Diventa editore d...
Follow
Find tag "romanzi"
49.8K views | +19 today
Diventa editore di te stesso
Come scrivere, pubblicare, promuovere i tuoi libri e il tuo blog senza editore.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Il potere dello storytelling: leggere e scrivere ci fa bene

Il potere dello storytelling: leggere e scrivere ci fa bene | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Fonte: http://www.viverediscrittura.it/potere-delle-storie-leggere-scrivere-ci-fa-bene/

 

Molte volte ci viene da chiederci: perché continuare a scrivere e leggere? Spesso ci poniamo questa domanda quando siamo giù di morale, quando scopriamo di avere pochi lettori e che le vendite non vanno come vorremmo.


Bene, questo articolo va letto proprio in quei momenti.


Ho voluto riportare, qui, i migliori motivi per cui è indispensabile leggere e scrivere, sempre, al di là dei risultati. Si tratta di motivazioni che non immaginavi minimamente. Al di là di ogni pensiero.


Non so se ne sei già al corrente, ma leggere e scrivere...

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Editoria tradizionale e Self Publishing: il mercato della letteratura

Editoria tradizionale e Self Publishing: il mercato della letteratura | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Fonte: http://pennablu.it/mercato-letteratura/

Voto: 7

 

Un interessante articolo-flusso di pensiero di Daniele Imperi, su enna Blu, riguardante il mondo editoriale di oggi.

 

Un mondo fatto di omologazione e scopiazzamento. Un mondo dove gli scrittori sono quasi pagati a cottimo e devono produrre opere a comando.

 

Un altro brutto esempio del processo di industrializzazione, che predilige la quantità alla qualità. Un proicesso che non si può arrestare, o collassa.

 

Ma qui si tratta di creare, non di produrre. Giusto?

 

Come aggirare il problema, allora? Il self publishing può essere un'ottima soluzione, sia per Daniele che per me.

more...
No comment yet.
Rescooped by ROBERTO P. TARTAGLIA from Scrivere e leggere thriller psicologici
Scoop.it!

Best seller: come li crea l’editoria tradizionale?

Best seller: come li crea l’editoria tradizionale? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Sono anni che lo dico e non poche volte sono stato preso in giro per questo. Ma ora, finalmente, una notizia convalida quanto da me sostenuto.

 

Il New York Times, in unrecente articolo ha denunciato un diffuso e annoso malcostume attraverso il cattivo esempio della Result Source, un’agenzia dimarketing statunitense.

 

Le agenzie, ma anche diverse case editrici ricorrono a questo trucco, la stessa Result l’ha trasformato nel suo core business, si potrebbe dire. Sto parlando di come beffare le classifiche del mercato editoriale.

 

Come si crea il caso best seller? Come fa un libro (anche se penoso) ad arrivare in vetta alle classifiche e a diventare un caso nazionale o internazionale? Semplice: taroccando la classifica.

 

Le stesse case editrici (o agenzie per proprio conto, come nel caso della Result), con investimenti che vanno dalle decine di migliaia alle centinaia di migliaia di euro, acquistano un’ingente quantità dei libri stampati e messi in circolazione per far sì che il titolo scali le vette delle classifiche.

 

 

Leggi tutto e commenta su: http://www.robertotartaglia.com/come-leditoria-tradizionale-beffa-il-mercato-editoriale-e-crea-best-seller/

more...
ROBERTO P. TARTAGLIA's curator insight, March 18, 2013 3:56 AM

Sono anni che lo dico e non poche volte sono stato preso in giro per questo. Ma ora, finalmente, una notizia convalida quanto da me sostenuto.

 

Il New York Times, in unrecente articolo ha denunciato un diffuso e annoso malcostume attraverso il cattivo esempio della Result Source, un’agenzia dimarketing statunitense.

 

Le agenzie, ma anche diverse case editrici ricorrono a questo trucco, la stessa Result l’ha trasformato nel suo core business, si potrebbe dire. Sto parlando di come beffare le classifiche del mercato editoriale.

 

Come si crea il caso best seller? Come fa un libro (anche se penoso) ad arrivare in vetta alle classifiche e a diventare un caso nazionale o internazionale? Semplice: taroccando la classifica.

 

Le stesse case editrici (o agenzie per proprio conto, come nel caso della Result), con investimenti che vanno dalle decine di migliaia alle centinaia di migliaia di euro, acquistano un’ingente quantità dei libri stampati e messi in circolazione per far sì che il titolo scali le vette delle classifiche.

 

 

Leggi tutto e commenta su: http://www.robertotartaglia.com/come-leditoria-tradizionale-beffa-il-mercato-editoriale-e-crea-best-seller/

 
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Come scrivere bene un libro: l'importanza dei luoghi

Come scrivere bene un libro: l'importanza dei luoghi | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Fonte: http://www.viverediscrittura.it/come-scrivere-bene-un-libro-limportanza-dei-luoghi/

 

Scrivere bene un libro non è cosa semplice, si sa. E servono tecniche precise.

 

In questo post ti illustro qualche espediente psicologico per creare atmosfere e luoghi che restino impressi nella mente dei lettori.

 

Perché sono i luoghi, i personaggi e le atmosfere ciò che resta, a fine lettura. Il lettore ti amerà per quello, non tanto per la trama in sé.

 

Quindi, rendi ogni scena del tuo romanzo unica con questi semplici e pratici trucchetti psicologici.

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Come scrivere bene un libro: la cura dei dettagli

Come scrivere bene un libro: la cura dei dettagli | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Fonte: http://www.viverediscrittura.it/come-scrivere-bene-un-libro-la-cura-dei-dettagli/

 

In questo nuovo articolo ho voluto chiarire un concetto molto importante, per me: la cura dei dettagli.

 

Non tutti si rendono conto di quanto questi possano influire sulla credibilità e l' efficacia di una storia. Eppure sono fondamentali.

 

Una storia ricca di dettagli è "più vera". Non c'è niente da fare. Al contrario, una storia superficiale, scritta tanto per scriverla, non trasmetterà nulla al lettore.

 

E questi non entrerà mai nell'atmosfera del tuo testo. Non intraprenderà mai un viaggio fantastico insieme a te.

 

Questa regola vale per ogni campo di applicazione del cosiddetto "storytelling": dal romanzo alla sceneggiatura, dal pezzo giornalistico al copywriting.

 

Prova a leggere gli esempi che riporto nell'articolo...

more...
No comment yet.