Psicologo Milano-ansia
297 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Giovanna Baggio
Scoop.it!

Stress, crisi d'ansia, attacchi di panico Al Sacco il nuovo percorso ... - Corriere della Sera

Stress, crisi d'ansia, attacchi di panico Al Sacco il nuovo percorso ... - Corriere della Sera | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Stress, crisi d'ansia, attacchi di panico Al Sacco il nuovo percorso ...
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from ATTACCHI DI PANICO ROMA IRP
Scoop.it!

Ansia da separazione: quando a soffrirne sono i genitori | Nido, asilo ...

Ansia da separazione: quando a soffrirne sono i genitori | Nido, asilo ... | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

Il mio parere: solitamente è noto il contrario, ossia che sia il bambino a “puntare i pugni” timoroso di affrontare il mondo fuori.

 

Tuttavia, non è da sottovalutare che, spesso, il bambino dimostri tanta più resistenza ad accettare il nuovo contesto, quanto più sia la madre stessa, in realtà, a non volersi separare dal suo piccolo.

 

Come riconoscere quindi quando il bambino si fa portavoce di un disagio della madre prima che del proprio?

 

Voto all’articolo 7/10

 

Tratto dall'articolo:

"L’ansia da separazione è un disagio piuttosto frequente nei bambini e per aiutarli nella fase del distacco tutti gli esperti e gli insegnanti ripetono all’unanimità che è importante che la mamma si mostri serena, fiduciosa e tranquilla.

 

Perché ogni sentimento ambiguo verrà percepito dal bambino e contribuirà ad aumentare la sua ansia.

 

Eppure in certi casi i genitori possono vivere una situazione di grande sofferenza al pensiero di separarsi dal bambino.

 

Quando può accadere? Un eccesso di iperprotettività può portare i genitori, ad avere difficoltà a separarsi e a fidarsi delle persone che prenderanno in cura il piccolo. In questo caso delegare può diventare davvero difficile.

 

Ma l’eccessiva sofferenza nel lasciare i figli a scuola può anche essere la spia di un disagio personale, di un’insoddisfazione di fondo. Se per tre anni ci si è dedicate esclusivamente alla cura del bambino, il timore del vuoto, dell’assenza, della mancanza di un ruolo può ripercuotersi sul benessere di mamma e figlio.

 

Eppure la fase del distacco è importante per entrambi.

 

La mamma deve ritrovare spazi propri e lavorare sulla consapevolezza che il bambino non va protetto da tutto e tutti. I genitori hanno il compito di aiutare i bambini ad affrontare le loro paure, ma per farlo devono innanzitutto affrontare la loro stessa paura di lasciar andare il bambino.”

 

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it, Attacchi Di Panico Roma IRP
more...
Laura Canis's comment, January 17, 3:42 AM
www.iotiaiuto.net
Rescooped by Giovanna Baggio from ATTACCHI DI PANICO ROMA IRP
Scoop.it!

Dismorfofobia: come guarire?

Dismorfofobia: come guarire? | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
    Da un punto di vista etimologico il termine dismorfofobia viene dal greco dismorphè: visione distorta e phobos: timore, terrore è dunque la...

Via Psicologa Claudia Riccardi, Attacchi Di Panico Roma IRP
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from Ansia, panico e paure...
Scoop.it!

Quando l'ansia dei bambini proviene dai genitori...

Quando l'ansia dei bambini proviene dai genitori... | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

Il mio parere: l'ansia a mio avviso è contagiosa, nel senso che stare vicino a persone molto agitate porta spesso al dilagare di un sentimento di irritazione.

 

Inoltre bambini che vedono nei genitori una gestione non corretta dell'ansia tenderanno ad apprendere strategie simili.

 

Benchè queste mie osservazioni si basino sul buonsenso comune, ecco ora uno studio scientifico a riprova di quanto sostengo.

 

Ricordo in questa sede il mio videotutorial su come gestire in maniera positiva ansie e paure.

 

Voto articolo: 8/10

 

Tratto dall'articolo:

"I ricercatori hanno analizzato le interazioni tra 66 genitori ansiosi e 66 bambini. Tra i genitori, 21 soffrivano di ansia sociale e 45 di altri disturbi d’ansia, tra cui il disturbo d’ansia generalizzata, disturbo da attacchi di panico e il disturbo ossessivo-compulsivo.

 

Utilizzando una scala da 1 a 5 punti, i ricercatori hanno misurato il calore affettivo dimostrato verso il figlio, le critiche fatte al bambino, l’espressione di dubbi circa le sue prestazioni e la sua capacità di completare l’attività, oltre che la disponibilità a concedere autonomia e casi di eccessivo autoritarismo.

 

Risultato: i genitori che soffrivano di ansia sociale hanno mostrato di esprimere meno calore e affetto verso i loro bambini, li hanno criticati più spesso, esprimendo dubbi circa la loro capacità di svolgere il compito.

 

Si sono inoltre riscontrate differenze significative tra i genitori su come essi controllano l’operato dei figli e sulla loro disponibilità a concedere autonomia."

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Laura Canis's comment, January 17, 3:43 AM
www.iotiaiuto.net
Rescooped by Giovanna Baggio from Disturbi d'Ansia, Fobie e Attacchi di Panico a Milano
Scoop.it!

Vergogna e Memorie Autobiografiche: l'impatto su Depressione, Ansia sociale e ideazione paranoide

Vergogna e Memorie Autobiografiche: l'impatto su Depressione, Ansia sociale e ideazione paranoide | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

La vergogna ricopre un ruolo funzionale e adattivo durante lo sviluppo, ma allo stesso tempo può assumere un carattere disfunzionale creando sofferenza nel momento in cui diventa pervasiva e dominante.

 

Diversi studi hanno posto l'attenzione sull'ipotetica relazione tra la vergogna o il ricordo di situazioni che hanno generato vergogna (ricordo che viene integrato nella memoria autobiografica di ognuno di noi) e condizioni psicopatologiche come disturbi alimentari, ansia sociale, depressione e disturbo post- traumatico da stress. 

 

In particolare è stato condotto uno studio su 328 soggetti (Matos et al., 2013) che ha posto l'accento sull'impatto che la vergogna e la memoria di essa possono avere su diverse forme di paura sociale come l'ansia sociale e la paranoia. L'obiettivo dello studio è stato quello di valutare quanto esperienze precoci negative possano influenzare lo sviluppo di ansia focalizzata sulla rappresentazione di sè caratterizzata da vulnerabilità, inadeguatezza, paura del rifiuto o del giudizio altrui.

 

I risultati hanno suggerito l'esistenza di diverse storie evolutive, funzioni e processi psicologici alla base della paranoia e dell'ansia sociale, pur essendo presenti aree di sovrapposizione tra le due dimensioni.

 

A livello clinico sarebbe opportuno ricostruire e lavorare sulle memorie autobiografiche di vergogna di soggetti con ansia sociale, depressione e aspetti paranoidi legati alla vergogna aiutando il soggetto ad allontanarsi dall'idea di sè vulnerabile e inadeguata ed approcciarsi a memorie di sè cariche di valenza positiva.

 

A cura di:

www.federicobaranzini.it

 

 


Via Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from marketing personale
Scoop.it!

Colloquio di lavoro: gli errori più imbarazzanti e quelli più frequenti

Colloquio di lavoro: gli errori più imbarazzanti e quelli più frequenti | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Durante un colloquio di lavoro, quando l’ansia ha la meglio, possono verificarsi situazioni ridicole.

Via Stefano Principato
more...
Stefano Principato's comment, October 2, 2012 2:48 AM
lavoro, curriculum
Patrizia Piraino's curator insight, August 10, 2014 4:01 AM

#colloquio di lavoro

Rescooped by Giovanna Baggio from Psicologia e dintorni...
Scoop.it!

Ebook - Tre step per gestire l’ansia sociale

Ebook - Tre step per gestire l’ansia sociale | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
L'E-book "Tre step per gestire l’ansia sociale" è rivolto a tutti quelli che vivono con ansia le relazioni sociali.

 

Dopo una breve descrizione di cosa è la fobia sociale, viene suggerito un percorso a tre step per cercare di gestire al meglio le situazioni ansiogene.

 

INDICE

 

PARTE PRIMA - Proviamo a definire l’ansia sociale

Una compagna di vita...

Soffro di ansia sociale se sono timido?
Ci provo in tutti i modi, ma proprio non ci riesco!

 

PARTE SECONDA – Tre step per la gestione dell’ansia sociale

STEP 1: la debolezza svelata si trasforma in coraggio
STEP 2: elencare per ridimensionare
STEP 3: funziona, se ci credi

 

Per scaricare l'ebook gratuitamente

 


Via Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
more...
Daniela Benedetto's comment, July 29, 2013 3:56 PM
L'ansia sociale e' la nuova patologia che caratterizza la nostra vita quotidiana. Il libro e' molto ben fatto e dopo averlo letto attentamente posso dire che mi e' piaciuto e lo raccomanderei comunque a chiunque abbia a che fare con la collettivita'.
Rescooped by Giovanna Baggio from Stop ansia, panico, fobie e psico-curiosità
Scoop.it!

Come affrontare ansia e depressione nell’anziano

Come affrontare ansia e depressione nell’anziano | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Quando ansia e depressione si presentano nell’anziano assumono specifiche caratteristiche! Possiamo aiutare l'anziano nell'affrontare tali disturbi!

Via Simona Lauri - www.milano-psicologa.it/
more...
Simona Lauri - www.milano-psicologa.it/'s curator insight, October 4, 2013 11:07 AM

Ansia e depressione nell'anziano: come gestirle?

 

Iscriviti alla mia newsletter
http://www.milano-psicologa.it/newsletter-psicologia.html ;

 

 

Per ulteriori approfondimenti segui il video http://www.youtube.com/watch?v=K2DC3rdA-Ik

 

Iscriviti al mio canale You Tube  http://www.youtube.com/channel/UChbNUtYd21e8g4q884zK-BQ ;

 

Scooped by Giovanna Baggio
Scoop.it!

Come Curare L'Ansia Con I Prodotti Naturali? - Donna10

Come Curare L'Ansia Con I Prodotti Naturali? - Donna10 | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Donna10
Come Curare L'Ansia Con I Prodotti Naturali?
Donna10
L'ansia… Un nodo alla gola che ci attanaglia, un pensiero fisso che ci annebbia il giudizio.
more...
No comment yet.
Scooped by Giovanna Baggio
Scoop.it!

Paura dell'ansia?Facciamola diventare nostra alleata!

Paura dell'ansia?Facciamola diventare nostra alleata! | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Quando però questo meccanismo continua a persistere anche dopo la fine di eventi potenzialmente ansiogeni, si parla di un'ansia patologica caratterizzata da uno stato permanente di tensione che può compromettere le ...
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from ATTACCHI DI PANICO ROMA IRP
Scoop.it!

Fobia Sociale: come riconoscerla e come superarla

Fobia Sociale: come riconoscerla e come superarla | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

 Il mio parere: la fobia sociale è spesso legata alla timidezza, è un disturbo d’ansia che si caratterizza per il fatto che il soggetto ha paura del giudizio degli altri, a livello sociale.

 

Questo tipo di fobia porta ad un comportamento di evitamento di tutte quelle situazioni di relazione interpersonale, nelle quali sorge il timore di essere valutati in maniera negativa.

 

Si tratta di un disturbo invalidante ma che può essere arginato, a questo proposito segnalo che su questo argomento due colleghi - Davide Algeri e Simona Lauri - hanno da poco ultimato un interessante ebook gratuito da scaricare, la cui lettura suggerisco.

 

Voto all’articolo 7/10

 

Tratto dall’articolo:

 

“I sintomi della fobia sociale consistono in un’ansia che precede la situazione che crea disagio.

 

A livello fisico questo tipo di fobia comporta delle manifestazioni specifiche, come una sudorazione più accentuata, rossore nel viso, tachicardia, tremori, sensazione di bocca asciutta e confusione mentale.

 

Da parte del soggetto ci sono dei giudizi su se stesso, che vertono sul punto di aver fatto una figuraccia e di non essere stato all’altezza. Ci si chiede inoltre che cosa gli altri avranno pensato.

 

Le cause della fobia sociale sono molte.

 

Ci possono essere delle cause ambientali, che riguardano soprattutto lo stile educativo che la famiglia ha messo in atto nei confronti del bambino.

 

Ci sono anche delle cause temperamentali, che hanno la loro sede nella personalità dell’individuo.

 

Anche le esperienze personali possono condurre alla fobia sociale, soprattutto quando si sono affrontate situazioni continue di umiliazione e di derisione.

 

Fra i rimedi per la fobia sociale l’esposizione graduale del soggetto alle situazioni sociali temute, in modo da superare le strategie di evitamento, può essere efficace.

 

Il tutto è preceduto dalla ricostruzione del disturbo, dall’analisi degli episodi di ansia sociale e dalla correzione delle credenze sbagliate che si innescano nei rapporti con gli altri.

 

Utile è anche tenere un diario in cui annotare i pensieri disfunzionali e quelli funzionali."

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli

 

 

 

 


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it, Attacchi Di Panico Roma IRP
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from ATTACCHI DI PANICO ROMA IRP
Scoop.it!

Attacchi di panico: cosa fare? Video-intervista

Attacchi di panico: cosa fare? Video-intervista | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Cosa fare per combattere e vincere gli attacchi di panico e la paura della paura? Domande e risposte! Guarda il video intervista in diretta Radio interamente dedicato al tema Attacchi di Panico

Via Attacchi Di Panico Roma IRP
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from Ansia, panico e paure...
Scoop.it!

Perdere il lavoro: come superarlo

Perdere il lavoro: come superarlo | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

 

Il mio parere: affrontare la perdita del lavoro è un percorso difficile, legato fortemente alla personalità dell’individuo: non siamo tutti uguali e non tutti reagiamo allo stesso modo.

 

La mancanza di impiego diventa traumatica in rapporto al ruolo che il lavoro riveste nella nostra vita.

 

Se per l’individuo la sua professione riveste una grandissima importanza, legata a valori come il riconoscimento, l’identità, la sicurezza, il suo venir meno potrebbe comportare un forte sconvolgimento.

 

C'è dunque chi vive questa perdita come un vero e proprio lutto, e chi invece, può viverla in maniera relativamente positiva, considerando questa evento quale occasione di riscatto o opportunità per mettere in atto un cambiamento su se stesso che coinvolga magari anche gli altri ambiti extralavorativi.

 

Voto all'articolo 7/10

 

Tratto dalla'rticolo:
"Perdere il lavoro comporta problemi sia fisici che psicologici.

 

Tra i primi si annoverano nervosismo, irritabilità, affaticamento, fino ad arrivare ad attacchi di panico o alla depressione nei casi più gravi.

 

Nel momento in cui si perde il lavoro per il quale si è investito tempo e risorse bisogna avere la forza necessaria per affrontare la situazione.

Innanzitutto, non bisogna vergognarsi di chiedere consiglio ad un medico se il semplice sfogo con la propria famiglia o i propri amici non bastano.

 

Un esperto di psicologia del lavoro, uno psicoterapeuta, un selezionatore del personale, sono tutti soggetti che possono essere di grande aiuto per una persona che pur aver perso il lavoro ha la voglia di ricominciare e di continuare a far parte del mondo degli occupati.

 

Colpisce la metafora utilizzata da una psicologa e consulente del lavoro di San Francisco, Rachelle J. Canter, la quale ha affermato che perdere il lavoro è come essere investiti da un’auto.

 

È proprio per questo che l’evento traumatico deve essere un momento di crescita per potersi interrogare su cosa realmente si vuole fare della propria vita e dove si vuole arrivare.

 

L’importante è che colui il quale perde il lavoro non deve sentirsi solo, ma appoggiato e sostenuto, solo così potrà realmente ripartire."

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli

 


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Laura Canis's comment, January 17, 3:41 AM
www.iotiaiuto.net
Rescooped by Giovanna Baggio from Ansia, panico e paure...
Scoop.it!

Ansia, panico… respira che ti passa

Ansia, panico… respira che ti passa | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

Il mio parere: ho sentito parlare bene di questa tecnicha emergente, la mindfulness, anche se non ho mai avuto occasione di studiarla.

 

In questo articolo alcuni dei principi sui quali si basa, e la concezione che fornisce degli stati ansiosi.

 

Voto articolo: 8/10

 

Tratto dall'articolo:

"Prima di dirigere la mente verso la sensazione d’ansia che si sta manifestando, concentratevi sulla respirazione, sulla sensazione d’aria che scorre lentamente nelle narici, che scorre nella parte posteriore della gola e nei polmoni.

 

Sentite il battito del vostro cuore e immaginate come pompi il sangue ossigenato nel corpo. Continuate fino a quando vi sentite pronti per meditare.


Ora, spostate l’attenzione ai pensieri ansiosi.

 

Quali pensieri sono presenti nella mente in questo momento? Ce ne sono molti che si agitano rapidamente o qualcuno che vi rimane per un po’? Considerate i pensieri oggettivamente piuttosto che reagire a loro emotivamente.

 

Nella consapevolezza [mindfulness], si sta prestando attenzione al fatto che si ha un pensiero, ma non si sta acquisendo quello che va dicendo.

 

Cercate di non giudicare il pensiero come “buono” o “cattivo”.

 

Coltivate un atteggiamento di serenità a tutto ciò che vi passa per la mente. Guardate i vostri pensieri con curiosità e gentilezza e sarà più facile da sopportare"

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Laura Canis's comment, January 17, 3:41 AM
www.iotiaiuto.net
Rescooped by Giovanna Baggio from Disturbi d'Ansia, Fobie e Attacchi di Panico a Milano
Scoop.it!

L'ansia: amica o nemica?

L'ansia: amica o nemica? | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it

Quando si parla di “ansia” si pensa sempre a qualcosa di negativo e di invalidante. In realtà esiste anche un’ansia positiva, che svolge un ruolo adattivo: consiste in un modo naturale del nostro organismo di reagire di fronte ad una situazione percepita come pericolosa. In questo caso l’ansia va intesa come un campanello d’allarme che ci segnala una condizione di eccessivo stress, attraverso una serie di sintomi fisici come tachicardia, insonnia, cefalea, nausea, oppressione toracica o gastrica, sudorazione, vertigini, dolori muscolari..

 

Se non diamo ascolto ai segnali che ci invia il nostro organismo quando è sottoposto ad eccessivo stress, rischiamo di trasformare l’ansia da un’alleata ad un disturbo vero e proprio. L’ansia patologica supera i livelli di tolleranza, per cui ci impedisce di funzionare in modo adeguato, condizionando negativamente la nostra vita relazionale, sociale e lavorativa.

 

Generalmente chi sperimenta per la prima volta l’attacco di panico, vive con il terrore che l’attacco possa ripresentarsi. Queste persone, dunque, entrano in un circolo vizioso, dal quale sarà difficile uscirne senza l’aiuto di un esperto. Il soggetto che soffre di attacchi di panico, infatti, tende ad evitare una serie di situazioni e di ambienti per evitare che l’attacco possa ripresentarsi; evita di uscire da solo o di guidare l’auto. Inoltre presta un’eccessiva attenzione ai segnali provenienti dal proprio corpo e dall’ambiente circostante per paura che si possa presentare un uovo attacco di panico.

 

A cura di Federico Baranzini

www.psicoterapeuta-a-milano.it

 


Via Federico Baranzini - www.federicobaranzini.it
more...
No comment yet.
Rescooped by Giovanna Baggio from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

Le 10 regole per dormire bene

Le 10 regole per dormire bene | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Vai a dormire solo quando hai sonno e non perché hai sviluppato un'abitudine;Spegni subito la luce;Evita di leggere e di guardare la televisione;Se non dormi subito dopo 20 minuti, alzati e cambia stanza sino a quando non ti torna il sonno;Ripeti il punto 4 tutte le volte che ne hai bisogno;Cerca di svegliarti sempre alla stessa ora;Evita i pisolini pomeridiani;Evita di dormire di più per recuperare il sonno piuttosto fai un buon rilassamento;Non guardare mai l’ora: non lasciare che la preoccupazione di non dormire accresca la tua ansia e ti impedisca di addormentarti.Fai un po’ di esercizio fisico regolarmente (anche una passeggiata rilassante va bene) nelle prime ore serali (prima delle 20, non più tardi) per scaricare stress e tensioni
Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, December 30, 2012 6:45 PM

L'insonnia è una condizione trasversale a diverse patologie psicologiche e che spesso accompagna lo stress, sempre più presente nelle nostre vite.


Trovo utile questo decalogo da tenere a mente e da mettere in pratica per chi ha difficoltà in questo senso.


Provatelo e fatemi sapere se vi aiuta!

Rescooped by Giovanna Baggio from Social Media War
Scoop.it!

FOMO: la nuova ansia da social network

FOMO: la nuova ansia da social network | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
Sui social network scorre una vita parallela, vera o falsa che sia diciamo che la tendenza nel 99% dei casi e mostrare il proprio lato migliore. E questo mi

Via Antonio Ficai
more...
No comment yet.
Scooped by Giovanna Baggio
Scoop.it!

Ansia da primo giorno di scuola? - La Stampa

Ansia da primo giorno di scuola? - La Stampa | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
La Stampa
Ansia da primo giorno di scuola?
La Stampa
A pochi giorni dallo squillo della campanella, sale l'ansia nei ragazzini per il primo giorno di scuola.
more...
No comment yet.
Scooped by Giovanna Baggio
Scoop.it!

Cos'è il disturbo d'ansia da separazione e come affrontarlo

Cos'è il disturbo d'ansia da separazione e come affrontarlo | Psicologo Milano-ansia | Scoop.it
L’ansia da separazione è comune nell'infanzia e si verifica in proporzione uguale nei due sessi. L’esordio può avvenire in età prescolare (#Ansia da separazione dei #bambini: cosa fare? Ecco qualche consiglio pratico!
more...
No comment yet.