Med News
Follow
Find tag "web"
5.6K views | +11 today
Med News
Pillole mediche (e non solo)
Your new post is loading...
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il web in Africa

Il web in Africa | Med News | Scoop.it
UbuntuNet è un progetto congiunto fra Europa e 5 stati dell'Africa volto a supportare un'efficiente comunicazione web, nel campo dell'educazione e della ricerca, sul continente africano. Inizialmente la Comunità Europea ha finanziato l'80% del progetto, ma dal 2015 UbuntuNet sarà completamente gestito dagli stati africani. Da una parte il progetto vuole consolidare l'insegnamento sul campo dell'ingegneria informatica, dall'altra aiuterà i ricercatori africani che si occupano del miglioramento delle colture agricole, dei cambiamenti climatici e dello sviluppo di energie alternative.
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La Scienza per immagini

La Scienza per immagini | Med News | Scoop.it
Ecco i risultati del concorso annuale della National Science Foundation per raccontare La scienza attraverso le immagini http://goo.gl/Ts3mp Le votazioni pubbliche si sono svolte nelle seguenti categorie: giochi e applicazioni, video, fotografie, illustrazioni, poster e grafici.
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

L'evoluzione sul web

L'evoluzione sul web | Med News | Scoop.it

In principio - almeno per quanto riguarda il web - c'è stato "Darwin online" http://goo.gl/AGWF ma ora anche Alfred Russel Wallace (1823-1913), il naturalista co-scopritore della teoria dell'evoluzione http://goo.gl/536kb

ha un portale dedicato - "Wallace online" - dove si possono consultare le sue pubblicazioni, i manoscritti, e osservarne le illustrazioni. Visitateli entrambi: l'evoluzione è un processo lento, così come merita di essere la consultazione di queste due bellissime risorse web.

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

La Salute nel web 2.0

La Salute nel web 2.0 | Med News | Scoop.it

> Health 2.0 describes a new era for health innovation where stakeholders collaborate, patients are empowered and the production of health becomes participatory.

 

But it’s not just about social media and communities anymore: it’s also about patient-physician communication, personalized medicine, population health management, wellness, sensors/devices/unplatforms, data, analytics, system reform and more.

 

Patients now often come to their physician’s office having researched what they think is their condition. When they challenge their doctors’ knowledge and diagnosis, this usually happens in cases where there was already a lack of trust in the relationship. I believe doctors should encourage and guide this attitude, work with their patients to help them understand how the information they found may or may not apply to them.

 

Health 2.0 Europe is the premier conference dedicated to how Web 2.0 and social media are transforming healthcare systems in Europe http://goo.gl/FTP61

 


Via Christian F. Freisleben-Teutscher, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La mappa genetica del nel nostro cervello

La mappa genetica del nel nostro cervello | Med News | Scoop.it

L’espressione di circa 60 mila geni è stata mappata nelle diverse regioni anatomiche del nostro cervello e il tutto è ora liberamente consultabile attraverso un sito web dedicato http://goo.gl/2JIl

Il topolino di laboratorio è stato il primo animale per il quale è stato possibile disegnare la mappa dell’espressione genetica cerebrale. Sfida ben più difficile era quella di raccogliere gli stessi dati per il cervello umano - perché l'organo è decisamente più grande e complesso, e perché è difficile ottenere tessuto cerebrale in buone condizioni. Ora questa ricerca è stata compiuta dall'Allen Institute for Brain Science, grazie anche alla donazione dei cervelli sani di due giovani uomini, sui quali sono state condotte sofisticate analisi di tipo tissutale e genetico http://goo.gl/uDTW5

Non sono emerse significative differenze fra i due cervelli, anche perché appartenevano a due persone dello stesso sesso ed età; geni differentemente espressi sono invece emersi confrontando i dati disponibili per il topo e il macaco. Proprio queste differenze rappresentano il punto di partenza per le successive, importanti ricerche di tipo medico: molti farmaci neurologici sono infatti testati sugli animali, e quindi essere a conoscenza delle differenze funzionali fra i cervelli di queste specie diverse è fondamentale per ottimizzare l'efficacia dei farmaci stessi.

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

Medici più social per una medicina sul web

Medici più social per una medicina sul web | Med News | Scoop.it

Recent articles suggest that social media is finding a home among some doctors for creating better awareness and engagement among patients.

> “The healthcare industry is using social media to get the word out, "engage and educate" followers, and start a digital dialogue to connect and collaborate more effectively with their communities”.

More than 1,300 doctors have already registered with TwitterDoctors.net, a database of physicians who tweet. <


Via Alex Butler, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

ANSA: il nuovo canale di scienza

ANSA: il nuovo canale di scienza | Med News | Scoop.it

Scienza&Tecnica è il nuovo canale tematico del sito web dell'ANSA. Nato con il supporto del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, di enti pubblici e privati, si pone l'obiettivo di avvicinare il mondo della ricerca scientifica alla gente. Il tutto attraverso la rete, una curata selezione di materiale multimediale e una sezione, tutta dedicata ai ragazzi dagli 8 ai 15 anni. E chi più dell'astronauta Paolo Nespoli può essere prova dell'efficacia acquisita dalla comunicazione tecnico-scientifica attraverso il web? Durante la sua missione di sei mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, lui è stato il primo astronauta ad usare Twitter http://goo.gl/xS6RK

inviandoci sistematicamente le foto che scattava dallo spazio. Certamente, Scienza&Tecnica rappresenta un modo per continuare a puntare sulla ricerca, anche in tempi difficili come questi. 

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Amazing Science
Scoop.it!

International Science and Engineering Visualization Challenge - National Science Foundation

International Science and Engineering Visualization Challenge - National Science Foundation | Med News | Scoop.it

> The National Science Foundation (NSF) and the journal Science created the International Science & Engineering Visualization Challenge to celebrate the grand tradition of science visualization and to encourage its continued growth. The spirit of the competition is to communicate science, engineering and technology for education and journalistic purposes. This year's competition opened June 1.

 

Judges appointed by NSF and Science will select winners in five categories: Photography, Illustration, Posters & Graphics, Games & Apps, and Video. <


Via Dr. Stefan Gruenwald
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

La salute nel web

La salute nel web | Med News | Scoop.it

Thank you so much! @Healthgrades Great #Pinterest board!

> I pazienti sono online http://goo.gl/7XPQW : ecco come e perchè, attraverso delle infografiche <


Via Lionel Reichardt / le Pharmageek, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

Il web 2.0 per la medicina: certamente positivo ma prestando attenzione

Il web 2.0 per la medicina: certamente positivo ma prestando attenzione | Med News | Scoop.it

To really get a patient's attention, say doctors, you must start from where they are.

 

> "I feel physicians are obligated to be online," says Wendy Sue Swanson, a pediatrician at The Everett Clinic who tweets and blogs as Seattle Mama Doc. "If celebrities are going to be online, then we educated, practicing physicians had better be there, too.""I feel physicians are obligated to be online," says Wendy Sue Swanson, a pediatrician at The Everett Clinic who tweets and blogs as Seattle Mama Doc. "If celebrities are going to be online, then we educated, practicing physicians had better be there, too."

 

As with many new technologies, said Lantos, the Kansas City doctor, it's not yet clear how social media tools could - or should - be used in patient care.

"As we're using it, we're starting to figure out what it's good for, what it's bad for . . . what the risks and benefits are," he said. "We're starting to learn some lessons, but we're only starting to imagine what the possibilities should be." <


Via Philippe Marchal/Pharma Hub, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La salute cardiovascolare degli italiani

La salute cardiovascolare degli italiani | Med News | Scoop.it

Il Progetto Cuore è un'iniziativa nata nel 1998 e coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che prevede la valutazione del rischio individuale e l'individuazione di idonei percorsi prognostici e terapeutici nel campo delle malattie cardiovascolari.

Dal 2004, un Piano nazionale istruisce i medici di medicina generale all’utilizzo della carta del rischio [ http://goo.gl/BuLJ5 ], attraverso anche l'impiego di un software - scaricabile gratuitamente dai medici - per la valutazione del rischio cardiovascolare e per l’invio dei dati all’ISS. Ad oggi, oltre 4.000 medici sono stati formati, con oltre 142.000 assistiti i cui dati sono stati raccolti dall'ISS.

È ora cominciata la pubblicazione on line dei dati relativi al secondo esame della popolazione italiana, in merito alla salute cardiovascolare. Complessivamente il rischio cardiovascolare globale assoluto, fra i 40 e i 50 anni di età, è del 2,9% nelle donne e 7,7% negli uomini; il rischio aumenta con l’età, dopo i 60 anni negli uomini e dopo i 50 anni nelle donne. Questa differenza è probabilmente dovuta all’effetto protettivo degli ormoni femminili che scompare dopo la menopausa, mentre aumenta l'azione dei principali fattori di rischio cardiovascolare, quali pressione, colesterolemia, glicemia, peso.

Lo 0,4% delle donne (circa 55.000 donne di età compresa fra i 35 e i 69 anni) e l’8% degli uomini (circa 1.200.000 uomini fra i 35 e i 69 anni) hanno un rischio cardiovascolare alto; tuttavia è confortante registrare come chi ha un rischio alto, solitamente a distanza di un anno riesce a migliorare la propria condizione di rischio, a dimostrazione dell'efficacia nella corretta divulgazione delle informazioni mediche e nell'azione preventiva. In questo senso, è possibile tenere sotto controllo i livelli di rischio cardiovascolare attraverso un adeguato stile di vita, ponendo in particolare attenzione alla propria alimentazione, all’attività fisica e al fumo.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Google e la ricerca sul cancro

Google e la ricerca sul cancro | Med News | Scoop.it

Tutto parte dall'informatica pura, dalla “web analysis”, e dal PageRank di Google: quando infatti chiediamo a questo motore di ricerca di trovarci qualcosa di specifico in internet, il risultato è rappresentato da un elenco di pagine web. L'ordine di questo elenco, con all'inizio ciò che è più importante e pertinente a quanto da noi cercato, è attentamente governato da un algoritmo, detto PageRank [ http://goo.gl/rxpxH ].

L'idea di un gruppo di bioinformatici e chirurghi è stata quindi quella di utilizzare un algoritmo modificato del PageRank, per ordinare circa 20.000 proteine in base al loro ruolo nello sviluppo del tumore pancreatico. Il PageRank tiene conto di quanto e come una pagina è connessa ad altre pagine nello sterminato mondo virtuale del web; allo stesso modo l'algoritmo, appena messo a punto, considera le interazioni - sia fisiche che in termini di ruolo biologico - che si creano normalmente fra le proteine all'interno di una nostra cellula. Queste informazioni sono poi associate ai risultati che provengono dai marcatori tumorali, sono solitamente testati nel sangue nel caso si sospetti la presenza di un tumore oppure si debba valutarne nel tempo la progressione.

Il nuovo metodo bioinformatico sembra funzionare: analizzando l'espressione dei geni in 30 pazienti con tumore al pancreas, sono state individuate sette proteine che potrebbero predire l'andamento del tumore stesso e quindi indirizzare meglio le scelte terapeutiche in ogni paziente. E' ora necessario mettere a punto uno studio clinico su larga scala, per validare al meglio questo “pagerank biologico”.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

22 Aprile 2012: Giornata Mondiale della Terra

22 Aprile 2012: Giornata Mondiale della Terra | Med News | Scoop.it

* Scopo: sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della salvaguardia ambientale
* Per chi: 1 miliardo di persone, in 192 paesi
* Da seguire: il canale tematico What a Wonderful World [ http://goo.gl/Ml4Ut ]
* Per imparare: Earth Day Network [http://goo.gl/fcEW ]
* Da fare: organizzare un piccolo evento green, magari un picnic [ http://goo.gl/tOXHb ]
E ricordiamoci che la Salute dell’ambiente va di pari passo con la nostra.

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from SEEdMedicalPublishers
Scoop.it!

Ammalati ma informati, via web 2.0

Ammalati ma informati, via web 2.0 | Med News | Scoop.it

> Apps can do more than keep you company; they can give you medical advice. And as the season of coughs and sneezes settles in, an app may even help you determine what’s wrong. <


Via Alex Butler, SEEd Medical Publishing
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Sorveglianza delle sindromi influenzali: dove trovare i dati

Sorveglianza delle sindromi influenzali: dove trovare i dati | Med News | Scoop.it
In Italia InfluNet, il bollettino settimanale che raccoglie i dati sull'epidemiologia delle sindromi influenzali, è coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con il Centro Interuniversitario per la Ricerca sull’Influenza, con il contributo dei medici di base e dei pediatri. La Weekly Influenza Surveillance Overview http://goo.gl/L4MUi è invece il report prodotto dalla piattaforma TESSy (The European Surveillance System), in merito ai dati sulle malattie infettive nei 27 Paesi dell'Unione europea.  EuroFlu http://goo.gl/2EWak è il bollettino settimanale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): gli stessi dati TESSy sono integrati con quelli provenienti dai Paesi al di fuori dell'Unione europea  ma appartenenti al gruppo dell'OMS-Europa.
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Scuol@2.0 Magazine
Scoop.it!

Biodigital Human: esplora il corpo umano in 3D

Biodigital Human: esplora il corpo umano in 3D | Med News | Scoop.it

Biodigital Human è una risorsa online (in inglese) che permette di affrontare lo studio dell'anatomia utilizzando una splendida rappresentazione del corpo umano in 3D.


Via Luigi Parisi
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from #eHealthPromotion, #web2salute
Scoop.it!

Gli italiani cercano l'informazione medica

Gli italiani cercano l'informazione medica | Med News | Scoop.it

> Ecco un'indagine sulle modalità di informazione medica da parte degli italiani.

"...oggi gli italiani si definiscono in maggioranza (il 59,7%) molto o abbastanza informati sui temi sanitari".

"Utilizza Internet per ottenere informazioni sulla salute il 32,4% degli italiani".

"...l’importanza del rapporto tra il medico e il paziente nel definire il percorso clinico viene ampiamente riconosciuta dagli italiani".

 

Vedi anche La Salute Nel Web http://goo.gl/lC5Km

 


Via Giuseppe Fattori
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Le App di BergamoScienza 2012

Le App di BergamoScienza 2012 | Med News | Scoop.it

E' scaricabile l'applicazione ufficiale della X edizione del festival http://goo.gl/5jKQc

Per iPhone, iPad, Android.

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Disease mongering
Scoop.it!

Slow Medicine - Sobria, Rispettosa, Giusta

Slow Medicine - Sobria, Rispettosa, Giusta | Med News | Scoop.it

> Un sito web semplice, per un messaggio chiaro e uno scopo importante: provare a Curare bene, per Curare meglio.

"Slow Medicine è una rete di idee in movimento. È nata dall'incontro di persone che si riconoscono nella ricerca di una cura più sobria, più rispettosa, più giusta".

Qui il Manifesto http://goo.gl/3JPBv ;

<


Via Giuseppe Fattori
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Amazing Science
Scoop.it!

Proteine sul muro

Proteine sul muro | Med News | Scoop.it

How do you get to know a protein? How about from the inside out? If you ask chemistry professor James Hinton, "It’s really important that scientists as well as students are able to touch, feel, see … embrace–if you like, these proteins structures”. For decades, with funding from the National Science Foundation (NSF), Hinton has used nuclear magnetic resonance (NMR) to look at protein structure and function. But he wanted to find a way to educate and engage students about his discoveries.

 

The picture above shows an example of the interactive visualization of proteins from the Protein Data Bank (PDB), using PDB browser software on the C-Wall (virtual reality wall) at the California Institute for Telecommunications and Information Technology (Calit2) at the University of California, San Diego. The work was performed by Jürgen P. Schulze, project scientist, in collaboration with Jeff Milton, Philip Weber and Professor Philip Bourne of the University of California, San Diego. The software supports collaborative viewing of proteins at multiple sites on the Internet


Via Dr. Stefan Gruenwald
more...
Sandys VR's curator insight, March 27, 2013 3:12 PM

Heard about this before, very cool use of VR!

Luis Carlos Peña Gordillo's curator insight, November 3, 2013 10:45 PM

Realidad virtual en visualización química.

Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La Cura: open data della propria malattia sul web

La Cura: open data della propria malattia sul web | Med News | Scoop.it
Un giovane, certamente ben afferrato di informatica, ha un tumore al cervello. Vuole curarsi: ma vuole raccogliere diversi pareri, vuole condividere il suo stato di salute con i medici nel mondo. Ritira quindi la sua cartella clinica digitale, in formato chiuso e proprietario: cracca il tutto e mette sul web i dati, in formato open e accessibile. Ma il progetto va oltre la finalità, ben legittima, di tipo personale: "Il formato DICOM [quello usato dai medici del settore] è aperto, sì, ma è una condizione "particolare" di apertura: è come l'apertura delle parole con cui ti comunicano il tuo stato di salute e con cui descrivono e attuano la loro versione di "cura": non si capisce, non si riusa, non si combina con altre possibilità, è pensato per "gli addetti ai lavori", lasciando ben poco spazio alla possibilità di espressione, di socializzazione." Ora invece, "Prendete le informazioni sul mio male, se ne avete voglia, e datemi una CURA: fateci un video, un'opera d'arte, una mappa, un testo, una poesia, un gioco, oppure provate a capire come risolvere il mio problema di salute. Artisti, designer, hacker, scienziati, dottori, fotografi, videomaker, musicisti, scrittori. Tutti possono darmi una CURA." Questa è "la Cura open source". Forse una proposta molto civile, molto sociale, per un approccio alla Malattia.
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

I pazienti sono online: quindi anche i medici devono esserlo

I pazienti sono online: quindi anche i medici devono esserlo | Med News | Scoop.it

> Having been online, blogging and doing other social media, it has become increasingly clear to me that I need to be there—and that more doctors need to be there with me.

 

The main reason? Because that’s where the patients are.

 

We need more doctors and other health professionals writing good content, but getting online doesn’t necessarily mean writing. It could mean finding good websites and sharing them. It could mean commenting when we see something that we agree with—or don’t. It could mean engaging in one of the many conversations going on in social media about health.

 

"Let’s find ways to support health care professionals in giving patients what they want and need online—and in doing it well. Let’s think of the Internet as an extension of the exam room space—and a tool to help people lead healthier, better lives" (Claire McCarth).

 

"Il web 2.0 per la medicina: certamente positivo ma prestando attenzione" http://goo.gl/4vqko


Via nrip, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

L'epatite B nel web

L'epatite B nel web | Med News | Scoop.it

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che bisogna mantenere alta l'attenzione nei confronti delle persone affette in modo cronico dai virus dell'epatite B e C [ http://goo.gl/m0R8b ]. In particolare per il virus dell'epatite B (HBV), la malattia cronicizza nel 20% dei casi, evolvendo in cirrosi epatica nell’arco di 5 anni. Ecco che un comitato internazionale di medici specialisti e di associazioni di pazienti ha organizzato un percorso interattivo per divulgare le attuali conoscenze medico-scientifiche in merito all'infezione da HBV: è nato quindi il sito web “Path B”.

Si tratta di un viaggio virtuale in sei tappe, che ognuno può fare dal proprio computer di casa, per conoscere meglio l’epatite B e per aiutare i pazienti affetti da questa malattia. “Come si trasmette l'epatite B? Come interpretare gli esami clinici? Cosa comporta essere affetti da HBV? Gli altri devono sapere che sono malato di epatite? Come si cura? Funziona la terapia?” Queste sono le principali domande a cui vuole rispondere “Path B”.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

"Viverla tutta": quando la medicina si fa racconto

"Viverla tutta": quando la medicina si fa racconto | Med News | Scoop.it

Il messaggio del nuovo sito web "Viverla tutta" è chiaro: accanto alla corretta diagnosi, alle medicine, all'approccio scientifico nella cura di una malattia, deve esserci il dialogo fra il medico e il paziente.

Un dialogo che vada oltre quei diciassette secondi - la durata media del racconto di un paziente alla prima visita da un medico - come risulta da uno studio recentemente condotto in Italia. Le interviste condotte a oltre 2.000 persone dimostrano infatti come chi vive un'esperienza di malattia, sia in prima persona che come aiuto a un'altra persona, trovi fondamentale (l'86% degli intervistati) avere la possibilità di raccontare la propria esperienza: perchè attraverso la condivisione della malattia si può trovare un senso a quella sofferenza.

E' questa la "medicina narrativa" [ http://alturl.com/satfm ], dove il confine fra i tecnicismi dell'anamnesi clinica e il flusso di emozioni, tipico del raccontare una storia, appare molto sottile, ma molto benefico.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La mappa della vita nel web

La mappa della vita nel web | Med News | Scoop.it

Un viaggio attraverso la biodiversità sulla Terra, stando davanti al computer. Ecco quanto si può fare con il sito web, sviluppato da un team eterogeneo di biologi e informatici nord americani [ http://goo.gl/g4gpT ]. Con l'attuale versione è possibile ricercare i vertebrati terrestri e i pesci, in un raggio variabile fra i 50 e i 1.000 Km; i prossimi aggiornamenti riguarderanno le piante e alcuni invertebrati.

Certamente esistono già dei programmi di questo tipo, tuttavia la novità della Map of Life sta nell'estrema interattività, che dovrebbe in breve renderlo un database estremamente aggiornato, affidabile e corposo. “Mentre stavo inserendo i dati sulle specie animali da me studiate, sapevo che altri nel mondo stavano facendo lo stesso lavoro, anch'essi da soli”, ricorda Walter Jetz, biologo alla Yale University e promotore del progetto: infatti l'idea è quella di un sito in cui ogni ricercatore possa caricare in tempo reale i propri dati sulla distribuzione territoriale di una specie vivente. Al momento 150 milioni di dati osservazionali sono consultabili e, sebbene il numero di per sé possa sembrare enorme, i ricercatori sono consapevoli che il database deve crescere ulteriormente. Anche perché nel futuro, ci potrebbe essere da inserire tutta una serie di dati genetici e ambientali, che renderebbero la Map of Life sempre più degna del suo nome.

more...
No comment yet.