NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE
135.6K views | +52 today
Follow
NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE
Appuntamenti, eventi, notizie ... tutto quello che può interessare chi opera nel settore della traduzione.
Your new post is loading...
Scooped by STL di Sabrina Tursi
Scoop.it!

Quando sono nati i social media? Una possibile risposta

Quando sono nati i social media? Una possibile risposta | NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE | Scoop.it

Per molti sembrerebbe di sì. In realtà le reti sociali esistono come concetto ben prima di Facebook e del web.
Una rete sociale infatti può essere una qualsiasi rete di persone che sono collegate da loro da un qualche tipo di relazione: parentela, amicizia, interessi, professione.
Con l’avvento del web 2.0 e la possibilità per gli utenti di creare, modificare e condividere contenuti, la socialità si sposta in rete, e nascono veri e propri mondi che giustificano la definizione che oggi noi tutti conosciamo. Il social network diventa un servizio online che permette di creare e mantenere una rete di relazioni. Una definizione che stabilisce una sottile ma importante differenza tra l’apparato tecnologico che supporta la rete sociale e la rete stessa.
Facebook e Twitter sono quindi social network perché sono il contesto in cui la vostra rete sociale esiste.

more...
No comment yet.
Scooped by STL di Sabrina Tursi
Scoop.it!

Terminologia etc. » » Novità di Twitter, cosa succederà alle canoe?

Terminologia etc. » » Novità di Twitter, cosa succederà alle canoe? | NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE | Scoop.it

Se usate Twitter sicuramente saprete già che ieri sono state annunciate alcune novità, sintetizzate in Twitter va oltre i 140 caratteri. 
Nelle risposte a un tweet, ciascun nome utente non sottrarrà più caratteri ai 140 consentiti. Se però si aggiungono altri utenti con una menzione, a quanto pare questi verranno invece conteggiati. Non si elimina quindi del tutto il problema delle “canoe”.
Una canoa (Twitter canoe) è una conversazione tra tre o più persone persone a cui se ne aggiungono altre. Più aumentano i partecipanti, meno sono i caratteri a disposizione per il testo, fino a quando la conversazione diventa impossibile e la canoa sovraccarica affonda.
La metafora della canoa risale al 2012 ed è stata descritta per la prima volta in The 2013 Twitter Glossary: Tabs, Hatereads, Doge, and More, già citato in Subtweet → frecciate 2.0. Altri neologismi in A proposito di Twitter.

more...
No comment yet.
Scooped by STL di Sabrina Tursi
Scoop.it!

Personal branding con Twitter: 4 punti decisivi

Personal branding con Twitter: 4 punti decisivi | NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE | Scoop.it

Il primo consiglio per fare personal branding con Twitter riguarda la sua capacità di creare relazioni. Mentre il mondo intero (o almeno quella parte di mondo che non ha capito come funziona il social web) continua a pubblicare link autoreferenziali, tu devi parlare con le persone.
Esatto, devi cercare contatti simili al tuo. Basta la ricerca di Twitter, ma se preferisci puoi usare Followerwonk per estrapolare i contatti utili di un altro account. Questo tool è spettacolare: inserisci un nome utente e ti restituisce tutte le caratteristiche dei follower. In questo modo puoi selezionare chi seguire grazie a un’analisi specifica e approfondita.

more...
No comment yet.
Scooped by STL di Sabrina Tursi
Scoop.it!

Su twitter servono contenuti, non solo una pacca sulla spalla

Su twitter servono contenuti, non solo una pacca sulla spalla | NOTIZIE DAL MONDO DELLA TRADUZIONE | Scoop.it

Non capisco chi compra i pacchetti di followers o usa i generatori di bot per aumentare la propria cerchia di seguaci, ma capisco chi utilizza app che permettono di arrivare ad interagire col maggior numero di persone anche al fine di  aumentare i followers, avere un grande seguito è l’obiettivo!!.
In giro ce ne sono svariate e sono  disponibili sia nella versione gratuita che a pagamento. Queste app ti garantiscono ogni giorno di guardare i follower di altri utenti e dopo aver scelto chi è in target seguire circa 1000 persone al giorno. Dov’è il vantaggio? Grazie al “follow back” (letteralmente segui indietro), ognuno di noi ha la possibilità di essere seguito da tutti e 1000 quegli utenti, con un aumento esponenziale dei suoi seguaci. Immaginate che potenza potrebbero avere i vostri tweet se da 100 followers passaste a 1000, 10.000 o addirittura 100.000.
(...) Fare follower è facile, estremamente facile se conosci gli strumenti adeguati. La parte difficile è mantenerli, e se li mantieni allora ci sai fare.

more...
No comment yet.