Med News
7.3K views | +0 today
Follow
Med News
Pillole mediche (e non solo)
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La salute degli Italiani nel 2011

La salute degli Italiani nel 2011 | Med News | Scoop.it
Relazione sullo Stato Sanitario del Paese - RSSP 2011
Roberto Insolia's insight:
Come ogni anno, il Ministro della Salute ha presentato la Relazione sullo Stato Sanitario nazionale: il documento fa il punto sullo stato di salute della popolazione e sull’andamento delle politiche sanitarie nel nostro Paese.Le malattie dell'apparato circolatorio si confermano essere la prima causa di morte (38,2% dei decessi totali), seguite dai tumori (29,7%). In particolare tra le donne, le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte (42,1%), mentre i tumori rappresentano la seconda causa (25,2%); situazione opposta nel sesso maschile, dove la prima causa di morte è rappresentata dai tumori (34,4%), seguita dalle malattie cardiovascolari (34,1%).Si registra un costante aumento nell'incidenza del diabete, tanto che in Italia si contano ormai tre milioni di malati - il 4,9% della popolazione.Cala il consumo di sigarette, probabilmente legato anche alla situazione economica generale, ma aumenta soprattutto fra i giovani l'uso del tabacco sfuso, per prepararsi sigarette a costi decisamente inferiori; tanto che il 46% dei ragazzi tra i 13 e i 15 anni di età dichiara di avere fumato almeno una volta nella vita. Per la La Salute degli Italiani 2010 http://goo.gl/Q64pR
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Health promotion. Social marketing
Scoop.it!

Pazienti, servizio sanitario, industrie: come saranno nel futuro

Pazienti, servizio sanitario, industrie: come saranno nel futuro | Med News | Scoop.it

> The future patient is aware of the fact their personal health future is most likely to be conditioned by preventative strategies rather than treatment after the fact.

 

The future provider’s default assumption is that the patient will participate fully in all decisions that are made about their health.

 

Future pharma will be the most open, available and discoverable source of gold standard information about their own products and the disease areas they work in. <


Via Andrew Spong, Marie Ennis-O'Connor, Giuseppe Fattori
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Sorveglianza delle sindromi influenzali: dove trovare i dati

Sorveglianza delle sindromi influenzali: dove trovare i dati | Med News | Scoop.it
In Italia InfluNet, il bollettino settimanale che raccoglie i dati sull'epidemiologia delle sindromi influenzali, è coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con il Centro Interuniversitario per la Ricerca sull’Influenza, con il contributo dei medici di base e dei pediatri. La Weekly Influenza Surveillance Overview http://goo.gl/L4MUi è invece il report prodotto dalla piattaforma TESSy (The European Surveillance System), in merito ai dati sulle malattie infettive nei 27 Paesi dell'Unione europea.  EuroFlu http://goo.gl/2EWak è il bollettino settimanale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): gli stessi dati TESSy sono integrati con quelli provenienti dai Paesi al di fuori dell'Unione europea  ma appartenenti al gruppo dell'OMS-Europa.
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

Scegliere il medico giusto

Scegliere il medico giusto | Med News | Scoop.it

> Considerazioni dagli Stati Uniti, che possono valere anche nella realtà italiana.

 

Analysts predict that if the current iteration of government reform continues on its planned “phase in” schedule, there will be a significant shortage of primary care physicians by 2014.

 

Choosing a physician is a lot like choosing a spouse. The best medical care often results from a well established long term relationship. Just as in a marriage, to be most effective, the physician and patient must be able to communicate, work together to achieve common goals and (at times) engage in difficult discussions. 

 

Finding The Best Doctor For You http://goo.gl/sC38r;


Via PEAS Healthcare, Parag Vora, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il mondo in fumo

Il mondo in fumo | Med News | Scoop.it
Quasi sei milioni di persone muoiono ogni anno nel mondo per un fattore di rischio che potrebbe essere in buona parte rimosso. Sì, perché stiamo parlando del consumo di tabacco, "un'epidemia" come viene definita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità responsabile del 9% circa dei decessi nel mondo. La rivista Lancet pubblica i risultati di uno studio condotto in quattordici nazioni a reddito medio-basso, nel quale emerge che il 48% circa degli uomini e l’11% delle donne fumano. Dovunque la percentuale di donne fumatrici e mediamente più bassa rispetto a quella degli uomini, anche se nelle ultime generazioni si evidenzia un preoccupante trend nel quale donne sempre più giovani iniziano a fumare. E soprattutto, pochi smettono di fumare. Dal punto di vista economico, nei paesi a basso reddito ogni 9.100 dollari che vengono incassati con le tasse sulla vendita tabacco, solamente un dollaro viene investito per le iniziative di prevenzione e informazione sui danni del fumo.
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La salute cardiovascolare degli italiani

La salute cardiovascolare degli italiani | Med News | Scoop.it

Il Progetto Cuore è un'iniziativa nata nel 1998 e coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che prevede la valutazione del rischio individuale e l'individuazione di idonei percorsi prognostici e terapeutici nel campo delle malattie cardiovascolari.

Dal 2004, un Piano nazionale istruisce i medici di medicina generale all’utilizzo della carta del rischio [ http://goo.gl/BuLJ5 ], attraverso anche l'impiego di un software - scaricabile gratuitamente dai medici - per la valutazione del rischio cardiovascolare e per l’invio dei dati all’ISS. Ad oggi, oltre 4.000 medici sono stati formati, con oltre 142.000 assistiti i cui dati sono stati raccolti dall'ISS.

È ora cominciata la pubblicazione on line dei dati relativi al secondo esame della popolazione italiana, in merito alla salute cardiovascolare. Complessivamente il rischio cardiovascolare globale assoluto, fra i 40 e i 50 anni di età, è del 2,9% nelle donne e 7,7% negli uomini; il rischio aumenta con l’età, dopo i 60 anni negli uomini e dopo i 50 anni nelle donne. Questa differenza è probabilmente dovuta all’effetto protettivo degli ormoni femminili che scompare dopo la menopausa, mentre aumenta l'azione dei principali fattori di rischio cardiovascolare, quali pressione, colesterolemia, glicemia, peso.

Lo 0,4% delle donne (circa 55.000 donne di età compresa fra i 35 e i 69 anni) e l’8% degli uomini (circa 1.200.000 uomini fra i 35 e i 69 anni) hanno un rischio cardiovascolare alto; tuttavia è confortante registrare come chi ha un rischio alto, solitamente a distanza di un anno riesce a migliorare la propria condizione di rischio, a dimostrazione dell'efficacia nella corretta divulgazione delle informazioni mediche e nell'azione preventiva. In questo senso, è possibile tenere sotto controllo i livelli di rischio cardiovascolare attraverso un adeguato stile di vita, ponendo in particolare attenzione alla propria alimentazione, all’attività fisica e al fumo.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Spesa sanitaria del 2011: relazione dal Ministero dell'Economia e delle Finanze

Spesa sanitaria del 2011: relazione dal Ministero dell'Economia e delle Finanze | Med News | Scoop.it

Come ogni anno è arrivata la Relazione Generale sulla Situazione Economica del Paese: al suo interno viene fatta una dettagliata analisi degli andamenti finanziari degli effetti ottenuti dalle scelte politiche del Governo, in materia di lavoro, istruzione, sanità e previdenza sociale.

Per quanto riguarda la Sanità nazionale, la spesa 2011 ha di poco superato i 110.000 miliardi di euro, con un incremento dell'1,4% rispetto al 2010. Il rapporto tra spesa del sistema sanitario nazionale e prodotto interno lordo è del 7,1%, rispetto al 7,2% dell'anno precedente. Si registrano poco più di 1.900 miliardi di perdite, con andamenti differenti a seconda delle regioni: se da una parte abbiamo tre regioni (Lombardia, Friuli e Provincia di Trento) con incrementi nei costi superiori all'1,5%, dall'altra si registra una flessione superiore al 2% in Campania, Puglia e Calabria, essenzialmente legata al Piano di rientro economico.

Complessivamente, può essere considerata una dinamica di spesa nazionale piuttosto contenuta, frutto sia del blocco dei contratti sul personale e della stretta regolamentazione della spesa farmaceutica, che dall'effetto dei Piani di rientro economico, a carico delle singole regioni. Nonostante questi buoni risultati, si evidenziano ancora delle mancanze organizzative e gestionali, che di fatto rappresentano un insuccesso finaziario ed economico. Infine, nel documento ministeriale viene rimarcata l'assoluta necessità di individuare precise metodologie per la verifica e il controllo dei tempi di attesa nel percorso diagnostico e terapeutico delle patologie più complesse.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Garante Privacy: Linee guida per siti web esclusivamente dedicati alla salute

Garante Privacy: Linee guida per siti web esclusivamente dedicati alla salute | Med News | Scoop.it

CONSIDERATO che il ricorso alle potenzialità del web, con riferimento a tematiche che riguardano la salute rappresenta una realtà in costante evoluzione che coinvolge un sempre maggior numero di utenti anche medici che, tramite Internet, si scambiano informazioni e pareri e condividono esperienze scientifiche e umane...

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il punto sulla spending review

Il punto sulla spending review | Med News | Scoop.it
Nel 2012 Asl e ospedali hanno ottenuto sconti solo del 2% contro il 5% previsto dalla spending review e del 2,6% nel 2013 a fronte del taglio del 10% imposto dalla legge di stabilità. Maggiori difficoltà per le Regioni virtuose.
Roberto Insolia's insight:

"Per tutte le voci di spesa l’obiettivo del 5% di riduzione dei prezzi per il 2012 e del 10% per il 2013 si è rilevato irraggiungibile".

Questa è la sintesi di un dettagliato commento sul report appena pubblicato dalla FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) in merito ai risultati economici della spending review

http://goo.gl/L7g16

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

Ecco come le infezioni si trasmettono all'interno dell'ospedale

Ecco come le infezioni si trasmettono all'interno dell'ospedale | Med News | Scoop.it

> Researchers with the SocioPatterns group tracked interaction patterns to help understand how nosocomial illnesses spread. Nosocomial infections are infections patients and hospital staff contract while they are in the hospital.

 

Somewhat unsurprisingly, nurses proved to be the most well-connected people in the hospital. They interact frequently with each other and with every other category of person: patients, ward assistants, doctors, and care givers. <


Via Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from #eHealthPromotion, #web2salute
Scoop.it!

Gli italiani cercano l'informazione medica

Gli italiani cercano l'informazione medica | Med News | Scoop.it

> Ecco un'indagine sulle modalità di informazione medica da parte degli italiani.

"...oggi gli italiani si definiscono in maggioranza (il 59,7%) molto o abbastanza informati sui temi sanitari".

"Utilizza Internet per ottenere informazioni sulla salute il 32,4% degli italiani".

"...l’importanza del rapporto tra il medico e il paziente nel definire il percorso clinico viene ampiamente riconosciuta dagli italiani".

 

Vedi anche La Salute Nel Web http://goo.gl/lC5Km

 


Via Giuseppe Fattori
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from DOPPIA PREFERENZA
Scoop.it!

Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna: valutazione degli ospedali italiani

Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna: valutazione degli ospedali italiani | Med News | Scoop.it

> Il Programma Bollini Rosa è un programma speciale di valutazione degli ospedali, promosso da ONDa (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) e basato sul loro livello di “women friendship”.

 

48 ospedali con 3 bollini rosa; 113 ospedali con 2 bollini rosa; 63 ospedali con 1 bollino rosa http://goo.gl/2KgCf


Via ermenegilda 60 2preferenze
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

HIV e farmaci antiretrovirali: linee guida del Ministero della Salute

HIV e farmaci antiretrovirali: linee guida del Ministero della Salute | Med News | Scoop.it

Fermo restando che si debba nel futuro cercare una cura definitiva contro l'HIV [ http://goo.gl/RoQlD ], nel frattempo è importante gestire al meglio la somministrazione dei farmaci antiretrovirali, dimostratisi efficaci nel controllare la progressione della malattia.

La Commissione Nazionale per la lotta contro l’AIDS ha quindi approvato le nuove linee guida in materia di somministrazione degli antiretrovirali, rivolte sia ai medici specialisti che seguono i pazienti HIV positivi sia alle associazioni degli stessi malati.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Consumo dei farmaci in Italia nel 2011

La "Relazione Generale sulla Situazione Economica del Paese" ci ha detto che la spesa sanitaria 2011 ha di poco superato i 110.000 miliardi di euro, con un incremento dell'1,4% rispetto al 2010 [ http://alturl.com/6q5xj ]. Ora il rapporto “L’Uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2011” stima l'ammontare del mercato farmaceutico 2011 a 26,3 miliardi di euro, di cui oltre il 75% rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale.

Ogni italiano ha acquistato in farmacia circa 30 confezioni di farmaci, per una spesa media di 434 euro. I farmaci per il sistema cardiovascolare, con una spesa di oltre 5 miliardi di euro, sono stati la categoria maggiormente utilizzata, seguiti da quelli per il sistema nervoso centrale e quelli gastrointestinali.

Il rapporto evidenzia come la prescrizione di farmaci equivalenti, che nel 2002 rappresentava il 13% del numero medio di dosi di farmaco consumate giornalmente da 1000 abitanti, sia aumentata a oltre la metà delle dosi nel 2011. Circa un terzo della prescrizione è relativa a farmaci generici equivalenti, un valore comunque fra i bassi a livello internazionale.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Tumori: più della metà sono evitabili

Tumori: più della metà sono evitabili | Med News | Scoop.it

Oltre un milione e mezzo di nuovi casi di cancro sono attesi quest'anno negli Stati Uniti, e 500 mila americani moriranno a causa di una patologia tumorale entro l'anno. Ma si stima che l'insorgenza globale di più della metà dei tumori possa essere prevenuta. Questo è quanto emerge dallo studio coordinato dall'epidemiologo Graham A. Colditz della Washington University di St. Louis. E' indubbiamente una notizia che dà speranza. Tuttavia indica palesemente che qualcosa non funziona nel modo più corretto se - fin da ora - sappiamo che ci troveremo di fronte a decessi evitabili.
“Abbiamo ormai una mole di dati che ci dice quali sono le cause di molti tumori”, ci ammonisce Colditz: il fumo, l'obesità, l'inattività fisica sono dei fattori - modificabili - che influenzano il rischio di sviluppare patologie tumorali nel corso della nostra vita. Quindi, non resterebbe che agire sui nostri stili di vita.
Ma ecco che la nostra società, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo, non ha fin'ora reagito nel modo più efficace su questo fronte. Sembra che gli ostacoli principali siano: un certo scetticismo sul fatto che il cancro sia effettivamente evitabile; il volere concentrare sforzi e finanziamenti sui risultati a breve e medio termine, quando invece il “vantaggio” è sulla vita intera di ognuno di noi; ottimizzare sì le cure ma solo quando il tumore è già comparso, trascurando le strategie di prevenzione, vaccinali e non; abitudini sociali comunque difficili da modificare, soprattutto a fronte di una, non sempre ottimale, “comunicazione sanitaria”; e non ultimo, come emerge dall'esperienza ventennale di Colditz c'è lo spinoso aspetto che “se si vuole migliorare la salute, bisogna migliorare anche la politica”. Ma a questo punto, ci esorta l'epidemiologo, non abbiamo più scuse, “dobbiamo mettere in pratica tutto quanto sappiamo, per investire sul futuro della nostra salute”.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

La salute degli Italiani

La salute degli Italiani | Med News | Scoop.it

Il Ministro della Salute ha presentato la Relazione sullo Stato Sanitario del Paese 2009-2010: questo documento fa il punto periodicamente sullo stato di salute della popolazione e sull’andamento delle politiche sanitarie.
La popolazione residente in Italia ha raggiunto i 60 milioni, e il 20% ha oltre 65 anni di età. Questo è dovuto sia all’aumento dell'aspettativa di vita (78,8 anni per gli uomini e 84,1 anni per le donne), che alla progressiva riduzione della mortalità, generale e infantile.
Si conferma come certe nostre abitudini quotidiane (attività fisica, alimentazione, fumo) possano influenzare la nostra salute, laddove le malattie dell'apparato circolatorio e i tumori sono le principali cause di morbilità e mortalità. E comunque, la mortalità per malattie cardiocircolatorie si è ridotta del 63% a partire dal 1970. Il tumore più frequente (42%) tra le donne è quello della mammella, mentre quello più frequente (22%) tra gli uomini è quello alla prostata. Il 2,2% della popolazione, al quale è stato diagnosticato un tumore da più di 5 anni, è spesso libero da malattia e da trattamenti antitumorali; l’1,5% della popolazione è vivo dopo oltre 10 anni dalla diagnosi di tumore.

more...
No comment yet.