Casa
55 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Luca Maule
Scoop.it!

Elettrodomestici, ecco quelli che da gennaio 2013 non potranno essere venduti.

Elettrodomestici, ecco quelli che da gennaio 2013 non potranno essere venduti. | Casa | Scoop.it
Se l’elettrodomestico dei vostri sogni non rientra nelle classi energetiche A+/A++/A+++, da gennaio 2013 non ve lo potranno più vendere. A partire dal prossimo anno, infatti, entrerà in vigore la nuova normativa europea Erp (Energy Related Product) in base alla quale vengono ridefinite le classi di efficienza energetica dei vostri apparecchi.

 

Le nuove etichette indicheranno in modo più rigoroso e corretto gli standard sul reale consumo degli apparecchi, mettendo in evidenza le differenze di qualità e di prestazioni tra i prodotti. Le nuove etichette (A+/A++/A+++) saranno introdotte gradualmente dal 2013 al 2019.

 

I nuovi standard impongono nuovi criteri per la progettazione di tutti gli elettrodomestici: dai climatizzatori alle pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti

.

SWalter Rebosio della Mitsubishi Electric, intervistato dal Corriere parla di “una delle più importanti innovazioni tecniche che abbiano toccato il settore in questi anni”. E spiega: “La normativa alza l’asticella dell’efficienza minima dei prodotti e mette ordine nel settore, stabilendo che se un prodotto non è efficiente non può essere venduto. Così, chi è in grado di fare un apparecchio efficiente potrà distinguersi sul mercato ed essere premiato. E anche i consumatori avranno gli strumenti per scegliere al meglio”.

 

Un intervento che andrà ad influire anche a livello competitivo e che “colpirà soprattutto i produttori di fascia bassa – spiega ancora Rebosio – che dovranno decidere se riposizionarsi su una maggiore efficienza”.

 

“Chi, come noi – conclude – era già strutturato per seguire tutti i mercati del mondo, con norme diverse, dovrà fare uno sforzo, anche di investimento, più limitato. Le nostre linee di produzione sono già molto flessibili. Lanceremo gamme di prodotto nuove, molto accattivanti che permetteranno un risparmio energetico del 20%“.

 

Fonte Blitzquotidiano.it

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Maule
Scoop.it!

Innova Nuovi Centri Immobiliari

Innova Nuovi Centri Immobiliari | Casa | Scoop.it

E' il quadro che emerge dall'Atlante della domanda immobiliare presentato dal Censis.

 

Nel 2012, secondo l'istituto di ricerca, sono 907mila le famiglie intenzionate ad acquistare un alloggio.

 

Nel 2011 le famiglie che sono riuscite a realizzare l'acquisto sono state il 57%, ma quest'anno scenderanno al 46%.
La famiglia italiana, da sempre «cerca-casa» per necessità e vocazione, incontra serie difficoltà nel soddisfare questo elementare bisogno.

 

Esiste, infatti, secondo il Censis, una domanda da parte di famiglie appartenenti prevalentemente al ceto medio che esprimono l'intenzione di acquistare un immobile per uso proprio o dei figli, ma non ci riescono.

 

Gli acquirenti sono in prevalenza già proprietari (8 su 10), per due terzi sono famiglie con due percettori di reddito, per il 61% del ceto medio, per il 26% della fascia alta di reddito, per il restante 13% a reddito moderato.

 

Per quanto riguarda il tipo d'alloggio, si prevalgono immobili nuovi o ristrutturati, in edifici multipiano, essendo minoritaria la domanda per le più costose case a schiera o individuali. Il 40% richiede un immobile ad alta efficienza energetica (in classe A o B).

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Maule
Scoop.it!

Innova Nuovi Centri Immobiliari

Innova Nuovi Centri Immobiliari | Casa | Scoop.it
Mercato Immobiliare: un calo degli scambi nel settore residenziale pari al –25,3% rispetto al II trimestre 2011. Dati Agenzia del Territorio.

 

Ma da un sondaggio fatto da Casa.it alla domanda

- "è un buon momento per pensare di acquistare un immobile?",

la risposta è
- "Sì, ma solo se trovo un vero affare”

 

La tipologia di immobile su cui si concentrano maggiormente le ricerche è il bilocale di circa 60 mq per chi vuole fare un investimento mentre il trilocale di circa 90/100 mq per chi cerca una casa più grande dove vivere.

 

Le ricerche si concentrano prevalentemente

- nelle "giuste” periferie, grazie alle nuove classi di efficienza energetica che garantiscono minori spese ordinarie e la potenziale assenza di spese straordinarie nel medio termine

- nei centri storici dove si trattano prevalentemente appartamenti da ristrutturare sia perché ci possono essere ampi margini di trattativa e un abbattimento del prezzo d’acquisto (stimato tra il 15/20%) sia perché, fino a luglio 2013, il Decreto Sviluppo garantisce corposi sconti fiscali per le ristrutturazioni.

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Maule
Scoop.it!

Stai pensando di comprare casa ma la Banca non ti dà il 100% del mutuo?

Stai pensando di comprare casa ma la Banca non ti dà il 100% del mutuo? | Casa | Scoop.it

C'è una soluzione, che in pochi conoscono, che si chiama "Affitto con Riscatto". Ti permette di abitare da subito la casa dei tuoi sogni, anche se la Banca non ti vuole concedere il mutuo nel momento che vai a richiederglielo.

 

Ti spiego come funziona:

 

1) Trovi la casa che ti piace, quella che vorresti acquistare
2) Stipuli un contratto di locazione (un normale contratto di affitto)
3) Insieme al contratto di locazione, stipuli un contratto di opzione per l’acquisto della casa
4) Dopo 3-5 anni, se sei ancora interessato, eserciti il diritto di opzione per acquistare la casa
5) Torni in Banca a richiedere il mutuo per il quale avevi incontrato problemi
6) La Banca non ti fa problemi a rilasciarti il mutuo, ora sa che sei un buon pagatore
7) Completi l’acquisto andando dal notaio a fare il rogito

 

PRO e CONTRO

 

Pro:
- Costi iniziali molto ridotti per abitare la casa da subito (solo quelli di un normale contratto d’affitto)
- Tempo di vivere e valutare se la casa e la zona ti soddisfano realmente
- Dopo i 3-5 anni, richiedi alla Banca un mutuo di importo inferiore al 100% (il resto lo hai già pagato con l’affitto negli anni precedenti)
- Fissi il prezzo di acquisto nel momento che stipuli il contratto d’opzione. Questo significa che acquisterai la casa (fra 3-5 anni) ad un prezzo più conveniente, se i prezzi delle case saranno saliti

 

Contro:
- Paghi un affitto di circa il 30% in più rispetto al quello di mercato
- Se dopo i 3-5 anni decidi di non acquistare la casa, hai pagato un affitto che è più del dovuto
- Se i prezzi delle case sono in discesa, acquisterai casa ad un prezzo più alto
- Il proprietario deve accettare l’opzione “Affitto con Riscatto”

 

Puoi trovare l'articolo completo del Sole 24 Ore qui:

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-09-20/banca-mutuo-allora-meglio-104105.shtml?uuid=Ab0QMdgG&p=2

more...
No comment yet.