Diventa editore d...
Follow
Find tag "autopromozione"
53.3K views | +8 today
Diventa editore di te stesso
Come scrivere, pubblicare, promuovere i tuoi libri e il tuo blog senza editore.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Autopromozione editoriale online: concorsi e newsletter [case history]

Autopromozione editoriale online: concorsi e newsletter [case history] | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Fonte: http://www.viverediscrittura.it/autopromozione-editoriale-online-concorsi-e-newsletter-case-history/

 

In questo post ti illustro una case history basata su dei test che io stesso ho effettuato.

 

Lo scopo era quello di cercare e trovare la strategia giusta per metter su un piano di autopromozione editoriale online basata sui contest, i concorsi.

 

Creazione di pagine Facebook, invii di newsletter, inviti ad eventi e tanto altro in questo mio test. Anzi, questi miei due test.

 

Peraltro, l'occasione è stata buona anche per testare la reale utilità delle newsletter e cercare strade alternative.

 

Insomma, cosa ho scoperto? Che le newsletter non vanno sempre così bene, che il primo concorso è stato un flop e che il secondo , al contrario, è stato un successo.

 

Scopri nell'articolo come mai è andata così.

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

I 5+1 princìpi dello storytelling per il self publishing

I 5+1 princìpi dello storytelling per il self publishing | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Come ripeto spesso, prima di pensare all’autopromozione e mettersi alla ricerca dei propri fan, occorre avere tra le mani un buon lavoro.

 

Dare priorità al marketing e sottovalutare l’aspetto principale dell’attività di scrittura indipendente, la scrittura stessa, può rivelarsi un pericolosissimo boomerang.

 

Deludere i propri lettori vuol dire perderli. Deluderli prima che diventino fan, vuol dire cancellare il proprio percorso professionale sin dall’inizio.

 

Per un lettore, scoprire un possibile nuovo talento nasconde il desiderio di poter navigare in mari ancora inesplorati, di leggere cose nuove, fresche, assaporare stili originali. Una delusione in tal senso darebbe vita a un pericoloso passaparola in grado di distruggere per sempre la tua immagine di scrittore/scrittrice.

 

Per questo è importante scrivere un buon libro da subito, magari ritardando di mesi o anni la prima pubblicazione.

 

In questo post, pertanto, ti illustro i princìpi base dello storytelling, ovvero dell’arte di raccontare storie. Attenzione, non si tratta di princìpi utili solo a chi scrive narrativa. Te ne accorgerai leggendo.

 

 

Leggi tutto: http://blogs.youcanprint.it/i-51-principi-dello-storytelling

more...
ROBERTO P. TARTAGLIA's comment, April 24, 2013 10:04 AM
Grazie mille! Vengo a "trovarti" molto volentieri. :)
Antonella Baiocchi Psicoterapeuta's comment, April 26, 2013 7:15 AM
Caro Roberto veramente complimenti: sei stato un miracolo sulla mia strada! Sto trovando proprio ciò che cerco nelle tue generose pubblicazioni web. ho fatto due libri PERFETTI (proprio nel modo in cui tu suggerisci) e voglio auto pubblicarli proprio come tu hai iniziato a fare nel 2009. Sto cercando di capire e devo ancora leggere molti tuoi scritti. Ma una domanda ce l'ho: dove mi consigli di auto pubblicare? Presso ilmiolibro.it o altro?
ROBERTO P. TARTAGLIA's comment, April 26, 2013 3:20 PM
Grazie di cuore, Antonella! :) Sono davvero contento che tu sia riuscita nel tuo intento più importante: scrivere un buon libro. Ora, pubblicare, in confronto, è un gioco da ragazzi. Il lavoro duro tornerà con l'autopromozione. Ma, per ora, pensiamo alla pubblicazione. Se ti interessa pubblicare solo in versione ebook, puoi far riferimento a www.sbfnarcissus.com e www.bookolico.com. Se, invece, vuoi pubblicare sia in ebook che in cartaceo, l'unico in Italia in grado di offrirti un servizio di distribuzione capillare è www.youcanprint.it.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Self publishing e viral video: come realizzare un video virale per promuovere i tuoi libri

Self publishing e viral video: come realizzare un video virale per promuovere i tuoi libri | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Integrare la propria attività di scrittura con la pubblicazione di video potenzialmente virali è un'ottima strategia di marketing.

 

Il video, se ben fatto, è in grado di coinvolgere molto ed efficacemente i tuoi fan. Inoltre, è facilmente fruibile: basta andare su Youtube o sul tuo blog e cliccare play.

 

Infatti, nessuno può negare l’efficacia di una strategia di marketing virale ben realizzata. Il problema sta appunto nelle parole ben realizzata.

 

Ed ecco che, dopo anni di ipotetiche soluzioni precofenzionate per “viralizzare” un video, lo sguardo si sta concentrando sempre di più sullo studio delle case history di successo per provare a coglierne le sfumature che le hanno portate a diventare fenomeni virali.

 

Ecco i punti fondamentali:

1. Risposta Psicologica e Condivisione2. Ci sono molti di tipi di risposte psicologiche. La prima è la più ovvia e, anche, la più difficile: essere divertente3. Fare leva sulle emozioni4.Le persone amano condividere i video che le rendono nostalgiche 5. Paura e shock, altre due leve emotive utilizzate spesso6. Informare e coinvolgere7. Consumatori come “esche”: un nuovo trend8.La risposta psicologica è solo una parte della ricetta virale, è fondamentale anche l’impulso alla condivisione9. Collegare l’aspetto sociale alla vita reale10. Non è solo una questione di budget11.  Il Seeding è fondamentale

 

Leggi tutto e guarda gli esempi: http://www.ninjamarketing.it/2013/03/28/10-suggerimenti-per-realizzare-un-video-virale/

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Il self publishing e la scienza della prima impressione

Il self publishing e la scienza della prima impressione | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Uno degli aspetti fondamentali del self publishing, è la capacità dello scrittore/della scrittrice di sapersi creare una buona reputazione, una buona immagine. Questo è l'obiettivo principale, non andare in giro a pubblicizzare i propri libri.

 

E questo vale sia online che offlline.

 

Ma come lavorare bene per raggiungere questo scopo? Spesso ci hanno detto: non è vero che l'abito fa il monaco. Vogliamo scommettere?

 

Alcune ricerche hanno dimostrato che la valutazione di chi ci sta di fronte avviene al massimo entro i primi 5 minuti.


Ma è proprio vero che il modo migliore per fare una buona impressione dal vio, ad esempio, è dare una vigorosa stretta di mano, con un atteggiamento sicuro e distaccato? A quanto pare no.


Tutte le tecniche che abbiamo appreso per conquistare alla prima occhiata potrebbero rivelarsi sbagliate.


Ecco, allora, un interessante articolo, tutto per te, su come la scienza della prima impressione influisce sulla nostra quotidianità. E sulla nostra attività di autori/autrici indipendenti, aggiungerei.



Leggi tutto: http://www.personalbranding.it/2013/la-scienza-della-prima-impressione/

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Fondamenti di Personal Branding per il self publishing

Fondamenti di Personal Branding per il self publishing | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Come ho più volte ripetuto, per chi si autopubblica, l’importante non è saper valorizzare il proprio libro agli occhi degli altri, per venderlo, quantosaper valorizzare se stessi.

 

Ciò che fa la differenza, infatti, è l’immagine di te che riesci a costruire col tempo. Questo fa passare in secondo piano l’importanza di far pubblicità al tuo libro e, paradossalmente, l’agevola, in qualche modo.

 

Andare in giro a pubblicizzare il tuo libro, così, diventa un’attività complementare.

 

Il tuo potenziale lettore, prima di tutto, vuole sapere chi sei, cosa sai fare. Vuole avere degli “assaggini” del tuo talento. E li vuole avere gratis.

 

In effetti, se ci pensi e ti poni per un attimo nei suoi panni,che interesse avrebbe, il potenziale lettore, a comparare il libro di un perfetto sconosciuto?

 

O, peggio ancora, di un perfetto sconosciuto che non fa altro che dire che il suo libro è bello?

 

 

Leggi tutto e commenta su: http://www.viverediscrittura.it/fondamenti-di-personal-branding-per-il-self-publishing/

 

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Pinterest, 7 utili consigli per pinnare con successo

Pinterest, 7 utili consigli per pinnare con successo | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Nato pochi anni fa Oltreoceano dalla genialità di Evan Sharp, Ben Silbermann e Paul Sciarra e dedicato alla condivisione di foto e alla loro catalogazione, Pinterest registra oggi in Italia forti tassi di crescita.


Oggi multinazionali, PMI, organizzazioni no-profit ma anche certa Pubblica Amministrazione illuminata hanno iniziato ad entrare in Pinterest e ad aprire boards, ovvero pagine dove catalogare screen e foto.


E anche per chi scrive può tornare utile. Ma attenzione: il rischio per tutti questi attori è il mancato presidio. Pinterest presuppone una forte attività (e una certa velocità) nel pinnare e ripinnare.


E una idea di condivisione del brand “laterale”: non solo il mero prodotto o servizio con tanto di tariffario in bella vista (che è pure fattibile e in alcuni casi presenta dei vantaggi oggettivi) ma l’immagine emozionale, la firma proposta in modo indiretto (e forse più efficace).


Ecco comunque sette consigli per pinnare con successo.



Leggi tutto: http://www.wwworkers.it/news/7-regole-per-pinnare-con-successo



cura di ROBERTO P. TARTAGLIA: giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale dove trovare i suoi libri e i suoi videopost è http://www.robertotartaglia.com.

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Autopromozione social: come usare YouTube per attirare traffico

Autopromozione social: come usare YouTube per attirare traffico | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Avrai notato anche tu che ultimamente i video YouTube occupano una posizione di sempre maggior rilevanza nelle SERP dei motori di ricerca.

 

Per questo oggi è più importante che mai sapersi posizionare i modo corretto su YouTube.

 

YouTube, come Google, ragiona per parole chiave. Quindi come scegliere le parole chiave più adatte a YouTube?

 

Se qualcosa è molto ricercata su Google, non è detto che sia ricercata anche su YouTube. Per questo, i dati che ci fornisce il Keyword Tool di Google non sono sempre indicativi.

 

Se vuoi scegliere le parole chiave giuste su cui puntare per i tuoi video di YouTube devi utilizzare il Keyword Suggestion Tool di YouTube. È quasi la stessa cosa, ma ci sono i dati riferiti alle ricerche eseguite sul motore di ricerca di YouTube.

 Occorre, poi, presidiare una parola chiave su Youtube con la tecnica della “segmentazione”. Ecco cos'è.  Leggi tutto: http://acquisireclienticlub.com/come-usare-youtube-per-attirare-traffico-2-consigli-utili.html

 

 

a cura di ROBERTO P. TARTAGLIA: giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale dove trovare i suoi libri e i suoi videopost è http://www.robertotartaglia.com.

more...
Cetta De Luca's curator insight, January 24, 2013 4:30 AM

...ad esempio un booktrailer. Youtube consente di avere un proprio canale, di fare dirette streaming, è collegato direttamente con Google+...gli scrittori diventano "visibili". Non è fantastico?

Cetta De Luca's comment, January 28, 2013 5:46 AM
Grazie Roberto. Spero di aver capito tutto...
ROBERTO P. TARTAGLIA's comment, January 28, 2013 10:40 AM
E se anche ti fosse sfuggito qualcosa, lo sai: sono sempre disponibile! :)
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Selfpublishing: come scegliere il titolo del tuo prossimo libro

Selfpublishing: come scegliere il titolo del tuo prossimo libro | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Insieme alla copertina e alla descrizione, il titolo del libro è uno degli elementi più importanti per attirare l’attenzione dei lettori, è quindi importante sceglierlo con la dovuta cura, magari dopo aver testato quali termini potrebbero funzionare meglio e quali invece no.

 

Di solito gli autori, specie quelli che scrivono narrativa, preferiscono affidarsi al proprio gusto personale o all’ispirazione del momento.

 

Ma, se decidi di autopubblicare, devi renderti anche conto che il tuo libro non andrà sugli scaffali delle librerie, ma in Rete, dove le dinamiche di acquisto sono ben diverse. Il tuo titolo comparirà tra decine di altri, su pagine strutturate per lo più in elenchi: risultati di ricerca; categorie degli ebookstore, collane e cataloghi.

 

Come fare, allora, ad emergere? Innanzitutto cercando di capire come le persone trovano il libro cui sono interessati.

 

Uno degli strumenti più funzionali allo scopo è certamente il Google Keyword Search Tool, che mostra quali parole chiave utilizzano gli utenti per le loro ricerche su un determinato tema e qual è il volume mensile di tali ricerche su scala locale o globale.

 

Quindi, dopo aver individuato le parole chiave associate al tuo libro, per argomento, temi, luoghi, cose e tutto ciò che di concreto si può estrapolare dalla tua storia, puoi verificarne tramite il Keywords Tool il livello di interesse e popolarità tra gli utenti, oppure ottenere suggerimenti utili per modificare le parole del titolo in modo che incontrino maggiormente le abitudini di ricerca dei lettori.

 

 

Leggi tutto: http://blogs.youcanprint.it/selfpublishing-come-scegliere-il-titolo-del-tuo-prossimo-libro

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Self-Publishing: Come Promuovere Il Tuo Primo Libro Autopubblicato

Self-Publishing: Come Promuovere Il Tuo Primo Libro Autopubblicato | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Promuovere e far conoscere un nuovo libro, specialmente se auto-prodotto ed auto-pubblicato, non è un compito facile.

 

Per ottenere dei risultati concreti è infatti necessario rimboccarsi le maniche e mettere in campo una serie di azioni specifiche volte ad aumentare la visibilità della tua opera e a facilitarne la diffusione, il passaparola e le vendite.

 

Volendo cercare su Google cosa poter fare per promuovere il proprio libro, si trovano decine di idee e consigli interessanti.

 

Dal fare pubblicità nella maniera classica, all'utilizzare il servizio di pubblicità di Google o di Facebook, al partecipare ad eventi fisici o sul web, al crearsi un proprio sito dedicato a promuovere il proprio libro.

 

Ecco, allora, le 6 strategie che, secondo me, pagano di più.

 

 

Leggi e commenta: http://www.masternewmedia.org/it/selfpublishing-come-promuovere-primo-libro/

 

more...
No comment yet.
Suggested by Fulvio Colasanto
Scoop.it!

Self publishing e booktrailer: ecco come realizzarne uno in 5 passi

Self publishing e booktrailer: ecco come realizzarne uno in 5 passi | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

I Booktrailer, ormai, sembrano essere diventati un punto fondamentale di ogni campagna di autopromozione per chi si autopubblica con il self publishing.

 

Certo, non sono indispensabili, ma, se ben fatti, possono portare traffico sulla pagina di vendita del tuo libro. E possono essere pubblicati sia sul Web (Youtube, Vimeo, tuo blog ...) che offline (TV locali, TV nazionali, circuiti di cinema ...).

 

Tutto dipende dal budget a propria disposizione e dalla fantasia.

 

Se hai a disposizione un certo budget da investire per affidarti alle capacità di videomakers di professione, il tuo BookTrailer potrà risultare degno dell’arte cinematografica, ovvio.

 

Ma esistono strumenti a disposizione anche dei meno esperti e meno abbienti, utili al raggiungimento dell’obiettivo: catturare l’attenzione e stimolare la curiosità dei tuoi potenziali lettori.

 

Ecco, in 5 passi, come realizzare il tuo BookTrailer: http://www.storiacontinua.com/tech/come-realizzare-un-booktrailer-in-5-passaggi/

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Self-publishing: pubblicare in ebook o in cartaceo?

Self-publishing: pubblicare in ebook o in cartaceo? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Pubblicare solo ebook? Pubblicare solo in formato cartaceo? Pubblicarli entrambi? E perché? Questi sono dubbi che attanagliano tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo del self publishing.

 

I dubbi legati a questa scelta nascono dall’apprensione di dover spendere troppi soldi per una doppia pubblicazione, o di fare due volte lo stesso lavoro, oppure che la doppia pubblicazione dia un’immagine di bassa professionalità.

 

Io, da sempre, pubblico in entrambi i formati e le motivazioni sono molte.

Ora te le illustro una per una.

 

Nessun doppio lavoro.


Basta svolgere il lavoro una sola volta, al contrario di quanto si pensi. Il testo, infatti, è uguale per entrambi i formati. Unica accortezza (piccolo trucco): se vi fosse l’esigenza di inserire dei collegamenti ipertestuali all’interno del libro, ti consiglio di inserirli sempre per esteso e non come un collegamento integrato nel testo.

 

Mi spiego meglio: se dovessi inserire un collegamento al sito dell’Ansa, non scriverei Ansa (con il collegamento all’interno del testo, come ho fatto qui), ma www.ansa.it.

 

Perché questo? Perché, in questo modo, chi leggerà il libro cartaceo avrà la possibilità di vedere il link per intero e riscriverlo a mano nel suo browser, mentre chi leggerà l’ebook potrà semplicemente cliccarlo per accedere al sito.

 

Quindi, non ci sono lavori aggiuntivi da fare? Sì, qualcosa c’è.

 

 

Leggi tutto: http://blogs.youcanprint.it/self-publishing-pubblicare-in-ebook-o-in-cartaceo

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Come individuare i Feedback negativi su Facebook

Come individuare i Feedback negativi su Facebook | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Si sente spesso parlare di Edgerank, vale a dire dell’algoritmo di Facebook che determina da chi vengono visualizzati i nostri post.

 

Sappiamo inoltre che i nostri post stanno raggiungendo sempre meno persone negli ultimi mesi per un cambiamento accorso allo stesso Edgerank. Uno dei maggiori cambiamenti riguarda propri i feedback negativi.

 

Se si è ricevuto un qualche feedback negativo su un post, questo andrà ad influire sulla visibilità futura della Pagina rispetto a quella persona specifica e non solo.

 

Cosa si intende per feedback negativo? Sono considerati in questa categorie tutte quelle volte in cui l’utente nasconde il nostro post nel suo News Feed, o quando esprime un commento negativo sullo stesso, o addirittura se segnala il contenuto come spam.

 

Trovare questi feedback negativi ci potrà aiutare a rivalutare la nostra politica nei post e il nostro modo di creare una notizia su Facebook.

Ma come trovare i feedback negativi negli Insight?

 

 

Leggi tutto: http://socialblog.giorgiotave.it/feedback-negativi-facebook/2795

 

 

cura di ROBERTO P. TARTAGLIA: giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale dove trovare i suoi libri e i suoi videopost è http://www.robertotartaglia.com.

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Intervista: Roberto Tartaglia, talento del self publishing, hai qualche consiglio per me?

Intervista: Roberto Tartaglia, talento del self publishing, hai qualche consiglio per me? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

In questa intervista rispondo ad alcune domande sul self publishing, partendo dalla mia esperienza personale.

 

Nell'introduzione, Anna Laura Biagini, apre così l'intervista:

 

"Quando ho deciso di rivolgermi al self publishing, mi sono messa a cercare su internet informazioni in proposito.

 

Ed è così che ho scoperto un mondo fatto di persone coraggiose che credono in loro stesse. Scrittori appassionati e bravi public relator che presentano le loro opere al mondo con entusiasmo.

 

Tra di esse mi ha colpito in particolare la storia di Roberto Tartaglia, un pioniere del self publishing che con il suo primo romanzo ha venduto ben 5000 copie…da solo!

 

Mi sono messa in contatto con lui e in questi mesi si è rivelato oltre che talentuoso e informato, davvero disponibile a condividere. Voglio presentarvelo."

 

 

Leggi tutto: http://laboratoriodellacomunicazione.wordpress.com/2013/02/07/roberto-tartaglia-talento-del-self-publishing-hai-qualche-consiglio-per-me/

more...
ROBERTO P. TARTAGLIA's curator insight, February 7, 2013 5:06 AM

In questa intervista rispondo ad alcune domande sul self publishing, partendo dalla mia esperienza personale.

 

Nell'introduzione, Anna Laura Biagini, apre così l'intervista:

 

"Quando ho deciso di rivolgermi al self publishing, mi sono messa a cercare su internet informazioni in proposito.

 

Ed è così che ho scoperto un mondo fatto di persone coraggiose che credono in loro stesse. Scrittori appassionati e bravi public relator che presentano le loro opere al mondo con entusiasmo.

 

Tra di esse mi ha colpito in particolare la storia di Roberto Tartaglia, un pioniere del self publishing che con il suo primo romanzo ha venduto ben 5000 copie…da solo!

 

Mi sono messa in contatto con lui e in questi mesi si è rivelato oltre che talentuoso e informato, davvero disponibile a condividere. Voglio presentarvelo."

 

 

Leggi tutto: http://laboratoriodellacomunicazione.wordpress.com/2013/02/07/roberto-tartaglia-talento-del-self-publishing-hai-qualche-consiglio-per-me/