Glogster
Follow
Find
107 views | +0 today
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by Lorena Preite from Learning, eLearning ...mLearning!
Scoop.it!

Come ottenere 2 GB gratis su Google Drive (edizione 2016)

Come ottenere 2 GB gratis su Google Drive (edizione 2016) | Glogster | Scoop.it
Ottenere 2 GB gratis su Google Drive è davvero semplice: basta completare il Controllo Sicurezza e il gioco è fatto!

Via elisabetta serrao
more...
No comment yet.
Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Laura Antichi: Tutorial su come creare Meme con Pablo

Usare i Meme in didattica

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 29, 2:32 AM

"Pablo Tutorial Meme" è una presentazione in 14 slides pubblicata e realizzata da Laura Antichi su Slideshare il 16/01/2016 che spiega il funzionamento di Pablo, una applicazione web che consente di creare rapidamente "meme": immagini che contengono una frase ad effetto o uno slogan.

 

Nella presentazione Laura Antichi spiega cosa sia un Meme, come possa essere utilizzato in ambito didattico e come funzioni Pablo.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Graziano Cecchinato: Flipped classroom 2016

Come le risorse digitali libere e le reti sociali educative stanno trasformando i momenti classici dell’agire didattico: la lezione frontale e lo studio individuale.

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, February 1, 10:45 AM

Ripropongo la presentazione realizzata con Prezi da Graziano Cecchinato che avevo già segnalato in precedenza e di cui l'autore ha pubblicato un'edizione aggiornata il 25/01/2016.

 

Nella presentazione viene ripercorsa la storia della Flipped Classroom e vengono proposte all'attenzione dei docenti molte risorse attraverso link che rimandano:

# a servizi o applicazioni web utili al "rovesciamento della classe"

# articoli e informazioni sulla flipped classroom anche dal punto di vista teorico

# a molti elementi della teoria didattica e della pedagogia che consentono di inquadrare la metodologia della flipped classroom in modo in modo criticamente adeguato, evitando i rischi delle "mode didattiche"

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Gianni Marconato: Sviluppare le competenze attraverso compiti autentici - Pearson - Folio.net anno 3, n° 5

Gianni Marconato: Sviluppare le competenze attraverso compiti autentici - Pearson - Folio.net anno 3, n° 5 | Glogster | Scoop.it

Scuola secondaria di primo e di secondo grado Le competenze, queste sconosciute Dalla scuola del primo ciclo d’istruzione all’obbligo formativo e ai percorsi d’istruzione secondaria superiore, i risultati scolastici vengono sempre più spesso...


Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, February 6, 10:17 AM

Articolo di Gianni Marconato pubblicato su Folio.net, anno 3, numero 5 e dedicato al problema di come sviluppare le competenze attraverso compiti autentici. Si tratta di un articolo scritto in modo molto chiaro e comprensibile, a differenza di tanti altri dedicati a questi argomenti, ma ch enon risulta per questo banale.
Ne suggerisco la lettura a tutti coloro che fossero confusi su questi problemi, tra cui annovero anche me stesso. Infatti l'articolo fornisce un quadro teorico efficace nel qual inquadrare competenze e compiti autentici.

 

STRUTTURA ARTICOLO

L'articolo è composto di tre parti:

 

1. Le competenze, queste sconosciute
In questa prima parte si cerca di fornire una definizione di competenze, le ambiguità di questo concetto ma senza rinunciare alla sua complessità e ricchezza:
# Si parte dalla definizione del parlamento europeo, piuttosto povera e schematica, per cui le competenze sarebbero il momento applicativo di conoscenze, abilità e capacità
# integrandola con la definizione di Gut Le Boterf che ne sottolinea il carattere contestuale, la dinamicità e sistematicità, la doppia valenza "di processo" e "di prodotto".
Personalmente ritengo che tra momento teorico e attuativo concreto, quindi tra conoscenze astratte e competenze operative, non vi sia un rapporto causale per cui le prime determinano le seconde, ma un complesso processo di retroazione continua. Ritengo anche che questa concezione risponda meglio agli sviluppi delle scienze cognitive e ai modelli di intelligenza proposti nell'ambito delle teorie della "Mente Estesa", dell'intelligenza incorporata (embodied) e dell'intelligenza situata (embedded).

 

2. I compiti autentici per le competenze
Molto interessante la stretta conessione che viene individuata tra "sviluppo delle competenze" e "compito autentico". In questa parte della'rticolo si sottolineano:
# i vantaggi dei compiti autentici
# le condizioni alle quali questi si traducono in apprendimento significativo
# le caratteristiche cognitive dei compiti autentici
# il rapporto tra compiti autentici e contenuti disciplinari

 

3. Come identificare e sviluppare compiti autentici
In quest'ultima parte si cerca di rispondere a una domanda che molti docenti si fanno quando sentono parlare di cpompiti autentici e/o di realtà: come diavolo faccio a tradurre contenuti, concetti, problemi, etc. della mia disciplina in termini di compiti autentici? Marcontato da indicazioni preziose per chiarezza ed efficacia:
# far lavorare gli studenti come esperti di quella disciplina
# sfruttare come spunti gli eventi che si verificano a scuola e intorno alla scuola

Vengono però anche riconosciute (una volta tanto), le difficoltà che il docente si trova ad affrontare quando affronta queste situazioni, senza quella spocchia ministeriale o da fondamentalista dell'innovazione che, a mio modesto parere, caratterizza l'atteggiamento dell'autore verso i docenti.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base | Glogster | Scoop.it
J'adore Symbaloo! C'est un endroit ou vous pouvez organiser et partager vos sites web préférés. Comment trouvez-vous Symbaloo?

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 23, 10:10 AM

Un Webmix realizzato con Symbaloo che raccoglie circa 50 applicazioni per bambini della scuola primaria realizzato da Emily Richeson. Per chi non conoscesse Symbaloo è sufficiente cliccare su una delle icone per aprire la pagina web ad essa corrispondente.

La raccolta è stata segnalata qualche anno fa su educatorstechnology, ho verificato il funzionamento delle applicazioni che risultano ancora tutte attive.

 

LA RACCOLTA

Obiettivo della raccolta è offrire applicazioni web che siano fruibili come giochi e consentano di sviluppare / potenziare le abilità di base come leggere, scrivere, contare, etc. in bambini delle scuole elementari, con particolare riferimento a quelli della prima classe. In quasi tutti i casi si tratta di giochi in Flash, molto facili da utilizzare, che permettono al bambino di esercitare e potenziare le sue abilità. I link rimandano anche a raccolte di giochi. Chiaramente gli esercizi di scrittura / lettura sono spesso adatti solo per l'inglese, ma esercitarsi con l'inglese non è poi così male, specie in un'età in cui le lingue si assorbono molto più facilmente che da adulti.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Cathy Schrock: Lista di Strumenti Online e Applicazioni Web per insegnare e apprendere - Online Tools

Cathy Schrock: Lista di Strumenti Online e Applicazioni Web per insegnare e apprendere - Online Tools | Glogster | Scoop.it
Web 2.0 tools and online utilities have become more full-featured and useful over the years.  Here are some links to various online tools to help both teaching and learning. The online tools all...

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 20, 1:11 PM

Una lista di di strumenti web 2.0 realizzata da Cathy Schrock, uno dei migliori curatori in ambito didattico, il cui scopo è fornire a docenti e studenti applicazioni online utili per l'apprendimento e l'insegnamento. Si tratta di applicazioni web o per dispositivi mobili. Il pregio della lista è quello di presentare le applicazioni ordinate per tipologia, Questo facilita la ricerca dell'applicazione "giusta", che in determinate circostanze soddisfa le nostre esigenze.

L'elenco è stato creato nel 2011 e l'ultimo aggiornamento risale al 06/01/2016, altro indizio di affidabilità della curatrice.

 

 

LE APPLICAZIONI

Le categorie utilizzate sono circa 30 e le applicazioni segnalate più di 200. Il pregio di questa lista non è dato dalle informazioni che offre sulle varie applicazioni, dato che quello che ci viene fornito è, semplicemente, il link al sito dell'applicazione, ma l'affidabilità della fonte e la categorizzazione.

Queste alcune delle categorie a titolo esemplificativo:

# strumenti online per realizzare mappe mentali

# editor audio

# Applicazioni online per disegnare o per l'editing di immagini

# Strumenti per realizzare timeline

# applicazioni per realizzare storyboard

# creazione di animazioni

# screencasting: registrazione da schermo

# realizzazione presentazioni online

 

Marco Favero's curator insight, January 20, 4:04 PM

aggiungere la vostra comprensione ...

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Franca Da Re: Webinar "Costruzione del curricolo per competenze "

Webinar: "Costruzione del curricolo per competenze Pillole di didattica per progettare compiti significativi" organizzato dalla casa editoriale Pearson.it av...

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 18, 12:39 AM

Webinar tenuto da Franca Da Re, ispettore dell'USR Veneto, presso l'I.C. Volta di Mandello del Lario e pubblicato sul canale YouTube dell'Istituto il 21/07/2015.  La durata del video è di 58:18 minuti.

tema del Webinar è la "Costruzione del Curricolo per Competenze". 


DIDATTICA PER COMPETENZE

L'Evento è stato organizzato in collaborazione con la casa editrice Pearson, dal cui sito è scaricabile gratuitamente il video del webinar e altri materiali sulla "Didattica per Competenze".

Nel Webinar si affrontano i seguenti argomenti generali: 

# Discipline e competenze

# prove esperte e compiti autentici

# insegnare nel XXI secolo

 

L'ARGOMENTO
Questa una sintesi più articolata del webinar:

1. Si parte dalla Competenze Chiave Europee, raccomandazione del 18/12/2006:

2. vengono illustrate le competenze culturali di base disciplinari fino alle 8 competenze chiave per la cittadinanza e l'apprendimento permanente.

3. si fa riferimento al riordino del secondo ciclo e alla didattica per competenze sviluppata secondo i 4 assi:

# linguaggi,

# matematico,

# scientifico,

# storico - culturale

4. Si esaminano poi le 8 competenze di cittadinanza, che devono essere conseguite entro gli assi culturali e che differiscono dalle competenze chiave europee: comunicare, risolvere problemi, collaborare, agire in modo autonomo, imparare ad imparare, progettare, acquisire e interpretare l'informazione, individuare collegamenti e relazioni.

 

DEFINIZIONE COMPETENZA

combinazione di conoscenze, abilità, atteggiamenti appropriati al contesto.

# Chiave sono quelle competenze necessarie allo sviluppo personale e alla cittadinanza attiva, l'inclusione sociale e l'occupazione.

# Concernono i tre aspetti fondamentali della vita personale:

- vita culturale,

- sociale

- e professionale.

Apprendimento per competenze conferisce significato all'attività di apprendimento. interessante il tentativo di definire conoscenze, abilità e competenze e distinguere queste tre dimensioni, tentativo che, a mio modo di vedere, non ha successo.

 

VENGONO QUINDI PRESI IN ESAME
# le competenze culturali di base dei vari cicli scolastici
# gli aspetti fondamentali della didattica per competenze: flessibilità didattica; valorizzazione esperienza attiva in contesti significativi; docente come facilitatore e mediatore; apprendimento sociale; peer tutoring e laboriatolità; processi metodologici, integrazione saperi, modalità riflessiva e interpretativa dell'esperienza; aspetti affettivi e emotivi; autonomia e responsabilità allo studente;
# tecniche e strumenti: lavoro di gruppo, laboratorialità; problem solving; unità di aprpendimento; prove esperte e autentiche; compiti significativi e in situazione; Esempi in http://piazzadellecompetenze.net
# Pillole di Didattica: brevi suggerimenti operativi come: partire dalle conoscenze spontanere; esplicitare i risultati; mediatori culturali diversi come compiti attivi e autentici;
# prove esperte: tese a valtuare capacità studente di risolbere problemi

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Utilizzare Google Apps per rendere operativo il modello SAMR - Google Apps and the SAMR Framework Infographic - e-Learning Infographics

Utilizzare Google Apps per rendere operativo il modello SAMR - Google Apps and the SAMR Framework Infographic - e-Learning Infographics | Glogster | Scoop.it
The Google Apps and the SAMR Framework Infographic presents how Substitution – Augmentation – Modification – Redefinition is made easy with Google Apps!

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 8, 1:21 PM

Il modello SAMR è stato sviluppato da Ruben Puentadura con l'obiettivo di facilitare, da parte degli educatori, l'integrazione delle nuove tecnologie nella didattica. Infatti il semplice utilizzo di applicazioni web, dispositivi digitali, etc. non produce automaticamente e magicamente un miglioramento della qualità dell'apprendimento.

 

Il Modello SAMR

SAMR è un acronimo che sta per "Substitution - Augmentation - Modification - Redefinition" cioé  "Sostituzione - Miglioramento - Modificazione - Ridefinizione". Si tratta di 4 momenti gerarchicamente ordinati a cominciare dalla sostituzione e per finire con la ridefinizione, che individuano 4 fasi diverse nel processo di graduale integrazione delle nuove tecnologie nella didattica.


Google Apps e il Modello SAMR

L'infografica che ho segnalato è utile per comprendere come opera il modello SAMR sul piano operativo. L'infografica, tratta da elearninginfographics, è stata creata da Erifili Davis ed è  intitolata: "Google Apps e il modello SAMR".

 

Questa la traduzione del testo dell'infografica:

 

1. Che cos'è SAMR?

Acronimo per "Sostituzione - Miglioramento - Modificazione - Ridefinizione"

1. Sostituzione: utilizzare nuove tecnologie per una attività educativa tradizionale

2. Miglioramento:  utilizzare nuove tecnologie che determinano un miglioramento nello svolgimento di un'attività educativa tradizionale

3. Modificazione: Sostituzione = utilizzare nuove tecnologie per cambiare un'attività educativa tradizionale

4. Ridefinizione: usare nuove tecnologie per creare nuove attività educative


2. Perché usare Google Apps?

Milioni di studenti ed educatori in tutto il mondo utilizzano Google Apps per l'educazione. I vantaggio sono che possono essere utilizzate in qualsiasi tipo di dispositivo e con qualsiasi sistema operativo e sono free. 

 

3. Esempio del modello SAMR in azione

 

1. Compito Originale: scrivere una relazione su una città utilizzando carta / penna / colla e forbici

 

2. Sostituzione: utilizzare Google Docs e cercare su Internet materiali e fonti per creare la relazione

 

3. Miglioramento: utilizzare Google Docs e cercare su Internet materiali e fonti per creare la relazione e condividere il documento con il docente

 

4. Modificazione: utilizzare Google Docs e cercare su Internet materiali e fonti per creare la relazione e condividere il documento con il docente e gli altri studenti. Gli studenti possono utilizzare  lo strumento per inserire commenti per discutere i vari punti della relazione.

 

5. Ridefinizione: utilizzare Google Hangouts per visionare un tour virtuale di una città realizzato da una classe di quell'altra città e dialogare con gli studenti di quest'altra classe. Documenti, domande, immagini possono essere postate su Google+. I gruppi di studenti possono collaborare per creare rapporti, relazioni, documentazioni utilizzando a loro scelta le applicazioni di Google come: Doc. Slides, YouTube, Blogger. La relazione finale può contenere elementi multimediali.

 

La ridefinizione aiuta a realizzare esperienze di apprendimento più significative e centrate sugli studenti

Paolo Aghemo's curator insight, January 8, 1:27 PM

stessa modello che propongo io...

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Gamification, il futuro è nel gioco - intervista a Fabio Viola - creare percorsi gamificati, principi, teoria e pratica e esempi

Gamification, il futuro è nel gioco - intervista a Fabio Viola - creare percorsi gamificati, principi, teoria e pratica e esempi | Glogster | Scoop.it
Eurogamer.it intervista Fabio Viola, massimo esperto italiano di gamification. E ci ha prospettato scenari sorprendenti.

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 9, 12:10 PM

Una intervista a Fabio Viola, a mio modo di vedere uno dei migliori e più stimolanti esperti italiani in fatto di gamification, apparsa su Eurogamer.it il 29/12/2015. Due i principali motivi di interesse dell'intervista:

# cosa significa realmente gamification aldilà della "moda"

# quali sono le potenzialità di questo approccio al design di esperienze significative, anche in ambito didattico.


GAMIFICATION: NON SOLO BADGES

Se la gamification è l'applicazione dei principi del Game Design a contesti non ludici (aziendali, marketing, formativi, di aggiornamento professionale, etc.), allora non si può ridurre ai soli: badges, livelli, punteggi, etc. Si tratta invece di:

1. adattare alla situazione specifica i principi del game design

2. essere consapevoli degli obiettivi da conseguire

3. costruire dei percorsi e missioni diversificate per il raggiungimento di questi obiettivi 

4. stabilire un sistema di "ricompense" significative per gli utenti

5. il tutto deve essere centrato sull'esperienza dell'utente e questo si ottiene proponendogli "scelte interessanti"


ELEMENTI BASE DELLA GAMIFICATION

La Gamification comporta il ridisegnare l'esperienza che l'utente vive in ambiti non ludici e facendo riferimento ai principi della psicologia, del game design e delle scienze comportamentali. 

In questo contesto gli elementi della Gamificatio sono principalmente tre:

1. obiettivi frammentati e temporizzati

2. diversificazione (compiti, attività, etc.)

3. proporzionalità tra difficoltà proposte e capacità degli utenti


LE POTENZIALITA' DELLA GAMIFICATION

Per comprendere le potenzialità della gamification, anche in ambito educativo, è utile l'esempio fatto nell'intervista degli impiegati di una banca e della realizzazione per essi di un percorso di aggiornamento non basato su lezioni frontali o corsi on line ugualmente frontali e trasmissivi, ma su percorsi gamificati.

Per quanto concerne il futuro della gamification Fabio Viola prevede che il termine scomparirà perché la gamification si diffonderà in modo pervasivo divenendo uno dei principali modelli di riferimento per il design di esperienze in qualsiasi ambito.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Anna Di Gennaro: Google Docs e le funzionalità che non ti aspetti - usare Google Docs per l'editing testuale

Anna Di Gennaro: Google Docs e le funzionalità che non ti aspetti - usare Google Docs per l'editing testuale | Glogster | Scoop.it
Per i tuoi testi usi sempre Word? Preparati a scoprire tutti i segreti di un altro word processor: Google Docs. Te ne innamorerai. Promesso.

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 11, 9:05 AM

Un lungo e interessante post di Anna Di Gennaro comparso su Pennamontata - Comunicazione con i Fiocchi, il  04/01/2016. Il post illustra i vantaggi nell'utilizzo di Google Docs, l'applicazione web free per l'editing testuale di Google. Il post suggerisce l'opportunità del passaggio dai software di editing testuale tradizionali allo strumento online offerto da Google e per mostrare i vantaggi di questa scelta illustra 10 funzionalità di Googl Doc estremamente utili da un punto di vista didattico.

 

10 FUNZIONALITA' DI GOOGLE DOCS

Nel post ciascuna delle funzionalità cui il titolo fa riferimento, viene brevemente descritta, viene spiegato come le funzionalità vengono mostrate e viene spiegato anche come utilizzarla e vengono anche forniti esempi che consentono di valutare le potenzialità in ambito educativo dell'uso di questi strumenti. Mi limietrò a elencare le funzionalità spiegate nel post:

 

1. possibilità di scrittura collaborativa: condivisione e commento in tempo reale, chat testuale tra i vari coautori

 

2. scrittura collaborativa: modifica del testo in modalità "suggerimenti"

 

3. Sommario, segnalibri, link

 

4. disponibilità di modelli predefiniti

 

5. strumento ricerca

 

6. Cronologia delle revisioni

 

7. funzione digitazione vocalica

 

8. Possibilità di lavorare offline

 

9. Pubblicazione e condivisione sul web

 

10. Installazione di componenti aggiuntivi, applicazioni sviluppate da terze parti, che moltiplicano funzionalità e potenzialità di google docs. Nel post si fa l'esempio di Mindmeister, applicazione per la creazione di mappe concettuali

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Teacher Rubric: componente aggiuntivo per la creazione e gestione di rubriche valutative in Google Docs - Google Docs add-on

Teacher Rubric: componente aggiuntivo per la creazione e gestione di rubriche valutative in Google Docs - Google Docs add-on | Glogster | Scoop.it
Easily and quickly make rubric selections and convert the Analysis or Holistic rubric into a percentage or points grade.

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 14, 2:46 AM

Teacher Rubric è un componente aggiuntivo FREE per Google  Docs che semplifica e rende rapida la valutazione e l'assegnazione di un punteggio, eliminando i passaggi ripetitivi e facendo risparmiare tempo al docente. 

 

FUNZIONAMENTO

il suo funzionamento di Teacher Rubric è molto semplice:, questi i principali passaggi:

1. Utilizzo di un rubrica già creata o sua creazione utilizzando l'applicazione:

# si definiscono le categorie valutative che fanno riferimento alle capacità, conoscenze, abilità che si intende valutare

# per ciascuna categoria si individuano i vari livelli di padronanza e/o possesso.

2. Si valuta la performance dello studente selezionando il livello di padronanza che dimostra per ciascuna delle categorie definite
3. l'applicazione traduce le selezioni effettuate in un punteggio e esprime percentualmente il livello medio di padronanza delle varie competenze e capacità
Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Maria Rosaria Fiorelli - Presentazione: Educazione alla cittadinanza digitale

slide di Maria Rosaria Fiorelli del 13/1/2016

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 15, 1:00 PM

Maria Rosaria Fiorelli ha pubblicato il 14/01/2016 su Slideshare una presentazione in 53 slides sul tema "Educare alla Cittadinanza Digitale" in cui fornisce un numero enorme di risorse, link, esempi, buone pratiche sul tema. Penso che sia un utilissimo contributo utile a tutti.

 

STRUTTURA PRESENTAZIONE

Dopo una PREMESSA TEORICA alcune indicazioni generali sulla Carta della Cittadinanza Digitale e l'Inclusione Digitale, la presentazione:

1. illustra le 8 competenze chiave tra cui quella digitale è inclusa

2. fa riferimento al PNSD

3. espone i vari aspetti della cittadinanza digitale con una serie di video molto utili da mostrare agli studenti

4. Propone progetti e materiali informativi5. Fornisce una serie di link per approfondire i vari temi e problemi


MIO GIUDIZIO

Si tratta di risorse interessanti e raccolte in modo ordinato, molte di esse possono essere immediatamente utilizzate con le classi. Un buon lavoro di cura dei contenuti che semplifica la vita a chi si deve occupare della cittadinanza digitale, cioè tutti i docenti

 

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Franca Da Re: Webinar "Costruzione del curricolo per competenze "

Webinar: "Costruzione del curricolo per competenze Pillole di didattica per progettare compiti significativi" organizzato dalla casa editoriale Pearson.it av...

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 18, 12:39 AM

Webinar tenuto da Franca Da Re, ispettore dell'USR Veneto, presso l'I.C. Volta di Mandello del Lario e pubblicato sul canale YouTube dell'Istituto il 21/07/2015.  La durata del video è di 58:18 minuti.

tema del Webinar è la "Costruzione del Curricolo per Competenze". 


DIDATTICA PER COMPETENZE

L'Evento è stato organizzato in collaborazione con la casa editrice Pearson, dal cui sito è scaricabile gratuitamente il video del webinar e altri materiali sulla "Didattica per Competenze".

Nel Webinar si affrontano i seguenti argomenti generali: 

# Discipline e competenze

# prove esperte e compiti autentici

# insegnare nel XXI secolo

 

L'ARGOMENTO
Questa una sintesi più articolata del webinar:

1. Si parte dalla Competenze Chiave Europee, raccomandazione del 18/12/2006:

2. vengono illustrate le competenze culturali di base disciplinari fino alle 8 competenze chiave per la cittadinanza e l'apprendimento permanente.

3. si fa riferimento al riordino del secondo ciclo e alla didattica per competenze sviluppata secondo i 4 assi:

# linguaggi,

# matematico,

# scientifico,

# storico - culturale

4. Si esaminano poi le 8 competenze di cittadinanza, che devono essere conseguite entro gli assi culturali e che differiscono dalle competenze chiave europee: comunicare, risolvere problemi, collaborare, agire in modo autonomo, imparare ad imparare, progettare, acquisire e interpretare l'informazione, individuare collegamenti e relazioni.

 

DEFINIZIONE COMPETENZA

combinazione di conoscenze, abilità, atteggiamenti appropriati al contesto.

# Chiave sono quelle competenze necessarie allo sviluppo personale e alla cittadinanza attiva, l'inclusione sociale e l'occupazione.

# Concernono i tre aspetti fondamentali della vita personale:

- vita culturale,

- sociale

- e professionale.

Apprendimento per competenze conferisce significato all'attività di apprendimento. interessante il tentativo di definire conoscenze, abilità e competenze e distinguere queste tre dimensioni, tentativo che, a mio modo di vedere, non ha successo.

 

VENGONO QUINDI PRESI IN ESAME
# le competenze culturali di base dei vari cicli scolastici
# gli aspetti fondamentali della didattica per competenze: flessibilità didattica; valorizzazione esperienza attiva in contesti significativi; docente come facilitatore e mediatore; apprendimento sociale; peer tutoring e laboriatolità; processi metodologici, integrazione saperi, modalità riflessiva e interpretativa dell'esperienza; aspetti affettivi e emotivi; autonomia e responsabilità allo studente;
# tecniche e strumenti: lavoro di gruppo, laboratorialità; problem solving; unità di aprpendimento; prove esperte e autentiche; compiti significativi e in situazione; Esempi in http://piazzadellecompetenze.net
# Pillole di Didattica: brevi suggerimenti operativi come: partire dalle conoscenze spontanere; esplicitare i risultati; mediatori culturali diversi come compiti attivi e autentici;
# prove esperte: tese a valtuare capacità studente di risolbere problemi

Rescooped by Lorena Preite from Learning, eLearning ...mLearning!
Scoop.it!

Come ottenere 2 GB gratis su Google Drive (edizione 2016)

Come ottenere 2 GB gratis su Google Drive (edizione 2016) | Glogster | Scoop.it
Ottenere 2 GB gratis su Google Drive è davvero semplice: basta completare il Controllo Sicurezza e il gioco è fatto!

Via elisabetta serrao
more...
No comment yet.
Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Impara Digitale - Giuseppe Del Giovannino - Webinar sullo "Storytelling"

Hangout del prof. Giuseppe Del Giovannino, si possono trovare i materiali al seguente link http://it.padlet.com/giuseppedelgiov/sn8wgjpz5e7x

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 30, 10:48 AM

Un Hangout di impara Digitale realizzato da Giuseppe Del Giovannino sullo Storytelling pubblicato il 16/01/2016 sul canale di Impara Digitale:

https://www.youtube.com/channel/UCFHNJHwsZdtM5yU2nq5maMg

 

La durata del Webinar è di 21:26 minuti in cui viene trattato la'rgomento dello storytelling e le sue potenzialità in ambito pedagogico ed educativo con l'aiuto di un Padlet che contiene riferimenti e link a risorse e applicazioni web sull'argomento.

 

CONTENUTI DEL WEBINAR

Dello Storytelling vengono posti in evidenza i seguenti aspetti:

# pensiero narrativo e interattivo

# contenuti educativi e didattici

# aspetti formativi e cognitivi

# interpretazione e comprensione della realtà

# viene prestata anche attenzione all'uso dello storytelling nei doversi ordini di scuola

Dal punto di vista didattico si può utilizzare lo storytelling per:

# dare senso alla realtà,

# creare identità

# mantenere la memoria

# orientare l'opinione

# trasmettere valori

# esporre problemi

# progettare il futuro

# comunicare idee e progetti

 

Per integrare la trattazione dell'argomento è stato reso disponibile il Padlet intitolato "L'arte del raccontare: " di cui l'autore si è servito per illustrare la trattazione dell'argomento:

http://it.padlet.com/giuseppedelgiov/sn8wgjpz5e7x

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Laura Antichi: Edpuzzle, creare video interattivi, tutorial

Creare video interattivi per le classi

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, February 5, 1:13 AM

Edpuzzle è una delle numerose applicazioni che permettono di creare video interattivi per le nostre classi e che risulta molto utile sia che si propenda per una didattica improntata al Blended Learning o alla Flipped Classroom, sia che so vogliano offrire agli studenti risorse mirate ad approfondire determinate tematiche e/o stimolare la curiosità e aumentare il grado di coinvolgimento degli studenti.

 

La Guida all'uso di Edpuzzle che segnalo è stata realizzata da Laura Antichi e pubblicata su Slideshare il 03/02/2016. Si tratta di una presentazione in 15 Slide il cui punto di forza è quello di farci apprendere rapidamente le principali funzionalità di questa applicazione e farcene un'idea, in modo da valutare se può tornare utile a noi e ai nostri studenti.

 

Per chi fosse interessato all'utilizzo di Edpuzzle consiglio anche il video tutorial di Jessica Redeghieri, disponibile a questo indirizzo:

https://youtu.be/-urM4Gge9Rw

 

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base | Glogster | Scoop.it
J'adore Symbaloo! C'est un endroit ou vous pouvez organiser et partager vos sites web préférés. Comment trouvez-vous Symbaloo?

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 23, 10:10 AM

Un Webmix realizzato con Symbaloo che raccoglie circa 50 applicazioni per bambini della scuola primaria realizzato da Emily Richeson. Per chi non conoscesse Symbaloo è sufficiente cliccare su una delle icone per aprire la pagina web ad essa corrispondente.

La raccolta è stata segnalata qualche anno fa su educatorstechnology, ho verificato il funzionamento delle applicazioni che risultano ancora tutte attive.

 

LA RACCOLTA

Obiettivo della raccolta è offrire applicazioni web che siano fruibili come giochi e consentano di sviluppare / potenziare le abilità di base come leggere, scrivere, contare, etc. in bambini delle scuole elementari, con particolare riferimento a quelli della prima classe. In quasi tutti i casi si tratta di giochi in Flash, molto facili da utilizzare, che permettono al bambino di esercitare e potenziare le sue abilità. I link rimandano anche a raccolte di giochi. Chiaramente gli esercizi di scrittura / lettura sono spesso adatti solo per l'inglese, ma esercitarsi con l'inglese non è poi così male, specie in un'età in cui le lingue si assorbono molto più facilmente che da adulti.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base

Symbaloo, Emily Richeson: raccota di applicazioni per bambini per lo sviluppo delle competenze di base | Glogster | Scoop.it
J'adore Symbaloo! C'est un endroit ou vous pouvez organiser et partager vos sites web préférés. Comment trouvez-vous Symbaloo?

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 23, 10:10 AM

Un Webmix realizzato con Symbaloo che raccoglie circa 50 applicazioni per bambini della scuola primaria realizzato da Emily Richeson. Per chi non conoscesse Symbaloo è sufficiente cliccare su una delle icone per aprire la pagina web ad essa corrispondente.

La raccolta è stata segnalata qualche anno fa su educatorstechnology, ho verificato il funzionamento delle applicazioni che risultano ancora tutte attive.

 

LA RACCOLTA

Obiettivo della raccolta è offrire applicazioni web che siano fruibili come giochi e consentano di sviluppare / potenziare le abilità di base come leggere, scrivere, contare, etc. in bambini delle scuole elementari, con particolare riferimento a quelli della prima classe. In quasi tutti i casi si tratta di giochi in Flash, molto facili da utilizzare, che permettono al bambino di esercitare e potenziare le sue abilità. I link rimandano anche a raccolte di giochi. Chiaramente gli esercizi di scrittura / lettura sono spesso adatti solo per l'inglese, ma esercitarsi con l'inglese non è poi così male, specie in un'età in cui le lingue si assorbono molto più facilmente che da adulti.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Pearltrees: raccolta di risorse su "Metodologie Didattiche e Tecnologie dell'Apprendimento"

Pearltrees: raccolta di risorse su "Metodologie Didattiche e Tecnologie dell'Apprendimento" | Glogster | Scoop.it
Pierluigi Brustenghi: Pensiero computazionale e pensiero narrativo. Alessandro Bogliolo: Il pensiero computazionale in pratica. Unità di Apprendimento per la

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 21, 1:14 AM

Una raccolta realizzata da Gianfranco Marini su Pearltrees che include risorse di vario formato (audio, video, testi e documenti) mirate ad approfondire le problematiche derivanti dalla necessità dell'integrazione delle Tecnologie Educative nella formazione scolastica, in modo che si abbia un effettivo miglioramento della qualità dell'apprendimento e dell'insegnamento e non:

# un appiattimento della didattica sulle tecnologie informatiche o, peggio
# un "cambiare tutto perché nulla cambi"

 

TEMI E PROBLEMI
I temi su cui è focalizzata questa raccolta sono:

# didattica per competenze;

# integrazione delle tecnologie nella didattica;

# Flipped Classroom e Blended Learning,

# Compiti Autentici e Valutazione Significativa,

# Pensiero Computazionale

etc.

Si tratta di argomenti eterogenei tenuti insieme dal filo conduttore del riferimento alle Tecnologie Educative Digitali.

 

AUTORI E CONTENUTI

I contenuti sono quasi interamente video relativi a eventi quali: conferenze, convegni, webinar, incontri di aggiornamento professionale, presentazione di saggi, etc. 

Tra gli autori i cui contributi ho segnalato ricordo: Franca Da Re, Silvano Tagliagambe, Pierluigi Brustenghi, Graziano Cecchinato, Dario Cillo, maurizio Gentile, Alessandro Bogliolo e altri ancora.

La raccolta verrà costantemente aggiornata con l'aggiunta di nuove risorse

 

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Pearson, Franca Da Re: La didattica per competenze

Pearson, Franca Da Re: La didattica per competenze | Glogster | Scoop.it
Scarica gratis

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 21, 12:18 AM

La recensione della video conferenza tenuta da Franca Da Re sulla didattica per competenze ha suscitato l'interesse di molti, questo il link:

http://sco.lt/7O3HTV


Segnalo quindi questa pagina del sito della Pearson da cui è possibile scaricare gratuitamente il libro dell'autrice dal titolo "La didattica per competenze - Apprendere competenze, descriverle, valutarle".

 

IL LIBRO

Si tratta di un saggio edito da Pearson, di 151 pagine, costituito da 5 capitoli, questo l'indice dei capitoli:

Cap 1: Competenza: verso una definizione condivisa
Cap 2: Fornire strumenti per la formazione della persona competente
Cap 3: Costruire un curricolo per competenze e descrivere i risultati
di apprendimento
Cap 4: Strategie, tecniche, strumenti didattici per costruire competenze
Cap 5: Verifica, valutazione e certificazione delle competenze

Dalla pagina segnalata è possibile scaricare tutti i capitoli in formato PDF

 

ESEMPI E MATERIALI

Sempre dalla stessa pagina è possibile scaricare anche esempi di curricoli e materiali disponibili in forma di schede e che riguardano:

# competenze, abilità e conoscenze

# evidenze e compiti significativi

# descrittori livelli padronanza

# e altro ancora

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Pier Cesare Rivoltella - Medialog: Semplessità e didattica

Pier Cesare Rivoltella - Medialog: Semplessità e didattica | Glogster | Scoop.it

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 9, 8:20 AM

Un breve ma interessante post di Pier Cesare Rivoltella che tratta della possibilità di "declinare didatticamente " la "semplessità", concetto proposto dal fisiologo Alain Berthoz in relazioni ai processi tramite cui gli organismi biologici si adattano alla complessità.

 

CONTENUTI DEL POST

I contenuti del post sono così elencati dall'autore:

 

1. rapporto tra concetto di semplessità e proposta degli EAS o Episodi di Apprendimento Situato. A proposito degli EAS questo post segnala alcune risorse in cui questa metodologia viene presentata e un video in cui lo stesso prof. Rivoltella parla degli EAS.

http://sco.lt/7a1NkP

 

2. uso di strumenti nella didattica, come i videogiochi, che valorizzino il coinvolgimento e la confusione produttiva

 

3. fasi dell'EAS e riflessione su: corpo, situazione didattica e teatro.

 

Il saggio di Alain Berthoz, Codice Edizioni, 2011, è brevemente recensito a questo indirizzo:

http://www.codiceedizioni.it/libri/la-semplessita/

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Atavist: scrittura e pubblicazione digitale, Piattaforma per il web publishing e il multimedia storytelling

Atavist: scrittura e pubblicazione digitale, Piattaforma per il web publishing e il multimedia storytelling | Glogster | Scoop.it
Make a story, design it your way, share it. Sign up for free.

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 10, 7:01 AM

Servizio di "Multimedia Storytelling" per dispositivi digitali, è una "Piattaforma per la pubblicazione multimediale" di contenuti sul web, come presentazioni e storie di stampo giornalistico e/o pubblicistico e/o letterario. Dal 2015 è disponibile in modalità free. Si tratta di uno strumento per la "scrittura digitale" che mira a sfruttare le potenzialità offerte dal web nel campo della grafica, interattività e multimedialità.

 

PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO
# Semplicità e rapidità: nel realizzare contenuti multimediali sono ottenute grazie alla tecnica del Drag and Drop. In altri termini ci si limita a cliccare su un elemento e trascinarlo nella superficie di composizione o pagina bianca, di partenza
# Strumenti di Disegno Potenti: offrono la possibilità di ottenere un risultato finale graficamente raffinato e comunicativamente efficace. Sono disponibili: titoli predefinit, temi visuali, modelli di impaginazione e navigazione, etc.
# La condivisione può avvenire tramite link, nei principali social network, incorporando in un sito o blog il prodotto

 

PROCESSO DI CREAZIONE
1. Fase Compositiva: trascinamento e rilascio (drag and drop) di blocchi di contenuto di vario formato, come: video, imamgini, testo, grafici, mappe, presentazioni, auudio, etc.
2. Fase di Design: organizzazione e realizzazione della grafica. Dopo avere inserito gli elementi della storia / vicenda / evento che vogliamo raccontare, atavist fornisce gli strumenti per combinare i vari elementi, organizzarli nello spazio del supporto (pagina, bacheca, etc.), interpretarli graficamenti con combinazioni di temi, colori, elementi grafici, modelli di pagina e di navigazione, etc.
3. Pubblicazione: atavist ottimizza la pubblicazione del nostro lavoro per dispositivi desktop , mobili.

 

ESEMPI
Dal sito del servizio è possibile visualizzare gli esmepi di storie realizzate con Atavist. Suggerisco di visitare la pagina in cui sono proposti esempi del'uso educativo della piattaforma. Oltre agli esempi didattatici e sono presenti anche suggerimenti sul a tipologia di oggetti e attività didattiche che è possibile supportare con Atavist:
# progetti realizzati dagli studenti
# immaginazione e progettazione del proprio futuro
# storie da raccontare e condividere
# documentazione di attività
# portfolio

 

COSTI DELLE VARIE VERSIONI
1. La versione free non ha alcuna limitazione particolare, consente di inserire qualsiasi tipo di media e disponde di tutti gli strumenti di design
2. Atavist Pro: permette di creare un team per la realizzazione del alvoro, avere una propria URL e un proprio logo personalizzato e vendere la storia che si è creata. Costo $ 8 al mese
3. Atavist Business: presenta varie modalità e non è di grande interesse per chi abbia intenzione di utlizzare Atavist in ambito didattico

 

LINK UTILI
1. Video dimostrativo orginale, 2:16, https://youtu.be/_oB3084mFiU
2. videoturial in inglese, Atavist Tutorial: set up and basics, 8:41, https://youtu.be/x2Rw8zhnDzo
3. video tutorial in lingua spagnola, 7:49, https://youtu.be/FuXtFxVzUBU

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

The debate site - Quibl: piattaforma open per discutere di qualsiasi argomento controverso

The debate site - Quibl: piattaforma open per discutere di qualsiasi argomento controverso | Glogster | Scoop.it

Dibattiti e discussioni on line su QIBL - Debate and discuss arguments on Quibl.com


Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 12, 12:22 AM

Quibl è un servizio offerto da una Startup canadese incentrato sull'idea di offrire una piattaforma per creare discussioni su un qualsiasi argomento. Si tratta di una piattaforma open il cui uso è free. Gli utenti si registrano gratuitamente e aprono una discussione su un argomento specifico di loro scelta, rispetto al quale è possibile un'opzione binaria del tipo: favorevoli / contrari o si / no.

 

COME FUNZIONA

Caratteristica di Quibl è l'estrema semplicità, usarlo non presenta alcuna difficoltà particolare. Questi i principali passi da seguire:

1. dopo la registrazione si clicca su "subimt debate", si da un titolo all'argomento e lo si illustra con immagini e allegando link, articoli, blog, tweet, video, etc.

2. il dibattito prevede una polarizzazione rispetto all'argomento proposto che viene resa graficamente tramite due campi contrapposti

3. gli altri utenti possono scegliere il dibattito su cui intervenire e

# votare per l'una o l'altra delle due tesi contrapposte,

# aggiungere argomenti: video, immagini, link, 

# inserire commenti per ogni intervento pro o contro,

4. i commenti possono dare luogo a una discussione articolata in thread come nei forum. Cliccando su "comment" è possibile aprire la pagina in cui sono riportati, per ogni intervento nella discussione, i vari commenti e intervenire a propria volta.

 

ESEMPI

Alla pagina http://www.quibl.com/browse/year

possibile visualizzare le discussioni più popolari dell'anno, queste sono:

1. favorevole o contrario a un maggior controllo delle armi negli Usa?

2. l'11 settembre è stato un complotto interno?

3. favorevoli o contrari ai Google Glass

4. Favorevoli o contrari ai matrimoni gay?

5. Galaxy contro iPhone

Come si può notare si tratta di questioni controverse che tendono a dividere il pubblico in due schieramenti contrapposti e a suscitare un acceso dibattito. Gli utilizzi didattici sono facili da immaginare e la semplicità nell'utilizzo di questa applicazione ne favorisce l'uso didattico.

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Quick Rubric: Applicazione per la creazione e stampa di Rubriche di Valutazione – Free, Fast, and Easy to Use! :)

Quick Rubric: Applicazione per la creazione e stampa di Rubriche di Valutazione – Free, Fast, and Easy to Use! :) | Glogster | Scoop.it
Quick Rubric – FREE, fast and simple rubric creator

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 14, 5:57 AM

QuickRubric è una applicazione che viene incontro all'esigenza di realizzare in modo semplice e rapido rubrico di valutazione da stampare e utilizzare nelle attività di valutazione. L'applicazione è free e il suo punto di forza è la semplicità d'uso e la rapidità nel realizzare rubriche. I limiti principali sono:

# non si può condividere

# non si può utilizzare online ma solo stampare

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO

Per sperimentare l'utilizzo di quickrubric direttamente e senza bisogno di registrarsi cliccare qui:

https://www.quickrubric.com/r#/create-a-rubric

Dopo essersi registrati si clicca su "Create a Rubric", l'idea è di creare una tabella in cui:

# le righe corrispondono alle diverse categorie o criteri di valutazione, le competenze e/o abilità e/o conoscenze che vogliamo valutare

# le colonne corrispondono ai diversi livelli di padronanza e/o conoscenza delle competenze che andranno descritte e a cui andrà associato un punteggio massimo

Occorre dare un titolo alla nostra rubrica, inserire una breve descrizione relativa al suo scopo e uso e assegnare un punteggio massimo complessivo alla valutazione che vogliamo operare con la rubrica.

Tramite due pulsanti posti in basso a destra è possibile:

# Add Row: aggiungere una riga;

# Add Column: aggiungere una colonna

Terminate le operazioni di creazione della rubrica possiamo salvarla e procedere a stamparla

 

FORMATTAZIONE

QuickRubrick supporta elementi di murkup che consentono di realizzare un minimo di formattazione della nostra rubrica, di seguito alcuni esempi:

# Per creare un elenco puntato è sufficiente inserire a ogni riga dell'elenco il segno *

# per formattare un termine in grassetto utilizzare prima e dopo il termine tre segni di apostrofo (''')

# Per l'italico o corsivo il termine va inserito tra 2 apostrofi

qui l'elenco completo dei tag di formattazione del testo: 

https://www.quickrubric.com/help/advanced-formatting

 

LINK UTILI

1. Richard Byrne, Come creare una rubrica con QuickRubric.com, video tutorial in inglese, 4:54 minuti:

https://youtu.be/b6-ezlskTPM

2. Quick Rubric, video tutorial in spagnolo, 5:48 minuti:

https://youtu.be/GefENgE79o0

Rescooped by Lorena Preite from Tecnologie Educative - TICs - TACs
Scoop.it!

Giuseppe Auletta: 33 Competenze Digitali che ogni insegnante dovrebbe avere

33 competenze digitali che ogni insegnante dovrebbe avere nel 21° secolo Fonte: Educational Technology and Mobile Learning rielaborazione videografica, a cur...

Via Gianfranco Marini
more...
Gianfranco Marini's curator insight, January 17, 12:13 AM

Giuseppe Auletta ha realizzato un'ottimo servizio di cura dei contenuti riprendendo da un post del Blog Didattico "Educational Technology and Mobil Learning" un elenco di quelle che sono le abilità e competenze nel campo delle Tecnologie Educative che dovrebbero costituire la base per poi integrare nella didattica la "comunicazione digitale".  Il passo successivo è stato tradurre questo elenco di 33 competenze digitali e realizzarne una versione video.

 

IL VIDEO

Il video è stato pubblicato sul canale YouTube di Giuseppe Auletta il 15/01/2014, la sua durata è di 2:12, consiste in una serie di slide che mostrano ciascuna delle 33 competenze.

 

MIO GIUDIZIO

Aggiungo solo che tali competenze dovrebbero essere proprie anche degli studenti e che è importanti che i docenti sviluppino percorsi formativi che includano queste competenze come strumenti di studio, comunicazione, social learning, creazione e interpretazione di contenuti, etc. Penso infatti che gli studenti abbiano bisogno di queste cosiddette "Competenze del XXI secolo" ancora più dei loro insegnanti

Paolo Aghemo's curator insight, January 17, 5:33 AM

grazie Giuseppe!