Med News
Follow
Find tag "terremoto"
6.3K views | +0 today
Med News
Pillole mediche (e non solo)
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Le complicanze cardiache dopo il terremoto giapponese

Le complicanze cardiache dopo il terremoto giapponese | Med News | Scoop.it

L'11 marzo 2011 c'è stato il terremoto e il conseguente catastrofico tsunami in Giappone. Un gruppo di cardiologi giapponesi ha perciò analizzato il numero e la tipologia di interventi delle ambulanze, registrati dall'11 febbraio al 30 giugno 2011 in una delle aree più colpite dal terremoto. Questi dati sono stati poi confrontati con quelli relativi agli stessi mesi, negli anni 2008-2010. E' emerso come nei mesi successivi al terremoto, ci sia stato un significativo incremento dei casi di seri eventi cardiaci, rispetto ai 3 anni precedenti il sisma. In particolare i casi di arresto cardiaco hanno presentato un picco nelle 24 ore successive al terremoto, per poi diminuire in modo piuttosto rapido; invece l'aumento dei casi di infarto e polmonite si è protratto per un periodo di oltre 6 settimane dall'evento sismico. Può sembrare forse scontato che ci siano "problemi di cuore" dopo un terremoto, e che allo stesso modo debbano aumentare i casi di tumore dopo un incidente nucleare http://goo.gl/prWPX , tuttavia questi studi rappresentano le basi per definire le migliori strategie di primo soccorso medico - in termini di tempi e modi di intervento sul territorio - in caso di grosse emergenze.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Quanti malati di tumore dopo Fukushima?

Quanti malati di tumore dopo Fukushima? | Med News | Scoop.it

Poche settimane fa sono stati presentati i risultati della commissione di scienziati giapponesi che ha indagato le modalità con le quali è stato gestito l'incidente nucleare di Fukushima [ http://alturl.com/5urtz ]. Ora due ricercatori della Stanford University hanno impiegato un modello matematico - che ha considerato i livelli di deposizione degli inquinanti radioattivi al suolo, di quanto può essere stato inalato e ingerito attraverso i cibi e le acque contaminate - per stabilire quante persone si ammaleranno di tumore nel mondo, nei prossimi 50 anni a causa di quell'incidente.

Lo studio ripercorre la successione degli eventi, dal punto di vista della dispersione degli elementi inquinanti: la maggior parte delle sostanze radioattive si è riversata da subito nel mare, tanto che dopo pochi giorni dall'incidente, oltre 11.000 litri di acqua altamente contaminata minacciava la risorsa ittica della regione. Dopo sei mesi, la radioattività era addirittura superiore a quella dell'incidente di Chernobyl. Tuttavia a un anno dal disastro, le cose sembravano un po' migliorate, soprattutto per la popolazione sulla costa: anche grazie ai venti che hanno spirato verso il mare, l’esposizione alle radiazioni è risultata piuttosto bassa.

Considerando tutto questo il modello, per i prossimi 50 anni, ha previsto 180 nuovi casi di cancro e 130 decessi nel mondo, a causa di Fukushima. Di fatto, sono dei numeri molto bassi anche se, come sottolineano gli stessi autori, è importante ricordare come questi modelli epidemiologici non possano ancora definire precisamente il rischio per la salute. Altri studi infatti sono più pessimistici, considerando l'esposizione più a lungo termine [ http://alturl.com/zzd33 ]: tenendo conto delle piogge che potrebbero avere deposto alti livelli di inquinanti radioattivi, è stato stimato un aumento dei casi di tumore nell'ordine delle migliaia di unità, anche in Europa e in Asia. E chissà come stanno nel frattempo le 14 specie di uccelli [ http://alturl.com/zi44o ] presenti a Fukushima?

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

L'inchiesta della commissione parlamentare giapponese sull'incidente di Fukushima

A poco più di un anno dall'incidente nucleare di Fukushima [ http://alturl.com/35fht ], sono stati presentati i risultati dell'indagine da parte di un'apposita commissione di scienziati giapponesi, in merito alla gestione di quel disastro.

Il messaggio che si ricava dalla lettura delle 88 pagine della relazione è chiaro: le procedure di soccorso e di gestione dell'emergenza non hanno funzionato, sia a livello governativo che da parte della stessa Tepco, l'azienda che gestiva la centrale nucleare di Fukushima. Tuttavia la malagestione risale a prima dell'incidente stesso in quanto i livelli di sicurezza della centrale, costruita decenni fa, non sono mai stati migliorati. Quindi, anche un terremoto più debole di quello che si è effettivamente verificato avrebbe potuto causare un serio incidente.

Ma paradossalmente, la cultura stessa del Giappone, ligia al dovere e poco portata a mettere in discussione quanto deciso dalle autorità, può rappresentare un rischio in situazioni di questo tipo. E' quanto emerge sempre dalla relazione che quindi non presenta solo aspetti tecnico-scientifici, ma si spinge verso una sorta di autocritica sociale. Analisi che, tutto sommato, potrebbe valere non solo per il Paese del Sol Levante.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Le farfalle di Fukushima

Le farfalle di Fukushima | Med News | Scoop.it

Una notizia molto preoccupante è stata pubblicata, durante le recenti vacanze estive, sulla rivista scientifica Nature. Dopo uno studio in merito alle conseguenze delle radiazioni di Fukushima sulla popolazione locale di uccelli [ http://goo.gl/7Qufb ], un gruppo di ricercatori giapponesi ha indagato 144 esemplari adulti di piccole farfalle azzurre (Zizeeria maha); queste farfalle erano state catturate, a partire da due mesi dopo l'incidente nucleare. 

Sono state studiate le prime generazioni "più vecchie" e poi quelle successive, i cui genitori erano adulti all'epoca dello scoppio dei reattori di Fukushima. Confrontando le alterazioni presenti in farfalle raccolte in luoghi diversi, si è visto che le zone con più alta quantità di radiazioni ambientali erano quelle che ospitavano farfalle co ali molto più piccole e occhi sviluppati in modo irregolare. In particolare, queste anomalie aumentavano passando dalle prime generazioni a quelle più giovani, suggerendo l'esistenza di alterazioni genetiche che venivano ereditate da una generazione all'altra. Questo studio è importante, soprattutto per le implicazioni che potrebbe avere per le altre specie, Uomo compreso ovviamente, che vivevano e vivono tuttora nella zona di Fukushima.
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Ancora Fukushima

Ancora Fukushima | Med News | Scoop.it

Ormai è quasi passato un anno dal terremoto e successivo maremoto avvenuto al largo della costa giapponese di Tohoku che poi, a 160 km di distanza, ha portato all'esplosione nella centrale di Fukushima, uno dei più gravi incidenti nucleari del pianeta.
Il punto è che la nota e naturale redistribuzione delle tensioni superficiali e sottostanti alla crosta terrestre, può causare nuove - probabilmente meno forti - scosse sismiche. Questo scenario è rimarcato da alcuni ricercatori del Sol levante, che registrano un significativo aumento degli eventi sismici nella zona intorno a Fukushima: ben 24.000 registrati da marzo a ottobre 2011, rispetto ai 1.300 rilevati nei nove anni precedenti.
Un altro studio guarda poi alle conseguenze dirette delle radiazioni di Fukushima sulla popolazione locale di uccelli [ http://goo.gl/wwtBQ ], incrociando i dati con quelli dell'incidente nucleare di Chernobyl. Il sisma a Fukushima è avvenuto all'inizio del periodo riproduttivo dei volatili e questo può avere contribuito alla diminuzione del numero di volatili che hanno registrato i ricercatori. Tutte le 14 specie di uccelli, presenti sia a Fukushima che Chernobyl, hanno registrato significative riduzioni, comunque più marcate nella regione giapponese rispetto a quella russa. Anche se, sul lungo periodo, possiamo oggi dire che diverse specie hanno per sempre abbandonato i cieli di Chernobyl. Cosa succederà a Fukushima?

more...
No comment yet.