Bolgheri e Castagneto Carducci: cipressi, natura, e vino Super Tuscans. | Italia Mia | Scoop.it

I celebri cipressi che Carducci cantò in “davanti San Guido” accompagnano i visitatori attraverso un lunghissimo viale che porta a Bolgheri. L’armonia del borgo, i vicoli lastricati, gli antichi palazzi sullo sfondo, gli odori delle ricche vigne e degli ulivi rendono queste terre irresistibili per il turista in viaggio.

A due passi da qui si trova l'Oasi di Bolgheri, il primo rifugio faunistico del WWF istituito in Italia, area suggestiva e di eccezionale rilievo naturalistico per la presenza di uccelli acquatici rari come il tuffetto, l'airone rosso, il germano reale e la folaga e per essere tappa di uccelli migratori come gli aironi bianchi, i beccaccini e le cicogne nere.
A questo punto come non provare alcune delle etichette più importanti del panorama enologico internazionale (dal Bolgheri DOC ai Supertuscan come Sassicaia e Ornellaia) visitando le cantine delle aziende vinicole opportunamente segnalate lungo la strada del vino e dell’olio lastradadelvino.com.
Marina di Donoratico custodisce una grande risorsa che regala a questo territorio: la talassoterapia, “terapia del mare”, per la quale qui sorge uno dei centri italiani più autorevoli, il Tombolo Talasso Resort. Un punto di riferimento sia per un pernottamento chic, che per il sano benessere.
All’interno del Tombolo (che prende nome dalla fascia di dune sabbiose con vegetazione, tipica del litorale della costa etrusca) si trova una grotta con cinque piscine di acqua di mare riscaldata, prelevata a 900 metri dalla riva e immessa direttamente nelle vasche: la talassoterapia utilizza le risorse dell’ambiente marino - alghe, fanghi, sabbia e clima, e naturalmente acqua - attraverso massaggi e idromassaggi.

Leggi tutto