Ancora sul connettivismo, una postilla | FantaScientifico ! | Scoop.it

Saprete ormai quanto disapprovi la parola “connettivismo“, in favore della più veritiera personalizzazione al plurale - connettivisti - che trovo maggiormente veritiera e rispettosa della pluralità di voci del movimento, sintomatica della sua ricchezza generale e capace di valorizzare le individualità che lo popolano. Il movimento è come l’alveo di un fiume, che resterebbe vuoto senza le tante gocce d’acqua che danno vita alla corrente.

 

Nel tempo - sono trascorsi quasi 8 anni dalla sua costituzione ufficiale - il connettivismo è cresciuto, ha ampliato i suoi orizzonti, si è arricchito, è maturato. Lo ha fatto perché le persone che si riconoscono nel progetto sono maturate e perché altre persone si sono aggiunte apportando il loro contributo nell’interesse generale e in favore di un ritorno personale.

 

1. Forse, se proprio non possiamo rinunciare a una denotazione per chi ha innescato il congegno connettivista, si potrebbe parlare di iniziatori, piuttosto che di “padri fondatori”.

 

2. Il movimento non dovrebbe mai smettere di aprirsi verso l’esterno.

 

3.Adesso possiamo concentrare meglio le nostre forze sui nostri lavori presenti e futuri: scriviamo e lavoriamo sui nostri progetti per portarli avanti e offrire agli scettici materiale su cui pensare, materiale da commentare, materiale da analizzare...