di Roberto Saviano, da Repubblica, 1 dicembre 2011 È una rivoluzione per chi si occupa di mafie.