Med News
7.2K views | +0 today
Follow
Med News
Pillole mediche (e non solo)
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Roberto Insolia from Health promotion. Social marketing
Scoop.it!

Pazienti, servizio sanitario, industrie: come saranno nel futuro

Pazienti, servizio sanitario, industrie: come saranno nel futuro | Med News | Scoop.it

> The future patient is aware of the fact their personal health future is most likely to be conditioned by preventative strategies rather than treatment after the fact.

 

The future provider’s default assumption is that the patient will participate fully in all decisions that are made about their health.

 

Future pharma will be the most open, available and discoverable source of gold standard information about their own products and the disease areas they work in. <


Via Andrew Spong, Marie Ennis-O'Connor, Giuseppe Fattori
more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Health and Biomedical Informatics
Scoop.it!

Quando la genomica è business

Quando la genomica è business | Med News | Scoop.it
Is there room for 90 providers of genomics software? The market won't support such a high number of companies eventually, but will for now.

 

> In the context of the complexity of the data, and the varied needs of individual researcher, this is a reasonable business opportunity: to specialize in the data analysis segment of the next-generation sequencing market. <


Via fjms
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Spesa sanitaria del 2011: relazione dal Ministero dell'Economia e delle Finanze

Spesa sanitaria del 2011: relazione dal Ministero dell'Economia e delle Finanze | Med News | Scoop.it

Come ogni anno è arrivata la Relazione Generale sulla Situazione Economica del Paese: al suo interno viene fatta una dettagliata analisi degli andamenti finanziari degli effetti ottenuti dalle scelte politiche del Governo, in materia di lavoro, istruzione, sanità e previdenza sociale.

Per quanto riguarda la Sanità nazionale, la spesa 2011 ha di poco superato i 110.000 miliardi di euro, con un incremento dell'1,4% rispetto al 2010. Il rapporto tra spesa del sistema sanitario nazionale e prodotto interno lordo è del 7,1%, rispetto al 7,2% dell'anno precedente. Si registrano poco più di 1.900 miliardi di perdite, con andamenti differenti a seconda delle regioni: se da una parte abbiamo tre regioni (Lombardia, Friuli e Provincia di Trento) con incrementi nei costi superiori all'1,5%, dall'altra si registra una flessione superiore al 2% in Campania, Puglia e Calabria, essenzialmente legata al Piano di rientro economico.

Complessivamente, può essere considerata una dinamica di spesa nazionale piuttosto contenuta, frutto sia del blocco dei contratti sul personale e della stretta regolamentazione della spesa farmaceutica, che dall'effetto dei Piani di rientro economico, a carico delle singole regioni. Nonostante questi buoni risultati, si evidenziano ancora delle mancanze organizzative e gestionali, che di fatto rappresentano un insuccesso finaziario ed economico. Infine, nel documento ministeriale viene rimarcata l'assoluta necessità di individuare precise metodologie per la verifica e il controllo dei tempi di attesa nel percorso diagnostico e terapeutico delle patologie più complesse.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Una checklist per la gestione del paziente cardiopatico

Una checklist per la gestione del paziente cardiopatico | Med News | Scoop.it

Predire un evento cardiaco acuto, quale l'infarto, è ovviamente importante [ http://goo.gl/3qPkM ]; ma anche gestire al meglio nel corso del tempo il paziente cardiopatico, sia dal punto di vista strettamente sanitario che di impatto socio-economico, è altrettanto rilevante. L'insufficienza cardiaca, cioè l'incapacità da parte del muscolo cardiaco di pompare la giusta quantità di sangue in tutto il corpo, rappresenta la complicanza più importante di qualunque patologia del cuore: è quindi la tipica patologia cronica che deve essere curata al meglio e che può rappresentare un'enorme spesa per la sanità pubblica.
Al recente congresso dell'American College of Cardiology è stato quindi presentato uno studio relativo a una checklist per il paziente cardiopatico, costituita da 27 punti che spaziano dai dosaggi della terapia farmacologica allo stile di vita quotidiano. Attraverso la verifica da parte del personale sanitario di questa lista, nel momento della dimissione del paziente, è stato dimostrato che è possibile ridurre le complicanze cardiache e i relativi ricoveri nell'arco dei successivi sei mesi, abbassando quindi la spesa sanitaria per la cura dell'insufficienza cardiaca. In questo modo i medici riescono a controllare in modo più mirato gli effetti dei farmaci e i pazienti si ricordano meglio quando assumerli, quando misurare la pressione, cosa sia meglio mangiare.
Al momento la checklist è in fase sperimentale ma gli autori dello studio intendono continuare a dimostrane l'efficacia, al fine di renderla routinaria per la gestione clinica dei pazienti cardiopatici, essendo anche il suo impiego a costo zero.

more...
No comment yet.
Rescooped by Roberto Insolia from Websalute, e-santé, e-health, #hcsmeuit
Scoop.it!

Scegliere il medico giusto

Scegliere il medico giusto | Med News | Scoop.it

> Considerazioni dagli Stati Uniti, che possono valere anche nella realtà italiana.

 

Analysts predict that if the current iteration of government reform continues on its planned “phase in” schedule, there will be a significant shortage of primary care physicians by 2014.

 

Choosing a physician is a lot like choosing a spouse. The best medical care often results from a well established long term relationship. Just as in a marriage, to be most effective, the physician and patient must be able to communicate, work together to achieve common goals and (at times) engage in difficult discussions. 

 

Finding The Best Doctor For You http://goo.gl/sC38r;


Via PEAS Healthcare, Parag Vora, Giovanna Marsico
more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Consumo dei farmaci in Italia nel 2011

La "Relazione Generale sulla Situazione Economica del Paese" ci ha detto che la spesa sanitaria 2011 ha di poco superato i 110.000 miliardi di euro, con un incremento dell'1,4% rispetto al 2010 [ http://alturl.com/6q5xj ]. Ora il rapporto “L’Uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2011” stima l'ammontare del mercato farmaceutico 2011 a 26,3 miliardi di euro, di cui oltre il 75% rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale.

Ogni italiano ha acquistato in farmacia circa 30 confezioni di farmaci, per una spesa media di 434 euro. I farmaci per il sistema cardiovascolare, con una spesa di oltre 5 miliardi di euro, sono stati la categoria maggiormente utilizzata, seguiti da quelli per il sistema nervoso centrale e quelli gastrointestinali.

Il rapporto evidenzia come la prescrizione di farmaci equivalenti, che nel 2002 rappresentava il 13% del numero medio di dosi di farmaco consumate giornalmente da 1000 abitanti, sia aumentata a oltre la metà delle dosi nel 2011. Circa un terzo della prescrizione è relativa a farmaci generici equivalenti, un valore comunque fra i bassi a livello internazionale.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

L'analisi della spesa sanitaria per decidere cosa fare

L'analisi della spesa sanitaria per decidere cosa fare | Med News | Scoop.it

La spesa sanitaria è cresciuta e continua a crescere, vertiginosamente. Almeno per quanto riguarda i paese più sviluppati, questa è cosa ormai nota. Ma ne vale la pena? Le spese sono comunque proporzionali ai servizi offerti? Per rispondere a questa domanda, è stata condotta un'analisi dei costi e dei tassi di mortalità nei pazienti ricoverati presso il Massachusetts General Hospital di Boston [ http://alturl.com/7unax ], a partire dal 1821.

Attraverso l'analisi dell'attività dell'ospedale americano che riceve i più ingenti finanziamenti annuali per l'attività di ricerca, è emerso come nell'Ottocento in realtà non ci sia stato un grande aumento dei costi; in realtà, questo è avvenuto in modo massiccio solo a partire dal Novecento. Ma i risultati ci sono stati, con un significativo abbassamento dei tassi di mortalità dei pazienti ricoverati. Le spese sanitarie sono andate aumentando anche nell'ultima decina di anni, senza però riuscire a incidere ulteriormente sui successi delle cure mediche. Insomma, si spende sempre più, senza tuttavia morire di meno.

Sebbene il Massachusetts General Hospital sia comunque un caso particolare per la sua spiccata attività di ricerca medica, gli autori dello studio ritengono che queste analisi possano ricalcare la situazione anche della maggioranza degli altri ospedali. Il punto ora è capire se si può migliorare ulteriormente la sopravvivenza dei pazienti oppure - forse con un approccio più conservativo - adottare oculate, ma sempre efficienti, strategie assistenzialistiche, per ottimizzare la gestione clinica dei malati.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il sequenziamento del tumore per migliorare le terapie

Il sequenziamento del tumore per migliorare le terapie | Med News | Scoop.it

Tanto è importante individuare precocemente un tumore quanto è trovarne i suoi punti deboli, per ottimizzare le terapie.
Attraverso le nuove tecnologie di sequenziamento del tessuto tumorale è possibile indagare le regioni codificanti (geni) del DNA, alla ricerca non solo delle singole mutazioni ma di specifici background genetici, in grado di conferire particolari caratteristiche (spiccata aggressività, resistenza a qualche farmaco) al tumore. Lo studio partito dal tessuto tumorale prostatico, cresciuto nel modello animale, è poi stato trasferito a due pazienti, rispettivamente con melanoma e tumore al colon. Oltre 20.000 geni sono stati sequenziati, partendo sia dal tessuto tumorale che da quello sano: è stato quindi possibili individuare specifiche alterazioni nel DNA, associate alle crescita tumorale.
Con un occhio ai costi, ai tempi di analisi e al reale impatto terapeutico, si pensa che entro 5-10 anni questo approccio possa essere applicabile al letto dei pazienti.

more...
No comment yet.