Mehr Licht!
667 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Gli unici libri di poesia che si vendono - Il Post

Gli unici libri di poesia che si vendono - Il Post | Mehr Licht! | Scoop.it
Sono quelli dei cosiddetti Instapoets, che hanno iniziato pubblicando su Intagram e Tumblr e hanno ottenuto molti fan e un gran successo editoriale
Margarita Gjeta's insight:

All the Words Are Yours

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Gli stranieri e la lingua italiana | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli stranieri e la lingua italiana | T-Mag | il magazine di Tecnè | Mehr Licht! | Scoop.it
La lingua più parlata dagli stranieri residenti in Italia è il rumeno che con il 21,9% (800 mila persone) precede l'arabo, parlato dal 13,1% degli stranieri (475mila), e l'albanese, con il 10,5% (380mila persone).
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Gallery immagini Google e la letteratura: i doodle più belli

Gallery immagini Google e la letteratura: i doodle più belli | Mehr Licht! | Scoop.it
Ci sono giorni che non sono come tutti gli altri. Per esempio quelli in cui, davanti alla prima tazzina di caffè della giornata, si va su Google e si scopre che le lettere colorate del solito logo del motore di ricerca si sono trasformate in un`immagine, un gioco interattivo, una storia da raccontare. Spesso queste illustrazioni (in gergo, doodle) sono fatte per celebrare anniversari importanti della letteratura. Da Alessandro Manzoni a Fernando Pessoa, eccone alcuni (da far vedere anche ai bambini, per educare divertendo)
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Marketa Irglova - "Fortune Teller" - YouTube

"Fortune Teller" by Marketa Irglova from the album 'Muna,' available now Order the album on iTunes: http://smarturl.it/muna Facebook: https://www.facebook.co...
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Gli 8 errori grammaticali più frequenti commessi dagli italiani

Gli 8 errori grammaticali più frequenti commessi dagli italiani | Mehr Licht! | Scoop.it
A partire da oggi, fino al 25 ottobre, si celebra la settimana della lingua italiana nel mondo: l’evento di promozione dell’italiano come grande lingua di cultura classica e contemporanea. Noi vogliamo iniziare a parlarne, ricordando quali sono gli errori più comuni che gli italiani commettono con la grammatica MILANO – Qual è o qual’è? Da o Dà? Sapete la risposta? Benissimo, allora voi siete promossi a pieni voti. Ma non tutti, purtroppo (o pultroppo?), scrivono in italiano corretto anche se l’italiano è la lingua madre. Ci sono errori che tutti gli italiani (o quasi) commettono regolarmente quando scrivono un testo, un messaggio o una lettera. Sapete quali sono? Ecco i più comuni emersi dalla nostra indagine. L’apostrofo (73%) – In cima alla classifica, ovviamente, c’è l’apostrofo. Davvero uno degli amici più antipatici della lingua italiana. Quando si mette? Semplice, con tutte le parole femminili, quindi: un’amica sì, un amico no. E quindi apostrofo? Si tratta di elisione: non si può dire lo apostrofo, diventa quindi l’apostrofo. Infine c’è anche il troncamento: un po’ vuole l’apostrofo, perché si tratta del troncamento della parola 'poco'. Qual è (68%) – Un altro degli errori più comuni commessi dagli italiani. Qui, l’apostrofo ci vuole oppure no? Assolutamente no. Qual è si scrive senza. Sempre. L’uso del congiuntivo (61%) – E qui di sicuro si alzerà un boato. Il congiuntivo, il vero tallone d’Achille di moltissimi studenti e non. Quanti strafalcioni sentiamo ogni giorno anche, e soprattutto, in televisione? “L’importante è che hai superato l’esame”, seppur molto usata questa è una formula grammaticale scorretta perché in questo caso bisogna usare il congiuntivo: “L’importante è che tu abbia superato l’esame”. Purtroppo è proprio così (55%) – Se state storcendo già il naso davanti a questi errori di ...
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Hopperiana, la mostra fotografica ispirata a Edward Hopper

Hopperiana, la mostra fotografica ispirata a Edward Hopper | Mehr Licht! | Scoop.it
Photology Milano presenta ''Hopperiana'', una mini collettiva di artisti, Luca Campigotto, Gregory Crowdson, Richard Tuschman e Daniele Galliano che nelle loro opere prendono spunto e si ispirano al grande artista Edward Hopper. La mostra sarà visitabile dai primi di ottobre MILANO – Il silenzio e la solitudine dei dipinti di Edward Hopper, impressi e reinterpretati da tre fotografi e da un pittore. ''Hopperiana'' è la prossima mostra fotografica che verrà presentata ai primi di ottobre presso Photology, la celebre galleria milanese totalmente dedicata al mondo della fotografia. LA MOSTRA - La mostra che Photology Milano presenta quest'autunno, Hopperiana vede protagonisti tre importanti artisti quali Luca Campigotto, Gregory Crowdson e Richard Tuschman che attraverso le quindici opere esposte, si confrontano in modo diretto con l’opera dell’artista Edward Hopper, ispirandosi ai suoi silenziosi e quanto mai realisti dipinti. Dall’unione dei luoghi emblematici della città americana quali ristoranti, teatri, cinema ed uffici, sino ai distributori di benzina e agli interni semideserti con la presenza minima di figure umane, perlopiù femminili, dipinte in atteggiamenti riflessivi, quasi lontani dalla realtà in cui si trovano, l’artista crea opere dalle atmosfere solitarie e pacate, che suggeriscono immobilità e rassegnazione. Sia nelle scene urbane che nei dipinti d’interni, la luce chiara, quasi aurorale, assume un ruolo importante: posandosi sui soggetti e sugli ambienti ritratti, dona ai dipinti un alone di sospensione che mitiga il senso di alienazione che spesso traspare. Ciò che ritrae Hopper non è soltanto la malinconia e la solitudine di un’intera società, quella americana degli anni ’50, ma nelle sue opere rappresenta la noia, il rimpianto e il silenzio che regnano nell’animo umano. BIOGRAFIE D’ARTISTA – Luca Campigotto, veneziano classe 1962, ha iniziato a fotografare paesaggi, architetture e industrie nel 1980. Coscritto di Campigotto, ma proveniente dagli Stati Uniti è Gregory Crewdson, fotografo statunitense rinomato ...
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Una questione di traduzione

Una questione di traduzione | Mehr Licht! | Scoop.it
C'è un altro lato, non conosciuto, di come la questione israelo-palestinese venga affrontata in Italia, che si combatte da tempo anche attraverso la letteratura. Dagli anni '60 ad oggi sono stati i...
Margarita Gjeta's insight:

Oggi come ieri.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Virginia Woolf - Spegnere le luci e guardare il mondo di tanto in tanto • Hamlin

Virginia Woolf - Spegnere le luci e guardare il mondo di tanto in tanto • Hamlin | Mehr Licht! | Scoop.it
Una raccolta di riflessioni sulla scrittura di Virginia Woolf, in un volumetto pubblicato da minimum fax.
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Il caos nella vita di Pirandello - Pirandello e il fascismo - Letteratura del '900 29elode - YouTube

Videocorso completo di Letteratura del '900 sul sito www.29elode.it Prof. L. Gaudio
Margarita Gjeta's insight:

U vuscu du causu [...] mi si avvolga in un lenzuolo.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Far finta di essere buoni?

Far finta di essere buoni? | Mehr Licht! | Scoop.it
di Girolamo De Michele [Questo testo è stato pubblicato sul numero 7/8 de "L
Margarita Gjeta's insight:

[...] "la costruzione, attraverso l’uso simultaneo di tecniche retoriche e carisma personale, di un mondo allucinatorio ma realissimo, nel quale il discorso della Bontà, attraverso le sue declinazioni, struttura e definisce non solo se stesso, ma anche il campo avverso, quello del Male. La “memoria condivisa”, “la frusta dell’oltre”, il “bene a regola d’arte”, l’impegno, la “costruttività” («ok, questa è la tua protesta, ma dov’è la proposta?»), il “metterci la faccia”, l’insistenza di parole come “noi, nostro, nostra”, la “corresponsabilità” usata come un martello per inchiodare l’avversario: la creazione del nemico, «il lorsignori dell’oratore. Chi non è con noi è contro di noi. E quindi con le mafie. Quintessenza dell’esclusività, travestita da inclusione. Il bene assoluto che si erge contro il male assoluto»." 

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

TRADURRE LEWIS CARROLL, ovvero LUIGI CAROLLO | ...

TRADURRE LEWIS CARROLL, ovvero LUIGI CAROLLO | ... | Mehr Licht! | Scoop.it
Se cercate “Luigi Carollo” nelle Pagine Bianche ne trovate una decina: più o meno quante le traduzioni di Jabberwocky che che sono riuscito a raccogliere. Cosa c’entra “Carollo” con “Carroll”?
Margarita Gjeta's insight:

Come si impara a tradurre pubblicità? Traducendo pubblicità.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Sepùlveda: ''Senza traduzioni il mondo sarebbe poverissimo'' - Repubblica Tv - la Repubblica.it

Sepùlveda: ''Senza traduzioni il mondo sarebbe poverissimo'' - Repubblica Tv - la Repubblica.it | Mehr Licht! | Scoop.it
''Il traduttore letterario è un lavoro molto sottovalutato, in realtà senza le traduzioni il mondo sarebbe poverissimo e tristissimo. Lavoro...
Margarita Gjeta's insight:

Sono tempi durissimi per i traduttori e gli interpreti con i tempi che cambiano velocemente e in modo radicale. Il lavoro del traduttore è sottovalutato non solo nel campo letterario ma anche in altri campi. Forse siamo l'unico paese europeo in cui la professione del traduttore e dell'interpretariato non ha un riconoscimento giuridico. L'ultimo tariffario codificato è stato abolito nel 2004 dall'Antitrust togliendo, in questo modo al traduttore, un punto importantissimo di riferimento. Basterebbe vedere che nessuna istituzione, se non la Corte di Giustizia dell'UE, prevede la voce "traduttore" nelle organiche. Il cosiddetto "traduttore freelance" ha mischiato le carte in tavola: sono uguali un traduttore laureato e con esperienza con una persona che magari è stato un anno in Spagna o Francia o Inghilterra per imparare una lingua ma con delle competenze linguistiche pari a zero. 

more...
No comment yet.
Rescooped by Margarita Gjeta from Diventa editore di te stesso
Scoop.it!

Scrivere bene: il potere delle metafore

Scrivere bene: il potere delle metafore | Mehr Licht! | Scoop.it

Via ROBERTO P. TARTAGLIA
more...
ROBERTO P. TARTAGLIA's curator insight, June 16, 2014 5:04 AM

Fonte: http://www.viverediscrittura.it/scrivere-bene-il-potere-delle-metafore/

 

Non capisco perché un'infinità di blogger ed esperti di scrittura parlano di come creare personaggi, atmosfere e storie, senza mai, però, entrare nel dettaglio, limitandosi a ripetere il già detto.

 

Hanno forse paura che, se lo facessero, poi, nessuno comprerebbe più i loro corsi di scrittura creativa? O non sanno cosa dire? ;)

 

Non saprei dirlo. So solo che a me interessano le soluzioni, non i problemi. Per questo, da un po' di tempo, ho iniziato a pubblicare anche articoli su "come scrivere bene", mostrando ciò che altri non mostrano, insegnando ciò che molti ignorano.

 

Stavolta è toccato al potere delle metafore.

Buona lettura!

Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

La battaglia contro il “piuttosto che” - Il Post

La battaglia contro il “piuttosto che” - Il Post | Mehr Licht! | Scoop.it
Un capitolo di "La situazione è grammatica", il libro di Andrea De Benedetti sui più comuni errori di grammatica della lingua italiana
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Come una maionese, ma peggio: abbiamo lasciato impazzire l’italiano

Come una maionese, ma peggio: abbiamo lasciato impazzire l’italiano | Mehr Licht! | Scoop.it
Campionario di abusi della e sulla lingua italiana. Da «assolutamente» a «piuttosto che», da «geniale» e «zombi» fino a «sapevatelo»
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Il Web nel 2014: meno libero e più iniquo

Il Web nel 2014: meno libero e più iniquo | Mehr Licht! | Scoop.it
Rapporto "Web Index 204-2015" della World Wide Web Foundation di Tim Berners Lee. Nel 2014 il Web è stato meno libero e più iniquo
Margarita Gjeta's insight:

Internet è diritto umano fondamentale.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

10 parole che dovremmo conoscere meglio - Wired.it

10 parole che dovremmo conoscere meglio - Wired.it | Mehr Licht! | Scoop.it
Conoscere le regole grammaticali non basta. La lingua italiana rispecchia anche i cambiamenti della società. Meglio porsi qualche domanda e occhio alle sfumature
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Corso di storia dell'arte | Storia dell'arte | Finestre sull'Arte

Corso di storia dell'arte | Storia dell'arte | Finestre sull'Arte | Mehr Licht! | Scoop.it
Finestre sull'Arte propone un corso di storia dell'arte dal Duecento all'Ottocento in trentacinque moduli, ognuno con i link alle puntate degli artisti protagonisti
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Povera e nuda vai, lingua italiana? - L'Indro

Povera e nuda vai, lingua italiana? - L'Indro | Mehr Licht! | Scoop.it
Un'intervista ad ampio raggio con Luca Serianni, eminente filologo e storico della lingua italiana. Quale è lo stato di salute del nostro idioma? (Povera e nuda vai, lingua italiana?
Margarita Gjeta's insight:

"Come immaginerebbe una riforma dell’insegnamento dell’italiano nelle scuole?

Interverrei in due direzioni: assocerei il tema al riassunto, che è una pratica fortemente educativa; allargherei la lettura anche alle opere della letteratura contemporanea, stimolando alla comprensione di ciò che è scritto – e qui soccorre appunto la sintesi, possibile solo se si è compreso il testo -."

 

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Racconta, Palestina: piccola guida nella Palestina della letteratura per capirne di più

Racconta, Palestina: piccola guida nella Palestina della letteratura per capirne di più | Mehr Licht! | Scoop.it
Questa piccola guida letteraria nasce prima di tutto in risposta ad un appello arrivato da Giacomo per “sostenere la Palestina, soprattutto la sua cultura, la sua letteratura” e a quanti nei giorni...
Margarita Gjeta's insight:

“Penso, quindi esisto”.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Bastano tanti «like» sui social per fare un buon libro?

Bastano tanti «like» sui social per fare un buon libro? | Mehr Licht! | Scoop.it
Margarita Gjeta's insight:

Perché nel pollaio di Facebook lo spazio per i capolavori è tutto da dimostrare, ma la confusione delle discussioni e dei post, autoreferenziali e retorici, è certa. Quella sì, da stroncare preventivamente.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

I termini inglesi inseriti in un testo italiano vanno declinati al plurale? - Treccani

I termini inglesi inseriti in un testo italiano vanno declinati al plurale? - Treccani | Mehr Licht! | Scoop.it
Mi urta un po' quindi, a chi fosse interessato a parlare correttamente la lingua italiana, legga PER FAVOOOORE!!! http://t.co/FbdMuDnnyB
Margarita Gjeta's insight:

No!

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Il mestiere di tradurre pubblicità - La Nota del Traduttore

RT @Help_Traduzioni: Il mestiere di tradurre pubblicità - via La Nota del Traduttore http://t.co/fvauevbClj
Margarita Gjeta's insight:

Come si impara a tradurre pubblicità? Traducendo pubblicità.

more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Gallery immagini 10 siti e app dove trovare eBook gratuiti

Gallery immagini 10 siti e app dove trovare eBook gratuiti | Mehr Licht! | Scoop.it
Che la percezione generale dell’”universo eBook” sia popolata da falsi miti, sembra ormai una cosa acclarata. Ancor più lo è se confrontata coi dati di vendita (fonte: Nielsen, AIE), che crescono a doppia cifra nel caso delle pubblicazioni digitali (non è così’ per il cartaceo). Un ulteriore aiuto alla diffusione degli e-book, poi, è che - a volte - sono gratis. Ecco 10 spunti per le vostre letture a costo zero.
more...
No comment yet.
Scooped by Margarita Gjeta
Scoop.it!

Lettori irritanti: ecco i 6 tipi da cui stare alla larga

Lettori irritanti: ecco i 6 tipi da cui stare alla larga | Mehr Licht! | Scoop.it
Le stime e i dati - soprattutto in Italia - dipingono uno scenario non esattamente roseo, ma per fortuna anche da noi è ancora possibile incontrare persone per cui leggere è un piacere. Nonostante ...
more...
No comment yet.