Pasqua nelle Marche: Le migliori rievocazioni religiose della Pasqua nelle Marche. | Le Marche un'altra Italia | Scoop.it

Le Marche celebrano la Pasqua con una serie di manifestazioni e tradizioni molto sentite lungo tutto il loro territorio.

Si parte dai canti della Pasquella che si susseguono dai festeggiamenti di Sant'Antonio protettore degli animali.

Anche il Carnevale in un certo senso apparteneva alle manifestazioni preparatorie dell'importante ricorrenza. Giorni di eccessi prima della penitenziale quaresima Pasquale.

Ma qui ci si vuole soffermare soprattutto su quelle rappresentazioni a carattere religioso che in maniere e forme differenti, si propongono in tutte le province.

Tradizioni popolari senza tempo che portano in scena con centinaia di fedeli Il miracolo della Morte e Resurrezione di Cristo.

Prima su tutte la Turba di Cantiano, la sacra rappresentazione del Venerdì Santo, che trae origine dai movimenti popolari di invocazione alla pace che si diffusero in terra di Marche ed Umbria intorno alla metà del sec. XIII, portati sulle strade e nelle piazze dalle genti più umili e in condizioni di miseria, sofferenti ed esauste delle continue lotte tra guelfi e ghibellini. Oggi essa, innestando elementi teatrali di rara suggestione scenica sull’originaria processione di personaggi in costume, trasforma l’intero nucleo abitativo storico del paese in un’enorme scena all’aperto fondendo la ricostruzione scenografica con gli elementi architettonici ed orografici. A riconoscimento del valore assoluto della manifestazione c'è l'inserimento di quella Cantianese in Europassione, l'Associazione Europea che certifica le più prestigiose Sacre Rappresentazioni Pasquali.

Tra le altre rievocazioni più suggestive per dovizia di particolari e forte carica emotiva del Venerdì santo, si segnalano la Passio di Serravalle di Carda (PU), la Morte del Giusto di Loreto (AN)Le Madonnelle di Acquasanta Terme (AP), la Passione di Bura di Tolentino (MC), la Passione di Cristo di Falerone (FM) la Via Crucis di Piobbico (PU) e la Passione e Morte di Gesù, Jesi (AN).

Numerose anche le Processioni che seppure più semplici posseggono elementi di forte carica emotiva che induce a sentiti momenti di religioso silenzio.

Cagli e a Offida, la Settimana Santa ha il suo culmine con la processione penitenziale del Cristo Morto nella quale 400 confratelli incappucciati e scalzi in preghiera, o in muta partecipazione, danno vita all'impressionante corteo religioso che precede il carro del Cristo morto.

Porto Recanati il Venerdì Santo viene celebrato con la “Bara de’ Notte”, una processione nella quale i portorecanatesi sostengono una croce di legno, seguiti dalle donne che intonano i canti tradizionali.

Offerte speciali per chi soggiornerà presso la nostra struttura nelle Festività Pasquali.