Social Innovation...
Follow
Find
5.5K views | +3 today
Social Innovation - Innovazione Sociale
Social + Innovation = Social Innovation
Curated by Gino Tocchetti
Your new post is loading...
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Startup innovative a vocazione sociale. Una sfida per l’ecosistema | Italia Startup

Startup innovative a vocazione sociale. Una sfida per l’ecosistema | Italia Startup | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it
Un workshop promosso da Italia Startup e Make a Cube, in collaborazione con il Mise.

Informazioni:

Mercoledì 12 maggio 2014, h16-19
Avanzi/Makeacube, via Ampère 61/A

Milano


Agenda (in via di sviluppo)

Saluto introduttivo  (Federico Barilli, Italia Startup; Matteo Bartolomeo, Make a Cube)

Quadro delle situazione su startup innovative a vocazione sociale (Mattia Corbetta, MISE)
Intervento di Legacoop e Confcooperative

Tavola rotonda moderata da Matteo Bartolomeo (Make a Cube)
“Come far crescere il numero di startup a vocazione sociale e come finanziarle”

Sessione di Q&A
Conclusioni

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

The Rise of Anti-Capitalism

The Rise of Anti-Capitalism | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

[...] 

Nowhere is the zero marginal cost phenomenon having more impact than the labor market, where workerless factories and offices, virtual retailing and automated logistics and transport networks are becoming more prevalent. Not surprisingly, the new employment opportunities lie in the collaborative commons in fields that tend to be nonprofit and strengthen social infrastructure — education, health care, aiding the poor, environmental restoration, child care and care for the elderly, the promotion of the arts and recreation. In the United States, the number of nonprofit organizations grew by approximately 25 percent between 2001 and 2011, from 1.3 million to 1.6 million, compared with profit-making enterprises, which grew by a mere one-half of 1 percent. In the United States, Canada and Britain, employment in the nonprofit sector currently exceeds 10 percent of the work force.

 

Despite this impressive growth, many economists argue that the nonprofit sector is not a self-sufficient economic force but rather a parasite, dependent on government entitlements and private philanthropy. Quite the contrary. A recent study revealed that approximately 50 percent of the aggregate revenue of the nonprofit sectors of 34 countries comes from fees, while government support accounts for 36 percent of the revenues and private philanthropy for 14 percent.

 

As for the capitalist system, it is likely to remain with us far into the future, albeit in a more streamlined role, primarily as an aggregator of network services and solutions, allowing it to thrive as a powerful niche player in the coming era. We are, however, entering a world partly beyond markets, where we are learning how to live together in an increasingly interdependent, collaborative, global commons.

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Hack4Med Veneto

Hack4Med Veneto | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Questo ideario è dedicato al concorso Hack4Med che si svolgerà il 17 Maggio a Venezia. Chiunque può proporre un idea basata sull'utilizzo di Dati Aperti e, comunque, non vincolante per gli sviluppatori che, poi, verrà votata dalla comunità. Chiunque, inoltre, può votare altre idee ocommentarele idee proposte da altri utenti.

 

Per inserire un'idea idea è sufficiente cliccare sul bottone giallo 'Invia una Nuova Idea'. Vi verrà chiesto di inserire un titolo, di scegliere una categoria, una descrizione e dei tag identificativi.

 

Se invece desiderate solamente partecipare alle votazioni sulle altre idee, potete farlo e sarà gradito dalla comunità dei partecipanti. Per tornare su questa pagina cliccate il link tutte le idee

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Ten digital social innovators to watch

Ten digital social innovators to watch | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

What is digital social innovation?
The internet is playing an ever-increasing role in how we work, play andrelate to each other. As a natural result of this, many of the most exciting new innovations that enable people to collaborate to address societal challenges are being developed online. At Nesta we call this activity digital social innovation (DSI) and it includes a diverse set of services, entrepreneurs and organisations.


However, while DSI has been around since the birth of the web (and, in fact, fits the internet's original ethos of social good), there is little collected public knowledge on what best practice looks like, how networks of innovators might work together in order to understand its potential impact, and what policies might best help to encourage a greater use of the internet for social good.

 

We are currently leading a large research project funded by the European Commission to explore how we can better understand the potential in DSI and support more of it to happen. [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Cultura Cooperazione Nonprofit - Agenda eventi - AICCON

Cultura Cooperazione Nonprofit - Agenda eventi - AICCON | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

ll Corso di Laurea magistrale in Economia Sociale della Scuola di Economia, Management e Statistica di Forlì – Università di Bologna , in collaborazione con AICCON e l’associazione studentesca Nonprofitlab, presenta “I Workshop dell’Economia Sociale”, due appuntamenti per parlare di cooperazione, innovazione sociale, startup, sharing economy e crowdfunding.

I workshop si svolgeranno presso la sede della Scuola di Economia, Management e Statistica di Forlì (Aula Mattarelli ) in Piazzale della Vittoria, 15.

La partecipazione ai workshop è gratuita!

PROGRAMMA

INNOVAZIONE SOCIALE E START UP COOPERATIVE
11 marzo 2014
14.30-17.00

Coordina: Federica Bandini, Università di Bologna

Intervengono:
Marco Tognetti, Agenzia Lama e Yunus Social Business Centre University of Florence
Matteo Bettoli, Segreteria Generale Confcooperative e OOP!
Roberto Cardinale, Generazioni Legacoop Emilia Romagna

SHARING ECONOMY AND CROWDFUNDING
18 marzo 2014
14.30-17.00

Coordina: Paolo Venturi, AICCON

Intervengono:
Ivana Pais, Docente di sociologia economica, Università Cattolica del Sacro Cuore
Paolo Ferrara, Direttore Fund Raising Terres des Hommes (ONG)

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Fenomeni Una startup per cambiare

Fenomeni Una startup per cambiare | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

[...] E’ un’occasione importante anche per l’impresa sociale che forse guarda alle startup con una certa indifferenza (se non sospetto). Eppure i punti di convergenza non mancano, anzi. Sono almeno tre.

 

1) I progetti d’impresa che infrastrutturano la sharing economy; prima di trovarsi di fronte la killer application che spiazza l’offerta tradizionale come nel caso della mobilità e del turismo, forse è il caso di cercare forme di collaborazione in campo “sociale”; l’evento sharitaly tra qualche giorno a Milano potrà rappresentare una buona occasione in tal senso, un’opportunità per imprese sociali che vogliono ridisegnare i loro servizi incorporando elementi di innovazione generati dalle nuove ventures dell’economia della condivisione.

 

2) Le startup nel campo sanitario e socio assistenzale che si stanno diffondendo a macchia d’olio con progetti che innovano radicalmente contenuti e modelli di business dei servizi di cura, riabilitazione, assistenza e che potrebbero vedere – perché no – qualche imprese sociale in veste di “business angel”.

 

3) La “rivoluzione” dei nuovi artigiani (i makers) non ha ancora riguardato, ed è un peccato, le imprese del sociale che fanno manifattura con obiettivo di includere persone svantaggiate nel mercato del lavoro. Eppure non sarebbe male vedere installata qualche stampante 3D in una cooperativa sociale di tipo B (così magari avremo l’occasione di vederla stampare qualcosa di dverso da dinosauri e farfalle, ma questo è un altro discorso). [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Why are more women leading social businesses?

Why are more women leading social businesses? | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

It looks like social enterprise must be doing something right to fostergender balance in its leadership and workforce. The social enterprise model continues to attract women in ever-greater numbers: 38% of social ventures are now led by women, while there are more than twice as many men than women in conventional business.

 

So why are more female entrepreneurs choosing social enterprise over traditional business models? Exploring the differences between men and women in launching start-ups could help shine a light on the issue.

 

Experts at UnLtd describe the successful social entrepreneur as being innovative, opportunistic, passionate, focused, a good communicators, a calculated risk taker, impatient, tenacious, a strong leader and resourceful – as well as having specific expertise in their chosen area and strong self-belief.

 

Meeting every one of these criteria is rare. There are endless combinations of these traits, which are certainly not gender specific. Several studies state successful entrepreneurs are similar in most respects, regardless of gender. However, the majority of evidence (research-based and anecdotal) points to some differences between men and women when it comes to enterprise. [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Milano hub europeo della Social Innovation

Milano hub europeo della Social Innovation | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Si è tenuta a Milano, presso la Società Umanitaria, il lancio della seconda edizione dell’European Social Innovation Competition, introdotta dagli interventi di Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation, Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano, Giampiero Marchesi, Direttore del Ministero dello Sviluppo Economico, e Carlo Pettinelli, Direttore della Direzione Generale Impresa e Industria della Commissione Europea. Nel corso del successivo dibattito, da parte da numerosi relatori italiani e internazionali sono stati affrontati i temi relativi a quale possa essere il contributo specifico della Social Innovation nella creazione di posti di lavoro e, in particolare, del ruolo che Social Innovation può giocare in Italia.

 

Per questa seconda edizione della Competizione, le idee di Social Innovation, che devono avere come linea guida ‘La sfida per il lavoro’, dovranno essere presentate entro le ore 12.00 dell’11 Dicembre 2013 utilizzando il sito della Commissione europea. Le migliori proposte verranno selezionate in due fasi. Dapprima verranno scelte le 30 migliori idee che con l’aiuto di tutor dovranno essere trasformate in progetti. Verrà inoltre data ai proponenti l’opportunità di fare networking e incrementare la propria visibilità. Tra le idee semi-finaliste, ne verranno scelte tre da una Giuria di esperti, che riceveranno nel mese di Maggio 2014 di 20.000 euro. [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Progetto iC - innovazione culturale

Progetto iC - innovazione culturale | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it
Cerchiamo idee di innovazione culturale che siano utili, sostenibili e replicabili.

Il bando è aperto a tutte le persone domiciliate in Lombardia e nelle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.


Se sarai tra i 10 selezionati ti aiuteremo a trasformare la tua idea in una vera attività imprenditoriale mediante un percorso di accompagnamento intensivo con make a cube3, il primo incubatore in Italia specializzato in imprese innovative.

Fondazione Fitzcarraldo, centro indipendente tra i più accreditati nel mondo della cultura, promuoverà l'iniziativa a livello nazionale, stimolando la connessione delle idee selezionate con le istituzioni culturali.

Scadenza bando: 31 ottobre 2013.


Selezione vincitori: febbraio 2014

Percorso di accompagnamento: 17 marzo – 23 maggio 2014 (a Milano)

 
more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

START UP IMPRENDITORIA SOCIALE

START UP IMPRENDITORIA SOCIALE | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Fino al 30 settembre gli aspiranti imprenditori intenzionati a operare nel mondo del non profit potranno presentare la domanda per prender parte al progetto “Start-up imprese sociali” e diventare destinatari di una consulenza mirata e di servizi finalizzati all'avvio della loro nuova attività.

L'iniziativa, promossa da Unioncamere con 38 Camere di Commercioe in collaborazione con Universitas Mercatorum, ha infatti l'obiettivo di avviare nuove imprese sociali nel 2014. Alla raccolta e alla selezione di idee e di progetti seguirà un periodo di affiancamento agli aspiranti imprenditori per sviluppare il progetto, definire il business plan, accedere al credito e avviare l'impresae. L'iniziativa è diretta a favorire la nascita di un numero massimo di 12 nuove imprese sociali per ognuna delle Camere che hanno aderito al progetto. Queste ultime erogheranno servizi gratuiti di accompagnamento allo sviluppo del progetto imprenditoriale.

 

 

I servizi sono rivolti a gruppi di aspiranti imprenditori che intendano avviare una nuova impresa che dovrà operare nei settori di intervento “a utilità sociale” previsti dal Dlgs 155/06 e dalla Legge 381/91: assistenza sociale, assistenza sanitaria, assistenza socio sanitaria, educazione, istruzione e formazione, tutela ambientale e dell'ecosistema, tutela dei beni culturali, turismo sociale, formazione post-universitaria, ricerca ed erogazione di servizi culturali, formazione extrascolastica. Possono, inoltre, essere presentate idee ricadenti anche in altri settori d'attività a condizione che le iniziative imprenditoriali siano finalizzate all'inserimento lavorativo delle persone definite “svantaggiate”. All'iniziativa possono partecipare anche società e organizzazioni già costituite, a patto che abbiano intenzione di trasformarsi in impresa sociale.

 

 

Le Camere di commercio che partecipano al progetto sono quelle di: Asti, Avellino, Brindisi, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Cremona, Crotone, Cuneo, Firenze, Frosinone, Genova, Imperia, l'Aquila, Lecce, Matera, Messina, Milano, Modena, Nuoro, Padova, Pavia, Perugia, Pordenone, Potenza, Ragusa, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Roma, Rovigo, Siracusa, Taranto, Torino, Udine, Varese, Venezia, Verona, Vibo Valentia.

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Imprese sociali e startup collaborative, due mondi che possono crescere insieme

Imprese sociali e startup collaborative, due mondi che possono crescere insieme | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Sono molto contenta di partecipare oggi, 12 settembre, al Workshop dell’impresa sociale 2013, sia per il programma molto interessante delle due giornate, sia perché ritengo una bella opportunità fare incontrare il mondo dell’impresa sociale con i servizi collaborativi italiani. Il workshop che terrò all’interno del convegno, infatti, avrà come titolo “La sharing economy per l’impresa sociale”, con l’obiettivo proprio di stabilire un primo contatto fra queste due realtà per valutarne punti di incontro e possibili sinergie.

[...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Perché se muore il liceo classico muore il paese

Perché se muore il liceo classico muore il paese | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

[...] Come può un paese che possiede più della metà dei beni culturali, artistici, architettonici del mondo non preoccuparsi di coltivare un ceto di persone di altissima competenza capace di valorizzare quel patrimonio che, se non altro, ha un enorme potenziale economico? Si badi bene: non si tratta solo della necessità di formare un esercito di archeologi, di restauratori, di persone all’altezza di gestire musei e l’immenso, quando degradato e depredato, patrimonio librario del paese. Si tratta di non disperdere la memoria dell’identità storico-culturale italiana. Come è possibile pensare che il patrimonio culturale del paese possa essere preservato se quasi nessuno conosce più neanche i nomi degli architetti, dei pittori, dei letterati, degli scienziati che l’hanno costruito e finisce col considerarlo un irriconoscibile ciarpame? Il disprezzo dell’umanesimo (anche sul fronte della cultura scientifica!) è la via per il sicuro declino. [...]

[...] Giorni fa un illustre ingegnere osservava che nel contesto odierno, sempre più complesso e ricco di interrelazioni, servono persone di formazione vasta e aperta, in breve di formazione umanistica, che spesso solo il liceo classico può dare. L’innovazione tecnologica richiede una cultura vasta capace di attingere ai campi più disparati, altro che specializzazione. Mi ha profondamente colpito l’osservazione che ho sentito da diversi ingegneri che le automobili di oggi sono, in fondo, ancora “bricolage” del modello originario, mentre occorrerebbe ripensarne uno nuovo non soltanto in termini tecnici stretti, ma tenendo conto del senso del “trasporto” nella realtà economico-sociale di oggi. Come può farlo questo chi non sappia di economia, di sociologia, di storia? In un’università tecnologica francese mi raccontarono: «Un’importante ditta automobilistica ci chiede come migliorare una difficoltà di carburazione. Un ricercatore elabora un modello e conclude che occorre aumentare di tot millimetri il diametro di un tubo. Cosa di veramente nuovo può venire da questo?». È comprensibile che le imprese abbiano fretta e desiderino un sistema dell’istruzione funzionale alle formazione di addetti. Ma ciò può portare solo al disastro. Nè vale produrre l’esempio di paesi che imboccano questa via: qui il mal comune non è mezzo gaudio. Tanto meno può esserlo in un paese che non solo possiede gran parte del patrimonio culturale e artistico mondiale, ma ha una grande tradizione: aver saputo sintetizzare con successo, dal periodo postunitario, visione umanistica, scientifica e tecnologica. Di tale sintesi è stata espressione l’ingegneria italiana, costellata di grandi personalità che non erano solo “pratici” di prim’ordine, ma scienziati e umanisti.  [...]

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Una startup per cambiare il mondo: ora il social business si impara all'Università - Repubblica.it

Una startup per cambiare il mondo: ora il social business si impara all'Università - Repubblica.it | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Il progetto pilota "Good Startups 101" parte a settembre negli atenei di Milano, Torino e Ca' Foscari a Venezia. Workshop specifici per insegnare agli studenti le basi per ideare prodotti e servizi ad alto impatto sociale ed ambientale. Un punto di partenza per ispirare innovazione e crescita

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Workshop 2014: il Manifesto! | IRIS Network

Workshop 2014: il Manifesto! | IRIS Network | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Workshop sull’impresa sociale 2014 ci siamo: “riapre il cantiere”. L’appuntamento è per il 18 e 19 settembre 2014 nella suggestiva cornice di Riva del Garda (Tn).

 

Online il manifesto dell’edizione di quest’anno, che funge anche da sollecitazione per coloro che volessero segnalare buone pratiche innovative d’impresa sociale.

 

“Ridisegnare i servizi per aumentare l’impatto”, questo il tema. In un momento in cui l’impresa sociale italiana sta vivendo un’intensa stagione di rinnovamento, l’esigenza di individuare un catalizzatore che aiuti gli imprenditori a discriminare tra molteplici opportunità è sempre più sentita. Per questo il Workshop individua nel ridisegno dei processi produttivi di beni e servizi a elevato impatto sociale la base da cui ripartire per affrontare con successo le sfide del cambiamento.

 

Agendo sul design dei servizi è possibile incorporare l’innovazione proveniente dall’esterno e mettere a sistema quella auto-generata.Consente inoltre di recuperare un rapporto diretto con i principali portatori di interesse, in particolare con chi, a vario titolo, consuma i beni e spesso contribuisce a co-produrli.
E infine il design dei servizi rappresenta un metodo pragmatico per approcciare significati e metriche d’impatto sociale, lavorando per definire standard che siano realmente efficaci nel rendicontare “l’utilità sociale” di queste imprese.

 

[...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

unMonastery - cheFare

unMonastery - cheFare | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it
unMonastery è un programma di residenze per innovatori radicali. L’idea nasce come risposta allo spreco di risorse, materiali e intellettuali, e si ispira all’esperienza del monachesimo occidentale: vuole dare ai suoi membri un obiettivo condiviso più ampio, essere un’occasione per sviluppare delle relazioni profonde vivendo e lavorando insieme, liberandosi in parte dal bisogno di generare reddito per vivere. Funziona cosi: comunità locali accolgono un gruppo di innovatori - portatori di competenze forti e di spirito di servizio alla comunità - che in cambio di vitto, alloggio e riconoscimento sociale si impegnano a risolvere le criticità del luogo. Chi aspira a contribuire a risolvere i problemi delle nostre società può così mettersi in gioco senza dovere per forza essere un professionista al servizio di governi o grandi organizzazioni. Il primo prototipo apre nel 2014, nel cuore dei Sassi di Matera, come progetto pilota della candidatura della città a Capitale Europea della Cultura nel 2019. unMonastery si fonda sulla stretta collaborazione tra reti consolidate online (attraverso le piattaforme di Edgeryders e di Matera 2019) e un calendario di attività offline fatto di laboratori partecipati e residenze. I non-monaci vivranno nel primo prototipo dell'unMonastery a Matera da febbraio in poi.
more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

LA CITTA' INTELLIGENTE, di Angelica Fiore | Tg2 - Dossier

Parte da Trento l’inchiesta del Tg2 Dossier sulle città italiane più “smart”. Il libretto sanitario elettronico per le ricette mediche on line e il telemonitoraggio dei pazienti cronici, mobilità senza barriere per i disabili, raccolta differenziata e trasporti pubblici organizzati e gestiti col web, poli universitari e istituti di ricerca di eccellenza. Il Trentino punta a diventare un territorio basato sull'economia della conoscenza e sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Torino, ex capitale dell'automobile, sta costruendo la sua nuova identità basata su una rete di trasporti che riduce la necessità dell'auto privata e sul riutilizzo degli spazi industriali abbandonati. Recupero di aree industriali anche a Bologna con una nuova edilizia destinata a giovani ed anziani ai quali sono riservati anche corsi avanzati di informatica. Ravenna si segnala per l'attenzione al welfare, all'associazionismo e al volontariato, mentre Milano nell'ambito di progetti smart city punta sulla mobilità sostenibile -car e bike shering - e sulle isole digitali , un servizio ad alto tasso di innovazione, in preparazione alla grande sfida dell'expo 2015.

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Startup ad alto impatto sociale, le migliori vanno a Berkeley

Startup ad alto impatto sociale, le migliori vanno a Berkeley | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

La tappa italiana della "Global Social Venture Competition" (GSVC), premio internazionale per le startup ad alto impatto sociale e ambientale, ha eletto i tre migliori progetti, due dei quali rappresenteranno lo Stivale a Berkeley dal 9 all'11 aprile, durante la finale dell'evento dotato di un premio di 25mila dollari e un affiancamento aziendale.

 

A rappresentare l'Italia ci sarà anche la Svizzera; la prima classificata è la luganese SwissLeg, startup nata infatti all'Università della Svizzera Italiana, attiva nella produzione di protesi gambali a prezzi accessibili a chi vive nelle economie più depresse. Il secondo posto valorizza il no profit, con Charity Stars, portale che mette all'asta oggetti e appuntamenti con i VIP e che devolve il ricavato alle Onlus. Il gradino più basso del podio è occupato dal crowdfunding di Leevia, startup trentina che ha ideato una piattaforma per il finanziamento di opere di beneficenza.

 

[...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Collaboriamo.org

Collaboriamo.org | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

[...] 

Il nostro obiettivo è far diventare Collaboriamo una società che promuova la sharing economy erogando da un lato contenuti ed eventi, dall’altro formazione e consulenza. Le persone che compongono il team, infatti, ritengono di avere le competenze e le conoscenze per riuscire ad aiutare start up, aziende e amministrazioni che vogliono aprire/sostenere l’economia collaborativa.

Così stiamo lavorando per:

 

diffondere la cultura della sharing economy partecipando e organizzando eventi ( i prossimi sono a: Bologna il 26 febbraio, a Pisa il 7 marzo, a Milano il 19 marzo, sempre a Milano il 28, 29, 30 marzo parteciperemo a Fa’ la cosa giusta con un convegno e uno stand e altri appuntamenti ancora in via di definizione); proporre a Expo un piano di adozione della sharing economy durante l’evento; capire come le imprese sociali possono adottare un modello collaborativocomprendere come le grandi aziende possono abbracciare il modello collaborativo [...]
more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

The HUB Milano | Scalare 300 innovazioni sociali in UE, parte BENISI!

The HUB Milano | Scalare 300 innovazioni sociali in UE, parte BENISI! | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Scalare 300 innovazioni sociali in Europa. È l’ambizioso obiettivo del progetto europeo BENISI, lanciato ufficialmente a Vienna il 15 ottobre.

 

In tre anni dodici realtà che rappresentano il consorzio vincitore di un finanziamento europeo costituiranno una rete di incubatori per creare innovazione sociale in Europa. Percorsi di incubazione sosteranno lo sviluppo di 300 innovazioni sociali che abbiano dimostrato di poter avere un impatto significativo sulle sfide sociali e ambientali del nostro continente.

 

Oltre a Impact Hub Milano BENISI vede coinvolti altri cinque Impact Hubs europei: Stoccolma, Londra, Vienna, Bucarest e Amsterdam. Questi sei Impact Hubs lavoreranno a stretto contatto nei prossimi tre anni con gli altri partners del consorzio, e in particolare con i-Propeller, l’organizzazione belga che fa da capofila al progetto.

 

A questi partner si sono aggiunti a Vienna quasi 50 rappresentanti di organizzazioni di tutt’Europa dedite a sostenere innovazione sociale e imprenditoria sociale, che hanno tenuto la prima riunione ufficiale del SIAN, il Social Innovation Ambassadors’ Network. Il SIAN lavorerà con gli Impact Hubs e con gli altri partner per sostenere, ciascuno a proprio modo, l’obbiettivo di scalare 300 innovazioni sociali in Europa.

 

Per candidarsi o avere maggiori informazioni è online il sito BENISI.EU

 

Le startup italiane possono anche riferirsi direttamente a IMPACT HUB MILANO scrivendo a milan.info@impacthub.net

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Crowdfuture 2013 - Roma, 19 ottobre 2013 - LUISS - The future of Crowdfunding

Crowdfuture 2013 - Roma, 19 ottobre 2013 - LUISS - The future of Crowdfunding | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

crowdfuture è la conferenza che affronta tutti gli aspetti legati al finanziamento collettivo di idee innovative. È l’evento italiano che solleva questioni e propone risposte, che guarda al presente e al futuro del crowdfunding, identificando e spiegando sfide e nuovi trend.

La seconda edizione di crowdfuture focalizzerà la propria attenzione sulle tendenze più attuali del mercato e analizzerà i singoli aspetti seguendo delle track tematiche.

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Università Cattolica del Sacro Cuore - Dr. Start-upper - Presentazione

Università Cattolica del Sacro Cuore - Dr. Start-upper - Presentazione | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

“Entrepreneurs are made, not born”

Convinta di questa affermazione, ripetuta nei documenti delle istituzioni europee, l’Università Cattolica investe nella sensibilizzazione all’imprenditorialità e nella formazione di competenze imprenditoriali per i propri dottorandi, dottori di ricerca e giovani inseriti in programmi di alta formazione (Master, Scuole di Specializzazione).
Il Percorso Dr. Start-upper, progettato e realizzato con la Camera di Commercio di Milano per offrire nuove opportunità professionali a studenti postgraduate dell’Università Cattolica, mira a individuare vie di accesso innovative al mondo del lavoro, basate sui valori dell’auto-imprenditorialità, della creatività e della contaminazione multidisciplinare.
Il percorso è finalizzato alla formazione di start-up innovative, che possano contribuire concretamente alla diffusione della cultura dell’innovazione, essenziale per il rilancio dell’economia del Paese.
Il percorso Dr. Start-upper, proposto attraverso modalità didattiche in presenza e online, offre elementi di ispirazione e strumenti concreti per potenziare le competenze necessarie per la nascita e lo sviluppo di idee imprenditoriali fortemente innovative. Anche grazie all’assistenza di coach e tutor, i partecipanti avranno modo di applicare i modelli e gli strumenti appresi ai loro progetti imprenditoriali e di presentarli alle principali competizioni locali e nazionali dedicate alle start-up.

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Michael Porter: Why business can be good at solving social problems | Video on TED.com

Why do we turn to nonprofits, NGOs and governments to solve society's biggest problems? Michael Porter admits he's biased, as a business school professor, but he wants you to hear his case for letting business try to solve massive problems like climate change and access to water. Why? Because when business solves a problem, it makes a profit -- which lets that solution grow.

Michael E. Porter wrote the books on modern competitive strategy for business. Now he is thinking deeply about the intersection between society and corporate interests

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Chi sono le Wister, molto di più di una mailng list sull’intelligenza al femminile

Chi sono le Wister, molto di più di una mailng list sull’intelligenza al femminile | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

[...] Comunità, appunto, le donne fanno comunità per storia e cultura ancestrale e così è stato anche per WISTER.

 

Con alcune amiche ci scambiavamo via email informazioni, inviti ad eventi, progetti, segnalazioni, libri, articoli e a luglio 2012, per semplicità di gestione, ho creato la mailing list WISTER: Women for Intelligent and Smart TERritories. Nata con una decina di donne adesso dopo solo un anno siamo più di 300. Donne invitate da amiche, da amiche di amiche e così la rete è cresciuta e con la rete sono cresciute le nostre attività e si sono moltiplicati i nostri interventi.

 

La prima “uscita” ufficiale è stata a ottobre 2012 alla Smart City Exhibition di Bologna, dove, grazie alla collaborazione di ForumPA, ci siamo presentate, ci siamo contate e ci siamo guardate in faccia, abbiamo iniziato a raccogliere idee e progetti su come una città e un territorio non possano essere considerati smart se non sono inclusivi. La sala era pienissima con gente seduta per terra e la coda fuori di chi voleva partecipare.

 

Abbiamo capito che stavamo facendo la cosa giusta e soprattutto nel giusto modo.

 

Così passo dopo passo abbiamo iniziato a fare progetti iniziando da un piccolo progetto editoriale online “Intelligenza in Genere, una rubrica delle WISTER”. Su questa rubrica abbiamo scritto di Open Data, di Bilanci di Genere, di elezioni e di molto altro. [...]

more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Social enterprises lead the way in market innovation

Social enterprises lead the way in market innovation | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

While social enterprises often don't have the same money or resource as mainstream companies, they are regularly innovating in different sectors and markets. Usually through creating something more ethical and socially sustainable and sometimes because their product or service also fills a gap and is somewhat ahead of the curve.

[...] 
more...
No comment yet.
Scooped by Gino Tocchetti
Scoop.it!

Workshop 2013: il programma | IRIS Network

Workshop 2013: il programma | IRIS Network | Social Innovation - Innovazione Sociale | Scoop.it

Un’infografica per capire tutto (o quasi) con un colpo d’occhio. E una prima versione del programma per mettere a fuoco i principali contenuti e le novità della undicesima edizione del Workshop sull’impresa sociale organizzato da Iris Network che si terrà a Riva del Garda il prossimo 12 e 13 settembre. Il tema guida sarà, come ormai da cinque anni a questa parte, l’innovazione che in questa edizione verrà indagata guardando alle forme di coinvolgimento che consentono di estrarre valore dalle relazioni con una pluralità di soggetti. Un tema classico per l’imprenditoria sociale ma che oggi è sempre più di “dominio comune”. La dimensione “social” trainata dalle nuove tecnologie dell’informazione e della conoscenza sta infatti rivoluzionando i modelli decisionali e di gestione anche delle imprese for profit e delle istituzioni pubbliche, chiamando l’imprenditoria sociale a competere sul fronte dell’efficacia dell’azione a scopo sociale.

more...
No comment yet.