Promossi i nuovi treni per i pendolari | il quotidiano del Friuli Venezia Giulia | Friul | Scoop.it

«Una scommessa vinta». Regione e Comitati pendolari Fvg concordano sul salto di qualità che la prossima immissione in servizio dei nuovi elettrotreni Civity Etr 563 (acquistati con un impegno finanziario di oltre 50 milioni di euro da parte della stessa Amministrazione del Friuli Venezia Giulia dalla spagnola Caf/Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles) rappresenterà per il Trasporto pubblico locale “su ferro” della nostraregione. I nuovi mezzi sono stati provati alla stazione ferroviaria di Monte San Savino, lungo la linea Arezzo-Sinalunga, utilizzata per la messa a punto dei treni prima dell’avvio delle prove su rete Rfi. Oltre all’assessore regionale alle Infrastrutture Riccardo Riccardi e ai responsabili tecnici dello stabilimento di Beasain (Paesi Baschi) erano presenti alcuni esponenti dei Comitati pendolari – Marco Chiandoni, Cristina Sartor e Simone Sesta per il Comitato pendolari FVG, Andrea Palese, Giorgio Picco ed Alessandro Puhali del Comitato pendolari Alto Friuli). Saranno otto i mezzi Civity che a breve saranno impiegati sul territorio e dovrebbero entrare in servizio tra febbraio e marzo prossimi. Al momento si stanno effettuando le prime messe a punto dei mezzi, a cui faranno seguito le cosiddette prove dinamiche dopo la necessaria autorizzazione dell’Agenzia nazionale per la Sicurezza ferroviaria. I treni saranno immatricolati e poi trasferiti a Trenitalia rendendoli di fatto operativi. Marco Chiandoni, del Comitato pendolari Fvg, ha parlato di un vero salto di qualità, ad esempio per la qualità degli allestimenti, gli spazi destinati alle persone disabili, i servizi igienici, veramente di dimensioni ottimali per i soggetti svantaggiati.