Med News
Follow
Find tag "colesterolo"
6.6K views | +3 today
Med News
Pillole mediche (e non solo)
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il colesterolo HDL: è proprio “buono”?

Il colesterolo HDL: è proprio “buono”? | Med News | Scoop.it

E' stato certamente identificato l'enzima che lascia libero il colesterolo “cattivo” LDL di circolare nel sangue, con potenziali effetti negativi per la salute [ http://goo.gl/mHZH1 ]. Ma ora, da una ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista medica The Lancet, sembra che la sua controparte – il colesterolo HDL – in fondo non sia poi così “buono”.

Secondo il team di ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston, al quale ha aderito anche un gruppo italiano, il colesterolo HDL - contrariamente a quanto fino a ora pensato - non riduce significativamente il rischio cardiovascolare. Dopo avere indagato in circa 120.000 persone alcune sequenze di DNA, legate al metabolismo delle HDL, è emerso infatti che specifiche varianti genetiche pur associandosi a maggiori livelli plasmatici di colesterolo “buono” HDL, di fatto non riducono il rischio di infarto. Quindi, alcuni di noi possono essere geneticamente fortunati avendo tanto HDL nel sangue, senza però essere più protetti dall’infarto, rispetto ad altre persone.

E' certamente un duro colpo, anche sul versante farmaceutico nel quale c'è un grosso investimento per lo sviluppo di farmaci in grado di alzare i livelli di HDL, con il presunto scopo della prevenzione cardiovascolare. Ciò non toglie comunque che il colesterolo totale rimanga strettamente legato al rischio cardiovascolare: infatti livelli elevati di colesterolo LDL si associano a problemi cardiaci e circolatori.

more...
emmecola's comment, May 24, 2012 3:28 AM
Questo studio non mi convince. Se leggo bene, gli autori non hanno misurato il colesterolo HDL, ma hanno considerato solo le varianti genetiche che a loro volta influiscono sul colesterolo HDL. Se non faccio questa misurazione non posso dire nulla sugli effetti del colesterolo. Inoltre, hanno considerato l'alimentazione e lo stile di vita di queste persone?
Roberto Insolia's comment, May 24, 2012 4:02 PM
@emmecola:
Lo studio è strettamente di epidemiologia genetica: essenzialmente, hanno usato un modello statistico ampiamente validato (randomizzazione mendeliana), che prevede proprio l'impiego del dato genetico come punto di partenza per l'analisi. Nel caso fossi interessato, prova a vedere http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(05)67767-7/fulltext
Inizialmente viene testata una variante genetica comune nel gene LIPG, già dimostrata associarsi con i livelli di HDL, per settare l'analisi. Successivamente, vengono indagati altri 14 polimorfismi, precedentemente correlati ai livelli di HDL. Al limite, si potrebbe avere qualche riserva sulla frequenza (piuttosto bassa nella popolazione generale) del polimorfismo di LIPG; tuttavia i numeri dello studio (circa 21.000 casi e 95.000 controlli) appaiono adeguati per l'analisi statistica.
No, non hanno considerato l'alimentazione: in quel caso la randomizzazione mendeliana non sarebbe stata più idonea. Tuttavia, per raggiungere quel numero di casi e di controlli hanno considerato studi diversi, per i quali il dato “alimentazione” - se fosse stato presente – poteva comunque essere stato raccolto in modo non omogeneo.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il rischio di aterosclerosi nel sangue

Il rischio di aterosclerosi nel sangue | Med News | Scoop.it

L’aterosclerosi: una malattia infiammatoria cronica delle nostre arterie legata ad alcuni fattori di rischio quali ipercolesterolemia, fumo, ipertensione, obesità. L’aterosclerosi è una delle principali cause di morte al mondo. Tuttavia può svilupparsi progressivamente nel nostro organismo, senza dare particolari sintomi, fino alla comparsa di serie patologie cardiovascolari, fra cui l’infarto.
Grossi progressi si stanno facendo nell’individuare, attraverso un prelievo di sangue, dei marcatori di questo rischio cardiovascolare. Ora il profilo di 56 geni diversi, principalmente coinvolti nei processi infiammatori e nel metabolismo dei lipidi e carboidrati, è in grado di distinguere i soggetti con una storia familiare di colesterolo alto, quindi con un più alto rischio cardiovascolare, dai controlli sani. Un primo passo per avere dei test ematici che definiscano il rischio di sviluppare aterosclerosi, in soggetti ancora asintomatici.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Il cioccolato fa bene alla linea

Il cioccolato fa bene alla linea | Med News | Scoop.it

L'indice di massa corporea (BMI) è un dato numerico che tiene conto del peso e dell'altezza di ogni soggetto: consente di stabilire il peso forma per ognuno di noi e si avvicina quindi al concetto comune di “buona linea”. Alcuni tipi di cioccolato, sebbene questo sia un alimento altamente calorico, sono noti per avere effetti benefici sulla salute - per esempio sulla pressione sanguigna e sul colesterolo - tanto quanto tuttavia se ne può diventare dipendenti.
Ora viene pubblicato uno studio secondo il quale mangiare cioccolato fa bene al nostro indice di massa corporea. Oltre mille adulti americani, non affetti da problemi cardiovascolari, hanno risposto a un questionario in merito alle loro abitudini alimentari e agli stili di vita; negli stessi è stato poi calcolato il BMI. Ne è risultato che chi mangia più frequentemente cioccolato, anche in assenza di un'aumentata attività fisica, presenta un indice di massa corporea più basso rispetto a chi è meno goloso di questo alimento.
Certamente il risultato è piuttosto eclatante. Ma non mancano alcune ombre su questo studio: primo fra tutti il fatto, ben noto negli studi clinici, che spesso le persone dicono qualche bugia in merito a quanto e come mangiano; inoltre, per ora solo pagando una quota si ha la possibilità di accedere ai dati grezzi della ricerca. Comunque, gli autori dello studio auspicano un vero trial clinico nel quale dare il cioccolato a un gruppo di persone, lasciando un altro gruppo con una dieta priva di cioccolato e andando a monitorare nel tempo il loro BMI. A noi per ora, non resta che avvicinarci alle vacanze pasquali con animo (forse) un po' più sereno.

more...
No comment yet.
Scooped by Roberto Insolia
Scoop.it!

Colesterolo cattivo: ecco perchè è alto nel sangue

Colesterolo cattivo: ecco perchè è alto nel sangue | Med News | Scoop.it

HDL e LDL sono delle particolari proteine presenti nel sangue, dette lipoproteine, in grado di legare il colesterolo. Le HDL posso rimuovere il colesterolo a livello delle arterie, ecco perchè sono dette colesterolo buono. Alti livelli nel sangue di LDL si associano invece a vari problemi cardiovascolari, e sono quindi dette colesterolo cattivo. Le LDL, a livello del fegato, si legano poi ad uno specifico recettore proteico che quindi ne abbassa la concentrazione nel sangue.
E' stato ora identificato un enzima (IDOL) che degrada nelle cellule epatiche il recettore per il colesterolo LDL, che può quindi continuare a circolare nel sangue con potenziali effetti negativi. I ricercatori hanno perciò presentato due brevetti per sviluppare dei farmaci specifici per l'enzima IDOL e rivolti ai tanti pazienti con problemi di colesterolo.

more...
No comment yet.