PsicoLogicaMente
Follow
Find
2.3K views | +0 today
 
Scooped by Cristina Di Loreto
onto PsicoLogicaMente
Scoop.it!

Comunicainsicurezza_opuscolo.pdf

Cristina Di Loreto's insight:

Ecco un'iniziativa molto importante per genitori e ragazzi organizzata dalla Polizia Postale e Corecom Puglia per utilizzare in modo sicuro le potenzialità della rete. Lo trovo un opuscolo molto ben fatto per genitori, ragazzi ma anche per i più grandi che troveranno spunti e notizie nuove rispetto alle insidie della rete.

Buona lettura.

more...
Cristina Di Loreto's curator insight, December 22, 2012 12:50 PM

Attenti alla rete!! Ecco un opuscolo per difendersi dalle insidie del mondo virtuale creato dalla Polizia Postale e Corecom Puglia.

Cristina Di Loreto's curator insight, December 22, 2012 12:51 PM

Ottima iniziativa della Polizia di Stato e di Corecom Puglia.

From around the web

PsicoLogicaMente
Articoli, news e ricerche inerenti la psicologia.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Cosa succede quando ci raccontiamo? - Dott.ssa Cristina Di Loreto

Cosa succede quando ci raccontiamo? - Dott.ssa Cristina Di Loreto | PsicoLogicaMente | Scoop.it

La mia opinione: in questo articolo descrivo alcuni dei moltissimi effetti positivi prodotti dal racconto autobiografico. Questa modalità di racconto di noi può avvenire per via scritta o orale,  in ogni caso ha effetti molto positivi sulla nostra salute psico-fisica, inoltre aiuta a dare ordine a ciò che ci succede e un senso e un significato a eventi importanti, serve anche a comprenderci e conoscerci meglio. Voi scrivete mai della vostra vita? Quanto spesso vi raccontate agli amici? Quanto ascoltate i racconti degli altri?

more...
Cristina Di Loreto's curator insight, May 6, 2013 5:26 PM

In questo articolo ricordo alcune tra le scoperte di W. J. Pennebaker in merito agli effetti e ai benefici della scrittura espressiva. Il lavoro di Pennebaker ha aperto la strada all'utilizzo della scrittura come strumento terapeutico e di autoaiuto, credo sia il modo migliore per iniziare questa nuova pagina scoop, dedicata a chi come me coltiva questa passione e in un certo senso deve molto a carta e penna...

Spero che in quanto appassionati scrittori anche voi lettori commentiate e suggeriate nuovi articoli, iniziative e spunti di riflessione.

Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Quando lo Stato legifera ipocritamente sulla psicopatologia | www.psychiatryonline.it

Quando lo Stato legifera ipocritamente sulla psicopatologia | www.psychiatryonline.it | PsicoLogicaMente | Scoop.it

Articolo molto interessante di Luigi D'Elia sulle ultime notizie riguardanti "la proposta di legge in discussione in questi giorni in Parlamento che vorrebbe aggiungere all’articolo 580 del codice penale, quello relativo all’istigazione al suicidio, un “bis” che riguarda l’istigazione all’anoressia o per essere più precisi Istigazione a pratiche alimentari idonee a provocare l'anoressia, la bulimia o altri disturbi del comportamento alimentare."

Cristina Di Loreto's insight:

Me lo ricordo come se fosse ieri quando ancora al Liceo chiacchieravo indignata con le compagne di banco a proposito di questi siti che ti insegnano a diventare anoressica. Come scrive bene D'Elia sono le stesse sofferenti del disturbo che cercano di scoprire e diffondere evoluzioni utili a mantenere viva questa patologia.

Ho letto con piacere la notizia di questa legge non lo nego e anche io ho pensato "qualcosa si muove" ma poi mi ricordo, come descritto bene in questo articolo del gioco d'azzardo, dell'Italia medicalizzata dove è il medico di base a prescrivere psicofarmaci laddove si dovrebbe consigliare un colloquio da uno psicologo, mi ricordo dei centri di Scienze della Nutrizione dove  per dimagrire ti insegnano il conto calorico e ancora lontana è la situazione dove si fa un primo colloquio magari per valutare la presenza di un disturbo psicologico da un professionista. Mi ricordo delle dietologhe e degli interventi chirurgici, mi ricordo gli specchi che trovo puntualmente nei negozi (fanno piacere sì fino a che non ti rivedi nel tuo) così come le taglie che trovo nei negozi. Mi ricordo delle sigarette e del fatto che non c'è un servizio psicologico di base a disposizione della popolazione, mi ricordo così tante cose che mi auguro che oltre a questa legge (a mio avviso comunque necessaria) si operino riforme che vadano a migliorare questa scarsa attenzione al benessere e alla cura psicologica della nostra popolazione. 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

6 Abitudini salutari per la coppia che la maggior parte delle persone ritiene tossiche.

6 Abitudini salutari per la coppia che la maggior parte delle persone ritiene tossiche. | PsicoLogicaMente | Scoop.it
People like to fantasize about “true love.” But if there is such a thing, it requires us to sometimes deal with things we don’t like.
Cristina Di Loreto's insight:

Mark Manson potrebbe essere  "Hitch", nel famoso film di Will Smith, lo ricordate? Conosciuto anche come "Dottor Rimorchio" Hitch aiutava uomini timidi e impacciati a conquistare le donne di cui si erano innamorati.

 

Mark, autore del blog e dell'articolo per almeno 3 anni si è occupato proprio di questo. 

 

L'articolo segue un precedente intitolato "6 abitudini tossiche che la maggior parte delle persone ritiene normali", mentre secondo Mark le 6 abitudini che solitamente si possono pensare come pericolose o negative per la coppia quando possono essere non solo normali ma anche salutari sono:

 

1. Lasciare che alcuni conflitti rimangano irrisolti. (non sempre parlare di tutto e voler sviscerare ogni aspetto della relazione è salutare...anzi)

 

2. Essere disposti a ferire i sentimenti dell'altro. (ovviamente in virtù di un'onestà reciproca che possa anche aiutare l'altro in quei momenti in cui fare finta che tutto sia bello e giusto non può che aggravare la situazione)

 

3. Essere disposti a mettere fine alla relazione. (il nostro amore romantico, nel suo ideale, spesso lo rimane nell'ideale appunto...)

 

4. Provare attrazione per altre persone al di fuori della coppia. (Il nostro razionale desidera avere occhi solo per l'oggetto del nostro amore ma a volte le nostre emozioni prendono altre direzioni, può accadere l'importante è dargli il giusto peso)

 

5. Passare del tempo separati. (mantenere la propria indipendenza significa anche rimanere le persone per cui ci siamo innamorati e abbiamo fatto innamorare, condividere ogni aspetto della vita dell'altro significa inevitabilmente cambiare... )

 

6.Accettare i difetti del partner.  ( Non esiste la perfezione... l'articolo conclude con una frase molto azzeccata... Potranno essere le nostre perfezioni ad attrarci l'un l'altro ma saranno le nostre imperfezioni a decidere se potremo continuare a stare insieme.)

 

 

Ovviamente questi non sono consigli da mettere in atto ma almeno per quanto mi riguarda condivido l'articolo perché possa portare a una riflessione più ampia e introspettiva su quanto a volte cerchiamo di non fare con 'intento di migliorare la nostra relazione per finire poi col peggiorarla.

 

Per leggere l'articolo originale   http://markmanson.net/6-healthy-habits

 

Enjoy your reading!! If you can leave a comment :)

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

crisi di coppia, come evitarla | Blog - Psicologo Milano

crisi di coppia, come evitarla | Blog - Psicologo Milano | PsicoLogicaMente | Scoop.it
La ricetta per il divorzio? Criticare, disprezzare, stare sulla difensiva, fare ostruzionismo.   Da oltre 40 anni lo psicologo John Gottman si dedica a studiare i rapporti di coppia. Ha seguito coppie per decenni con l obiettivo di identificare quali comportamenti fossero predittivi di una storia a lungo termine piuttosto che di un imminente divorzio.
Cristina Di Loreto's insight:

La piccola critica velata e che sebbene mascherata dalla battuta arriva sottile e pungente a destinazione, il sarcasmo magari su qualcosa di importante e condiviso a cena con gli amici, la faccia sprezzante o il giudizio che ormai non riusciamo più a nascondere... sono come piccole gocce d'acqua che lentamente corrodono le mura della stabilità della coppia.

Solitamente preferisco valorizzare il positivo e ciò che funziona ma anche fare attenzione a ciò che di negativo agiamo sul rapporto di coppia può essere efficace nell'ottica di evitare di farlo.

Infatti spesso è sufficiente smettere di fare qualcosa che non funziona piuttosto che inventarsi tutti i possibili modi per cambiare. Quindi armatevi di una sana autocritica e cercate di riconoscervi nell'atteggiamento che adottate più frequentemente ovviamente nel tentativo di limitarlo il più possibile.

 

Buona lettura...

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Emozioni, bugie e linguaggio del corpo! TUTTI I SEGRETI: "Lie to me" arriva in Italia

Chiacchierata con Diego Ingrassia, esperto di comunicazione non verbale che rappresenta il famoso psicologo Paul Ekman in Italia (direttore scientifico della...
Cristina Di Loreto's insight:

Il tema del rilevamento delle menzogne affascina molto i colleghi ma anche i non addetti ai lavori.

Quante volte infatti vorremmo poter smascherare una menzogna, non essere smascherati o semplicemente poter andare oltre alle parole e capire le persone dalla loro comunicazione non verbale?

In questo video Diego Ingrassia intervistato dal Dott. Luca Mazzucchelli ci porta nel mondo delle emozioni e della loro espressione attraverso la comunicazione non verbale aiutandosi anche con esempi concreti.

 

Buona visione!

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Groupon si scusa per la falsa psicologa e rimborsa. E l'Ordine Psicologi... - Nicola Piccinini - Psicologia, Marketing, Social Web

Groupon si scusa per la falsa psicologa e rimborsa. E l'Ordine Psicologi... - Nicola Piccinini - Psicologia, Marketing, Social Web | PsicoLogicaMente | Scoop.it
  Molti di voi ne avranno sicuramente sentito parlare in questi giorni.
Cristina Di Loreto's insight:

L'abusivismo sta diventando una pratica sempre più diffusa... Ma quando questo viene "avvalorato" da un'azienda così nota e conosciuta diventa ancora più difficile proteggersi.

L'utente che si affida a un'offerta di questo tipo è soprattutto una persona sofferente e con una scarsa autonomia economica, quindi una persona molto motivata ma con poche possibilità e che si fa? Lo mandiamo "sulla fiducia" da un'abusiva che si spaccia per psicoterapeuta????

Credo sia un fatto grave e che come scrive il collega Piccinini costituisca un fenomeno da sanzionare e controllare per garantire la tutela degli utenti ma anche che sia un grave danno verso la nostra categoria professionale, chissà cosa accadeva in quello studio, chissà quanti pazienti ha visto prima delle dovute decisioni.

Non sono mai stata contro forme di pubblicità innovative ma ho sempre pensato che di fondo ci fosse per lo meno un controllo di prassi soprattutto verso professioni di questo tipo (quando leggo le offerte per i trattamenti di chirurgia estetica, ortodontici o medici cosa dovrei pensare?Che non sono stati effettuati controlli che accertino la natura del servizio erogato??).

Spero che per lo meno leggere questo articolo vi metta in guardia e in generale prima di fissare un appuntamento con uno psicologo o uno psicologo/psicoterapeuta controllate sempre che sia iscritto a un ordine regionale. Basta una velocissima ricerca on-line o chiamare direttamente l'Ordine degli Psicologi Regionale o Nazionale. A volte i sistemi informatici possono commettere errori pertanto non vi spaventate se in prima battuta la ricerca non produce il risultato sperato, chiamate l'Ordine Nazionale o chiedete direttamente al professionista il suo numero di iscrizione all'Albo (che di norma dovrebbe essere sempre visibile sui siti internet personali) e poi controllatelo.

 

 

 

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

La memoria del futuro, così costruiremo i nostri ricordi - Repubblica.it

La memoria del futuro, così costruiremo i nostri ricordi - Repubblica.it | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Si potranno ricordare cose mai vissute o cancellare dalla mente le esperienze negative. La scienza riscrive il cervello. Come in un film. Stimoli magnetici,
Cristina Di Loreto's insight:

Ricerche invidiabili e scoperte sensazionali. Ma vogliamo davvero essere tanto artificiali? Siamo davvero così smaniosi di apprendere da volere saltare a piedi pari l'esperienza dell'apprendimento, i fallimenti e le crisi che nel nostro processo di crescita ci portano al cambiamento e all'evoluzione? 

Scordare il trauma, immettere nuovi ricordi, a volte credo che correre troppo ci possa solo portare fuori strada.

 

E voi? Vorreste cancellare i ricordi o piuttosto imparare a conviverci?

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Benessere, due toscani su tre insoddisfatti della propria vita personale | ANALISI

Benessere, due toscani su tre insoddisfatti della propria vita personale | ANALISI | PsicoLogicaMente | Scoop.it
I risultati di un'analisi condotta da Cnel ed Istat, presentata dall'Ordine degli Psicologi della Toscana
Cristina Di Loreto's insight:

Leggere questo articolo non mi stupisce infatti la nostra regione è una tra le prime in quanto ad erogazione di farmaci anti-depressivi, questo rilevava nel 2010 l'Agenzia Regionale di Sanità (Ars).

Sostenendo anche che "nel 2010 in Toscana i pazienti che hanno fatto ricorso a un servizio territoriale di salute mentale sono stati circa 78.000 (di cui 23.423 minorenni e 54.245 maggiorenni), pari ad oltre il 2% della popolazione. Di questi, quasi il 40% risultano nuovi utenti." 


In tre anni non sembrano cambiate le cose, sarebbe interessante dare voce ai toscani che leggono... cosa ne pensate? Voi siete soddisfatti della vostra vita? Del vostro tempo libero?




more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Di Loreto from Professione psicologo
Scoop.it!

Giovani psicologi: uno su due disoccupato!

Giovani psicologi: uno su due disoccupato! | PsicoLogicaMente | Scoop.it

“Circa un terzo degli Psicologi europei risiede in Italia e basta solo questo dato per sottolineare quanto siano urgenti misure per introdurre una razionale programmazione del fabbisogno formativo.


Infatti circa la metà dei giovani professionisti Psicologi risultano disoccupati; e il livello medio delle retribuzioni si attesta sui 625 €/mese.


Numeri, questi ultimi che segnalano - soprattutto in riferimento alla retribuzione - un divario differenziale rispetto ai coetanei laureati di altra professione.


Un quadro rimasto sostanzialmente invariato rispetto al 2008: la crisi più che peggiorare il già difficile quadro dei giovani Psicologi, sembra aver pesato in senso qualitativo orientandoli nel percorso professionale verso posizioni libero-professionali (le nuove partite IVA) e verso una visione flessibile (neo-professionale) del posizionamento di lavoro”.


Lo ha detto il Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi, Giuseppe Luigi Palma, nel corso di un audizione dinanzi alla Commissione Lavoro della Camera nell'ambito di un'indagine conoscitiva sulle misure per fronteggiare l'emergenza occupazionale, con particolare riguardo alla disoccupazione giovanile.
 
“Il numero degli Psicologi – ha continuato - è in crescita constante dall’istituzione dell’Ordine (+8% annuo) ed  destinato a toccare la quota 100mila intorno al 2016 con conseguente alta e crescente densità rispetto alla popolazione (1 psicologo ogni 685 abitanti); otto psicologi su dieci sono donne (ben nove su dieci sotto i 30 anni); oltre quattro su dieci è abilitato all’esercizio della psicoterapia.


Ad oggi circa otto psicologi su dieci svolge una professione per lo più (75%) congruente con la qualifica di psicologo anche se cala l’occupazione complessiva (-5%) e anche quella specificamente collocata in ambito psicologico (-3%)”.
 

Leggi tutto l'articolo


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Cristina Di Loreto's insight:

Credo che la situazione di noi giovani Psicologi italiani sia seriamente da non sottovalutare. Se infatti sono in assoluto accordo con il collega Dott. Luca Mazzucchelli (da cui riprendo l'articolo) sul fatto che non siamo adeguatamente formati alla promozione e al marketing della nostra figura professionale, credo anche che non sia giusto "ridurre" i motivi di alcune proposte istituzionali alla "nostra" mancanza di lavoro.

Proposte quali lo psicologo di base, il rinforzamento della nostra presenza nelle strutture ospedaliere o scolastiche, nei penitenziari e vorrei aggiungere nella supervisione e nel sostegno delle Forze dell'Ordine e in quanti altri settori possiamo pensare la nostra presenza sono proposte necessarie alla costruzione e al mantenimento di un adeguato livello di benessere psicologico.

Il medico supportato adeguatamente potrebbe curarvi meglio e con più attenzione, il detenuto potrebbe sperare in una riabilitazione (o almeno ad un suo tentativo), le Forze dell'Ordine potrebbero difenderci meglio e purtroppo quando dovesse accadere essere meglio formati a dare le cattive notizie. 

 

Vogliamo davvero pensare a tutto questo come alla creazione di un nuovo sbocco professionale? O piuttosto a una serie di lacune da colmare? E voi? Cosa ne pensate?

more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, September 21, 2013 2:43 PM

Da leggere tutto d'un fiato l'intervista al presidente del CNOP, che snocciola dati veramente sconfortanti che devono imporre alcune riflessioni d'obbligo.

La più importante e sottovalutata, a mio avviso, è quella che lo psicologo non viene formato a farsi promozione, a creare cioè lavoro.

A questo scopo ricordo a tutti che ho costruito un video corso gratuito per dare alcune basi in questa direzione...

Lo si trova qui

Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Gli psicologi sono normali? La storia del guaritore ferito

Troppe volte nella mia carriera mi sono sentito rivolgere questa domanda: ma voi psicologi siete normali? Certo decidere di intraprendere come lavoro una pro...
Cristina Di Loreto's insight:

La mia opinione: trovo questo video molto importante per chi nutre domande e curiosità verso la vita privata del proprio psicologo. Mi trovo d'accordo con il collega Dott. Luca Mazzucchelli e a mio avviso, oltre ad aver provveduto a guarire e a prendersi cura delle proprie fragilità e ferite, anche rivolgendosi a un collega come nella citazione iniziale, è necessaria una sorta di "umiltà del dolore".

Mi spiego meglio: credo che fondamentale per potersi davvero sintonizzare con il dolore altrui sia essere usciti da quel meccanismo di pensiero che ci fa credere che il nostro dolore sia quello "più profondo e doloroso, il più complicato e difficile da risolvere". Ciò può avvenire solo dopo averlo affrontato e gestito.

 

"Non è forte colui che non cade mai , ma colui che cadendo si rialza."

J.W.Ghoethe

 

 

Aggiungerei: chi nella vita non è mai caduto? E voi cosa ne pensate?

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

I bambini e la paura - piazzettasopraipontidue

I bambini e la paura - piazzettasopraipontidue | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Cristina Di Loreto's insight:

Ecco un articolo a due voci sulle paure dei bambini che sarà molto utile ai genitori che si trovano in questa situazione e non sanno come poter gestire al meglio questo momento della crescita dei loro figli.

Consigli molto utili, pratici ma soprattutto che evitano di ingigantire la paura e farla evolvere in un problema più grande vengono forniti dalla Dott.ssa Benedetta Ricci.

La collega, la Dott.ssa Valentina Barbagli, ci permette di comprendere meglio questa emozione, le sue tappe e ci offre consigli su come aiutare il piccolo a superarla.

Buona Lettura.

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Appello al mondo della psicologia

Appello al mondo della psicologia | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Si chiude con questo quarto articolo una breve panoramica di osservazioni sul
Cristina Di Loreto's insight:

Con questo titolo non potevo non leggere l'articolo che a mio avviso necessita di alcuni chiarimenti. Il mondo della psicologia si interessa al fenomeno della violenza di genere da anni e non esiste alcun muro di silenzio da infrangere piuttosto da anni donne e uomini si battono per i diritti delle donne maltrattate e altre donne e altri uomini tentano di costruire trattamenti atti a ridurre e modificare il comportamento violento di alcuni uomini (che comunque visto il nostro ordinamento dovrebbero presentarsi spontaneamente).

Esistono numerosi centri anti-violenza che dialogono in rete per sostenere ogni anno migliaia di donne italiane e straniere che si rivolgono a loro, per offrire loro protezione e in alcuni casi rifugio.

Esistono iniziative di prevenzione che oltre ad essere un momento formativo auspicabile è viva sul nostro territorio e viene coltivata e progettata ogni giorno da professionisti che hanno scelto di farne il proprio lavoro. Chiediamoci piuttosto a che punto saremmo se tutte queste realtà che l'autore ovviamente non conosce non ci fossero. Sono d'accordo nel proporre momenti di incontro e di informazione ma attenzione all'atteggiamento con cui lo si fa, il mondo della psicologia potrebbe anche dare risposte (che in alcuni casi ha già dato e la letteratura specialistica ne porta molti esempi) questo non significa che con le risposte si  possa mettere fine al fenomeno.

Voi cosa ne pensate?

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Cosa fa lo psicologo? 3 aneddoti per riflettere sulla psicologia

Cosa fa concretamente lo psicologo? con questi tre aneddoti - i miei preferiti sul tema - cerco di chiarire alcuni concetti e fornire degli spunti di rifless...
Cristina Di Loreto's insight:

Il Dott. Luca Mazzucchelli ci spiega con tre aneddoti molto efficaci e semplici quale sia il ruolo dello psicologo all'interno della relazione tra professionista e paziente.

Potrete trovare il primo e altri aneddoti nel libro di Milton H. Erickson e curato da Sidney Rosen dal titolo "La mia voce ti accompagnerà", ringrazio il collega perchè con semplicità è riuscito ancora una volta a trasmettere concetti complessi e importanti.

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Il Bilinguismo nell'infanzia migliora lo sviluppo cognitivo

Il Bilinguismo nell'infanzia migliora lo sviluppo cognitivo | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Un bambino bilingue è esposto ad una maggiore quantità d’informazione linguistica rispetto ai coetanei monolingue e questo ne favorisce lo sviluppo cognitivo
Cristina Di Loreto's insight:

Sono molti i dubbi che nascono a mamma e papà quando in casa del piccolo appena nato si parlano due lingue. Lo confonderemo? Inizierà a parlare più tardi degli altri bambini? In che lingua parlerà di più e meglio? 

Altro che confusi, i bambini bilingue sono molto svegli e come ci dice questa ricerca a caccia di stimoli nuovi con cui intrattenersi. Come per la musica, conoscere un nuovo linguaggio apre le porte a uno sviluppo cognitivo sano e migliore.

 

"To have another language is to possess a second soul."

Charlemagne

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

La paura non va in vacanza

La paura non va in vacanza | PsicoLogicaMente | Scoop.it
La paura non va in vacanza... ansia, fobie, attacchi di panico e vacanze, c'è chi evita e chi affronta ma con quali risultati?
Cristina Di Loreto's insight:

Ansia e vacanze, quando si crede di poter staccare da tutto e proprio non ce la si fa, quando ormai si è rinunciato e quando sembra di essere pronti ad affrontare i limiti ma in realtà si mette in valigia la paura.

Sono molte le persone che accantonano desideri e progetti mentre per alcune la paura diventa una compagna di vita.

 

Qual'è la vostra esperienza? 

 

Leggete l'intero articolo 

http://aiutostrategico.com/2014/08/03/ansia-vacanza/

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

La psicologia di Candy Crush Saga

La psicologia di Candy Crush Saga | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Perché amiamo tanto questi giochi? Perché, nel loro piccolo, rispondono a dei bisogni fondamentali
Cristina Di Loreto's insight:

Come mai una psicologa parla di Candy Crush?

Trovo molto interessante questo articolo che ricorda come il gioco, che sia d'azzardo, sociale, digitale o di ruolo abbia a che fare con la psicologia non solo nella dimensione in cui sviluppa dipendenza ma anche e soprattutto poiché, come ci spiega Lorenzo Fantoni soddisfa dei bisogni.

Murray ha teorizzato questi bisogni che "potremmo riassumere a grandi linee come il bisogno di avvertire una connessione con gli altri, di dominare le situazioni, di difendersi dagli attacchi, di portare a termine un compito, di possedere qualcosa e di crescere e migliorare" descrivendo come questi possano essere soddisfatti da social network, giochi e virtualità.


Ciò che mi chiedo è la realizzazione di tali bisogni è duratura?


Credo che si debba diffidare dal virtuale quando sottrae tempo alla realizzazione di traguardi nel reale, infatti il progresso dovrebbe avere la funzione di facilitatore e non di ostacolo.

Credo sia fondamentale concedersi anche il divertimento 2.0 ma quando ci rendiamo conto che stiamo privilegiando questo al coltivare relazioni vis à vis al raggiungere i nostri obiettivi e al provare la gratificazione del raggiungimento dei traguardi importanti per la nostra vita ci dovremmo fermare a riflettere.


Voi quanto tempo dedicate ai giochi sociali? Quanto tempo dedicate alla socialità nella vita quotidiana? 


Se per ogni partita a Candy Crush organizzassimo una serata di giochi di società con i nostri migliori amici, la nostra vita non avrebbe un colore e un sapore migliore?







more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Di Loreto from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

Avvicinarsi alla felicità: 7 dritte da 7 psicologi

Avvicinarsi alla felicità: 7 dritte da 7 psicologi | PsicoLogicaMente | Scoop.it

1. Siate positivi, raccomanda Barbara Fredri­ckson, professoressa di psicologia all’uni­versità della Carolina del Nord.

«Un atteg­giamento positivo rende più belli e più sani, perché favorisce l’abbassamento del­la pressione, minimizza il dolore, riduce l’incidenza delle malattie da raffreddamen­to, oltre a garantire una migliore qualità del sonno. Aumentate il numero di emozio­ni positive nell’arco della giornata, anche se effimere: una tira l’altra (…) e ben presto vi sentirete trascinare da una spirale ascendente di positività. Trova­te un momento di tempo per scoprire il la­to positivo in ogni situazione. (...) Una qualsiasi distrazione salutare che possa ri­sollevarvi l’umore (...) è sempre un’ottima scelta».

 

2. Siate coraggiosi, ammonisce Daniel Gilbert, professore di psicologia all’università di Har­vard.

«Le ricerche dimostrano che siamo por­tati a rimpiangere le occasioni mancate mol­to di più delle azioni intraprese. Questo acca­de perché accettiamo più facilmente una mos­sa temeraria anziché un atteggiamento rinun­ciatario, e ci consoliamo ripensando all’inse­gnamento tratto dall’esperienza vissuta. Indu­giamo a soppesare le nostre possibilità quan­do invece dovremmo lanciarci in avanti (…)».

 

3. Meditate, dice Daniel Goleman, psicologo e scrittore del Massachusetts.

«La meditazione ci aiuta a gestire più efficacemente la nostra reazione allo stress e a riprenderci più in fret­ta da eventi traumatizzanti. (…) In una ricerca, alcune persone con incarichi di lavoro molto stressanti han­no seguito un corso di meditazione per otto settimane e al termine dell’esperimento han­no riferito di sentirsi più felici e di ricordarsi addirittura per quale motivo si appassionava­no al loro lavoro. Prima erano troppo stressa­te per rendersene conto. (…) Ho trascorso una serata con Yongey Mingyur Rinpoche, il lama tibeta­no conosciuto come ' l’uomo più felice della terra'. Com’è arrivato a tanto? Con l’esercizio costante (...) ».

 

4. Fatevi del bene, consiglia Paul Gilbert, professore di psicologia clinica all’univer­sità di Derby, in Gran Bretagna

«Dal mo­do in cui ci poniamo di fronte a noi stessi - adottando un atteggiamento benevolo o severo - dipende in larga misura il no­stro benessere (…). Se vi rimproverate qualcosa, fermatevi un attimo, respirate profondamente, ral­lentate i vostri ritmi e cercate di pensare alle vostre qualità migliori, come la gene­rosità, l’affetto, la dolcezza. Non importa che siate davvero dolci, affettuosi o gene­rosi, l’essenziale è che sappiate anche voi immedesimarvi in queste emozioni, co­me un attore che si cala nella parte». E conclude: «In un diario, annotate come si altera il vostro senso di autocritica quan­do eseguite questo esercizio. Solo allora rivolgete l’attenzione al problema da ri­solvere ».

 

5. Sfruttate i malumori, propone Julie No­rem, professoressa di psicologia al Welle­sley College, nel Massachusetts.

«I pessimi­sti (…) si aspettano sempre il peggio, sprecando preziose ener­gie mentali a figurarsi come potrebbero an­dar storte le cose. Ma nel far questo, hanno maggiori probabilità di raggiungere i loro obiettivi. È una tattica utile che raccoman­do a tutti. Immaginate che cosa possa an­dar di traverso in una situazione, studian­do accuratamente tutti i dettagli. Se vi sen­tite nervosi all’idea di parlare in pubblico, siate più specifici: che cosa vi spaventa, ar­meggiare con gli appunti o inciampare sui gradini del podio? Allora cercate di immagina­re la tappa successiva: se lasciate cadere le carte, temete che qualcuno si metta a ride­re? Grazie a questa strategia, sarete in gra­do di spostare l’attenzione dalle emozioni ai fatti, e rifletterete su come evitare (o af­frontare) eventuali esiti negativi».

 

6. Trovate la vocazione, rilancia Jonathan Hai­dt, professore di psicologia all’università del­la Virginia.

«Lavorate di meno, guadagnate di meno, accumulate di meno e dedicate invece più tempo alla famiglia, alle vacanze o altre attività gradevoli. Perseguite i vostri obiettivi ma ricordate: ciò che conta è il cammino, non il risultato. Se il lavoro che svolgete non ha nulla a che vedere con la vostra vocazione, perché non tentate di impostarlo in modo che vi appaia qualcosa di più di un semplice stipendio a fine mese? Se non ce la fate, cerca­tevi un impegno appagante al di fuori dell’am­bito lavorativo: (…) can­tare in coro, dipingere, praticare sport. Solo così vi sentirete 'in sintonia' con voi stessi».

 

7. Mostratevi felici, suggerisce Sonja Lyubo­mirsky, psicologa all’università della Cali­fornia.

«Ho scoperto che il tasso di felicità lo possiamo influenzare attraverso il no­stro modo di agire e di pensare. Ho identi­ficato 12 attività che rendono felici, tutte cose che le persone appagate fanno sponta­neamente. Eccole: esprimete la vostra ri­conoscenza; coltivate l’ottimismo; evitate ogni forma di ossessività per quello che fanno gli altri; siate cortesi, più del norma­le; trovate tempo per gli amici; sviluppate strategie per affrontare le difficoltà; impa­rate a perdonare; appassionatevi a qualche attività e siate pronti a esplorare nuovi orizzonti; gustatevi le gioie della vita; pun­tate sempre verso obiettivi importanti; col­tivate il senso religioso e la spiritualità. E in­fine, fare pratica».

 

Vai alla fonte


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Cristina Di Loreto's insight:

Ecco i 7 consigli per avvicinarsi alla felicità... personalmente aggiungerei:

1- Siate generosi: essere generosi produce l'instaurarsi di un circolo virtuoso in cui prima o poi si arriva a ricevere e ad approfondire i rapporti affettivi a cui teniamo

2- Fatevi un regalo al giorno: un piccolo dono, un gesto di cura e benevolenza verso noi stessi al giorno ci permette di iniziare la giornata con un atteggiamento positivo e salutare.

 

Voi quali abitudini tra queste mettete in pratica regolarmente? Le trovate giuste, banali o efficaci? Dite la vostra!

more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, January 3, 6:33 PM

La felicità è uno stato naturale del cervello e si produce spontaneamente se agiamo nel modo giusto. Ecco 7 suggerimenti a cura di 7 noti psicologi per aumentare le nostre chance di benessere nella vita quotidiana!


Se ti è venuta voglia di mobilitare le tue risorse mentali per aumentare il tuo benessere, guarda anche il mio videocorso gratuito “Prova a cambiare” in cui fornisco pratici esercizi e spunti per compiere il primo passo in questa direzione! lo trovi QUI

Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Psicologia: passato doloroso aiuta a godere del presente

Psicologia: passato doloroso aiuta a godere del presente | PsicoLogicaMente | Scoop.it
(AGI) - Londra, 9 dic. - Le esperienze dolorose possono aiutarci a vivere una vita piu' felice e appagante.
Cristina Di Loreto's insight:

Questa ricerca insegna che a volte se passiamo attraverso il dolore e ne usciamo possiamo apprezzare con più intensità gli aspetti piacevoli della vita. Chi non l'ha mai pensato almeno una volta? Questo non significa che sia giusto e ben consigliato soffrire, ma che le esperienze anche quelle dolorose ci permettono di poterci concedere in modo diverso gli aspetti piacevoli della vita. Ovviamente questa dinamica si attiva solo dopo aver superato la fase dolorosa, troppo spesso infatti ci si cristallizza in essa senza permettersi il piacere del cambiamento e dell'evoluzione.

Le vostre esperienze dolorose vi hanno permesso qualcosa di simile?

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Di Loreto from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

4 pregiudizi sulla figura dello psicologo

4 pregiudizi sulla figura dello psicologo | PsicoLogicaMente | Scoop.it

Secondo le statistiche, solo il 4% degli italiani sceglie di farsi aiutare da uno psicologo (…). Perché, oltre all'aspetto economico, si è così scettici a rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta?

 

 

Andare in terapia significa essere malati 
Il pregiudizio più comune e diffuso è proprio questo: si pensa che chi va in terapia sia malato. Purtroppo questa visione dipende dal fatto che in Italia c'è ancora scarsa cultura in merito; sotto sotto si pensa che chi si rivolge ad uno psicoterapeuta sia uno squilibrato, una persona che ha bisogno di cure rispetto a chi invece è sano di mente. Chi decide di cominciare un percorso di aiuto, invece, dimostra di aver fatto un lavoro importante su di sé: ha riconosciuto di avere un problema, ha compreso che non ne sono responsabili solo gli altri e ha deciso di lavorarci con un professionista. Tutti passaggi che dimostrano una consapevolezza e una volontà di crescere, cosa che molti altri non hanno.

Andare in terapia significa soffrire
Tante persone, erroneamente, pensano che andare in terapia sia una tortura; l'idea diffusa è che per cambiare si debba piangere, disperarsi, vivere momenti terribili durante i colloqui. In realtà, mentre il dolore è un'esperienza inevitabile con cui tutti dobbiamo fare i conti, la sofferenza, in psicologia, è un sentimento che viene provocato dai nostri tentativi di evitare il dolore. (…) Oltre a questo le sedute possono essere anche momenti allegri, positivi e carichi di soddisfazione.

Dura troppo tempo e non porta a cambiamenti 
(…) Alcune psicoterapie possono durare anche molti anni, ma nel complesso, anche se non è mai possibile prestabilire la durata, nel giro di qualche mese si vedono i primi effetti positivi (…). Ovviamente ogni situazione e persona è a sé, ma se dopo tre mesi, circa, non si vede nessun cambiamento, è bene parlarne con il proprio psicologo.

Costa moltissimo 
Questa idea deriva dalla conoscenza della “vecchia” psicoanalisi, che prevedeva fino a tre sedute settimanali e si prolungava talvolta anche per un decennio. Oggi una terapia (…) prevede nella maggior parte dei casi una seduta alla settimana con costi abbastanza abbordabili (…).

 

Leggi l'intero articolo


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Cristina Di Loreto's insight:

Esistono ancora molti preconcetti sulla nostra professione.

In alcuni casi credo siano dettati dalla cultura e in altri dalla disinformazione. Si passa molto tempo a parlare di disturbi e patologie ma ci dimentichiamo spesso di parlare di difficoiltà, crisi, momenti di indecisione e incertezze. Anche questi sono motivi per cui ci si può rivolgere allo psicologo così come lo può essere la semplice volontà di migliorarsi o di ristabilire un migliore equilibrio nella nostra vita.

Rispetto ai costi purtroppo ci scordiamo sempre di spiegare il motivo dei costi di una seduta (tasse, enpap,formazione...)ma di fatto costiamo molto meno di molte altre figure professionali a cui spesso ci rivolgiamo...  Voi che ne pensate? Perché ci andreste? O meglio: perché  no?

Qualche mese fa ho scritto un articolo proprio nel tentativo di fare chiarezza sui motivi che possono portare a contattare uno di noi... lo puoi leggere qui: http://aiutostrategico.com/2012/10/01/chi-e-il-paziente-dello-psicologo/

more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, November 22, 2013 11:21 AM

L’articolo mette in luce alcuni dei pregiudizi ancora molto diffusi nei confronti della figura dello psicologo. E tu, hai qualcuno di questi preconcetti? Qualche tempo fa ho realizzato un video in cui illustro quale sia concretamente il compito dello psicologo. Se te lo sei perso o vuoi rivederlo puoi trovarlo qui

Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Tra pane, latte e uova
c’è pure lo psicologo
E una cura anti stress - Cronaca Varese - La Provincia di Varese

Tra pane, latte e uova <br/>c’è pure lo psicologo <br/>E una cura  anti stress  - Cronaca Varese - La Provincia di Varese | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Cibo per il corpo e cibo per la mente. Nella Coop di via Daverio, da giovedì prossimo, poco lontano dalla panetteria e dalle casse, aprirà il “reparto di psicologia”. Il bancone verrà sostituito da una stanza riservata (senza lettino).
Cristina Di Loreto's insight:

Se ti manca il latte, o hai scordato di ricomprare il dentifricio potrebbe anche venirti voglia di prendere un appuntamento dallo psicologo...  Carina l'iniziativa presa in prestito dalla prima esperienza lombarda... Sebbene io sia un po' titubante di fronte alle modalità (3 sedute gratuite, la riservatezza del servizio ai soci COOP...) non posso che essere contenta del fatto che si tentino nuove strade e idee per promuovere l'importanza della cura di sé e del benessere psicologico.

 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Musica per la mente: suonare uno strumento affina le capacità del cervello

Musica per la mente: suonare uno strumento affina le capacità del cervello | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Suonare uno strumento migliora la capacità del cervello di identificare e correggere errori. Ecco i benefici sconosciuti della musica
Cristina Di Loreto's insight:

Ancora una prova a sostegno della tesi che la musica oltre a rendere piacevoli le nostre giornate agisca effetti benefici sulle nostre capacità e abilità cerebrali.

Questa volta i ricercatori suggeriscono un miglioramento in merito al rilevamento di errori... 

Poco approfondita nell'articolo la spiegazione dello studio che comunque si allinea ai risultati già ottenuti in tempi recenti da ricerche che con piacere ho proposto su questa pagina. 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Salute a rischio per le vittime del bullismo

Salute a rischio per le vittime del bullismo | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Un recente studio ha dimostrato che questi bambini mostrano segni più evidenti di disturbi fisici, oltre che psicologici, come mal di schiena, emicrania e dermatiti.
Cristina Di Loreto's insight:

La mia opinione: spesso si banalizza la questione "bullismo", usando frasi banali come "ci siamo passati tutti" oppure "da ragazzi queste cose si fanno" o ancora "per diventare grande deve superare anche questa".

Ecco questo studio rivela come non sia così semplice superare i danni lasciati dall'essere vittima di bullismo, danni psicologici e fisici e anche come non sia affatto un fenomeno da ridurre a un "rito di passaggio".

A voi è mai capitato?

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Galileo - Giornale di Scienza | Come il cervello affronta le nuove esperienze

Galileo - Giornale di Scienza | Come il cervello affronta le nuove esperienze | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Come si fa a decidere se assaggiare o meno un cibo mai provato prima?
Cristina Di Loreto's insight:

La mia opinione: questo studio conferma ciò che da tempo si sostiene nello studio della memoria e della rievocazione dei ricordi ovvero che la memoria oltre che donarci un'immagine retrospettiva di noi e delle nostre esperienze è in grado di fornircene anche una prospettica, proiettata nel futuro.

Un futuro sconosciuto dunque ma anche previsto e bilanciato nelle scelte che compiamo quotidianamente.

Certo se permettete una battuta non so se avrei mai scelto la "crema con le barbabietole"!!!

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

Home - Salute 24 - Il Sole 24 Ore

Home - Salute 24 - Il Sole 24 Ore | PsicoLogicaMente | Scoop.it
notizie quotidiane su salute, medicina, sesso, alimentazione, ricerca, farmaci e biotecnologie
Cristina Di Loreto's insight:

Secondo questa recente ricerca canadese non solo gli ottimisti avrebbero livelli inferiori di cortisolo ma sarebbero anche in grado di mantenere tali livelli stabili in situazioni di stress elevato rispetto a chi tende a interpretare il modo in chiave negativa. Credo che sebbene l'articolo non permetta di conoscere lo studio in modo approfondito questo tema si possa riallacciare all'importanza della nostra percezione del mondo in riferimento alla successiva reazione che mettiamo in atto e quanto questo aspetto sia in grado di influenzare il rilascio di ormoni e di sensazioni tornando a ricordare quanto la mente e il corpo siano in costante dialogo, comunicazione e reciproco condizionamento.

more...
No comment yet.
Scooped by Cristina Di Loreto
Scoop.it!

"L'ormone dell'amore causa anche ansia e paura" - Repubblica.it

"L'ormone dell'amore causa anche ansia e paura" - Repubblica.it | PsicoLogicaMente | Scoop.it
Lo rivela una ricerca della Northwestern University , pubblicata su Nature Neuroscience.
Cristina Di Loreto's insight:

Scoperta l'altra faccia della medaglia: l'ossitocina non sarebbe solo l'ormone deputato all'attaccamento e alle sensazioni  positive dei legami sentimentali ma sarebbe anche "portatore" di sensazioni sgradevoli. Sarà forse per questo che siamo maggiormente in apprensione per le persone cui siamo più legati? La parola spetterà alla ricerca che sull'argomento sembra aver appena aperto una nuova porta. 

more...
No comment yet.
Rescooped by Cristina Di Loreto from Professione psicologo
Scoop.it!

Psicologi come medici di famiglia: sì in VI Commissione a nuova legge

Psicologi come medici di famiglia: sì in VI Commissione a nuova legge | PsicoLogicaMente | Scoop.it

Psicologo territoriale, non un medico di famiglia ma quasi. 

 

La VI Commissione consiliare permanente (ricerca e Politiche sociali) presieduta da Antonia Ruggiero, getta le basi e approva all’unanimità la proposta di legge ad iniziativa popolare per l’istituzione del Servizio di psicologia del territorio della Regione Campania.

 

Il Servizio di psicologia del territorio, che andrà disciplinato nei dettagli nel prosieguo dell’iter della norma in Aula – dovrà contribuire ad alleviare i disagi sociali e relazionali nella famiglia, nella scuola, e nelle fasce sociali a rischio. 

 

Il testo di legge prevede l’accesso alle prestazioni sociali di psicologia di zona garantendo il servizio in ogni ambito territoriale con la presenza di almeno un operatore ogni 10 mila abitanti.

 

“La psicologia del territorio è uno strumento importante per affrontare le problematiche di disagio sociale derivanti dalla attuale crisi socio economica e dalle caratteristiche intrinseche di un territorio, come quello napoletano e campano, particolarmente vulnerabile alle sofferenze economiche, psicologiche e sociali delle persone e delle famiglie – commenta Angela Cortese (Pd), già protagonista di un’esperienza simile nel mondo scolastico da assessore della provincia di Napoli – e per essere realmente utile ed efficace – aggiunge l’esponente del Pd – è fondamentale che il servizio di psicologia del territorio sia effettuato da specifiche competenze e professionalità”.

 

Cruciale ora la bollinatura della legge in commissione Bilancio per la copertura economica. Qui potrebbero sorgere i principali ostacoli anche se l’idea è di far rientrare il servizio in quelli finanziati con i piani di zona a valere dunque sul fondo sociale regionale.

 

La VI Commissione ha intanto costituito il Comitato ristretto che esaminerà in via preventiva al fine della loro unificazione le proposte di legge in materia di diritti dei bambini e tutela dell’infanzia a firma di Monica Paolino (Pdl) e di Angela Cortese. Della sottocommissione faranno parte le due proponenti e la presidente della VI Commissione Antonia Ruggiero.

 

Leggi tutto l'articolo

   
Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Cristina Di Loreto's insight:

Passo dopo passo forse impareremo a camminare...

more...
Mind & Brain's curator insight, June 30, 2013 7:09 PM

Un'ottima notizia per tutti i professionisti del settore.

Viviamo in un periodo di grande bisogno di assistenza psicologica, sicuramente un passo verso il riconoscimento del valore dei professionisti, e i bisogni di chi cerca di star meglio.

Psiche in Azione's comment, July 1, 2013 4:04 PM
La psicologia piano piano entrerà in ogni settore e smetteremo di essere solo considerati come "strizzacervelli". Speriamo che con l'affiancamento ai medici ci possa essere maggiore collaborazione da parte di altri professionisti. Il lavoro di rete è quello che fa la forza
Mind & Brain's comment, July 1, 2013 4:10 PM
@Psiche in Azione: Lo spero tanto, è davvero demoralizzante a volte