Come Creare e Pubblicare un eBook
160.4K views | +45 today
Follow
Come Creare e Pubblicare un eBook
Creare, Pubblicare e Condividere il Tuo Libro Digitale - Notizie, Servizi e Strumenti
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Fulvio Colasanto
Scoop.it!

Savory: una nuova piattaforma per pubblicare il tuo eBook su Internet

Savory: una nuova piattaforma per pubblicare il tuo eBook su Internet | Come Creare e Pubblicare un eBook | Scoop.it

Savory trasforma il tuo libro in un sito web che funziona su qualsiasi browser, smartphone, tablet, laptop o desktop. La piattaforma è costruita con gli standard web, utilizzando HTML5, CSS3 e JavaScript.

 

Savory ti permette di condividere con facilità la tua pubblicazione sul web, via Facebook o Twitter, ed è ottimizzata dal punto di vista SEO per essere rintracciata facilmente da Google.


Savory è ottimizzata per creare pubblicazioni con contenuti testuali come: libri, riviste o giornali.

 

La gestione dei contenuti avviene tramite cloud e si basa su standard open-source, come il famoso framework Ruby on Rails (http://rubyonrails.org)


Puoi accedere da qualsiasi luogo tramite connessione web, per aggiornare la tua pubblicazione, apportare modifiche e modificare le impostazioni del tuo account.


Ogni pubblicazione ha un proprio pannello di controllo che è protetto da password con SSL per mantenere il contenuto al sicuro.

 

Non c'è bisogno di essere un programmatore HTML per utilizzare Savory.

Tutte le impostazioni sono gestibili da un pannello posto alla destra sempre in semplici pagine web.

 

Savory usa per tutte le pubblicazioni caratteri tipografici di www.webtype.com.

 

Attualmente è possibile scegliere tre temi: Glossy, Newsprint e Hardback, rispettivamente per riviste, giornali e libri.

 

Savory è in offerta a 49,00 € al mese con pagamento anticipato. C'è uno sconto del 10% se ti abboni per un anno. I pagamenti vengono accettati online tramite carta di credito.

 

Inizia a pubblicare il tuo eBook con Savory qui:
http://savory.io/themes

 

Per maggiori info vai qui:
http://savory.io/how-it-works

 

Vai al sito di Savory qui:
http://savory.io

more...
No comment yet.
Scooped by Fulvio Colasanto
Scoop.it!

Scarica eBooks gratuiti per studenti, professionisti e viaggiatori

Scarica eBooks gratuiti per studenti, professionisti e viaggiatori | Come Creare e Pubblicare un eBook | Scoop.it

Se sei uno studente in cerca di libri di testo, un professionista in cerca di libri per il proprio business o un viaggiatore in cerca di una guida per la prossima meta, allora Bookboon fa al caso tuo.

 

Il servizio è diviso in tre sezioni nelle quali potrai scaricare gratuitamente e senza registrarti tutti gli eBooks di cui avrai bisogno: Textbooks, Business e Travel guides.  

  

Textbooks:

in questa sezione puoi trovare eBook di testo gratuiti per studenti, scritti da docenti provenienti dalle migliori università al mondo e su argomenti come l'economia, statistica, informatica, ingegneria e scienze naturali, ect...

 

Business:

in questa sezione puoi trovare eBooks gratuiti per professionisti scritti esclusivamente per bookboon.com da esperti del proprio settore. Gli argomenti trattati vanno dallo sviluppo al marketing personale, contabilità, finanza, gestione e strategica, etc...

 

Travel guides:

in questa sezione puoi trovare le guide turistiche gratuite contenenti fatti sulla storia dei luoghi, sui monumenti principali e le mappe delle destinazioni di tutto il mondo.

 

(Tutti gli eBooks presenti su BookBoon sono in lingua inglese)

  

Visita il sito di bookboon.com qui:
http://bookboon.com

 

more...
No comment yet.
Rescooped by Fulvio Colasanto from Come Pubblicare un Libro
Scoop.it!

Alboautori.it: come farsi conoscere e pubblicare con un editore

Alboautori.it: come farsi conoscere e pubblicare con un editore | Come Creare e Pubblicare un eBook | Scoop.it

AlboAutori è un sito web in cui moltissimi autori, esordienti e non, si incontrano per condividere i propri materiali e sottoporli all’attenzione degli editori che visitano la piattaforma.

 

"AlboAutori vuole aiutare gli editori a trovare gli autori che cercano, e gli autori esordienti a far conoscere il proprio lavoro, o almeno a essere ricercabili dagli editori che cercano quel tipo di contenuti, siano essi di narrativa di genere o di saggistica di inchiesta..."

 

Ogni autore potrà iscriversi compilando i dati del proprio profilo e inserendo anche una fotografia. I dati inseriti costituiranno la propria scheda autore che servirà a farsi conoscere dagli altri autori della rete e di tutti gli editori che visiteranno il profilo.

 

Ogni autore potrà pubblicare on line i propri scritti, farsi leggere dal web e ricevere commenti, e-mail e voti da tutti coloro che riterranno l’opera interessante ai fini della lettura e della pubblicazione.

 

Visita il sito di AlboAutori qui: http://www.alboautori.it 

 

Leggi l'articolo originale qui:

http://www.libriebit.com/alboautori-it-come-conoscere-editori

more...
No comment yet.
Scooped by Fulvio Colasanto
Scoop.it!

Crea con PageFlip-Flap gratis il tuo eBook online e condividilo con chi vuoi

Crea con PageFlip-Flap gratis il tuo eBook online e condividilo con chi vuoi | Come Creare e Pubblicare un eBook | Scoop.it

Trasforma i tuoi documenti pdf, word, video ecc. in ebooks interattivi online.

 

Come? È molto semplice: carica il tuo file su PageFlip-Flap e riceverai un'e-mail con un link al tuo ebook e il codice html per pubblicarlo sul tuo sito o blog.

 

Potrai condividerlo con  tuoi amici, colleghi o clienti via e-mail, sul tuo sito, blog, su Facebook e Twitter.

 

Durante la lettura del tuo libro online  potrai usare gli strumenti: zoom, ricerca, stampa, fullscreen, vista pagine. 

 

Questi alcuni dei file accettati: Pdf/ps, doc(x)/ppt(x)/xls(x), ods/odt/odp..., jpg/png/gif/svg/eps..., avi/mov/ogm/flv..., zip(jpg, doc, zip...), tgz/tbz2...

 

Vai al sito di PageFlip-Flap qui:
http://www.pageflip-flap.com/

more...
Fulvio Colasanto's curator insight, December 21, 2012 1:44 PM

Trasforma i tuoi documenti pdf, word, video ecc. in riviste interattive online.

 

Come? È molto semplice: carica il tuo file su PageFlip-Flap e riceverai un'e-mail con un link alla tua rivista e il codice html per pubblicarlo sul tuo sito o blog.

 

Potrai condividerla con  tuoi amici, colleghi o clienti via e-mail, sul tuo sito, blog, su Facebook e Twitter.

 

Questi alcuni dei file accettati: Pdf/ps, doc(x)/ppt(x)/xls(x), ods/odt/odp..., jpg/png/gif/svg/eps..., avi/mov/ogm/flv..., ziptgz/tbz2...

 

Vai al sito di PageFlip-Flap

Letizia StopVivisection's curator insight, January 14, 2014 12:05 AM

IL CASO CATERINA SIMONSEN E’ UNA FARSA DELLA PRO-TEST ITALIA
In un momento cruciale in cui il senato italiano deve approvare l’articolo 13 della legge di delegazione europea sulla sperimentazione animale, il metodo Stamina attende di essere legalizzato, e Telethon registra un decremento di finanziamenti, l’ultima frontiera della s.a. appare la strumentalizzazione dei malati per ottenere consenso.
Quasi tutti i mass media italiani hanno pubblicizzato la 25 enne Caterina Simonsen, malata di 4 rare malattie genetiche, che si dischiara vegetariana ed amante degli animali, ma pro-s.a., pro Telethon, anti-stamina ed afferma che senza i tests su animali sarebbe morta.
Il metodo Stamina non può essere autorizzato per legge perchè non è stato ancora testato su animali. Telethon è una fondazione che finanzia la ricerca sugli animali.

Tra i gruppi e le pagine di facebook emerge la foto di un post in cui Giulia Corsini, vicepresidente della Pro-Test Italia, ringrazie la propria collaboratrice Elisa Mantovani perchè “ci sono stati pure diversi articoli che parlano di noi. Avere buone idee ripaga!” e “Avere idee geniali è la migliore strategia per farsi sentire e per avere eco... dal basso!!!”. E sotto appare allegatol’articolo “Nazianimalisti augurano la morte a Caterina, malata di cancro, perchè a favore della ricerca...”

Sulla bacheca della Corsini abbiamo trovato un post in cui la Corsini attacca Davide Vannoni, ideatore del metodo Stamina, che si stava pronunciando contro la s.a.

Ma perchè Caterina Simonsen si sarebbe lasciata strumentalizzare in questo modo? In uno dei suoi post su facebook la ragazza invita i propri contatti a venirla a trovare in ospedale. Ciò dimostra quanto Simonsen sia sola e probabilmente desiderosa di compiacere quelli che crede essere i suoi amici.
Caterina Simonsen si rivela non proprio una santa anche quando, in un post dell’8 ottobre sostiene che i carcerati potrebbero suicidarsi, ed esprime la propria rabbia nel sentire che 7 carcerati sono stati risarciti per essere stati detenuti in condizioni non umane. E impreca contro “quel coglione di giudice”.
Possiamo affermare che Simonsen abbia provocato gli insulti di cui è stata poi oggetto, in quanto un paio di settimane prima di riceverli aveva condiviso una foto dalla pagina “A favore della sperimentazione animale” con scritto “Viva Telethon, abbasso gli animalisti”.

Ma davvero sono solo gli animalisti ad insultare? Sempre sulla pagina fb “A favore della s.a.” i pro-s.a. definiscono gli animalisti “cretini, ridicoli, stupidi, vigliacchi, imbroglioni”.
Abbiamo trovato alcuni posts in cui i pro-s.a. augurano la morte ai malati contrari alla s.a., come Giovanna Bordiga spastica da itterizia quasi dalla nascita, con frasi come “prima passa a miglior vita meglio è, Darwin docet”.
Ad una ragazza diabetica anti s.a. viene suggerito di lasciarsi morire.
A una qualsiasi antivivisezionista che si affianca a Giovanna, viene detto “crepate tutti quanti” e gli animalisti vengono definiti “persone patetiche che andrebbero sterminate sistematicamente”.
Vi sono anche medici vivisettori che definiscono gli animalisti “rutti umani da estirpare”, e si propongono di negare le cure ai propri pazienti se sono antivivisezionisti.

Abbiamo scoperto inoiltre che su facebook girano falsi animalisti, cioè individui pro-s.a. che creano falsi profili per recitare la parte dei “nazianimalisti”.

Dopo Caterina Simonsen, altri presunti malati si attaccano una maschera al volto, per inscenare le vittime degli animalisti, che li minaccerebbero per il proprio essere pro-vivisezione.

Susanna Penco, dottoressa biologa ricercatrice e malata di sclerosi multipla, interviene a commentare il caso Caterina come un modo per farsi pubblicità e recuperare finanziamenti, da parte dei fautori della s.a., che è una “scienza spazzatura”.
Intanto ENPA, LAV, LeIDAA, LNDC, OIPA e altre 25 associazioni animaliste stanno protestando contro lo schema di decreto legislativo proposto dal senato.

E’ il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ad aver stravolto l’articolo 13 della legge 96/2013 di delegazione europea, non rispettandone il divieto di sperimentazioni didattiche, sostanze d’abuso (alcool, tabacco, droghe), xenotrapianti (trapianto di organi da una specie all’altra), l’obbligo di anestesia, i controlli nei laboratori, l’incentivazione dei metodi sostitutivi di ricerca.

Il PAE chiede le dimissioni del Ministro Lorenzin, che è iscritta a Vedrò, il “think thank” da cui nasce il potere del premier Letta. Essendo il “think thank” finanziato da Farmindustria, è evidente il legame di ineressi. Lorenzin è accusata di aver composto comissioni di parte (anche per far affondare il tavolo sui metodi alternative che era stato già avviato dal Min. Balduzzi).

Per dimostrare dissenso c'è stata una manifestazione il 10 gennaio a Roma, promossa da associazioni animaliste e movimenti per la vita.

Sempre a Roma, lunedì 13 gennaio 2014, Camera dei Deputati, c'è stato il Convegno internazionale "LA RICERCA SCIENTIFICA SENZA ANIMALI per il nostro diritto alla Salute". Tra i relatori anche CLAUDE REISS e MARCEL LEIST. Reiss, fisico e tossicologo molecolare, già docente di biochimica all’Università di Lille, è stato per 35 anni direttore di ricerca al CNRS francese. Leist, specialista di bio-medicina e tossicologia in vitro, è direttore del Center for Alternatives to Animal Testing (CAAT EU) di Costanza, in Germania.

Antonio D'Amico Merci Helix's curator insight, April 16, 2016 4:16 AM
Share your insight