Guardando il cane negli occhi | Med News | Scoop.it

Una persona, due vasi di plastica identici, il cane, un sensore per seguire i movimenti oculari dell'animale. Tutto questo per dimostrare che il nostro richiamo verbale all'amico quadrupede certamente attira la sua attenzione; ma se prima lo fissiamo negli occhi, ecco che questo aiuta a stabilire una relazione più forte con l'animale, che interpreta meglio le nostre intenzioni.
Questo supporta l'idea che l'Uomo e il cane abbiano in comune alcune abilità sociali; infatti, commentano i ricercatori “il meccanismo cognitivo dei cani assomiglia in un certo senso a quello di un bambino, fra i sei mesi e i due anni di età”.