Progetto de'
745 views | +0 today
Follow
Progetto de'
piattaforma d'innovazione sociale
Curated by Progetto de'
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Io, Obama e il progetto per aprire 15 officine di innovazione: lo facciamo subito?

Io, Obama e il progetto per aprire 15 officine di innovazione: lo facciamo subito? | Progetto de' | Scoop.it

Barack Obama ha annunciato un programma di 1 miliardo di dollari per l’innovazione nel manufacturing attraverso la creazione di 15 istituti nel corso del 2013. Nel frattempo, il Manufacturing Institute, che guida il FabLab di Manchester (il primo ad aprire in Gran Bretagna, nel 2010) ha annunciato l’apertura di 30 FabLab in Gran Bretagna nei prossimi 8 anni. Scherzando (ma neanche troppo) ho scritto su Facebook: “se mi danno 1 milione di euro apriamo 15 Officine Arduino nell’arco di un anno”.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Teniamoci in Contatto: da Salerno a Napoli Casnocha racconta come diventare imprenditori di se’ stessi

Teniamoci in Contatto: da Salerno a Napoli Casnocha racconta come diventare imprenditori di se’ stessi | Progetto de' | Scoop.it

“Dal Marketing al Societing: Start-up ed Innovazione Sociale” è il tema dell’incontro di venerdì 11 maggio alle 11 all’Università degli Studi di Salerno. Ospite e Relatore dell’evento sarà Ben Casnocha, uno dei «migliori giovani imprenditori americani,» a detta di Business Week. L’incontro proseguirà alle 13.30 nell’incantevole cornice del polo espositivo della Stazione Marittima, inserito a chiusura della settimana napoletana TechWeek, nel contest Vulcanica-Mente.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Campania Ecofestival.

Campania Ecofestival. | Progetto de' | Scoop.it

La natura è uno spettacolo. In questa frase ritroviamo le due parole-chiave del Campania Ecofestival.

Natura e spettacolo si muovono ancora una volta insieme per dare forma il 9 giugno 2012 alla sesta edizione a tema che si svolgerà a Nocera Inferiore (SA). L’interesse per le tematiche ambientali, da sempre caro alle associazioni Essonamò, Leonia circolo Legambiente Campania, Elettroeco, viene rinnovato anche quest’anno con nuova linfa e nuovi obiettivi.

La seconda edizione del Campania Ecofestival, infatti, si propone di estendere la partecipazione all’Evento a tutta la Regione, ampliando così il proprio raggio d’azione.

In una fase in cui le politiche ambientali vengono usate per arrivare a scopi che non hanno nulla a che fare con la salvaguardia dell’ambiente, il Campania Ecofestival pone al centro del suo programma proprio la sensibilizzazione per l’ecosostenibilità.

Il festival vuole provare che coniugare lo spettacolo e il divertimento con la sensibilizzazione del pubblico verso questo argomento, non solo sia possibile ma che si possano raggiungere anche ottimi risultati.

Il promuovere uno stile di vita più responsabile ed ecosostenibile trova la sua cornice ideale nell’ Isola Ecologica di Fosso Imperatore, eco-area nonché consolidato sistema di gestione di ciclo e riciclo dei rifiuti a Nocera Inferiore.

In attesa che grandi musicisti contattati diano conferma di partecipazione all’evento, proseguono i preparativi per l’organizzazione e distribuzione del programma.

Tra i punti salienti, una priorità è assicurata alla campagna di sensibilizzazione circa il rispetto ambientale, da parte dei cittadini.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

ArchitetturaEcosostenibile.it -La rivoluzione architettonica è green e parte dal web

ArchitetturaEcosostenibile.it -La rivoluzione architettonica è green e parte dal web | Progetto de' | Scoop.it

Architettura Ecosostenibile è un portale nato per promuovere la bioarchitettura sul web e colmare la carenza in rete di uno spazio di aggiornamento e approfondimento sul tema.

Inizialmente era un piccolo blog, nato senza grandi ambizioni da due giovanissimi salernitani appassionati l’una all’architettura e all’ambiente, l’altro al web e alle sperimentazioni su CMS open source e all’ottimizzazione dei siti web sui motori di ricerca. Oggi, con oltre 150 mila visitatori al mese, Architettura Ecosostenibile è il più importante portale web italiano sulla sostenibilità in ambito architettonico.

Con articoli tecnico-divulgativi sulle tecnologie per la riduzione dei consumi energetici, le fonti rinnovabili, i materiali bio e gli ultimi ed innovativi progetti nel campo dell’architettura sostenibile, il portale si rivolge sia ai professionisti del settore che a semplici curiosi. La casa infatti è un luogo caro a tutti, eppure, frequentemente, quelle in cui viviamo sono abitazioni insalubri e “ammalate”, che non respirano insieme all’uomo, piuttosto ne minacciano la salute. Per questo motivo, la rivoluzione che Architettura Ecosostenibile promuove, è volta alla riscoperta dell’equilibrio perduto tra l’uomo, la propria abitazione e l’ecosistema.

In un’epoca in cui si assiste all’abbandono degli approfondimenti monografici in biblioteche polverose e si prende coscienza di una maggiore complessità del mondo del sapere e dell’informazione, dove tutto è interconnesso e vince chi si dimostra attento ad una pluralità di ambiti culturali, il mezzo scelto per attuare la rivoluzione architettonica è il web.

L’utilizzo combinato del CMS (Content Management System) Joomla! e delle tecniche della SEO (Search Engine Optimization), ha consentito da un lato di sviluppare un sito che rispetti perfettamente tutte le logiche del web contemporaneo, dall’altro di essere visibili sui motori di ricerca e permettere, anche a chi non conosce direttamente il portale, di trovare su Architettura Ecosostenibile quello che cerca, insieme ad ulteriori spunti di riflessione.

Oggi l’importanza di Architettura Ecosostenibile è riconosciuta anche dalle storiche riviste di architettura (hanno parlato di noi Casabella e The Plan); abbiamo 30 mila fan su Facebook, 6’000 utenti fidelizzati e una redazione che elabora quotidianamente articoli di approfondimento ed aggiornamento sulla bioarchitettura. Le competenze specifiche dei 30 architetti e ingegneri in redazione e la passione che ognuno di loro mette nel perorare la causa della sostenibilità ambientale, sono la forza motrice del progetto. E’ per questo che il portale, seppur giovane, sta facendo sentire forte la propria voce sul web, offrendo supporto pratico a ingegneri ed architetti, per i quali risulta un insostituibile strumento di approfondimento.

L’evidente e sbalorditiva crescita mensile del numero di visitatori ci dà ragione di credere che il mix di passione e conoscenze tecnologiche nel campo architettonico ed informatico ha funzionato. Il coinvolgimento delle persone farà sì che la rivoluzione sostenibile, dall’architettura si estenda a tutto l’ambiente urbano e alla società, migliorando la qualità della vita di tutti.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

DeRadio: non solo START-up! Incontri e confronti con gli attori delle start-up, del web, dell’innovazione e dell’audiovisivo nazionale.

DeRadio: non solo START-up! Incontri e confronti con gli attori delle start-up, del web, dell’innovazione e dell’audiovisivo nazionale. | Progetto de' | Scoop.it
Grande successo, per la sesta puntata di deRadio che si è tenuta venerdì 27 aprile, al MARTE di Cava de’ Tirreni. Protagonisti, non solo intraprendenti innovatori e startupper, ma anche grandi nomi del Web e del Cinema e dell’Audiovisivo made in Italy.

La serata, abilmente condotta da Fabiano Pagliara e Mauro Paolucci, si è aperta con "Le pillole del prof.", l’oramai consueto minuto che deRadio dedica, ogni venerdì sera, alle perle del professor Alfonso Amendola, direttore artistico della Mediateca Marte, che in occasione di START ha espresso il suo pensiero sul tema della fiducia: «Fidare, o meglio con-fidare significa sperare in qualcosa o qualcuno, recuperare qualcosa di profondamente nostro: la fiducia nel mondo in un periodo di inquetudine come quello odierno. Penso alla Ginestra di Leopardi che chiude il suo percorso sempre con un messaggio di profonda Fiducia. »....

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

La primavera dell’innovazione sociale. In Italia. | Avanzi. Sostenibilità Per Azioni.

La primavera dell’innovazione sociale. In Italia. | Avanzi. Sostenibilità Per Azioni. | Progetto de' | Scoop.it
Maggio e Giugno 2012 saranno due mesi da ricordare per chi si occupa di innovazione sociale e social entrepreneurship in Italia.

Dopo un periodo in cui questi temi erano trattati quasi esclusivamente in ambienti anche fin troppo specialistici, ora queste parole sembrano essere sulla bocca di tutti. Ed è un bene perchè finalmente si apre una discussione pubblica sul significato di fare innovazione sociale e si sdogana il fatto che attraverso l’attività di impresa si può contruibuire a generare cambiamento.
Sarà per via del forte stimolo della Commissione Europea, che a Novembre 2011 ha lanciato in pompa magna la Social Business Initiative (di cui abbiamo parlato qui) e che nel Marzo 2012 ha organizzato un expert workshop dedicato al tema “come incubare l’innovazione sociale in Europa” (a cui abbiamo partecipato), cercando di mettere attorno allo stesso tavolo chi sta maturando le prime esperienze in questo territorio di confine che spesso sta a cavallo tra profit e non profit.
Sarà che il network europeo Social Innovation Europe comincia a portare i primi risultati, collegando tra loro tanti soggetti di natura diversa che prima facevano fatica a confrontarsi. O che alcune importanti ricerche su innovazione sociale e dintorni riescono finalmente a trovare una loro diffusione presso pubblici nuovi [e qui occorre ringraziare Alex Giordano (@mantralex) per aver curato la traduzione italiana del Libro Bianco sull'Innovazione Sociale, pubblicato in Inghilterra da NESTA].
Fatto sta che anche in Italia le cose sembrano muoversi. Con un interessante mix di iniziative istituzionali e dal basso, segno che il fermento è davvero generalizzato. Dalle parole si passa a fatti concreti. O almeno questa è la speranza.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Infovisualizzazione Picerno Ceraso Lab | Infogram.it – Agenzia di Infovisualizzazione

Infovisualizzazione Picerno Ceraso Lab | Infogram.it – Agenzia di Infovisualizzazione | Progetto de' | Scoop.it

In questo articolo vi presentiamo l’infovisualizzazione del Picerno Ceraso Lab.

L’infovisualizzazione è stata presentata all’evento del Marte “Start – Cartografie del presente” dove il Picerno Ceraso Lab è stato invitato all’assegnazione del Premio START per il territorio con il progetto di recupero di un’area urbana dismessa “A civil community“.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Cartografie del presente

Cartografie del presente | Progetto de' | Scoop.it

(...) Ora più che mai è fondamentale essere professionisti dell’innovazione, ma sinceramente rispettosi dei propri sogni e dei propri ideali. È necessario, ora più che mai, essere cuori pronti a difendere la concretezza delle proprie visioni. Ancora una volta bisogna sentirsi infiammati dalle proprie passioni (e non per facile boheme d’altri tempi ma come atto necessario al vivere e a costruire nuove professionalità nel nostro caso dentro il sistema della creatività). Al di là delle frasi fatte, al di là delle proprie abitudini, al di là del proprio ruolo sociale, al di là dei propri “micropoteri”, al di là della farsa del “già tutto detto e tutto fatto”.
START. CARTOGRAFIE DEL PRESENTE è un vero e proprio laboratorio, che guardando al “novum” dei processi creativi sa rimettere in gioco antichissime visioni dell’umano troppo umano (senza temere nulla e senza dare ascolto alle ironie dei cinici o alle barbarie dei lamentosi).
START. CARTOGRAFIE DEL PRESENTE è il nostro primo passo verso il divenire “forza suprema” (lo scriviamo sorridendo, ma a ragion veduta pensando a Michel Onfray e a George Lucas). Un passo denso anche d’inevitabili inquietudini ma vero, sincero, autorevole, collettivo, dinamico, vivo, energico, progettuale e soprattuto vibrante di fiducia verso il mondo!
Alfonso Amendola

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

The third industrial revolution begins

L’articolo esalta il concetto della stampa in 3D, cioè la capacità “casalinga” di avere “una riproduzione reale di un modello 3D realizzato con un software di modellazione.Inoltre essa è considerata una forma di produzione additiva mediante cui vengono creati oggetti tridimensionali da strati di materiali successivi.” Questa tecnica è già utilizzata da centinaia di aziende per la produzione di prodotti commerciali su misura per i propri clienti. Un passaggio importante in quando questa, non trasforma solo la produzione, ma anche il modo in cui percepiamo il mercato. Non avremo più grosse aziende che producono prodotti in modo seriale ma potremmo essere noi a decidere cosa deve essere prodotto e in che modo.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

«La creatività al servizio dello sviluppo». I professionisti campani alzano la testa - +ECONOMIA

«La creatività al servizio dello sviluppo». I professionisti campani alzano la testa - +ECONOMIA | Progetto de' | Scoop.it

“L’architettura non è l’irrealizzabile, ma ciò che non è stato ancora realizzato.” Questa mattina, venerdì 27 aprile, presso il Marte di Cava de’ Tirreni si è svolta la seconda giornata della manifestazione Start - cartografie del presente. Al centro del dibattito è stato posto il tema dell’ecosostenibilità, combinata alla creatività. L’argomento è stato trattato e approfondito da giovani ed intraprendenti relatori. Ad aprire la discussione è stata il presidente dell’ordine degli Architetti di Salerno, Maria Gabriella Alfano. «Questa manifestazione nasce con l’intento di creare un momento di confronto. Già il titolo, “Start”, è molto rappresentativo. In un momento di crisi è necessario offrire, soprattutto ai giovani, nuove prospettive. Dobbiamo alzare la testa e pensare a ripartire. Oggi la strada della libera professione è molto impervia . A cinquant’anni si viene ancora considerati giovani dal punto di vista lavorativo. In passato invece già a trent’anni si poteva diventare professionisti affermati».
La dottoressa Alfano ha anche sottolineato l’importanza di queste iniziative in quanto rendono note le eccellenze presenti nel nostro paese. Ad intervenire poi è stato l’eclettico architetto Amleto Ceraso, che ha presentato il progetto “A civil community” con cui vinto un concorso indetto dall’Ance. «Il bando richiedeva un progetto finalizzato al recupero delle aree dismesse e degli edifici in disuso. Abbiamo individuato la zona dell’ex Co.Fi.Ma. e progettato di realizzare una comunità ecosostenibile fondata interamente sul riutilizzo del tabacco. Quando parlo di comunità ecosostenibile, intendo una comunità bilanciata dal punto di vista economico, sociale ed energetico».
Il tabacco è un prodotto dalle molteplici potenzialità ampliamente utilizzato nell’hinterland cavese. Ad esempio, come lo stesso architetto ha spiegato, spremendo le foglie e i semi del tabacco si produce il doppio del combustibile che si ottiene dalla soia. Quest’olio, inoltre, è più adatto e potente dell’olio di colza per produrre energia. Le radici del tabacco invece sono idonee a filtrare l’acqua piovana e a depurarla. Insomma nella lavorazione del tabacco esiste una forte possibilità di ecosostenibilità che il dottor Ceraso ha sfruttato interamente all’interno del suo progetto. Nel progetto è previsto anche un modello economico particolare, definito “civile”, che sta alla base della comunità. Questo sistema, tracciato da Filangieri e Genovesi, verte intorno al concetto di produttoria, non di sommatoria. Nella comunità da me ideata è prevista una divisione degli utili particolare: un terzo spetta al soggetto della comunità, un terzo alla comunità e un terzo al fondo necessario per costruire comunità gemelle. In base al sistema economico da me preso in considerazione, il bene del singolo va considerato in relazione a quelli delle altre persone presenti nella comunità. Al contrario il capitalismo propone una visione basata sulla sommatoria dei beni delle persone al di là del loro singolo valore».
Il progetto prevede anche la costruzione di strutture necessarie alla comunità per soddisfare le proprie esigenze e la realizzazione di housing sociale dall’accesso bucolico.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Visualizar 11: Understanding Infrastructures.

Medialab-Prado and EOI, Escuela de Organización Industrial (EOI, Business School) call for the presentation of projects and papers to be produced and presented during the Visualizar program workshop that will take place between June 14 to July 1, 2011

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Creatività e innovazione al Marte di Cava de´ Tirreni con il progetto "Start - Cartografie del presente"

Creatività e innovazione al Marte di Cava de´ Tirreni con il progetto "Start - Cartografie del presente" | Progetto de' | Scoop.it
La Mediateca Marte di Cava de’ Tirreni si conferma come ideatrice e portatrice di messaggi culturali e innovativi.
Dal 26 al 28 aprile va in scena “Start – Cartografie del presente”, un susseguirsi di appuntamenti, dibattiti, eventi che mirano a tastare il polso alla creatività della Campania.

La cultura contemporanea che si sposa con le nuove tecnologie: arte, new e vecchi media che si confrontano con il flashmob e il fervore culturale del territorio della provincia e della Regione.
Il tutto per dimostrare e confermare che la creatività può produrre vantaggi economici, che può rivelarsi ottimo strumento per fronteggiare la crisi culturale, economica, sociale che sta investendo il nostro Paese e permettere alle nuove generazioni di diventare attori protagonisti nel complicato processo di rinnovamento della società.

Molti i relatori ed i partner di respiro nazionale: da Letizia Magaldi (vicepresidente Gruppo Giovani Imprenditori – Confindustria Salerno) a Valerio Caprara (Presidente della Film Commission) e Sigfrido Caccese (direttore artistico Neapolis Festival), dal leader dei nativi digitali Jacopo Guedalo Mele ad Angelo Galietta (Amministratore GoAPP), nutrita la compagine artistica con Matilde De Feo, Alessandro De Vita, il Triennio di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, centrale il dialogo con il circuito GAI (Giovani Artisti Italiani) e la presenza di Flop tv, l’irriverente web tv di Maccio Capatonda e Daniela Borgia della Fox Factory.

Per cercare di avvicinare il territorio “de’Radio” sulle onde di Radio Cava New Generation in diretta dalla Mediateca il 26 e 27 presentano progetti di rete e di impresa che sembrano folli ma poi hanno raggiunto o stanno per raggiungere la meta.
La puntata di giovedì 26 ha visto come ospiti il giornalista Salvatore Campitiello, componente dell’ordine dei Giornalisti Nazionale, Gianluca De Martino della Rete giovani per Salerno che ha sottolineato come essere giovani sia una condizione mentale e non di età. Gli ideatori del Festival del Bacio che si terrà a S. Agata dei Goti (BN) dall’8 al 10 giugno hanno illustrato brevemente la loro iniziativa promettendo molte sorprese. Davide Scognamiglio del progetto Manovalanza ha esposto il progetto che giunto ormai alle ultime battute dovrebbe consentire un rapporto a 360 gradi per il lavoratore nei confronti dell’azienda che diventerebbe luogo di svago e di cultura, perché un lavoratore soddisfatto lavora di più e meglio.
Eugenio Canora e Emiliano Sergio del Forum dei giovani Cava de’ Tirreni hanno sottolineato come la loro associazione tenti di fare rete con le altre realtà del territorio e un esempio è dato proprio dal Cavacon Comics and Games, presentato da Manuel Lupi. Il Cavacon ormai è una realtà con i suoi 6000 ingressi dell’ultima edizione che promettono di aumentare grazie anche alla nuova location che vedrà il Marte, i giardini di S. Giovanni e la sala del teatro Comunale ospitare dal 27 al 29 luglio la manifestazione.

L’architetto cavese Amleto Picerno Ceraso che ha vinto un concorso indetto dall’ANCE in occazione della manifestazione presenterà il suo progetto “A Civil Community” che prevede la riqualificazione dell’area ex Co.Fi.Ma, progetto che propone la realizzazione di una comunità totalmente sostenibile, nel senso più pieno del termine, quindi non solo ecologicamente sostenibile ma anche socialmente, politicamente ed economicamente.
Magrina Di Mauro

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Fab Lab List. Operating and Planned - May 6, 2012

Fab Lab List. Operating and Planned - May 6, 2012 | Progetto de' | Scoop.it

Segnaliamo la lista ufficiale dei FabLabs, operativi e pianificati, in corso in tutto il mondo. Tra i Planned Fab Labs ne troviamo uno work in progress a Cava de' Tirreni (Salerno)! Cos’è un FabLab? un Fabrication Laboratory è un piccolo laboratorio dotato di una serie di macchine controllate da computer che permettono di fabbricare “quasi tutto”. Il concetto nasce da un corso dell’MIT di Boston insegnato da Neil Gershenfeld dove per anni hanno sperimentato come progettare e prototipare nuove tipologie di prodotti usando tecnologie che sembravano limitate alla produzione di massa.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

BiciZen: quando la bici diventa una filosofia di vita

BiciZen: quando la bici diventa una filosofia di vita | Progetto de' | Scoop.it
BiciZen è un’interessante progetto nato da Alfredo Bellini, da sempre amante delle pedalate e gran sostenitore delle politiche a favore della mobilità ciclabile nella sua città.

Il suo progetto non è solo l’invito all’impiego della bici nella vita di tutti giorni, evitando l’emissione di smog e dedicandosi anche all’attività fisica, ma di vivere il pedalare come una filosofia di vita:

“Essere BiciZen significa andare in bicicletta per il solo gusto di godere appieno dell’esperienza e del piacere di farlo, senza fretta, senza nessuna particolare meta da raggiungere o un particolare risultato da ottenere… un po’ come si faceva quando si era bambini.“

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

StaseraINN

StaseraINN | Progetto de' | Scoop.it

Il progetto StaseraINN mira alla creazione di un portale attraverso il quale poter conoscere tutte le migliori serate e manifestazioni ludiche e culturali presenti nella tua città. Molto spesso ragazze e ragazzi di tutte le età si ritrovano a dover improvvisare all’ultimo minuto le proprie serate: quelli che dovrebbero essere i momenti di maggior relax e divertimento rischiano di trasformarsi in una lunga serie di tediosi e vani tentativi di cogliere la serata divertente, il posto piacevole, la gente “giusta”. StaseraINN è l’alternativa alla faticosa ricerca.

StaseraINN è una grande vetrina per scegliere subito il TUO evento. Basta un click e il ventaglio delle possibilità è a tua completa disposizione.

StaseraINN si propone come un servizio per gli utenti che, con la propria partecipazione, potranno incidere direttamente sull’offerta della propria città. Sistemi di valutazione, commenti semplificati, possibilità di caricare immagini, di partecipare attivamente ai contest e alla redazione. Il nostro obiettivo è quello di creare finalmente una porta d’accesso ai protagonisti della vita cittadina, troppo spesso lasciati ai margini delle decisioni nell’organizzazione dei palinsesti delle serate. Da recettori passivi a diretti protagonisti mediante il canalizzatore di domanda che StaseraINN propone di essere.

La possibilità di conoscere il palinsesto completo delle serate organizzate sul proprio territorio permetterà una scelta più consapevole, oculata, in definitiva una scelta migliore. Ciò è reso possibile da un sistema di aggiornamenti ampio, ricco di dettagli e informazioni. La possibilità di un confronto comparativo ha una ricaduta immediata: un utente più attento e ben informato tenderà a scegliere la propria programmazione con attenzione sempre maggiore, pretendendo standard qualitativi sempre più elevati. Così saranno gli utenti stessi a premiare chi lavora con passione, incentivandoli gli altri a migliorare l’offerta e la qualità delle serate. L’aumento sperato degli standard non potrà che tornare a tutto vantaggio della stessa comunità di utenti e di produttori (chi sa se qualcuno dei nostri bottegai ha mai sentito parlare di “indotto”).

StaseraINN per i locali e gli organizzatori.

StaseraINN è sinonimo di possibilità: possibilità di mostrare le proprie eccellenze, possibilità di migliorare i propri servizi e così fidelizzare il proprio pubblico. StaseraINN ti invita a registrarti sul sito www.staserainn.it per ottenere la tua sezione dedicata. Il sistema di aggiornamenti del nostro portale consente di effettuare upload di tutto il materiale necessario per ottimizzare la propria campagna pubblicitaria. L’intero pacchetto di servizi è offerto a titolo completamente gratuito. StaseraINN agevola e incentiva questa competizione virtuosa offrendo dei servizi aggiuntivi, sempre gratuiti, attraverso i quali i gestori e titolari più dinamici e creativi potranno dare vita alle proprie capacità imprenditoriali: contest, campagne dedicate, diretta dai locali, articoli dedicati e tanti altri vantaggi.

Staserainn si presenta come un servizio innovativo: da un lato sostiene la qualità dei servizi culturali, culinari e di evasione della città, dall’altro valorizza il lavoro delle piccole e medie imprese attive sul territorio.

StaseraINN come testata giornalistica.

L’obiettivo di registrare la nostra testata consentirà una maggior valorizzazione del nostro lavoro e la contestuale possibilità di consentire un spinta sempre maggiore in termini di partecipazione da parte degli utenti più attivi che avranno così anche la possibilità di mettersi alla prova scrivendo per la nostra testa: un modo semplice per cominciare, un’altra opportunità offerta da StaseraINN che è tanto spesso negata a chi, per scrivere un articolo, deve cominciare dal pagarsi i contributi e sottostare ai soliti rituali di alcune patetiche caste locali.

Visitare il sito www.staserainn.it, attualmente attivo per Cava de’ Tirreni in versione alfa – ma in allestimento per Salerno, Nocera e Napoli - può rendere meglio di ogni altra descrizione la qualità del servizio che intendiamo rendere.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Innovation Excellence | 10 Steps to a Solid Innovation Foundation

Innovation Excellence | 10 Steps to a Solid Innovation Foundation | Progetto de' | Scoop.it
You know how sometimes when you order a product you get this inch-thick instruction manual that you never read, but also how there is sometimes a QuickStart Guide of 5-10 simple steps to get you up and running quickly?

Well, Stoking Your Innovation Bonfire is the instruction manual that an increasing number of organizations are ordering for teams to help them with their innovation efforts. But, I’m sure companies could also use an Innovation QuickStart. So, here is one you could use...

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

de’Radio e START. Un viaggio condiviso attraverso la creatività.

de’Radio e START. Un viaggio condiviso attraverso la creatività. | Progetto de' | Scoop.it
“Quanto potrebbe incidere lo sviluppo di prodotti culturali sul miglioramento della qualità della vita?”, con questa domanda de’Radio ha esordito giovedì 26 aprile, nella sua quinta, speciale puntata in occasione di START, l’evento organizzato dalla Mediateca MARTE di Cava de’ Tirreni, una tre giorni dedicata alle start-up, alla creatività e all’innovazione. E quando si parla d’innovazione, deRadio non può far a meno di accendere i suoi microfoni, sintonizzarsi sulle stesse frequenze e intraprendere il viaggio!

I conduttori della puntata radiofonica, Amleto Picerno Ceraso e Mauro Paolucci, hanno cercato di capire, insieme agli ospiti intervenuti, se e quanto effettivamente l’innovazione può contribuire ad una vita migliore, e quanto le istituzioni sono vicine a questo tipo di iniziative, contribuendo effettivamente allo sviluppo e alla realizzazione dei tanti e notevoli progetti d’innovazione offerti dal nostro territorio.

Una serata di successo, dunque, quella di giovedì scorso, che ha visto un grande consenso di pubblico e la ricca presenza di ospiti che operano attivamente sul nostro territorio, attraverso prodotti culturali ed innovativi...

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

START – Cartografie del presente. Buona la prima! [NINJA REPORT]

START – Cartografie del presente. Buona la prima! [NINJA REPORT] | Progetto de' | Scoop.it
Ha appena chiuso i battenti la prima edizione di START - Cartografie del presente che al Marte Mediateca di Cava de' Tirreni già si pensa alla seconda edizione, annunciata per ottobre.

La manifestazione, durata tre giorni, dal 26 al 28 aprile, ha visto riuniti a Cava de’ Tirreni imprenditori, artisti, docenti, operatori dei media e giovani artisti nel nome della creatività, vista come risorsa per il territorio e come strumento di crescita sia personale che socioeconomico.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Infogram ricorda Lucio Dalla – parte 1 | Infogram.it – Agenzia di Infovisualizzazione

Infogram ricorda Lucio Dalla – parte 1 | Infogram.it – Agenzia di Infovisualizzazione | Progetto de' | Scoop.it

L’agenzia ha voluto ricordare il musicista che è annoverato tra i più grandi innovatori della musica italiana.

Attraverso la grafica utilizzata da facebook per la time-line dei profili presenti nel social network, abbiamo voluto creare questa insolita biografia dedicata ai primi trent’anni di vita e di carriera dell’artista, l’infovisualizzazione riporta le esperienze, le collaborazioni, le critiche, i ricordi e la discografia di Dalla.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Un incubatore di start-up per il cibo locale: a Palo Alto nasce Local Food Lab

Un incubatore di start-up per il cibo locale: a Palo Alto nasce Local Food Lab | Progetto de' | Scoop.it

Nella baia di San Francisco nasce Local Food Lab, il primo incubatore di star-up per il cibo prodotto a livello locale e in modo sostenibile.

Nel mondo giornalmente aumenta la domanda di prodotti locali in quanto i consumatori hanno acquisito la consapevolezza sui vantaggi ambientali, economici e sociali nel fare scelte alimentari responsabili.

Le difficoltà principali nella diffusione di prodotti locali è relativa alla distribuzione della merce e le barriere d’entrata risultano ancora troppo elevate.

Il Local Food Lab cerca di risolvere questi problemi creando uno spazio di lavoro collaborativo dove poter sviluppare la propria idea imprenditoriale sul cibo locale e avere un supporto di know how per sostenere la start-up; infatti il Lab viene fuori dalla Columbia Business School’s Eugene Lang Entrepreneurship Center, una sorta di incubatore di start-up per studenti.

L’idea è quella di fornire agli imprenditori agricoli e alimentaristi strumenti per poter riprogettare, attraverso un modello collaborativo, tutta la produzione e la distribuzione dei prodotti che devono essere prodotti in territori vicini a dove verranno consumati.

Dal portale si legge che il Lab si propone «di facilitare le pratiche commerciali cooperative attraverso un’associazione di imprenditori e membri della comunità dedicati alla creazione di una alternativa socialmente più giusta e rispettosa dell’ambiente al nostro sistema alimentare tradizionale».

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

"Tutti possiamo, tutti dobbiamo!" Hiperbarrio, Tecnología para la Educación

 Una comunidad en la Loma de Medellin lleva la tecnología y los nuevos medios digitales para de los barrios, jovenes y no tan jovenes para que con su voz cuenten sus barrios, su vida y sus familias.

"Hiperbarrio es un projecto que lleva latecnología que cambia el mundo a los barrio populares de Medellin."

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Ciudad Híbrida | entrevista a José Luis de Vicente

José Luis de Vicente se dedica a desarrollar proyectos sobre innovación, cultura y tecnología. specialmente interesado en el papel de la hibridación entre tegnologías y espacios urbanos, para generar una una definición ampliada de lo que llamamos ciudad y entorno. 

"Mi definición favorita de espacio público es justamente no definirlo como un espacio sino como un estado. Definirlo como un contexto, un marco que puede ser puramente físico o virtual..." - José Luis de Vicente.

---

José Luis de Vicente si dedica a sviluppare progetti sull'innovazione, la cultura e la tecnologia. E' interessato soprattutto al tema dell'ibridazione tra le tecnologie e gli spazi urbani, per dar vita ad una definizione amplia a ciò che chiamiamo città e intorno.

"La definizione che io preferisco dare allo spazio pubblic, la più giusta,  non è denifinirlo come uno spazio, bensì come uno stato. Definirlo come un contesto, un marchio che può essere puramente fisico o virtuale..." - José Luis de Vicente.

 

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

Creating Innovators Creating Innovators »

Creating Innovators Creating Innovators » | Progetto de' | Scoop.it

When information is ubiquitous and free, and when basic education is available to billions of people worldwide, only one set of skills can ensure this generation's economic future - the capacity for innovation.

What are the skills of innovators? Why is innovation so critical to America’s future—and to the future of the planet? What must parents, teachers, mentors, and employers do to develop the capacities of many more young people to be the innovators that they want to be—and that we need them to become? What do the best schools and colleges do to teach the skills of innovation? What are some of the most forward-looking employers doing to create a culture of innovation?

Creating Innovators: The Making of Young People Who Will Change The World addresses these questions through in-depth profiles of young innovators and the adults who have made a difference in their lives, as well as vivid descriptions of innovation-driven classrooms and places of work.

More than just a book about innovation, Creating Innovators is itself innovative. Acclaimed filmmaker Robert A. Compton, has produced more than 60 original videos, embedded in the book through QR codes, that expand on key ideas through interviews with young innovators, their parents, teachers, mentors, and senior executives from some of the world’s most innovative companies.

more...
No comment yet.
Scooped by Progetto de'
Scoop.it!

“A Civil Community”. Il PicernocerasoLab presenta il concorso vinto per la riabilitazione dell’area Co.Fi.Ma. della Città di Cava de’ Tirreni

“A Civil Community”. Il PicernocerasoLab presenta il concorso vinto per la riabilitazione dell’area Co.Fi.Ma. della Città di Cava de’ Tirreni | Progetto de' | Scoop.it
Venerdì 27 aprile, alle ore 11.00, presso Mediateca MARTE di Cava de’ Tirreni, in occasione di START, l’Arch. Amleto Picerno Ceraso presenterà il progetto sulla riqualificazione ed il riutilizzo dell’area una volta occupata dalla Co.Fi.M.A., l’industria conserviera dismessa da oltre 20 anni e da allora in stato di abbandono completo.

Risultato uno dei vincitori al concorso indetto dall’Ance, sulla riqualificazione ed il riutilizzo delle aree industriali dismesse, il progetto del Picerno Caraso LAB si propone la realizzazione di una comunità totalmente sostenibile, nel senso più pieno del termine, quindi non solo ecologicamente sostenibile ma anche socialmente, politicamente ed economicamente.

L’intera zona, oggetto dello studio dell’Arch. Amleto Picerno Cercaso, ha subìto negli ultimi dieci anni un sostanziale cambiamento, trasformandosi da area industriale quale era ad area commerciale, attraverso la nascita di importanti centri di grande distribuzione, piccole attività commerciali, una banca, un albergo, tavole calde e bar.

«La naturale aspirazione urbanistica dell’area ad abbandonare la connotazione industriale, per integrarsi appieno nel tessuto urbano cavese, ha strutturato la decisione di intervenire con un progetto di social housing che comprendesse all’interno dell’area anche attività commerciali e di servizio. – afferma l’Arch. Amleto Picerno – Attraverso il concorso abbiamo colto l’opportunità di progettare un Centro di Ricerca internazionale sugli usi alternativi del tabacco, per tracciare una metodologia progettuale nuova, g-local(dal locale al globale) sostenuta da una cultura radicata nel nostro territorio, come quella della coltivazione del tabacco, fonte di lavoro per tante famiglie sul nostro territorio. ».

Ma “A Civil Community” è molto altro ancora. Il progetto infatti mira a creare, intorno al Centro di Ricerca, non solo una comunità ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibile, ma anche una comunità gemella, in un altro Paese del mondo, che possa sfruttare appieno i risultati e le conoscenze messe a disposizione dal Centro di Ricerca.

«La comunità sarebbe totalmente eco-sostenibile, sfruttando proprio alcuni degli usi alternativi del tabacco, come ad esempio l’utilizzo di piante di tabacco in impianti di fitodepurazione, la capacità di un batterio del tabacco di generare un sostanza fotovoltaica, oli combustibili ricavati dalla spremitura dei semi di tabacco, solo per citarne alcuni.» afferma l’Arch. Picerno. Una comunità civile a tutti gli effetti, insomma, che si baserebbe proprio sui principi fondanti dell’Economia Civile, per cui il principale bene di scambio all’interno della comunità sarebbe appunto il bene relazionale.

more...
No comment yet.