Il mondo che vorrei
9.5K views | +0 today
Follow
Il mondo che vorrei
Nuovi stili di vita e consumo critico
Curated by bimbomatto
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by bimbomatto
Scoop.it!

Mine antipersona: un terzo delle vittime sono bambini 

Mine antipersona: un terzo delle vittime sono bambini  | Il mondo che vorrei | Scoop.it
Le mine anti-uomo causano migliaia di morti e di feriti: ogni anno tre vittime su quattro sono civili e, secondo l’Unicef, i bambini rappresentano più di un terzo delle vittime civili a causa della loro innata curiosità che li induce a capire cosa hanno davanti, anche nel caso di un ordigno.
Dove c’è una mina c’è ancora guerra. I conflitti nascono e finiscono: una volta esauriti l’attenzione dell’opinione pubblica si sposta altrove, eppure, anche ad anni di distanza, la gente continua a morire a causa delle mine antiuomo.
more...
No comment yet.
Scooped by bimbomatto
Scoop.it!

Ottomila chilometri di muri ancora da abbattere

Ottomila chilometri di muri ancora da abbattere | Il mondo che vorrei | Scoop.it
Quello di Berlino non c'è più, ma sono cinquanta le barriere ancora in piedi. E stanno aumentando
more...
No comment yet.
Scooped by bimbomatto
Scoop.it!

La leggenda di Aeham il pianista di Yarmouk: “Suono la mia musica per regalare speranza”

La leggenda di Aeham il pianista di Yarmouk: “Suono la mia musica per regalare speranza” | Il mondo che vorrei | Scoop.it

Siria. Nel campo profughi oggi ostaggio dell’Is un giovane palestinese prova a dare conforto ai sopravvissuti.

more...
No comment yet.
Scooped by bimbomatto
Scoop.it!

Tutto è possibile: anche entrare in guerra in piena campagna elettorale

Tutto è possibile: anche entrare in guerra in piena campagna elettorale | Il mondo che vorrei | Scoop.it

Mali, quattro ore di volo dalle nostre coste. Dopo la Germania, anche l’Italia, senza alcuna discussione e decisione parlamentare, entra in guerra oggi, a fianco della potenza continentale francese, diretta dal socialista Hollande in grave calo di consensi, (e tuttavia riferimento unanime della sinistra nazionale, ivi inclusa Sel), per mettere una toppa alla ennesima catastrofe causata da Sarkozy, Cameron, Berlusconi, Usa, Onu, UE, & C. nella guerra di aggressione alla Libia di Gheddafi. Tuareg e jiadisti, qaedisti e “terroristi”, ecc. hanno conquistato il nord del Mali, grande paese del Sael, destabilizzato da un golpe di pochi mesi fa (con acquiescenza e complicità europea e americana).

more...
No comment yet.