"Made in Itay" and China
265 views | +0 today
Follow
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Cinesi d’Italia

Cinesi d’Italia | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Un po’ manager un po’ politici, chi sono i registi della campagna acquisti del made in Italy
Letizia Coccia's insight:

Se non fosse troppo impegnato, Zhou Xiaochuan potrebbe sedersi in almeno una mezza dozzina di consigli: da Eni e Enel a Generali, a Fca, Mediobanca, Saipem e Telecom. Zhou è il governatore della People’s Bank of China, la banca centrale. È lui che ha guidato la campagna di investimenti strategici in Italia.

more...
Alberto Baracchi's curator insight, June 13, 2015 5:01 AM

Riflettendoci a fondo al fine di non essere banali e populistici, mi chiedo: un'azienda storica italiana partecipata (con la maggioranza) da capitali stranieri, è ancora una realtà del made in Italy?

Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

L’aggregato Cina/Hong Kong settimo mercato in valore per le calzature made in Italy

L’aggregato Cina/Hong Kong settimo mercato in valore per le calzature made in Italy | "Made in Itay" and China | Scoop.it
L’aggregato Cina/Hong Kong settimo mercato in valore per le calzature made in Italy, Moda, News. Description
Letizia Coccia's insight:

Un dato particolarmente interessante è quello del prezzo medio che si attesta, nei primi 10 mesi del 2014, intorno ai 120,40 euro al paio: un valore più che triplo rispetto alla media dell’export italiano complessivo (38,08 euro/paio) e che è in crescita del +9,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Segno di una particolare attenzione alle calzature di alta qualità made in Italy da parte dei consumatori cinesi.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

La favola di Mrs. Zhu

La favola di Mrs. Zhu | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Zhu Chongyun, la tycoon cinese della moda che ha acquistato Krizia, si racconta: dall’infanzia alla laurea in ingegneria, al sogno di diventare stilista.
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Sella&Mosca, il marchio del Gruppo Campari, potrebbe essere acquistato da un gruppo cinese

Sella&Mosca, il marchio del Gruppo Campari, potrebbe essere acquistato da un gruppo cinese | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Sella&Mosca potrebbe finire in mani cinesi. Il Gruppo Campari, che aveva acquisito la più grande azienda vitivinicola dell’Isola nel 2002 insieme al marchio Zedda-Piras, pagandola 100 milioni di euro, ha deciso di cedere i brand regionali nel settore dei liquori e dei vini: in lizza ci sarebbero alcuni gruppi cinesi, che avrebbero già avviato i …
Letizia Coccia's insight:

Sella&Mosca, uno dei marchi del gruppo #Campari, potrebbe finire in mani cinesi. Il Gruppo Campari, che aveva acquisito la più grande azienda vitivinicola dell’Isola nel 2002 insieme al marchio Zedda-Piras, pagandola 100 milioni di euro, ha deciso di cedere i brand regionali nel settore dei liquori e dei vini: in lizza ci sarebbero alcuni gruppi cinesi, che avrebbero già avviato i primi contatti con Mediobanca, l’advisor incaricato della vendita

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Piquadro: +7% il fatturato. Al via accordo con un partner cinese

Piquadro: +7% il fatturato. Al via accordo con un partner cinese | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Piquadro: +7% il fatturato. Al via accordo con un partner cinese, Bilanci, News. Description
Letizia Coccia's insight:

Nei primi nove mesi dell'esercizio 2014/2015, chiuso il 31 dicembre, Piquadro ha registrato un fatturato di 48,5 milioni di euro, in aumento del 7,1%, nonostante la contrazione degli ordini in Russia e Ucraina.

 

L'incremento dei ricavi è stato trainato da ambedue i canali distributivi: dos (+5,5%) e wholesale (+8%).

 

In ambito retail, la crescita è da attribuire principalmente ai nove nuovi negozi che hanno ampliato il network, alleggerito però dalla chiusura di dieci spazi concentrati nell'area del Far East, dove l'azienda ha in atto una riorganizzazione della sua presenza del mercato, grazie alla recente firma di un accordo di distribuzione con un partner cinese.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Chi è Li Chwen Pan, la cinese che sbarca a Roma per comprare le Ansaldo di Finmeccanica

Chi è Li Chwen Pan, la cinese che sbarca a Roma per comprare le Ansaldo di Finmeccanica | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Continua l’avanzata cinese sull’Italia. La novità è che, stavolta, è guidata da una donna. Si chiama Li Chwen Pan, ed è l’amministratore delegato di Insigma Group, l’unica società che alla fine ha presentato un’offerta per le due Ansaldo (Breda e Sts), mentre la giapponese Hitachi non ha presentato alcuna offerta vincolante: strategia attendista o ritiro in buon ordine?
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

100ITA promuove il “Made in Italy” in Cina con il Global Event in Ambasciata d’Italia e una settimana a tutto business

100ITA promuove il “Made in Italy” in Cina con il Global Event in Ambasciata d’Italia e una settimana a tutto business | "Made in Itay" and China | Scoop.it

Si è tenuto all’Ambasciata d’Italia a Pechino, alla presenza di Sua Eccellenza l’Ambasciatore Alberto Bradanini, l’annuale Global Event di Progetto 100ITA, piattaforma di penetrazione commeciale del mercato cinese del food&wine che raggruppa oltre 80 produttori di qualità, volto a promuovere il meglio della produzione enogastronomica italiana in Cina.

Letizia Coccia's insight:

Alla serata erano presenti aziende vinicole come Bortolomiol, Le Cimate, Cantine di Carpi e Corbara, Castello di Torre in Pietra, Antonelli San Marco, Cifarelli, Casal Bordino, Girardi, Cascina Zoina, Casa alle Vacche, birrerie artigianali come Birra dell’Eremo e Birra Flea, acque minerali come Motette, produttori di tipicità come Lazzaris (mostarde), La Madia Regale (tartufi), Edys (cioccolato), Trimarchi di Villa Marchese (creme e salse), Masciarelli (pasta), frantoi e oleifici come Decimi, Olio Re Pienilia.

 

In Cina, 100ITA si avvale di un’organizzazione operativa con base a Pechino che dispone di proprie licenze di importazione e distribuzione, uffici, show-room e punti vendita gestiti da management italiano. Al momento, sono oltre 80 i produttori italiani di vino, olio di oliva e prodotti agroalimentari, di ogni regione e dimensione, che hanno aderito al Progetto 100ITA con l’obiettivo di entrare nel mercato cinese facendo gioco di squadra attraverso piani di progetto personalizzati.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

L'avanzata cinese in Italia

L'avanzata cinese in Italia | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Telecom, Fiat-Chrysler, Eni, Enel, Prysmian e le altre: ecco cosa compra Pechino nel Bel Paese
Letizia Coccia's insight:

negli anni l'Italia è diventata sempre più appetibile per i cinesi. Qualche giorno fa la Banca Centrale cinese (People's Bank of China) è entrata in possesso del 2 per cento del capitale di Telecom e di Fiat-Chrysler. Una manciata di mesi fa si era assicurata una quota simile nei due colossi energetici del Bel Paese, Eni e Enel, oltre a una piccola fetta di Prysmian, la ex Pirelli Cavi. Lo shopping di stato si aggiunge poi a quello privato e semi-privato: il colosso energetico State Grid si è infatti assicurato il 35 per cento di Cdp Reti, che controlla Snam e Terna, mentre la Shanghai Electric è entrata in possesso del 40 per cento di Ansaldo Energia.

 

L'elenco delle partecipazioni cinesi in Italia è lunghissimo ed estremamente diversificato. Prima di occuparsi dei grandi gruppi nazionali, infatti, la Repubblica popolare ha acquistato quote o rilevato aziende in ogni possibile settore. Solo per citare qualche esempio, nel 2012 sono state aggiunte al carrello orientale il Gruppo Ferretti, che produce yacht di lusso, la De Tomaso Automobili Spa, l'azienda alimentare Fiorucci (già passata in mani prima spagnole, poi americane) e la moda di Miss Sixty. Un paio di anni prima la Cina ha messo le mani sulla moda da uomo firmata Cerruti, sui prodotti in pelle di Desmo, sulle motociclette Benelli e su decine di altre piccole e medie imprese. Ultimamente, invece, i cinesi hanno iniziato a interessarsi anche ad appartamenti, terreni e vigneti.

 

Come ha spiegato il vice presidente di Osservatorio Asia Romeo Orlandi ad AgiChina24 , la Cina cerca in Italia (e non solo) investimenti che possano garantire contemporaneamente qualità e redditività finanziaria.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

La Cina è più vicina per le aziende espositrici a Bellavita Expo 2014 - London

La Cina è più vicina per le aziende espositrici a Bellavita Expo 2014 - London | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Grande opportunità per espositori e visitatori. Londra 19 - 20 - 21 luglio 2014 - Old Truman Brewery, 91 Brick Lane - E1 6QL - London, United Kingdom
Letizia Coccia's insight:

All’evento Bellavita di Londra, già ricco di promettenti prospettive,  in questi giorni si è aggiunta una novità, una opportunità che potrebbe cambiare il destino di Newsfood.com e di tante aziende italiane che vogliono far conoscere le loro eccellenze alimentari e collaterali agli operatori professionali di tutta Europa, in particolare quelli cinesi, con la possibilità di entrare in contatto direttamente anche con il mercato in Cina… con un minimo investimento, alla portata anche di piccole aziende con produzioni eccellenti, Made in Italy.

newsfood.com, sempre più proiettato a sostenere gli sforzi delle imprese del buon Made in Italy, -dal 2005 presente alle principali manifestazioni agroalimentari in Italia e all’estero: Cibus, Sana, Vinitaly, Identità Golose, Salone del Gusto, GlutenFree Expo, Bocuse D’or, … Prowein, Biofach, Anuga, SIAL, Vinexpo, FruitLogistica… –   e già Media Partner di Bellavita Expo 2014, ha stretto un rapporto di collaborazione  con la società  GBtimes, il partner operativo di CRI China Radio International, operante in tutta Europa.

- See more at: http://www.newsfood.com/cina-vicina-per-aziende-espositrici-bellavita-expo-2014-london/#sthash.SJ8SeFbk.dpuf

All’evento Bellavita di Londra, già ricco di promettenti prospettive,  in questi giorni si è aggiunta una novità, una opportunità che potrebbe cambiare il destino di Newsfood.com e di tante aziende italiane che vogliono far conoscere le loro eccellenze alimentari e collaterali agli operatori professionali di tutta Europa, in particolare quelli cinesi, con la possibilità di entrare in contatto direttamente anche con il mercato in Cina… con un minimo investimento, alla portata anche di piccole aziende con produzioni eccellenti, Made in Italy.

newsfood.com, sempre più proiettato a sostenere gli sforzi delle imprese del buon Made in Italy, -dal 2005 presente alle principali manifestazioni agroalimentari in Italia e all’estero: Cibus, Sana, Vinitaly, Identità Golose, Salone del Gusto, GlutenFree Expo, Bocuse D’or, … Prowein, Biofach, Anuga, SIAL, Vinexpo, FruitLogistica… –   e già Media Partner di Bellavita Expo 2014, ha stretto un rapporto di collaborazione  con la società  GBtimes, il partner operativo di CRI China Radio International, operante in tutta Europa.

- See more at: http://www.newsfood.com/cina-vicina-per-aziende-espositrici-bellavita-expo-2014-london/#sthash.SJ8SeFbk.dpuf

All’evento Bellavita di Londra, già ricco di promettenti prospettive,  in questi giorni si è aggiunta una novità, una opportunità che potrebbe cambiare il destino di Newsfood.com e di tante aziende italiane che vogliono far conoscere le loro eccellenze alimentari e collaterali agli operatori professionali di tutta Europa, in particolare quelli cinesi, con la possibilità di entrare in contatto direttamente anche con il mercato in Cina… con un minimo investimento, alla portata anche di piccole aziende con produzioni eccellenti, Made in Italy.

newsfood.com, sempre più proiettato a sostenere gli sforzi delle imprese del buon Made in Italy, -dal 2005 presente alle principali manifestazioni agroalimentari in Italia e all’estero: Cibus, Sana, Vinitaly, Identità Golose, Salone del Gusto, GlutenFree Expo, Bocuse D’or, … Prowein, Biofach, Anuga, SIAL, Vinexpo, FruitLogistica… –   e già Media Partner di Bellavita Expo 2014, ha stretto un rapporto di collaborazione  con la società  GBtimes, il partner operativo di CRI China Radio International, operante in tutta Europa.

- See more at: http://www.newsfood.com/cina-vicina-per-aziende-espositrici-bellavita-expo-2014-london/#sthash.SJ8SeFbk.dpuf

All’evento Bellavita di Londra, già ricco di promettenti prospettive,  in questi giorni si è aggiunta una novità, una opportunità che potrebbe cambiare il destino di Newsfood.com e di tante aziende italiane che vogliono far conoscere le loro eccellenze alimentari e collaterali agli operatori professionali di tutta Europa, in particolare quelli cinesi, con la possibilità di entrare in contatto direttamente anche con il mercato in Cina… con un minimo investimento, alla portata anche di piccole aziende con produzioni eccellenti, Made in Italy.

newsfood.com, sempre più proiettato a sostenere gli sforzi delle imprese del buon Made in Italy, -dal 2005 presente alle principali manifestazioni agroalimentari in Italia e all’estero: Cibus, Sana, Vinitaly, Identità Golose, Salone del Gusto, GlutenFree Expo, Bocuse D’or, … Prowein, Biofach, Anuga, SIAL, Vinexpo, FruitLogistica… –   e già Media Partner di Bellavita Expo 2014, ha stretto un rapporto di collaborazione  con la società  GBtimes, il partner operativo di CRI China Radio International, operante in tutta Europa.

- See more at: http://www.newsfood.com/cina-vicina-per-aziende-espositrici-bellavita-expo-2014-london/#sthash.SJ8SeFbk.dpuf
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Piccole imprese made in Italy il lusso di andare in Cina nei super outlet di Jihua

Piccole imprese made in Italy il lusso di andare in Cina nei super outlet di Jihua | "Made in Itay" and China | Scoop.it
E’ UN GRANDE GRUPPO STATALE CHE LANCERÀ 35 LUXURY CENTER PER I NUOVI RICCHI CINESI E STA SELEZIONANDO PICCOLI MARCHI ITALIANI DI FASCIA ALTA
Letizia Coccia's insight:

C’ è una cosa che i nuovi ricchi cinesi, e anche la nuova classe media, vogliono fare nel ritrovato tempo libero: non vedono l’ora di fare un po’ di shopping di prodotti che da qualche parte abbiano la targhetta “Fatto in Italia”. E poi, per riposarsi da tanta fatica, chiedono soltanto di potersi sedere in un bel ristorantino che profumi di bucatini cacio e pepe, tipo quelli romani. E se questi sono i “desiderata” del popolo cinese, allora il suo governo è pronto ad accontentarli. No, il premier Xi Jinping non ha deciso di aumentare i voli aerei per l’Italia, piuttosto di portare il meglio dell’Italia a casa sua, costruendo 35 centri di divertimento e consumo polifunzionali, i cosiddetti “destination center”, disseminandoli in tutta la nazione. E non è una società qualunque ad aver pensato a questo progetto, bensì la Jihua Group, controllata dall’industria di Stato cinese XinXing Cathay International Group, al cui vertice c’è Liu Mingzhong, che è anche membro del Partito Comunista della Repubblica Popolare Cinese. Mister Liu punta ad avere l'80% di marchi esteri, prevalentemente italiani, ma anche francesi, nei 35 centri di divertimento che ha in programma di costruire di qui al 2020 per i turisti locali. E in questo piano, che vale 8 miliardi di euro, c’è davvero tanta Italia

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Vinitaly al China Dalian Festival per supportare i grandi importatori cinesi di vino

Vinitaly al China Dalian Festival per supportare i grandi importatori cinesi di vino | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Per supportare i grandi importatori cinesi, Vinitaly International sbarca a Dalian dal 18 al 20 luglio ...
Letizia Coccia's insight:

Per supportare i grandi importatori cinesi, Vinitaly International sbarca a Dalian dal 18 al 20 luglio nell'ambito del "China Dalian International Wine & Dine Festival", il più importante e conosciuto festival vinicolo nella Cina nordorientale.
Nell'area di Vinitaly International a Dalian è prevista una sezione didattica e il Vinitaly Lounge, in cui giornalmente i partecipanti potranno degustare l'atmosfera tipicamente italiana attraverso il caffè e l'aperitivo, grazie ai due marchi top nel settore enogastronomico italiano: Fabbri 1905 e MioEspresso.
Previste 12 sessioni didattiche, incluse 9 Masterclass organizzate in collaborazione con gli stessi importatori d'eccellenza cinesi presenti anche a Chengdu e Shanghai.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Basta copie, i cinesi vogliono il made in Italy autentico

Basta copie, i cinesi vogliono il made in Italy autentico | "Made in Itay" and China | Scoop.it
(ANSA)
Letizia Coccia's insight:

Sono tanti i nuovi ricchi, per loro si costruiscono lussuose dimore, tutte da arredare con classe e unicità. Nel primo bimestre del 2014 il mercato cinese ha segnato una crescita delle esportazioni italiane del 12% confermando il trend molto positivo già visto durante lo scorso anno. E l'exploit pare solo all'inizio. Ma i gusti?, le tendenze? cosa vogliono i cinesi?. Sono come i russi che desiderano il Made in Italy ma declinato alle loro esigenze di ostentazione e opulenza?. "Assolutamente no, i cinesi vogliono i nostri mobili esattamente come li facciamo in Italia, che siano moderni, classici, non importa, chiedono solo quello", risponde Snaidero.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Food & Hospitality China 2014 – Shanghai 12/14 Novembre 2014

Food & Hospitality China 2014 – Shanghai 12/14 Novembre 2014 | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Letizia Coccia's insight:

Aspin promuove, nell’ambito del Programma Promozionale per il 2014, la partecipazione delle aziende della provincia di Frosinone alla 18° edizione della fiera internazionale “Food & Hospitality China 2014” dedicata al settore Vitivinicolo, Distillati, Liquori e Acqua, che si svolge a Shanghai (Cina) dal 12 al 14 novembre 2014.

La fiera, che lo scorso anno per ospitare le quasi 2.000 aziende espositrici provenienti da 70 Paesi ha necessitato di più di 60.000 mq, si è imposta come la fiera più importante in Cina per il settore Agroalimentare e Vitivinicolo. I visitatori registrati nel 2013 sono stati più di 26.000, mentre il 90% degli espositori sono stati stranieri ed il rimanente 10% è stato rappresentato da oltre 100 importatori cinesi di prodotti internazionali.

I principali settori espositivi della fiera sono:

-Int’l Pavilion & Distributors
-Wine & Spirits China tramite la sezione ProWine
-Tea & Coffe China
-Bakery & Ice Cream China
-Meat & Seafood

Aspin allestirà ed organizzerà un’area espositiva posizionata all’interno della Hall n.5 nel Padiglione Italia.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

I cinesi stringono sul controllo di Pirelli

I cinesi stringono sul controllo di Pirelli | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Tronchetti: “Entro il week end chiudiamo l’operazione”. L’Opa sarà a 15 euro per azione
Letizia Coccia's insight:

I cinesi di ChemChina - China National Chemical Corporation si apprestano a diventare i nuovi azionisti di riferimento della Bicocca, passando attraverso un’Opa che verrà lanciata - è stato confermato - a 15 euro per azione, valorizzando il gruppo 7,15 miliardi.

more...
No comment yet.
Rescooped by Letizia Coccia from Le Marche & Fashion
Scoop.it!

Hogan 2015 Year of the sheep limited edition

Hogan 2015 Year of the sheep limited edition | "Made in Itay" and China | Scoop.it

Understated elegance and a fashion forward touch for the new year fetes with this 2015 year of the sheep limited edition by Hogan.

Hogan celebrates the Chinese new year with three unique styles, where the legendary animal of the zodiac harmoniously play a leading role. A sign for auspicious new beginnings! [...]


Via Mariano Pallottini
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Milan, affare cinese: «Rivoluzione con Jianlin»

Milan, affare cinese: «Rivoluzione con Jianlin» | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Bogarelli (Infront Italia) annuncia l’arrivo del magnate cinese in rossonero: con lui super investimenti e stadio nuovo
Letizia Coccia's insight:

Quasi certamente il Milan potrebbe aver individuato il socio di minoranza che stava cercando. Si tratta della Wanda Group (il gruppo cinese che ha acquistato per oltre 1 miliardo di euro Infront Sports) che potrebbe intervenire in maniera molto concreta nella costruzione del nuovo stadio per poi vedersi riconoscere dall’Ac Milan l’importo dell’investimento prodotto in quote della società.

 Barbara Berlusoni aveva già preso contatti importanti in Cina e in Giappone, tanto è vero che il primo clone della sede rossonera del Portello dovrebbe sorgere proprio 

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

A Jimo sta per nascere un mall del made in Italy in Cina

A Jimo sta per nascere un mall del made in Italy in Cina | "Made in Itay" and China | Scoop.it
l centro è destinato a diventare una delle più importanti piattaforme distributive nel Paese per abbigliamento, calzature, gioielli, arredamento, oggettistica di design, artigianato artistico e prodotti agroalimentari italiani. Un progetto, finanziato dalla città cinese, sposato dalle associazioni di categoria italiane, che ne hanno compreso le potenzialità.
 
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Li Chwen Pan, la lady cinese
a caccia dei treni italiani

Li Chwen Pan, la lady cinese   <br/>a caccia dei treni italiani | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Docente alla Zhejiang, l’università da cui è nata Insigma, gruppo cinese attivo nell’information techonology. L’offerta da 1,5 miliardi per le controllate di Finmeccanica
more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Nuovo partner cinese per Corneliani

Nuovo partner cinese per Corneliani | "Made in Itay" and China | Scoop.it
L’azienda mantovana di menswear ha siglato un accordo con la società Fu Sheng, che fa capo alla holding Sparke Roll, importante dealer di prodotti di lusso nel Paese.
Letizia Coccia's insight:

L’azienda mantovana di menswear ha siglato un accordo con la società Fu Sheng, che fa capo alla holding Sparke Roll, importante dealer di prodotti di lusso nel Paese.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

“Frantoi di Maremma” in trasferta a Milano e in Cina a caccia di affari

“Frantoi di Maremma” in trasferta a Milano e in Cina a caccia di affari | "Made in Itay" and China | Scoop.it
L’ormai lungo periodo di crisi economica e di contrazione del mercato interno induce Confartigianato Imprese Grosseto e le sue imprese associate ad intensificare le azioni volte ad individuare e percorrere strade nuove rivolgendosi ai mercati esteri più floridi, in alcuni casi anche molto lontani. Ed ecco che i Frantoi di Maremma, riuniti in rete, sono […]
Letizia Coccia's insight:

I Frantoi di Maremma, riuniti in rete, sono tornati per la seconda volta in Cina, ad Hong Kong e Pechino, accompagnati dal funzionario di Confartigianato Emiliano Calchetti. “Questo è il secondo viaggio dopo la trasferta del 2013 per la manifestazione internazionale Oil China – conferma Calchetti assieme al presidente della rete, Paolo Sabatini –. In questo caso abbiamo partecipato a incontri volti a rafforzare il prodotto maremmano sul mercato cinese anche per quanto concerne l’e-commerce, che costituisce una prospettiva interessante e concreta di cui tener conto. Un’operazione indispensabile per il futuro”.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

MARCHE: +31, 4% MANIFATTURIERO VERSO CINA

MARCHE: +31, 4% MANIFATTURIERO VERSO CINA | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Letizia Coccia's insight:

 - Ascoli Piceno, 22 lug. - L'export del settore manifatturiero delle province di Ascoli Piceno e Fermo verso il mercato cinese e' aumentato nel 2013 del 31,4%, con un volume d'affari di 79 milioni di euro. Lo rende noto Confartigianato, nel presentare un incontro sulle potenzialita' economiche del web connesse con l'internazionalizzazione delle imprese.
  "Tassazione e burocrazia incidono pesantemente sull'attivita'� delle aziende - sostiene Cgia Ascoli - e nonostante Cgia Ascoli - e nonostante questo l'export sta crescendo. E questo grazie anche al web che potrebbe portare ad aprire nuovi e interessanti mercati e piazze se fosse utilizzato nella maniera piu' opportuna".

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Gocce di benessere sulle tavole cinesi: il gusto è extra vergine | CINAFORUM

Gocce di benessere sulle tavole cinesi: il gusto è extra vergine | CINAFORUM | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Letizia Coccia's insight:

po il vino, anche l’olio d’oliva è sempre più benvenuto sulle tavole cinesi. Secondo un recente studio della Coldiretti, condotto in occasione della visita in Cina del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dal 2008 al 2013 il valore dell’export di prodotti agroalimentari italiani in Cina è quasi quadruplicato, con un aumento record del 270%. Il prodotto Made in Italy più esportato nel Paese asiatico è il vino  (la Cina è diventata il maggior consumatore mondiale di rosso) seguito da dolci, olio d’oliva, frutta e formaggi.

 

Il mercato cinese dell’olio è molto diversificato: sono presenti più di 200 etichette, provenienti da Spagna, Grecia, Italia, Turchia, Tunisia, Portogallo, Giordania e Australia. Le metropoli in cui se ne consuma di più? Pechino, Shanghai, Shenzhen, Guangzhou e Tianjin, seguite da altre città grandi e medie. Poiché il clima cinese non è adatto alla grande coltivazione di uliveti e i cinesi sono sempre più consapevoli dei benefici di quello d’oliva rispetto ad altri oli commestibili, dal 2004 la percentuale media di importazione di olio d’oliva ha visto un aumento di quasi il 60% all’anno.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Agroalimentare, 'Marche' sfonda in Cina - Marche

Agroalimentare, 'Marche' sfonda in Cina - Marche | "Made in Itay" and China | Scoop.it
"Marche", store di prodotti regionali, ristorante con specialità tipiche marchigiane e corner di
promozione turistica e culturale, sfonda in Cina. (ANSA)
Letizia Coccia's insight:

"Marche", store di prodotti regionali, ristorante con specialità tipiche marchigiane e corner di promozione turistica e culturale, sfonda in Cina. Il ristorante-store è di proprietà dell'azienda Anywide ed è stato inaugurato oggi dal presidente della Regione, Gian Mario Spacca, a Dalian. Con questo lancio, ha preso il via una piattaforma logistica delle Marche nel settore agroalimentare per il mercato del nord della Cina.
   

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Dopo Ferrari va a 100Ita il premio per il Miglior Progetto Italiano in Cina

Dopo Ferrari va a 100Ita il premio per il Miglior Progetto Italiano in Cina | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Giunto alla quinta edizione, il Premio Panda d’Oro, che prevede cinque diverse categorie, viene assegnato alle aziende italiane che si sono ..
Letizia Coccia's insight:

100ITA è stato premiato con “The Best Project Panda Award 2014” durante il Gran Galà Italiano Premio Panda d’Oro 2014 che si è tenuto a Shanghai al Jing An Shangri-La sabato 14 Giugno, promosso da Camera di Commercio Italiana in Cina e Fondazione Italia Cina con il supporto dell’Ambasciata d’Italia in Cina e il patrocinio dei Ministeri degli Affari Esteri e dello Sviluppo Economico. Giunto alla quinta edizione, il Premio Panda d’Oro, che prevede cinque diverse categorie, viene assegnato alle aziende italiane che si sono distinte per aver attuato strategie vincenti volte alla promozione del Made in Italy in Cina e al consolidamento delle relazioni economiche tra i due paesi.

more...
No comment yet.
Scooped by Letizia Coccia
Scoop.it!

Cina: export occhialeria italiana + 25,56% annuo - Goodlovers

Cina: export occhialeria italiana + 25,56% annuo - Goodlovers | "Made in Itay" and China | Scoop.it
Nel 2013 la Cina ha importato dall’Italia prodotti ottici per un valore di 356 milioni di dollari...
more...
No comment yet.