Percezioni
48 views | +0 today
Follow
Percezioni
...tutto ciò che è creduto esiste... A cura di Benedetta Ricci Psicologa
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Benedetta Ricci Psicologa from Mente e Psicologia
Scoop.it!

La rivincita delle cinquantenni Secondo uno studio sono più felici - Repubblica.it

La rivincita delle cinquantenni  Secondo uno studio sono più felici - Repubblica.it | Percezioni | Scoop.it
Una ricerca  su 1500 donne inglesi rivela che il 49% delle donne over 45 si dichiara più felice ora di quando aveva 20 anni.

Via Mente E Psicologia
more...
No comment yet.
Scooped by Benedetta Ricci Psicologa
Scoop.it!

Dating on line: si fa ma zitti zitti... - L'Espresso

Dating on line: si fa ma zitti zitti... - L'Espresso | Percezioni | Scoop.it
Dating on line: si fa ma zitti zitti... L'Espresso Fra i 100 intervistati per il suo libro, Slater ne racconta in particolare uno, Jacob, età fra i 30 e i 40: prima di ricorrere ai siti di incontri metteva il massimo impegno nel superare le...
more...
No comment yet.
Rescooped by Benedetta Ricci Psicologa from NotizieGay
Scoop.it!

Noi siamo infinito: un film garbato sull’adolescenza, la diversità e la libertà

Noi siamo infinito: un film garbato sull’adolescenza, la diversità e la libertà | Percezioni | Scoop.it
Keyword ricercate maggiormente:lady gaga (1)

Via Pianetagay
more...
No comment yet.
Rescooped by Benedetta Ricci Psicologa from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

E-commerce e marketing online: c'è chi ne diventa dipendente

E-commerce e marketing online: c'è chi ne diventa dipendente | Percezioni | Scoop.it

La trappola ora si nasconde anche sul web, dove le strategie di marketing aggressivo mirano a manipolare l’utente affinché clicchi e compri.


Dal bombardamento e-mail del compratore indeciso, fino ai sistemi più subdoli e a vere proprie truffe, il rischio è quello di fare acquisti anche quando non se ne ha la minima intenzione. Così alla manipolazione delle menti nel mondo reale, fatta di cartelloni, spot televisivi e product placement, ci si mette pure il bombardamento virtuale ad alimentare il nostro consumismo sfrenato.


Insomma, un tempo erano le televendite e i venditori telefonici a convincerci a comprare anche ciò di cui non hai bisogno.Ora bastano i banner e gli ads.


Con un rischio in più: «La rete ci porta a pensare meno alle conseguenze delle nostre azioni. Tutto è sublimato, rarefatto. Vale per lo shopping ma anche per il bullismo», spiega lo psicologo Luca Mazzucchelli. Ma non solo.


Leggi tutto l'articolo


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, March 26, 2013 7:02 PM

Intervista che ho rilasciato a Marta Serafini publicata sulle pagine del Corriere della Sera di oggi.

Scooped by Benedetta Ricci Psicologa
Scoop.it!

Prigionieri di paura. Stalking

Prigionieri di paura. Stalking | Percezioni | Scoop.it
Stalking. Amore estorto con il ricatto dei sensi di colpa, passione assillante, senso di possesso ed egoismo trasformano un sentimento profondo in proprietà.
Benedetta Ricci Psicologa's insight:

Per approfondire 

http://dottbenedettaricci.blogspot.it/p/occhio.html



more...
No comment yet.
Rescooped by Benedetta Ricci Psicologa from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

“Facebook? Meglio dopo i 14 anni”. Gli studenti a lezione di internet

“Facebook? Meglio dopo i 14 anni”. Gli studenti a lezione di internet | Percezioni | Scoop.it

Qual è il problema di un ragazzino che naviga in internet e partecipa ai social network? «L’onnipotenza tipica dell’adolescenza - risponde Zambrino - che gli fa trascurare, se li conosce, i rischi della Rete.


Ma spesso questi non sono nemmeno noti e gli adulti non sono in grado, a volte per ignoranza informatica, di esercitare un controllo attento».


Durante gli incontri nelle scuole qualcuno si vanta di sapere già molte cose, altri ammettono di scoprire realtà nuove e qualcuno ha anche disdetto il suo profilo su facebook: «Non vogliamo demonizzare questi strumenti ma fare in modo che vengano adoperati come tali e non diventino una sorta di altra realtà che protegge dal confronto con gli altri e crea dipendenza».


Vivere troppo su internet comporta la possibilità di non sviluppare più relazioni sociali normali, senza il filtro del video. Già adesso la comunicazione è spesso impersonale, gergale come avviene con i messaggini. Nei contatti virtuali uno spera di poter superare le sue insicurezze.


In teoria facebook sarebbe vietato ai minori di tredici anni ma tanti bambini hanno un loro profilo «mentendo» sulla data di nascita, a volte con il benestare della famiglia. Ma qual è l’età giusta per mostrarsi on line? «Mai prima delle superiori - suggerisce Zambrino - e internet sempre con adulto almeno sino a quell’età».


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
Benedetta Ricci Psicologa's insight:

A mio avviso sono due gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione quando si parla di Internet:

A) la vita virtuale non dovrebbe mai superare, in quantità e qualità, quella reale,

B) essere consapevoli che i Social Network non rappresentano "diari" attraverso cui possiamo conoscere la vera identità delle persone, ma "vetrine" in cui ognuno tende a mostrarsi per come vorrebbe apparire agli occhi degli altri.

Partendo da queste premesse è possibile instaurare un "rapporto" sano e costruttivo con la rete, anche a 14 anni.

more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, February 13, 2013 4:35 AM

Ho già avuto modo in questo video di evidenziare quelli che secondo me sono i veri rischi delle nuove tecnologie, che hanno si a che fare con il concetto di Onnipotenza bene evidenziato in questo articolo, ma di certo non si fermano a questo.


Il momento riflessivo abdica all'impulso dell'azione, e ci si rende conto spesso troppo tardi cosa si sta facendo e le sue ripercussioni.