Trame di MK - Modulo H
140 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Suricata Prod
Scoop.it!

"Tarabins" by Claudia Giorgiucci

"Tarabins" by Claudia Giorgiucci | Trame di MK - Modulo H | Scoop.it
Suricata Prod's insight:

 

Tarabins

 

A section of the installation of "Trame" will show a collection of pencil portraits of Tarabin’s tribe, Bedouin of  Sinai, in Nuweiba that Manuel Kleidman known in one of his trips.
This adventure begun in the Seventies and finished in 1981 when he spent some months among them, hosted by Sheik Soliman, the chief of the tribe. He immortalized all the children and some adults of the tribes using various techniques (chinese ink, crayon on paper, engraving etc..).
The artist has drawn on rolls of paper of around 20 m. of length various landscapes of Sinai, the tends, the animals and the objects used by the Tarabins as the saddles of camels or their cars.
One of these rolls will be shown inside "Trame" with a selection of the faces of the tribe.

 

 

Una parte dell’installazione di “Trame” è dedicata ai ritratti della tribù dei Tarabini, beduini del Sinai. Ed è qui, precisamente a Nuweiba, che Manuel Kleidman intraprese uno dei suoi viaggi.
Questa sua avventura iniziò negli anni ’70 e si concluse nel 1981 quando, per alcuni mesi, visse con loro. Grazie alla calda accoglienza, egli decise di immortalare alcuni di questi beduini in dei ritratti, utilizzando varie tecniche di disegno tra cui la china e il pastello.
Tra i supporti utilizzati dall’artista, vi sono alcuni rulli di  carta di circa 20 m. di lunghezza dove sono rappresentate  le tribù, i vari paesaggi del Sinai, le loro abitazioni, gli animali e gli oggetti d’uso come le selle per i cammelli o le automobili.
Uno di questi rulli sarà in mostra all’interno di “Trame”insieme ad una selezione di volti della tribù.

"Trame, M. Kleidman" Rome, Pigorini Museum 27 March-10 April 2013,  "Idee Migranti" section, [S]oggetti Migranti: people behind the things.

more...
Elisa Venuti's curator insight, April 8, 2013 8:25 AM

"Trame, M. Kleidman" Rome, Pigorini Museum 27 March-10 April 2013,  "Idee Migranti" section, [S]oggetti Migranti: people behind the things.

 

Tarabins by C. Giorgiucci

 

"A section of the installation of "Trame" will show a collection of pencil portraits of Tarabin’s tribe, Bedouin of  Sinai, in Nuweiba that Manuel Kleidman knew in one of his trips.
This adventure begun in the Seventies and finished in 1981 when he spent some months among them, hosted by Sheik Soliman, the chief of the tribe. He immortalized all the children and some adults of the tribes using various techniques (chinese ink, crayon on paper, engraving etc..).
The artist has drawn on rolls of paper of around 20 m. of length various landscapes of Sinai, the tends, the animals and the objects used by the Tarabins as the saddles of camels or their cars.
One of these rolls will be shown inside "Trame" with a selection of the faces of the tribe.

 

La tribu bédouine des Tarabins, vit dans le Sinaï, sur le mont Nuweiba, où voyageait Manuel Kleidman. Son aventure commença dans les annes soixante-dix  et se termine en 1981, quand, quelques mois, il vécu avec eux, accueilli par Sheik Solimanaid, le chef de la tribù. Pendant le séjour il decida d’ immortaliser quelques membres de la tribu en réalisant des portraits.L’artiste dessine aussi les paysages différents du Sinaï, les tentes, les animaux et les objets utilisés quotidiennement par les Tarabins, comme les selles pour les chameaux ou les voitures. Il réalise ainsi des centains de dessins sur des rouleau de papier d'au-delà vingt mètres de longueur et six cm de hauteur.

 

Una parte dell’installazione di “Trame” è dedicata ai ritratti della tribù dei Tarabini, beduini del Sinai. Ed è qui, precisamente a Nuweiba, che Manuel Kleidman intraprese uno dei suoi viaggi.
Questa sua avventura iniziò negli anni ’70 e si concluse nel 1981 quando, per alcuni mesi, visse con loro. Grazie alla calda accoglienza, egli decise di immortalare alcuni di questi beduini in dei ritratti, utilizzando varie tecniche di disegno tra cui la china e il pastello.
Tra i supporti utilizzati dall’artista, vi sono alcuni rulli di  carta di circa 20 m. di lunghezza dove sono rappresentate  le tribù, i vari paesaggi del Sinai, le loro abitazioni, gli animali e gli oggetti d’uso come le selle per i cammelli o le automobili.
Uno di questi rulli sarà in mostra all’interno di “Trame”insieme ad una selezione di volti della tribù.


Scooped by Suricata Prod
Scoop.it!

"Shlomo Reich" by V. Fratini

"Shlomo Reich" by  V. Fratini | Trame di MK - Modulo H | Scoop.it
Suricata Prod's insight:

Shlomo Reich

 

Shlomo Reich was a philosophy, a poet and a collector of ethnographic traditional Palestinian dresses. He wrote a satirical book which E. Kleidman illustrated : “The thoughts of a Jew unchained” (out of himself). He used a cover that transmits a satirical message in line with the book itself: a photo that shows Shlomo wearing a fake “wuqqat dehraim” (head dress worn by the Palestinian brides the first day of marriage). Various portraits of Shlomo Reich, done by Kleidman on paper rolls, (some of which representing Shlomo wearing the bogus head dress) and a copy of the book “Les pensées d’un Juif déchaîné” will be exposed  in an area of the exhibition “Trame, M. Kleidman” dedicated to identity and memory . In the “nucleus” of  the installation there will be a real ad rare “wuqqat dehraim” from the Kleidman Collection, exposed in a symbolical tent, realized with traditional dresses in the centre of the exhibition.

Rome, Pigorini Museum 27 march-10 april, “Idee Migranti”.  

 

 

Shlomo Reich fu un filosofo e  poeta di Gerusalemme. Fu anche collezionista di oggetti etnografici tradizionali palestinesi . Il Reich scrisse un libro pensieri satirici che  Manuel Kleidman ha illustrato : “I pensieri di un ebreo scatenato”. La copertina mostra una foto dello scrittore mentre indossa un falso wuqqat dehraim,  copricapo indossato dalle ragazze palestinesi il giorno del matrimonio, a significare l’ingenuità del collezionista truffato da scaltri negozianti. Il Reich nella foto fa dell’ironia, compiendo al tempo stesso un’autocritica. Un copricapo simile, ma vero, verrà esposto come “tesoro della prima notte” in una tenda simbolica, realizzata al centro dell’installazione “Trame” con gli abiti della collezione Kleidman.  Saranno anche mostrati, in uno spazio ad hoc i ritratti di Shlomo Reich realizzati da E. Kleidman su rulli di carta (in alcuni si mostra il filosofo che indossa il copricapo falso) ed una copia originale del libro “Les pensées d’un Juif déchaîné ”. Roma, Museo Pigorini 27 marzo-10 aprile, “Idee Migranti”. 

more...
No comment yet.
Scooped by Suricata Prod
Scoop.it!

"Anamorphosis" by G. Tagliaferri

"Anamorphosis" by G. Tagliaferri | Trame di MK - Modulo H | Scoop.it
Suricata Prod's insight:

 

Anamorphosis

 

A section of the exhibition “Trame, M. Kleidman” is dedicated to some works of juvenile period of the artist: the anamorphosis. Inks and engravings will be presented in a special mechanical frame that will allow the visitor to turn the image looking from various perspectives. They all hide a secret that will be revealed in the eyes of the spectator, by a change of perspective. That’s exactly, the philosophical message that the author wants to transmit through his anamorphic works, shown for the first time in the exhibition "Encres, gouaches, gravures" in Paris, and now showed at the Ethnographic Museum Pigorini of Rome.
It will show a series of anamorphosis dedicated to the "gauchos", men riding cows and / or donkeys. (“Presentation du bétail/ arrivée des eleveurs”, Paris 1974).
It will be also exposed an anamorphosis called "hunting the tiger" (chasse au tiger, 1979). The drawing made in ink on paper, tells the story of a woman in sinuous shapes called Georgette with a tiger, small and defenseless. The "chasse" allows visitors to take a glance at twenty years of theatrical experience of Mr. Kleidman (1978-2000) as a set designer for theatre, opera, ballets, creator of costumes and puppets and screen player inIsrael in the theatre Ha Karon.

 

 

Una sezione dell’installazione “Trame, M. Kleidman” è dedicata ad alcune opere giovanili dell’artista: le anamorfosi. Chine, acquarelli, incisioni saranno presentate in una speciale struttura che permetterà al visitatore di ruotarle guardando l’immagine sotto varie prospettive. Esse nascondono tutte un segreto che potrà essere svelato agli occhi dello spettatore, mediante un cambio di prospettiva. È proprio questo il messaggio filosofico che l’autore vuole trasmettere attraverso i suoi lavori anamorfici, esposti per la prima volta nella mostra “Encres, gouaches, gravures” a Parigi, ed ora nuovamente in mostra al museo etnografico Pigorini di Roma. 
Si presenterà una serie di anamorfosi dedicata ai “gauchos”, uomini in sella a mucche ed/o asini (tra esse è la “Presentation du bétail/ arrivée des eleveurs”, Parigi 1974)
Sarà esposta, inoltre, un’anamorfosi intitolata “caccia alla tigre” (chasse au tigre, 1979 ). Il disegno, realizzato in china su carta, racconta la storia di una donna dalle sinuose forme chiamata Georgette alle prese con una tigre, piccola e indifesa. La “chasse” permetterà al visitatore di dare uno sguardo all’esperienza teatrale ventennale del Kleidman (1978-2000) che lo ha visto scenografo di Teatro, Opera e Balletti, realizzatore di costumi e marionette e sceneggiatore in Israele nel teatro Ha karon.

 

more...
Elisa Venuti's curator insight, April 8, 2013 8:30 AM

 

A section of the exhibition “Trame, M. Kleidman” is dedicated to some works of juvenile period of the artist: the anamorphosis. Inks and engravings will be presented in a special mechanical frame that will allow the visitor to turn the image looking from various perspectives. They all hide a secret that will be revealed in the eyes of the spectator, by a change of perspective. That’s exactly, the philosophical message that the author wants to transmit through his anamorphic works, shown for the first time in the exhibition "Encres, gouaches, gravures" in Paris, and now showed at the Ethnographic Museum Pigorini of Rome.
It will show a series of anamorphosis dedicated to the "gauchos", men riding cows and / or donkeys. (“Presentation du bétail/ arrivée des eleveurs”, Paris 1974).
It will be also exposed an anamorphosis called "hunting the tiger" (chasse au tiger, 1979). The drawing made in ink on paper, tells the story of a woman in sinuous shapes called Georgette with a tiger, small and defenseless. The "chasse" allows visitors to take a glance at twenty years of theatrical experience of Mr. Kleidman (1978-2000) as a set designer for theatre, opera, ballets, creator of costumes and puppets and screen player inIsrael in the theatre Ha Karon.

 

 

Una sezione dell’installazione “Trame, M. Kleidman” è dedicata ad alcune opere giovanili dell’artista: le anamorfosi. Chine, acquarelli, incisioni saranno presentate in una speciale struttura che permetterà al visitatore di ruotarle guardando l’immagine sotto varie prospettive. Esse nascondono tutte un segreto che potrà essere svelato agli occhi dello spettatore, mediante un cambio di prospettiva. È proprio questo il messaggio filosofico che l’autore vuole trasmettere attraverso i suoi lavori anamorfici, esposti per la prima volta nella mostra “Encres, gouaches, gravures” a Parigi, ed ora nuovamente in mostra al museo etnografico Pigorini di Roma. 
Si presenterà una serie di anamorfosi dedicata ai “gauchos”, uomini in sella a mucche ed/o asini (tra esse è la “Presentation du bétail/ arrivée des eleveurs”, Parigi 1974)
Sarà esposta, inoltre, un’anamorfosi intitolata “caccia alla tigre” (chasse au tigre, 1979 ). Il disegno, realizzato in china su carta, racconta la storia di una donna dalle sinuose forme chiamata Georgette alle prese con una tigre, piccola e indifesa. La “chasse” permetterà al visitatore di dare uno sguardo all’esperienza teatrale ventennale del Kleidman (1978-2000) che lo ha visto scenografo di Teatro, Opera e Balletti, realizzatore di costumi e marionette e sceneggiatore in Israele nel teatro Ha karon.

 

 G. Tagliaferri

Scooped by Suricata Prod
Scoop.it!

WE LOST OUR COMPLEXION - piccolo assaggio... Il resto? all'inaugurazione di TRAME

WE LOST OUR COMPLEXION - piccolo assaggio... Il resto? all'inaugurazione di TRAME | Trame di MK - Modulo H | Scoop.it
Suricata Prod's insight:

traduzione dal francese a cura del modulo H ( stage SURICATA / VIAN) Alla ricerca delle tribù perdute.

Ma il titolo “WE LOST OUR COMPLEXION” (abbiamo perso la nostra complessità) è più appropriato.

Questa tribù perduta, i Lemba, è una delle tribù perdute di Israele. Alto là! Mi direte voi. Senza dubbio è necessario fare un po’ di storia. A partire da Yehoshua Bin Nun (Josuè figlio del serpente) allievo, eminenza grigia e braccio destro militare del Profeta Mosè; Mosè fu il solo ad avere realmente visto e parlato a Dio, da allora, come ci dissero i più grandi Rabbini, l’umanità si trova in decadenza spirituale, in discesa libera, direi io.....

 

more...
Suricata Prod's comment, January 31, 2013 7:45 AM
Da questo racconto di viaggio è tratta la performance teatrale "Alla ricerca della tribù perduta" che verrà rappresentata all'interno della mostra Idee Migranti a cura dell'Associazione culturale il "teatroditalia" di Bracciano, regia di Marina Garroni.
Elisa Venuti's comment, February 1, 2013 6:42 AM
You're kindly invited to the opening night of "Trame, M. Kleidman" at the Pigorini National Museum in Rome. The 29th of March and, as a reply on the 5th of April, you can assist to this performance, drawn from a script of M.K.