Masque Teatro affronta Brecht - Intervista a Lorenzo Bazzocchi / ARTRIBUNE | LOTTACOMUNISTA! | Scoop.it

...Sono tornati alla mente anche alcuni racconti di mio padre rimasto prigioniero in Africa sino al ’47, delle vicende legate al patto scellerato tra Ribbentrop e Molotov che diede il via all’invasione della Polonia da parte di Hitler e quindi allo scoppio della seconda guerra mondiale. La questione del sacrificio è stata poi riletta attraverso quei Dialoghi di profughi nei quali Brecht indica chiaramente come l’ordine, cui non si sottrae la disciplina, sia l’elemento fondante del totalitarismo. La linea di condotta, messa in scena nel 1930, e l’esilio americano rappresentano gli estremi della parabola del Brecht che pur disilluso dalle purghe staliniane, non riuscirà mai ad accettare il capitalismo come possibile via per una vita accettabile, dichiarando a più riprese come esista una tensione totalitaria sottesa alle società cosiddette democratico-liberali...


Michele Pascarella, 5 giugno


Via Krapp