Il merletto a tombolo: tra donne, vita e arte | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

Attività antichissima, come testimonia un affresco sulla vita di S. Lucia all’interno della stupenda Santa Maria della Rocca datato alla seconda metà del 1300, essa accompagna da sempre la vita cittadina, trovando spesso conferma nell’arte. Infatti, oltre all’ iconografia sulla santa, attribuita al Maestro di Offida,  non mancano “comparse” nelle opere del De Magistris (fine 1500) che usò dei merletti in pizzo realizzati in loco come soggetti. Attività destinata a crescere, essa ampliò i suoi orizzonti per merito delle donne che, iniziando nel 1700 a far uso di biancheria intima, non si fecero mancare idee per ornare con originalità dei capi così utili, non solo per tutelare una migliore igiene personale, ma anche per accompagnare i momenti più intimi della vita di coppia.