Ritratti in crowdsourcing | Socialart | Scoop.it
Le mie prime esperienze con il crowdsourcing e con i social network risalgono ai tempi del liceo, quando affidavo agli amici la narrazione collettiva della mia identità virtuale. Si cominciava gli ultimi giorni di agosto. Era rito che per il mio compleanno un gruppo di amici mi regalasse la smemoranda. Corposa e profumata, i primi a scriverci erano proprio loro. Una dedica, un augurio, un messaggio speciale, poi il mio nuovo anno poteva cominciare. Proprio lì. sulle pagine di quei diari, sono nate le mie prime maschere, i miei primi nickname: Luna, Stella, Entropia, Allunata. Quando mi sono accesa sul web non ho fatto altro che cominciare da quell'esistenza tracciata dagli sguardi degli altri e incrociata coi loro (anche) sulla carta. Commenti, citazioni, canzoni, disegni a farsi indizi di vita, di legami, di connessioni.