zigzagando
184 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Turismo e gastronomia del Fvg in mostra a Budapest

Un incontro tra culture e tradizioni gastronomiche, per celebrare le “secolari relazioni” tra Friuli Venezia Giulia e Ungheria. Vola a Budapest una piccola delegazione di aziende alimentari e vinicole della regione, accompagnata dall’associazione culturale Mitteleuropa e da Turismo FVG, per partecipare all’evento “Friuli Venezia Giulia, microcosmo di emozioni” in programma venerdì 27 maggio all’Istituto italiano di cultura della capitale ungherese. 

 L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Ambasciata italiana in Ungheria, coinvolge alcune eccellenze enogastronomiche regionali: Masè, con uno dei prodotti simbolo della tradizione triestina: il prosciutto CottoTrieste e con il NeroTrieste; l’azienda vinicola Colutta di Manzano; la Cantina Lorenzon di San Canzian di Isonzo; l’hotel Patriarchi di Aquileia e i distillati preziosi della distilleria Aquileia. I nostri imprenditori incontreranno istituzioni governative, operatori turistici ed economici, responsabili di alcuni ristoranti stellati di Budapest per presentare i loro prodotti e promuovere il turismo enogastronomico del Friuli Venezia Giulia. 

 “L’iniziativa – spiega Edoardo Petiziol dell’associazione Mitteleuropa – nasce per rafforzare la collaborazione tra due territori legati da antiche relazioni storiche, economiche e culturali. Abbiamo raccolto alcune aziende che esprimono la vocazione enogastronomica internazionale del Friuli Venezia Giulia per presentarle al mercato ungherese e stimolare l’interesse verso le opportunità che la nostra regione offre come destinazione turistica. Grazie alla sinergia con Turismo FVG e le nostre istituzioni locali, inoltre, sarà messa in mostra l’intera offerta culturale, storica e artistica della regione, attraverso la proiezione di video e altri accattivanti strumenti promozionali. Un’occasione unica per presentarsi come “sistema turistico” e intrecciare nuove relazioni istituzionali, considerata anche la presenza delle autorità governative ed economiche magiare".
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

iVision Group racconta la storia del made in Italy ceramico

iVision Group racconta la storia del made in Italy ceramico | zigzagando | Scoop.it
Grande impatto visivo, emozionalità e forza dei dettagli. Sono le caratteristiche salienti del nuovo sito web di FAP ceramiche, storica azienda modenese produttrice di piastrelle e rivestimenti in ceramica per l'arredo e il design. Il progetto è firmato da iVision Group, azienda specializzata in comunicazione digitale, marketing e servizi tecnologici per il turismo, con all'attivo già diverse collaborazioni con alcuni dei brand industriali più noti a livello italiano ed estero. 

Il nuovo sito web punta decisamente sulle emozioni scegliendo immagini full screen che valorizzano al massimo la bellezza e la qualità dei prodotti FAP e sceglie un visual pulito, essenziale e molto elegante. La navigazione è intuitiva e veloce, con un menù principale articolato in diverse voci di dettaglio. 

 Cuore del sito è l'area collezioni, una sezione ricca di contenuti e immagini che presentano in modo estremamente completo l'offerta decorativa dell'azienda. L'utente è invitato a scegliere tra diversi percorsi di navigazione distinti per tipologia di prodotto, finitura, ispirazione o ambiente. Sarà così guidato alla scoperta delle soluzioni più adeguate al proprio stile o alle proprie esigenze di arredo, scoprendo tutti i dettagli tecnici, estetici e funzionali delle collezioni. Un'ampia galleria di foto ambientate mette in risalto le possibili realizzazioni e ogni nuance è completata dalla descrizione dettagliata delle finiture, dei formati, delle texture e dei pezzi speciali. 

Completano la sezione la possibilità di scaricare i cataloghi e accedere a informazioni tecniche su posa, pulizia ed eco-compatibilità. Innovativa la sezione moodboard, offre un colpo d'occhio su stile e formati delle varie collezioni . Completano il sito la sezione news, video, rivenditori (con mappa interattiva) e FAQ.
Alessandra Picciolo's insight:
Share your insight
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Nuovi standard di qualità per le aziende, Zanutta spa prima certificata in Italia

Nuovi standard di qualità per le aziende, Zanutta spa prima certificata in Italia | zigzagando | Scoop.it
L’azienda ha concluso con successo il processo di adeguamento ai nuovi standard di qualità ISO 9001 entrati in vigore alla fine del 2015
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

La ceramica italiana all’ICFF di New York

La ceramica italiana all’ICFF di New York | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:


La ceramica italiana si presenta all' ICFF International Contemporary Furniture Fair di New York, in programma dal 17 al 20 maggio. La manifestazione raccoglie più di 600 espositori provenienti da oltre 38 paesi del mondo, che esporranno le loro novità per quanto riguarda il mondo dell’arredamento e del design della cucina e del bagno. 

 

Organizzati da Confindustria Ceramica (l'Associazione italiana della ceramica) e dall'Agenzia italiana per la promozione del commercio (ICE) insieme ad ICE-Agenzia, gli stand di Ceramics of Italy (1424-1432) accorpano 23 importanti produttori italiani di ceramica che esporranno in altrettanti corner aziendali le ultime novità di prodotto e le tecnologie più innovative delle piastrelle e dell’arredobagno made in Italy.

Tra queste anche le esclusive collezioni di pavimenti e rivestimenti Docks e Manhattan by Fap Ceramiche. Se la prima interpreta il vintage “moderno” che arreda casa e giardino, fondendo la solidità del gres porcellanato con l’effetto “nature” del legno lavorato a mano, Manhattan riscopre invece il lato contemporaneo della tradizione, dando vita a un look metropolitano che gioca su superfici irregolari lucide e il formato standard 10x30.

 

Le diverse versioni di Docks – il formato Regular ed Extrasize per interni e Doga Out e Doga 2.0 per esterni – la rendono una linea di pavimenti versatile e funzionale alle esigenze di tutti gli ambienti della casa e anche di terrazze e giardini. Manhattan offre invece una vasta gamma di rivestimenti in gres porcellanato per ambienti sia residenziali che commerciali, disponibili in 9 colorazioni e 6 diverse pose, abbinabili a pavimenti di altre collezioni come Docks, Base e Nuances.

Le esclusive linee Fap sono presenti a ICFF 2014, International Contemporary Furniture Fair, 17-20 maggio c/o Jacob K. Javits Convention Center di New York stand 1432

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Giovani pittori in mostra, aprono gli atelier di "Painting Practices"

Giovani pittori in mostra, aprono gli atelier di "Painting Practices" | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

Per un mese hanno lavorato fianco a fianco, condividendo spazi, tele e pennelli, dando vita alla prima residenza italiana dedicata alla pratica pittorica. Ora, le opere realizzate dai giovani artisti che hanno partecipato a “Painting Practices”, l’iniziativa ospitata a Villa Gorgo di Nogaredo al Torre (Ud), saranno esposte in una mostra che resterà aperta dal 16 aprile al 18 maggio 2014.


Il progetto è frutto di un’idea di Andrea Bruciati e dell’associazione culturale “Guado dell’arciduca” e conta sul sostegno dei Civici Musei di Udine e della concessionaria Autostar di Udine, affiancati da altri partner aziendali e istituzionali. 

L’apertura della mostra a Villa Gorgo chiude la prima fase di un progetto innovativo, unico nel suo genere, che ha visto soggiornare negli spazi della storica dimora friulana 10 pittori provenienti dai centri formativi di tutta Italia, in una sorta di “ritiro artistico” che mirava ad approfondire il tema della pittura attraverso la formazione, la sperimentazione e l’incontro con esperti e professionisti dell’arte.
La seconda fase di Painting Practices prevede due diversi momenti espositivi: dal 16 aprile al 18 maggio le opere resteranno a Villa Gorgo, dove saranno visitabili su appuntamento (scrivere a: pasdetor@libero.it). Dal 7 maggio una parte dei lavori sarà trasferita a Udine per l’allestimento di una mostra in Casa Cavazzini intitolata “Depot: esperienze di pittura in vitro”, che resterà aperta fino al 15 giugno.

Il progetto Painting Practices ha il sostegno di Pratic spa, Potocco spa, NT Nuove Tecnologie srl e il patrocinio di Provincia di Udine, Comune di Udine, Comune di San Vito al Torre. Con la collaborazione promozionale di ArtVerona. Maggiori info su: paintingpractices.spaziocultura.org 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Vino, arrivano le etichette interattive

Vino, arrivano le etichette interattive | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

Bottiglie di vino da guardare, ammirare, toccare, prima ancora che da bere. Da semplici contenitori a veri e propri oggetti di culto, capaci, oggi, di stupire con effetti sempre più speciali. Come le etichette in realtà aumentata, ad esempio, che le trasformano in oggetti animati capaci di “parlare” e mostrare contenuti interattivi. La novità, presentata in anteprima al Vinitaly di Verona, nasce dalla collaborazione tra l’azienda friulana Tonutti spa, specializzata nel labelling per il settore vitivinicolo e la società di comunicazione digitale iVision Made di Udine.

 

Alle etichette, in sostanza, vengono applicate tecnologie di realtà aumentata che permettono di visualizzare video, immagini, oggetti in 3d e pagine web puntando la bottiglia con il telefonino o il tablet. Si sfrutta una specifica applicazione scaricabile gratuitamente da internet  che arricchisce di contenuti multimediali la carta e qualsiasi altro supporto statico. L’effetto è di grande impatto visivo e informativo: con un semplice clic si possono ottenere informazioni extra sul vino o sull’azienda produttrice, conoscere la filiera produttiva, accedere a link di approfondimento e altro.

 

In occasione della kermesse veneta le due realtà friulane hanno realizzato le prime demo del prodotto. L’idea è di integrare con la realtà aumentata la produzione di etichette per il settore vitivinicolo, un campo in cui la Tonutti lavora da oltre 60 anni, con clienti tra piccoli produttori locali e grandi gruppi nazionali e internazionali. “Il packaging, capace di esaltare il contenuto grazie al grande potere visivo delle forme e dei colori potrebbe contare su un elemento in più, che sfrutta le ultime evoluzioni nel campo delle tecnologie digitali lanciando così, anche nel settore del vino, nuovi format per la promozione del prodotto”.

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Mercato auto, segnali positivi dal Fvg: Gruppo Autostar chiude in crescita il 2013

Mercato auto, segnali positivi dal Fvg: Gruppo Autostar chiude in crescita il 2013 | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

Seimila auto vendute nel 2013 (il 33% in più dell’anno scorso), un fatturato previsto di 135 milioni di euro (+15% rispetto al 2012), importanti investimenti in innovazione e sviluppo. Sono questi i numeri con cui il concessionario d’auto friulano Autostar, rivenditore ufficiale di 5 marchi “premium” (Bmw, Mercedes, Smart, Mini e Jeep) con 6 sedi tra Fvg e Veneto, chiude il 2013 e sfida la crisi che continua a travolgere il mercato dell’auto in Italia e in regione.

Se nel 2012, infatti, le immatricolazioni in Fvg sono scese del 26%, i dati - ancora provvisori - del 2013 registrano un’ulteriore contrazione del 12% in regione. Un trend in linea con il calo registrato a livello nazionale e rispetto al quale il dealer friulano si pone in netta controtendenza.


“Abbiamo reagito puntando su etica, innovazione e massima efficienza – spiega il presidente Arrigo Bonutto – investendo cifre vicine al milione in formazione interna e strumenti innovativi per l’organizzazione aziendale e i servizi al pubblico”. Tra questi interventi rientra un processo di digitalizzazione avanzata che ha dotato le concessionarie di sistemi per il controllo di gestione e per la tracciabilità delle performance nei reparti vendita e post vendita. “Così siamo in grado di monitorare l’andamento e le eventuali criticità dei processi aziendali, e soprattutto di impostare le strategie aziendali secondo criteri di massima efficienza” spiega Bonutto.


Grande attenzione è stata data alla formazione del personale: nel 2013 sono stati erogati 49 corsi di aggiornamento nelle aree vendita, post vendita e supporto al business (per un totale di 1176 ore), completamente autofinanziati. “Abbiamo puntato e continuiamo a puntare molto sull’etica e sull’impegno verso le nostre risorse umane – commenta Bonutto, che quest’anno ha anche scelto di destinare il 10% dell’utile 2012 ai dipendenti in segno di riconoscenza per il contributo dato alla crescita dell’azienda - perché sono loro che devono trasferire per prime l’innovazione in azienda, e quindi imparare a farla, a gestirla”. Il Gruppo chiude il 2013 con 180 dipendenti, con un’età media di 34 anni. Al personale è rivolta anche l’iniziativa “L’Autostar che vorrei”, finalizzata a raccogliere bisogni, opinioni e suggerimenti per migliorare il lavoro in azienda.


Sul versante dell’assistenza e dei servizi esterni, la concessionaria ha erogato più di 19.000 test drive nel 2013 e ha anche lanciato il nuovo video tutorial per l’assistenza post vendita che aiuta i clienti a svolgere piccole operazioni in autonomia. Sono proseguite, infine, le iniziative legate a “Spaziocultura”, il contenitore di eventi, incontri, mostre pensato per “portare la concessionaria tra la gente, farla sentire più parte di questo territorio”. Tra queste l’esposizione fotografica organizzata nell’ex Palazzo Upim a Udine, la mostra di design allestita nella sede storica dell’Aci di Udine, e anche la sponsorizzazione del restauro di Casa Cavazzini a Udine. Iniziative che si sono affiancate a quelle più propriamente dedicate al lancio di nuovi modelli auto, una trentina in tutto nel 2013.

Nuove sperimentazioni, infine, hanno riguardato l’impiego di tecnologie basate su web e social network per approcciare nuove fasce di consumatori tra i più giovani, in linea con le innovazioni di prodotto e di immagine attuate da alcuni dei brand Autostar. Nel 2013 sono stati organizzati 2 concorsi digitali che utilizzavano app e mobile games, uno dei quali ha vinto due premi speciali al Mediastars di Milano, tra i più importanti concorsi nazionali della categoria. 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Risparmio energetico,
in Fvg i primi impianti fotovoltaici con batteria

Una famiglia media potrebbe risparmiare fino a 30/40 euro sulla bolletta “producendo” l’energia in casa invece di acquistarla dalla rete. E’ quanto promette una tecnologia innovativa, molto diffusa all’estero ma ancora poco nota in regione, che utilizza batterie al litio per accumulare e stoccare l’energia solare prodotta dagli impianti fotovoltaici. 

 Il primo impianto di questo genere è stato installato ad Aviano, in provincia di Pordenone, in una abitazione privata. La sua capacità di accumulo è del 30% superiore a quella dei sistemi che usano le tradizionali batterie al piombo. “Il che consente – spiega Lino Calligaro de L’Altra Energia di Udine, la società che si è occupata del progetto – di sfruttare al massimo le potenzialità dell’impianto fotovoltaico riducendo le necessità di prelievo dalla rete e i relativi costi in bolletta. La batteria accumula l’energia prodotta durante il giorno e la rimette in circolo quando i pannelli non lavorano, di sera, ad esempio, o quando non c’è sole”. Un’opportunità, però, ancora poco diffusa. “Mi ha sorpreso – ammette l’imprenditore - scoprire che siamo stati tra i primi in regione a richiedere all’Enel l’autorizzazione per questo genere di impianti. Fino a qualche anno fa la convenienza del fotovoltaico era legata soprattutto agli incentivi erogati sui kilowatt prodotti, oggi invece sta nella capacità di abbattere i costi per l’acquisto di energia”. 

Il fabbisogno medio annuale di una famiglia si aggira attorno ai 3mila kWh, ovvero circa 8 kWh al giorno. I consumi domestici si concentrano soprattutto di sera e di notte, quando l’impianto fotovoltaico non produce. “In questa fascia oraria - continua Calligaro - invece di “comprare” energia della rete si potrebbero utilizzare i kilowatt autoprodotti durante il giorno: basta un accumulo di circa 4kWh per soddisfare le necessità quotidiane e risparmiare fino a 30/40 euro al mese sulla bolletta”. 
 Gli impianti fotovoltaici con batteria al litio usano una tecnologia sofisticata, con una capacità di carica e scarica intorno all’80% e una durata di circa 10 anni, il doppio, cioè, di quelli con batterie al piombo. “L’installazione ha ancora costi piuttosto elevati – dice Calligaro - ma bisogna considerare il benefit del risparmio: con un autoconsumo a regime l’investimento viene ripagato nel giro di una decina d’anni. Il sistema di accumulo, poi, può essere installato anche su impianti vecchi che ricevono gli incentivi del Conto Energia”. 
E non solo, la legge di Stabilità ha confermato le detrazioni fiscali del 50% sugli impianti fotovoltaici e i relativi sistemi di accumulo e ha introdotto l’esenzione totale dal pagamento degli oneri di sistema sull’energia auto consumata per gli impianti sotto i 20 kW.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Zanutta: bilancio da 70 milioni di euro di fatturato, +20% sul 2014

Zanutta: bilancio da 70 milioni di euro di fatturato, +20% sul 2014 | zigzagando | Scoop.it
Zanutta Spa, un bilancio 2015 da 70 milioni di euro. + 20% sul 2014 e oltre 400 mila euro di utile
Alessandra Picciolo's insight:
Share your insight
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

iVision vince con la realtà aumentata

iVision vince con la realtà aumentata | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

Un’app in realtà aumentata che aggiunge alle pagine di giornale contenuti interattivi fruibili via smartphone e tablet. E’ questa l’idea con cui iVision, società di comunicazione digitale di Udine, ha conquistato il riconoscimento speciale per la “Best Augmented Reality” all’Interactive Key Awards di Milano, un concorso nazionale che premia i migliori progetti legati al web e alla comunicazione interattiva. L’app è stata realizzata niente meno che per le Ferrovie dello Stato ed è stata impiegata per rendere interattivo il magazine “La Freccia” distribuito su tutti i treni Freccia d’Italia. Il premio sarà ritirato il 21 maggio a Milano.

 

La rivista delle FS è stata “aumentata” con immagini, video interviste, link di approfondimento e altri contenuti di tipo multimediale legati agli articoli in pagina. La lettura interattiva è accessibile tramite l’app la “Freccia Magazine”, interamente ideata e progettata da iVision, scaricabile dal web sia in versione iOS che Android. Per sfogliare i contenuti extra basta inquadrare con il telefonino o il tablet le pagine del magazine marchiate con l’apposito simbolo e avviare lo “scan”.

La novità ha registrato un ottimo successo di pubblico, superando la soglia delle 50 mila visualizzazioni per un totale di oltre 5000 app scaricate. “La realtà aumentata continua a far tendenza – commenta Stefano Fulchir di iVision – anzi, ci sono settori come l’editoria, la pubblicità stampata e il giornalismo che stanno conquistando nuovo appeal proprio grazie al mix tra reale e virtuale che rende la lettura su carta più attraente, divertente e insolita”.

 

Intanto, le innovazioni in questo campo continuano a correre veloci, aiutate anche dalla forte richiesta da parte del mercato di strumenti che rendano sempre più interattivo, veloce e diretto il dialogo con i consumatori. “Analizzando i modi e i tempi con cui gli utenti accedono alla lettura interattiva, ad esempio, – continua Fulchir – si possono raccogliere informazioni sui loro interessi, gusti, abitudini, ovvero dati utili per indirizzare le strategie di marketing aziendale”.

E proprio le tecniche per la profilazione dell’utente saranno la prossima sfida di iVision, assieme allo sviluppo di strumenti sempre più interattivi per la relazione tra azienda e consumatore. Con la divisione trentina, con la quale iVision gestisce già l’80% di tutte le tecnologie per il turismo della Regione (su clienti come Lago di Garda, Val di Fassa, Bolzano e molti altri), il gruppo si sta specializzando nello sviluppo di sistemi software per la profilazione degli utenti e sistemi predittivi per portali, cruscotti di gestione e controllo, app, social. 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Gastronomia, ecco la festa dell'asparago ad Arta Terme

Gastronomia, ecco la festa dell'asparago ad Arta Terme | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

Torna, puntuale come ogni anno, la Festa dell’asparago di bosco, del radicchio di montagna e dei funghi di primavera ad Arta Terme, quattro giornate all’insegna della gastronomia e della cultura carnica che animeranno il piccolo centro carnico tra il 16 e il 19 maggio.
Si parte venerdì pomeriggio con il corso di cucina carnica all’albergo Salon, dedicato in particolare ai piatti a base di erbe e piante aromatiche. Tra sabato e domenica c’è invece un ricco programma di escursioni guidate nei boschi e di camminate lungo i sentieri di fondovalle alla riscoperta della storia e della natura di Arta. Previsti pranzi in baita, mostre di funghi ed erbe selvatiche, mercatini gastronomici e degustazioni di piatti tipici della Carnia nei ristoranti di Arta Terme e poi concerti in piazza e spettacoli. La kermesse chiuderà lunedì con le visite guidate alle mostre riservate alle scolaresche.
Il tradizionale appuntamento è organizzato dagli operatori turistici e dalle associazioni di volontariato di Arta Terme con il sostegno del consorzio di promozione turistica Carnia Welcome che quest’anno propone anche dei pacchetti weekend comprensivi di soggiorni in bed and breakfast o alberghi della zona. “Anche per la stagione estiva – fa sapere il Presidente Massimo Peresson – resta prioritario incentivare i soggiorno turistici nelle nostre località”.
Il pacchetto prevede anche un massaggio e un ingresso all’area relax e alle piscine della nuova struttura termale di Arta. Per prenotazioni: info@carnia.it

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Il prosciutto di Trieste a “Salumi da Re”

Il prosciutto di Trieste a “Salumi da Re” | zigzagando | Scoop.it

La tradizione del territorio triestino al primo raduno nazionale di aziende salumiere organizzato dal Gambero Rosso (Polesine Parmense, 12-14 aprile 2014). In vetrina i prodotti di Masè, storico produttore di salumeria cotta che si rifà alle ricette della tradizione asburgica e mitteleuropea. Tra le novità anche lo “Spallotto”, nato dalla rivisitazione di un’antica ricetta locale.

Alessandra Picciolo's insight:

Ci saranno anche i sapori e le specialità triestine a “Salumi da Re”, il primo raduno nazionale di allevatori, norcini e salumieri organizzato dal Gambero Rosso a Polesine Parmense, dal 12 al 14 aprile. Da quest’angolo nel Nordest, custode di un’antica tradizione salumiera che affonda le radici nel passato asburgico e mitteleuropeo della città di Trieste, provengono alcune delle più rinomate specialità della salumeria cotta italiana. Fiore all’occhiello è il prosciutto cotto in crosta di pane, rigorosamente tagliato al coltello, specialità “di punta” di un’azienda storica della provincia triestina, la Masè, che da fine ’800 lo produce secondo un’antica ricetta artigianale, attenta alla lavorazione manuale delle cosce e ai processi di affumicatura e cottura.

Oltre al “cotto in crosta”, alla kermesse del Gambero Rosso ci saranno anche altre specialità che hanno reso Trieste una delle capitali del prosciutto cotto nel mondo, come il Nero Trieste, assieme ad altri prodotti che si rifanno alla tradizione del capoluogo giuliano e delle vicine valli istriane. “Salumi da Re” è una vera e propria festa del gusto che celebra e riunisce, per la prima volta, le eccellenze della salumeria italiana. Oltre ai produttori, vi partecipano anche chef, ristoratori e giornalisti del settore alimentare. Il programma prevede show cooking, lavorazioni live di insaccati e salumi e spazi dedicati allo street food a base di maiale e anche interessanti dibattiti e approfondimenti su un settore importante per il comparto agroalimentare italiano.

L’azienda triestina presenterà anche lo “Spallotto”, nato dalla rivisitazione di un’antica ricetta del territorio. Caratterizzato da una lavorazione unica nel suo genere, lo spallotto è ricavato da una spalla di suino nostrano pesante, un taglio del maiale con carne mista e molto saporita, lavorata con tutta la zampa. “Masè da sempre riserva la massima attenzione alla materia prima – fanno sapere dall’azienda - la carne delle cosce adatte a diventare prosciutti cotti deve essere morbida, non fibrosa né nervosa, con una percentuale di grasso molto bassa. I metodi di produzione sono quelli tradizionali tramandati di generazione in generazione dagli artigiani che hanno lavorato nei nostri laboratori”.

Durante la fiera il percorso tematico “Via dei Salumi” proporrà, tra gli stand, una serie di degustazioni dei prodotti e dimostrazioni di varie tecniche di lavorazioni da parte degli artigiani del settore. Tra i momenti salienti della festa ci sarà la cena di gala di sabato sera dove tutti i produttori presenteranno le loro specialità agli ospiti, ai giornalisti e a tutti gli esperti invitati. “La nostra azienda – fanno sapere da Masè - è onorata di prendere parte ad un raduno di così rilevante importanza per il settore gastronomico. Abbiamo la possibilità di presentare i nostri prodotti su una piazza sempre più ampia dando la possibilità di conoscere i salumi della tradizione triestina”.

 

www.cottomase.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandra Picciolo
Scoop.it!

Masè premiata dal Gambero Rosso

Masè premiata dal Gambero Rosso | zigzagando | Scoop.it
Alessandra Picciolo's insight:

La notizia è di quelle che fanno ben sperare per l’anno nuovo. E se questo è l’esordio, il 2014 si preannuncia ricco di successi per il settore alimentare dell’area giuliana e del Fvg.

La tradizione triestina per la salumeria è stata infatti insignita dal Gambero Rosso che ha inserito tra le eccellenze italiane anche Masè, storica azienda di produzione artigianale con sede a San Dorligo della Valle. Un riconoscimento arrivato a ridosso delle feste, e che vale doppio: il marchio è segnalato infatti nel fascicolo “Grandi Salumi” e anche in “Foodies 2014”, la guida dedicata agli amanti della buona tavola.

E se il primo raccoglie il meglio della produzione nazionale di carni conservate selezionato da un pool di esperti e maestri assaggiatori, Foodies 2014 propone un format originale che mette in fila i locali che meglio rappresentano il gusto degli appassionati di cibo e vino. Per il Friuli Venezia Giulia c’è anche la salumeria-ristorantino Masè di via San Nicolò a Trieste, dove è possibile trovare il tipico prosciutto cotto “in crosta”, fiore all’occhiello della produzione Masè, e tutte le altre specialità della tradizione triestina e istriana distribuite. Il negozio si è guadagnato l’adesivo di “qualità” del Gambero Rosso.

 

Giunta alla sua quarta edizione, Foodies segnala itinerari e indirizzi di ristoranti, trattorie, enoteche e altri luoghi “del gusto” scelti soprattutto attraverso le segnalazioni di appassionati e buongustai. Tra i parametri considerati ci sono offerta gastronomica, atmosfera, proposta e stile.

“Il cotto Masè è un prodotto unico che già da solo “comunica” tutta la storia e la tradizione del territorio triestino – commenta il presidente Dino Fabbro – ma quello che ha saputo fare Masè, oltre a conservare i metodi artigianali di produzione che si tramandano da generazioni, è stato dare ai suoi negozi l’atmosfera familiare e accogliente della tipica bottega di città, dove è piacevole trattenersi, farsi consigliare e scegliere bene”. Oltre ai tradizionali punti vendita ci sono anche i ristorantini, dove è possibile fare la spesa e fermarsi per un pranzo o uno spuntino in compagnia di un buon bicchiere di vino.  

 

La rete Masè conta 23 punti vendita in regione, ma l’azienda sta lavorando per aprirne un’altra ventina entro i prossimi 3 anni, più una cinquantina in franchising nel resto d’Italia. Intanto –fanno sapere - anche il negozio online sta lavorando alla grande, con ordini provenienti soprattutto dal centro e sud Italia. Il 2014 porterà nuove promozioni e le aperture domenicali.

“Il riconoscimento del Gambero – conclude Fabbro – arriva in un momento molto importante, stiamo raccogliendo i frutti del piano di rilancio avviato alcuni mesi fa e guardiamo con fiducia al prossimo anno per consolidare i risultati raggiunti e accelerare la crescita sul piano produttivo e commerciale, sia in Italia che all’estero”. 

more...
No comment yet.