INDEBITI BANCARI
15.4K views | +23 today
INDEBITI BANCARI
Tutelare e curare i propri interessi in banca
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Commissioni Cessione del Quinto, come chiedere il rimborso | INDEBITI BANCARI

Commissioni Cessione del Quinto, come chiedere il rimborso | INDEBITI  BANCARI | INDEBITI BANCARI | Scoop.it

COMMISSIONI CESSIONE del QUINTO: il rimborso delle commissioni versate in anticipo ex art. 125 sexies, co. 1 del TUB, per estinzione anticipata del prestito 


Indebiti Bancari's insight:

Come chiedere il rimborso delle commissioni a seguito di estinzione anticipata.

NS. COMPENSO A RIMBORSO OTTENUTO!!
Nell'articolo i dettagli


Contatti:
mail: areatecnica@iwtt.it
Mob.: +39 3395914159 (linea diretta)



ALTRI ARTICOLI CORRELATI:


more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

USURA MUTUO, NEL TEG SI INCLUDE LA MORA E LA PENALE DI ESTINZIONE ANTICIPATA; CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA INEFFICACE. TRIBUNALE DI BARI OTTOBRE 206 - Dir. Bancario - IL CASO.it

La verifica della usurarietà di un contratto di finanziamento (nella specie mutuo ipotecario azionato esecutivamente) va condotta osservando il principio di omnicomprensività, sicché vanno inclusi nel TEG anche gli interessi di mora e la penale per l'anticipata estinzione, ancorchè si tratti di costi solo eventuali
Dal superamento del tasso-soglia discendono, ai sensi dell'art. 1815, II comma, c.c., gli effetti della nullità e della gratuità del contratto, quest'ultima da intendersi quale sanzione civile aggravata rispetto alla precedente formulazione dell'art. 1815 c.c.

Indebiti Bancari's insight:
La verifica della usurarietà di un contratto di finanziamento (nella specie mutuo ipotecario azionato esecutivamente) va condotta osservando il principio di omnicomprensività, sicché vanno inclusi nel TEG anche gli interessi di mora e la penale per l'anticipata estinzione, ancorchè si tratti di costi solo eventuali. A favore di tale conclusione depone non solo il dato letterale dell'art. 644 c.p., ma anche la considerazione che, dal punto di vista funzionale, il fatto che il c.d. tasso – soglia sia fissato in una misura sensibilmente superiore a quella del TEGM (il 50% in più secondo, la previsione originaria; il 25% in più con un ulteriore margine aggiuntivo di 4 punti percentuali, secondo la previsione attuale) serve proprio a tener conto di variabili inerenti al singolo rapporto, variabili tra le quali ben potrebbe rientrare anche l'inadempimento e la connessa applicazione degli interessi moratori convenzionalmente pattuiti. Va perciò confermato l'orientamento costante espresso sul punto dalla Suprema Corte (Cass. n. 5286/2000; Cass. n. 14899/2000; Cass. n. 5324/2003) nonché dalla Corte Costituzionale, secondo cui è “plausibile l'assunto” che gli interessi di mora siano assoggettati alla normativa antiusura (Sent. n. 29/2002). E' inefficace la clausola di salvaguardia che si limiti a ricondurre al tasso soglia i costi contrattuali riferiti agli interessi corrispettivi ovvero di mora, senza alcun riferimento ai costi ulteriori. Dal superamento del tasso-soglia discendono, ai sensi dell'art. 1815, II comma, c.c., gli effetti della nullità e della gratuità del contratto, quest'ultima da intendersi quale sanzione civile aggravata rispetto alla precedente formulazione dell'art. 1815 c.c. secondo cui, nel caso fossero stati convenuti costi usurari, gli interessi sarebbero stati dovuti nella misura del tasso legale. (Avv. Daniele Nacci)


La sentenza è allegata all'articolo.

Altre informazioni:

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

La parte deve partecipare alla mediazione?

La parte deve partecipare alla mediazione? | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Il Tribunale di Verona si è – seppur incidentalmente – pronunciato sulla questione della necessaria partecipazione personale della parte ai fini dell’esperimento del tentativo di mediazione obbligatoria ex d. lgs. 28/2010. Il giudice ha precisato che l’orientamento, seppur prevalente, che ravvisa la necessità della presenza personale della parte si fonda sul dato letterale dell’art. 8,... Read more »
more...
IforMediate's curator insight, November 19, 10:47 AM
E altri aggiornamenti sulla nostra pagina "Normativa" in www.iformediate.com
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Niente mediazione se le parti non sono presenti personalmente

Niente mediazione se le parti non sono presenti personalmente | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Lo ha stabilito il Tribunale di Modena affermando che la presenza personale delle parti è indispensabile ai fini del procedimento
Indebiti Bancari's insight:
Altre info: 

contatti: areatecnica@iwtt.it
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Anatocismo 2016: Attendiamo le norme per anni, escono errate, impazziamo per interpretarle e il ministro corregge a mano-Tweet from @e_dellarosa

Anatocismo 2016: Attendiamo le norme per anni, escono errate, impazziamo per interpretarle e il ministro corregge a mano-Tweet from @e_dellarosa | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
#Anatocismo Attendiamo le norme per anni, escono errate, impazziamo per interpretarle e il ministro corregge a mano. https://t.co/iLDxfxptoO
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Cos’è lo sconto bancario?

Cos’è lo sconto bancario? | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Lo sconto bancario è un contratto attraverso il quale il cedente trasferisce ad una banca un credito verso terzi non ancora scaduto, per ottenere il controvalore in denaro.
Indebiti Bancari's insight:
Altre informazioni:
mail: areatecnica@iwtt.it

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Ius variandi: il Collegio di coordinamento ABF sull’adeguatezza della comunicazione del giustificato motivo

Ius variandi: il Collegio di coordinamento ABF sull’adeguatezza della comunicazione del giustificato motivo | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Con decisione n. 1889 del 26 febbraio scorso, il Collegio di coordinamento dell’ABF ha affermato il seguente principio di diritto. La comunicazione ex art. 118 TUB, pur non potendo essere eccessivamente generica, non deve raggiungere un livello di analiticità tale da abbracciare anche il profilo quantitativo, ma può limitarsi ad una indicazione delle ragioni che hanno determinato le modifiche prospettate, che, seppur sintetica, sia in ogni caso idonea a consentire al cliente una verifica in termini di congruità.
Indebiti Bancari's insight:
Una variazione unilaterale illegittima rende inefficace la modifica e comporta il ripristino delle condizioni precedenti.

Alcuni esempi in cui il "giustificato motivo" è stato considerato con conforme alla legge (tratto da Decisione Collegio di Coordinamento n. 1889/2016):

Inidoneo a soddisfare i requisiti di determinatezza e verificabilità impliciti nella previsione di cui all’art. 118 TUB) il riferimento:
   i) all’“andamento del mercato dei tassi” (Collegio di Roma, dec. n. 2202/2013; Collegio di Roma, dec. n. 1837/2011);
   ii) agli “effetti prodotti dall’attuale crisi economica e finanziaria” (Collegio di Milano dec. 2419/2011; Collegio di Milano, dec. n. 5972/2014);
    iii) al “peggioramento del contesto economico globale avvenuto negli ultimi mesi nonché della forte riduzione della forbice dei tassi, a seguito di una riduzione del costo della raccolta non proporzionale a quanto avvenuto per i prestiti concessi, che ha determinato la perdita di sostenibilità economica della operazione di finanziamento” (Collegio di Milano, dec. n. 798/2010); 
   iv) all’“incremento del rischio creditizio correlato al deteriorarsi dello scenario macroeconomico” (Collegio di Milano, dec. n. 249/2010); 
    v) alla “variazione delle condizioni di mercato” (Collegio di Milano, dec. n. 2434/2014); 
    vi) “peggioramento delle condizioni generali di mercato con conseguente incremento dei costi sostenuti dalla banca per la messa a disposizione dei fondi utilizzati a fronte di finanziamenti concessi” (Collegio Decisione N. 1889 del 26 febbraio 2016 Pag. 10/12 di Milano, dec. n. 1719/2014). 
Più in particolare, ribadita l’insufficienza di un generico richiamo alla “diminuzione dei principali tassi di riferimento”, si è ritenuto necessario “che si fossero indicati e provati almeno: la misura dei principali tassi di riferimento per il mercato bancario al tempo della conclusione del contratto, la misura dei tassi delle operazioni di raccolta, sì da poter apprezzare che rapporto vi fosse tra queste due serie di tassi e il tasso previsto per il contratto de quo, nonché la misura in cui quei principali tassi di riferimento sono venuti a diminuire nel corso del 2009” (Collegio di Milano, dec. n. 1705/2011).


Contatti: areatecnica@iwtt.it

IWTT - Torino 
Consulenze Indipendenti
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

10 Milioni di euro rimborsati ai clienti tramite l'Arbitro Bancario Finanziario | INDEBITI BANCARI

10 Milioni di euro rimborsati ai clienti tramite l'Arbitro Bancario Finanziario | INDEBITI  BANCARI | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
10 MILIONI DI EURO RICONOSCIUTI DALL'ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO, IL 68% I RISULTATI FAVOREVOLI AL CLIENTE NEL 2015 E' stata pubblicata la Relazione sull'
Indebiti Bancari's insight:
Altre informazioni:

Contatti: areatecnica@iwtt.it 
IWTT - Torino 
Consulenze Indipendenti
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

ACCESSO AGLI ESTRATTI CONTO DEL CONDOMINIO: LA BANCA DEVE FORNIRE I DOCUMENTI – art. 119 Tub

ACCESSO AGLI ESTRATTI CONTO DEL CONDOMINIO: LA BANCA DEVE FORNIRE I DOCUMENTI – art. 119 Tub | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
COPIA ESTRATTI CONTO E CONDOMINIO: LA BANCA DEVE FORNIRE I DOCUMENTI – Art.
Indebiti Bancari's insight:
Altre informazioni:
www.indebitibancari.altervista.org

Contatti:
areatecnica@iwtt.it
Mob. +39 3395914159
Mob. + 39 3391516383

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Cassazione conferma il DIVIETO DI ANATOCISMO per le RATE SCADUTE DEL MUTUO FONDIARIO

Cassazione conferma il DIVIETO DI ANATOCISMO per le RATE SCADUTE DEL MUTUO FONDIARIO | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Confermato il divieto di anatocismo degli interessi per i mutui fondiari.
Le rate scadute producono interessi solo sulla quota capitale.
Questo è quanto discende dalla sentenza della Corte di Cassazione del 7/6/2016.
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Mediazione: mancata partecipazione o ingiustificato diniego ad aderire? Scatta la sanzione pecuniaria.

Mediazione: mancata partecipazione o ingiustificato diniego ad aderire? Scatta la sanzione pecuniaria. | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Il Tribunale di Vasto, con ordinanza del 13.7.2015, precisa quali siano i criteri interpretativi dell’art. 8 comma 4 bis D. Lgs. N. 28/2010, che prevede la possibilità per il Giudice di desumere argomenti di prova ex art. 116 c.p.c. dalla mancata partecipazione di una delle parti alla procedura di mediazione, nonché di condannare la medesima... Read more »
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Paga i danni la banca che iscrive ipoteca per un valore esorbitante rispetto al credito - professionegiustizia

Paga i danni la banca che iscrive ipoteca per un valore esorbitante rispetto al credito  - professionegiustizia | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Una iscrizione ipotecaria su beni aventi un valore esorbitante rispetto all'ammontare del credito costituisce abuso degli strumenti processuali. Cassazione Sent. n. 6533/16
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

2016, reintrodotto l'Anatocismo Bancario | INDEBITI BANCARI

2016, reintrodotto l'Anatocismo Bancario | INDEBITI  BANCARI | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
La Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha introdotto un emendamento che modifica l'art 120 del T.U.B., articolo dedicato all'anatocismo bancario, che di fatto lo reintroduce.
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria - Tribunale di Padova giugno 2016

Opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria - Tribunale di Padova giugno 2016 | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Il tribunale di Padova, con sentenza del 28 giugno 2016, ha dichiarato l’improcedibilità di un’opposizione a decreto ingiuntivo, per mancato esperimento del tentativo di mediazione, statuendo che l’onere di attivare la procedura incombe sull’attore opponente.
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Cessione del quinto rinnovata prima di 24 o 48 mesi? Spetta un risarcimento - Arbitro Bancario Finanziario

Cessione del quinto rinnovata prima di 24 o 48 mesi? Spetta un risarcimento - Arbitro Bancario Finanziario | INDEBITI BANCARI | Scoop.it

Spetta un risarcimento se Cessioni del quinto e Delegazioni di pagamento sono state rinnovate prima del termine minimo di legge - art.39 DPR 180/1950. Il rinnovo è legittimo decorsi almeno i due quinti della durata del finanziamento, se, al contrario il rinnovo avviene prima è possibile chiedere e ottenere un risarcimento danni.

Indebiti Bancari's insight:
Segnaliamo che, in presenza di rinnovi fatti prima del tempo di legge,la richiesta di risarcimento può essere abbinata alla richiesta di rimborso delle quote di commissioni, spese ed assicurazioni non maturate. 

Per una consulenza sull'argomento:

mail: areatecnica@iwtt.it
Mob. +39 3395914159

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Se il fondo salva banche lo paghiamo noi: scegli il conto corrente che non aumenta le spese | I.W.T.T. vs. Anatocismo ed Usura Bancaria

Se il fondo salva banche lo paghiamo noi: scegli il conto corrente che non aumenta le spese | I.W.T.T. vs. Anatocismo ed Usura Bancaria | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Perché il fondo salva banche lo dobbiamo pagare noi? Premiare le banche che non aumentano i costi dei conti correnti https://t.co/NNjYxbaFlB | I.W.T.T. vs. Anatocismo ed Usura Bancaria
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Accesso ai dati bancari - Domande più frequenti.pdf

Accesso ai dati bancari - Domande più frequenti.pdf | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Ecco alcune linee guida per formulare correttamente la richiesta di copia della documentazione bancaria. 
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Usura pattizia, costi eventuali e penali da inadempimento nei contratti di finanziamento e di leasing | Altalex

Usura pattizia, costi eventuali e penali da inadempimento nei contratti di finanziamento e di leasing | Altalex | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Il presente lavoro mira ad illustrare in maniera sintetica ma organica l’approccio che appare, a sommesso avviso degli scriventi, quello “virtuoso” ovvero più rispondente allo spirito della legge ed ai principi di...
Indebiti Bancari's insight:
Altre informazioni:
mail: areatecnica@iwtt.it
more...
Fabrizio Russo's curator insight, September 7, 5:57 AM
Cessione del quinto estinta in anticipo o rinnovata negli ultimi 10 anni: recuperiamo commissioni, spese e assicurazioni. www.indebitibancari.altervista.org
Fabrizio Russo's curator insight, September 14, 5:25 AM
USURA IN BANCA ? ECCO UNO STUDIO
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Anatocismo 2016, la Delibera CICR del 3/8/2016

Anatocismo 2016, la Delibera CICR del 3/8/2016 | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Con Comunicato, di seguito espressamente riportato, il Ministero dell’economia e delle finanze ha reso noto che, il 3 agosto scorso il Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio ha approvato una delibera, in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, che detta le disposizioni applicative del secondo comma dell’art. 120 del Testo unico bancario (TUB), come sostituito dall’articolo 17-bis del decreto legge 14 febbraio 2016, n. 18 (convertito nella legge 8 aprile 2016, n. 49). La delibera sostituisce la precedente del 9 febbraio 2000 (“Modalità e criteri per la produzione di interessi sugli interessi scaduti nelle operazioni poste in essere nell’esercizio dell’attività bancaria e finanziaria (art. 120, comma 2, del Testo unico bancario, come modificato dall’art. 25 del d.lgs. 342/99)”). Il nuovo testo del comma 2 dell’articolo 120 del TUB demanda al CICR l’individuazione di modalità e criteri per la produzione di interessi nelle operazioni poste in essere nell’esercizio dell’attività bancaria, prevedendo che: 
- nei rapporti di conto corrente o di conto di pagamento sia assicurata, nei confronti della clientela, la stessa periodicità nel conteggio degli interessi sia debitori sia creditori, comunque non inferiore ad un anno; 
- gli interessi sono conteggiati il 31 dicembre di ciascun anno e, in ogni caso, al termine del rapporto per cui sono dovuti; gli interessi debitori maturati, ivi compresi quelli relativi a finanziamenti a valere su carte di credito, non possono produrre interessi ulteriori, salvo quelli di mora, e sono calcolati esclusivamente sulla sorte capitale; 
- per le aperture di credito regolate in conto corrente e in conto di pagamento, per gli sconfinamenti in assenza di affidamento ovvero oltre il limite del fido: gli interessi debitori sono conteggiati al 31 dicembre e divengono esigibili il 1º marzo dell’anno successivo a quello in cui sono maturati; 
- nel caso di chiusura definitiva del rapporto, gli interessi sono immediatamente esigibili; il cliente può autorizzare, anche preventivamente, l’addebito degli interessi sul conto al momento in cui questi divengono esigibili; in questo caso la somma addebitata è considerata sorte capitale; l’autorizzazione è revocabile in ogni momento, purché prima che l’addebito abbia avuto luogo. 

Nel dare attuazione alle disposizioni di legge, la proposta di delibera stabilisce: 
-  che gli interessi sono contabilizzati separatamente dal capitale; 
- che, in linea con la legge, gli interessi debitori divengono esigibili dal 1º marzo dell’anno successivo a quello in cui sono maturati; in ogni caso, prima che gli interessi maturati diventino esigibili, si richiede che al cliente venga assicurato un periodo pari ad almeno trenta giorni da quando egli abbia avuto effettiva conoscenza dell’ammontare degli interessi stessi; in questo modo il cliente ha a disposizione un lasso temporale adeguato per pagare il debito da interessi senza risultare inadempiente; 
- che, ribadendo quanto già previsto in norma primaria; è consentito che il cliente e la banca possano pattuire – al fine di evitare il pagamento della mora o l’avvio di azioni giudiziarie - il pagamento degli interessi con addebito in conto a valere sul fido (con conseguente produzione di interessi su quanto utilizzato per estinguere il debito da interessi). 

E’ previsto che gli intermediari applichino la delibera a partire, al più tardi, dal 1° ottobre 2016.

Indebiti Bancari's insight:
Altre info: 

Per una consulenza su questo argomento:
areatecnica@iwtt.it
Mob. +39 3395914159

La Delibera CICR del 3/8/2016 è consultabile al link:


more...
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

TASSI SOGLIA TERZO TRIMESTRE 2016 - pubblicato il comunicato stampa Banca d'Italia

TASSI SOGLIA TERZO TRIMESTRE 2016 - pubblicato il comunicato stampa Banca d'Italia | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
I tassi effettivi globali medi (TEGM) registrati nel primo trimestre del 2016 presentano le variazioni più consistenti per le seguenti categorie:
 - sono in diminuzione i tassi del leasing autoveicoli e aeronavali fino a 25.000 euro (-93 bp) e del leasing immobiliare a tasso fisso (-70 bp). - risultano invece in aumento i tassi del credito revolving oltre 5.000 euro (+24 bp)
Indebiti Bancari's insight:
Il Comunicato Stampa è consultabile al link:


Contatti: 
mail:  areatecnica@iwtt.it

IWTT - Torino
Consulenze Indipendenti
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Mutui indicizzati all'Euribor: le banche stanno truffando i cittadini italiani?

Mutui indicizzati all'Euribor: le banche stanno truffando i cittadini italiani? | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
La rivista Altroconsumo ha scritto di recente dell'abuso di alcune banche italiane nei confronti di clienti con mutuo a tasso variabile indicizzato all'Euribor. Di cosa si tratta?
Indebiti Bancari's insight:
Il costo di un mutuo indicizzato all'Euribor si calcola sommando allo spread deciso dalla singola banca il tasso Euribor stesso.

Da qualche mese l'Euribor è negativo, e dovrebbe quindi sottrarsi allo spread, riducendo il costo del mutuo.
Molte banche hanno fatto e continuano a far pagare di più ai clienti, senza fare mai scendere i tassi sotto gli spread". Hanno quindi creato un "pavimento" (floor) sotto il quale i tassi di interesse non possono scendere, che corrisponde proprio allo spread da loro deciso al momento della stipula del mutuo.

Si stanno comportando, in sostanza, come se l'Euribor fosse a zero, quando invece da alcuni mesi è sceso in territorio negativo.

Tutto ciò nonostante Banca d'Italia, organo di vigilanza del nostro sistema bancario, abbia inviato il 7 aprile 2016 una comunicazione nella quale chiariva le regole a cui devono attenersi gli istituti di credito nel caso di contratti di finanziamento a tassi indicizzati con parametri di indicizzazione di segno negativo.

Per una consulenza sull'argomento:
areatecnica@iwtt.it
Mob. + 39 3395914159
Mob. + 39 3391516383

Altre informazioni:
www.indebitibancari.altervista.org

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Polizza ''Unit Linked'': non informare sulla variazione del rischio è grave inadempimento

Polizza ''Unit Linked'': non informare sulla variazione del rischio è grave inadempimento | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
La sentenza riconosce la responsabilità del soggetto emittente e di quello intermediario nella mancata consegna al contraente di una...
Indebiti Bancari's insight:
La sentenza riconosce la responsabilità del soggetto emittente e di quello intermediario nella mancata consegna al contraente di una polizza “Unit Linked” relativa all’aumento del livello di rischio del fondo interno. Si configura in tale ipotesi un inadempimento grave in relazione all’interesse di conoscere l’informazione omessa. Da qui la risoluzione del contratto e la condanna al risarcimento del danno a favore del contraente.

Nel caso di specie l’attore aveva sottoscritto un contratto di assicurazione sulla vita unit linked ricevendo dall’intermediario la descrizione di tale prodotto come “più sicuro” rispetto ad altri investimenti all’epoca detenuti dallo stesso ricorrente. La cifra “investita” dall’attore ammonta a € 1.000.000 con cui vengono acquistate 999 quote del Fondo Interno, collegato alla polizza. Successivamente l’attore non riceveva nessuna comunicazione in merito alla polizza né alle operazioni poste in essere dal fondo interno. Dopo più di un anno dalla sottoscrizione l’attore riceveva la comunicazione che il fondo interno aveva una esposizione nei confronti dei c.d. “fondi Madoff” e, in conseguenza delle eprdite subite da tali fondi per la vicenda legata al crack del finanziere, l’investitore presentava una perdita di 59 %. Soltanto tre anni dopo l’attore apprendeva che presso la sede del soggetto intermediario era giacente una comunicazione a lui indirizzata, ma mai consegnatagli, in cui si rappresentava che il Fondo Interno era caratterizzato da un profilo di rischio elevato e non medio come prospettato e indicato nella documentazione contrattuale.

La sentenza del Tribunale di Torino del 17.03.2016 è allegata all'articolo.

Altre info:
www.indebitibancari.altervista.org

more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Collegio di Coordinamento ABF: nulla la clausola di determinazione del TAEG che non includa il costo della polizza assicurativa

Collegio di Coordinamento ABF: nulla la clausola di determinazione del TAEG che non includa il costo della polizza assicurativa | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Decisione Collegio di Coordinamento ABF n. 1430 del 18 febbraio 2016 pubblicata sul sito ABF dal 24 maggio 2016.
Indebiti Bancari's insight:
Con decisione n. 1430 del 18 febbraio 2016, pubblicata sul sito ABF dal 24 maggio 2016, il Collegio di Coordinamento ha affermato il seguente principio di diritto. La clausola di determinazione del TAEG, relativa a un contratto di finanziamento concluso con un consumatore, che non abbia incluso il costo di una polizza assicurativa obbligatoria, è affetta da nullità ai sensi dell’art.125 bis comma 6 TUB, con conseguente applicabilità del tasso sostitutivo legale previsto dal comma 7 della medesima disposizione.

Altre informazioni:

Contatti:
mail: aretecnica@iwtt.it
Mob: +39 3395914159 (linea diretta)


more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

Il Giudice ordina alle parti in causa di esperire una Consulenza tecnica in Mediazione - professionegiustizia

Il Giudice ordina alle parti in causa di esperire una Consulenza tecnica in Mediazione - professionegiustizia | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
Nel singolare caso di specie il Giudice Istruttore (Trib. di Roma) dopo aver rilevato che sovente le Compagnie di Assicurazione non aderiscono ai tentativi di mediazione promossi dai danneggiati e facendo presente quanto sia oberato il Tribunale (" ... gravosi ruoli dei giudici ... ") per cause del genere, e fatto presente, infine, che la mancata partecipazione alla mediazione "è in ogni caso comportamento valutabile nel merito della causa. Nonché ai sensi dell’art. 96 III°", delega, nella sostanza il mediatore ad effettuare la CTU.
Indebiti Bancari's insight:
more...
No comment yet.
Scooped by Indebiti Bancari
Scoop.it!

#ABCfinanza: cosa sono le obbligazioni bancarie senior e subordinate? | AdviseOnly Blog

#ABCfinanza: cosa sono le obbligazioni bancarie senior e subordinate? | AdviseOnly Blog | INDEBITI BANCARI | Scoop.it
#ABCfinanza: analizziamo i vari tipi di obbligazioni bancarie e quali sono le differenze di rischio per il risparmiatore a seconda dal grado di subordinazione.
Indebiti Bancari's insight:
I gradi di subordinazione delle obbligazioni bancarie:

1. Obbligazioni ordinarie senior Sono i bond più sicuri emessi da una banca. Con queste obbligazioni, infatti, in caso di default dell’emittente, il detentore verrebbe rimborsato per primo con il patrimonio derivante dalla liquidazione degli attivi, ovvero con i soldi ricavabili dalla vendita del patrimonio della banca. Attenzione però: essere rimborsati per primi non significa necessariamente essere rimborsati integralmente. Tra i bond senior, i titoli obbligazionari covered e quelli senior secured sono altresì garantiti da parti specifiche del patrimonio dell’emittente e, quindi, sono relativamente più sicuri, mentre i senior unsecured sono privi di garanzie reali. L’ipotesi del mancato pagamento di una cedola non è contemplata per le obbligazioni senior: tale evento si tradurrebbe in un default. Le obbligazioni senior possono avere scadenze e cedole di varie tipologie (ne abbiamo parlato precedentemente), la normativa non impone vincoli. Tipicamente le obbligazioni senior hanno un rendimento più basso ed un rating più alto di altri bond bancari, ma ATTENZIONE: è difficile che un’obbligazione bancaria renda meno del BTP di pari scadenza! A voi la scelta. 

 2. Obbligazioni Lower Tier II (o LT2) Rappresentano il primo grado di subordinazione per un’obbligazione. Il mercato italiano ne è ricco. I Lower Tier II sono tipicamente emessi con scadenza 10 anni e, comunque, non possono avere una scadenza inferiore ai 5 anni. I bond decennali hanno una cedola fissa fino al quinto anno, data nella quale è possibile per l’emittente richiamare (ricomprarsi a 100) l’obbligazione, che poi si trasforma in un tasso variabile più uno spread. 

 3. Obbligazioni Lower Tier III (o LT3) Sono bond del tutto simili ai LT2, ma possono avere scadenze inferiori ai 5 anni.

4. Obbligazioni Upper Tier II Scendendo nella scala di subordinazione incontriamo questi titoli che, tipicamente, presentano tasso fisso e scadenza 10 anni. Per queste obbligazione è possibile che l’emittente NON paghi la cedola periodica in casi particolari. Il mancato pagamento di una cedola NON costituisce evento di default, ma le cedole sono cumulate (prima o poi l’emittente le dovrà pagare). 

 5. Obbligazioni Tier I Il grado più basso (junior) di subordinazione implica che queste obbligazioni sono le prime a subire le conseguenze dei problemi della banca. Tipicamente sono bond perpetui (senza scadenza), ma richiamabili a partire dal decimo anno. Anche qui è prevista una trasformazione in tasso variabile con uno “step-up” (ne abbiamo parlato nello scorso post; in breve, la cedola aumenta nel tempo). A seconda di quanto c’è scritto nel prospetto, è possibile che per l’emittente sia obbligato cancellare il pagamento delle cedole in alcuni casi particolari. Tali cedole, contrariamente agli altri subordinati NON sono cumulabili, cioè se “saltano” l’investitore le perde. In alcuni casi può essere prevista una riduzione del valore nominale dell’obbligazione (se il bilancio della banca è particolarmente “brutto” il valore nominale scenderà). Cioè, per essere chiari, pur in assenza di fallimento è possibile che il capitale possa o debba essere ridotto. I Tier 1 sono i bond che vengono per ultimi (appena prima delle azioni) in caso di procedura fallimentare dell’emittente. Rischio non da poco.




more...
No comment yet.