Le Marche un'altra Italia
151.0K views | +3 today
Follow
Le Marche un'altra Italia
Le Marche: il gioiello nascosto nel negozio di tesori d'Italia.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

Lacrima di Morro d'Alba un Vino unico in una terra unica

Lacrima di Morro d'Alba un Vino unico in una terra unica | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

Le Marche... una regione che ha la pluralità nel nome e che fa delle diversità, dei frazionamenti, dei piccoli borghi e dei mille dialetti, delle quattro province così diverse, del mare, dei monti e delle dolci colline il suo prezioso mosaico. I romani dicevano "dividi et impera", i moschettieri "uno per tutti tutti per uno", ma io dico che la ricchezza di una regione che non ha grandi metropoli e può "solo" contare sulla sua variopinta totalità risiede proprio nello scindere ogni zona per esaltandone le proprie peculiarità e di vedere unirsi, congiungersi e sostenersi in ogni singola zona persone e produttori che possano, nel caso del Vino, creare un veicolo per comunicare eccellenza, bellezza e rara umanità. Non vado oltre parlando di integrazione, dati gli ultimi accadimenti, ma... dico solo questo... sappiate che i valori primari di questa regione sono da sempre l'ospitalità e l'accoglienza ed il mondo del Vino incarna questi valori al meglio. [...]

Mariano Pallottini's insight:

Morro d'Alba si è tenuto un evento speciale, la prima edizione dei Lacrima Wine Days un evento nato dalla sinergia di 17 produttori sui circa 22 totali della DOC Lacrima di Morro d'Alba, che ha dato vita ad una due giorni che, per la prima volta nella storia di questo Vino, ha visto riuniti così tante Cantine ed ha permesso l'assaggio e la comparazione di così tanti Vini.

more...
No comment yet.
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

La "Lacrima" e i piatti tipici per celebrare il Cantamaggio di Morro d'Alba

La "Lacrima" e i piatti tipici per celebrare il Cantamaggio di Morro d'Alba | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

A Morro d'Alba la protagonista del paese è da sempre il "lacrima": il vino corposo e deciso che ha reso la cittadina anconetana famosa in tutto il mondo. Ma pochi sanno che i morresi si son fatti conoscere anche per il loro attaccamento alle tradizioni. Organetto, triangolo e cembalo ne sono un esempio. Le voci maschili dei maggianti, ovvero gruppi di cantori locali, suoneranno questi antichi strumenti il 19 maggio camminando attraverso i vicoli ciottolosi, bussando ad ogni porta, risveglieranno così gli animi dei concittadini con il tradizionale canto rituale per la questua. Così, si usava un tempo: cantare per raccogliere il pranzo o la cena. Un pollo, qualche uova, un pò di farina...una tradizione ormai lontana, figlia del suo tempo, relegata alla memoria dei nonni che ogni tanto ne rinnovano il ricordo con qualche storia ai confini tra fantasia e realtà. Dopo la questua ci sarà il pranzo comunitario, festoso e animato in Piazza Barcaroli. [...]

Mariano Pallottini's insight:

Il Cantamaggio prende nome dai canti del maggio, le canzoni, rimeggiate e musicate durante il Calendimaggio dai maggerini, sotto le case e per le vie di alcuni paesi italiani. Sono allegri canti in lingua italiana e dialettali che danno il benvenuto alla bella stagione, dopo il lungo inverno. I canti sono accompagnati dalla musica: stornelli, sonetti e tresche suonati con organetti, chitarre, violini, strumenti ad ancia, piccole percussioni e strumenti ritmici, che comunque non coprano la voce, ora in coro, ora in solo, che canta il maggio.
I temi dei canti sono svariati: la natura, la primavera e le stagioni, dionisio e l'allegria in sé e anche un eros velato in serenate dolci e anche maliziose. Esse sono un'allegoria della vita, della rinascita e dell'allegria, ad imitazione dell'arrivo della bella stagione. (wikipedia)

more...
sunday LEE's comment, May 15, 2013 2:52 AM
Good Share!!!
Fabio Torregiani's comment, May 15, 2013 5:15 AM
thanks
Scooped by Mariano Pallottini
Scoop.it!

RTL e Le Marche in Radio: "Verdicchio e Lacrima" ma anche Cicerchia

Di collina in collina alla scoperta di Verdicchio e Lacrima". Alla scoperta di una regione che cambia a seconda del punto di vista. Così può capitare di arrivare a Senigallia, città di mare, per scoprire due grandi vini, uno bianco e uno rosso: il Verdicchio dei Castelli di Jesi e il Lacrima di Morro d'Alba. Si inizia dalla costa,a Montignano, da un piccolo produttore, per poi addentrarsi nell'entroterra e passare di villaggio in villaggio, di colle in colle, per conoscere le tante anime di questi vini dall'eleganza di quelli di Ostra Vetere alla ricchezza di profumi di Montecarotto, alla mineralità di Maiolati Spontini per poi chiudere a Morro d'Alba con il lacrima. Ma su questi promontori nascono anche altri grandi prodotti: salumi, verdure e legumi in particolare, tra i quali spicca la cicerchia, che a Serra de Conti ha la sua capitale. [...]

more...
No comment yet.