Psicologia 2.0 & ...
Follow
Find
3.4K views | +0 today
 
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
onto Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie
Scoop.it!

Come combattere la dipendenza da Facebook e dai social network

Come combattere la dipendenza da Facebook e dai social network | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: è inutile negarlo, la dipendenza da facebook sta sempre più prendendo piede, convolgendo persone di tutte le età.

Di seguito due possibili soluzioni per combatterla. La prima è una forma di autoterapia, mentre per i casi più conclamati è sempre consigliato chiedere aiuto ad un esperto.

 

Secondo i sostenitori dell’auto-terapia, i passi da seguire per una disintossicazione da Facebook sono i seguenti:
1. riconoscere di avere un problema. 

2. fare un calcolo del tempo passato su Facebook. 
3. stabilire un limite. La strategia migliore è tagliare del 60% il tempo inizialmente trascorso su Facebook. 
4. se attive, disattivare le notifiche via e-mail. 
5. ripensare a ciò che si faceva nel tempo che, ora, è occupato da Facebook e riprendere a farlo.

 

Un’altra possibilità e quella di rivolgersi a centri di cura dedicati a questo disturbo, come l’ambulatorio dedicato all’Internet Addiction Disorder attivo dal 2 novembre 2009 presso il Day hospital psichiatrico del Policlinico Gemelli di Roma, dove l’intervento riabilitativo prevede tre fasi:

1. un colloquio per accertare la presenza di una dipendenza;
2. una serie di incontri per identificare il disturbo psicologico alla base della dipendenza che, eventualmente, viene trattato con l’assunzione di farmaci;
3. l’inserimento progressivo in gruppi di riabilitazione per reintrodurre nella vita di tutti i giorni il contatto diretto con gli altri.

 

A cura di Davide Algeri - Psicologo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.

From around the web

Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie
News dal mondo della psicologia, della tecnologia e dell'high-tech - www.psicologi-online.it
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Selfie: l'autoscatto del presente

Selfie: l'autoscatto del presente | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Notizie, anteprime e recensioni su arte, libri, musica, concerti, teatro ed
intrattenimento. Approfondimenti su spettacoli ed eventi. Spettacoli e Cultura, in News del Corriere della Sera.
Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com's insight:

Era inevitabile che in un'era in cui i social network puntano a disperdere le identità, si sentisse il bisogno di emergere, di mettersi in mostra, di puntare l'attenzione su di sè.

E così che questa nuova moda dà la possibilità di emergere a chi non sente l'eccessivo bisogno di farsi notare, per avere un riconoscimento sociale, un tempo affidato al confronto reale. 

 

Voi che ne pensate?

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Psicologia e nuove tecnologie

Psicologia e nuove tecnologie | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Video interventi al convegno "Le nuove tecnologie nella professione dello psicologo. Nuove idee di lavoro per lo psicologo del domani", che OPL ha promosso il 25 maggio 2013
Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com's insight:

Online i video del convegno sulle nuove tecnologie organizzato dall'Ordine degli Psicologi della Lombardia a maggio 2013.

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Psicoterapia Online - Intervista al Prof. Pim Cuijpers

Psicoterapia Online - Intervista al Prof. Pim Cuijpers | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: sempre più sta prendendo piede la Psicoterapia Online, in tutto il mondo. In alcuni casi, come l'Olanda, viene sostituita a quella dal vivo. Solo in Italia, ad oggi, esistono delle forti limitazioni e dubbi sull'efficacia o meno di un intervento di questo tipo.

Noi del SIPO, stiamo sviluppando diverse ricerche nell'ambio della consulenza online, sperando che anche  l'Italia, un giorno, possa mettersi al passo con gli altri stati, riconoscendo l'utilita di un intervnto di questo tipo efficace, come è stato già dimostrato altrove.


Di seguito l'intervista al Prof. Cuijpers sulla Psicoterapia Online, analizzando le possibili problematiche e le prospettive di sviluppo.


Tratto dall'articolo: La psicoterapia online si rivolge a un target di persone specifico (ad esempio una particolare fascia di età, un certo livello di scolarizzazione, etc)? O, d’altro canto, vi è un target di persone che preferisce usufruire di questo tipo di supporto?
P.C. : Le terapie online sono tanto efficaci quanto le altre psicoterapie per i comuni disturbi mentali. Non c’è alcuna ragione per affermare che siano meno valide nel trattamento di depressione, disturbo d’ansia generalizzata, panico o fobia sociale. Diversi studi hanno dimostrato l’efficacia delle terapie online. Che le persone scelgano o meno di intraprendere un percorso terapeutico tramite internet dipende fondamentalmente dalle preferenze del paziente.
Come può un professionista che opera attraverso internet essere sicuro della propria diagnosi?

Articolo Consigliato: Psicoterapia Online: Come Curarsi (e Curare) da Casa.
P.C.: È possibile effettuare un’intervista telefonica per l’accertamento della diagnosi, se il terapista non è sicuro di aver compreso quali siano le problematiche del paziente. Tuttavia, nella maggior parte dei casi è possibile effettuare processi di valutazione attraverso internet. In Olanda esistono diverse strutture che conducono in questo modo il procedimento diagnostica.
Pensa che possano esserci delle problematiche per quanto riguarda l’alleanza terapeutica?
P.C. : Questa è una questione complessa. Le ricerche hanno dimostrato che l’alleanza terapeutica è tanto valida nelle psicoterapie online quanto nelle psicoterapie tradizionali. Inoltre, non è ancora stato stabilito con certezza che l’alleanza terapeutica sia la parte essenziale della terapia. In realtà, non sappiamo molto a tal proposito. Quindi, anche supponendo che l’alleanza terapeutica fosse più debole in questo tipo di terapia, ciò non costituisce una prova del fatto che la psicoterapia online sia meno efficace rispetto a quella tradizionale.


Leggi tutto


www.psicologi-online.it


more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Pediatria, tablet ai bambini per parlare con mamma e papà

Pediatria, tablet ai bambini  per parlare con mamma e papà | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

In ospedale ma connessi con familiari, insegnanti e compagni di scuola grazie al progetto «Smart Pediatria: famiglia e scuola a portata di touch» realizzato dall'Usl 7 in collaborazione con il Rotary Club di Conegliano. Un'iniziativa innovativa, la prima in tutto il Veneto, che metterà a disposizione dei piccoli degenti del reparto, 5 Ipad per comunicare, attraverso Skype, con le insegnanti e i compagni e la famiglia.


Un modo per far sentire meno il peso del ricovero in ospedale ai bambini assistiti nel reparto che già possono contare sulla scuola in corsia e su un'ambiente a loro misura con tanto di pareti decorate con i cartoni animati. Il progetto, è stato presentato questa mattina nell'unità operativa di pediatria, diretta dal primario Gian Paolo Chiaffoni, dal direttore generale Claudio Dario: «Grazie alla sensibilità del Rotary Club Conegliano, che in collaborazione con il Rotary Club di Vocklabruck-Attersee, ha supportato l’iniziativa acquistando i tablet, saranno messi a disposizione dei bambini e ragazzi ricoverati 5 Ipad: i bambini potranno così continuare, anche durante la degenza, a interagire con insegnanti e compagni tramite skype e, sempre tramite skype, potranno restare in contatto anche con gli amici e i familiari.


Leggi tutto


Davide Algeri - Psicologo Milano

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Facebook Stalkers

Facebook Stalkers | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Ageri: mi è capitato di avere dei pazienti, che nonostante la loro storia fosse finita, continuavano a "monitorare" il comportamento del loro ex-partner, attraverso facebook. Inevitabilmente, come anche riportato in questo interessante articolo, questo va contro quella che può essere l'elaborazione di una separazione, trasformandosi in alcuni casi in una vera e propria ossessione.


Tratto dall'articolo: “Possiamo comunque rimanere amici”. Questa è la frase che, spesse volte, contraddistingue la fine di una storia d’amore. Numerose ricerche, tuttavia, hanno messo in luce come rimanere amici dopo la fine di una relazione affettiva può compromettere il recupero emotivo di colui che è stato lasciato.


Cosa accade se dopo la rottura sentimentale, si continuasse a far parte della lista degli amici di Facebook del proprio ex? Il rischio è diventare dei Facebook Stalker.


Ricerche recenti dimostrano che il continuo spiare il profilo dell’ex partner su Facebook è associato a una maggiore probabilità di incorrere in un atteggiamento intrusivo di tipo ossessivo paragonabile al presentarsi a scuola o sul luogo di lavoro all’insaputa del proprio ex.


Leggi tutto


A cura di Davide Algeri - Psicologo Milano

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Il figlio sfida il padre violento con gli occhi di un videogame

Il figlio sfida il padre violento con gli occhi di un videogame | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

QUICO è un bambino sfortunato. Ha un padre indifferente, raffigurato come una sorta di rinoceronte, che a tratti s'accende di furia e lo massacra di botte. Ma è anche un bambino dotato di poteri straordinari: può muovere e manipolare le architetture della favela di Bogotá dove è nato e cresciuto. E riesce a viaggiare al suo interno come fosse uno sciamano fra gli spiriti, comandando a bacchetta lamiere, tubi e murales. Ecco Papo & Yo, gioco nato dal dolore di un ex ragazzino dall'infanzia difficile. Uno che, ad anni di distanza, ha deciso di raccontare quel calvario attraverso un videogame onirico e fuori dal coro.


Guarda il video di presentazione

more...
No comment yet.
Rescooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com from Professione psicologo
Scoop.it!

Virtual Human: il futuro della psicologia passa da qui

Virtual Human: il futuro della psicologia passa da qui | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Il mio parere: veramente stupefacente ciò che l'APA sta portando avanti  per facilitare la formazione degli psicologi, appoggiandosi massicciamente al potenziale delle nuove tecnologie.

 

Certo molto ancora c'è da fare, ma negli ultimi anni stiamo registrando progressi veramente rapidi e sbalorditivi. 

 

Come cambierà la psicologia tra 15 anni?

 

Voto articolo: 9/10

 

Tratto dall'articolo:

"Gli esseri umani virtuali, ora possono essere altamente interattivi, l’intelligenza artificiale è in grado di portare avanti una conversazione con gli esseri umani.

 

Sono state poste le basi per la nascita di intelligenti esseri umani virtuali da utilizzare in ambienti di formazione clinica.

 

I primi pazienti virtuali con problemi psicologici, in grado di interagire con i tirocinanti in psichiatria, si chiamano Justin e Justina.

 

Il nostro laboratorio di realtà virtuale, recentemente ha ricevuto un finanziamento dal Dipartimento della Difesa degli USA, per addestrare i medici militari con la nostra prossima generazione di militari veterani virtuali con depressione e pensieri suicidi.


In futuro abbiamo intenzione di creare un modulo completo di formazione, con una libreria di pazienti virtuali, segnati da numerose “diagnosi” per essere utilizzate da psicologi, tirocinanti ed educatori psichiatrici."

 

Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Vodafone Angel: stop allo stalking

Vodafone Angel: stop allo stalking | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Vodafone Angel è un progetto realizzato dalla Fondazione Vodafone Italia che ha come obiettivo quello di attivare, in Italia, un servizio di supporto e soccorso per le donne a rischio di violenze, basato sulla tecnologia Vodafone.

 

Come funziona?

Vodafone Angel appare come un comune cellulare. Tenendo premuto un pulsante per pochi secondi si attiva il collegamento immediato con il centro antiviolenza ed il dispositivo entra in modalità di ascolto ambientale (per garantire supporto alla donna anche nel caso in cui non fosse in grado di parlare al telefono) e si attiva la registrazione (utile come eventuale materiale probatorio). La tecnologia consente di classificare la chiamata come proveniente da un telefono Vodafone Angel e identificare immediatamente la vittima. Vengono fornite le coordinate della posizione della vittima tramite il sistema GPS che sono costantemente aggiornate ed in caso di emergenza l’allarme viene inoltrato alle forze dell’ordine per il pronto intervento.

 

Guarda il video: http://www.youtube.com/watch?v=SrUI6DaSCFM&feature=player_embedded

 

A cura di Davide Algeri - Psicologo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Social network e mondo VoIP i più e i meno della privacy

Social network e mondo VoIP  i più e i meno della privacy | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Ogni giorno affidiamo le nostre comunicazioni a social e software VoIP, ma sono davvero sicuri?

 

Facebook

Consigli:

il primo passo è quello di verificare le impostazioni sulla privacy del proprio account. Il secondo passo è più che altro un atteggiamento mentale da adottare: evitare di aggiungere sconosciuti, fare attenzione a quali applicazioni vogliono accedere al nostro profilo, riflettere sempre sulle informazioni condivise. Informazioni come numero di telefono, data di nascita o l'indirizzo di casa possono rivelarsi merce preziosa per un eventuale malintenzionato.

 

Twitter

Consigli. Non cliccare mai su link postati da utenti sconosciuti, soprattutto se il mittente utilizza l'immagine di una donna di bell'aspetto, un'esca che troppo spesso viene usata da spammer in cerca di nuove vittime. A differenza di Facebook, Twitter non mette a disposizione delle impostazioni di privacy avanzate, è possibile però condividere i nostri cinguettii solo con alcuni contatti impostando l'opzione "Proteggi i miei Tweet": in questo modo i propri aggiornamenti saranno visibili solo a utenti che abbiamo approvato.

 

Google+

Consigli. Dalle impostazioni di Google+ è sempre opportuno scegliere chi può condividere contenuti con noi e chi può interagire con i nostri post, due consigli che spesso "salvano la vita" contro pubblicità indesiderata. Può rivelarsi molto utile anche la possibilità di impedire che chiunque possa scaricare le foto inviate su Google+, basterà togliere il segno di spunta da "Consenti ai visitatori di scaricare le mie foto".

 

Linkedin

Consigli. Nel caso di Linkedin non esistono norme di comportamento o impostazioni consigliate per evitare di essere il bersaglio di hacker e malintenzionati. La vulnerabilità sfruttata per rubare le password a milioni di utenti risiedeva nel codice di Linkedin. L'unica regola aurea da seguire è utilizzare una password complessa, di almeno otto caratteri, che contenga lettere e numeri combinati in modo arbitrario e non riconducibili in alcun modo alle nostre informazioni personali.

 

Skype

Consigli: Skype offre diverse opzioni per tutelarsi da contatti indesiderati, sotto la voce "Privacy" del programma si possono applicare delle impostazioni che ad esempio impediscano a sconosciuti di chiamarci o chattare con noi. Nel caso un contatto si riveli molesto è anche possibile bloccarlo, in questo modo si avrà la certezza di non ricevere più alcuna richiesta di chat o chiamata.

 

Whatsapp

Consigli: sbagliando si impara, ma Whatsapp ha inanellato una serie di brutte figure che farebbero propendere per un unico consiglio: se non avete assoluto bisogno di usarla, statene alla larga.

 

Viber

Consigli: la cifratura dei dati delle conversazioni dovrebbe garantire una discreta sicurezza delle "telefonate" fatte con Viber. Resta il grosso neo dell'affidamento della propria rubrica alla società israeliana creatrice del software: prendere o lasciare

 

Curato da Davide Algeri - Psicologo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Al via la connessione rete WiFi all'aperto

Al via la connessione rete WiFi all'aperto | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Ogni utente potrà usufruire di un quantitativo giornaliero di navigazione pari a 300 Mb di traffico in banda larga.

 

Leggi tutto: http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2012/07/30/751525-milano-connessione-wi-fi-rete.shtml

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Autismo e robot

Autismo e robot | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
La splendida ragazza con occhi magnetici e lunghi capelli neri che vedete nella foto si chiama FACE ed è un robot ideato per curare i bambini affetti da a...

 

Leggi tutto: http://www.medicinalive.com/medicina-tradizionale/ricerca-e-sperimentazione/face-robot-terapia-bambini-autismo-foto-gallery-video/

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Shopping, il camerino diventa social e lo specchio magico parla col web

Shopping, il camerino diventa social e lo specchio magico parla col web | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Nei punti di vendita di una nuova catena di abbigliamento si può chiedere "Come sto?" al mondo, attraverso un'applicazione che connette la cabina di prova degli abiti alle reti sociali, attraverso una webcam.

 

Leggi tutto: http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/07/27/news/shopping_il_camerino_diventa_social_in_webcam_per_chiedere_come_sto_-39635090/?rss

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Quei ragazzi posseduti da Avatar

Quei ragazzi posseduti da Avatar | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Genitori in balìa dei loro piccoli Avatar, figli incapaci di distaccarsi dai videogiochi.

 

Leggi tutto: http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2012/07/09/AP9W9JuC-avatar_ragazzi_posseduti.shtml

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

La fine della psicologia classica? - West

La fine della psicologia classica? - West | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Sarebbe stato provato che sottoporsi ad una terapia psicologica online per curare la depressione avrebbe la stessa efficacia di una seduta vis-à-vis. Unascoperta dei ricercatori dell’Università di Zurigo e dell’ateneo di Lipsia, che potrebbe destabilizzare le tradizionali sedute sui confortevoli divani in pelle. Dato che, su 62 pazienti affetti dal disturbo dell’umore, 32 avrebbero reagito positivamente alla terapia comportamentale a distanza. Diversamente dai colleghi affidati alle stesse cure, ma seguiti di persona. Ma gli scienziati calmano gli animi. E prima di prendersi i meriti, precisano la necessità di ripetere lo studio su campioni più ampi. Cosa direbbe Freud dello psicologo online?

Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com's insight:

La psicologia si sta indirizando sempre più verso l'utilizzo delle nuove tecnologie.

Anche quest'anno noi del Servizio Italiano di Psicologia Online (www.psicologi-online.it), abbiamo realizzato un rapporto all'interno del quale abbiamo inserito i dati della ricerca effettuata mediante lo sportello di prima accoglienza via facebook (http://www.psicologi-online.it/la-ricerca-parallela-al-servizio.html).

Quest'anno abbiamo lanciato la ricerca via skype e i risultati si stano mostrando molto soddisfacenti.

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

"Crackberry", il controllo ossessivo dello smarthphone

"Crackberry", il controllo ossessivo dello smarthphone | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Viene definita «crackberry» per intendere quell’ossessiva necessità di controllare lo smartphone per vedere se ci sono nuovi messaggi, alla base di una dipendenza  simile allo shopping compulsivo.

Sempre più diffusa a detta degli scienziati della Hankamer School of Business alla Bayolor University del Texas, che avendo studiato un campione di 191 studenti di economia hanno scoperto che non solo i giovani passano almeno sette ore al giorno interagendo che la percentuale di utilizzo degli smathphone fra gli studenti sfiora quasi il 90%.

 

Legi tutto: https://apps.facebook.com/corrieresocial/salute/neuroscienze/12_dicembre_01/cracberry-dipendenza-smartphone_347626bc-3ba8-11e2-97b1-3dd2fef8db49.shtml

 

A cura di Davide Algeri 

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Psicoterapia Online: Come Curarsi (e Curare) da Casa

Psicoterapia Online: Come Curarsi (e Curare) da Casa | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: Sono in aumento gli studi sulla psicologia e la psicoterapia online. Anche noi del Servizio Italiano di Psicologia Online ci siamo resi conto di come sempre più la richiesta di interventi a distanza è in aumento, in linea con quelli che sono gli sviluppi delle nuove tecnologie.


Il nostro lavoro  stato raccolto nel Rapporto 2011 "Facebook e la richiesta di aiuto psicologico" diponibile gratuitamente per chi ha voglia di farsi un'idea su quello che ne pensa il pubblico di internettiani.


Tratto dall'articolo: Psicoterapia Onlie: Come Curarsi (e Curare) da Casa. È possibile effettuare un percorso terapeutico stando comodamente seduti nel proprio salotto? La risposta della comunità scientifica è sì.


Le prospettive più interessanti giungono dal Nord Europa, dove già da diversianni vengono ideati e proposti programmi di psicoterapia online rivolti a diverse fasce di età e destinati al trattamento di differenti disturbi.


In letteratura ricorrono alcuni elementi comuni ai programmi di supporto e psicoterapia online:

Il materiale self help, solitamente organizzato in moduli settimanali inviati al paziente, consiste in schede informative sui sintomi del disturbo trattato e sulle tecniche CBT applicabili autonomamente dai pazienti;
Oltre al materiale informativo e psicoeducativo, vengono assegnati ai pazienti compiti settimanali (homework), con lo scopo di aiutare gli utenti ad applicare le tecniche della terapia cognitivo comportamentale (come la stesura di un diario, la compilazione dell’ABC, …) e monitorare i progressi fatti. Vengono quindi svolti e inviati al terapeuta, che li valuta e ne restituisce un feedback;
Spesso è presente un forum volto a favorire la condivisione sociale e offrire spunti di riflessione agli utenti;
La chat costituisce uno spazio privato di confronto tra gli stessi utenti o tra utenti e terapeuta;
L’e-mail è lo strumento preferenziale per mantenere i contatti con il clinico, solitamente a scadenza settimanale.


Cosa ne è dell’alleanza terapeutica e della relazione con il paziente? I dati dimostrano che nella psicoterapia online l’alleanza terapeutica non è deficitaria rispetto alla psicoterapia tradizionale. (Andersson, Paxling, Wiwe, Vernmark, Bertholds Felix,et al., 2012).


L’efficacia di questo tipo di programmi è stata scientificamente supportata: il miglioramento del quadro sintomatico presentato alla baseline risulta significativo e viene mantenuto nel tempo (Ruwaard, Lange, Schrieken, Dolan & Emmelkamp, 2012.)


Inoltre, la garanzia dell’anonimato è assicurata e i costi sono ridotti. Il terapeuta, d’altro canto, può facilmente offrire il proprio supporto a più pazienti, con un evidente risparmio in termini di tempo.


L’assenza totale di un contatto visivo con il paziente può causare delle difficoltà soprattutto in fase di diagnosi: pazienti con problematiche gravi necessiterebbero di un supporto psicoterapico tradizionale, la cui efficacia rimane indubbiamente superiore.


Leggi tutto


Davice Algeri

www.psicologi-online.it


more...
No comment yet.
Rescooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

Chiederesti aiuto ad uno psicologo on line?

Chiederesti aiuto ad uno psicologo on line? | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Il mio parere: lo scorso 29 settembre si è tenuto a Brescia un convegno dedicato alla psicologia on-line al quale io stesso ho avuto il piacere di partecipare.


A breve uscirà un mio articolo sul tema dove fornirà un riassunto delle cose che maggiormente mi hanno colpito rispetto a quanto emerso.


Per il momento mi limito a esprimere felicità per l'attenzione dedicata all'evento dal giornale "il fatto quotidiano", che cita anche il mio intervento.


Una imprecisione però presente nel testo è relativa al fatto che la legge italiana vieterebbe la psicoterapia online, quando in realtà questa è una norma deontologica, non legge di fatto.


Voto all'articolo: 8/10


Tratto dall'articolo:


“Una ricerca sullo stato attuale della psicoterapia online in generale, ed in particolare in Italia, è stata commissionata da Uma.na.mente alla fondazione Ahref .


L’analisi realizzata ha evidenziato, attraverso l’analisi di 53 siti e degli scambi tra gli stessi, aspetti meno noti quali: un 8 % di Avatartherapy (terapia cioè in secondlife tra un avatar paziente ed un avatar psicoterapeuta) negli Usa e la prevalenza invece in Italia di chat e forum dedicati genericamente allo scambio di informazione su temi di psicologia generale.


Tuttavia, se le stesse scienze cognitive sembrano riscoprire l’importanza della corporeità nella relazione interpersonale come spiegarsi l’andamento in controtendenza della psicoterapia online, così disancorata dai tanti stimoli percettivi della corporeità da apparire impalpabile.


E ancora, se la talking cure freudiana lasciava ampio spazio all’inconscio, quanto ne può lasciare la writing cure della terapia per mail, inevitabilmente molto più conscia?


Nei frangenti dell’incertezza, è esemplare il caso della Svizzera, in cui la psicoterapia online si sta, con chiare regole, notevolmente diffondendo.


Innanzitutto per chiarire che essa non è indicata per le persone affette da depressioni gravi, psicosi, dipendenze e con suicidalità.


Sembra dare invece buoni risultati, sovrapponibili a quella della psicoterapia tradizionale, nel trattamento degli stati ansiosi e delle fobie (ma anche in disturbi successivi a traumi isolati, e nei disturbi ossessivi).


Cosa per altro ben comprensibile, visto che le tecniche cognitivo- comportamentali, cui la gran parte della psicoterapia online attuale si ispira, danno i loro migliori risultati proprio in questi ambiti.” 


Leggi tutto l'articolo

Luca Mazzucchelli


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

“Let’s flirt again!” … amore per gioco, nell’era dei Social Network

“Let’s flirt again!” … amore per gioco, nell’era dei Social Network | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: sono sempre più diffusi nuovi modi di entrare in relazione con i social network. Mi chiedo se le nuove tecnologie cambieranno sempre più il nostro modo di interagire con l'altro o se questi comportamenti saranno ricordati solo come una moda del momento...


Gli psicologi lo chiamano FLIRTATIONSHIP, una sorta di via di mezzo tra amicizia e amore. Un gioco a rincorrersi, a fingere un sentimento che forse, alla fine, si rivela una normalissima amicizia tra ragazzo e ragazza. Alcuni di questi “giochi” possono sfociare in vero amore e in un rapporto duraturo per tutta la vita, ma la maggior parte è solo considerata un divertimento temporaneo.


Leggi tutto


a cura di Davide Algeri

Iscriviti alla newsletter

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Tutela del copyright? Apple potrà spegnere l’iPhone a distanza

Tutela del copyright? Apple potrà spegnere l’iPhone a distanza | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Siete al cinema e al vostro vicino di poltrona squilla il cellulare? Oppure durante un esame qualcuno è riuscito a copiare utilizzando uno smartphone e voi siete stati bocciati?


Un nuovo brevetto concesso da qualche giorno ad Apple potrebbe impedire tutto questo attraverso il blocco da remoto del vostro iPhone.

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Riabilitazione dopo l’ictus Un aiuto grazie ai videogiochi

Riabilitazione dopo l’ictus Un aiuto grazie ai videogiochi | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: sono a favore dell'utilizzo delle nuove tecnologie per la creazione di terapie di cura innovative. Concordo con il prof. La Barbera che comunque è utile farne un'uso consapevole, perchè a volte basta poco perchè si trasformino in uno strumento che distrae dalla realtà.

Mi aguro che la metodologia venga adottata anche dal gruppo di lavoro siciliano, certo che porterà i suoi benefici.

 

Tratto dall'articolo: Un aiuto importante alle persone colpite da ictus viene dai videogiochi. La scoperta, che potrebbe apparire singolare, in realtà non fa che confermare quanto da anni molti medici e ricercatori sostengono, ovvero che i videogames sono un ottimo rimedio per il recupero di alcune funzione fisico-motorie. Per migliorare lo stato riabilitativo di pazienti colpiti da un ictus, dei ricercatori australiani hanno messo a punto un programma per recuperare forza e riflessi, dal nome Wii-based Movement Therapy.

 

Leggi tutto: http://www.gds.it/gds/sezioni/scienzetecnologia/dettaglio/articolo/gdsid/206362/

 

a cura di Davide Algeri Psicolgo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Come combattere la dipendenza da Facebook e dai social network

Come combattere la dipendenza da Facebook e dai social network | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Davide Algeri: è inutile negarlo, la dipendenza da facebook sta sempre più prendendo piede, convolgendo persone di tutte le età.

Di seguito due possibili soluzioni per combatterla. La prima è una forma di autoterapia, mentre per i casi più conclamati è sempre consigliato chiedere aiuto ad un esperto.

 

Secondo i sostenitori dell’auto-terapia, i passi da seguire per una disintossicazione da Facebook sono i seguenti:
1. riconoscere di avere un problema. 

2. fare un calcolo del tempo passato su Facebook. 
3. stabilire un limite. La strategia migliore è tagliare del 60% il tempo inizialmente trascorso su Facebook. 
4. se attive, disattivare le notifiche via e-mail. 
5. ripensare a ciò che si faceva nel tempo che, ora, è occupato da Facebook e riprendere a farlo.

 

Un’altra possibilità e quella di rivolgersi a centri di cura dedicati a questo disturbo, come l’ambulatorio dedicato all’Internet Addiction Disorder attivo dal 2 novembre 2009 presso il Day hospital psichiatrico del Policlinico Gemelli di Roma, dove l’intervento riabilitativo prevede tre fasi:

1. un colloquio per accertare la presenza di una dipendenza;
2. una serie di incontri per identificare il disturbo psicologico alla base della dipendenza che, eventualmente, viene trattato con l’assunzione di farmaci;
3. l’inserimento progressivo in gruppi di riabilitazione per reintrodurre nella vita di tutti i giorni il contatto diretto con gli altri.

 

A cura di Davide Algeri - Psicologo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Le false notizie avranno vita breve

Le false notizie avranno vita breve | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Elaborato da un team di ricercatori dell'Università di Losanna, consente di risalire alla fonte delle informazioni che circolano in rete.

 

I NUMERI per migliorare la qualità dell'informazione. E per risalire alla fonte, all'origine, delle notizie che circolano in rete, su social network e affini. Tutto grazie a un algoritmo 'antibufale' elaborato da alcuni ricercatori del Politecnico di Losanna che, sulla rivista Physical Review Letters 1, spiegano come la matematica possa essere usata sia per "pulire le notizie" sia come "un'arma potentissima anche nel mondo reale per arginare un'epidemia o per fronteggiare un attacco terroristico". E non c'è solo il versante relativo al mondo dell'informazione. A essere messi alle strette anche i cyberterroristi che producono, di continuo, virus, spam e affini.

 

Curato da Davide Algeri - Psicologo Milano

www.davidealgeri.com

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Un'app contro il cancro al seno Google premia 17enne americana

Un'app contro il cancro al seno Google premia 17enne americana | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Non è ancora maggiorenne, ma Brittany Wenger ha già creato un software per diagnosticare il tumore al seno con il 99,1% di affidabilità. E si è classificata prima alla Fiera della Scienza del colosso Montain View

 

Leggi tutto: http://m.repubblica.it/mobile/r/wrap/tecnologia/2012/07/26/news/diciasettenne_americana_cervello_artificiale_cancro_al_seno-39763598/

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

Arriva il cinema immersivo 4D

Arriva il cinema immersivo 4D | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it

Poltrone che si muovono in ogni direazione per simulare le evoluzioni di un combattimento aereo, lampi di luce e fumi che ricordano quelli di un campo di battaglia e folate di vento come nel deserto dell'Arizona: sono gli effetti speciali del cinema 4D, l'ultima trovata del marketing di oltre oceano per tentare di risollevare le sorti dell'industria cinematografica, anche lei vittima della crisi economica.

 

http://www.focus.it/scienza/tecnologia/immersi-nel-cinema-4d_130712_65791_C12.aspx

more...
No comment yet.
Scooped by Psicologo Milano - Davide Algeri - www.davidealgeri.com
Scoop.it!

I grandi dell'hi-tech si preoccupano delle dipendenze digitali

I grandi dell'hi-tech si preoccupano delle dipendenze digitali | Psicologia 2.0 & Nuove Tecnologie | Scoop.it
Un reportage del New York Times racconta come nelle aziende della Silicon Valley si comincino a prendere sul serio le dipendenze da tecnologia. Il problema riguarda sia i lavoratori sia i consumatori.
more...
No comment yet.