Psicologia, benes...
Follow
Find
355 views | +0 today
Rescooped by Samantha Dissette from Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano
onto Psicologia, benessere e salute
Scoop.it!

STUDIO/ La depressione accelera l'invecchiamento

E 'stato condotto uno studio da J. Verhoeven e altri ricercatori presso il VU University Medical Centre con l'obiettivo di prendere in considerazione due fenomeni: l' invecchiamento e la depressione.

 

I soggetti partecipanti sono stati 2.407 di cui, un terzo con depressione in corso, un terzo precedentemente depresso ed i restanti hanno dichiarato di non avere mai sofferto di depressione. Ai partecipanti è stato effettuato un prelievo di sangue, in modo da valutare, attraverso esso, l'invecchiamento cellulare ed i cambiamenti nelle strutture profonde delle cellule chiamate telomeri.

 

Si è evidenziata una diversità nella dimensione delle cellule di alcuni soggetti appartenenti al campione. In particolare, persone con attuale depressione o che comunque avevano sofferto di depressione in passato, hanno mostrato telomeri più corti rispetto ai soggetti sani che non hanno mai avuto a che fare con un disturbo depressivo.

I ricercatori hanno ipotizzato che queste cellule più corte siano una conseguenza della reazione del corpo alle cause della depressione, quindi un importante indicatore di invecchiamento, ma non solo, che lo stress emotivo causato da uno stato depressivo incide sul fisico. 

"Questo studio fornisce prove convincenti che la depressione è associata a diversi anni di invecchiamento biologico".

 

A cura di:
www.federicobaranzini.it

 


Via Federico Baranzini - Psicoterapeuta Milano
Samantha Dissette's insight:

Depressione e invecchiamento. secondo uno studio ci sarebbe correlazione. Infatti confrontando campioni di sangue di persone che hanno sofferto o che soffrono di depressione e di persone che non ne hanno mai sofferto sono rilevabili importanti differenze: i telomeri (parti terminali di DNA di ogni cromosoma e molto delicate) sono molto sensibili e nei soggetti che sofforno o hanno sofferto di depressione risultano essere più corte, il che sarebbe un sintomo di invecchiamento.

more...
No comment yet.
Psicologia, benessere e salute
pagina con lo scopo di raccogliere articoli riguardo la psicologia, il benessere e la salute della persona passando dall'alimentazione, la famiglia, l'educazione..
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Quelli che non hanno bisogno di dormire - Il Post

Quelli che non hanno bisogno di dormire - Il Post | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Non soffrono d'insonnia, semplicemente non hanno bisogno di dormire per più di cinque ore (RT @_Smartina_: Quelli che non hanno bisogno di dormire http://t.co/3pS6b4qzcv via @IlPost beati loro!
Samantha Dissette's insight:

Gli short sleepers sono persone che hanno bisogno di dormire solo 5 ore a notte dopo di che si svegliano riposati e di buon umore.

Niente a che vedere quindi con le notti brevi e tormentate di coloro che soffrono di insonnia.

Sembra che queste persone abbiano dei ritmi circadiani diversi da quelli delle altre persone che gli consentono di svegliarsi riposati, di buon umore e di essere produttivi nonostante le poche ore di riposo alle spalle.

Si stima siano solo il 3% della popolazione e sembra che questi soggetti posseggano una variazione genetica che fa di loro dei veri short sleepers: persone particolarmente ottimiste, ambiziose, con una forte resistenza al dolore - fisico e psichico - e con un metabolismo piuttosto veloce.

Le ricerche hanno la finalità di poter manipolare il sonno delle persone senza interferire sullo stato di salute.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

L'intimità in una coppia di anziani fa bene alla salute - BlogLive.it

L'intimità in una coppia di anziani fa bene alla salute - BlogLive.it | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
BlogLive.it L'intimità in una coppia di anziani fa bene alla salute BlogLive.it I benefici dell'attività fisica di coppia si estendono anche a quelle più anziane: con il passare degli anni, e del matrimonio, i membri di una coppia potrebbero...
Samantha Dissette's insight:

L'intimità all'interno della coppia è sempre un fattore importante, di estremo valore a tutte le età.

Tiene uniti i partner, crea vicinanza ed è di supporto nei momenti di difficoltà.

Secondo una ricerca un'intimità scarsa o non soddisfacente condurrebbe a percepite in maniera meno positiva il proprio matrimonio così come diminuisce il livello di civiltà e la tenerezza nella coppia.

Inoltre con l'avanzare dell'età, quando si è più  soggetti all'insorgenza di malattie, l'avere un buon matrimonio, solido, unito e soddisfacente rappresenterebbe un fattore di protezione per la propria salute.

Quindi emerge un altro legame fra la mente, il corpo e la salute.

 

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Vuoi mangiare meno? Aiutati con i piatti rossi - Psicologia e Alimentazione - State of Mind

Vuoi mangiare meno? Aiutati con i piatti rossi - Psicologia e Alimentazione - State of Mind | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
State of Mind
Vuoi mangiare meno? Aiutati con i piatti rossi - Psicologia e Alimentazione State of Mind Alimentazione: sulla rivista Appetite è stata recentemente pubblicata una ricerca svolta a Parma che ha dimostrato come gli essere umani siano...
Samantha Dissette's insight:

Eccoci di fronte all'ennesimo nesso fra psicologia e alimentazione. 

Siamo già ben coscienti che la fame dipende dallo stato emotivo, dalla stanchezza, dall'orario, dallo stress ed ebbene sì anche dall'assunzione di sostanze, droghe o farmaci che siano.

Ma anche il colore ha il suo perché.

In commercio si trovano piatti di ogni colore, forma e dimensione: sagomati a fiore con righe di colore, tinta unita, fiorati, tondi o quadrati, sfumati, lucidi o opachi. Insomma ce ne sono per tutti i gusti.

Ma ora possiamo anche dire che il colore (per ora, poi in seguito magari si scoprirà che anche la forma influenzi) influenza la quantità di cibo ingerito.

Lo studio in esame per la precisione sostiene che chi mangia da un piatto di colore rosso consumi meno cibo rispetto a chi mangia in un piatto bianco o blu.

E sembra che la differenza di quantità sia considerevole.

Il perché è ancora da approfondire ma si crede che il colore abbia origine sia in alcuni fattori biologici (colore del sangue per esempio che potrebbe innescare reazioni che inibiscono la fame) o culturali (il colore rosso è utilizzato per i segnali di divieto o pericolo).

Già sapevo che poteva essere di aiuto, allo scopo di consumare meno cibo, l'utilizzo di piatti più piccoli, in modo da non dare l'impressione di un piatto mezzo vuoto ma di mezzo pieno.

Ora abbiamo anche la possibilità di aiutarci comprando piatti piccoli e rossi.

 

 

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from LoScientifico
Scoop.it!

Psicologia, crediamo a notizie false perché distratti e pigri

Psicologia, crediamo a notizie false perché distratti e pigri | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it

La disinformazione è difficile da battere, perché la riflessione e il ragionamento su fatti e notizie, anche in campo medico, richiedono risorse motivazionali e cognitive mentre accettare il messaggio come vero è più facile. A stabilirlo è una ricerca dell’University of Western Australia pubblicata sulla rivista ‘Psychological Science in the Public Interest’.

>> http://bit.ly/NTpD1F

 

“Molte persone – avverte le studio – sono convinte che i vaccini pediatrici causano l’autismo, Barack Obama non sia nato negli Stati Uniti e il riscaldamento globale non ha conferme dalla scienza.

 

Questi esempi – spiegano gli psicologi – nascono perché pensare alla plausibilità e alla veridicità delle fonti di una notizia è cognitivamente più difficile che accettare passivamente la notizia come vera. Inoltre, se l’argomento non è molto importante o conosciuto per chi ascolta, è più probabile che la disinformazione prenda piede”.

 

“A livello individuale, la disinformazione su problemi di salute – ricordano gli psicologi – come i timori ingiustificati sui vaccini o la fiducia cieca nella medicina alternativa – può produrre molti danni...


Via Xè Simò
Samantha Dissette's insight:

Credere o non credere alle informazioni che si ricevono da notiziari, quotidiani, riviste, blog, articoli e le più variegate fonti più o meno attendibili?

Sarebbe più opportuno porsi il "problema" di verificare la credibilità delle varie affermazioni, dalla pericolosità di alcune pratiche mediche, alla sicurezza di altre, a notizie sull'ambiente o altro ancora ma non sempre si posseggono competenze e risorse sufficienti per poter fare una valutazione di questo tipo.

Ma non è nemmeno questo il "gap" più grande, ma è la pigrizia di riflettere sulle notizie e la maggior facilità che si ha nel "prenderle per buone". Questo meccanismo nasconde anche una buona dose di "fiducia" nelle notizie pervenute, forse perché talvolta vengono date alcune spiegazioni a fatti che una spiegazione chiara in realtà non ce l'hanno oppure per superficialità o per pigrizia non si ragiona sulla notizia e sulla spiegazione dei fatti ricevuta.

A volte è utile pensare a posteriori, in un secondo tempo, all'evento appreso in modo da poter fare una valutazione quando la componente emotiva (quindi l'emozione di serenità, sicurezza o paura alla notizia) è un po' calata lasciando più spazio alla componente razionale, ossia al ragionamento tenendo in considerazione anche altre informazioni già in nostro possesso o confrontandoci con altre persone.

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

Leggere un romanzo cambia il cervello

Leggere un romanzo cambia il cervello | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it

Ventuno studenti sono stati sottoposti per 19 giorni a una risonanza magnetica funzionale. Per i primi 5 giorni a mente sgombra, poi per 9 giorni impegnati nella lettura di “Pompei” di Robert Harris: “i cambiamenti neurologici che abbiamo rilevato ci testimoniano come la lettura di un romanzo ci può trasportare nel corpo del protagonista”.

(...)

Del resto, già nel 2006 una ricerca aveva testimoniato lo stretta relazione fra mente e suggestioni grafologiche, dimostrando come leggere le parole “caffè” o “profumo”, stimolasse immediatamente la parte del sistema celebrale connessa al senso dell’olfatto. 

 

La novità, stavolta, sta nel tentativo di dimostrare come questi effetti non si limitino al tempo della lettura, ma abbiano delle conseguenze strutturali su chi si dedica a un buon libro.

(...)

“I cambiamenti neurologici che abbiamo rilevato ci testimoniano come la lettura di un romanzo ci può trasportare nel corpo del protagonista” - ha detto Gregory Berns, uno degli autori dello studio - “sapevamo già che nelle buone storie si possono vestire i panni di qualcun altro, in senso figurato. Ma ora ci accorgiamo che, quando questo avviene, qualcosa accade anche dal punto di vista biologico”. 

(...)

I lettori attraverso le pagine di un romanzo, sarebbero addirittura in grado di sviluppare quella che gli autori della ricerca chiamano “emboded semantics”, un processo celebrale in cui pensare un’azione rispecchia la connettività che si verificherebbe se l’azione fosse realmente svolta. In parole povere, pensando a una nuotata si potrebbero innescare le stesse connessioni neurologiche di una sessione di nuoto in piscina. 

Leggi tutto l'articolo



Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Samantha Dissette's insight:

Leggere stimola l'immaginazione, amplia la conoscenza ed è un ottimo passatempo ma non solo.

Secondo uno studio stimolerebbe aree cerebrali tanto da avere modificazioni strutturali. 21 studenti sono stati sottoposti a risonanza magnetica per 5 giorni a mente sgombra, per 9 giorni durante la lettura di un romanzo e per altri 5 giorni dopo la lettura. Le differenze sono evidenti in quanto sono presenti nuove connessioni nelle aree che si occupano di comprensione delle emozioni, sensazioni motorie e linguaggio.

Altri studi avevano dimostrato che leggere le parole "caffé" o "profumo" attivassero aree cerebrali deputato all'olfatto.

Buona lettura a tutti!

more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, January 20, 4:02 AM

Leggere storie è capace di modificare la connettività in alcune aree del cervello.

Questa notizia, a mio avviso, non solo avvalora l'importanza di leggere il più possibile, ma anche il potere curativo delle storie e dei racconti.

Chi mi segue sa quanto insisto sul ruolo dello psicologo quale "ascoltatore di storie" in prima istanza, e poi strumento per attribuire loro un diverso significato.

A questo proposito ecco un breve video dove spiego l'importanza dell'ascolto in terapia, prendendo la storia di Ulisse alla corte dei Feaci come pretesto per fare alcune riflessioni che spero possano essere utili.

Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Fai funzionare meglio il tuo cervello
Metodi realistici per prestazioni «geniali»

Fai funzionare meglio il tuo cervello  <br/>Metodi realistici per prestazioni «geniali» | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Come aumentare memoria, creatività e concentrazioneL’importanza del sonno e meno «sovraccarico» di stress (#benessere #salute Come aumentare memoria, creatività e concentrazione: Come aumentare memoria, creatività e c...
Samantha Dissette's insight:

Come migliorare le prestazioni del nostro cervello? CI sono più attività alle quali è possibile ricorrere: le più passive parole crociate, che però ci consentono di andare a pescare le parole nelle memoria; la lettura con più o meno immaginazione in base al tipo di brano letto, suonare uno strumento che affina le risorse motorie e sensoriali, imparare una seconda lingua e naturalmente esercizio fisico che aiua a tenere sano il sistema cardio-circolatorio e naturalment eun buon sonno, fondamentale per riorganizzare le connessioni cerebrali.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

A letto presto può spingere i bimbi all'insonnia - Farmacia.it

A letto presto può spingere i bimbi all'insonnia - Farmacia.it | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Rai News
A letto presto può spingere i bimbi all'insonnia
Farmacia.it
E tanto basta per contribuire allo sviluppo di disagi notturni, che a loro volte causano patologie, non ultima l'insonnia.
Samantha Dissette's insight:

Non sempre mandare a letto presto i bambini è una buona idea. Questa frase agli occhi di molti genitori può essere vista contraddittoria di molte pratiche educative, ma è così. Alcuni bambini infatti aumentano la produzione di melatonina più tardi rispetto ad altri e, farli andare a letto prima che tale ormone raggiunga il livello adeguato per consciliare il sonno rende difficoltoso l'addormentamento, innervosisce i bambini e li rende facili prede di notti cariche di continui risvegli. Ciò inoltre potrebbe essere l'anticamera della comparsa di disturbi del sonno durante la crescita.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Insonnia adolescenti: legami sociali più influenti della biologia - cervelliamo

Insonnia adolescenti: legami sociali più influenti della biologia - cervelliamo | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
cervelliamo Insonnia adolescenti: legami sociali più influenti della biologia cervelliamo I ricercatori medici hanno puntato il dito contro i fattori dello sviluppo - in particolar modo, il crollo delle percentuali di melatonina prodotta...
Samantha Dissette's insight:

E' vero che durante lo sviluppo adolescenziale diminuiscono i livelli di melatonina ma questo non è l'unica causa dei disturbi del sonno in adolescenza e nemmeno la più importante. Sembra infatti che i legami sociali incidano molto di più sul buon sonno rispetto ai fattori biologici. Si consiglia pertanto di prestare attenzione alle relazioni degli adolescenti con i pari, con l'andamento e i legami in ambito scolastico e se necessarioa affidarsi alle consulenze di professionisti esperti per affrontare al meglio questo periodo di cambiamento dei prorpi figli.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Sexting, dai banchi di scuola stop all'avanzata dei porno ragazzini

Sexting, dai banchi di scuola stop all'avanzata dei porno ragazzini | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Sms, video hard, appuntamenti al buio, prostituzione, fenomeni in crescita. Ricevere questi messaggi diverte sei under 18 su 10.  E le istituzioni sono assenti. Niente educazione emotiva, affettiva e sessuale.
Samantha Dissette's insight:

Sexting: nuovo "gioco" pornografico. E' la moda diffusa fra i ragazzi e ragazze dagli 11 aiu 18 anni di fotografarsi nudi o in pose provocanti e inviare queste foto o pubblicarle su profili talvolta falsi. 

Questa è una strada che spesso invita alle prestazioni a pagamento o il cotnatto con utenti adulti con il rischio di eventuale contatto nella vita reale.

Per quanto riguarda gli adolescenti che ricevono queste immagini spesso sono contenti e conpiaciuti, solo una minoranza risulta confusa, infastidita o turbata; qualcuno additrittura indifferente.

Va sottolineata sempre di più l'improtanza che ricopre una corretta educazione sessuale ed emotiva in quest'epoca in cui sono sempre più in aumento i comportamenti a rischio quali sexting, baby squillo e adolescenti spesso disinibiti.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Identità in adolescenza e comportamenti a rischio

Identità in adolescenza e comportamenti a rischio | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Adolescenti e identità. Identità in adolescenza e comportamenti a rischio.
Samantha Dissette's insight:

L'adolescente attraversa una fase delicata della vità, ricca di cambiamenti fisici, ormonali, sociale e identitari dove aumentano le responsabilità, ndipendenza e l'autonomia. 

Questa fase è ulteriormente degna di attenzione in quanto spesso vengono risocntrati comportamenti a rischio quali comportamenti trasgressivi e delinquenziali, uso e abuso di sostanze (legali e non), condotte sessuali non sicure e comportamenti antisociali sono solo alcuni esempi.

In virtù di ciò è' importante porre attenzione al comportamento e alla condotta dell'adolescente per cercare di cogliere eventuali desagi e difficoltà nell'affrontare i compiti evolutivi caratteristici di questa età ed eventualemente poter chiedere tempestivamente l'aiuto di un professionista.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Broccoli contro il cancro: la cottura migliore è al vapore

Broccoli contro  il cancro: la cottura  migliore è al vapore | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Al massimo 5 minuti e rigorosamente al vapore: sono queste le regole della cottura che... (Consigli sul benessere

Al massimo 5 minuti e rigorosamente al vapore: sono queste le regole della cottura che...
Samantha Dissette's insight:

Piccola parentesi salutista: per conservare il più possibile le proprietà delle verdure è consigliata una cottura rapida (breve) e possibilmente al vapore, solo così il nostro corpo può usufruirne.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

L’attività fisica in gravidanza sviluppa il cervello del bambini | News e commenti

L’attività fisica in gravidanza sviluppa il cervello del bambini | News e commenti | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Uno studio condotto dalla University of Montreal e dall'ospedale pediatrico CHU Sainte-Justine, in Canada, ha dimostrato che fare attività fisica in (RT @OKLaSalute: Fare #sport moderato in #gravidanza fa bene.
Samantha Dissette's insight:

Attività fisica consigliata persino in gravidsanza. Moderata ovviamente. Ma uno studio dimostra che i figli di madri che hanno praticato 20 minuti di attività fisica moderata per tre giorni la settimana in gravidanza hanno, a partità di età, un'attività cerebrale più matura rispetto ai figli di madri sedentarie.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Quando essere bravi non è abbastanza

Quando essere bravi non è abbastanza | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
#psicologia: Quando essere bravi non è abbastanza http://t.co/QMqwdqvWHU
Samantha Dissette's insight:

E' importante avere soddisfazione dall'attività lavorativa ed è particolarmente improtante per la buona riuscita di alcune frofessione fra cui gl insegnati. Per essere buoni insegnanti infatti, non basta essere preparati. Sono molto importanti la percezione della propria efficacia, gli stati emotivi posotivi e la flessibilità delle strategie adottate. Concludendo è importante soprattutto che piacciaciò che si sta facendo per avere percizioni positive si sé e del proprio lavoro, che sono l'anticamera della buona riuscita.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Dormire a lungo migliora il rendimento - La Stampa

Dormire a lungo migliora il rendimento - La Stampa | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it

I ragaziLa Stampa
Dormire a lungo migliora il rendimento
La Stampa
Buone notizie, per gli adolescenti che la mattina faticano ad alzarsi per andare a scuola. Avete ragione: dovrebbero lasciarvi dormire di più.

Samantha Dissette's insight:

I ragazzi vogliono dormire di più? In parte hanno ragione. Uno studio condotto dall'università del Minnesota mostra che coloro che dormono di più alzandosi più tardi la mattina rendono meglio a scuola, sono più attenti e si stancano meno.

Si tratta di uno studio condotto su un campione molto alto - 9.000 studenti - che sottolinea l'importanza di dormire almeno 8 ore a notte. 

Le 8 ore di sonno però raramente vengono rispettate per via di impegni, compiti, sport e distrazioni quali internet e videogiochi che portano i ragazzi ad andare a letto oltre una certa ora e dato che le lezioni iniziano presto le ore di sonno sono ridotte.

Alcune scuole americane stanno già prendendo provvedimenti in merito posticipando l'inizio delle lezioni consentendo così ai ragazzi di dormire di più ottenendo risultati migliori.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Insonnia: scoperte differenze cerebrali legate al disturbo - Paginemediche

Insonnia: scoperte differenze cerebrali legate al disturbo - Paginemediche | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
AGI - Agenzia Giornalistica Italia Insonnia: scoperte differenze cerebrali legate al disturbo Paginemediche Le persone che soffrono di insonnia presentano differenze cerebrali correlate al disturbo, secondo un nuovo studio neurologico promosso...
Samantha Dissette's insight:

Penso che a tutti sia capitato di passare anche solo una notte insonne... 

Guardare la sveglia ogni minuto, essere illuminati dalla luce della radiosveglia, sentire persino il ticchettio dell'orologio della cucina o il respiro del nostro pet nell'altra stanza...Secondo uno studio sembra le persone che soffrono di insonnia cronica - quindi che non dipende da un periodo che si sta attraversando o da pensieri particolari che ci distraggono dal sonno - abbiano la corteccia motoria più eccitabile degli altri.Sempre secondo questo studio inoltre sembra che la corteccia motoria dei soggetti insonnia sia anche più "plastica", cioè che si adatta in modo migliore ai cambiamenti ed è in grado di creare nuove tracce neurali e di "riciclare" le vecchie ottimizzando tempi e risorse.Quindi chi soffre di insonnia cronica possiede questa particolarità che però non è ancora chiaro se sia una causa direttamente facilitante nell'insorgenza del disturbo del sonno.
more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Adolescenza distratta - La Staccata

Adolescenza distratta - La Staccata | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
E' quella che ho letto negli occhi di Superboy, dieci anni da compiere a fine febbraio, ma già da tempo con i piedi ben piantati nell'adolescenza. O adolescemenza, come la chiama lui. La soglia di questa età sciagurata si sta ...
Samantha Dissette's insight:

Un post molto divertente che descrive con un aneddoto molte verità sull'adolescenza: la distrazione nel fare le cose, nel sistemarle (o non sistemarle), il disordine e l'essere imbranati.

Il disordine soprattutto si esprime nell'ambiente ma riflette un disordine mentale derivato dalla difficoltà di organizzare pensieri, i sentimenti, le difficoltà della crescita e dei nuovi ruoli e responsabilità che via via entrano a far parte della vita dell'adolescente.

L'adolescenza è un sempre più lunga fase di transizione fra infanzia ed età adulta che risulta faticosa, in cui l'adolescente di percepisce in difetto e spesso ne soffre.

Questa mamma agisce molto bene aiutando il figlio, ridendo di questo suo essere un po' imbranato.

E' infatti importante riconoscere all'adolescente la sua crescita sia fisica che mentale, e, ricordargli che nonostante la corporatura non più da infante rimanga in fondo sempre un "cucciolo" che sta crescendo con i suoi genitori che lo accompagneranno e sosterranno nel cammino verso l'età adulta.

 

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from Mente e Psicologia
Scoop.it!

Strategia anti-insonnia: una settimana in tenda sincronizza l'orologio biologico

Strategia anti-insonnia:  una settimana in tenda  sincronizza l'orologio biologico | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
L'esposizione alla luce naturale dell'alba e del tramonto aiuta a sincronizzare l'orologio biologico interno all'organismo...

Via Mente E Psicologia
Samantha Dissette's insight:

Ecco un consiglio pratico per sincronizzare l'orologio biologico consentendo di superare l'insonnia. L'idea sarebbe quella, sebbene non adatta a tutti, di passare una settimana in tenda.  Il meccanismo sarebbe quello di sincronizzare l'orologio biologico con il ciclo di luce naturale (senza l'influenza della luce artificiale) sincronizzando di conseguenza la produzione di melatonina. Un aiuto più fattibile nel quotidiano potrebbe essere quello di fare una passeggiata all'aperto appena ne abbiamo possibilità, lavorare alla luce naturale possibilmente vicino alla finestra ed evitare l'uso di pc e tablet alla sera.

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from Psicologia infantile !
Scoop.it!

L'abuso sessuale femminile: quando l'orco è donna! | Spazio Psicologia

L'abuso sessuale femminile: quando l'orco è donna! | Spazio Psicologia | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Spesso si parla di abuso sessuale, ma poco si parla di abuso sessuale femminile. Quali sono le caratteristiche e conseguenze?

Via Laura Duranti, Daniela Capaldo
Samantha Dissette's insight:

Quando si parla di abuso spesso si pensa a un uomo, la "l'orco" può anche essere donna. In questi casi spesso la madre che dovrebbe essere fonte di cura e amore diviene anche fonte di sofferenza. 

Tale manifestazione può essere diretta (scossoni, percosse), più indiretta come cure particolari per le parti intime oppure passiva, nel caso in cui l'abusante diretto sia un uomo ma la donna assiste e tace.

Può essere difficile scoprire un abuso, ma di solito in quadro clinico del bambino manifesta caratteristiche particolari come disturibi del sonno, alimentare o comportamenti sessualizzati precoci rispetto all'età.

more...
Laura Duranti's curator insight, January 15, 4:32 AM

Si parla molto di abuso ad opera di uomini. 
Ma cosa dire quando invece l'orco è donna?

Vediamolo insieme alla dott.ssa Parise.

Cosa ne pensate?
#psicologia #abuso #donna #bambini 

Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Dormire poco e riposare bene, merito di un gene

Dormire poco e riposare bene, merito di un gene | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Le ore di sonno necessarie per riposare bene dipendono dal nostro dna, se è presente un determinato gene necessitiamo di molte meno ore di sonno per svegliarci efficienti e riposate. (Dormire poco e riposare bene,
merito di un gene...
Samantha Dissette's insight:

Sembra che alcuni fortunati soggetti portatori del gene Dec2 possano essere ben riposati con poche ore di sonno. Questo gene infatti consentirebbe di passare più velocemente al sonno profondo ottimizzando così le ore di riposo.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Psicologia. La pazienza, una virtù dei forti - Dazebao

Psicologia. La pazienza, una virtù dei forti - Dazebao | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Psicologia. La pazienza, una virtù dei forti
Dazebao
ROMA - Conoscete la regola delle 10 P? No? Eccola: Prima Pensa, Poi parla, Perché Parole Poco Pensate, Portano Pena. Chi non conosce questo proverbio: la pazienza è la virtù dei forti.
Samantha Dissette's insight:

Pazienza, una bella virtù  che più o meno tutti posseggono e che è improtante coltivare con amore e devozione. E' fondamentale per avere buoni rapporti sociali, per l'attesa del futuro, per prendere delle decisioni importanti senza farsi prendere dalla fretta che, spesso, ci fa ragionare in maniera sbagliata. Talvolta, in caso di pericolo immediato la pazienza non serve, bisogna reagire subito e spesso pensando poco (iniziare a correre o ripararsi) ma nella stragrande maggioranza delle volte avere pazienza e qualche minuto per pensare è utile, fa evitare "scontri" e i fa capire le ragioni del comportamento altri che troppe volte viene frainteso perché frettolosamente giudicato.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Insonnia: le tre cause e i tre rimedi | Lo Sai

Insonnia: le tre cause e i tre rimedi | Lo Sai | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Insonnia: le tre cause e i tre rimedi

Antimo http://t.co/n7u4zLDiQ2
Samantha Dissette's insight:

L'insonnia, un disturbo che affligge molte persone e le cui cause spesso sono piuttosto semplici. Fra queste è possibile menzionare l'accumulo di stress dovuto alla frenesia del quotidiano e la cattiva alimentazione, che fra alimenti eccitanti assunti in tarda giornata e cene pensanti di certo il buon sonno non viene favorito.

E' consigliabile consumare pasti leggeri seguiti magari da una buona tisana calda per poi cercare relax nel dopo cena, con un bagno caldo o un buon libro, senza dispositivi elettronici o luci "forti"nelle vicinanze.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Una cura digitale per l'autismo con Fifth Element

Una cura digitale per l'autismo con Fifth Element | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
Il quinto elemento è la tecnologia che migliora la vita delle persone.
Samantha Dissette's insight:

il quinto elemento è un progetto messo a punto da Matteo Valoriani e altri colleghi per unire tecnologia e riabilitazione per soggetti autistici e supporto alle famiglie. 

Oltre a consentire delle terapie e riabilitazione sulla piattaforma on line offre la possibilità di accedervi anche da casa per avere supporto continuativo.

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from Benessere a 360 gradi
Scoop.it!

Troppa tecnologia, allarme per i bambini: con tablet e pc mal di schiena già a 7 anni

Troppa tecnologia, allarme per i bambini: con tablet e pc mal di schiena già a 7 anni | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
L'allarme arriva da uno studio britannico, realizzato dal centro ospedaliero dell'università Aertawe Bro Morgannwg (Galles), dopo che la struttura aveva visto raddoppiare in 6 mesi il numero dei trattamenti per questi disturbi tra bambini e ragazzi...

Via LaParafarmacia
Samantha Dissette's insight:

Pc e tablet di nuovo sotto accusa: sono in aumento dolori al collo e alla schiena in età sempre più precoci per via delle posture innaturali tenute nell'utilizzo di questi dispositivi che rappresentano un aiuto per molte attività, scolastiche e non, per questa nuova generazione super tecnologica fin dalla tenera età.

Arma a doppio taglio quindi, perché resta comunque innegabile il vantaggio di sostituire i supporti cartacei con quelli elettronici sia per quanto riguarda il peso dello zaino scolastico che per lo sviluppo cognitivo. 

more...
No comment yet.
Rescooped by Samantha Dissette from Disturbi dell'Umore, Distimia e Depressione a Milano
Scoop.it!

STUDIO/ La depressione accelera l'invecchiamento

E 'stato condotto uno studio da J. Verhoeven e altri ricercatori presso il VU University Medical Centre con l'obiettivo di prendere in considerazione due fenomeni: l' invecchiamento e la depressione.

 

I soggetti partecipanti sono stati 2.407 di cui, un terzo con depressione in corso, un terzo precedentemente depresso ed i restanti hanno dichiarato di non avere mai sofferto di depressione. Ai partecipanti è stato effettuato un prelievo di sangue, in modo da valutare, attraverso esso, l'invecchiamento cellulare ed i cambiamenti nelle strutture profonde delle cellule chiamate telomeri.

 

Si è evidenziata una diversità nella dimensione delle cellule di alcuni soggetti appartenenti al campione. In particolare, persone con attuale depressione o che comunque avevano sofferto di depressione in passato, hanno mostrato telomeri più corti rispetto ai soggetti sani che non hanno mai avuto a che fare con un disturbo depressivo.

I ricercatori hanno ipotizzato che queste cellule più corte siano una conseguenza della reazione del corpo alle cause della depressione, quindi un importante indicatore di invecchiamento, ma non solo, che lo stress emotivo causato da uno stato depressivo incide sul fisico. 

"Questo studio fornisce prove convincenti che la depressione è associata a diversi anni di invecchiamento biologico".

 

A cura di:
www.federicobaranzini.it

 


Via Federico Baranzini - Psicoterapeuta Milano
Samantha Dissette's insight:

Depressione e invecchiamento. secondo uno studio ci sarebbe correlazione. Infatti confrontando campioni di sangue di persone che hanno sofferto o che soffrono di depressione e di persone che non ne hanno mai sofferto sono rilevabili importanti differenze: i telomeri (parti terminali di DNA di ogni cromosoma e molto delicate) sono molto sensibili e nei soggetti che sofforno o hanno sofferto di depressione risultano essere più corte, il che sarebbe un sintomo di invecchiamento.

more...
No comment yet.
Scooped by Samantha Dissette
Scoop.it!

Quanto l’ostilità e lo stress agiscono sulla nostra qualità del sonno?

Quanto l’ostilità e lo stress agiscono sulla nostra qualità del sonno? | Psicologia, benessere e salute | Scoop.it
#psicologia: Quanto l'ostilità e lo stress agiscono sulla nostra qualità del sonno? http://t.co/cpjYMuz6yN
Samantha Dissette's insight:

Lo stress soprattutto se prolingato produce molti effetti sul nostro organismo fra cui sono piuttosto diffusi i disturbi del sonno. Ciò è aggravato in chi sperimenta forte ostilità associata allo stress riscontrabile in tre componenti: cognitiva (pensando agli altri come persone negative e valutando gli atteggiamenti degli altri in maniera negativa), affettiva (provando per lo più emozioni engative e spesso forti) e comportamentale (aggressività).

more...
No comment yet.