Politica Digitale
Follow
Find
823 views | +0 today
Scooped by Fai Come Obama
onto Politica Digitale
Scoop.it!

Coinvolgere gli attivisti online: in Italia si può?

Coinvolgere gli attivisti online: in Italia si può? | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Da quando Obama ha dato inizio alle danze, con la prima campagna elettorale online della storia, abbiamo visto parecchie novità apparire nelle campagne elettorali italiane.

 

Una delle novità più interessanti portate dall'esperienza americana è quella dell'attivismo online. Sempre più politici hanno fatto ricorso all'engagement di nuove persone attraverso la Rete. In pratica, si cerca di spingere le persone a dare un contributo attraverso il passaparola online. Quindi si chiede un "Mi Piace", un "Retweet", una condivisione o un commento.

 

Però, per suscitare parteciapzione online è indispensabile avere il software giusto. In Italia sono poche le iniziative politiche che hanno messo in piedi un software adeguato all'engagement online.

 

La prima lista elettorale ad essersi dotata di uno strumento per incrementare l'attivismo online è stata Scelta Civica di Monti (Politiche 2013). Non è avvenuto per caso, infatti Monti si è affidato ai consulenti politici di Obama, freschi della campagna del 2012.

 

Ecco due screenshot del sito di Scelta Civica: Scelta Civica 1, Scelta Civica 2.

 

Un'altra realtà che ha utilizzato un software simile è la lista di Prima Treviso per le elezioni comunali di Treviso (Amministrative 2013). Il software permette di condividere le cartoline e i video della lista. Gli utenti più attivi ricevono un punteggio ed entrano in classifica. Il premio finale è una cena con il futuro sindaco (se sarà eletto...)

 

Ecco due screenshot: Prima Treviso 1, Prima Treviso 2

 

Un'altra iniziativa politica che si è dotata di una funzione di engagement degli utenti si chiama Eutanasia Legale e fa capo all'associazione che promuove l'eutanasia in Italia. Non è strettamente politica, ma sicuramente è un ottimo esempio da cui prendere spunti.

 

Sono poche, per ora, le esperienze di questo tipo in Italia, ma stanno avendo un buon successo. Gli italiani amano stare sui social network come Facebook, Twitter e Google+. Software del genere avranno molto successo in ambito politico.

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Politica Digitale
Osservatorio sulla Politica Online - www.faicomeobama.it
Curated by Fai Come Obama
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Gli insegnamenti di Obama nella Campagna 2012

Gli insegnamenti di Obama nella Campagna 2012 | Politica Digitale | Scoop.it
La lezione di Obama è un libro che spiega approfonditamente come si sia svolta la campagna elettorale dei Democratici per le Presidenziali 2012
Fai Come Obama's insight:

Un nuovo libro pubblicato da Baldini&Castoldi (http://bit.ly/lezione-di-obama) illustra le vicende che hanno caratterizzato la campagna elettorale di Obama 2012. Ecco alcune novità che hanno caratterizzato quei caldi mesi elettorali:

 

- Microtargeting: il microtargeting è la nuova frontiera delle campagna elettorali soprattutto a causa della crescente segmentazione dell'elettorato americano e alla capacità del Web di profilare le persone

 

- Fundraising: anche in questa campagna elettorale Obama è riuscito a raccogliere più fondi del suo avversario Repubblicano grazie alle numerose piccole donazioni da 10 e 20 dollari

 

- Primarie: le primarie sono sempre di più uno spettacolo mediatico internazionale anche più appassionante delle elezioni stesse

 

- Big Data: i software in grado di incrociare i dati sono sempre più sofisticati poiché permettono di creare liste di elettori estremamente profilate e precise.


Leggi la recensione: http://www.faicomeobama.it/la-lezione-di-obama/

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Raccolta Fondi Online: come nasce in politica?

Raccolta Fondi Online: come nasce in politica? | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

La raccolta fondi online per una campagna politica non è nata con Obama, ha invece origini più remote. E' stata l'organizzazione della sinistra americana MoveOn.org (www.moveon.org) nel 1999 a sperimentare per prima questa "stramba" pratica di raccolta fondi. Nessuno immaginavara che avrebbe avuto tanto successo.

Inizialmente MoveOn.org era solo un sito web di amici, ma con il tempo è diventato un fenomeno virale. MoveOn.org contribuì a scatenare l'impeachment che condusse Bill Clinton a dimettersi.

Consapevoli del potere delle email e della newsletter che avevano costruito, i fondatori decisero di usare questa potenza di fuoco per raccogliere fondi con l'obiettivo di battere i repubblicani.

Nel 1999, grazie alla newsletter, MoveOn.org raccolse 250.000$, mentre nel corso del 2000 vennero raccolti addiruttura 2$ milioni.

Come fa ad avere tanto successo?

MoveOn.org riesce a raccogliere fondi attraverso l'uso degli "Hot Button". Le email inviate da MoveOn.org sono immaginate per generare rabbia nelle persone andando a toccare tematiche che stanno molto a cuore ai propri iscritti.

Per esempio se il candidiato repubblicano fa una dichiarazione contro le minoranze Gay, MoveOn.org organizza immediatamente una campagna per raccogliere fondi contro gli "omofobi repubblicani". E' un hot button perché approfitta della dichiarazione pubblica dell'avversario e dell'indignazione generalizzata che serpeggia tra i democratici.


A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Cos'è un Civic Hacking?

Cos'è un Civic Hacking? | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Il Civic Hacking è una specie di raduno di cittadini che si ritrovano non per protestare contro una malfunzione della burocrazia o contro un politico assenteista, ma per risolvere un problema della propria comunità.

 

In pratica, il Civic Hacking può consistere nel riunire diversi cittadini specialisti in un campo per creare una soluzione tecnologica a un problema.

 

Infatti il Civic Hacking va di pari passo con lo sviluppo degli Open Data nelle pubbliche amministrazioni. Il Civic Hacking nasce proprio dalle esigenze specifiche dei cittadini, dall'utilizzo della tecnologia e dall'intreccio dei dati delle pubbliche amministrazioni.

 

Cosa produce un Civic Hacking materialmente?

 

Può produrre qualsiasi cosa di utile, un'app utile alla società o un servizio online. Vediamo alcuni esempi di soluzione che possono essere create con una civic hacking:

 

1) Un app che segnala all'amministrazione dove sono localizzate le buche nel terreno;

 

2) Una mappa che segnala dove si verifica il maggior numero di omicidi in una città, così da aumentare i controlli di polizia e stare alla larga da quella zona.

 

3) Un servizio online che informi i cittadini sui posti letto iberi negli ospedali cittadini.

 

Il Civic Hacking è una forma innovativa per partecipare alla vita della propria comunità. E' quindi un cocktail di partecipazione cittadina, tecnologia e open data.

 

 

Per approfondimenti: http://codeforamerica.org/2013/06/07/defining-civic-hacking/

 

 

A cura di www.faicomeobama.it

 

 

more...
Cittadini Reattivi's comment, July 24, 2013 3:32 AM
Nel nostro piccolo stiamo cercando di farlo, grazie per la segnalazione!
Cittadini Reattivi's curator insight, July 24, 2013 7:12 AM

I Cittadini reattivi SONO Civic Hacking!

Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Karl Rove: la campagna elettorale di massa

Karl Rove: la campagna elettorale di massa | Politica Digitale | Scoop.it
Non fu Obama a reinventare la campagna elettorale di massa, ma furono i repubblicani. Karl Rove dopo 50 anni rivoluzionò il modo di fare campagna.
Fai Come Obama's insight:

Karl Rove è un esponente repubblicano che ha capito molto bene che le campagne elettorali non si possono vincere al centro, come si faceva da anni negli Stati Uniti.


Karl Rove è il teorico del ritorno alla base elettorale di riferimento. E' la base che permette la mobilitazione necessaria per vincere una tornata elettorale. E' la base che organizza i gazebo, è la base che fa i porta a porta, è la base che fa le donazioni.


La base elettorale del Partito Repubblicano erano gli Evangelisti che nel 2000 per il 70% non si erano recati a votare. Bush per riconquistare questa fetta di elettorato perseguì una politica fortemente conservatrice (contro matrimonio gay ecc.).


Grazie a questa politica Bush riconquistò gli evangelisti e questi lo premiarono con uno sforzo di militanza impressionante.


Nel 2004 tornando alla base il partito Repubblicano usufruì di un carburante che il Partito Democratico non aveva e questo portò Bush ad essere rieletto.


Nel 2008 gli uomini di Obama impararono da questo insegnamento e integrarono Internet a questa nuova startegia aumentandone notevolmente la portata di fuoco.



Legg tutto l'articolo: http://www.faicomeobama.it/mobilitare-i-sostenitori-in-campagna-elettorale/


more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Gotham: il font della democrazia

Gotham: il font della democrazia | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Il Gotham è il font utilizzato dalla campagna di Obama del 2008. Questo carattere, per la sua struttura particolare, dà un idea di serietà e di "missione da compiere". In pratica, il Gotham ricorda il passato glorioso della democrazia americana. 

 

Il Gotham ha sostituito l’Helvetica nella campagna di Obama, che fino ad allora era stato considerato il font elegante, semplice e serio per eccellenza. L’Helvetica era il font dei Libearali Democratici inglesi e si inserisce nella storia della democrazia occidentale subito dopo la guerra, con gli anni della ricostruzione.

 

L'Helvetica si presenta come font serio, austero e gemoetrico come era la democrazia nata dalle ceneri della guerra. Grazie alla sua semplicità e serietà l'Helvetica si espande fino a diventare il font standard per eccellenza. Per questo motivo, ancora oggi, viene usato sulle linee di bus, sui manifesti commerciali e sui cartelli stradali.

 

Anche il Gotham, come l’Helvetica, si presenta molto austero ed è tipico della simbologia democratica, fondata sui cittadini operosi e produttivi.

 

Non sono pochi gli appassionati che sostengono che il Gotham sostituirà l'Helvetica anche in ambiti differenti dalla politica.

 

In tempi di crisi economica un font di questo tipo può rivelarsi molto utile per comunicare un progetto politico affidabile. In qualche modo il Gotham è in grado di riecheggiare il valore della democrazia nata dalle ceneri della guerra. Quella stessa democrazia che vide l’espansione dell’Helvetica.

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Classifica dei leader mondiali presenti su Twitter (Report 2012)

 

 

Fai Come Obama's insight:

Inizialmente il Web era solo un luogo per ragazzini disagiati. Oggi sta diventando sempre più centrale nella vita politica e istituzionale di ogni paese. Questo report, scaricabile gratuitamente, analizza la penetrazione di Twitter nella comunicazione istituzionale dei governi. 

 

Nel 2012 il numero di governi che ha deciso di utilizzare Twitter è cresciuto in maniera esponenziale. Il 75% dei capi di Stato o di governo utilizzano Twitter.

 

In testa primeggia Barack Obama con 15 milioni di followers. Segue il defunto Hugo Chavez. E poi ci sono leader del tutto inaspettati come il leader turco, la regina di Giordania, Medvedev leader russo....

 

I governi che si affidano a Twitter sono quelli generalmente considerati più stabili, il che indica come la buona salute dello Stato permetta una maggiore disposizione delle Istituzioni a comunicare con i cittadini.

 

Viceversa i paesi politicamente più instabili guardano Twitter con sospetto.

 

Per leggere i report precedenti:

 

Report 2009: Real Leaders Tweet

Report 2010: World Leaders on Twitter: Ranking Report

Report 2011: World Leaders on Twitter: Ranking Report

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Nuovi partiti in una nuova società

Nuovi partiti in una nuova società | Politica Digitale | Scoop.it

 

E' sempre più evidente quanto i partiti tradizionali siano in crisi in questo periodo storico.

 

Ecco alcuni tratti di questa nuova fauna politica.

 

1) i nuovi partiti sono legati a dei leader carismatici = una volta morto il leader muore anche il partito. 

 

2) stanno sparendo i partiti identitari = un partito può conquistare o perdere fette importanti di elettorato in pochi anni o addirittura in qualche mese.

 

3) i simboli classici della politica perdono di valore = i colori e i simboli vengono usati da schieramenti di diverse famiglie politiche.

 

4) elettori di famiglie politiche diverse si ritrovano in medesimi progetti politici 

 

5) gli elettori pretendono dalla politica una crescente capacità manageriale e una minore capacità di indirizzo ideologico-politico

 

Quali conclusioni dovrebbe trarne un partito o un movimento politico di fronte a questa nuova realtà?

 

Vediamo alcune conseguenze:

 

1) I partiti che si ispirano ad aspetti del modello angloamericano (percepito come modello vincente) ottengono un veloce aumento dei consensi

 

2) i partiti che si dotano di personalità con competenze tecnico - scientifiche hanno presa sugli elettori

 

3) per raccogliere fondi non conviene puntare sul tesseramento legato al modello del partito identitario, ma convene puntare su campagne legate a specifici obiettivi programmatici

 

3) l'elettorato si fa pragmatico e per ottenere voti bisogna avere un programma pragmatico

 

4) comunicare in maniera efficace i propri punti programmatici diventa essenziale nella nuova arena politica

 

 

Per approfondire: http://blogs.lse.ac.uk/politicsandpolicy/archives/29460

 

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Il Crowfunding in Politica: legislazioni a confronto

Una comparazione internazionale della legislazione sul finanziamento dell'attività politica e le prospettive per il fundraising online.

A cura di ShinyNote.com e Civicom
Fai Come Obama's insight:

Il crowfunding è la pratica di raccogliere piccole somme di denaro per una causa. Questa pratica si può applicare anche alla politica. Infatti è stato proprio Obama che ha definitivamene sdoganato l'uso del crowfunding nelle sue campagne elettorali.

 

Obama nel 2012 ha raccolto circa 755$ milioni di dollari grazie soprattutto all'utilizzo di Internet. Proprio per questo il crowfunding si può definire una delle più importanti novità della politica elettorale. Ma per poter raccogliere fondi c'è bisoogno di un quadro normativo adeguato. 

 

Questo piccolo dossier di ShinyNote e Civicom realizzato da Giulia Barbieri (https://twitter.com/GiuliaScrive) mette a confronto le legislazioni di alcuni paesi occidentali (Francia, Germania, Italia e Stati Uniti).

 

Vengono confrontate le legislazioni relative al finanziamento pubblico, finanziamento privato e alla rendiconazione.

 

Molto utile anche per quei candidati politici che vogliano semplicemente sapere qual'è la normativa italiana a riguardo.

 

 

Per accedere al documento: http://bit.ly/Hq317A

 

ShinyNote: http://www.shinynote.com/

 

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Vecchia campagna VS nuova campagna

Vecchia campagna VS nuova campagna | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Il vecchio modello di campagna estremamente costosa che si basava sull’utilizzo di enormi quantità di flyer, di volantini, di manifesti e di spazi televisivi è in declino.

 

E’ stato particolarmente evidente con le elezioni del 2012, in cui Romney e i suoi PAC hanno speso enormi quantità di denaro in pubblicità senza ricorrere al contributo che potevano, invece, offrire i sostenitori.

 

Anche il Partito repubblicano ha i propri sostenitori. Lo ha dimostrato Bush durante la sua rielezione, quando migliaia di evengelisti si riversarono nelle strade per convincere gli elettori repubblicani a recarsi al voto. Eppure Romeny non ha seguito la stessa strada, ha preferito appoggiarsi al vecchio sistema delle pubblicità in Tv e alla radio.

 

Obama ha speso molte più energie per mobilitare la base democratica. Il rapporto era di uno a tre: a ogni sostenitore di Romeny corrispondevano tre sostenitori di Obama. Alla fine, la storia ha dato, per la seconda volta, ragione alla campagna elettorale di Obama.

 

Il punto è che gli elettori non danno più molta importanza agli spot elettorali, piuttosto danno attenzione alle persone reali.

 

Anche Hollande ha importato alcune delle tecniche di coinvolgimento messe in pratica da Obama. La campagna elettorale socialista in Francia ha dimostrato, per esempio, che la tecnica del porta a porta funziona molto bene anche in Europa.

 

Dopo 50 anni di sonno i partiti si sono risvegliati accorgendosi che il rapporto con gli elettori deve essere diretto, non mediato dalla Tv o dalla radio.

 

Internet aiuta questa relazione diretta perché, a differenza dei suoi predecessori (radio, tv e giornali), permette la realizzazione di messaggi personali e non standardizzati.

 

Assistsremo d'ora in avanti ad un ritorno della campagna elettorale di massa con l'ausilio del web? E' uno scenario probabile.

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Big Data: Raccogliere dati sugli elettori

Big Data: Raccogliere dati sugli elettori | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Votebuilder e GOP Data Center sono probabilmente tra gli strumenti più interessanti che si sono visti nelle ultime elezioni americane (2012). Sono due database che raccolgono tutte le informazioni degli elettori.

 

Questi database sono enormi perché incrociano i dati di migliaia di elettori per fornire dei profili precisi di ciascuno di loro. Incrociando le abitudini di voto di un sondaggio di opinione condotto da un'agenzia e le abitudini di acquisto nell'ultimo anno si possono trarre informazioni molto interessanti.


Per esempio, grazie a uno di questi database si può sapere che la maggioranza degli elettori democratici posseggono una Volvo (i repubblicani non acquistano macchine svedesi). Grazie a questa informazione il Partito Democratico può telefonare o bussare alla porta di tutti gli elettori che posseggono una Volvo con la quasi-certezza che si tratta di elettori democratici da portare al voto, senza perdere tempo con gli elettori repubblicani.

 

Votebuilder è lo strumento utilizzato dal partito Democratico, mentre GOP Data Center è lo strumento del Partito Repubblicano.

 

Ma come fanno a raccogliere tante informazioni?

 

Le informazioni vengono da fonti diverse. Vengono acquistati database da enti pubblici, da enti privati, da società di sondaggi.

 

Incrociando tutte queste fonti si può sapere che la maggioranza delle famiglie con una casa di proprietà in Ohio e che mangiano a base di carne votano repubblicani. Questa informazione è molto interessante per il partito repubblicano quando deve mettere in piedi la sua strategia di GOTV (Get out the vote) presso il suo elettorato.

 

Anche in Italia ci sono società che posseggono quantità di dati molto profiliati che possono permettersi di svolgere azioni di questo tipo.

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Big data in campagna elettorale

Big data in campagna elettorale | Politica Digitale | Scoop.it
In vista delle elezioni di mid term, i conservatori puntano a sviluppare le tecnologie di analisi delle preferenze elettorali
Fai Come Obama's insight:

Le campagne elettorali per lungo tempo (ancora oggi) sono state condotte all’insegna dell’istinto e delle intuzioni che avevano gli esperti della comunicazione o il candidato medesimo.

 

Questo tipo di campagna elettorale è fondata sull’incertezza pura. Tutto ciò che viene fatto avviene per scelte arbitrarie. Per esempio, non esistono risultati certi delle campagne di volantinaggio o del loro ritorno in termini di voti. Di questi esempi ce ne sono a migliaia.

 

Questo tipo di campagna artigianale fa parte del passato. Con Obama si è entrati in una nuova era. Infatti l’era del Web ha una caratteristica rispetto al passato: internet produce dati tracciabili. In questo modo ogni campagna sul web o fuori dal web può essere analizzata e valutata.

 

In un contesto di questo tipo la sperimentazione può diventare un’arma a disposzione di tutti gli staff elettorali, anche dei più piccoli. Sperimentare e raccogliere dati potrebbe diventare il futuro delle campagne elettorali.

 

Grazie a Internet, e ai dati che riesce a fornire, le campagne elettorali possono diventare realmente scientifiche ed efficaci. Potremmo vedere scomparire anche le più radicate abitudini elettorali, come stampare migliaia di santini e manifesti.

 

Ecco come si stanno rioganizzando i Repubblicani: vai all'articolo

 

Non ti resta che cominciare a raccogliere i dati!

 

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Coinvolgere gli attivisti online: in Italia si può?

Coinvolgere gli attivisti online: in Italia si può? | Politica Digitale | Scoop.it
Fai Come Obama's insight:

Da quando Obama ha dato inizio alle danze, con la prima campagna elettorale online della storia, abbiamo visto parecchie novità apparire nelle campagne elettorali italiane.

 

Una delle novità più interessanti portate dall'esperienza americana è quella dell'attivismo online. Sempre più politici hanno fatto ricorso all'engagement di nuove persone attraverso la Rete. In pratica, si cerca di spingere le persone a dare un contributo attraverso il passaparola online. Quindi si chiede un "Mi Piace", un "Retweet", una condivisione o un commento.

 

Però, per suscitare parteciapzione online è indispensabile avere il software giusto. In Italia sono poche le iniziative politiche che hanno messo in piedi un software adeguato all'engagement online.

 

La prima lista elettorale ad essersi dotata di uno strumento per incrementare l'attivismo online è stata Scelta Civica di Monti (Politiche 2013). Non è avvenuto per caso, infatti Monti si è affidato ai consulenti politici di Obama, freschi della campagna del 2012.

 

Ecco due screenshot del sito di Scelta Civica: Scelta Civica 1, Scelta Civica 2.

 

Un'altra realtà che ha utilizzato un software simile è la lista di Prima Treviso per le elezioni comunali di Treviso (Amministrative 2013). Il software permette di condividere le cartoline e i video della lista. Gli utenti più attivi ricevono un punteggio ed entrano in classifica. Il premio finale è una cena con il futuro sindaco (se sarà eletto...)

 

Ecco due screenshot: Prima Treviso 1, Prima Treviso 2

 

Un'altra iniziativa politica che si è dotata di una funzione di engagement degli utenti si chiama Eutanasia Legale e fa capo all'associazione che promuove l'eutanasia in Italia. Non è strettamente politica, ma sicuramente è un ottimo esempio da cui prendere spunti.

 

Sono poche, per ora, le esperienze di questo tipo in Italia, ma stanno avendo un buon successo. Gli italiani amano stare sui social network come Facebook, Twitter e Google+. Software del genere avranno molto successo in ambito politico.

 

 

A cura di  www.faicomeobama.it

 

more...
No comment yet.
Scooped by Fai Come Obama
Scoop.it!

Le migliori pratiche della Pubblica Amministrazione

Le migliori pratiche della Pubblica Amministrazione | Politica Digitale | Scoop.it
In buone mani - un progetto di formazione politica del Partito Democratico per valorizzare e diffondere le buone pratiche di governo locale nelle amministrazioni del centrosinistra, aperto al contributo diretto degli utenti, dei cittadini e delle ...
Fai Come Obama's insight:

 

 

In Buone Mani è un'iniziativa del Partito Democratico che mi ha lasciato postiviamente sorpreso. Questo progetto si occupa di raccogliere e condividere pubblicamente le migliori pratiche della Pubblica Amministrazione. In questo modo viene creata una Banca Dati che permette ad altri amministratori di imparare dalle esperienze di chi ha già attuato una determinata misura o ha realizzato un progetto.

 

Le buone pratiche si dividono in "leggi" e "prassi" e sono raccolte in due aree separate del sito. Inoltre si può scorrere lungo le categorie (scuola, sanità, politiche sociali...).

 

Inoltre è possibile (in teoria) scaricare anche un ebook con le migliori pratiche di governo.

 

Un progetto del genere si inserisce nella creazione di questa intelligenza comune messa in rete che finalmente sta vedendo una concreta realizzazione in molti ambiti.

 

Tutto sarebbe perfetto se non fosse che il progetto sembra abbandonato e il dominio è prossimo alla scadenza. Spero fortemente che il progetto non venga lasciato morire tanto facilmente e che venga ripreso in mano da qualche volenteroso giovane democratico.

 

 

Il progetto In Buone Mani: http://www.inbuonemani.org

 

 

A cura di www.faicomeobama.it

 

 

more...
No comment yet.