Web-Revenue 2.0
13 views | +0 today
Follow
Web-Revenue 2.0
Nessuno può negare che una rete (una rete mondiale) di affiliazioni economiche e psicologiche venga tessuta a velocità crescente; questa rete avvolge e penetra costantemente all’interno di ciascuno di noi.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Domenico Corigliano from Web-Revenue 2.0
Scoop.it!

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette | Web-Revenue 2.0 | Scoop.it

Via Domenico Corigliano
more...
Domenico Corigliano's curator insight, December 16, 2013 6:09 PM

Nessuno può negare che una rete (una rete mondiale) di affiliazioni economiche e psicologiche venga tessuta a velocità crescente; questa rete avvolge e penetra costantemente all’interno di ciascuno di noi. Ogni giorno che passa, diventa sempre meno possibile agire o pensare in un modo diverso da quello collettivo, (Pierre Teilhard deChardin lo scrisse 50 anni fa).

Con questa affermazione vorrei sottolineare come l’impatto di internet sull’industria dei viaggi ha creato un immenso valore nei confronti degli operatori del settore. Basta navigare sulla rete per trovare migliaia di offerte di viaggio vantaggiose che possono essere scelte visitando i numerosi siti che, insieme ai pacchetti completi di viaggio a tariffe molto convenienti (a prezzi stracciati come nel caso delle offerte last second) propongono voli aerei voli aerei, crociere, soggiorni alberghieri, autonoleggio, assicurazioni e altri servizi turistici.

In un mercato convulso, la distribuzione diretta ossia attraverso i siti web degli hotel, sta riguadagnando terreno sulle vendite tramite le OTA e i GDS.

Disporre di un buon sito web, funzionale ed efficace , è il primo passo per ridurre la dipendenza dal booking online intermediato .Oggi il nuovo modo di intendere il turismo unitamente ai nuovi canali distribuzione ma soprattutto le nuove esigenze dei clienti impongono agli alberghi di modificare il proprio modello di vendita e anche il prodotto.

Tra gli errori che generalmente commettono gli hotel nell’elaborazione della propria strategia commerciale e di distribuzione ve ne sono alcuni ricorrenti : innanzitutto, una scarsa o inesistente definizione del prodotto e servizio dell’albergo, fondamentale invece per permetterne la differenziazione e facilitarne il posizionamento sul mercato.

 Un altro errore è quello di determinare le esigenze dei potenziali clienti, ma invece è necessario capire prima quali siano i suoi gusti, quello che cerca, cosa vuole e di conseguenza scoprire dove andare a trovarlo. Dal punto di vista commerciale e di distribuzione, gli sbagli più comuni sono generalmente la scelta di un numero non adeguato di canali di distribuzione. Altro errore è la scelta del canale di distribuzione indipendentemente dal target cui ci si rivolge. Inoltre non si presta attenzione al momento in cui si fanno offerte e promozioni, rischiando di abbassare le tariffe senza riportare nessun guadagno effettivo, rischiando così solo di diventare prigionieri delle OTA e dei gruppi d’acquisto. Il principale errore rappresentato dalla maggior parte delle strutture ricettive è quello di non avere un sito web funzionale, o peggio averlo e non gestirlo.

Molti pensano che essere online significhi avere un sito web, che svolga la mera funzione di una vetrina per mostrarsi al pubblico, aspettando che sia poi il potenziale cliente, una volta convinto , a chiamare per telefono per prenotare .Oppure, ritengono che per incrementare le vendite dirette sia sufficiente acquistare qualche parola chiave.

Ma non è più così; è importante che un buon sito risponda a determinati requisiti come servirsi di una strategia commerciale online a 360° che includa tutti i mezzi e i canali che la rete offre. Questa strategia comprende i seguenti punti:

 

- Catturare traffico e indirizzarlo verso il proprio sito;

- Emozionare il cliente, stimolandolo a conoscere il prodotto;

- Far si che un utente diventi un cliente;

- Fidelizzare;

-  Investire nel proprio sito per aumentare le vendite dirette;

-  Usare le OTA in maniera tattica, ovvero ridurre le quota di

 dipendenza dal mercato domestico e aumentarla verso nuovi mercati;

- Ottenere visibilità in rete;

- Monitorare la propria visibilità e reputazione online;

- Sfruttare i social network;

-  Sviluppare crm;

- Gestire i meta search e nuovi intermediari;

- Utilizzare mobile applicativi;

- Aumentare le componenti della propria offerta in modo flessibile e dinamico;

- Misurare il Roi e lavorare sul prezzo dinamico.

 

Solo la struttura turistica che saprà utilizzare le suddette strategie saràin grado di affrontare in un mercato sempre più competitivo ed in crisi come quella attuale

Scooped by Domenico Corigliano
Scoop.it!

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette | Web-Revenue 2.0 | Scoop.it
Domenico Corigliano's insight:

Nessuno può negare che una rete (una rete mondiale) di affiliazioni economiche e psicologiche venga tessuta a velocità crescente; questa rete avvolge e penetra costantemente all’interno di ciascuno di noi. Ogni giorno che passa, diventa sempre meno possibile agire o pensare in un modo diverso da quello collettivo, (Pierre Teilhard deChardin lo scrisse 50 anni fa).

Con questa affermazione vorrei sottolineare come l’impatto di internet sull’industria dei viaggi ha creato un immenso valore nei confronti degli operatori del settore. Basta navigare sulla rete per trovare migliaia di offerte di viaggio vantaggiose che possono essere scelte visitando i numerosi siti che, insieme ai pacchetti completi di viaggio a tariffe molto convenienti (a prezzi stracciati come nel caso delle offerte last second) propongono voli aerei voli aerei, crociere, soggiorni alberghieri, autonoleggio, assicurazioni e altri servizi turistici.

In un mercato convulso, la distribuzione diretta ossia attraverso i siti web degli hotel, sta riguadagnando terreno sulle vendite tramite le OTA e i GDS.

Disporre di un buon sito web, funzionale ed efficace , è il primo passo per ridurre la dipendenza dal booking online intermediato .Oggi il nuovo modo di intendere il turismo unitamente ai nuovi canali distribuzione ma soprattutto le nuove esigenze dei clienti impongono agli alberghi di modificare il proprio modello di vendita e anche il prodotto.

Tra gli errori che generalmente commettono gli hotel nell’elaborazione della propria strategia commerciale e di distribuzione ve ne sono alcuni ricorrenti : innanzitutto, una scarsa o inesistente definizione del prodotto e servizio dell’albergo, fondamentale invece per permetterne la differenziazione e facilitarne il posizionamento sul mercato.

 Un altro errore è quello di determinare le esigenze dei potenziali clienti, ma invece è necessario capire prima quali siano i suoi gusti, quello che cerca, cosa vuole e di conseguenza scoprire dove andare a trovarlo. Dal punto di vista commerciale e di distribuzione, gli sbagli più comuni sono generalmente la scelta di un numero non adeguato di canali di distribuzione. Altro errore è la scelta del canale di distribuzione indipendentemente dal target cui ci si rivolge. Inoltre non si presta attenzione al momento in cui si fanno offerte e promozioni, rischiando di abbassare le tariffe senza riportare nessun guadagno effettivo, rischiando così solo di diventare prigionieri delle OTA e dei gruppi d’acquisto. Il principale errore rappresentato dalla maggior parte delle strutture ricettive è quello di non avere un sito web funzionale, o peggio averlo e non gestirlo.

Molti pensano che essere online significhi avere un sito web, che svolga la mera funzione di una vetrina per mostrarsi al pubblico, aspettando che sia poi il potenziale cliente, una volta convinto , a chiamare per telefono per prenotare .Oppure, ritengono che per incrementare le vendite dirette sia sufficiente acquistare qualche parola chiave.

Ma non è più così; è importante che un buon sito risponda a determinati requisiti come servirsi di una strategia commerciale online a 360° che includa tutti i mezzi e i canali che la rete offre. Questa strategia comprende i seguenti punti:

 

- Catturare traffico e indirizzarlo verso il proprio sito;

- Emozionare il cliente, stimolandolo a conoscere il prodotto;

- Far si che un utente diventi un cliente;

- Fidelizzare;

-  Investire nel proprio sito per aumentare le vendite dirette;

-  Usare le OTA in maniera tattica, ovvero ridurre le quota di

 dipendenza dal mercato domestico e aumentarla verso nuovi mercati;

- Ottenere visibilità in rete;

- Monitorare la propria visibilità e reputazione online;

- Sfruttare i social network;

-  Sviluppare crm;

- Gestire i meta search e nuovi intermediari;

- Utilizzare mobile applicativi;

- Aumentare le componenti della propria offerta in modo flessibile e dinamico;

- Misurare il Roi e lavorare sul prezzo dinamico.

 

Solo la struttura turistica che saprà utilizzare le suddette strategie saràin grado di affrontare in un mercato sempre più competitivo ed in crisi come quella attuale

more...
No comment yet.
Rescooped by Domenico Corigliano from Web-Revenue 2.0
Scoop.it!

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette

Internet e Turismo: Come aumentare le prenotazioni dirette | Web-Revenue 2.0 | Scoop.it
more...
Domenico Corigliano's curator insight, December 16, 2013 6:09 PM

Nessuno può negare che una rete (una rete mondiale) di affiliazioni economiche e psicologiche venga tessuta a velocità crescente; questa rete avvolge e penetra costantemente all’interno di ciascuno di noi. Ogni giorno che passa, diventa sempre meno possibile agire o pensare in un modo diverso da quello collettivo, (Pierre Teilhard deChardin lo scrisse 50 anni fa).

Con questa affermazione vorrei sottolineare come l’impatto di internet sull’industria dei viaggi ha creato un immenso valore nei confronti degli operatori del settore. Basta navigare sulla rete per trovare migliaia di offerte di viaggio vantaggiose che possono essere scelte visitando i numerosi siti che, insieme ai pacchetti completi di viaggio a tariffe molto convenienti (a prezzi stracciati come nel caso delle offerte last second) propongono voli aerei voli aerei, crociere, soggiorni alberghieri, autonoleggio, assicurazioni e altri servizi turistici.

In un mercato convulso, la distribuzione diretta ossia attraverso i siti web degli hotel, sta riguadagnando terreno sulle vendite tramite le OTA e i GDS.

Disporre di un buon sito web, funzionale ed efficace , è il primo passo per ridurre la dipendenza dal booking online intermediato .Oggi il nuovo modo di intendere il turismo unitamente ai nuovi canali distribuzione ma soprattutto le nuove esigenze dei clienti impongono agli alberghi di modificare il proprio modello di vendita e anche il prodotto.

Tra gli errori che generalmente commettono gli hotel nell’elaborazione della propria strategia commerciale e di distribuzione ve ne sono alcuni ricorrenti : innanzitutto, una scarsa o inesistente definizione del prodotto e servizio dell’albergo, fondamentale invece per permetterne la differenziazione e facilitarne il posizionamento sul mercato.

 Un altro errore è quello di determinare le esigenze dei potenziali clienti, ma invece è necessario capire prima quali siano i suoi gusti, quello che cerca, cosa vuole e di conseguenza scoprire dove andare a trovarlo. Dal punto di vista commerciale e di distribuzione, gli sbagli più comuni sono generalmente la scelta di un numero non adeguato di canali di distribuzione. Altro errore è la scelta del canale di distribuzione indipendentemente dal target cui ci si rivolge. Inoltre non si presta attenzione al momento in cui si fanno offerte e promozioni, rischiando di abbassare le tariffe senza riportare nessun guadagno effettivo, rischiando così solo di diventare prigionieri delle OTA e dei gruppi d’acquisto. Il principale errore rappresentato dalla maggior parte delle strutture ricettive è quello di non avere un sito web funzionale, o peggio averlo e non gestirlo.

Molti pensano che essere online significhi avere un sito web, che svolga la mera funzione di una vetrina per mostrarsi al pubblico, aspettando che sia poi il potenziale cliente, una volta convinto , a chiamare per telefono per prenotare .Oppure, ritengono che per incrementare le vendite dirette sia sufficiente acquistare qualche parola chiave.

Ma non è più così; è importante che un buon sito risponda a determinati requisiti come servirsi di una strategia commerciale online a 360° che includa tutti i mezzi e i canali che la rete offre. Questa strategia comprende i seguenti punti:

 

- Catturare traffico e indirizzarlo verso il proprio sito;

- Emozionare il cliente, stimolandolo a conoscere il prodotto;

- Far si che un utente diventi un cliente;

- Fidelizzare;

-  Investire nel proprio sito per aumentare le vendite dirette;

-  Usare le OTA in maniera tattica, ovvero ridurre le quota di

 dipendenza dal mercato domestico e aumentarla verso nuovi mercati;

- Ottenere visibilità in rete;

- Monitorare la propria visibilità e reputazione online;

- Sfruttare i social network;

-  Sviluppare crm;

- Gestire i meta search e nuovi intermediari;

- Utilizzare mobile applicativi;

- Aumentare le componenti della propria offerta in modo flessibile e dinamico;

- Misurare il Roi e lavorare sul prezzo dinamico.

 

Solo la struttura turistica che saprà utilizzare le suddette strategie saràin grado di affrontare in un mercato sempre più competitivo ed in crisi come quella attuale