Effatà!
5.2K views | +0 today
Follow
Effatà!
Looking up to heaven, He sighed and said to him, "Ephphatha!" which is ... 'Be Opened!'... Towards Life ... Trusting each other ... Welcoming differences / Alzando gli occhi al cielo, sospirò e disse: "Effatà!" ... "Apriti!" ... alla Vita nella fiducia gli uni verso gli altri, accogliendo le diversità!
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Effatà ... Apriti!

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli. 
Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente. 
E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!»

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

«Guardate, io vado in Paradiso» Aveva 38 anni, Francesca Pedrazzini

«Guardate, io vado in Paradiso» Aveva 38 anni, Francesca Pedrazzini | Effatà! | Scoop.it

«Io non ho paura». Lo ha detto chiaro, Francesca. Quasi ad alta voce, mentre tirava su la testa. «Raccogliendo le ultime forze», si dice in questi casi con una frase fatta. Invece è vero il contrario. Le forze, per lei, venivano tutte da quella certezza, ripetuta al marito poche ore prima di morire. «Io non ho paura». Le stesse parole affidate a un’amica, il giorno prima: «Ogni giorno è servito, perché in ogni giorno ho affidato alla Madonna tutti i miei cari… Il tempo è prezioso. Non ho paura, sono contenta». La stessa certezza che ha plasmato la vita e la morte, la gioia e il dolore, la salute e la malattia. La certezza di Cristo. La fede. 

Cristina Saponaro's insight:

Tratto da:

http://www.tracce.it/default.asp?id=266&id2=327&id_n=30840

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

La cultura dell'incontro è alla base della pace

La cultura dell'incontro è alla base della pace | Effatà! | Scoop.it

“Il Signore tutti, tutti ci ha redenti con il sangue di Cristo: tutti, non soltanto i cattolici. Tutti! ‘Padre, gli atei?’. Anche loro. Tutti! E questo sangue ci fa figli di Dio di prima categoria! Siamo creati figli con la somiglianza di Dio e il sangue di Cristo ci ha redenti tutti! E tutti noi abbiamo il dovere di fare il bene. E questo comandamento di fare il bene tutti credo che sia una bella strada verso la pace. Se noi, ciascuno per la sua parte, facciamo il bene agli altri, ci incontriamo là, facendo il bene, e facciamo lentamente, adagio, piano piano, facciamo quella cultura dell’incontro: ne abbiamo tanto bisogno.

Incontrarsi facendo il bene. ‘Ma io non credo, padre, io sono ateo!’. Ma fai il bene: ci incontriamo là!”.


Via Raffaele Nappi
Cristina Saponaro's insight:

Testo proveniente dalla paginahttp://it.radiovaticana.va/news/2013/05/22/papa_francesco:_la_cultura_dellincontro_è_alla_base_della_pace_/it1-694331 ;
del sito Radio Vaticana

more...
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Milano, aggressione col piccone: organi 21enne saranno donati

Milano, aggressione col piccone: organi 21enne saranno donati | Effatà! | Scoop.it

Gli organi del 21enne, per volontà dei genitori, saranno espiantati. Saranno donati, ha spiegato Genduso, "reni, pancreas e fegato in diverse sedi sia a Milano che nel resto d'Italia, oltre a tessuti e cornee". Saranno donati anche cuore e polmoni. "I genitori - ha specificato commosso il medico, interrompendosi per qualche istante - hanno espresso la loro convinzione che questa sia l'unica risposta della vita che continua nonostante un episodio di violenza insensata. E' il bene che vince sul male".

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Famiglia e comunicazione

Famiglia e comunicazione | Effatà! | Scoop.it
Vivo i social e il rapporto con i miei contatti come un arricchimento personale, mi interessa la loro storia, la loro vita e puntualmente imparo e mi stupisco della bellezza di tante persone.
more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

È arrivata “Primavera”

È arrivata “Primavera” | Effatà! | Scoop.it
Una famiglia racconta la difficile ma ben riuscita esperienza dell'adozione. L’importanza di una “rete di famiglie che accompagnano un passo così impegnativo, ma anche gioioso.
Cristina Saponaro's insight:

Adottare un bambino un percorso alle volte lungo e difficile. Per voi amici di scoop.it ecco una bella storia.

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Davanti a Dio, tu sei un bambino!

Davanti a Dio, tu sei un bambino! | Effatà! | Scoop.it
Cristina Saponaro's insight:
Davanti a Dio, che è Eterno, tu sei un bambino più piccolo di quanto lo sia davanti a te un piccino di due anni.E, oltre a essere bambino, sei figlio di Dio. —Non dimenticarlo.(Cammino, 860)
28 dicembre 2000 Se ci pensate, è cosa ben diversa che cada un bambino o che cada un adulto. Per i bambini, la caduta generalmente è senza conseguenze: vanno in terra tanto spesso! E se poi sono lacrime, il padre dice: «Gli uomini non piangono». Così si chiude l'incidente, perché il piccolo s'impegna a fare contento suo padre.
(…) Se ci comportiamo come loro, gli inciampi e gli insuccessi — peraltro inevitabili — della vita interiore non sboccheranno mai nell'amarezza. Reagiremo col pentimento, ma senza sconforto, e col sorriso che sgorga, come acqua limpida, dalla gioia della nostra condizione di figli di Dio, figli del suo Amore di Padre, della sua grandezza, della sua sapienza infinita, della sua misericordia. Ho imparato, nei miei anni di servizio al Signore, ad essere figlio piccino di Dio. E' ciò che chiedo a voi: siate quasi modo geniti infantes, bambini che desiderano la parola di Dio, il pane di Dio, l'alimento di Dio, la fortezza di Dio, per comportarvi d'ora innanzi come veri cristiani.
more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

Martini: i media creino ponti tra la gente

Applicando la logica del discernimento ai segni dei tempi, le parole ed il pensiero del Cardinale Martini vanno oltre, superano la loro stessa contemporaneità anche all’interno della Chiesa. Martini dialoga con l’uomo, con il cristiano, con la Chiesa tutta con un linguaggio mediato e immediato,rispettando le diversità, anzi accogliendole e valorizzandole, immergendole in un canale di Grazia e di Bellezza, esemplare. Si fà Tempio vivo delle istanze moderne con un rispetto ed una delicatezza altissime di ogni uomo.


Via Raffaele Nappi
more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

"Eccomi, perché mi hai chiamato?"

"Eccomi, perché mi hai chiamato?" | Effatà! | Scoop.it
È giunto per noi un giorno di salvezza, di eternità. Una volta ancora si odono i richiami del Pastore Divino, le sue parole affettuose: “Ti ho chiamato per nome!"
Come nostra madre, Egli ci invita per nome. Anzi: con il nomignolo affettuoso, familiare.— Laggiù, nell'intimità dell'anima, chiama.

Apri il tuo cuore al Signore e raccontagli la tua storia!
"Eccomi, perché mi hai chiamato?" (Forgia, 7)

Si innalza forse un monumento ai pennelli di un grande pittore? Sono serviti per dipingere dei capolavori, ma il merito è dell'artista. Noi siamo soltanto strumenti del Creatore del mondo, del Redentore di tutti gli uomini. (È Gesù che passa, 1).

Saremmo anche il capolavoro stesso, se lasciassimo fare tutto all'Artista ma di certo non siamo e mai saremo Lui!
Quindi, strumentini belli, che ne dite di lasciare al Creatore del Mondo ogni iniziativa, felici solo di stare tra le sue ditine divenendo così suoi preziosi collaboratori?!
Abbiate fiducia che non mancherà di porre la nostra firma accanto alla Sua sul capolavoro della nostra Vita!! ;)

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Papà, raccontami il gol

Papà, raccontami il gol | Effatà! | Scoop.it

«Ecco Matteo, ora capitan Zanetti avanza sulla fascia destra si accentra e serve Milito che carica il tiro, e gol… Noooo… Fuori di poco». 

È la “telecronaca” tenera e accalorata di papà Claudio al figlio sedicenne, capelli lunghi tenuti su da un cerchietto sopra gli occhialini dalle lenti spesse, a immaginare il mondo perché non vedente dalla nascita.


Da sei stagioni papà e figlio, dall’anello blu di San Siro, non perdono una gara casalinga della loro «pazza e amata Inter». Arrivano in auto da Alessandria: duecento chilometri tra andata e ritorno.


Claudio di mestiere fa l’operaio per Trenitalia e sua moglie Silvia dopo mesi di disoccupazione ha ripreso da poco a lavorare, subagente in un’assicurazione. «Un sacrificio anche economico certo, ma Matteo è il nostro sole...», dicono.


Fonte: http://www.avvenire.it

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

uno su dieci

uno su dieci | Effatà! | Scoop.it

La salvezza non la si ottiene semplicemente ricevendo una "guarigione", ma aprendoci alla gratitudine.


Via Raffaele Nappi
more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

I mantra di “mentre”

I mantra di “mentre” | Effatà! | Scoop.it

Nel matrimonio, nell’amicizia, o in ogni situazione di vita nella quale due individui si incontrano davvero, saltano le leggi della matematica: UNO + UNO = TRE perché ad essi si somma la relazione che nasce, la vera forza motrice di questo mondo, l’Amore.

 

Abbiamo estratto una serie di “mantra” che ci consentiranno concretamente di far sperimentare l’Amore a coloro che non l’hanno conosciuto.

 

- GRANDEZZA DEI PICCOLI, perché sono i semplici, ed in particolare i bimbi, coloro che dobbiamo rispettare ed imitare.

- VIVERE  IN PIENEZZA, perché il tempo non va sprecato rimuginando il passato, col rischio di perdere i tanti doni meravigliosi che la vita ci riserva.

- SERVIRE E NON SERVIRSI, perché è donandosi al fratello che si raggiunge la felicità, non certo quella effimera che si otterrebbe servendosi di lui, prevaricandolo e usandolo per i nostri fini.

- IN ATTESA DELL’INATTESO, vigilando per non farsi prendere alla sprovvista, mantenendo un atteggiamento di curiosità verso l’incognito, pronti a meravigliarsi con lo stupore dei bambini.

- ACCOGLIERE PRONTI ALL’ASCOLTO, a braccia aperte anche coloro che non la pensano come noi, convinti che la diversità possa sempre arricchirci.

- PERDONARE SENZA SENTENZA, perché il giudizio, soprattutto quello fondato sui preconcetti, uccide ogni relazione, mentre il perdono costruisce ponti indistruttibili.

- POTENZA DELLA DEBOLEZZA, perché  la debolezza nell'esperienza umana può divenire occasione di fortezza d'animo.

- GRATUITÁ NEL DONO, perché ciò che abbiamo ricevuto ci appartiene nella misura in cui sappiamo liberamente condividerlo.

 

Fonte: http://bit.ly/Men3FB

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Sulla terra non c'è che una razza!

Sulla terra non c'è che una razza! | Effatà! | Scoop.it
Sulla terra non c'è che una razza: quella dei figli di Dio. Tutti dobbiamo parlare la stessa lingua, la lingua che si parla col cuore e con la mente. È una lingua che si esprime in mille mozioni della volontà, in tante illuminazioni radiose dell'intelligenza, negli affetti del cuore, nelle decisioni di condurre una vita retta, santa, lieta e pervasa di pace. (E' Gesù che passa, 13)
more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Forti e pazienti: sereni!

Forti e pazienti: sereni! | Effatà! | Scoop.it
Cristina Saponaro's insight:
Se avendo fissato lo sguardo in Dio sai mantenerti sereno davanti alle preoccupazioni, se impari a dimenticare le piccolezze, i rancori e le invidie, ti risparmierai la perdita di molte energie, di cui hai bisogno per lavorare con efficacia, al servizio degli uomini.
(Solco, 856).
 

Sa essere forte chi non ha fretta di ottenere i frutti della virtù, ma è paziente. La fortezza ci fa assaporare la virtù divina e umana della pazienza. Con la vostra pazienza salverete le vostre anime (Lc 21, 19). Il possesso dell'anima è posto nella pazienza che, in effetti, è la radice e la custodia di tutte le virtù. Noi possediamo l'anima per mezzo della pazienza perché, imparando a dominare noi stessi, cominciamo a possedere quello che siamo [San Gregorio Magno, Homiliae in Evangelia, 35, 4]. È la pazienza che ci spinge a essere comprensivi con gli altri, persuasi che le anime, come il vino buono, migliorano col tempo.

Forti e pazienti: sereni. Ma non la serenità di chi paga la propria tranquillità col disinteresse per i propri fratelli o per il grande compito, che riguarda tutti, di diffondere senza posa il bene nel mondo intero. Sereni, perché c'è sempre perdono, perché a tutto c'è rimedio, tranne che alla morte; ma, per i figli di Dio, la morte è Vita. Sereni, non fosse che per poter agire con intelligenza: chi conserva la calma è in grado di pensare, di studiare i pro e i contro, di esaminare giudiziosamente l'esito delle azioni previste. Poi, ponderatamente, potrà agire con decisione.
(Amici di  Dio, 79)

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

RIAPPROPRIATI DI TE

RIAPPROPRIATI DI TE | Effatà! | Scoop.it

Quante volte hai riposto la speranza in ciò che gli altri pensano di te? Riappropriati di te: guardati dentro.  

Quante volte ti sei disposto ad amare pronto a fare scempio  della tua essenza divina?

Riappropriati di te: smetti di ucciderti.  Quante volte ti sei immaginato perduto o in miseria o in galera  o morto?  

Riappropriati di te:  se non diventi subito forte non puoi aiutare nessuno.  

Quante volte  ti sei rifugiato nel sogno assaporando un amore fantastico e impossibile che ti desse respiro  per un attimo e ti rendesse estraneo alla realtà?  

Riappropriati di te: ferma il tuo pensiero.  

Quante volte  ti sei ritenuto incapace, ti sei condannato e ti sei assolto per ricondannarti ancora?  

Riappropriati di te: sospendi il giudizio.  

Quante volte  hai sofferto perché hai creduto veramente  di essere mediocre, fragile, pauroso, stupido,  malato e indegno d'affetto?  

Riappropriati di te: tu sei vita eterna.  

Riappropriati di te: non ti conosci ancora.  

Guardati dentro. Smetti di ucciderti.  Non prenderti sul serio.  

L'ansia è della tua mente, non della tua anima.  Se non diventi subito forte non puoi aiutare nessuno.

Ferma il tuo pensiero. Sospendi il giudizio. Tu sei vita eterna.

 

RIAPPROPRIATI DI TE!

Cristina Saponaro's insight:

"Riappropriati di te ... Tu sei Vita Eterna!"

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

“Niente vale la pena, se non siamo accanto al Signore”

“Niente vale la pena, se non siamo accanto al Signore” | Effatà! | Scoop.it

Maria, tua Madre, ti porterà all'Amore di Gesù. E lì starai “cum gaudio et pace” — con gioia e pace, sempre “portato” — perché da solo cadresti e ti copriresti di fango — a grandi passi, per credere, per amare e per soffrire.
(Forgia, 677)

17 maggio 2000
Maria e Giuseppe fecero una giornata di viaggio e si misero a cercarlo fra parenti e conoscenti. Non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme [Lc 2, 44-45]. La Madre di Dio, che cercò affannosamente suo Figlio, smarrito senza sua colpa, che provò la gioia più grande nel ritrovarlo, ci aiuterà a rifare la strada, a rettificare ciò che sia necessario, quando per la nostra leggerezza o per i nostri peccati non riusciamo più a riconoscere Cristo. Ritroveremo così la gioia di riabbracciarlo, di dirgli che non lo perderemo mai più.

Maria è Madre della scienza, perché da Lei si impara la lezione più importante: che niente vale la pena, se non siamo accanto al Signore; che a niente servono tutte le meraviglie della terra, tutte le ambizioni soddisfatte, se nel nostro petto non arde la fiamma dell'amore vivo, la luce della santa speranza che è un anticipo dell'amore senza fine nella Patria definitiva.
(Amici di Dio, 278)

Cristina Saponaro's insight:

... a niente servono tutte le meraviglie della terra, tutte le ambizioni soddisfatte, se nel nostro petto non arde la fiamma dell'amore vivo, la luce della santa speranza che è un anticipo dell'amore senza fine nella Patria definitiva.

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

Gesù al femminile

Gesù al femminile | Effatà! | Scoop.it

Un Gesù con una sensibilità e un modo di amare incredibilmente femminili e palesemente materni. Ce lo consegna così il lungo discorso che Giovanni mette sulle Sue labbra durante l’Ultima Cena. Se è vero che la carne di Gesù rivela il volto di Dio, qui se ne contempla Uno che avrà certo il volto di Padre ma ha indiscutibilmente il cuore di una Madre e un animo dal tratto marcatamente femminile. Mentre Lo ascolto, Lo leggo e Lo contemplo, sento quanto fortemente ne ho bisogno, insieme a questo tempo e a questa Chiesa. Quanto cerco questa femminilità, questa sororità, questa maternità. Mi domando, allo stesso tempo, quanto sarebbe diversa la mia Chiesa se non ponesse l’accento così spesso sulla forza di un Dio quasi esclusivamente maschile, nel quale anche gli elementi di misericordia e tenerezza sono spesso raccontati come espressione di una potenza. Me lo chiedo perché questo tempo così sfilacciato, frammentato, confuso e dolente se è vero che domanda punti di riferimento, è altrettanto vero che li attende più come un’istanza di accoglienza e comprensione che come pretesa di definizione.


Via Raffaele Nappi
more...
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Le nuove strategie da leader di Papa Francesco

Le nuove strategie da leader di Papa Francesco | Effatà! | Scoop.it

Se si esaminano le sue prime azioni con un occhio critico, sembra proprio che il cardinal Bergoglio abbia frequentato un master in strategie per leader! Voi grandi manager, leader incalliti, siete dubbiosi? Abbiate fede! C’è solo da imparare.

Innanzitutto le prime azioni sono quelle fondamentali, soprattutto se le aspettative di cui si è caricati sono elevatissime e il mondo pensa già di conoscerti e prevedere le tue mosse.

Prima di fare qualsiasi cosa, fermati e chiediti per cosa vorresti essere conosciuto e ricordato. Poi pensa a quali azioni compiere per raggiungere il tuo obiettivo. Devi tagliare i costi? Sii il primo! Vuoi una gerarchia più elastica? Togli la targa dalla tua porta. Il Papa ha iniziato parlando italiano piuttosto che latino, dimostrando la sua modernità. Piccolo segno ma eloquente.

Come e soprattutto con chi i leader trascorrono i primi momenti fa la differenza. Se ti rinchiudi in riunione con i tutti gli altri manager, diventerai subito “quello distante e anche un po’snob”. Convoca i tuoi sottoposti, gira per l’ufficio parlando e ascoltando tutti. Realmente! In fondo Francesco non ha rifiutato la papa-mobile per essere vicino la folla? Guarda e impara!

 

Qualsiasi segno tu voglia dare, fai in modo che sia in linea con i successivi. La decisione del Papa di celebrare la Messa in una cappella piuttosto che in Vaticano è perfettamente coerente con l’austerità e semplicità di tutti i suoi gesti. 

In quanto leader hai bisogno di un consigliere esterno la tua società che sappia darti un consiglio imparziale. Ciò non significa che non debba avere il tuo entourage di uomini fidati in azienda, ma sentire una campana diversa, disinteressata con la quale confrontarti è fondamentale. All’inizio dovrai camminare da solo: ci vuole tempo per scegliere le persone giuste. I leader di successo lo sanno. Gli altri lo scoprono con il tempo. Questa è la vera sfida di Papa Francesco, il nocciolo duro.

 

Cristina Saponaro's insight:

Tratto da http://www.ninjamarketing.it/2013/04/10/le-nuove-strategie-leadership-di-papa-francesco/

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Javier Zanetti si racconta: «Sono a disposizione di Dio»

Javier Zanetti si racconta: «Sono a disposizione di Dio» | Effatà! | Scoop.it

«La fede per me è molto importante in tutto  quello che faccio. Io sono molto religioso, molto cristiano, cerco sempre di  essere molto vicino a Dio. Qui alla Pinetina facciamo sempre la Messa, facciamo  degli incontri per far sì che Dio ci possa proteggere. In tanti ci sentiamo  molto vicini a Lui». Zanetti inizia così, la fede è una dimensione basilare  della sua esistenza, tocca anche il livello profondo delle emozioni. Gli  chiediamo come tutto ciò che ha appena detto influenzi il rapporto con i  compagni di squadra e gli avversari. Continuiamo ad  ascoltarlo. «Fa parte della mia  personalità. La correttezza, prima di tutto, sia verso i compagni che verso un  avversario. E soprattutto il rispetto. A me piace essere rispettato, per questo  cerco di rispettare gli altri in tutte le loro attività. E se poi qualcuno – dal  mio punto di vista – sta sbagliando, posso dare un consiglio, un parere, cerco  sempre di indirizzarlo sulla strada giusta». Un atteggiamento nutrito dalla  vicinanza, dalla presenza di Dio. Nella vita di tutti i giorni, il calcio. «Prima di andare in campo faccio il segno della Croce. E dopo cerco di sentirmi  vicino a Dio. Chiedo di poter essere protetto, lo faccio per me e soprattutto  per la mia famiglia, chiedo a Dio soprattutto che possa allontanare da noi tutto  il male che c’è in questo mondo». Vivere la fede, e poi testimoniarla, in un  ambiente in cui le distrazioni e le tentazioni sono tante. E in cui si è  confrontati a colleghi e compagni che non vivono questo dono. E che magari  insultano Dio. «Sono contrario a quelli che bestemmiano, io mi arrabbio  tantissimo quando sento qualcuno che bestemmia». E gli dice qualcosa? «Certo, e  dentro di me prego per lui, dicendo: “Signore perdonalo, perché non sa ciò che  dice”. Io cerco sempre di trasmettere la mia fede a tutti quelli che mi sono  vicini e vengo rispettato anche per questo».

 

Fonte: Inter, Javier Zanetti si racconta: «A disposizione di Dio» | Tempi.it

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

Egli è nato!

Egli è nato! | Effatà! | Scoop.it
Cristina Saponaro's insight:

“Egli è nato”Natale. — Cantano: “Venite, venite...”. — Andiamo, Egli è nato.E, dopo aver contemplato come Maria e Giuseppe si prendono cura del Bambino, mi azzardo a suggerirti: guardalo di nuovo, guardalo senza sosta.(Forgia, 549)
25 dicembre 2000 E' stato promulgato un editto di Cesare Augusto, che ordina il censimento di tutto l'impero. Perciò ognuno deve andare al paese d'origine della sua stirpe. - Giuseppe, che è della casa e della famiglia di David, va con la Vergine Maria da Nazaret alla città chiamata Betlemme, nella Giudea (Lc 2, 1-5).
E a Betlemme nasce il nostro Dio: Gesù Cristo! - Non c'è posto nella locanda: nasce in una stalla. - E sua Madre lo avvolge in fasce e lo adagia nella mangiatoia (Lc 2, 7).
Freddo. Povertà. - Io mi metto al servizio di Giuseppe. Com'è buono Giuseppe! Mi tratta come un figlio. E mi perdona se prendo in braccio il Bambino e rimango per ore a dirgli cose dolci e ardenti!
E lo bacio - bacialo anche tu - e lo cullo, e canto per lui, e lo chiamo Re, Amore, mio Dio, mio Unico, mio Tutto! Com'è bello il Bambino e com'è corta la decina!(Santo Rosario, 3º Mistero guadioso) 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

La fede è scommettere sulla vita

La fede è scommettere sulla vita | Effatà! | Scoop.it

La fede è la roccia

per non temere i venti

e le tempeste della vita

 

Ma è anche le ali

per chi decide
di volare alto.

 

 

La fede è l'àncora
che dà sicurezza
nei momenti del dubbio
e dell'incertezza.

 

Ma è anche la vela
che ti permette
di prendere il largo.

 

La fede è scommettere
sulla vita
qui, ora, per sempre.


(don Tonino Lasconi, nato a Fabriano il 20 agosto 1943, sacerdote, scrittore e giornalista)

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

Life in a Jar: The Irena Sendler Project

Life in a Jar: The Irena Sendler Project | Effatà! | Scoop.it

Protestant kids from rural Kansas, discovered a Polish Catholic woman who saved Jewish children. Irena Sendler and these students have chosen to repair the world.

 

<<He who changes one person, changes the world entire>>


Via Raffaele Nappi
more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from One way, Jesus
Scoop.it!

The Power of Praise

The Power of Praise | Effatà! | Scoop.it

The world’s kind of vicious. Sometimes it seems like there are vultures circling ominously all around you. You make a mistake and “bam!” they fly in for the feast.

 I started noticing that especially after I began working more with kids. In school, it’s like survival of the fittest, jungle law. Without it even being something conscious, they pounce on opportunities to laugh at or make fun of each other. 


Via Raffaele Nappi
more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from Brick ONE
Scoop.it!

Il Signore ha dato, Il Signore ha tolto

Il Signore ha dato, Il Signore ha tolto | Effatà! | Scoop.it

Per ben due volte a noi è stata data una maternità ed una paternità il cui significato va oltre ogni limite, va al di là dello spazio, del tempo e della morte e il cui valore si cela nell’immenso respiro dell’eternità!!!

Abbiamo sperimentato che la difficoltà e la sofferenza di dire "sì" sono meno dolorose della ribellione nel dire "no"! La prima, infatti, ti àncora di più a Dio e allo Spirito Santo Consolatore, la seconda invece ti lascia nel baratro della disperazione e dell’assenza di Dio!!

Eppure Dio non ci lascia se non lo lasciamo noi!! Lui è davvero Vita che non finisce e i nostri piccoli sono già nella Vita!!

 

Dobbiamo stare nella stessa Vita, appiccicati a Dio anche quando non capiamo cosa sta succedendo o quando ci si chiede di morire … morire ad un desiderio grande come quello di poter toccare, amare e veder crescere i propri figli!!!

 

Ma i figli non sono esattamente nostri! Sono Figli di Dio come lo siamo noi!!!

Aprendoci alla vita, contribuiamo alla creazione di Figli di Dio che Lui ci dona in prestito per accompagnarli e portarli a Lui.

Non importa per quanto tempo … il valore del prestito è lo stesso indipendentemente dal numero dei giorni!

E’ per questo che possiamo dire insieme a Giobbe: “Il Signore ha dato, il Signore ha tolto!” E soprattutto “Sia benedetto il nome del Signore”!!!


more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Saponaro from Brick ONE
Scoop.it!

Videoreportage "Cuore di bimbi" - Uzbekistan 2012

Videoreportage "Cuore di bimbi" - Uzbekistan 2012

Un emozionante videoreportage dedicato alla missione "Cuore di bimbi" in Uzbekistan, promosso dalla Fondazione "aiutare i bambini" nel mese di luglio 2012.
Immersi nel panorama politico e sociale del lontano paese dell'ex Unione Sovietica, conosceremo le storie di alcuni bambini cardiopatici operati con successo presso l'Ospedale Vakhidov di Tashkent, e dell'équipe di medici volontari, coordinati dal Professor Stefano Marianeschi, responsabile della cardiochirurgia pediatrica dell'ospedale Niguarda di Milano.

Perché anche in Asia batte un cuore italiano.


Fonte: http://m.youtube.com/user/aiutareibambini
more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Saponaro
Scoop.it!

“L'amore vero è un uscire da se stessi”

“L'amore vero è un uscire da se stessi” | Effatà! | Scoop.it
La gioia cristiana non è fisiologica: il suo fondamento è soprannaturale, ed è al di sopra della malattia e della contrarietà.
— Gioia non è tripudio di sonagli o di ballo popolare.
La gioia vera è qualcosa di più intimo: qualcosa che ci fa stare sereni anche se a volte il viso rimane serio.
(Forgia, 520)

more...
No comment yet.