L'impresa "mobile"
Follow
Find tag "maker"
9.0K views | +2 today
L'impresa "mobile"
La tecnologia al servizio delle imprese e dei cittadini
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Mirco Mattarozzi from 21st Century Learning and Teaching
Scoop.it!

5 Reasons I Want My Kids to Be Makers

5 Reasons I Want My Kids to Be Makers | L'impresa "mobile" | Scoop.it

1. Making creates authentic experiences for learning.


2. Making deepens social and emotional skills. 


3. Making is not just limited to science, tech, engineering or math (STEM).


4. Making teaches kids how to fail. 


5. Making is accessible to anyone.


Learn more:

 

 

http://gustmees.wordpress.com/2014/08/24/coding-a-new-trend-in-education-and-a-big-responsibility/

 

http://gustmees.wordpress.com/2014/08/20/maker-space-a-new-trend-in-education-and-a-big-responsibility/

 



Via Gust MEES
more...
Monica S Mcfeeters's curator insight, October 17, 4:25 PM

Are your kids makers?

Cammie Dunaway's curator insight, October 17, 8:05 PM

  Heres to less consuming and more making!

AnnC's curator insight, October 17, 9:51 PM

So many of my student like to keep their hands and/or bodies moving.  They become engaged .

Rescooped by Mirco Mattarozzi from Technoculture
Scoop.it!

There Is No Reason For Any Individual To Have a 3D Printer In Their Home

There Is No Reason For Any Individual To Have a 3D Printer In Their Home | L'impresa "mobile" | Scoop.it

3D printing will be a serious threat to manufacturing as we know it. But not at home. That doesn’t make sense.


Via Luca Baptista
more...
No comment yet.
Rescooped by Mirco Mattarozzi from Mind the Social - Business Gap
Scoop.it!

L'effetto dei maker sulla grande industria

L'effetto dei maker sulla grande industria | L'impresa "mobile" | Scoop.it
Le startup italiane come Slowd e i maker di Arduino stanno imponendo alle multinazionali un'accelerazione drastica sull'innovazione. Ce lo racconta a Codemotion Simone Cicero di Hopen

 

[...] "Come sostiene Neil Gershenfeld del Mit, andiamo verso la trasformazione dei dati in oggetti reali. Fra venti anni avremo macchine in grado di riprodurre oggetti reali. Già oggi le stampanti 3D stanno avendo un impatto enorme perché stanno riducendo i tempi di prototipazione e permettono la produzione in numeri ridotti. Il mercato del futuro è fatto di scambi digitali al 99 per cento. Un esempio è Local Motors: ti compri l'auto e vai a montartela, da solo, in uno spazio che loro ti mettono a disposizione. La sfida principale è creare l'ecosistema perché nel software ci sono framework abilitatori come Wordpress che nella realtà non hanno paragoni. I fablab attuali vanno verso la trasformazione in microfactory dove i maker produrranno oggetti acquistati per via digitale. È una sfida sociale e tecnica, ma è innegabile che stiamo andando verso la globalizzazione del design e della conoscenza mentre deglobalizziamo la produzione che sarà sempre più basata su risorse e maestranze locali".


Via Gino Tocchetti
more...
No comment yet.