possono acquisire i più piccoli dettagli delle forme d’onda per periodi di tempo molto lunghi, poiché sono dotati di una memoria di acquisizione veloce e facilmente gestibile, che per la prima volta può arrivare fino a 5 Gpt. Un insieme di dotazioni che permette di evidenziare velocemente anche le più nascoste anomalie.

Gli oscilloscopi WavePro HD a 12-bit sono un supporto unico agli ingegneri che sviluppano i più piccoli e veloci dispositivi mobili e portatili, a bassa potenza; sistemi di computer integrati ad alta velocità; tecnologie per centri di raccolta dati. Tutte queste applicazioni sono caratterizzate da sensori analogici, da reti per la distribuzione della potenza (PDN) a tensioni molto basse e da CPU ed interfacce per dati seriali ad alta velocità. Tutto ciò richiede un unico oscilloscopio che possa combinare alta risoluzione, basso rumore, larga banda analogica ed un tempo di acquisizione molto lungo ad alto passo di campionamento, per facilitare le attività di analisi e verifica.

Tutti i modelli di oscilloscopi WavePro HD sono dotati di un ampio Display Touch Screen capacitivo, da 15,6” e 1900 x 1080 pixel. L’interfaccia utente MAUI One Touch permette un utilizzo intuitivo ed efficiente. La serie è composta da quattro modelli con bande analogiche da 2,5 GHz fino a 8 GHz, tutti con passo di campionamento fino a 20 GS/s.

Il cuore del WavePro HD è un nuovo Chipset da 8 GHz che comprende un Front-End a basso rumore ed un ADC da 12-bit. Questo componente, altamente integrato in una architettura di sistema a larga banda e basso rumore, permette per la prima volta di sfruttare tutta la potenzialità della tecnologia ad alta definizione HD4096, in un oscilloscopio di 8 GHz a 12-bit. Altri costruttori utilizzano ADC da 10- o 12-bit all’interno di una architettura di sistema tradizionale ad 8 bit, oppure utilizzano tecniche di elaborazione del segnale sacrificando la banda analogica all’alta risoluzione. La tecnologia HD4096 dei WavePro HD garantisce la più alta risoluzione ed il rumore più basso, su tutta la banda senza compromessi. 

Grazie alla architettura di prossima generazione, utilizzata per la gestione della memoria nei WavePro HD, le acquisizioni su 5-Gpunti sono veloci e reattive. Inoltre l’interfaccia utente MAUI consente di cercare con facilità, di scorrere il segnale e di analizzare in profondità le caratteristiche di interesse delle forme d’onda. I WavePro HD possono acquisire 250 ms al massimo passo di campionamento di 20 GS/s, sempre con risoluzione a 12-bit.

In un oscilloscopio WavePro HD è possibile combinare i canali analogici ad alta risoluzione, con degli ingressi misti opzionali (MSO), per acquisire segnali da una ampia gamma di sensori analogici, digitali, dati seriali, Power-Rail ed altri. L’insieme di funzioni di misura ed analisi è potenziato dall’opzione TDME per Trigger, decodifica, misure, grafici e diagramma ad occhio di dati seriali. Pertanto il WavePro HD realizza le acquisizioni più lunghe per l’analisi delle relazioni casuali tra segnali ad alta ed a bassa velocità, inclusi quelli provenienti da reti di distribuzione della Potenza (PDN), da sensori analogici, da attività digitali e da messaggi di dati seriali. Dotando l’oscilloscopio delle potenti funzioni Teledyne LeCroy, per l’analisi del Jitter nei dati seriali ad alta velocità e per la verifica di conformità al protocollo, gli utilizzatori avranno a disposizione un sistema finora inimmaginabile, per l’analisi e verifica dei loro sistemi di computer integrati.

La larga banda analogica e l’elevata risoluzione verticale di cui sono dotati i WavePro HD, li rendono la soluzione ideale per l’analisi dei comportamenti dei sistemi PDN. Larga banda significa caratterizzazione accurata di effetti ad alta velocità come rimbalzi di massa, mentre l’elevato range dinamico e la precisione dello 0,5% assicurano una elevata confidenza nelle misurazioni sensibili come la caratterizzazione di Rail-Collapse. L’eccezionale basso rumore di fondo, unito alla funzione Spectrum Analyzer, aiuta a identificare ed estrarre i più subdoli aggressori delle PDN. La sonda Power-Rail RP4030 da 4 GHz è un complemento alle eccezionali capacità di analisi della integrità di potenza dei WavePro HD, offre diverse opzioni di connessione ed un puro trasferimento del segnale.

Nei laboratori EMC il WavePro HD con 2,5 o 4 GHz di banda analogica, passo di campionamento molto elevato ed alta risoluzione, permette una caratterizzazione estremamente accurata degli impulsi. Inoltre, sul banco di misura, i progettisti di sistema possono discernere le sorgenti EMI all’interno di un denso spettro elettromagnetico. L’eccezionalmente basso rumore e le intuitive funzioni per l’analisi dello spettro, rendono il WavePro HD un potente strumento per la ricerca delle interferenze.

Per le analisi dei dati seriali, la risoluzione di 12-bit, il basso rumore di fondo e l’eccezionalmente basso Jitter della base dei tempi (60 fs), danno al WavePro un tremendo vantaggio nelle misure di rumore e di Jitter. L’opzione SDAIII CompleteLinQ è il più completo insieme di funzioni per l’analisi del rumore verticale e del Jitter dei dati seriali, mentre l’opzione QualiPHY per l’analisi di conformità di protocollo, consente una facile validazione dei sistemi al livello fisico.

Il WavePro HD è dotato della nuova interfaccia ProBus2 ad 8 GHz, compatibile con BNC. Le nuove sonde a 8- e a 6-GHz ProBus2 si connettono direttamente al WavePro HD, così come l’interfaccia a 4 GHz ProBus si connette agli altri oscilloscopi Teledyne LeCroy. Inoltre, le sonde ProBus operano anche per mezzo della nuova interfaccia ProBus2, senza l’utilizzo di adattatori, viene quindi garantita la compatibilità dei nuovi WavePro HD con l’ampia gamma di sonde Teledyne LeCroy già esistenti.

Maggiori informazioni: http://teledynelecroy.com/
Antonio Cirella's insight:
Nuova architettura di #oscilloscopi da @LeCroyEurope 8 GHz 12-bit risoluzione #HD4096
more...
No comment yet.
Suggested by Roberto Armani
Scoop.it!

E' online il nuovo numero di Elettronica & Maker 

E' online il nuovo numero di Elettronica & Maker  | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Elettronica & Maker è una rivista web destinata a un pubblico costituito da sperimentatori, appassionati, studenti, insegnanti di elettronica. Nata come "anello mancante" tra le pubblicazioni B2B, destinate a professionisti di settore, e le B2C a profilo spiccatamente commerciale, E&M si rivolge a chi desidera non solamente realizzare progetti, ma anche dialogare con gli autori quando serve, lasciando ampio spazio di contatto attraverso il proprio sito di taglio "social".
Visita il sito https://www.elettronicaemaker.it e scarica la tua copia gratuita. Ti aspettiamo!
Antonio Cirella's insight:
Un ottimo progetto editoriale! #rivista #elettronica
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Xilinx annuncia i rivoluzionari ACAP (Adaptable Computing Acceleration Platform)

Xilinx annuncia i rivoluzionari ACAP (Adaptable Computing Acceleration Platform) | HYPES  - Electronic components | Scoop.it

Xilinx, leader nel settore dell'informatica adattativa e intelligente, ha annunciato oggi una nuova categoria di prodotti innovativi denominata Adaptive Compute Acceleration Platform (ACAP) che va ben oltre le capacità di un FPGA. Un ACAP è una piattaforma di calcolo eterogenea multi-core altamente integrata che può essere cambiata a livello di hardware per adattarsi alle esigenze di una vasta gamma di applicazioni e carichi di lavoro. L'adattabilità di un ACAP, che può essere eseguita dinamicamente durante il funzionamento, offre livelli di prestazioni e prestazioni per watt che non corrispondono a CPU o GPU.

Antonio Cirella's insight:
Una nuova frontiera oltre gli #fpga @XilinxEMEA
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

IoT è nulla senza le tecnologie Embedded | | 10-11 Aprile | Milano

IoT è nulla senza le tecnologie Embedded | | 10-11 Aprile | Milano | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
IOTHINGS Milan è l’evento internazionale, organizzato da #Innovability, totalmente dedicato all’#IoT e alla emergente Digital Transformation of Things che si svolge, dal 2002, in primavera a Milano.

EMBEDDED IOT è l'area di IOTHINGS che si rivolge ai R&D manager, progettisti elettronici, agli sviluppatori firmware, ecc. che hanno la possibilità di accedere, in un unico evento, ad un formidabile aggiornamento tecnologico avendo tutta la filiera dell’IoT rappresentata.

Forte attenzione sarà data, tra le altre, alle soluzioni embedded per l’IoT con le reti di sensori, le piattaforme IIoT, le certificazioni, i moduli HMI più utilizzati nelle applicazioni IoT.
Antonio Cirella's insight:
Da non perdere la prossima edizione di #embeddediot #iothingsmilan #iot @innovability
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Realizzato componente elettronico con caratteristiche simili al neurone

Realizzato componente elettronico con caratteristiche simili al neurone | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Un gruppo di ricercatori della Northwestern University di Evanston, Illinois ha realizzato un componente digitale chiamato “memtransistor”, sorta di “neurone elettronico” che permette di superare due tra le principali differenze che attualmente esistono
Antonio Cirella's insight:
Ci siamo: il componente elettronico per il cervello, arriva l'e-brain??
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Farnell element14 lancia GraspIO Cloudio - una scheda di espansione Raspberry Pi con una piattaforma mobile per l'implementazione e lo sviluppo IoT completo

Farnell element14 lancia GraspIO Cloudio - una scheda di espansione Raspberry Pi con una piattaforma mobile per l'implementazione e lo sviluppo IoT completo | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Farnell element14, in qualità di "Development Distributor", annuncia il lancio di GraspIO Cloudio - una scheda aggiuntiva Raspberry Pi con interfaccia di programmazione Drag and Drop per iPhone , iPad e Android. Tra le altre caratteristiche, include le funzioni di assistente vocale, l'integrazione IFTTT ("If This Then That"), il servizio cloud IoT, il controllo sensori e il dashboard, le notifiche personalizzate con immagini e video e il caricamento di schede multiple con una sola azione.

"La versatilità e la facilità d'uso hanno reso GraspIO Cloudio estremamente popolare tra i produttori e gli innovatori in un'ampia gamma di ambienti applicativi. Cloudio, in combinazione con Raspberry Pi, è una piattaforma IoT Full Stack, il che significa che è possibile programmare dispositivi IoT in modo semplice e rapido attraverso la programmazione Drag and Drop utilizzando un'app mobile", afferma Steve Carr, Global Head of Marketing di Premier Farnell e Farnell element14. "La combinazione di funzioni hardware incorporate e l'accesso al software applicativo innovativo faranno di Cloudio un prezioso contributo alla gamma di strumenti disponibili per gli sviluppatori permettendo l'integrazione di voce, movimento, imaging e cloud."

Cloudio sblocca le applicazioni di computing fisico con Raspberry Pi attraverso una scheda ricca di funzionalità che include un display OLED da 0,96", un sensore a infrarossi, un sensore di luce, un termostato, un interruttore tattile, tre porte ADC, una porta mini servomotore per i sensori esterni, tre porte di uscita digitale, un LED RGB e un buzzer.

Le applicazioni potenziali per Cloudio includono: 

• Controllo vocale: gli utenti possono creare i loro assistenti vocali utilizzando la funzione di riconoscimento vocale integrata per controllare Cloudio da smartphone. È possibile impostare comandi vocali personalizzati per il controllo da qualsiasi luogo di luci, ventole, interruttori, blocchi e altro ancora.

• Uscita vocale: i progetti possono "parlare" grazie al blocco "Speak" integrato di facile utilizzo e il jack per cuffia di Raspberry Pi. Gli utenti possono creare notifiche vocali e messaggi personalizzati in tempo reale o riprodurre audio registrati dalla scheda.

• Integrazione IFTTT: l'IFTTT incontra il computing fisico con Cloudio. Gli utenti possono creare semplici programmi che utilizzano le funzioni Cloudio sia come trigger che come azioni per una nuova esperienza di connettività. Una connessione, innumerevoli possibilità.

• Controllo dei sensori e dashboard: tramite l'uso dei sensori su scheda o esterni, Cloudio può essere implementato come un dispositivo periferico per il controllo dei sensori intelligenti e reattivi. I grafici dei sensori sono visualizzabili in tempo reale su dispositivo mobile e possono essere esportati per l'analisi IoT.

• Fotocamera e notifiche personalizzate: una fotocamera Raspberry Pi o USB può interfacciarsi facilmente con il blocco fotocamera integrato per catturare immagini e video o creare GIF e video time-lapse. Gli utenti possono così impostare notifiche e-mail, immagini e video.

Cloudio è progettato e sviluppato da Grasp IO Innovations e prodotto e distribuito in esclusiva da Farnell element14. GraspIO mira a rendere il mondo dell'IoT e della robotica più semplice e pratico per l'apprendimento, la prototipazione e la riproduzione. È disponibile un video che mostra i potenziali progetti Cloudio:

Maggiori informazioni: https://www.grasp.io/
Antonio Cirella's insight:
Da oggi chiamerò #Cloudio i miei amici :) #iot @element14 @Raspberry_Pi
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Poche settimane alla prossima edizione di Maker Faire Roma, acquista un biglietto scontato con Arrow

Poche settimane alla prossima edizione di Maker Faire Roma, acquista un biglietto scontato con Arrow | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Quest’anno non perdere il più grande evento europeo sull’innovazione! Maker Faire Rome torna alla Fiera di Roma dal 12 al 14 ottobre.

Uno straordinario weekend di tecnologia, creatività, divertimento e spettacolo! Fai un viaggio nel futuro tra robotica, intelligenza artificiale, manifattura digitale, aerospazio, agritech, food 4.0, energie rinnovabili, sostenibilità, riciclo, salute e qualità della vita. Una particolare attenzione sarà dedicata alla formazione con conferenze, seminari e workshop in cui i protagonisti della rivoluzione digitale condivideranno le loro esperienze e conoscenze con il pubblico presente. Spazio anche per i giovani tra i 4 ed i 15 anni con tantissimi laboratori per sperimentare in prima persona lo spirito innovativo dei maker!

ACQUISTA ONLINE IL TUO BIGLIETTO CON UNO SCONTO SPECIALE!

Arrow Electronics e Maker Faire Rome ti invitano a scoprire il domani che ti aspetta, riservandoti una riduzione speciale per acquistare online il biglietto e saltare la fila all’ingresso

Ingresso valido 1 giorno: € 6,00 anziché € 12,00 Abbonamento 3 giorni: € 16,00 anziché € 23,00

• collegati a makerfairerome.vivaticket.it 
• scegli la tariffa “Ridotto Partner” 
• Richiedi ad Arrow il codice sconto che ti sarà inviato via email 

Ricorda: il codice sconto è valido soltanto per i biglietti acquistati online! 

Antonio Cirella's insight:
Per chi va alla @MakerFaireRome possibilità di acquistare un biglietto a prezzo scontato by @ArrowEurope
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Samsung rilascia il primo modem 5G multi-mode: ecco Exynos Modem 5100

Samsung rilascia il primo modem 5G multi-mode: ecco Exynos Modem 5100 | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Samsung ha annunciato il primo modem 5G multi-mode commerciale al mondo, capace di collegarsi alle principali tecnologie di rete diffuse oggi...
Antonio Cirella's insight:
ecco i primi #chip #5g #samsung
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Amazon porta Alexa in Italia e in Spagna

Amazon porta Alexa in Italia e in Spagna | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Dopo tanta attesa, l'assistente vocale Amazon Alexa sarà disponibile in italiano e in spagnolo entro fine anno, insieme ai dispositivi Echo e non solo.
Antonio Cirella's insight:
Personalmente non vedo l'ora di provare #alexaapp sul mio #iphone e il mio #musiccast #yamaha
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Broadcom acquisisce CA Technologies per 18,9 miliardi $ - Digitalic

Broadcom acquisisce CA Technologies per 18,9 miliardi $ - Digitalic | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Broadcom annuncia l' acquisizione di CA Technologies per 18,9 miliardi di dollari. Un grande cambiamento nel mercato del software enterprise.
Antonio Cirella's insight:
Visto che non ha funzionato con #qualcomm si rifà con #CAtechnologies
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Un Innovativo Tester Over-the-Air Guida la Creazione di Dispositivi IoT a Basso Costo

Un Innovativo Tester Over-the-Air Guida la Creazione di Dispositivi IoT a Basso Costo | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Si stimano entro il 2020 circa 20 miliardi di dispositivi connessi e in comunicazione tra loro, che si tratti di dispositivi domestici intelligenti, di apparecchi, dispositivi sanitari indossabili connessi o di auto connesse. L'IoT porterà enormi vantaggi, efficienze e opportunità di business. Tuttavia, per garantire il successo dell'IoT, tutti i dispositivi, compresi i minuscoli sensori, devono essere altamente affidabili, a basso costo e con un elevato throughput di produzione. I metodi di test tradizionali sono semplicemente troppo costosi e richiedono molto tempo per soddisfare questi requisiti tra loro in conflitto.

Perché testare i dispositivi IoT? 
Il test è fondamentale per le applicazioni IoT. Molti casi d'uso dell'IoT riguardano applicazioni mission critiche come il monitoraggio di processi critici in applicazioni industriali o il monitoraggio dei segni vitali di un paziente nelle applicazioni mediche. Senza test adeguati, i dispositivi possono fallire o funzionare nel mondo reale con prestazioni che non corrispondono a quanto è stato misurato in un ambiente di laboratorio. Nelle applicazioni “mission-critical”, eventuali guasti o imprevisti possono causare pericolo di vita.

Dal punto di vista della progettazione, un test corretto dei dispositivi IoT consente: 
• filtraggio di componenti o dispositivi difettosi o marginali; 
• rilevazione di problemi di montaggio, quali componenti installati in modo errato, disallineamento del posizionamento dei componenti, orientamento errato, giunzioni saldate a freddo e PCB errati; 
• identificazione tempestiva della deriva delle prestazioni in modo che sia possibile intraprendere azioni correttive prima che sia troppo tardi per evitare guasti gravi e potenziali richiami di prodotto dopo la consegna.

In definitiva, l'obiettivo del test del dispositivo IoT è migliorare la qualità e l'affidabilità del prodotto, cosi come aiutare a proteggere la reputazione di un'azienda e a garantire la fiducia dei clienti.

Immaginiamo ora per un momento che cosa succederebbe se i test non fossero stati eseguiti correttamente. Le conseguenze di un guasto del prodotto potrebbero essere significative: potrebbe comportare enormi quantità di tempo per la risoluzione dei problemi o la riparazione del dispositivo. E, se il prodotto fosse già stato spedito ai clienti prima che il problema venisse rilevato, l'impatto potrebbe essere anche peggiore, comportando un richiamo del prodotto e un impatto negativo sul marchio dell'azienda.

Parametri chiave da testare Il test dei dispositivi IoT non deve essere complesso o costoso, presumendo che si conoscano i parametri critici che influiranno sulle prestazioni del dispositivo. I dispositivi IoT utilizzano in genere un modulo RF pre-testato e le prestazioni di tale modulo sono garantite dal fornitore del modulo. Il test parametrico completo è già stato eseguito a livello di chipset o modulo. Tuttavia, il design del dispositivo e il modo in cui il chipset o il modulo verranno utilizzati nel progetto effettivo potrebbero in qualche modo alterare le prestazioni.

Ad esempio, quando molti componenti sono assemblati in uno spazio ridotto a causa delle limitazioni della superficie sulla scheda, possono verificarsi interferenze e disallineamenti che ancorché abbiano superato marginalmente la fase di progetto causando il fallimento in produzione. Anche la tolleranza della dimensione dell'alloggiamento meccanico può essere problematica. Il test del dispositivo con o senza copertura può modificare il modello di propagazione delle onde elettromagnetiche e causare un cambiamento delle prestazioni quando testato in diverse configurazioni. Problemi di assemblaggio come la quantità di lega saldante applicata, la tolleranza del valore del componente e il disallineamento del posizionamento e componenti mancanti possono anche causare un guasto del dispositivo.

Comprendere i parametri chiave del test e il loro impatto sulle prestazioni del prodotto è fondamentale per decidere opportunamente la copertura del test.

Test della sensibilità del trasmettitore e del ricevitore. 
Per garantire che il prodotto soddisfi le prestazioni nel raggio di trasmissione specificato, è necessario verificare sia la sensibilità del trasmettitore che la sensibilità del ricevitore. La misurazione della potenza del trasmettitore assicura che il dispositivo emetta potenza sufficiente per raggiungere il ricevitore, ma non così alta da violare i requisiti normativi o consumare energia non necessaria che scarica la batteria. Il test di sensibilità del ricevitore controlla il livello di potenza del segnale che deve essere presente nel ricevitore per poter decodificare i dati correttamente a una determinata velocità di trasmissione del pacchetto.

Frequenza di errore del pacchetto (PER). 
La misurazione del PER è comunemente usata per misurare le prestazioni del ricevitore. Molti sistemi wireless hanno una tecnica di rilevamento e correzione degli errori che verifica se i dati inviati dal trasmettitore sono correttamente ricevuti dal ricevitore. Se i dati vengono ricevuti correttamente, il ricevitore invia un segnale di conferma al trasmettitore in modo che venga inviato il successivo pacchetto di dati. Se i dati sono corrotti, il trasmettitore deve inviare nuovamente i pacchetti, determinando una velocità di trasferimento dei dati più lenta. Ad esempio, in una trasmissione Bluetooth, l'impossibilità di ricevere una conferma dal ricevitore farà sì che il trasmettitore rinvii i dati influenzando, a sua volta, il flusso di dati del sistema. È importante quindi verificare le prestazioni PER del ricevitore per garantire una buona velocità di trasferimento dei dati.

Il test del PER viene eseguito contando il numero di pacchetti ricevuti dal dispositivo su una serie di pacchetti di test consecutivi trasmessi dal tester. Questo test viene normalmente eseguito al livello più sensibile.

Ricerca della Sensibilità. 
Un altro test correlato al ricevitore è la ricerca della sensibilità. Questo test viene eseguito regolando la potenza in ingresso al ricevitore sull'intero intervallo di potenza, per trovare il livello di potenza al quale il PER inizia a fallire. Questo test è comunemente usato per caratterizzare le prestazioni del ricevitore. Poiché può richiedere molto tempo, dovendo passare attraverso molti livelli di potenza per trovare quello più sensibile, in genere non fa parte del test di produzione standard. Tuttavia, è utile controllare casualmente alcuni dispositivi in produzione per rilevare la deriva delle prestazioni o rilevare eventuali problemi di qualità.

Attenzione: Affronta le Sfide in Anticipo Una volta definiti i parametri critici che possono influire sulle prestazioni del tuo dispositivo IoT, il passo successivo è definire le strategie di test. Queste varieranno a seconda dello standard wireless utilizzato. I produttori di dispositivi IoT che si occupano degli standard Bluetooth Low Energy (BLE) e Wireless Local Area Network (WLAN), ad esempio, affrontano una serie di sfide critiche nello sviluppo di strategie di test di produzione. Le prime quattro sfide includono:

1. Mancanza di una connessione cablata. Molti dispositivi IoT sono economici e di dimensioni compatte. Hanno antenne integrate e l'intero dispositivo è incapsulato in un piccolo alloggiamento senza accesso a una connessione cablata per le misurazioni. Senza connessione, i progettisti e i produttori devono capire come eseguire le misure su trasmettitore e ricevitore. 
2. È richiesto un driver specifico per il chipset. La maggior parte dei metodi di test BLE e WLAN richiede un driver specifico per chipset per mettere il dispositivo in modalità test. Questa fase richiede tempo poiché diversi chipset richiedono driver diversi. Lo sviluppo e la gestione di molte versioni di driver è un processo complicato per la maggior parte degli ingegneri di test. Occorrono mesi per sviluppare un driver e questo richiede una stretta collaborazione con il fornitore di chipset per sviluppare il metodo di test. Sono quindi necessari passaggi di produzione aggiuntivi per caricare e scaricare il firmware di prova. 
3. Tempo di prova lungo. I metodi di prova esistenti che utilizzano la modalità di test (noto anche come test di non segnalazione) comportano un lungo tempo di test. In genere, questo metodo richiede all'operatore di eseguire il flashing del firmware di prova, eseguire un lungo elenco di test del trasmettitore e del ricevitore, rimuovere il firmware di test e caricare il firmware finale disponibile. Ciò si traduce in un lungo periodo di prova che influisce negativamente sul costo del test e del throughput di produzione. 
4. Incapacità di catturare difetti che si sono verificati dopo l'assemblaggio finale. Poiché si sta testando il prodotto quando non è nella sua forma definitiva e non con il firmware definitivo, si corre il rischio di non catturare i difetti verificatisi durante il processo di assemblaggio finale e di spedire un prodotto difettoso ai clienti.

Risoluzione delle Sfide relative al Test dei Dispositivi IoT Fortunatamente, queste sfide possono essere facilmente risolte con un nuovo metodo di test che utilizza un tester di segnalazione over-the-air (OTA) innovativo. Utilizzando il tester, sia le misure del trasmettitore che quelle del ricevitore possono essere eseguite via etere, sfruttando i pacchetti di forme d'onda standard come definito dalle specifiche Bluetooth o 802.11.

Ad esempio, i dispositivi BLE trasmetteranno ai 3 canali pubblicitari. Misurando questi canali, un tester di segnalazione OTA può ottenere le necessarie misure della potenza di trasmissione. Per le misurazioni del PER, il tester invia messaggi al dispositivo per stimolarlo a rispondere. Contando i segnali di risposta ricevuti con successo, il tester può quindi ottenere il PER del dispositivo.

Utilizzando questo metodo, un controllo delle prestazioni del trasmettitore e del ricevitore può essere completato in meno di 30 secondi, offrendo un miglioramento significativo sia del tempo che del costo di test complessivo. Inoltre, questi test possono essere eseguiti senza la necessità di un driver chipset proprietario o l'accesso alle porte di comunicazione digitale (UART o USB) per controllare il dispositivo.

I test del trasmettitore e del ricevitore possono essere eseguiti utilizzando il firmware di produzione finale, rimuovendo in tal modo i passaggi aggiuntivi di flashing e rimozione del firmware di prova. Il risultato è un tempo di test complessivo più veloce. Il dispositivo viene anche testato nel suo imballaggio finale e con il firmware definitivo, il che aiuta a garantire che la maggior parte dei difetti di fabbricazione vengano catturati e garantisce che le prestazioni del prodotto saranno quelle previste nel mondo reale.

Conclusione Il numero di applicazioni IoT utilizzate in tutto il mondo si sta espandendo rapidamente. Questa crescita offre enormi opportunità ai produttori di dispositivi IoT, ma crea anche una serie di sfide enormi. La chiave del successo di questi produttori risiede nella loro capacità di portare i loro prodotti sul mercato in modo rapido, economico e con una qualità eccellente.

Una nuova categoria di soluzioni di test funzionali che esegue test delle prestazioni over-the-air, offre ora ai produttori di dispositivi un modo ideale per affrontare queste sfide direttamente. Con questo tipo di soluzione, sia i progettisti che i produttori possono eseguire accurati test del trasmettitore e del ricevitore in modo rapido ed economico per garantire un prodotto di alta qualità.  

L'autore 
Sook-Hua Wong è Industry Segment Manager nel gruppo General Electronics Measurement Solutions di Keysight Technologies. Prima di questo ruolo, è stata product planner, responsabile della pianificazione strategica e dello sviluppo del portfolio di prodotti per misuratori di potenza e sensori RF / Microonde. Sook-Hua detiene un B.S. in Ingegneria Elettrica presso la University of Technologies Malaysia (1999) e un M.S. in Electronic System Design Engineering presso l’University of Science Malaysia (2003). Può essere contattata all’indirizzo sook-hua_wong@keysight.com.
Antonio Cirella's insight:
Ma i prodotti #iot vengono testati? qui un'utile guida per sapere cosa significa testare un dispositivo #iot
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Analizzatori di qualità della tensione e dell’energia ad alta connettività

Analizzatori di qualità della tensione  e dell’energia ad alta connettività | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
La seconda generazione degli analizzatori di qualità della tensione portatili serie MAVOWATT offre le più alte prestazioni di cattura e analisi dei fenomeni elettrici insieme alle più moderne tecnologie di connettività: Ethernet, Wi-Fi, Bluetooth. Con la nuova serie MAVOWATT|2XX è possibile sfruttare le tecnologie wireless per collegarsi e colloquiare attraverso Smartphone, Tablet mediante App per Apple e Android. E’ il primo analizzatore di qualità della tensione portatile a offrire queste modalità di comunicazione. Nei luoghi in cui non c’è rete wireless è il MAVOWATT stesso che si trasforma in Hot Point Access.

Dove non sia presente una connessione Ethernet, l’interfaccia Wi-Fi o Bluetooth permettono di avere padronanza dell’analizzatore mediante il proprio Smartphone o Tablet, come se si operasse direttamente sullo strumento. La nuova generazione di MAVOWATT|2XX offre prestazioni di misura eccellenti insieme a uno schermo a colori Touch Screen da 7”, 4 ingressi di tensione e 4 ingressi di corrente, campionamento a 25,6 kHz, AnswerModules®, algoritmi brevettati per il riconoscimento immediato dell’origine dell’evento, autonomia di funzionamento 3 ore.

Configurazione dello strumento facile e immediata tramite l’auto riconoscimento del sistema elettrico a cui è allacciato, oppure tramite la guida passo-passo o file pre-configurati. Sincronizzazione via GPS o NTP (rete Ethernet), per soddisfare le misure in conformità IEC EN 61000-4-30 Classe A e EN 50160. Memoria interna da 4 GB o esterna USB, software analisi DranView7, App per Apple, Android Tablet & Smartphone.

Maggiori informazioni: www.gmc-instruments.it
Antonio Cirella's insight:
Ottimo sistema di test portatile per la tensione #test #elettronica
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Arduino Day 2018 Italia: gli eventi della quinta edizione 

Arduino Day 2018 Italia: gli eventi della quinta edizione  | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Arduino Day 2018
Un evento di 24 ore, organizzato direttamente dalla comunità o dai fondatori di Arduino, che riunisce utenti di tutto il mondo con l’obiettivo di condividere esperienze e festeggiare tutte le attività incredibili realizzate grazie alla piattaforma open–source. La quinta edizione dell’Arduino Day conta già 531 eventi che avranno luogo in ben 94 Paesi del mondo.
Antonio Cirella's insight:
Cosa fai questo sabato? potrebbe essere interessante #ArduinoD18 @arduino
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Una scelta intelligente: isolatori digitali per il vostro contatore smart

Una scelta intelligente: isolatori digitali per il vostro contatore smart | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Autore dell'articolo: Shashank Sharma

Tutti i principali paesi stanno investendo nelle smart grid e si impegnano a farne un successo. Perché? Poiché la domanda di energia sta aumentando, la distribuzione della rete e dell'energia sarà fondamentale. Con l'aumentare della domanda, aumenta anche il costo dell'energia perché le risorse per generare elettricità sono limitate, determinando un'enorme crescita in questo segmento. Esistono più di 900 milioni di contatori di energia in tutto il mondo, con circa il 65% ancora da implementare.

Per definizione, per smart grid si intende un flusso bidirezionale di energia e comunicazione dalla generazione al consumo (end-to-end). Un contatore intelligente è l'apparecchiatura terminale fondamentale di questa catena, che misura e comunica l'utilizzo di energia e supporta fatturazione automatica, disconnessione remota, modelli di determinazione del prezzo in base alle fasce orarie ecc.

Questo post ha l'obiettivo di spiegare dove è necessario l'isolamento in un'applicazione a contatore intelligente.

Un contatore intelligente include una scheda di comunicazione, la quale può essere dotata di comunicazione cablata o wireless. L'interfaccia di comunicazione cablata più comunemente utilizzata per le applicazioni di lettura dei contatori è la RS-485. In questo caso, l'isolamento è necessario per interrompere la differenza di potenziale tra il contatore di energia e il nodo di lettura del contatore, che potrebbe trovarsi a centinaia di metri di distanza.

Alcuni contatori di energia dispongono di una porta RS-232 per consentire agli operatori umani di collegare le apparecchiature di lettura dei contatori direttamente al contatore. In questi casi, l'isolamento è necessario per evitare scosse elettriche e danni alle apparecchiature di lettura dei contatori causati da picchi di alta tensione che possono verificarsi sulla rete in CA.

Nel caso delle reti elettriche intelligenti polifase, i sensori shunt stanno diventando più popolari rispetto ai trasformatori di corrente (TC) per il rilevamento della corrente di fase. Il vantaggio principale dell'utilizzo di un sensore shunt su un TC è la maggiore immunità della funzione di misurazione alla manomissione magnetica. Pertanto, la tendenza globale punta verso contatori intelligenti polifase basati su shunt.

In un sistema che necessita di campionare tensione e corrente per ogni fase, per preservare l'isolamento fase-fase è possibile utilizzare un microcontrollore per metrologia (MCU) o un convertitore analogico/digitale dedicato (ADC) per ciascuna fase. I parametri della rete vengono trasmessi attraverso la barriera di isolamento all'unità MCU host, che provvede all'aggregazione e alla comunicazione dei dati. Pertanto, è necessario un dispositivo di isolamento tra l'MCU host e le MCU/gli ADC per la metrologia.

Un altro caso d'uso per l'isolamento nei contatori intelligenti è per la verifica dell'accuratezza di energia attiva e reattiva del contatore collegando un contatore di riferimento. Il contatore intelligente emette impulsi a una frequenza proporzionale alla quantità di energia consumata dal carico. Un contatore di riferimento determina l'accuratezza del contatore intelligente calcolando l'errore in base a questi impulsi.

Un dispositivo di isolamento fornisce l'isolamento galvanico tra il contatore intelligente e il contatore di riferimento.

Secondo recenti rapporti di settore, si prevede che le utility di distribuzione a livello mondiale spenderanno circa 378 miliardi di dollari nelle tecnologie smart grid entro il 2030. Indubbiamente, i contatori intelligenti saranno la tendenza del futuro, con la comunicazione bidirezionale che aiuterà i consumatori e le aziende a connettersi tra loro in modo più efficace. Al tempo stesso, tuttavia, verrà posta un'enfasi maggiore su standard di sicurezza più elevati e sull'affidabilità di comunicazione dei dati.

Gli optoaccoppiatori forniscono tradizionalmente isolamento da molti anni, ma con il passaggio del settore verso un'infrastruttura di misurazione avanzata è necessario adottare un rating di isolamento più elevato (4 KVrms o superiore) e il supporto per una maggiore velocità di trasmissione dati con un minore consumo energetico.

Le normative per i contatori di energia in alcuni paesi impongono che lo strumento rimanga in servizio per un periodo di tempo molto più lungo; pertanto, è importante mantenere l'efficacia dell'isolamento per un periodo di 15 anni o più. Gli effetti del deterioramento negli optoaccoppiatori basati su LED (diodi ad emissione di luce) spesso ne limitano la durata a meno di 10 anni. Diventa quindi fondamentale scegliere una barriera di isolamento alternativa che sia più affidabile e che duri per più di 15 anni.

Gli isolatori digitali della serie ISO77xx di TI sono isolatori digitali a 5 KVrms rinforzati ad alte prestazioni. Gli isolatori di TI utilizzano il biossido di silicio (SiO2) come materiale dielettrico, che presenta un'elevata resistenza alla rottura (500-800 V/μm). Questi isolatori capacitivi sono immuni all'umidità e alla temperatura e possono durare per oltre 40 anni, permettono di isolare gli ingressi/le uscite digitali (I/O) CMOS (complementary metal-oxide semiconductor, semiconduttori con ossido di metallo complementare), forniscono un'elevata immunità elettromagnetica, hanno emissioni irradiate molto ridotte e un consumo energetico molto basso.

L'architettura intrinseca degli isolatori ottici limita la velocità dei dati a pochi kilobit al secondo, mentre gli isolatori capacitivi di TI sono in grado di gestire velocità di trasmissione dati fino a 100 Mbps. Sul mercato esistono optoaccoppiatori ad alta velocità, ma il loro costo inizia ad essere elevato a partire da velocità superiori a 1 Mbps. Inoltre sono disponibili pochi optoaccoppiatori ad alta velocità con più di due canali in un singolo package, mentre gli isolatori capacitivi di TI sono disponibili con ben sei canali in un singolo package SOIC (small-outline integrated circuit) da 16 pin. All'aumentare del numero di canali di isolamento in un sistema, il vantaggio della soluzione a basso costo degli optoaccoppiatori inizia a diminuire, poiché un isolatore digitale multicanale integrato richiede meno componenti esterni e occupa molto meno spazio sulla scheda.

Per questi motivi, gli isolatori digitali sono preferibili agli optoaccoppiatori per i contatori di energia intelligenti.

Antonio Cirella's insight:
Una soluzione interessante per #smartmetering #smartgrid  @TXInstrumentsEU
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Dal 27 giugno al 1 luglio un eccezionale addestramento per i professionisti del digitale

Dal 27 giugno al 1 luglio un eccezionale addestramento per i professionisti del digitale | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Digital BootCamp è la palestra che ti permetterà di approfondire e migliorare le tue competenze in ambito marketing communication, lavorando su progetti reali di aziende che operano nel settore digital.

Avrai l’opportunità di stare a contatto con guru del settore, che terranno lezioni personalizzate one-to-one e di gruppo.


Antonio Cirella's insight:
Io ci vado, e tu? #BootCAMP
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Challenge 2018, inizia a Torino il secondo hackathon del CLIK sponsorizzato da Mouser Electronics

Challenge 2018, inizia a Torino il secondo hackathon del CLIK sponsorizzato da Mouser Electronics | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
23 marzo 2018 – Mouser Electronics, Inc., il distributore leader di settore per l’introduzione sul mercato di nuovi prodotti con la più ampia scelta di semiconduttori e componenti elettronici, è fiera di annunciare la sua sponsorizzazione della sfida 2018 dell’hackathon Mood Reader, che si svolgerà negli spazi del Contamination Lab & Innovation Kitchen (CLIK) presso il Politecnico di Torino. CLIK è nato con lo scopo di alimentare e incubare nuovi progetti e idee innovative di studenti che frequentano questo prestigioso ateneo italiano di ingegneria.

Questo è il secondo anno che Mouser supporta la competizione di progettazione del CLIK, iniziata il 12 marzo, che ha visto l’iscrizione all’hackathon di oltre 30 team. Una giuria di esperti del settore e accademici ha già selezionato i primi 10 team che si incontreranno per la sfida finale. Le sfide precedenti erano incentrate sul riconoscimento vocale e sulle API di Alexa con la realizzazione di progetti inerenti al tema del riconoscimento. La prima sfida del 2018 riguarderà il riconoscimento emozionale, il rilevamento diffuso di immagini (embracing image sensing) e la tecnologia di elaborazione delle immagini per creare una soluzione innovativa.

Massimo Violante, professore associato responsabile della creazione del CLIK ha commentato: “In questo secondo anno, la challenge del CLIK è diventata davvero trainante, coinvolgendo un numero maggiore di team e di organizzazioni. La nostra speranza non è solo di incoraggiare e alimentare l’innovazione, ma anche che tutti i partecipanti si divertano e trovino le sfide interessanti e stimolanti.”

Mark Patrick, Supplier e Technical Marketing Manager EMEA di Mouser ha aggiunto: “CLIK è l’esempio perfetto di che cosa significa per Mouser lavorare in collaborazione con il mondo accademico e la comunità dell’innovazione per sviluppare nuove idee. Mouser è determinata a supportare i progettisti mettendo a loro disposizione le tecnologie in assoluto più recenti e all’avanguardia affinché possano proporre prodotti destinati a cambiare in meglio il mondo in cui viviamo.”

Con la sua ampia gamma di prodotti e un eccellente servizio di assistenza clienti, Mouser promuove l’innovazione offrendo a progettisti e buyer le tecnologie più avanzate. Mouser ha in stock la più ampia selezione al mondo di semiconduttori e componenti elettronici di nuova generazione per progetti all'avanguardia. Il sito di Mouser Electronics viene aggiornato costantemente e offre metodi di ricerca sofisticati per aiutare i clienti a individuare rapidamente i prodotti. Su Mouser.com sono inoltre disponibili schede tecniche, progetti di riferimento di fornitori specifici, note applicative, informazioni sul design tecnico e strumenti di progettazione.

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.mouser.com.
Antonio Cirella's insight:
La competizione degli studenti #maker registra il più alto numero di partecipanti mai visto finora #CLICK @MouserElec
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Come alimentare una casa intelligente con un semplice caricabatterie

Come alimentare una casa intelligente con un semplice caricabatterie | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
I progressi nella connettività wireless e nella tecnologia di elaborazione embedded a bassa potenza hanno reso possibili nuove applicazioni per case ed edifici intelligenti. Ovviamente la maggior parte dei sistemi domotici intelligenti è dotata di un pannello di controllo o di un'unità di base in una posizione fissa che si collega al sistema di alimentazione in CA. Tuttavia può essere presente anche un certo numero di sensori o telecamere wireless distribuiti (e mobili) che fanno parte del sistema nel suo complesso. Questi dispositivi periferici non sono sempre posti vicino a una fonte di alimentazione permanente. 

Molti di questi sensori o telecamere wireless necessitano di batterie; il loro uso frequente richiede quindi una sostituzione regolare della batteria, con conseguente aumento dei costi di manutenzione nel tempo. Di conseguenza, le batterie ricaricabili stanno diventando più diffuse per questi accessori modulari. In alcuni casi, l'unità del pannello di controllo è dotata anche di una batteria per fornire alimentazione di backup o di un allarme in caso di interruzione dell'alimentazione in CA.

Nello sviluppo di un sistema domotico intelligente, probabilmente è desiderabile concentrare i propri sforzi sulle funzionalità del sistema e non sull'aspetto basilare dell'alimentazione e della ricarica. Da quando le batterie agli ioni di litio sono diventate particolarmente comuni negli ultimi anni, esistono numerose opzioni per soluzioni a circuito integrato dedicate alla ricarica delle batterie.

Per batterie di ridotte dimensioni e con basse correnti di carica è possibile utilizzare un caricabatterie lineare economico (e relativamente facile da implementare). Tuttavia, i dispositivi periferici dalle prestazioni più elevate, come le fotocamere ad alta risoluzione, potrebbero necessitare di una batteria di maggiori dimensioni per garantire una lunga autonomia. Ne deriva la necessità di una maggiore corrente di carica, che a sua volta richiederà un caricabatterie in modalità commutata. In caso contrario, la quantità di calore generata dalla perdita di potenza in un caricatore lineare sarà eccessiva.

In che modo è possibile ottenere una soluzione flessibile e regolabile per diversi tipi di batteria senza dover investire nello sviluppo di software o disporre un complesso PCB? È qui che entra in gioco il caricabatterie bq25606 che mette a disposizione tutte le funzionalità necessarie per una tipica soluzione di ricarica e di alimentazione del sistema a batteria singola. Il bq25606 consente di ottimizzare la corrente di carica e la tensione del terminale della batteria utilizzando soltanto un paio di valori di resistenza. Inoltre è dotato di protezione da sovratensione integrata per proteggere dai transienti della linea elettrica o di connessione e può rilevare automaticamente la potenza messa a disposizione dalla maggior parte delle sorgenti di alimentazione USB standard.

È possibile regolare il limite di corrente in ingresso e la corrente di carica, oltre a impostare la tensione della batteria (4,2 V, 4,35 V o 4,4 V in base alle necessità per un dato tipo di batteria) con poche semplici scelte per i componenti esterni. «Intelligente» non deve essere per forza sinonimo di complicato, nel caso di una soluzione di ricarica della batteria per uso generico.

In un mercato dinamico e in continua evoluzione, il successo di un prodotto finale potrebbe dal giungere sul mercato più velocemente rispetto alla concorrenza. Ipotizzando di utilizzare un tipo di sorgente di alimentazione standard agli ioni di litio, è possibile ricorrere a una soluzione di ricarica autonoma semplice e pronta all'uso per risparmiare tempo rispetto allo sviluppo di una soluzione personalizzata o programmabile. Il bq25606 permette di ottimizzare le impostazioni della corrente e della tensione di carica con poche semplici scelte per i componenti e di rendere il prodotto operativo e funzionante in pochi minuti.

• Che cosa si può fare con la ricarica semplice? https://training.ti.com/what-can-simple-charging-do
• Informazioni sulle specifiche di circuiti integrati per caricabatterie https://training.ti.com/understanding-battery-charging-ic-specifications-part-1?cu=1128109 
• Protezione da tensione transitoria per caricatori di batterie agli ioni di litio https://training.ti.com/understanding-ovp-and-transient-protection-single-cell-battery-chargers?cu=1127702
• Ulteriori risorse per la progettazione nell'automazione degli edifici http://www.ti.com/lsds/ti/applications/industrial/building-automation/overview.page
Antonio Cirella's insight:
Alimentare un sistema domotico con caricabatterie low cost da oggi si può grazie a @txinstruments #batterycharger #domotica
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Da TE Connectivity un Kit di sviluppo per drive LED LUMAWISE tipo Z50

Da TE Connectivity un Kit di sviluppo per drive LED LUMAWISE tipo Z50 | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
TE Connectivity (TE) ha presentato un kit di sviluppo per il suo nuovo supporto per drive LED LUMAWISE tipo Z50, che permette ai progettisti di apparecchi illuminotecnici di acquistare un singolo prodotto per provare a tavolino e realizzare prototipi di apparecchi per illuminazione. Ogni kit contiene un supporto per LED, un gruppo cablaggi e un’interfaccia termica.
Antonio Cirella's insight:
Interessante kit per il lighting @teconnectivity
more...
No comment yet.
Scooped by Antonio Cirella
Scoop.it!

Vodafone e Arduino collaborano sullo sviluppo di soluzioni per l'Internet delle Cose

Vodafone e Arduino collaborano sullo sviluppo di soluzioni per l'Internet delle Cose | HYPES  - Electronic components | Scoop.it
Internet delle Cose: annunciata un'interessante collaborazione per la realizzazione di soluzioni commerciali congiunte basate sulla tecnologia Arduino e sui servizi di connettività IoT di Vodafone.
Antonio Cirella's insight:
La nuova era di #arduino passa per #nbiot e #vodafone
more...
No comment yet.