Alzheimer: quando il DNA non viene riparato | Med News | Scoop.it

Un danno a livello del DNA, non correttamente riparato dalle proteine cellulari preposte allo scopo, può essere alla base della morte neuronale, tipica dell'Alzheimer. Ricercatori italiani hanno infatti dimostrato che la beta-amiloide, i cui aggregati sono responsabili della neurotossicità nell'Alzheimer, può interferire nel processo di riparazione degli acidi nucleici, in particolare nel caso di rotture del doppio filamento di DNA. L'accumulo di questo grave danno a livello del nucleo può quindi portare alla morte del neurone.
L'Alzheimer è una malattia neurodegenerativa dell'età avanzata, caratterizzata da un progressivo decadimento delle funzioni cognitive fino alla demenza; rappresenta circa l'80% di tutte le forme di demenza dell'età senile. La recente scoperta italiana appare importante in quanto mette in luce un nuovo meccanismo cellulare alla base dell'Alzheimer, e potenzialmente di altre malattie neurodegenerative.