Tattoo Tattoo Con...
Follow
Find
246.7K views | +19 today
 
Scooped by La Ross LastLust
onto Tattoo Tattoo Convention and more
Scoop.it!

Vladimir Franz – Completely Tattooed Czech Presidential Candidate

Vladimir Franz – Completely Tattooed Czech Presidential Candidate | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it
Vladimir Franz, a university teacher, painter and composer, announced that he is planning to run for President in the Czech Republic’s 2013 elections, Prague Daily Monitor reports.
more...
No comment yet.
Tattoo Tattoo Convention and more
notizie e curiosità su tatuaggi, tattoo convention ... e tanto altro
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

LastLust Clothing

LastLust Clothing | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it
more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Una figuraccia il Salento Ink Tattoo. L'organizzatore si scusa su Facebook

Una figuraccia il Salento Ink Tattoo. L'organizzatore si scusa su Facebook | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

L'organizzatore si è scusato pubblicamente su Facebook. Ma ai tatuatori non basta un post su un social-network: pretendono la restituzione dei soldi. La prima edizione del "Salento ink Tattoo", presentata come una convention internazionale dei tatuaggi, si è rivelata un flop totale. E' lo stesso promotore della kermese, Pietro Di Maria, ad ammetterlo

Una figuraccia il Salento Ink Tattoo. L'organizzatore si scusa su Facebook
„BRINDISI – L’organizzatore si è scusato pubblicamente su Facebook. Ma ai tatuatori non basta un post su un social-network: pretendono la restituzione dei soldi. La prima edizione del “Salento ink Tattoo”, presentata come una convention internazionale dei tatuaggi, si è rivelata un flop totale. E’ lo stesso promotore della kermese, Pietro Di Maria, ad ammetterlo. “La salento ink  - scrive Di Maria sulla sua pagina Facebook - era qualcosa di diverso che non ha saputo mantenere le aspettative per una serie di circostanze e soprattutto per dei miei errori”.

Una figuraccia il Salento Ink Tattoo. L'organizzatore si scusa su Facebook

Stando ai programmi originari, il Salento Ink doveva trovare ospitalità all’interno del capannone ex Montecatini, sulla banchina di Sant’Apollinare. ll concerto del rapper Clementino avrebbe dovuto essere il momento clou della tre giorni di tatuaggi (da venerdì 12 giugno a domenica 14 giugno). Ma alla vigilia della “convention”, Clementino ha dato forfait e la location di Sant’Apollinare è saltata per esigenze di sicurezza legate a uno sbarco di migranti, poi dirottati a Messina, che nel pomeriggio di martedì 9 giugno sarebbe dovuto avvenire proprio presso la banchina di Sant’Apollinare (questa perlomeno è la motivazione addotta da Pietro Di Maria).

Gli organizzatori hanno dovuto quindi ripiegare sul padiglione del consorzio Asi, situato nella zona industriale. Ma tale edificio si è rilevato inadeguato sia da un punto di vista logistico che per questioni igienico-sanitarie, a detta dei tatuatori che hanno raggiunto Brindisi da tutta Italia e dall’estero. ...

see more at

http://www.brindisireport.it/cronaca/una-figuraccia-il-salento-ink-tattoo-l-organizzatore-si-scusa-su-facebook-foto.html

 



more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Una Bmw R nineT tutta tatuata da Marco Manzo

Una Bmw R nineT tutta tatuata da Marco Manzo | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

L’esclusivo modello è stato realizzato da Marco Manzo, uno dei maggiori specialisti al mondo del settore

Una Bmw R nineT tutta tatuata. L’esclusivo modello celebrativo dei 90 anni di Bmw Motorrad è stato realizzato da Marco Manzo, uno dei maggiori specialisti al mondo del settore. L’originale livrea è frutto dell’iniziativa di Bmw Motorrad Roma in collaborazione con il celebre artista tatuatore vincitore di oltre cinquanta premi nazionali ed internazionali.
Il pubblico aveva già avuto l’opportunità di ammirare l’estro creativo di Marco Manzo in occasione della performance “Tattoo d’Haute Couture” che si era svolta lo scorso 1 febbraio al Museo Maxxi di Roma, con originali interpretazioni su modelle e sulla nuova Bmw R nineT.
“La Bmw R nineT – spiegano al quartier generale – è caratterizzata da un’eleganza raffinata dove le classiche proporzioni di un modello roadster vengono definite dal motore boxer, dal serbatoio compatto e dalla coda snella, lascia ampio spazio alle personalizzazioni. Per l’occasione, la sua livrea si arricchisce da simbolici tattoo e dettagli preziosi: forcelle, cerchioni, mascherine, copri punterie e i pannelli laterali del serbatoio sono in foglia d’oro. Il frontale è stato rivisitato aggiungendo un secondo faro in verticale, mentre finiture di colore nero e oro scolpiscono le curve.
Grazie ad una particolare pellicola spray rimovibile della Graphic, i due parafanghi e il serbatoio della nuova R nineT assumono una colorazione dark opaca sulla quale, con una minuziosa tecnica manuale di lavorazione a rilievo realizzata da infinite e minuscole gocce color oro, è stato creato dall’artista un unico tatuaggio che corre per tutta la lunghezza della moto e che crea uno stile ornamentale quasi ipnotico ed etnico”.
L’interpretazione personale del poliedrico artista non si ferma qui poiché prosegue anche su dettagli come la sella monoposto realizzata in stampa pitonata con cuciture dorate e i cerchi caratterizzati da un prezioso effetto a contrasto nero-oro, le manopole sono in pelle e il porta-targa è stato spostato lateralmente.
E poi ancora troviamo gli indicatori di direzione standard sostituiti da led, mentre quelli posteriori sono stati collocati al di sotto della sella, mentre la strumentazione è sollevata per alloggiare il secondo faro ed è stato aggiunto un parafango posteriore in resina.
Insomma un vero capolavoro, come sempre all’altezza della fama del maestro Marco Manzo. (m.r.)

04 giugno 2015

http://www.repubblica.it/motori/sezioni/moto/2015/06/04/news/una_bmw_r_ninet_tutta_tatuata-115792616/

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Palermo Tattoo Convention, conosciamo gli stili: Traditional

Palermo Tattoo Convention, conosciamo gli stili: Traditional | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Nella seconda edizione della Palermo Tattoo Convention che si terrà presso il Saracen sands Village di Isola delle Femmine il 5-6-7 giugno prossimo, non poteva mancare un palermitano “d.o.c.” come Massimo Ursino. Un tatuatore, fortemente legato alla propria terra natia nonché alle tradizioni di quest’ultima, tradizioni che spesso vengono rappresentate all’interno delle sue opere in stile Traditional.

Puoi spiegarci brevemente la storia dello stile Traditional e le sue evoluzioni ?
“È a personaggi come William Henry Thomas, Paul Roger e Samuel O’Relly, inventore della prima macchinetta elettrica, che dobbiamo la nascita del tatuaggio old school americano, veri e propri pionieri di questo stile intramontabile che ha trovato nel più noto Norman Collins (aka Sailor Jerry) uno dei suoi interpreti di punta intorno agli anni ’50.
Netto, solido, dai colori decisi e dalle forme semplici e volutamente “sgraziate”; una lunga linea d’inchiostro che dalle stive delle navi e dalle celle delle carceri arriva ai giorni nostri e invade gli studi di tatuaggi di tutto il mondo.
Durante le lunghe traversate, dove non mancavano le pene corporali per i marinai più indisciplinati, un Cristo tatuato sulla schiena avrebbe potuto evitargli qualche frustata. Ma non mancano scelte più profane come quella di tatuarsi appena sotto la cintura la scritta “only for women”.
Simboli patriottici, temi marinareschi ed il nome dell’amata campeggiavano sui loro corpi, come  frasi di denuncia politica, volti di donne o veri e propri codici criminali erano impressi su quelli dei galeotti. Nelle carceri francesi, la scritta “vous me faites rire” voleva rappresentare la strafottenza del condannato nei riguardi della vita carceraria, ed ancora il veliero, l’alba, le rondini come simboli di libertà o frasi che assomigliano più a sentenze, come “donna che tradisce non merita perdono”.

Nello stile Traditional quali sono i soggetti maggiormente rappresentati?
“Oggi, oltre a forme abbastanza classiche del tatuaggio tradizionale, troviamo anche tanti artisti che hanno affinato un proprio stile personale, sia nei tratti che nella ricerca di soggetti e nella scelta dei colori.
Personalmente cerco di tradurre in questo stile ogni soggetto che mi viene richiesto e mi diverte scoprire la versione old school di soggetti che vengono solitamente rappresentati in altra maniera.”

Perchè hai scelto di tornare alla Palermo Tattoo Convention?
“Lo scorso anno la Palermo Tattoo Convention è stata un’esperienza molto divertente e soprattutto un’occasione unica per mettere in mostra un’arte in continua evoluzione, per una città come la nostra che sente il bisogno di crescere grazie anche ad eventi di questa portata. Da quanto ho appreso, l’organizzazione ha in serbo, per questa seconda edizione, grandi novità.”

Massimo Ursino, assieme all’amico e tatuatore Francesco Baio, sabato 16 giugno sarà protagonista della “1° Notte a Colori – tatuando sotto le stelle” dove entrambi gli artisti tatueranno per dodici ore no stop dalle 20:00 di sabato alle 8:00 della domenica. L’evento firmato dal 091TattooKlan avrà luogo presso lo studio Absinthium Tattoo di via Guglielmo Marconi 51 e sarà in diretta streaming sul blog della Three Stroke Productions

di Nicola Mazzara

15 maggio 2015

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

In Fvg si scatena la guerra dei tatuatori - Cronaca - Il Piccolo

In Fvg si scatena la guerra dei tatuatori  - Cronaca - Il Piccolo | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

L’associazione regionale contesta il ricorso al Tar promosso dai colleghi romani: «Ignobile attaccare una legge innovativa

TRIESTE. I tatuatori del Friuli Venezia Giulia non ci stanno. Difendono la Regione dall’«assalto» dei loro colleghi romani, quelli che, con la denominazione di “associazionetatuatori.it”, hanno contestato il regolamento attuativo della legge 7/2012, “Disciplina delle attività di tatuaggio, di piercing e delle pratiche correlate”, e ottenuto ragione davanti al Tar su quattro dei sei punti contestati, al punto che gli uffici di Palazzo dovranno ora riscrivere alcune parti della normativa, tra l’altro su modalità di foratura dell’orecchio, formazione e informazione alle donne che allattano. Quel ricorso, precisa l’Atpi Fvg, non nasce in regione ma è stato promosso da un’associazione del Lazio. Al contrario, tatuatori e piercer del territorio, capitanati da Ennio Dri, pioniere della professione, il primo ad aver aperto partita Iva come tatuatore alla fine degli anni Settanta, hanno collaborato alla stesura della legge e non condividono l’iniziativa che ha finito in parte con lo smontarla.

Difeso l’operato dell’associazione, il presidente regionale Daniele Abramo sottolinea anche il lavoro fatto a suo tempo dalla commissione salute della Regione e dagli uffici della direzione centrale, «una collaborazione basata sul reciproco rispetto e in piena sintonia, durata oltre 2 anni, che ha permesso di creare finalmente una legge tra le prime in Italia a regolamentare le nostre attività. Un testo orientato alla difesa della salute dell’operatore come del cliente». Non manca una citazione di apprezzamento per il contributo iniziale dell’ex consigliere regionale Sergio Lupieri, «eccellente medico prestato alla politica».

L’iniziativa, ricorda ancora Abramo, fu avviata a seguito della «rapida diffusione delle pratiche di tatuaggi e piercing effettuate molto spesso da soggetti improvvisati, la cui preparazione avveniva mediante corsi di formazione on-line». All’associazione arrivavano pure segnalazioni di persone «con problemi di irritazioni e lacerazioni derivati dall’uso di strumenti non idonei». Insomma, una regolamentazione era quanto mai opportuna. E vederla attaccata all’interno della stessa categoria non viene digerito. «Trovo ignobile e ingiustificato - aggiunge il presidente Fvg - che un’associazione non rappresentativa né presente in Fvg possa cercare di sfiduciare una legge nata con i migliori propositi». E ancora: «È assurdo che un’associazione che dovrebbe difendere i diritti degli operatori trovi un pretesto, per voler giustificare la propria esistenza, che finisce con l’annullare quanto di buono si è fatto per la tutela di chi svolge questo mestiere. Consapevoli che ogni nuova legge può essere migliorata - conclude -, come Atpi continueremo a batterci per gli operatori del settore e a collaborare con le istituzioni Fvg al fine di migliorare una normativa che, dopo anni di deregulation, fornisce informazione, educazione e prevenzione».


di Marco Ballico 13 maggio 2015

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/05/13/news/il-palazzo-scatena-la-guerra-dei-tatuatori-1.11411860

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Cagliari: «Per paura dei tatuaggi non mi hanno dato lavoro» - Regione - la Nuova Sardegna

Cagliari: «Per paura dei tatuaggi non mi hanno dato lavoro»  - Regione - la Nuova Sardegna | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Tattoo e pregiudizi: il caso della modella “alternative” Alessandra Marini

Tutto si sarebbe aspettata meno che un giorno i lavori tra cui si divide da oltre un lustro, quello di estetista e quello di fotomodella, sarebbero entrati in conflitto e le avrebbero tolto la possibilità di ottenere un impiego per il quale era una candidata più che referenziata. Il perché è presto detto: Alessandra Marini, venticinque anni, originaria di Pula attualmente di stanza a Cagliari, con il nome d’arte di L’Ale Sailor è una modella “alternative” (ha fatto parte della community “Sickgirl”, ha posato per affermati fotografi di tutta Italia e con i suoi scatti è già apparsa su dei magazine stranieri), e a qualcuno i suoi numerosi tatuaggi, specie quelli sulle mani, non sono andati a genio. Il lavoro in un resort dell’isola come estetista per la stagione estiva, che dopo un colloquio sembrava già esserle stato assegnato, è ormai andato a qualcun’altra: meno tatuata.

«È stato il miglior colloquio che abbia mai fatto. Hanno da subito trovato interessanti le mie precedenti esperienze lavorative, facendomi sentire davvero apprezzata. E mi hanno detto che non mi dovevo preoccupare di nulla: avevano già dei dipendenti tatuati, e in più avrei indossato una divisa; i piercing e i dilatatori nei lobi delle orecchie li avrei semplicemente tolti durante il turno di lavoro. Sono uscita dalla stanza felice e soddisfatta: si trattava a quel punto solo di aspettare una chiamata per la conferma delle date dei corsi di aggiornamento. Fino a quando, due giorni dopo, non ho ricevuto una telefonata in cui mi dicevano che il colloquio non era andato a buon fine: la spiegazione si è rivelata un lungo giro di parole a vuoto, dal quale si intuiva che il problema, contrariamente a quanto mi avevano detto di persona, erano i proprio tatuaggi»

 

di Alessandro Marongiu 10 maggio 2015

 

See more at http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2015/05/10/news/cagliari-per-paura-dei-tatuaggi-non-mi-hanno-dato-lavoro-1.11392885

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

A glimpse of the ' Tattoo Week' in Rio de Janeiro

A glimpse of the ' Tattoo Week' in Rio de Janeiro | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Tattoo artists from Brazil and around the world gathered in Rio de Janeiro on Friday for the opening of the city's "Tattoo Week".With over two hundred stands, tattoo aficionados were able to pick and choose from thousands of designs from the best and most diverse tattoo artists participating in the event, which is now on its third edition.The fair also holds several contests, including "Miss Tattoo", with results to be made public on the last day of the event, January 18.

http://www.hindustantimes.com/audio-news-video/av-lifestyle/a-glimpse-of-the-tattoo-week-in-rio-de-janeiro/article2-1308074.aspx

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

True Love Ink Brotherhood - YouTube

True Love Ink Tattoo & Piercing - Piazza Repubblica 25 Fidenza (PR) FB : https://www.facebook.com/TrueLoveInkT... https://www.facebook.com/TRUELOVEINK

Regia: Stefania Mariposa D'Ambrosio ( https://www.facebook.com/mariposainre... )
Fotografia e Montaggio: Francesco Collinelli ( http://vimeo.com/user2282754 )
MakeUp: Eva Hasa


Directory: Stefania Mariposa D'Ambrosio( https://www.facebook.com/mariposainre... )
Cinematographer and Edit: Francesco Collinelli ( http://vimeo.com/user2282754 )
MakeUp: Eva Hasa

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

LIPOMO – UN TATTOO PER BENEFICENZA

LIPOMO – UN TATTOO PER BENEFICENZA | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

LIPOMO – In occasione della festa di Halloween, Francesco Ferraiolo, titolare dei negozi “Inchiostro Rosso Tattoo Family” di Lipomo e di Como, intende promuovere un’iniziativa benefica a favore della onlus “Save the children”. Dalle ore 21 alle 24 di venerdì 31 ottobre l’artista si metterà a disposizione di chiunque intende farsi un piccolo tatuaggio a ricordo della serata, al costo di 30 euro. La somma raccolta verrà destinata in beneficenza a sostegno dell’associazione “Save the children” che ha assoluto bisogno di aiuti. Fondata in Inghilterra nel 1919 la onlus è la più grande organizzazione internazionale indipendente che lotta per migliorare la vita dei bambini in 120 paesi. P. Sar

Dove e quandoComo
Date: Venerdì 31 ottobre 2014 / Venerdì 31 ottobre 2014
Orari: 20:00 / 22:59

Venerdì 31 ottobre 2014

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Nicolai Lilin: «I miei tatuaggi sono una moda per iniziati» - Tempo libero - Il Piccolo

Nicolai Lilin: «I miei tatuaggi sono una moda per iniziati»  - Tempo libero - Il Piccolo | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Il corpo che cambia, che si trasforma. Che diventa fondale su cui incidere e dipingere, involucro da vestire e da fotografare, mezzo per esprimere identità diverse. Da domani, alle 19, al Castello di Susans di Majano, la tredicesima edizione di “Maravee”, rassegna di arte e linguaggi contemporanei ideata e diretta da Sabrina Zannier, si concentra sul “Corpus” e ne propone le tante identità e mutazioni attraverso immagini, dipinti, video, costumi, performance, tatuaggi.

Tra i protagonisti di quest’anno c’è Nicolai Lilin, autore del romanzo “Educazione siberiana” da cui Gabriele Salvatores ha tratto l’omonimo film, personaggio discusso e controverso, che a Susans si presenta nella sua più recente e inedita versione, quella di fashion designer. Al piano terra del castello, nell’allestimento curato da Belinda De Vito, saranno esposti i disegni di Lilin accanto alle t-shirt e al poncho del brand Happiness, su cui sono stampati. Il messaggio della mostra è diretto: dall’epidermide, il “segno” del tatuaggio contamina altre superfici legate alla corporeità, come i tessuti, attraverso i quali il corpo si estende, si copre, si trasforma. Inoltre, dalle 14.30 alle 19.30 di sabato e domenica, verrà allestito uno spazio temporaneo per la realizzazione di piccoli tatuaggi da parte degli artisti del Marchiaturificio di Solesino, che da anni collaborano con lo scrittore russo, e di Tatoo Agio di Milano (ci si può prenotare a tattoo@kolima.it).

Parliamo di questa “incursione” friulana con Nicolai Lilin.

Dai tatoo alle magliette: com'è avvenuto il passaggio?

«Diversi brand di moda in passato mi hanno contattato, interessati ai miei disegni e alla tradizione del tatuaggio siberiano. Recentemente il tema del tatuaggio pare che sia diventato una moda. A me fa sorridere perché là dove altri vedono teschi, coltelli, pistole e simboli considerati forti, io vedo tutto un mondo di storie, di persone, di vissuti. La collaborazione con Happiness è nata dall'incontro con Yuri Scarpellini, fondatore del brand, affascinato dal mondo che rappresento attraverso i miei disegni mi ha lasciato completamente libero di interpretare la mia linea di abbigliamento cercando di tenere sempre saldo il rapporto con il significato profondo dei simboli».

Nei disegni ci sono differenze rispetto al "materiale" su cui li esegue?

«Ogni disegno racconta una storia. Se si tratta di un disegno destinato ad essere tatuato sulla pelle, mi lascio guidare dal racconto personale di chi lo porterà poi per la vita. In altri casi i disegni, come molte delle opere che sono in mostra al Castello di Susans, nascono dalla vita personale dei miei avi, ogni disegno è come un piccolo romanzo. Per me è un modo per ricordare e celebrare le vite di persone che ho amato e che ora non ci sono più, che hanno combattuto tutta la vita per i loro ideali. Infine i disegni destinati alle magliette, proprio perché sono indossati da tante persone diverse, si rifanno a degli ideali universali: l'amore, il viaggio, la ribellione, la libertà, la fugacità del tempo».

Crocifissi, madonne che impugnano armi, angeli e scheletri. Qual è il significato del suo messaggio?

«Nella mia tradizione non viene mai svelato il significato dei simboli».

Diventa “di moda” una pratica che in “Educazione siberiana”, lei carica di significati rituali, di appartenenza a una comunità, quasi iniziatici. Che cosa l'ha convinta?

«Non sono io che l'ho fatta diventare una moda, quello che ho potuto osservare è che il tatuaggio, che si è diffuso fino a diventare una moda per imitazione, adesso sta vivendo un cambiamento. Sempre più persone stanno diventando più sensibili nei confronti di questo tema, e invece di voler copiare i tatuaggi dei personaggi più alla moda per essere come loro, cercano un simbolo di appartenenza, vogliono riconoscersi nella propria pelle».

Non si preoccupa di essere definito anche "commerciale"?

«No. Perché è un termine offensivo?»

Collabora anche con un'azienda che produce coltelli di Maniago? E che cosa fa?

«Ho disegnato un coltello da caccia ispirandomi a quello che aveva mio nonno. Mi piacerebbe disegnare anche dei coltelli tattici in futuro. Sono un grande appassionato di coltelli, tra gli uomini della mia famiglia era considerato un accessorio indispensabile nella vita di tutti i giorni e nella mia vita mi è capitato di poterne osservare e utilizzare tanti, sono oggetti affascinanti, ogni forma, ogni curva, ogni impugnatura è studiata e pensata per essere ottimale nelle diverse situazioni in cui verrà utilizzato».

Le piace più incidere la pelle o la carta?

«La mia arte non si concentra nell'incisione di materiale, l'incisione della pelle o la preparazione di un disegno sulla carta, tela o altri supporti è soltanto la conclusione logica di un processo etico e tradizionale, molto profondo e difficile, legato alla creazione, alla composizione dell'opera. Conoscere le persone, ascoltare le loro storie, anche più intime, trasformare queste storie in simboli, elaborarli artisticamente - questa è la parte in assoluto più importante della mia attività. Il resto sono solo processi tecnici per me di minore rilevanza».

Come tatuatore, accetta qualsiasi richiesta del cliente?

«Nella mia arte non esistono termini come "cliente" o "richiesta". Tra me e le persone che decidono aprirsi con me per trasformare le proprie esperienze in simboli si crea il rapporto paragonabile a quello di un confessionale. Nessuno decide cosa tatuare, io interpreto semplicemente le storie delle persone, trasformando le loro parole in simboli seguendo una tradizione che ha delle regole molto precise».

Il suo spazio a Maravee si intitola "Scritto sulla pelle". Che cosa vorrebbe scrivere sulla pelle di chi verrà a conoscerla?

«Per avere sulla propria pelle almeno una mia opera non basta semplicemente passare alla mia mostra e conoscermi. Bisogna comprendere il senso della tradizione del tatuaggio siberiano ed essere pronti a confessarsi onestamente. E avere molta pazienza. Un tatuaggio siberiano va meritato, non è per tutti, si tratta di una tradizione iniziatica che si apre a pochi».

di Arianna Boria
30 ottobre 2014

http://ilpiccolo.gelocal.it/tempo-libero/2014/10/30/news/nicolai-lilin-i-miei-tatuaggi-sono-una-moda-per-iniziati-1.10216415

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Maravee celebra il tripudio dei corp Sei mostre e quattro eventi, con foto di Sabbagh, Sherman, Lachappelle e la tatoo-art di Lilin per“Scritto sulla pelle” - Messaggero Veneto

Maravee celebra il tripudio dei corp  Sei mostre e quattro eventi, con foto di Sabbagh, Sherman, Lachappelle e la tatoo-art di Lilin per“Scritto sulla pelle” - Messaggero Veneto | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

MAJANO. “Maravee Corpus”, un festival che celebra il tripudio del corpo plurale messo in scena dall’arte contemporanea attraverso il festoso trasformismo che pulsa da fotografie, dipinti, video, costumi, performance e tatuaggi, prenderà il via al Castello di Susans questo venerdí dalle 19 con ben sei mostre mostre e quattro eventi inaugurali.

L'inaugurazione ufficiale tredicesima edizione, ideata e diretta da Sabrina Zannier, promette nuovi suggerimenti sul tema dell’identità, con nomi di fama come quelli di Cindy Sherman, David Lachapelle, Mustafa Sabbagh e, in anteprima assoluta, l'universo poliedrico di Nicolai Lilin. Autore del romanzo “Educazione siberiana”, da cui è stato tratto l'omonimo film diretto da Salvatores, sarà presente con una personale che evoca il mondo dei tatuaggi dalla scrittura sfociata nel cinema, dal disegno approdato al tattoo, al design e alla moda.

Ponendo al centro del nuovo Maravee «il tema del Corpo inteso come luogo di mutazione identitaria, mediante la ritualità del travestimento, del trucco, del tatuaggio, della performance e della creazione ambientale che sottende il principio della maschera», il festival affronta su basi sociologiche e filosofiche la questione del trasformismo con opere di Carolina Amoretti, Karin Andersen, Matteo Basilé, Vania Comoretti, Claudia Contin Arlecchino, Marta Dell'Angelo, Michael Fliri, Zoè Gruni, Daniele Indrigo, Nicolai Lilin, Roberto Kusterle, David LaChapelle, Lorena Matic, Giuseppina Maurizzi, Eva Petric, Alberto Quoco, Mustafa Sabbagh, Cindy Sherman, Debora Vrizzi.

Opere suddivise in un percorso espositivo che dal primo piano, con la mostra di fotografia e pittura “Nudo ma non crudo” conduce, al secondo piano, alla collettiva fotografica “Il corpo abitato e Il corpo polifonico”, ritratti animati realizzati dagli studenti del Liceo Sello, per poi aprire poi la scena del trasformismo teatrale con “Dietro le quinte”, mostra di maschere per il corpo e costumi per il volto e, ancora, l’universo della moda con “Tra/Vestimento”, esposizione di abiti couture provenienti da Mittelmoda.

Al piano terra, invece, la personale di Lilin intitolata “Scritto sulla pelle”, metterà in scena il valore antropologico del tatuaggio nella tenuta d'insieme poetica di più linguaggi creativi. Per una festa del corpo in cui la collettività prende coscienza della propria immortalità storica attraverso la maschera, che occulta e svela il corpo, lo fa scomparire e rinascere mettendo in scena il ciclo morte/rigenerazione.

«Un’intensa coralità di corpi e voci animerà la serata inaugurale - spiega la curatrice – all’insegna di un tema impegnato sotto il profilo filosofico e psicologico, ma proposto con sottili venature d’ironia e divertissement». Occuperanno la scena il videomapping “Corpi animati”, sempre del Sello, Il corpo polifonico, spettacolo d’apertura con drammaturgia tratta dai testi di Pessoa e la partecipazione di Claudia Contin Arlecchino, Lorenza Franzoni e Rita Maffei, Clausuris di e con Drusilla Foer, Corpi di-Segni di e con Martina Tavano, Eva Marangone, Erica Modotti dell'Atelier enidUDanza e “Il corpo in tavola”, intrigante body-sushi a cura di Kascia Raffin e del locale Opium, con la partecipazione di Friultrota e Vicentini Orgnani.

Di anno in anno crescono le proposte e le collaborazioni di questa rassegna «che punta molto sul concetto di rete e sul lavoro di gruppo». Gestita dall’associazione Maravee grazie al sostegno dell'assessorato alla Cultura della Regione e alla partnership dell’azienda Gervasoni, ai quali si aggiungono i sostegni dei Comuni di Gemona, Pordenone e Majano (e con i partenariati di Cinemazero, Cineteca del Friuli, Obalne Galerije di Capodistria e Liceo artistico Sello di Udine), quest’anno Maravee si avvale anche delle collaborazioni di Mittelmoda International Lab, Sartoria Farani, Balletto di Roma, Spellbound Dance Company. (mi.qua.)


28 ottobre 2014

http://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2014/10/28/news/il-festival-castello-di-susans-1.10200832?ref=search

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Ritirato dal mercato 'Bumble Bee', inchiostro giallo per tattoo con sostanze cancerogene

Ritirato dal mercato 'Bumble Bee', inchiostro giallo per tattoo con sostanze cancerogene | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

(Adnkronos Salute) - Ritirato dal mercato italiano l'inchiostro giallo per tatuaggi 'Bumble Bee', dopo che le analisi eseguite in Piemonte hanno rilevato la presenza di ammine aromatiche, sostanze cancerogene. Lo ha disposto il ministero della Salute, in base ai risultati delle analisi eseguite da Arpa Piemonte. Al centro del provvedimento il lotto del 3 dicembre 2013 (CI 21095 e CI77891) di Bumblee Bee, prodotto da American Eternal Ink. L'articolo è stato prelevato da personale della Asl di Torino presso un tatuatore, e sottoposto alle analisi.

Ebbene, è risultata la presenza di O-Toluidina (una ammina aromatica cancerogena) in concentrazione 119 mg/kg. Dunque gli articoli sono stati "sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo" su tutto il territorio nazionale.

Articolo pubblicato il: 01/10/2014

http://www.adnkronos.com/salute/sanita/2014/10/01/ritirato-dal-mercato-bumble-bee-inchiostro-giallo-per-tattoo-con-sostanze-cancerogene_ARKItVoor5K9vYmsQk8OpI.html

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Tattoo artist, in cinquanta alla convention dei 2 Mari - Taranto al Palamazzola la II edizione

Tattoo artist, in cinquanta alla convention dei 2 Mari - Taranto al Palamazzola la II edizione | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Dopo il successo di pubblico registrato nella prima edizione si rinnova, per la seconda volta a Taranto, l’appuntamento con “Tattoo convention dei due mari”, la manifestazione dedicata all’arte del tatuaggio e del piercing.

All’evento - organizzato al Palamazzola dall’associazione culturale “Art music 24”, in collaborazione con il club “Black Devils MC ed in programma da venerdì 12  a domenica 14 settembre - è prevista la partecipazione di ben cinquanta tattoo artist, provenienti da tutta Italia.

Nelle tre giornate in cui si svolgerà la manifestazione, gli amanti dei tatuaggi e di ogni altra forma di “abbellimento” del corpo potranno assistere, nei vari stand, a performance dimostrative da parte degli artisti presenti. L’occasione, inoltre, fornirà l’opportunità di venire a conoscenza di nuove e differenti tecniche nell’arte del tatuaggio.

Non mancheranno, all’interno della struttura, bancarelle di vario genere e di settore (abbigliamento, gadget), spettacoli di artisti di strada (tra cui i giocolieri dell’associazione tarantina “Pachamama”), una serie di performance musicali e spazi dedicati alla gastronomia locale.
La convention si aprirà con il seminario sul tema delle tecniche di tatuaggio realistico in bianco e nero curato da Lorenzo Di Bonaventura, tatuatore pescarese e con la musica della  cover band tarantina rock demenziale “D-Bitols”; nella seconda giornata, invece, si esibirà il trio barese “Gli orecchiabili” . La premiazione dei tatuaggi migliori è prevista nell’ultima giornata, a partire dalle 19. Costo del biglietto: euro 5,00.

lunedì 08 settembre 2014 La Redazione

 

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Tatuaggi e piercing: esperti lanciano l'allarme, rischio infezioni ed epatiti in un caso su quattro

Tatuaggi e piercing: esperti lanciano l'allarme, rischio infezioni ed epatiti in un caso su quattro | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

(AGI) - Roma, 22 giu. - Infezioni, epatiti, persino l'Hiv. Tatuaggi e piercing sono sempre piu' amati dai giovanissimi, una tendenza che non teme crisi ma che, considerate 'pratiche ornamentali', sono talvolta effettuate con leggerezza trascurando i rischi anche gravi. Una ricerca condotta dall'Universita' di Tor Vergata su 2.500 studenti liceali coinvolti con questionario anonimo, ha rilevato come il 24% di essi abbia avuto complicanze infettive; solo il 17% ha firmato un consenso informato; e uno scarno 54% e' sicuro della sterilita' degli strumenti che sono stati utilizzati. "Se l'80% dei ragazzi ha affermato di essere a conoscenza dei rischi d'infezione, solo il 5% e' informato correttamente sulle malattie che possono essere trasmesse" spiega la dottoressa Carla Di Stefano, autrice dell'indagine

"Eppure il 27% del campione ha dichiarato di avere almeno un piercing, il 20% sfoggia un tatuaggio e sono ancora di piu' gli 'aspiranti': il 20% degli intervistati ha dichiarato l'intenzione di farsi un piercing e il 32% di ornare la pelle con un tatuaggio". "Per quello che riguarda tatuaggi e piercing non ci sono casistiche da procedure effettuate in studi professionali ma il rischio aumenta quando tali procedure vengono eseguite talora da principianti, in strutture con scarse condizioni igieniche e sterilita' degli strumenti o con strumenti improvvisati - corde di chitarra, graffette o aghi da cucito - ma anche nelle carceri o in situazioni non regolate come l'ambiente domestico" interviene il Professor Vincenzo Bruzzese, Presidente Nazionale del Congresso della SIGR dove e' presentata la ricerca.

"In conclusione, a partire dalla fine degli anni '90", avverte infine la dottoressa Carla Di Stefano "questo problema e' stato piu' volte messo in evidenza in Italia attraverso i dati della Sorveglianza delle epatiti virali acute - la Seieva. Recentemente e' stato stimato che nel nostro Paese una quota di casi di epatite C acuta superiore al 10% e' attribuibile ai trattamenti estetici; inoltre, una volta esclusi i tossicodipendenti dall'analisi, si puo' stimare che coloro i quali si sottopongono a un tatuaggio hanno un rischio 3,4 volte piu' alto di contrarre l'epatite C rispetto a chi non ci si sottopone. Analogamente, per quanto riguarda il piercing, il rischio di contarrre l'epatite C e' 2,7 volte maggiore rispetto a chi non se lo fa applicare". Dai dati dei ricercatori italiani presentati al 2ndo Congresso Nazionale SIGR emerge quindi la necessita' di un maggiore sforzo per incoraggiare l'utilizzo di materiale monouso e la corretta sterilizzazione degli strumenti utilizzati durante queste procedure, aumentandone il monitoraggio. (AGI) .

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

È vero che Winston Churchill aveva un tatuaggio?

È vero che Winston Churchill aveva un tatuaggio? | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Sì, e non è stato l'unico statista ad averne. Ecco i tatuaggi più famosi dei personaggi storici più impensabili.

Winston Churchill, così come altri celebri statisti con alle spalle una carriera militare (nel suo caso breve), aveva un’àncora, proprio come quella di Braccio di Ferro, tatuata sull’avambraccio, eredità degli anni passati da corrispondente tra Cuba, India e Sudafrica. Persino sua madre ne aveva uno, un serpente sul polso che, nelle occasioni importanti, celava abilmente con un grosso braccialetto.

Altri tatuati. Oltre al noto primo ministro britannico, anche altri grandi personaggi della storia hanno decorato la propria pelle con tatuaggi. Lo zar Nicola II di Russia, ad esempio, aveva un dragone disegnato sul braccio destro, mentre i presidenti americani Theodore Roosevelt e Andrew Jackson celavano rispettivamente lo stemma araldico della propria famiglia sul petto e un’ascia indiana (tomahawk) all’interno di una coscia. Ma il più insospettabile, fra tanti, è probabilmente Thomas Edison: l’inventore aveva dipinto su un avambraccio un disegno geometrico a cinque punte.

22 Maggio 2015

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Brindisi:dal 12 al 14 giugno a S.Apollinare l'”International Salento Tattoo Ink”

Brindisi:dal 12 al 14 giugno a S.Apollinare l'”International Salento Tattoo Ink” | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Manca appena una settimana all’”International Salento Tattoo Ink” che si svolgerà a Brindisi dal 12 al 14 giugno 2015, nell’area fieristica di Sant’Apollinare.  Si tratta del primo contest internazionale di tatuatori nella città Adriatica, in una location che abbraccia le tre province salentine (Brindisi, Lecce e Taranto). Il tutto, ampliando l’evento anche con l’inserimento di numerosi e coinvolgenti eventi collaterali che faranno da cornice alla manifestazione. Tra questi, tre diversi concerti: Salmo e Gemitaiz (venerdì 12 giugno), Clementino e Salento Calls Italy (sabato 13 giugno). E poi ancora il 1° contest internazionale di break dance 1 vs 1 e l’Apulia Talent Music Fest” che darà spazio e visibilità alle giovani band pugliesi.

Tutto ciò senza nulla togliere a quello che è il vero fulcro e spirito della manifestazione principale, ovvero l’apporto del mondo dei tatuatori che vanterà nomi di altissimo profilo nel contesto internazionale. 240 complessivamente saranno i tatuatori internazionali presenti, oltre a 15 writer provenienti da tutto il mondo, tra cui spicca il più forte writer mondiale, il brindisino Andrea Wany.

Il vero evento ”clou” della manifestazione sarà il ‘contest’ e, cioè, una vera e propria gara a seguito della quale saranno premiati i migliori tatuaggi effettuati durante la tre giorni di manifestazione. Madrina dell’evento sarà La Pina di Radio Deejay.

Il biglietto di ingresso per l’area tatoo è di 10,00 euro. Per i concerti, prevendita presso i circuiti booking show e Salento Concerti.

Giovedì, 04 Giugno 2015 00:00

http://www.pugliatv.com/notizie-category/item/2811-brindisi-dal-12-al-14-giugno-a-s-apollinare-l-%E2%80%9Dinternational-salento-tattoo-ink%E2%80%9D.html

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

British Tattoo Parlour

British Tattoo Parlour | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

British Tattoo Parlour nasce da un'idea di Vera Tinazzi d'Aragona e Luca Gas, personaggi noti ormai da anni nel mondo dei Tattoo e dei Piercing a livello nazionale ed internazionale.
La loro passione, professionalità ed esperienza li ha portati a creare un centro unico nel suo genere, fondendo attività diversificate ma allo stesso tempo complementari tra loro, riunendo un gruppo di ragazzi giovani ma già affermati nel loro campo.
Intorno alla sede graviteranno diversi tatuatori che porteranno linfa vitale allo scenario milanese con stili ed innovazioni.
A fare da contorno all'attivita' principale, anche se non meno importante, è la possibilità di acquistare gioielleria al dettaglio e all'ingrosso dove la consulenza di Vera vi aiuterà a trovare il pezzo giusto per voi....mentre per il mondo Tattoo lo shop è rivenditore esclusivo per la Lombardia del marchio "Pacio Rotary Tattoo Machine" e "FC Tattoo Machine" leaders nel settore Machine Tattoo, oltre che essere importatori ufficiali in Italia del marchio "Fusion Ink Tattoo" per tutta la linea di colori vegani!
British Tattoo Parlour è inoltre rivenditore esclusivo del brand " Blue Panther" nota linea d'abbigliamento Biker, oltre che della creazione della linea personalizzata British Tattoo Parlour.
....E non finisce qui......lo shop offre la possibilità' di scegliere tra 16 tipi di massaggi differenti, dal linfodrenaggio metodo vodder al rilassante con Lino oltre ad offrire a tutte le sue clienti coccole estetiche come l' extention ciglia, extention sopracciglia, ricostruzione unghie in gel e in acrilico, trattamenti corpo, viso e capelli, trucco giorno/sera/sposa/anni 20 - 2000......e ciliegina sulla torta, per gli uomini che vogliono concedersi un momento di puro godimento, è stato allestito uno spazio da barbiere in stile anni 50!
.....che altro dire se non " Gas save the Queen" !!!

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Norme su piercing e tatoo, il Tar “boccia” la Regione - Cronaca - Il Piccolo

Norme su piercing e tatoo, il Tar “boccia” la Regione - Cronaca - Il Piccolo | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

I giudici amministrativi accolgono le ragioni dell’Associazione tatuatori e accertano irregolarità tecniche. Annullati quattro dei sei punti del regolamento

Il lobo dell’orecchio è di carne molle, il padiglione auricolare di cartilagine. Secondo i giudici del Tar del Fvg, presidente Umberto Zuballi, relatore Alessandra Tagliasacchi, si tratta di «dato di comune conoscenza». Ma la Regione, a quanto pare, non lo sa. Viene rimandata in materia. Ed è costretta a riscrivere una parte, non solo quella, del regolamento che ha dato attuazione alla legge 7/2012, “Disciplina delle attività di tatuaggio, di piercing e delle pratiche correlate”. L’Associazione tatuatori ha letto la legge e confrontato il regolamento. E, difesa dagli avvocati Italo Castaldi e Giuseppe Sbisà, si è quindi rivolta al Tar riportando una vittoria su quattro dei sei punti contestati. Al punto che, così si legge nella sentenza, sono annullati appunto quattro articoli del regolamento regionale, o interamente o nella parte su cui il Tar ha dato ragione ai ricorrenti.
Iniziativa della giunta Tondo, la legge 7, la norma su tatuaggi e piercing viene concretizzata dalla giunta Serracchiani nell’aprile 2014 con l’approvazione in via definitiva del regolamento.

Nella sentenza (30 pagine) si legge del botta e risposta su alcune schermaglie tra i legali dell’associazione e l’Avvocatura della Regione (rappresentata nell’occasione da Roberto Crucil e Ettore Volpe). Niente di ostativo rispetto a un giudizio nel merito che, a conti fatti, costringerà a un rimaneggiamento del testo regolamentare. In sintesi la legge puntava a stabilire le regole per le attività di tatuaggio e piercing: dalle condizioni igienico-sanitarie alla formazione, fino al tema del consenso informato. Non mancavano indicazioni sulla dimensione dei locali (non meno di 12 mq per l’area di lavoro), l’obbligo di installare servizi igienici per il pubblico e di prevedere pavimenti facilmente lavabili e disinfettabili. Ancora più dettagliata la parte relativa ad aghi e “pistole”.

Ma, proprio su questi aspetti, il regolamento viene bocciato. Se infatti il ricorso sugli spazi dei locali viene respinto, così come quello sull’obbligo di dare al cliente informazioni sui pigmenti dei tatuaggi, il Tar smonta l’articolo 7, quello sull’«Attrezzatura per attività di piercing». Il testo degli uffici pubblici si sofferma sull’ago cannula, sui dispositivi meccanici di foratura e sui monili da inserire. I tatuatori di professione non ci stanno. In particolare sostengono che i dispositivi meccanici sono utilizzabili «esclusivamente» nel lobo dell’orecchio e non anche, come dispone il regolamento regionale, nel padiglione auricolare, «ove viceversa può operarsi solo con ago cannula». I giudici danno loro ragione: posto che la carne molle è diversa dalla cartilagine, «è del tutto logico che diversi siano gli strumenti e le tecniche di foratura».
Il Tar accoglie inoltre il ricorso sulla mancata precisazione delle diverse classi (B, S e N, quest’ultima è inidonea ma non viene vietata) delle autoclavi a vapore attraverso cui sterilizzare gli strumenti di lavoro. E poi stronca la Regione anche sul fronte della formazione: i giudici chiariscono che andava prevista la promozione di corsi distinti per attività di tatuaggi e di piercing. Infine, nel regolamento approvato dalla giunta, sentenzia il Tar, manca l’obbligo di informare le clienti sui rischi derivanti dal sottoporsi alle pratiche in questione durante l’allattamento.

 

 di Marco Ballico 07 maggio 2015

 

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/05/07/news/norme-su-piercing-e-tatoo-il-tar-boccia-la-regione-1.11374015

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

È morta a 77 anni la “nonna” più tatuata del mondo

È morta a 77 anni la “nonna” più tatuata del mondo | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

È morta in Gran Bretagna la «nonna più tatuata del mondo». Originaria dello Yorkshire, Isobel Varley si è spenta a 77 anni dopo essere stata colpita dal morbo di Alzheimer. Considerata una leggenda nel mondo dei tatuaggi, aveva il 93% del corpo ricoperto di disegni: era apparsa su varie copertine, aveva partecipato a show televisivi e campagne pubblicitarie e si era vista infine riconoscere dal Guinness World Record il titolo di «donna senior più tatuata al mondo».

Raccontava d’essere rimasta folgorata da questa «arte» da giovanissima, a una convention di pionieri appassionati. Si fece tatuare per la prima volta da bambina, a fine anni Quaranta, mentre il tatuaggio preferito - fatto quando era già diventata madre - le «decorava» l’addome con una famiglia di tigri.

http://www.lastampa.it/2015/05/15/multimedia/societa/morta-a-anni-la-nonna-pi-tatuata-del-mondo-ZeB5rSfg62ocRbdUnCKvjP/pagina.html

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

INK MASTER 4/ Su Sky Uno la quarta stagione della sfida tra tattoo artist. Anticipazioni puntata 18 gennaio 2015: chi verrà eliminato?

INK MASTER 4/ Su Sky Uno la quarta stagione della sfida tra tattoo artist. Anticipazioni puntata 18 gennaio 2015: chi verrà eliminato? | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

NK MASTER  4, ANTICIPAZIONI PUNTATA 18 GENNAIO 2015 - In prima serata Sky Uno oggi, domenica 18 gennaio 2015, va in onda la seconda puntata della quarta stagione di “Ink Master”, il talent show che vede sfidarsi alcuni aspiranti tatuatori per un premio di 100 mila dollari, accompagnato anche dal titolo di “Ink Master” e una pubblicazione sulla rivista “Inked”. Secondo le anticipazioni, i veri protagonisti dei disegni su pelle che vedremo questa sera sono scorpioni velenosissimi, e potrebbero portare fortuna o ispirazione ad uno dei 17 concorrenti. Sembra invece che per qualcun altro non sarà così semplice spuntarla, e probabilmente stasera dovrà lasciare la trasmissione. Chi sarà costretto a rinunciare al suo sogno? Infine, l’ospite d’eccezione per la puntata di oggi sarà Tommy Montoya. Tutti pronti? Appuntamento su Sky Uno a partire dalle 21.10!

INK MASTER  4, ANTICIPAZIONI PUNTATA 18 GENNAIO 2015 Questa sera, domenica 18 gennaio, alle 21.10 su Sky Uno va in onda la seconda puntata della quarta stagione di “Ink Master”, la competizione in cui si sfidano i più quotati tattoo artist del momento. I 17 concorrenti in gara dovranno affrontare una serie di sfide, dimostrando estro, creatività, tecnica e precisione. Il vincitore si aggiudicherà il titolo di Ink Master, 100 mila dollari e apparirà sulla rivista Inked. I giudici della gara sono i tatuatori Chris Nunez e Oliver Peck, e il musicista Dave Navarro, che è anche conduttore dello show.

In ogni episodio, incentrato su una tematica specifica o su un particolare genere di tatuaggio, ci sono due sfide: la Flash Challenge e l'Elimination Challenge. Nella prima sfida viene premiato il modo in cui gli artisti mettono in pratica l'abilità della settimana. Il vincitore potrà scegliere per l'elimination challenge le superficie cutanea su cui operare e quelle con cui dovranno lavorare i suoi avversari. In questa seconda sfida i concorrenti dovranno mettere in pratica la consegna di puntata in un tempo prestabilito.

Pubblicazione:domenica 18 gennaio 2015- Ultimo aggiornamento:domenica 18 gennaio 2015, 10.05

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Greta, è di Como Miss tatuaggio
Ragazza copertina di Tattoo Italia

Greta, è di Como Miss tatuaggio <br/>Ragazza copertina di Tattoo Italia | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Del tatuaggio apprezza soprattutto il tratto traditional, vecchia scuola, ispirato all’epica marinaresca, donne e guai. Colori rondini e cuori in formato vintage, Greta Contini, 30 anni, di Como, finita sulla copertina di una rivista nazionale grazie alla propria passione

Tattoo Italia le ha dedicato la prima pagina del numero in edicola, con le sue braccia soltanto in parte inchiostrate, rispetto a quanto mostra il bikini militare con cui è finita in tutte le edicole. Dai tempi della foto, infatti, ci sono stati altri disegni a decorare la pelle, in particolare su braccia e gambe. E se a qualcuno il tatuaggio potrebbe creare qualche problema sul posto di lavoro, oggi non è proprio il caso della ragazza copertina, che coglie l’opportunità. «Sono commessa in Svizzera e quando lavoro non si vedono - dice - dal mondo del tatuaggio ho sempre tratto beneficio economico e ho sempre avuto più riscontri del previsto. Anche se i tatuaggi, qualche anno fa, erano visti poco bene».

Quella che oggi è un’occasione per arrotondare, sino a non molto tempo fa era un ostacolo per il lavoro. «Quando mi proponevo come hostess di fiera o convention - racconta - le ragazze tatuate erano quasi sempre scartate. Ho scelto poi di abbandonare quell’ambito lavorativo e cercare più stabilità. Ho cominciato cosi a coltivare la mia passione per i tatuaggi. E da un piccolo lavoro su un braccio, a 17 anni, non ho più smesso. L’ultimo non è mai l’ultimo. In realtà poi ho continuato anche a lavorare da tatuata. Anzi, in alcuni settori ero più richiesta di prima. Così ho deciso di non abbandonare del tutto questo lavoro».

E’ sempre nell’ambito di genere il contatto nato per Tattoo Italia. «Davide Di Stefano, il mio tatuatore di Tik Tak Ta2, a Cantù, conosce la proprietà della rivista. Sono andata in studio con il fotografo per lo shooting fotografico - racconta - tra gli amici e la famiglia erano molto contenti. Anche mio papà Claudio si è comprato una copia. Con i miei genitori non ha avuto problemi per i miei tatuaggi: vivo da sola da anni e semplicemente me li sono fatti».

Greta non si definisce una modella. «Quando penso alla moda o al termine modella - dice - immagino sempre ragazze con uno stile di vita molto lontano e diverso dal mio. Io faccio una vita molto semplice, amo mangiare e odio la competizione, i concorsi di bellezza e tutto ciò che si avvicina anche lontanamente a questo lavoro. Nulla di personale, semplicemente la vedo sotto un’altra ottica». Probabilmente più colorata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 31 ottobre 2014

http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/greta-e-di-como-miss-tatuaggio-ragazza-copertina-di-tattoo-italia_1086952_11/

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Tattoo weekend Chiuduno|Tre fiere in una:|tatuaggi, birra e rettili | Bergamonews - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Tattoo weekend Chiuduno|Tre fiere in una:|tatuaggi, birra e rettili | Bergamonews - Quotidiano online di Bergamo e Provincia | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Tatuaggi, birra artigianale e rettili, tutto insieme in un'unica fiera per soddisfare i gusti più particolari: l'1 e 2 novembre la Fiera di Chiuduno di via Martiri della Libertà accoglie tre manifestazioni sotto lo stesso tetto, per un weekend intensissimo nel quale troveranno spazio oltre 70 tatuatori provenienti da tutta Italia per “Tattoo weekend”, 13 birrifici artigianali per “Passione birra” e “Reptilia Expo”, una mostra di rettili da tutto il mondo.

Ma non è tutto: come sempre non può mancare la musica. Dj Dino, collaboratore di Radio Viva Fm, garantirà due giorni di animazione intervallati dalle esibizioni di alcuni gruppi: sabato pomeriggio toccherà a “I Fracassoni”, cover band di musica rock, che lasceranno poi il palco in serata agli Street Gang, per le cover rock anni '70.

Domenica pomeriggio ttributo ad Elvis Presley con Tbc 1835, in serata toccherà alle Malibu con il loro tributo alle Hole.

Sabato sera e domenica pomeriggio le fantastiche “Femmes Fatales” allieteranno i presenti con uno spettacolo di burlesque: ma gli eventi collaterali sono tantissimi, dagli artisti di strada al body painting con l'artista Marco Licata, dallo studio fotografico Artesudiobg per i vostri servizi fotografici privati ai fornitori di materiale per tatuare Tattooshopsupply e Bg Tattoo Supply.

L'appuntamento è per il primo weekend di novembre alla Fiera di Chiuduno: per entrambe le giornate, supportate da Arklyne Project e Polynesian Color, l'orario della manifestazione è dalle 10 alle 24.

Mercoledì, 29 Ottobre, 2014Autore: Redazione Bergamonews
more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

BrindisiSera: A Brindisi l’International Salento Tattoo Ink (dal 12 al 14 giugno 2015). - News di Attualità

BrindisiSera: A Brindisi l’International Salento Tattoo Ink (dal 12 al 14 giugno 2015). - News di Attualità | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Musica, Spettacoli, Cultura, Sport e Tattoo… Sono questi gli ‘ingredienti’ dell’”International Salento Tattoo Ink” che si svolgerà a Brindisi dal 12 al 14 giugno 2015.

 

Dopo l’importante esperienza maturata nell’organizzazione della prima edizione del “Lecce Tattoo Fest”, svoltasi a Lecce il 7 e l’8 giugno 2014, dove migliaia di persone hanno partecipato attivamente all’evento proposto, parte dell’organizzazione ha deciso di realizzare il primo contest internazionale di tatuatori nella città Adriatica, ovvero in una location che abbraccia le tre province salentine ( Brindisi, Lecce e Taranto ). Il tutto, ampliando l’evento grazie all’inserimento di numerosi e coinvolgenti eventi collaterali che faranno da cornice all’”International Salento Tattoo Ink”. Tra questi, sono previste attività musicali (concerti live), attività sportive (fitness, gare di atletica, gara di go-kart, test drive, ecc..), oltre ad una serie di eventi a carattere prettamente culturale, tra cui mostre d’arte e presentazione di libri di prestigiosi autori.

Tutto ciò senza nulla togliere a quello che è il vero fulcro e spirito della manifestazione principale, ovvero l’apporto del mondo dei tatuatori che, anche in questa occasione – così come avvenuto a Lecce – vanterà nomi di altissimo profilo nel contesto internazionale del tatuaggio come Luca Natalini, uno dei maggiori esponenti del tattoo nazionale, Eddy Perminovas, artista lituano famoso a livello internazionale per i lavori che esegue sulle star di Holywood, Riccardo Bottino, artista italiano conosciutissimo in termini internazionali e Roberto Lauro, uno dei giovani più promettenti nel panorama nazionale. Grande risalto verrà dato agli artisti locali che avranno un area dedicata per esprimere la propria arte, nome illustre è quello di Andrea Sergio, in arte Mr. Wany che delizierà il pubblico presente con una realizzazione di una tela. Ma il vero evento ”clou” della manifestazione sarà il ‘contest’ e, cioè, una vera e propria gara suddivisa in categorie, a seguito della quale saranno premiati i migliori tatuaggi effettuati durante la tre giorni di manifestazione.

 

Brindisi, 22 ottobre 2014

 

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

How Tattoos Went From Subculture to Pop Culture

How Tattoos Went From Subculture to Pop Culture | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

Let's face it, tattoos have burst onto pop culture and have taken over the current media scenery. TV shows based on the tattoo industry are springing up on major networks, social media pages for tattoo culture are numbering in the millions of followers, and you would be hard pressed to take a walk on the street and not see several people sporting leg tats or arm sleeves. Not to mention all the pieces you see on the beach! Tattoos have become a mainstream part of society.

Today, 36 percent of Americans aged 18-25 have at least one tattoo, according to a report done by the Pew Research Center. That's more than one third of America's young adults! It comes as no surprise that the tattoo industry is the sixth fastest-growing retail business in America, as determined by the U.S. News & World Report. This has obviously translated to online interest as well, as there are more than 147 million tattoo related searches each month on Google.

How did this industry achieve this status though? Tattoos have certainly been scrutinized in the past and a visible feature that was once taboo has now become... normal?

Twenty five years ago, tattoos were actually quite common... on sailors, prison inmates, and members of tough motorcycle gangs. If you looked at accountants, pro ping-pong players, or shoe salesmen though, it would have been pretty rare to find some ink. So what happened?

Ironically, tattoos have been around since the beginning of human history. The word tattoo is thought to be derived from both the Polynesian "ta" -- meaning "to strike" -- and the Tahitian "tatau" -- meaning "to mark." So when and where did the tattoo originate? The answer to this question may remain a mystery, but scientific evidence proves that tattoos have been a part of human culture for thousands of years.

In 1991, German hikers on the Oztal Alps (near the border between Italy and Austria) discovered the mummified remains of a prehistoric human. Carbon dating would prove that the human, named Ötzi, had been mummified more than 5,300 years ago. While Ötzi was discovered with primitive tools and arrows, his most unique feature was that his body was adorned with no less than 57 tattoos, all the way from his upper neck to his ankles.

Findings like this continuously have proven that tattoos have been a part of human societies since their inception, as parts of rituals and cultures throughout history and across the globe.

Fast-forward to 2005. Our society still held prejudices against tattoos and, while some people were getting them on their own, no one would say tattoos were a part of pop culture. What changed this? The moment tattoos stepped into society's limelight can be pinpointed to a very specific event: the launching of the first popular tattoo TV show, "Miami Ink". A legendary shop on South Beach, "Miami Ink" housed a unique mix of talented and charismatic tattoo artists. Before this show, only the minority of people with tattoos knew what the inside of a tattoo studio was like. People weren't privy to the amazing work being done there or to the dynamic personalities and various styles of different artists. It made for good TV though, so Miami Ink owner, Ami James, linked up with a major network and ran this reality TV show in his shop. It was a huge success and it changed everything.

See more at http://www.huffingtonpost.com/mik-thobocarlsen/how-tattoos-went-from-sub_b_6053588.html

Mik Thobo-Carlsen   

Posted: 10/27/2014 2:05 pm EDT Updated: 10/27/2014 2:59 pm EDT
more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Verso il Palermo Tattoo Expo 2014, anche a Marsala la prevendita

Verso il Palermo Tattoo Expo 2014, anche a Marsala la prevendita | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

 

La Intracutem Eventi srls è lieta di porre alla Vostra attenzione il programma e le finalità dell'evento artistico e culturale “Palermo Tattoo Expo”, che si terrà a Palermo, il 10, 11, 12 ottobre 2014, presso il San Paolo Palace Hotel.

In tutte le più importanti città europee quali Berlino, Francoforte, Parigi, Londra, Amsterdam, Milano e Roma, da più di venti anni si svolgono eventi inerenti al tatuaggio che portano artisti del settore da ogni parte del mondo. "Riteniamo ormai - dicono gli organizzatori - che i tempi siano maturi per realizzare un evento di portata internazionale anche nella città di Palermo, considerando che sarebbe anche il primo del genere in Sicilia".
La convention è un momento di scambio culturale a livello internazionale, i vari artisti provenienti dal mondo si confrontano e operano live, in appositi stand appositamente studiati per consentire loro la corretta esecuzione del tatuaggio.
Per tutta la durata dell’evento saranno previsti workshop e realizzazione di tatuaggi che, candidandosi nelle rispettive categorie (bianco e nero, colorato, tribale, figurativo, etc) concorreranno al contest che premierà l’opera che sarà giudicata da apposita giuria composta da artisti di alto livello e di fama mondiale.
Tutte le attività esposte seguiranno scrupolosamente le linee guide in materia di igiene e sanità.
Location ideale per permettere il corretto svolgimento delle attività, dedicando le opportune attenzioni, è il San Paolo Palace Hotel di Palermo, utilizzando la totalità degli spazi congressuali, suddividendole per seguenti aree tematiche:

Workshop: 110 stand di artisti che praticheranno l'arte del tatuaggio in tempo reale, concorrendo ad un contest organizzato per stile e premiato al termine dell'evento, tramite giudizio tecnico da commissione composta da artisti di alta caratura.
Esposizione: 20 stand dedicati agli espositori, che verranno selezionati per attinenza all'evento, quali presidi medico sanitari, unguenti, attrezzature tecniche, colori.
Spettacoli: l'evento durerà tre giorni, al termine di ognuno si terranno spettacoli che vanno dall'esibizione di burlesque e dj set. Eventi di natura artistica, come mostre e seminari tecnici, verranno organizzati da professionisti del settore.
Alle Tattoo - Guinness World Records attempt: l'evento nell'evento; il famoso tatuatore Alessandro Bonacorsi, noto come Alle Tattoo, tenterà di superare il suo attuale record di sessione tattoo più lunga al mondo, ad oggi di 48 ore e 2 minuti, una sala a lui dedicata ospiterà media da tutto il mondo, oltre alla organizzazione ufficiale del Guinness world records, il cui sito e canali ufficiali generano oltre 25 milioni di visite al giorno, notevole vetrina per le aziende che vi partecipano.

L'evento è promosso e supportato da associazioni di categoria, è altresì presente sui principali calendari eventi di tattoo conventions in Italia (www.tatuatori.it) e nel mondo (www.worldtattooevents.com).le prevendite per la provincia di trapani potete trovarle presso lo studio:

L'Arte del Tattoo da Fabio Ingrassia sito a Marsala in P.zza del popolo,33.

02/10/2014 04:05:00

http://www.tp24.it/2014/10/02/cultura/verso-il-palermo-tattoo-expo-2014-anche-a-marsala-la-prevendita/86453

more...
No comment yet.
Scooped by La Ross LastLust
Scoop.it!

Tattoo removal business booming

Tattoo removal business booming | Tattoo Tattoo Convention and more | Scoop.it

CHICAGO (FOX 32 News) -

Tattoo removal has turned into a $76 million business, according to recent reports. More people are erasing what they did in the past, but that doesn't mean they are against getting inked in the future.

The black music note and heart on the back of Lindsey Pawlowski's shoulder is almost completely gone after a few laser tattoo removal sessions.

"I'm really exciting about getting married, but I was not excited when I picked out my dress and my tattoo was showing up. So I decided to work with Dr. Morosco in order to get the tattoo removed so we wouldn't see it when I got married," Pawlowski said.

The 26 year old says she simply doesn't like the design as much as she did when she was 19.

"I just wanted to erase it because it was one of those spur of the moment decisions that I made when I was younger that just doesn't reflect who I am now."

She's not alone. Millions of Americans are erasing their old ink.

Hindsight Tattoo Removal says a big reason for the increase is that technology is better than before.

"It's pretty amazing. We have 20 or 30 requests on a daily basis for appointments, where we only used to have six or seven appointments in a day," one employee said.

The business says they have seen a 300 percent increase in tattoo removals int he past three years. People from all paths of life have their own reasons for removing their tattoos.

For a normal black ink tattoo, it usually takes eight to ten sessions to remove, depending on the size. It can get pretty expensive, starting at around $100. Believe it or not, 30 percent of their tattoo removal business is editing a tattoo or removing one just for the client to get a fresher tattoo.

Posted: Sep 05, 2014 12:51 AM Updated: Sep 05, 2014 5:06 AM

By Alexa Helms, FOX 32 Newshttp://www.myfoxchicago.com/story/26453032/tattoo-removal-business-booming
more...
No comment yet.