No profit e Comun...
Follow
41 views | +0 today
 
Scooped by Luisa Armenia
onto No profit e Comunicazione
Scoop.it!

Non profit: le performance delle campagne email

Qual è in media la percentuale di apertura delle email inviate delle ONP? E di click? Come cambiano open e click rate a seconda del giorno e dell’ora d’invio? Scoprilo nell’anteprima Benchmark Non Profit di ContactLab!
more...
No comment yet.

From around the web

No profit e Comunicazione
Il punto sulla comunicazione sociale in Italia, strategie, problematiche, opportunità, social media
Curated by Luisa Armenia
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

I risultati di uno studio prodotto dal Censis a giugno: di troppi dati si può morire

I risultati di uno studio prodotto dal Censis a giugno: di troppi dati si può morire | No profit e Comunicazione | Scoop.it

L’idolatria dei numeri che spiegano la realtà ha impoverito l’informazione: invece di raccontare storie che raccontano come vive il Paese, invece di inseguire i fatti e le notizie che parlano di cosa siamo diventati, si usa il dato statistico che tanto è sacro e inviolabile. Con il risultato di uniformare l’informazione e renderla sterile. Perché il dato, invece che spingere a cambiare, è l’emblema della cristallizzazione della realtà. È una fotografia bloccata, soprattutto quando è negativo, senza possibilità di cambiare. Un macigno difficile da spostare. È un po’ come lo sguardo di tanti nostri giovani, cinicamente affetto da una malattia autoimmune che uccide la speranza e che si chiama rassegnazione.

 

Allora pieghiamoli questi numeri, domiamoli, scaviamoli, mettiamoli in dialogo. E superiamoli anche, rigettando i pericoli da tirannia del dato statistico che anche nel terzo settore minaccia le menti dei dirigenti e il lavoro degli uffici di comunicazione. I numeri sono belli ed importanti, servono a raccontare i grandi processi sociali e sono anche uno sforzo di trasparenza. Ma sono strumenti per arrivare da qualche parte, non bei quadri da guardare comodamente seduti. Usiamoli meglio e condiamoli di umanità.  

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Internet in Italia 2013: sempre poco usata secondo ultime statistiche. E non c'entra copertura ADSL

Internet in Italia 2013: sempre poco usata secondo ultime statistiche. E non c'entra copertura ADSL | No profit e Comunicazione | Scoop.it

 

Ha senso parlare di Agenda Digitale nel nostro paese quando le statistiche dicono che Internet è ancora usato poco e male dagli italiani? Probabilmente no, e prima di tutto bisognerebbe lavorare sull’alfabetizzazione informatica e di internet con corsi gratuiti o incentivi e detrazioni per l’acquisto di computer e di collegamenti adsl. 

 

Se da un lato l’infrastruttura (ADSL+3G) raggiunge ormai il 95,6% della popolazione in linea con gli obiettivi dell'Agenda Digitale è pur vero che questa tecnologia viene usata solo dal 55% delle famiglie italiane, segnando anche in questo caso un record negativo rispetto al resto dei paesi europei. C’è bisogno, insomma, di lavorare ancora tanto e direttamente sui cittadini, per modificare usi e costumi un po’ datati. 

 

 

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Il troppo che stroppia - eccessi di comunicazione non strategica e "alla buona" nel no profit

Il troppo che stroppia - eccessi di comunicazione non strategica e "alla buona" nel no profit | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Troppe organizzazioni simili, piccolissime e con poche risorse a disposizione. Il Belpaese è costellato da un nonprofit che vuole fare del bene ma non sa razionalizzare. Il rischio reale è l’inefficienza. Accompagnato, il più delle volte, dall’inefficacia. E’ questione di Rete e di opportunità. E’ questione di impresa. Mappatura e piano industriale non sono parossismi. Se si vogliono fare grandi cose bisogna pensare in grande
Luisa Armenia's insight:

Un articolo di Elena Zanella sulla comunicazione nel no profit: "il troppo che stroppia" è l'uso non equilibrato e non strategico che le associazioni fanno degli strumenti di comunicazione nel Web 2.0. Non bisogna comunicare tutto, e bisogna comunicare in determinati modi, anche a seconda delle piattaforme web e social utilizzate. 

Il "troppo che stroppia" è anche il numero eccessivo di organizzazioni simili, piccole e con poche risorse a disposizione, che si fanno concorrenza a rischio della visibilità dei propri progetti e dell'attenzione di possibili finanziatori, sostenitori, volontari. 

 

 

more...
Ivano Steri's curator insight, June 5, 2013 11:37 AM

Perché spesso le organizzazioni del Terzo Settore snobbano o sottovalutano la comunicazione, fondamentale per raggiungere i propri obiettivi strategici?

Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Il Web? Sparito dai programmi

Il Web? Sparito dai programmi | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Nessuna delle liste in corsa per le elezioni ha messo tra le sue priorità la diffusione e la libertà della Rete. E dove...
more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Open, una web-radio per il sociale

Open, una web-radio per il sociale | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Il progetto si chiama "Open: Spazi aperti per il sociale". Intervista alla sua indeatrice, Giusi Palermo
more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Ahref premia i citizen journalist - bando di concorso

Ahref premia i citizen journalist - bando di concorso | No profit e Comunicazione | Scoop.it

La Fondazione Ahref di Trento lancia un concorso di citizen journalism. Il bando, aperto fino al 25 gennaio, vuole incentivare la produzione di informazione civica in rete, di qualità e disponibile per tutti. Chi avesse un’idea per un’inchiesta relativa a tematiche di attualità di rilievo nazionale caratterizzate da un forte impatto sociale e civico può cercare di farsela finanziare. In palio ci sono 3.000 euro.

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Qualcuno legge le mie email?

Qualcuno legge le mie email? | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Arriva la prima ricerca che fissa le best performance delle organizzazioni non profit che fanno email marketing.
Luisa Armenia's insight:

"Durante la settimana, l’analisi mostra che le onp preferiscono spedire di giovedì; devono però fare i conti con i volumi totali che possono provocare tassi globali di apertura più bassi. In altri termini: dalla ricerca emerge come al crescere dei volumi delle email inviate dalle onp, diminuiscano open e click rate. Quindi il consiglio è: non esagerate. Spostando l’occhio sugli utenti, l’orario migliore per leggere le email ricevute dalle proprie organizzazioni preferite risulta essere durante il pranzo oppure nel tardo pomeriggio."

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Chi snobba il volontariato - Conferenza Nazionale del Volontariato - analisi sull'investimento in comunicazione

Chi snobba il volontariato - Conferenza Nazionale del Volontariato - analisi sull'investimento in comunicazione | No profit e Comunicazione | Scoop.it

"Oggi la comunicazione è un luogo di frontiera perchè è il “luogo” in cui la gente comune sviluppa la propria idea di società e di cittadinanza. Gli strumenti per agire, anche a buon mercato, ce ne sono molti. Se intanto questi luoghi venissero popolati bene (voglio dire: se il volontariato fosse più capace di stare in mezzo alla società con un linguaggio comune e comprensibile e un chiaro messaggio di cambiamento), sicuramente al lamento per la distrazione dei media non si accompagnerebbe la frustrazione per non essere compresi.

 

O forse, addirittura, ci accorgeremmo che dell’attenzione elemosinata dei grandi media se ne potrebbe fare benissimo anche a meno."

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Comunicare efficacemente nel no profit

Comunicare efficacemente nel no profit | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Comunicare efficacemente è uno degli obiettivi da curare per un'ONP: essere poco chiari, fornire informazioni confuse e frammentate, non rispondere tempestivamente alle richieste dei donatori, non solo ostacolerebbe lo svolgimento del lavoro...
Luisa Armenia's insight:

Nell'elaborazione dei materiali di comunicazione, è fondamentale individuare i destinatari e suddividerli per target; monitorarne il comportamento, le abitudini, le preferenze; comprendere, per ciascun target, quale potrebbe essere il mezzo e il linguaggio di comunicazione più efficace.


Per sollecitare la partecipazione, è importante dare informazioni chiare, precise, sintetizzate in efficaci elenchi puntati o immagini, specificare obiettivi e benefici che si possono raggiungere insieme; coinvolgere i vari membri dell'Associazione, per capire cosa si deve comunicare e come comunicarlo al meglio. 

more...
No comment yet.
Rescooped by Luisa Armenia from Terzo settore e Welfare
Scoop.it!

Volontariato meno efficace se manca la formazione

Volontariato meno efficace se manca la formazione | No profit e Comunicazione | Scoop.it

"(...) Molti volontari non ottengono i risultati sperati perché non hanno una preparazione adeguata. Ecco allora che un’iniziativa come l’università del volontariato, da poco realizzata dal Ciessevi di Milano, può servire a colmare questa lacuna.

Il primo compito del volontariato resta quello di interpretare i bisogni emergenti della società, ma sempre più i volontari hanno anche la responsabilità di svolgere una seconda funzione, scomoda ma preziosa: stimolare i policy maker su temi urgenti. Per questo bisogna spiegare ai volontari in quale direzione stia andando il mondo, far capire le sfide della globalizzazione e fornire chiavi interpretative dell’attuale crisi. Oggi il volontario deve essere un anticipatore. Più questo nuovo ruolo sarà interpretato nella sua pienezza, più i giovani torneranno attivi."


Via Auser Liguria
more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Innovazione, cambiare modello sociale

Innovazione, cambiare modello sociale | No profit e Comunicazione | Scoop.it
La sensibilità e le competenze necessarie devono essere presenti nel prossimo parlamento in modo molto più diffuso di quanto non lo siano stati finora. Occorrerà,ad esempio, da parte delle forze politiche: favorire modalità di confronto e collaborazione, luoghi di elaborazione e progettazione per i parlamentari “innovatori”, costituendo da subito un gruppo interparlamentare; prevedere iniziative di sensibilizzazione e di formazione per rafforzare il gruppo degli “innovatori”; riconoscere come piattaforma di discussione sul tema dell’Agenda Digitale un insieme di punti strategici che consentano di impostare il confronto sulle strategie. A questo proposito può essere utile la proposta della Carta d’Intenti per l’Innovazione, promossa dagli Stati Generali dell’Innovazione, che si propone come “l’indicazione delle priorità programmatiche per le politiche dell’innovazione” sulle quali viene chiesto un impegno a sostenerle ai candidati alle elezioni. La Carta si compone di dieci priorità: dall’alfabetizzazione al modello di lavoro, dalla banda larga all’Open Innovation, dall’Open Government al modello di sviluppo. Una piattaforma come base delle politiche per l’innovazione organiche ad un progetto più ampio di cui la lotta alla corruzione, promossa da Libera, è un nodo fondamentale. Digitalizzare l’esistente è inutile. Innovare significa cambiare modello in profondità, trasformando radicalmente prassi e culture che ostacolano l’innovazione. Questa è anche la partita che si gioca nelle prossime settimane.
more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Profit e non profit: come collaborare (bene)

Profit e non profit: come collaborare (bene) | No profit e Comunicazione | Scoop.it

“Volontariato d’impresa: una guida pratica per la collaborazione tra profit e nonprofit” è il titolo di un toolkit pensato per spiegare come costruire efficaci esperienze di volontariato aziendale in cui impresa e organizzazione nonprofit possano essere ugualmente protagonisti.

 

Il documento a partire dal 22 gennaio sarà scaricabile gratuitamente dal sito www.sodalitas.it 

more...
Pagina Uno's curator insight, March 3, 2013 2:27 AM

Fare non profit nelle imprese. Una sfida.

Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Ong | Istruzioni per la buona comunicazione del non profit

Ong | Istruzioni per la buona comunicazione del non profit | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Dalla raccolta fondi ai rapporti con i media, dalle public relations alla rappresentanza politica: sono tanti gli obiettivi che il non profit può realizzare grazie a un’efficace comunicazione.
Luisa Armenia's insight:

'Se dunque le onp devono imparare a dare di sé un’immagine ‘coordinata’, attraverso un progetto che ‘metta in sistema’ gli elementi della comunicazione visiva, «va da sé che questo tipo di progetto è un intervento di grande spessore» conclude Santomartino "che prevede una visione strategica avanzata ma anche un’organizzazione di base che lo giustifichi, visti gli investimenti in termini economici (anche se oggi le nuove tecniche di comunicazione sono accessibili a costi ridotti) e di impiego delle risorse umane" '

more...
No comment yet.
Scooped by Luisa Armenia
Scoop.it!

Non profit: le performance delle campagne email

Qual è in media la percentuale di apertura delle email inviate delle ONP? E di click? Come cambiano open e click rate a seconda del giorno e dell’ora d’invio? Scoprilo nell’anteprima Benchmark Non Profit di ContactLab!
more...
No comment yet.
Rescooped by Luisa Armenia from Anziani e società
Scoop.it!

Rapporto Istat 2012: su Internet il 55% degli italiani. Mancanza di connessione e/o competenze tiene gli altri lontani.

Rapporto Istat 2012: su Internet il 55% degli italiani. Mancanza di connessione e/o competenze tiene gli altri lontani. | No profit e Comunicazione | Scoop.it
Leggi e scarica il rapporto Istat: i Cittadini e le nuove tecnologie anno 2012.

Via Auser Liguria
Luisa Armenia's insight:
"Nel 2012 resta stabile la quota di famiglie che dispone di un accesso a Internet (55,5%) e di un personal computer (59,3%), aumenta quella delle famiglie che accede al web mediante la banda larga.
Resta stabile anche il divario tecnologico tra Nord e Sud e il divario tra classi sociali.
Al Nord è del 58,1% la percentuale di famiglie che dispone di un accesso a Internet, dato che cala al 49,6% se si guarda al Sud.
 Se si guarda alla disponibilità di personal computer e connessione Internet nelle famiglie dove il capofamiglia è un imprenditore o libero professionista si registrano 17 punti percentuali a favore di queste rispetto alla famiglie in cui il capofamiglia è un operaio. (...) Motivazione, principale, per la quale le famiglie non hanno Internet a casa: il 43,3% di queste dichiara di non avere una connessione Internet perché non ha le competenze per utilizzarlo."
more...
Auser Liguria's curator insight, December 24, 2012 9:48 AM

"Nel 2012 resta stabile la quota di famiglie che dispone di un accesso a Internet (55,5%) e di un personal computer (59,3%), aumenta quella delle famiglie che accede al web mediante la banda larga.   Resta stabile anche il divario tecnologico tra Nord e Sud e il divario tra classi sociali.   Al Nord è del 58,1% la percentuale di famiglie che dispone di un accesso a Internet, dato che cala al 49,6% se si guarda al Sud.   Se si guarda alla disponibilità di personal computer e connessione Internet nelle famiglie dove il capofamiglia è un imprenditore o libero professionista si registrano 17 punti percentuali a favore di queste rispetto alla famiglie in cui il capofamiglia è un operaio. (...)

 

Motivazione, principale, per la quale le famiglie non hanno Internet a casa: il 43,3% di queste dichiara di non avere una connessione Internet perché non ha le competenze per utilizzarlo."